Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Archive for 1 novembre 2019

Migranti: Serracchiani, Salvini n. 1 in balle spaziali

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

“Bisogna riconoscergli questo primato: Salvini è il n. 1 in balle spaziali. Lo era da ministro dell’Interno e continua a esserlo dall’opposizione. Per fotografare il suo fallimento nei fatti bastano due parole: rimpatri e sbarchi autonomi. Doveva rimandare indietro 600mila migranti e ha fatto meno di Minniti, ha puntato i fari sulle ong e l’88% degli sbarchi sono avvenuti direttamente sotto i suoi occhi. Faccia tosta non manca”. Lo afferma la deputata Debora Serracchiani (Pd), replicando al leader della Lega Matteo Salvini che attacca il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese sui dati degli sbarchi.Per Serracchiani “Salvini si è sempre guardato bene dal parlare degli ingressi via terra e con lui sono aumentati gli episodi di illegalità connessi ai migranti, proprio grazie ai suoi decreti che hanno creato più insicurezza nelle città”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La FNOPI incontra il Viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

La presidente della Federazione degli ordini delle professioni infermieristiche, Barbara Mangiacavalli e il portavoce, Tonino Aceti, hanno incontrato il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri che ha mostrato, come anche in precedenza nella veste di presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, disponibilità a prendere in carico le questioni che riguardano la professione infermieristica.
Su intramoenia e infermiere di famiglia la Federazione ha sottolineato al viceministro l’importanza di partecipare al percorso legislativo per ottimizzare il contenuto dei testi e Sileri ha spiegato che una volta nominato il nuovo presidente della XII Commissione di Palazzo Madama, i due Ddl riprenderanno il loro iter parlamentare, possibilmente per essere chiusi in breve tempo.
La Federazione ha poi posto al viceministro la questione della RIA, reintrodotta nella scorsa manovra di bilancio per i medici, ma non per gli infermieri. La FNOPI ha chiesto a Sileri di prendere in carico questa priorità, argomento su cui il viceministro ha dato la sua disponibilità a verificare le opzioni possibili.
Sull’equo compenso Sileri ha manifestato l’interesse a ragionare a un tavolo più allargato sul tema della sanità privata anche con gli altri stakeholder del settore e sulle specializzazioni infermieristiche il viceministro faciliterà l’interazione della Federazione con il MIUR nella consapevolezza che l’infermieristica deve poter lavorare e far crescere sempre di più le sue competenze.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al rettore della Sapienza Eugenio Gaudio lo “Honorary Doctoral Degree”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

E’ stato assegnato dal Governo della Repubblica popolare cinese. Il riconoscimento accademico è stato conferito per l’impegno profuso nella promozione della cooperazione internazionale tra la Cina e l’Italia. A ricevere in passato questo titolo onorifico sono stati Kofi Annan, Boutros-Ghali e Gerhard Schröder. La cerimonia si è svolta presso la Zhongnan University of Economics and Law, dove il rettore della Sapienza Eugenio Gaudio ha ricevuto il prestigioso riconoscimento. Il titolo di Honorary Doctoral Degree in Economics and law è stato conferito dal Comitato per i titoli accademici del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese, su proposta della Zhongnan University of Economics and Law di Wuhan, con la seguente motivazione: “ll Governo della Repubblica Popolare Cinese è onorato di riconoscere ed attestare l’importante ruolo da Lei rivestito nella promozione della cooperazione internazionale ad altissimi livelli in ambito accademico tra la Cina e l’Italia”. “Ricevere questo riconoscimento costituisce un’attestazione di stima anche nei confronti dell’Ateneo che mi onoro di guidare dal 2014 – dichiara il Rettore – La dimensione internazionale ha contraddistinto questi anni di rettorato e il potenziamento dei rapporti con la Cina è uno dei punti fondamentali di tale percorso. Come ha evidenziato il Presidente Xi Jinping nella recente visita in Italia, uno dei motivi che rendono i nostri Paesi simili tra loro è che entrambi guardano al futuro ma al tempo stesso sono ricchi di un glorioso passato e incarnano stili di vita che integrano antico e moderno, classicità e innovazione”.Il conferimento di tale onorificenza testimonia il prestigio di cui gode la Sapienza in Cina e giunge a coronamento dei successi già raggiunti dall’Ateneo nell’ambito del rapporto di cooperazione tra i due Paesi. Uno scambio dei saperi che si è consolidato anche grazie alla crescente mobilità di docenti e studenti: in quasi dieci anni la Sapienza ha accolto più di 2.200 studenti cinesi iscritti ai diversi corsi di studio. Lo scorso anno inoltre, in occasione della adesione italiana alla Nuova via della seta, è stato inaugurato a Wuhan presso la Zhongnan University of Economics and Law, l’Istituto italo-cinese presieduto da Oliviero Diliberto, docente di Diritto romano e preside della Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza. Presso l’Istituto a settembre è partito il primo corso di laurea magistrale in European Studies, Private comparative Law in Cina. Al corso, che rilascerà il titolo di studio Sapienza, sono attualmente iscritti 26 studenti cinesi. Il Doctoral Degree è riservato a personalità riconosciute a livello internazionale che promuovano la dimensione globale della cooperazione della Cina e con la Cina.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Xiaomi apre il suo più grande centro R&D in Finlandia

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Xiaomi, leader mondiale nella tecnologia, annuncia l’apertura di un polo di Ricerca e Sviluppo a Tampere, in Finlandia, con l’obiettivo di concentrarsi ulteriormente sulle tecnologie delle fotocamere per smartphone, degli algoritmi delle telecamere, sul machine learning e sull’elaborazione del segnale, di immagini e video.Questo team di ricerca e sviluppo, il più grande mai stabilito da Xiaomi al di fuori dalla Cina, ha sede a Hervanta, vicino al campus tecnologico dell’Università di Tampere. Con la missione di realizzare fotocamere per smartphone di rilevanza mondiale, Xiaomi è arrivata a Tampere in estate. La città finlandese ha contribuito notevolmente alle innovazioni relative alla fotocamera e all’imaging dei principali brand di smartphone sin dagli anni ’90, e il campus tecnologico dell’Università di Tampere vanta una tradizione importante nel settore dell’elaborazione del segnale. Nell’ultimo decennio, questo punto di forza nella Ricerca e Sviluppo nel campo dell’imaging è stato apprezzato da giganti globali come Intel e Microsoft, che hanno deciso di aprire uffici R&D proprio a Tampere. Inoltre, i talenti locali nel campo delle tecnologie delle telecamere sono una risorsa preziosa per Xiaomi, che offre lavoro ad ingegneri altamente qualificati. Xiaomi entra a far parte del Tampere Imaging Ecosystem, un hub in rapida crescita organizzato da Business Tampere, l’agenzia di sviluppo economico della regione di Tampere.
“Business Tampere e tutto l’ecosistema dell’imaging sono stati di grande aiuto nell’avviare il nostro business qui a Tampere. Non ho avuto esperienza di ingresso in altri paesi, ma credo di poter affermare che il nostro processo sia stato tra i più semplici in assoluto. Per esempio, come Xiaomi, stiamo costruendo un laboratorio fotografico all’avanguardia che ci permette di facilitare lo sviluppo di algoritmi per le fotocamere e, per far ciò, abbiamo fatto leva sull’ecosistema e sui fornitori di attrezzature da laboratorio locali”, ha dichiarato Jarno. “Noi di Business Tampere siamo lieti di dare il benvenuto a Xiaomi nel Tampere Imaging Ecosystem. Ora, 2 dei primi 4 produttori di smartphone al mondo hanno sedi di Ricerca e Sviluppo qui a Tampere. Questo dimostra che la nostra regione ha uno dei migliori ecosystem di imaging al mondo”, ha dichiarato Oliver Hussey, Senior Business Advisor di Business Tampere. http://blog.mi.com/en.
Xiaomi Corporation è stata fondata nell’aprile 2010 e quotata al Main Board della Borsa di Hong Kong (1810.HK) il 9 luglio 2018. Xiaomi è una società Internet con smartphone e dispositivi smart interconnessi da una piattaforma Internet of Things (IoT).
A luglio 2019, Xiaomi si posiziona per la prima volta nella lista Fortune Global 500 classificandosi al 468° posto e al 7° posto nella categoria Servizi Internet e Vendita al dettaglio. Xiaomi è la più giovane azienda Global 500 del 2019.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Senato ha approvato la commissione contro odio, razzismo e antisemitismo

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Roma. E’ stata proposta dalla senatrice a vita Liliana Segre con 151 voti favorevoli e 98 astenuti (Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia). Commissione che sarà composta da 25 membri e che avrà compiti di osservazione, studio e iniziativa per l’indirizzo e il controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base della provenienza, religione, etnia, identità di genere, orientamento sessuale o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche.
Un successo a metà, causa l’astensione dei maggiori tre partiti del centro destra. Astensione che è stata spiegata così dal leader della Lega Matteo Salvini:“Siamo contro il razzismo, la violenza, l’odio e l’antisemitismo senza se e senza ma. Non vorremmo che però qualcuno a sinistra spacciasse per razzismo quella che per noi è una convinzione, un diritto, ovverosia il ‘prima gli italiani’. Siamo al fianco di chi vuole combattere pacificamente idee fuori dal mondo però non vogliamo bavagli, non vogliamo uno Stato di polizia che ci riporti a Orwell”. Prima del voto il vice capogruppo vicario di Forza Italia Lucio Malan aveva detto:“Non condividendo taluni contenuti della mozione della maggioranza e ribadendo la massima solidarietà alla senatrice Segre per gli odiosi attacchi che subisce sulla Rete, Forza Italia si asterrà sulla mozione della maggioranza ma sin d’ora assicura il suo fattivo contributo ai lavori della istituenda commissione parlamentare”.Non tutti gli esponenti del centro destra, però, erano concordi sull’astensione. Fra questi le deputate di Forza Italia Mara Carfagna e Sandra Savino.Mara Carfagna ha scritto su Twitter: “La mia Forza Italia, la mia casa, non si sarebbe mai astenuta in un voto sull’antisemitismo. Stiamo tradendo i nostri valori e cambiando pelle. Intendo questo quando dico che nell’alleanza di centro destra andiamo a rimorchio senza rivendicare nostra identità”. Sandra Savino si è detta: “Sinceramente amareggiata per l’astensione espressa dal gruppo di Forza Italia al Senato sulla mozione proposta dalla senatrice a vita Luciana Segre. Di fronte al tema dell’odio razziale e dell’antisemitismo non ci sono ragioni o motivazioni politiche che tengano”. Sull’argomento è intervenuta anche la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello: “È stato un grande risultato istituzionale per il paese, di grande valore e importanza in un momento significativo finalmente si passa a prendere decisioni per attività importanti all’interno delle istituzioni. Sconcerta un po’ l’astensione di alcune forze politiche che riteniamo una scelta sbagliata e pericolosa. In questo momento c’è bisogno di unità, non si può lasciare spazio ad alcuna ambiguità né a insinuazioni su valori che sono fondanti”. Come detto dalla parlamentare Sandra Savino, di fronte al tema dell’odio razziale e dell’antisemitismo non ci dovrebbero essere logiche politiche. E invece…

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza sul controllo degli armamenti, intitolata L’onere del cambiamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Roma. Si è svolto nella capitale presso la sala Ritz del prestigioso St Regis Grand, il Forum sul controllo degli armamenti, intitolata L’onere del cambiamento. I principali esperti in riduzione, controllo e non proliferazione delle armi nucleari provenienti da Stati Uniti, Russia, Francia, Svezia, Canada, Brasile, Australia e altri paesi hanno affrontato le questioni più importanti e urgenti in materia di sicurezza nucleare, compresa la possibilità di mantenere il controllo degli armamenti in assenza di un trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio, preservando il controllo strategico degli armamenti dopo il 2021 e mantenendo la stabilità strategica e regionale. I partecipanti si sono concentrati sugli standard e sui meccanismi esistenti per prevenire il crollo del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari (TNP), e hanno dibattuto delle nuove minacce di terrorismo nucleare nonché sulle misure per contrastarle alla luce della prossima Conferenza di revisione del TNP del 2020.
CP Centro Pilota, quale “preferred supplier” della sede ospitante, in linea alle esigenze comunicative e scenografiche del Forum ha messo in campo le proprie migliori forze per realizzare un evento perfetto. Si trattava di collaborare attivamente, step by step, con gli organizzatori e realizzare congiuntamente una struttura tecnica di alto livello, corrispondente agli obiettivi del Forum.
Per questo si era deciso di arredare la sala Ritz con un allestimento tecnologico importante ma stando attenti a evitare soluzioni scenograficamente fastose. fonte http://www.centropilota.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come portare la scienza in parlamento e combattere la disinformazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Cambridge, UK Come migliorare il dialogo tra scienza e politica e offrire basi scientifiche più solide al dibattito pubblico in Italia? E soprattutto, come arginare disinformazione e sentimenti antiscientifici in politica? Queste le domande chiave affrontate durante la conferenza “Science, Policy and the Public in Italy”, svoltasi a Cambridge (UK). Organizzata dall’Association of Italian Scientists in the UK (AISUK) e dalla Cambridge University Italian Society (CUIS), la conferenza è stata un’occasione di dialogo tra ricercatori italiani nel Regno Unito ed esponenti del mondo politico ed istituzionale italiano unica nel suo genere.
In apertura dei lavori, Carole Mundell, consulente scientifico in capo del Ministero degli Affari Esteri britannico, ha illustrato i meccanismi istituzionali presenti nel parlamento e nel governo britannico per fornire consulenza scientifica rigorosa ai decisori. Massimiano Bucchi, docente di sociologia della scienza all’Università di Trento, ha mostrato dati alla mano come a volte le scelte degli italiani su temi come la salute non sono basate sulla scienza, sebbene la cultura scientifica media sia in crescita anche in Italia. Segno che queste scelte si basano in realtà su molti fattori di cui la conoscenza scientifica è solo uno, e spesso non quello decisivo. Marco Cappato, dell’Associazione Luca Coscioni, ha offerto invece una riflessione sul ruolo degli scienziati del dibattito politico, suggerendo che in quanto cittadini gli scienziati si debbano mobilitare a livello politico, sociale e giuridico per assicurare i benefici della scienza per la società, mantenendo e facendo leva sulla propria credibilità scientifica.
Per continuare il dialogo iniziato a Cambridge, dimostrando con i fatti il valore della scienza nell’informare e supportare le decisioni politiche, i parlamentari presenti hanno accolto la proposta degli organizzatori di un prossimo incontro da tenersi nel Parlamento italiano in primavera: “Non mancherà il mio supporto affinché questa iniziativa abbia un seguito nei palazzi della politica cercando di allargare la platea di parlamentari disposti a confrontarsi su questi temi e pensando sin da ora ad una seconda tappa SPP proprio in Parlamento” ha dichiarato la Senatrice Elena Fattori (M5S). Il Senatore Marco Siclari (FI) propone un incontro tra gli organizzatori della conferenza ed il presidente della commissione sanità, in relazione ai temi trattati nel pannello su biotecnologie e sanità pubblica.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentato il bimestrale “Storia Rivista”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

E’ stato presentato a Roma, presso il Senato della Repubblica, il bimestrale “Storia Rivista”. La pubblicazione, edita da Eclettica di Alessandro Amorese, è in distribuzione già da un anno e i suoi ultimi due numeri contengono focus sulle rivolte nel meridione d’Italia negli anni ’70 e all’impresa di Fiume compiuta da Gabriele D’Annunzio, di cui quest’anno cade il centenario. “Storia Rivista” – ha sottolineato il vicepresidente vicario del gruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Isabella Rauti, promotrice dell’incontro per la presentazione – rappresenta un progetto culturale e politico che ha il dichiarato obiettivo di fare luce e restituire verità ad accadimenti storici, facendo emergere aspetti sommersi che la storiografia ufficiale ha nascosto. Oggi presentiamo i numeri 5 e 6 della rivista che contengono dei focus sulle rivolta di Reggio Calabria del 1970 che introducono un tema di stretta attualità, quale quello della riforma dello Stato, su cui Fratelli d’Italia ha un suo progetto di proposte e di modifiche”. “Il nostro scopo – ha dichiarato il direttore responsabile del bimestrale Adalberto Baldoni – è di rinverdire la storia nazionale. E’ una rivista di controinformazione culturale che si interessa di avvenimenti attuali ma anche del passato e a cui è demandato il compito di denuncia di tutte le falsità storiche cui purtroppo dobbiamo assistere. Penso in particolare alla strage di Bologna e a quella del treno 904 del 1984, cui sul prossimo numero dedicheremo inchieste specifiche”. “Storia Rivista – ha osservato il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato Luca Ciriani – è un periodico che vuole dare spazio alla cultura di destra e non conformista di cui si sente oggi un gran bisogno per far parlare tutto ciò che non è conforme e politicamente corretto”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Francesco e il Sultano. 800 anni da un incredibile incontro”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

ASSISI (PERUGIA) “Francesco e il Sultano. 800 anni da un incredibile incontro” è l’ultimo libro scritto dal capo redattore centrale del Tg1, Piero Damosso, e dal direttore della rivista San Francesco, padre Enzo Fortunato. Il volume, pubblicato da Edizioni San Paolo e disponibile in tutte le librerie, ripercorre le tappe che portarono in Egitto il Santo d’Assisi per incontrare il sultano Malik Al-Kamil.
Il libro pone l’attenzione su un tema di cocente attualità: il dialogo tra mondi, culture e religioni diverse. A distanza di otto secoli dall’incredibile evento, avvenuto durante la quinta Crociata contro gli “infedeli” musulmani, san Francesco ci indica ancora una volta la via da percorrere: quella dell’apertura, del confronto, dell’incontro e mai quella dello scontro.Padre Enzo ripercorre le tappe a partire da quel fatidico viaggio: quando il Vangelo incontrò il Corano. Non si tratta di un testo che parla di “apertura” incondizionata o “chiusura” ermetica, ma di strade da percorrere: collaborazione e integrazione nel rispetto delle reciproche culture.Piero Damosso rappresenta – attraverso le recenti tappe del dialogo cristiano sostenute da Papa Francesco, Benedetto XVI e san Giovanni Paolo II – la necessità di vivere, anche dall’esempio francescano, l’amore verso i fratelli, il rispetto per le altre culture e nel riconoscimento dell’altrui libertà e dell’uguale diritto alla vita. Edizioni San Paolo, 2019, 180 pp.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La terza generazione di piani a contribuzione definita arriverà entro 10 anni”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Il Thinking Ahead Institute (TAI) ha pubblicato una ricerca che descrive un settore alle soglie di un importante cambiamento. Le sfide che devono essere affrontate nei sistemi a contribuzione definita includono l’adeguatezza dei valori attesi, l’accessibilità alle prestazioni, la tecnologia a supporto dell’esperienza degli iscritti, la mancanza di fiducia degli iscritti e quella della capacità di coinvolgere i partecipanti. Secondo la nuova ricerca, la versione 2.0 dei piani a contribuzione definita sta emergendo, e dietro di essa si cela un’altra generazione – la versione 3.0 – che sarà caratterizzata da un’estrema personalizzazione e da una gestione patrimoniale che permeerà tutte le fasi della vita. Il sistema deve andare oltre il suo ruolo di veicolo di risparmio fiscalmente efficace e deve anche essere maggiormente personalizzato in base alle situazioni individuali, più conveniente, meglio gestito e più orientato alla tecnologia. La ricerca si basa sui risultati di un sondaggio e di interviste rivolti a dieci aziende leader del settore e, per ogni impresa, ha analizzato la mission, le operazioni, la governance, gli investimenti, l’investimento degli azionisti, le strategie e la sostenibilità. I risultati hanno rivelato un forte allineamento su molte aree ma anche che non c’è, al momento, un chiaro vincitore nello scontro tra paternalismo e libertarismo.Anche se ogni mercato è guidato da valutazioni locali, sono emersi temi globali. Questi includono la maggiore attenzione al reddito previdenziale e una ridefinizione del ruolo agito dal datore di lavoro. Non va inoltre trascurata l’importanza del quadro normativo nel consentire e guidare il passaggio a un sistema più solido.
La ricerca prevede un continuo consolidamento del settore in risposta alle esigenze commerciali, di governance e tecnologiche. La crescita dei master trust e di altre soluzioni multiaziendali è un importante sviluppo del settore.
Il Thinking Ahead Institute è stato fondato nel gennaio 2015 ed è un gruppo globale senza scopo di lucro, composto da azionisti istituzionali e fornitori di servizi impegnati a cambiare e migliorare il settore degli investimenti a beneficio del risparmiatore finale. Conta più di 40 membri in tutto il mondo ed è il risultato della crescita del Willis Towers Watson Investments’ Thinking Ahead Group, creato nel 2002.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diarrea da antibiotici nei bambini

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

È una condizione molto comune in età pediatrica: si stima che 1 bambino ogni 3-5 trattato con terapie antibiotiche, prescritte per la cura di infezioni acute delle alte e basse vie respiratorie o delle vie urinarie, ne soffra. Si tratta della diarrea da antibiotici, causata da un’alterazione del microbiota intestinale – l’insieme dei batteri che colonizzano l’intestino – indotta da questa categoria di farmaci. Per prevenirla, un valido aiuto arriva da un’innovativa formulazione probiotica, che unisce il Lactobacillus reuteri LRE02 e il Lactobacillus rhamnosus LR04 (Abiflor Baby®): i risultati preliminari di una recente survey nazionale – “Surveyflor” – hanno, infatti, dimostrato che il numero di eventi diarroici si riduce quasi del 50% quando l’associazione dei 2 ceppi probiotici è assunta contemporaneamente all’antibiotico.L’equilibrio del microbiota intestinale è fondamentale per il benessere dell’organismo, a tutte le età, fin dal primo giorno di vita. L’alterazione di questo delicato ecosistema – disbiosi – è un fenomeno molto complesso i cui meccanismi eziopatogenetici variano da individuo a individuo. Una delle cause più comuni della disbiosi nei bambini è rappresentata dall’assunzione di terapie antibiotiche. Gli antibiotici, per definizione, mirano infatti a uccidere in maniera indiscriminata tutti i microrganismi di natura batterica in cui si imbattono, senza risparmiare il microbiota intestinale. Lo squilibrio che ne deriva può facilitare l’ingresso di agenti patogeni e quindi l’insorgenza di sintomi, tra cui appunto la diarrea.Recentemente il Working Group on Probiotics and Prebiotics dell’European Society for Paediatric Gastroenterology Hepatology and Nutrition (ESPGHAN) ha pubblicato un documento che raccomanda l’uso di alcuni ceppi probiotici per la prevenzione della diarrea da antibiotici.Alla luce di tali evidenze scientifiche è nata l’idea di condurre “Surveyflor”, una survey a livello nazionale, grazie alla collaborazione dei pediatri di famiglia, allo scopo di valutare se l’assunzione della formulazione probiotica a base di Lactobacillus reuteri LRE02 e di Lactobacillus rhamnosus LR04 (Abiflor Baby®), insieme alla terapia antibiotica, sia in grado di prevenire o meno gli eventi diarroici.Sono stati coinvolti 83 pediatri che hanno arruolato 8.400 bambini, con un’età media di circa 24 mesi, in terapia antibiotica, suddividendoli in due gruppi: il gruppo A, a cui sono stati somministrati insieme all’antibiotico i due ceppi probiotici, e il gruppo B (di controllo), trattato esclusivamente con antibiotici.I risultati preliminari – la survey si concluderà a dicembre 2019 – sono molto incoraggianti: si è infatti riscontrata una riduzione statisticamente significativa della percentuale di diarrea nei bambini del gruppo A (28%) rispetto a coloro che non avevano assunto i probiotici (52%).
Per maggiori informazioni: http://www.abiprobiotici.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

‘Malattia polmonare da micobatteri non tubercolari’

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Per i pazienti queste parole, ignote fino alla diagnosi, significano incertezze e paure, quelle legate all’avere una malattia rara, orfana di terapie efficaci, riconoscimenti e diritti, con un nome spaventoso, che rievoca lo stigma e l’isolamento sociale legato alla tubercolosi. Ora, grazie alla recente nascita di un’associazione – AMANTUM – su questa malattia, fino ad oggi sottovalutata, si potrà accendere una luce: a questo serve il “Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, una malattia rara e orfana” a cura di Osservatorio Malattie Rare, realizzato in stretta collaborazione con l’Associazione e grazie al contributo di INSMED, presentato giorni fa a Roma. Il libro è consultabile, in modalità gratuita, sui siti internet di OMaR dell’Associazione Amantum e dell’Osservatorio Italiano delle Micobatteriosi Polmonari Non-Tubercolari IRENE.
Il “Libro Bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, una malattia rara e orfana” ha avuto il patrocinio dell’Associazione Microbiologi Clinici Italiani (AMCLI), della Società Italiana di Microbiologia (SIM), della Società Italiana di Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SITI), della Società Italiana per lo Studio della Fibrosi Cistica (SIFC), dell’Osservatorio Italiano delle Micobatteriosi Polmonari Non-Tubercolari, di Stop TB Italia e di LABMedica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cybersecurity: una questione di strategia, prevenzione e pianificazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

di Michael Cade, Senior Global Technologist, Veeam. La cybersecurity è un argomento che non fa dormire sonni tranquilli ai manager dell’IT. Riuscire ad adottare misure di prevenzione adeguate è sicuramente uno dei principali tasselli del puzzle, ma poiché le minacce informatiche continuano a evolvere rapidamente, le vecchie strategie stanno diventando obsolete e, di conseguenza, le aziende sono esposte a inevitabili attacchi. Le organizzazioni devono poter contare su un approccio efficace per la protezione dei dati per rispondere e reagire velocemente e responsabilmente a qualsiasi attacco. I reparti IT, normalmente, trovano un compromesso tra convenienza e sicurezza. È la vecchia storia del “Lo vuoi adesso o lo vuoi fatto bene?”. Sebbene le aziende siano, giustamente, interessate a dare priorità agli investimenti in strategie digitali che offrono un vantaggio competitivo, avere un’assicurazione contro le violazioni dei dati deve essere altrettanto importante.Non esiste un “asso nella manica” quando si tratta di proteggersi da minacce informatiche come il ransomware e, purtroppo, negli ultimi anni le imprese hanno potuto toccare con mano la forza del loro impatto. I cyber-criminali sanno benissimo come sfruttare le debolezze dei sistemi IT aziendali e, come anche una minuscola crepa può affondare una barca, basta un singolo punto di ingresso per esporre l’azienda ad attacchi informatici devastanti.Il danno che il ransomware può provocare alle imprese è sconcertante. E le aziende che ritengono di non avere altra scelta se non quella di pagare i cybercriminali per sbloccare i loro file, non solo mettono a rischio i loro soldi (poiché non vi è alcuna garanzia che i dati saranno restituiti), ma mettono anche in gioco la loro reputazione (in quanto altri criminali possono considerare quell’azienda come un potenziale obiettivo accessibile).Siccome tutti i dati che gestisce un’azienda, compresi i backup e i dati archiviati, possono essere obiettivi per i criminali informatici, serve una solida strategia di Cloud Data Management affinché le aziende possano garantire che non siano proprio i backup a diventare la porta d’ingresso di un attacco.Il miglior rimedio, in caso di violazione della sicurezza, rimane la prevenzione. I backup offsite e offline non solo mitigano gli effetti del ransomware, ma, se combinati con le giuste soluzioni di sicurezza e un’adeguata formazione dei dipendenti, possono contribuire a prevenire il problema nel suo complesso. Ma quando si tratta di sicurezza e backup dei dati, la realtà tra ciò che dovrebbe essere fatto e ciò che sta effettivamente accadendo è ben diversa.Ci sono moltissimi modi per eseguire il backup esterno dei dati, dai dischi di sistema e dischi rigidi rimovibili, ai dispositivi a nastro e ai backup nel cloud. Qualunque sia l’opzione scelta da un’azienda, il backup repository stesso deve essere protetto dagli attacchi. Tuttavia, mentre è possibile esternalizzare la gestione dei dati a fornitori di servizi cloud (CSP), non è possibile esternalizzare completamente la responsabilità relativa ai dati. La soluzione per questo aspetto è che i reparti IT adottino la gestione dei dati nel cloud e allo stesso tempo garantiscano che tutti questi dati siano sottoposti a backup, recuperabili e protetti in tutta la data management provision.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nei misteri del Cosmo: onde, particelle e pianeti di altre stelle

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Piacenza, 30 novembre pomeriggio, Teatro dei Filodrammatici, Via Santa Franca, 33. Protagonista del seminario è il Cosmo con i suoi misteri raccontato attraverso lo sguardo di tre “eccellenze internazionali”, studiosi di fisica e astrofisica che portano contributi fondamentali all’evoluzione della conoscenza e delle ricadute innovative, riconosciuti anche dai media come scienziati che stimolano lo sviluppo dell’Umanità. Marica Branchesi spiega l’esperienza entusiasmante della ricerca sulle onde gravitazionali; Roberto Ragazzoni illustra le nuove frontiere nella ricerca di pianeti intorno ad altre stelle della galassia; Lucia Votano allarga l’intervento anche a considerazioni generali sul ruolo e l’impatto della ricerca scientifica sullo sviluppo economico e culturale della società globalizzata.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ricerca nelle scienze della salute e nel cambiamento climatico

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Piacenza, 30 novembre mattina, Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano, Via Sant’Eufemia 12 Il presidente di UGIS-Unione giornalisti italiani scientifici e il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna proseguono il confronto avviato tre anni fa sul percorso di approfondimenti e di formazione sulla deontologia e sugli strumenti e le metodologie a sostegno di una professionalità responsabile per quanti scrivono di scienza, medicina, ambiente, ricerca e tecnologia.Vengono affrontati contenuti di dovere etico a tutela della veridicità nella gestione della notizia scientifica su argomenti molto sentiti a livello di grande pubblico, come quello dei cambiamenti climatici e della salute.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovazione, scienza e comunicazione nella ricerca biomedica di frontiera

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Milano, 26 novembre, presso IFOM, Via Adamello 16. Come comunicare le frontiere della ricerca oncologica, capaci di aprire prospettive importanti, sia per decifrare il male dai mille volti, sia per le nuove possibilità di terapia negli ospedali con adeguati strumenti di diagnosi e cura? A questo fine risponde il seminario che riunisce i protagonisti della ricerca e nel quale si trovano uniti il medico, lo scienziato biologo, l’ingegnere capace di inventare i nuovi strumenti per l’indagine oncologica, ma anche giornalisti scientifici. Scienza e giornalismo dunque insieme per capire e raccontare come l’integrazione delle competenze renda oggi più complessa e al tempo stesso più stimolante la comunicazione al pubblico delle sfide e dei risultati della ricerca.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Italia sempre più persone fanno affidamento all’ecopsicologia

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Si tratta di una disciplina nata in California a partire dalla correlazione tra il crescente disagio individuale e il degrado ambientale. Con questa disciplina, l’individuo riesce a ritrovare la connessione con l’ambiente naturale, ritrovando la capacità di scaricare le tensioni, rilassarsi, ampliare la visione di sé e del mondo. L’ecopsicologia nasce dall’incontro tra l’ecologia e la psicologia, quindi con un approccio specifico che guarda sia a una visione sistemica della vita e sia a una visione dell’interiorità dell’essere umano. Ecco che dall’incontro tra queste due visioni della vita nascono tante attività di ecopsicologia applicata che lavorano sulla riconnessione dell’uomo con la natura. In Italia, l’ecopsicologia è arrivata grazie alla psicologa Marcella Danon, che ha fondato Ecopsiché – Scuola di Ecopsicologia in Italia, con sede madre in Brianza, in provincia di Lecco, e con altre due sedi, una in Sardegna e una in Sicilia”. Lo ha affermato Silvia Mongili, pedagogista, coordinatrice di Ecopsiché Sardegna.
“L’ecopsicologia nasce in California all’inizio degli Anni Novanta a partire dalla constatazione di una correlazione esistente tra il crescente disagio esistenziale, individuale e sociale, e l’aumento del degrado ambientale – ha continuato Mongili – parallelo al rapido processo di urbanizzazione che ha cambiato radicalmente stili di vita e abitudini di una grande parte della popolazione mondiale.
La prima applicazione dell’ecopsicologia è nell’ambito del benessere individuale, con l’utilizzo di un contatto diretto con la natura per la scarica di tensioni, il rilassamento, l’introspezione. Ma assume presto una connotazione più ampia, proponendosi come sostegno all’educazione ambientale e all’ambientalismo per stimolare sensibilità ecologica attraverso un coinvolgimento sul piano emotivo.
Nell’ecopsicologia confluiscono elementi dell’Ecologia Profonda del filosofo norvegese Arne Naess, della psicologia di Carl Gustav Jung, della visione umanistica e propositiva dell’essere umano diffusa da Abrahm Maslow e Carl Rogers, della dimensione transpersonale in psicologia di Ken Wilber, della trasformazione paradigmatica in atto nel mondo della scienza a partire da una visione sistemica della realtà.La psicologia ambientale rappresenta sicuramente l’antecedente dell’ecopsicologia, avendo posto per la prima volta la problematica ambientale in termini sistemici, includendo il fattore umano nello studio dei processi della biosfera e avendo raccolto dati inequivocabili sul ruolo della natura per la salute fisica e psicologica dell’essere umano.L’integrazione con la psicologia umanistica e transpersonale, a cui l’ecopsicologia viene spesso affiancata, ha permesso alle considerazioni più accademiche di trasformarsi in pratica operativa in ambito formativo e terapeutico, ampliando il concetto di setting e il raggio di azione nel processo di crescita personale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevenzione del rischio cardiovascolare nelle persone con diabete

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Milano, 14 novembre 2019 – ore 10.00 Belvedere 39° piano – Palazzo Lombardia – Nucleo 1 Piazza Città di Lombardia, 1 In occasione della giornata mondiale del diabete, arriva a Milano la campagna di informazione nazionale “Al Cuore del diabete”, realizzata con il patrocinio di SID – Società Italiana di Diabetologia e AMD – Associazione Medici Diabetologi, in connessione con il progetto internazionale Cities Changing Diabetes per informare le persone con diabete sulla gestione della malattia al fine di ridurre le complicanze ad essa correlate. Questo evento sarà un’occasione di confronto tra rappresentanti di Istituzioni, società scientifiche, professionisti sanitari e associazioni di pazienti per delineare azioni efficaci per arginare la crescente diffusione del diabete e per sensibilizzare sull’importanza del controllo glicemico, del peso corporeo e di tutti gli altri fattori di rischio che concorrono allo sviluppo di complicanze, in particolare di quelle cardiovascolari, che rappresentano la principale causa di morte e disabilità nelle persone con diabete tipo 2.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno sulla farmaceutica a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Grandissima partecipazione al convegno “Farmaceutica tra presente e futuro: strategie di governance per la sostenibilità”, promosso nei giorni scorsi a Roma dalla Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute di Unicam in collaborazione con la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e coordinato dal prof. Carlo Cifani, dal Direttore della Scuola prof. Francesco Amenta e dal Dr. Arturo Cavaliere. Molteplici sono i condizionamenti degli indicatori economici sui processi sanitari e spesso il paziente si trova al centro di situazioni di disomogeneità generate dalle diversità regionali e sociali, dalla maggiore o minore tensione nei diversi contesti, alla quadratura dei bilanci e alle autonome capacità di incidere sulle scelte che riguardano la sua salute. Il quadro va letto anche per le ricadute e gli effetti che genera nei confronti di diversi sistemi produttivi che ruotano nell’ambito sanitario e dei condizionamenti e delle opportunità, a questo riguardo, legate alla recente evoluzione delle procedure d’acquisto, alla presentazione del nuovo Dossier sulla Farmaceutica, al crescente ruolo della centralizzazione regionale delle decisioni. In tutto ciò il farmaco può giocare un ruolo consistente, non solo per la quota di impatto sui costi sanitari, comunque ridotto rispetto alle medie continentali, ma soprattutto per le sue ricadute come tracciante dei modelli di cura e spinta allo sviluppo industriale del paese, di competenze e di capacità. “Gli enormi (e spesso risolutivi) progressi realizzati dal farmaco in settori critici di cura – ha sottolineato il prof. Cifani – ne dimostrano l’importante ruolo. Ma anche il dispositivo medico rappresenta un ineludibile strumento di cura in costante evoluzione, in grado di proporre sfide di valutazione, di place in therapy e di classificazione, in quanto non solo rappresenta un’area di costante progresso, ma spesso richiama la necessità di ammodernare i modelli organizzativi e i processi che sostengono le cure delle malattie croniche e gli interventi in acuto, prevalentemente chirurgici”.Partendo dunque dal farmaco, dalla legge finanziaria e dai fondi per l’innovatività di aree terapeutiche di particolare interesse (malattie rare, immunoterapia, medicina di precisione), senza tralasciare un allargamento del dibattito alle sfide proposte dall’innovazione in campo dispositivi medici, l’evento ha voluto contribuire al dibattito nel quadro nazionale ed addentrarsi nelle successive sfide regionali e operative relative alle strategie utili per riuscire a risolvere l’equazione della sostenibilità. Un percorso che ha dato ai partecipanti, anche nel delicato ambito della responsabilità professionale, quegli strumenti per contribuire ad un quadro complessivo coerente con i principi e gli obiettivi del nostro Sistema Sanitario Nazionale. Il convegno rientra nell’ambito di un percorso che l’Università di Camerino sta portando avanti da diversi anni, relativo alla formazione post-laurea altamente aggiornata per il farmacista ospedaliero e territoriale, attraverso master, corsi di perfezionamento e di aggiornamento e convegni monotematici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »