Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 5 novembre 2019

Codici: degrado e pericoli al cimitero Flaminio di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Un momento speciale per tantissime persone. Il ponte di Ognissanti rappresenta per molti l’occasione per una visita al cimitero, per portare un fiore sulla tomba dei propri cari. Risulta quindi ancora più inaccettabile la situazione che si è trovato di fronte chi si è recato nei giorni scorsi al cimitero Flaminio a Roma. Uno stato di degrado e pericolo segnalato all’Associazione Codici.Emblematico il video girato da una signora, in visita al cimitero insieme ai parenti. Dal filmato si vede che i problemi iniziano già all’ingresso, quando per salire le scale, passaggio obbligato non essendoci l’ascensore, bisogna appoggiarsi ad un corrimano ricoperto di guano dei piccioni. Arrivati al piano, ad accogliere i visitatori c’è un’enorme infiltrazione sul soffitto, con il conseguente rischio del distacco di calcinacci. Un pericolo che si ripete in quasi tutto il padiglione ed a cui si aggiunge quello di scivolare sul pavimento a causa della presenza di pozze d’acqua, anche davanti ai loculi. Tutto intorno finestre rotte, con delle reti al posto dei vetri, e muri scrostati. Allucinanti poi le condizioni dei bagni: il guano dei piccioni, e di chissà quale altro animale, ricopre praticamente ogni superficie, con un odore nauseabondo a fare da sfondo ad una scena da film horror.“Abbiamo deciso di condividere e rilanciare le segnalazioni ricevute dai cittadini – dichiara il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – perché non è possibile rimanere in silenzio di fronte ad una situazione del genere. Ormai Ama fa rima con multe, parola ricorrente in questo periodo in cui Roma è costretta a fare i conti con il problema rifiuti. Oltre alle sanzioni, invitiamo l’azienda ad attivarsi anche per garantire ai cittadini servizi decorosi, perché quello offerto per il cimitero Flaminio è indecente, e ci farebbe piacere se anche il Sindaco Virginia Raggi intervenisse al fianco dei romani”. (n.r. Lo stato di abbandono in cui si trova il cimitero Flaminio, e non solo se andiamo a visitare gli altri cimiteri della capitale, è diventato intollerabile: erbacce e cumuli d’immondizie ovunque, strade sconnesse e con buche sempre più vistose, servizi igienici fatiscenti, fontanelle con scarichi rotti, ecc. Ma ciò che è e resta grave che tutte queste cose le diciamo da anni agli amministratori romani, giunta e sindaca in testa, e sino ad oggi non si sono nemmeno degnati di darci una risposta.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conference in Jerusalem on New Anthropological Challenges

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Jerusalem. The international conference “The new anthropological challenges: between memory and vision of the future” will be held December 11-12, 2019 at the Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center, from 9 a.m. to 7.00 p.m. The event is organized within the activities promoted by the Integral Formation at the European University of Rome. The goal of the conference is to offer a vision, as precise as possible, of the contemporary social and ethical reality in relation to new anthropological challenges, as the result of theoretical and practical developments in science and technology. Particular attention will be given to the experience of collective and individual memory, offered by archaeological research, and to the ethical perspectives for the future. Opening remarks will be given by Rev Fr Pedro Barrajón LC, Rector of the European University of Rome, and Rev Fr Juan Solana LC, director of ​​the Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center. The introductory address, by Prof Guido Traversa, Delegate for Integral Formation at the European University of Rome, will lay out the aim and methodology of the conference. The Thematic Sections will discuss the following topics: “Artificial intelligence. Ethical, philosophical and juridical problems ”; “Posthumanism. Possible and legitimate borders. Ethical limits of technological improvement of knowledge “; “Scientific research in archaeology as an experience of life, history and memory”; “Man-environment relationship. The strengthening of internal areas for economic and social cohesion. The common good as a concrete universal ”; ” Inter-religious and theological dialogue. The body and the social experience “. The concluding address will be given by Rev Fr Gonzalo Monzón LC, Director of the Integral Formation Department at the European University of Rome.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza climatica: Trump ritira gli Usa dall’accordo di Parigi

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

WASHINGTON DC. Commentando la notifica ufficiale dell’amministrazione Trump alle Nazioni Unite riguardo l’uscita degli Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi, la Direttrice Esecutiva di Greenpeace USA, Annie Leonard, dichiara:«Ritirandosi dall’accordo sul clima di Parigi, l’amministrazione Trump rende il suo Paese inadeguato e inutile nel contrastare l’emergenza climatica in corso».
«L’industria delle energie rinnovabili sta crescendo in modo esponenziale e il progresso energetico continuerà con o senza Donald Trump», continua Leonard. «Il presidente degli Stati Uniti potrà anche tenere ancorato il suo Paese in un passato di combustibili fossili, ma non potrà mai annullare un trattato multilaterale firmato da quasi duecento stati sovrani, mentre Cina e altre nazioni diventano leader del 21esimo secolo», conclude.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto “Scegli il Contemporaneo – Ti racconto Roma”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

roma-fori-imperialiRoma dal 9 novembre al 15 dicembre 2019; visite guidate performative e speciali narrazioni d’artista a Palazzo Barberini, alla Galleria Corsini, al Chiostro del Bramante, al Maxxi, con curatori e storici dell’arte e visite a studi di artista con Maria Adele Del Vecchio, Gianni Dessì, Sandro Mele, Mook, Giuseppe Pietroniro, Gianni Politi e con visite guidate e animate presso le maggiori istituzioni culturali della città: La Galleria Nazionale, il MAXXI, il MACRO, la Fondazione Volume! – quest’ultima in un percorso combinato con la Villa Farnesina -, Gallerie Nazionali d’Arte Antica – Palazzo Barberini e Galleria Corsini, Cinecittà si Mostra – Istituto Luce Cinecittà, Fondazione Memmo, Fondazione Alda Fendi Esperimenti, Palazzo della Civiltà Italiana-Fendi, Complesso del Vittoriano, Scuderie del Quirinale.
L’iniziativa è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE. La presentazione del progetto avrà luogo venerdì 8 novembre 2019 alle ore 11.30 presso lo studio di Giuseppe Pietroniro stazione metro Valle Aurelia dove a partire dalle ore 16 bambini e genitori potranno visitare il luogo di produzione di Pietroniro, conoscere l’artista, scoprire curiosità e aneddoti del suo lavoro e partecipare ad un’attività laboratoriale collettiva per sperimentare tecniche e linguaggi del fare contemporaneo. “Scegli il Contemporaneo – Ti racconto Roma” è un progetto nato nel 2017 che si rivolge ad adulti, famiglie e bambini e che nelle sue diverse edizioni ha proposto Nei due anni di programmazione il progetto ha tessuto connessioni e rimandi, unendo l’orientamento curatoriale a quello didattico in un progetto che ha rafforzato i legami con le istituzioni e i luoghi espositivi, accompagnando il visitatore nella scelta, nella conoscenza e nell’approfondimento del panorama contemporaneo della città.
roma_altare_patria_febbraio_2012Novità di questa edizione coinvolgere artisti contemporanei, che da anni operano a Roma, nel ruolo inusuale di “narratori”, permettendo la formulazione di interpretazioni inedite della scena artistica contemporanea attualmente in corso e in relazione alla storia della città, offrendo al pubblico un’esperienza partecipativa e alterando la tradizionale dinamica e distanza tra artisti, arte e pubblico. Sarà proprio Gianni Dessì a guidare il pubblico attraverso la Galleria Corsini domenica 17 novembre alle ore 16.00. Le visite agli studi di artista consentiranno al pubblico delle famiglie di entrare in relazione con l’opera e il luogo in cui quest’ultima nasce, di entrare nel vivo della produzione dell’arte contemporanea attraverso un’esperienza diretta. Grazie alla co-conduzione tra l’artista e l’educatore museale specializzato, i bambini insieme ai genitori potranno elaborare attraverso il fare l’esperienza vissuta.
Altra novità del progetto la realizzazione di una web app disponibile da fine dicembre sul sito di “Senza titolo” con le tre narrazioni fatte al MAXXI, al Chiostro del Bramante e a Gallerie Corsini. La web app avrà tre percorsi, ciascuno dedicato ad un museo visitato con l’artista. In ogni percorso ci sarà una descrizione del luogo e tre differenti letture dello stesso, quella dell’artista, del curatore e dell’educatore. Sono tre visioni diverse della narrazione su Roma di un luogo artistico. Ogni percorso si completerà con video, citazioni e suggestioni musicali per accompagnare i futuri visitatori alla scoperta dei luoghi artistici di Roma; si potrà rivivere l’esperienza di visita in maniera inedita. Gli altri appuntamenti si svolgeranno:
DSCN1052Domenica 24 novembre – ore 16.00 Chiostro del Bramante con Gianni Politi: Mostra Bacon, Freud, La Scuola di New York. Opere dalla Tate. Via Arco della Pace, 5 per un pubblico adulto.Ti racconto Roma” l’artista condurrà i visitatori in una narrazione personale in relazione ad alcune opere di Francis Bacon per offrire una lettura della mostra e delle opere intrisa di suggestioni visive artistiche e personali.
Domenica 1º Dicembre – ore 16.00 studio d’artista con Sandro Mele Appuntamento: Largo dei Savorgnan. per famiglie con genitori e bambini insieme Sandro Mele indaga diverse situazioni sociali e universali precarie e complesse, spesso poste sullo sfondo del mondo del lavoro attraverso grandi pitture e video. Nei suoi dipinti compaiono spesso frasi che rafforzano il messaggio e scuotono il pubblico.
Sabato 7 dicembre ore 11.00 Palazzo Barberini. Collezione permanente. Via delle Quattro Fontane, 13 per un pubblico speciale, pubblico sordo Un percorso coinvolgente e partecipato condotto da un educatore sordo in LIS – Lingua dei Segni Italiana, per viaggiare indietro nel tempo e per conoscere da una prospettiva ravvicinata la storia di Palazzo Barberini, da residenza a museo, polo di produzione culturale per la città di Roma.
GOGOL’ E ROMA_02Domenica 8 dicembre ore 16.00 studio d’artista con MOOK. Appuntamento: Via Marin Sanudo 35 per famiglie con genitori e bambini insieme Mook nasce da un progetto di Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli. Entrambi vivono e lavorano a Roma dove si sono diplomati, e oggi insegnano, presso l’Istituto Europeo di Design. La loro attività artistica spazia dalla scultura alla grafica d’arte, dall’illustrazione al design.
Sabato 14 dicembre ore 16.00 MAXXI Collezione permanente con Giuseppe Pietroniro, via Guido Reni 4A per un Pubblico adulto. La ricerca di Giuseppe Pietroniro analizza le modalità della percezione e i suoi interventi mettono in discussione la comprensione di uno spazio, anche se familiare, attraverso il ricorso a materiali riflettenti, come specchi, vetri e metalli.
Domenica 15 dicembre ore 16.00 Rione Monti, appuntamento in via Panisperna Evento collettivo con l’artista Maria Adele Del Vecchio. per famiglie e bambini. La pratica artista di Maria Adele Del Vecchio comprende installazione, scultura, fotografia e video e la sua ricerca affronta temi che vanno dalla politica alla storia, dalla letteratura alla sociologia. A Roma ha realizzato un intervento al Parco del Pineto di Villa Sacchetti, illuminandolo di sera, proprio quando quel luogo diventa una specie di città “altra”. Un gesto poetico e scenografico che lascia un segno senza alterare la natura del luogo.
“Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura è una società di servizi educativi nata da un’esperienza di didattica museale maturata all’interno del Dipartimento educativo MAMbo. Realizza progetti educativi volti ad avvicinare il pubblico al patrimonio artistico e cura progetti e iniziative nell’ambito dell’editoria, museografia, formazione e comunicazione. Collabora con istituzioni culturali e scolastiche, enti, biblioteche, privati e aziende in diverse città italiane ideando e realizzando percorsi didattici su misura per una conoscenza attiva del patrimonio rivolti a pubblici differenti. Gli eventi sono gratuiti e su prenotazione fino ad esaurimento posti, max 25 partecipanti. Per informazioni: tel. 349/5202151; http://www.senzatitolo.net

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Leave a Comment »

Mostra Guy Harloff: Alchimie e sinestesie

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Milano. Inaugurazione mercoledì 6 novembre ore 18.30 Centro Culturale di Milano Largo Corsia dei Servi, 4 (7 novembre – 5 dicembre 2019) a cura di Serena Redaelli e on performance jazz del quintetto Jazz Rain e voce di Sania Gargano. Il percorso espositivo presenta oltre quaranta opere su carta realizzate dalla metà degli anni Cinquanta fino a tutti gli anni Ottanta, in dialogo con i più stimolanti temi culturali e artistici coltivati dall’artista, a testimonianza dell’evoluzione della sua complessa quanto inconfondibile poetica. Sono proposte inoltre fotografie di Roberto Masotti dall’Archivio Lelli e Masotti, cover di dischi jazz disegnate da Harloff, foto documentarie, libri e cataloghi particolarmente rari, un prezioso esemplare di tappeto caucasico (courtesy Mirco Cattai FineArt&AntiqueRugs, Milano) a confronto con i Tapis harloffiani, oltre ad una serie di riletture pittoriche dell’opera di Guy Harloff firmate dalla giovane artista Linda Orbac.L’esposizione prevede, infine, la proiezione di due cortometraggi realizzati da Harloff, appassionato cinefilo, finora rimasti inediti e concepiti dall’autore come integrazione della sua produzione pittorica.L’importante rassegna, curata da Serena Redaelli, è organizzata dallo Studio d’arte Nicoletta Colombo, sede dell’Archivio Guy Harloff, e si avvale dei prestigiosi patrocini di Commissione Europea, Regione Lombardia, Comune di Milano. L’evento è inoltre inserito nella programmazione di BOOKCITY MILANO 2019 e nella rassegna JAZZMI 2019. Orari lunedì-venerdì ore 10-13; 14-18.30 | sabato ore 15.30-19 Ingresso gratuito (fonte: http://www.centroculturaledimilano.it/)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le risorse idriche del Paese sono sempre più condizionate dall’andamento meteorologico

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

E’ caratterizzato da eventi temporaleschi copiosi, se non violenti, ma localizzati: lo afferma l’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), analizzando lo stato delle portate di fiumi e bacini.
Al Nord, mentre i grandi laghi (Maggiore, Como, Iseo, Garda) sono tutti sopra la media stagionale, il fiume Po è sotto media; significativo è l’andamento del Grande Fiume, la cui portata è inferiore allo scorso anno nei territori a monte per poi ingrossarsi notevolmente durante il corso grazie ai cospicui apporti degli affluenti. Analogo è l’andamento di Dora Baltea e Stura di Lanzo, mentre restano abbondantemente sopra i livelli di un anno fa i fiumi, protagonisti dell’emergenza idrogeologica della scorsa settimana: Stura di Demonte, Toce e Sesia; emblematico è il caso del fiume Tanaro che a Montecastello segna una portata di 188 metri cubi al secondo (un anno fa: mc/sec 373), ma ad Alessandria raggiunge i 125 metri cubi al secondo contro i 29,6 di un anno fa.
Scendendo verso Sud, mentre restano sostanzialmente nella media gli invasi di Umbria (Maroggia), Abruzzo (Penne) e Calabria (Monte Marello e Sant’Anna), sull’anno scorso segnano un deficit le riserve idriche di Basilicata (-123 milioni di metri cubi), Puglia (-21 milioni di metri cubi), Sardegna (-109 milioni di metri cubi); opposta è invece la condizione della Sicilia, i cui invasi contengono 50 milioni di metri cubi d’acqua in più rispetto a 12 mesi fa.“Questa situazione a chiazze – analizza Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – conferma la necessità di investire per la realizzazione di nuovi invasi, al fine di stoccare più dell’11% di acqua piovana, che attualmente riusciamo a trattenere; disporremmo così di maggiori riserve idriche da utilizzare nei momenti di bisogno con evidenti vantaggi per l’agricoltura e l’ambiente, ma anche per la sicurezza idrogeologica.”“Attualmente – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – il Piano Straordinario Invasi ha finanziato 21 progetti in 5 anni per un importo di 144 milioni di euro, mentre altri 23 progetti sono finanziati dal primo stralcio del Piano Nazionale Invasi per un importo complessivo di 106 milioni di euro; a questi stanziamenti va aggiunto il primo stralcio del Piano Nazionale Mitigazione Rischio Idrogeologico: finanziati 25 progetti per un importo di 44,3 milioni di euro. Sono risorse importanti – conclude il DG di ANBI – ma insufficienti rispetto all’evoluzione dei cambiamenti climatici, che espongono il nostro Paese al paradosso del pericolo sia di tragiche alluvioni che di disastrose siccità; per questo, mentre stiamo adoperandoci per aprire al più presto i cantieri, chiediamo di destinare nuovi stanziamenti per il Piano Nazionale Invasi. Gestire efficientemente le acque di superficie, sia quando sono troppe che quando sono poche, è propedeutico a qualsiasi ipotesi di sviluppo economico e territoriale.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partnership per gli Obiettivi – Le proposte dal Rapporto ASviS 2019

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Per il Goal 17 “Partnership per gli Obiettivi” il Rapporto ASviS evidenzia come in Italia, dopo sei anni di aumento costante di Aiuto pubblico allo sviluppo (Aps), nel 2018 gli investimenti sono calati del 21,3%, cifra destinata a scendere stando alle previsioni della Legge di Bilancio 2019 che prevede fondi per 5,1 miliardi di euro per il 2019, 4,7 nel 2020 e 4,7 nel 2021.Manca un approccio coerente alle politiche di sostenibilità interne ed esterne. Nel caso della cooperazione internazionale, la Legge 125/2014 prevede una catena di responsabilità per il monitoraggio della coerenza delle politiche, ma i relativi meccanismi pratici non sono pienamente operativi: il Comitato interministeriale per la cooperazione allo sviluppo (Cics) e il Comitato nazionale per la cooperazione allo sviluppo (Cncs) si sono riuniti solo saltuariamente, mentre l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) non ha mai funzionato completamente a causa della mancanza di risorse umane e di una scarsa chiarezza nella divisione dei compiti rispetto al Maeci.
Ancora in stasi l’operatività della riforma del Terzo Settore a causa della mancata entrata in vigore del Registro Unico del Terzo Settore, con tutti gli impatti conseguenti sulla fiscalità e gli adeguamenti statutari delle organizzazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università di Parma e Hiroshima University più vicine

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Parma. Nei giorni scorsi una delegazione dell’Ateneo giapponese è infatti stata a Parma per la firma di un importante accordo di collaborazione internazionale.La delegazione della Hiroshima University era formata dal Rettore Mitsuo Ochi, dal Pro Rettore per l’Internazionalizzazione Toshiyuki Sato e dalla Responsabile dell’Ufficio Relazioni Internazionali Yuriko Kawakubo.Durante l’incontro Istituzionale, presieduto dal Rettore Paolo Andrei e dalla Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Anna Valenti, sono state approfondite le opportunità di scambio e ricerca tra le due Università con l’intensificazione dei rapporti di scambio tra docenti. Si è discussa inoltre la possibilità di ospitare un docente giapponese per l’attivazione di un corso di lingua e cultura nipponica all’interno del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC già dal prossimo a.a. 2020-2021. All’incontro hanno partecipato anche il Delegato per i Programmi Overworld e Erasmus+ Roberto Montanari, il Responsabile della U.O. Internazionalizzazione Alessandro Bernazzoli e Giovanna Colangelo della U.O. Internazionalizzazione.La visita si è conclusa con il saluto agli ospiti stranieri anche da parte dei Pro Rettori Sara Rainieri, Roberto Fornari e Fabrizio Storti.La sottoscrizione dell’accordo è stata facilitata dalla presenza di Yoshinaka Nobuhito, Visiting Professor al Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali, dove ha tenuto il corso di “Recent Development of Japanese Criminal Law” nell’anno accademico 2018-2019.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il rapporto Federculture delinea un quadro desolante delle politiche culturali in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Nel 2008 il centrodestra investiva ben 6 miliardi e 550 milioni di euro in cultura, nel 2017 la sinistra con Gentiloni e Franceschini ha decurtato ben 700 milioni. La Nazione è divisa, con i consumi culturali che sì crescono, ma in maniera diseguale in un’inquietante tendenza di frattura geografica. Lo strumento dell’Art Bonus, come dice il rapporto, è diventato un club per ricchi, concentrati al Nord Italia. Va ampliata la platea per estendere la detraibilità anche alle piccole e medie imprese e alle persone fisiche.Dal 2008 al 2018 abbiamo, poi, una diminuzione di coloro che leggono libri, fino ai 23 milioni di persone attuali. La proposta di legge per la promozione della lettura va, quindi, approvata con urgenza, per fornire un quadro normativo di riferimento del tema.In vista della legge di bilancio, l’azione di Fratelli d’Italia sarà rivolta a sanare queste asincronie nelle politiche culturali dell’attuale governo e di quelli di centrosinistra.
Presenteremo emendamenti su questi temi, così da garantire la completa riforma dello spettacolo dal vivo, dell’editoria e del finanziamento pubblico e privato dei beni culturali che l’Italia aspetta da anni.” Commenta il deputato capogruppo FDI in commissione Cultura e responsabile Cultura del partito, Federico Mollicone, a margine della presentazione della quindicesima edizione del Rapporto Federculture.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campania: Per la crescita e lo sviluppo di piccole imprese e lavoratori

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Sebbene il 57% delle imprese ritenga la formazione continua un’opportunità per l’azienda e per il lavoratore, solo il 32.2% delle imprese riesce a pianificare gli interventi formativi con una strategia annuale e quando la effettua, lo fa prevalentemente con risorse proprie senza agevolazioni (86.4%): questo quanto emerge dall’indagine condotta da APAIE Napoli per FondItalia, Fondo Paritetico interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua, su di un campione di 236 aziende, situate principalmente tra Napoli e Caserta, e appartenenti alle categorie di microimpresa (178), piccola impresa (54) e media impresa (4). Dall’indagine inoltre emerge che il 95% delle imprese conferma di svolgere periodicamente percorsi formativi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro come previsto dalla normativa vigente, per l’erogazione di interventi formativi per i propri dipendenti e collaboratori l’88% delle imprese ha richiesto il supporto di agenzie formative presenti sul proprio territorio e solo il 37% ha provveduto direttamente.
“Le Micro e piccole aziende hanno difficoltà a progettare e realizzare le attività formative mediante le proprie risorse – continua Franco – Nella maggior parte dei casi, si rivolgono dunque ad agenzie esterne, le quali, in assenza di specifiche richieste formative, tendono ad offrire proposte standard, molto spesso finalizzate a soddisfare i soli obblighi di legge. In questi casi ci troviamo spesso in presenza di un’offerta che non analizza le reali esigenze delle aziende, svilendo così il ruolo stesso della formazione, senza cogliere nell’opportunità di finanziamento l’occasione per personalizzare al meglio l’intervento formativo in modo da garantire un reale vantaggio competitivo per le professionalità e per l’impresa.” Fronte digitale, l’interesse delle micro e piccole imprese resta del tutto freddo: il 67% non ha intenzione di avvalersi di processi formativi finalizzati alla diffusione del digitale nel proprio contesto produttivo con il rischio di emarginazione dal processo di sviluppo in essere. Infine, riguardo alla ipotesi di una collaborazione fra Fondo interprofessionale e Regione Campania, le imprese ritengono che tale collaborazione debba essere indirizzata a una maggiore assistenza per la realizzazione dei percorsi formativi a beneficio delle aziende (47%), non sottovalutando la necessità di una maggiore rispondenza fra domanda e offerta di formazione (27%) e la maggiore celerità nello svolgimento delle pratiche per garantire una immediata efficacia degli interventi (26%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentato uno studio sulla “Nuova mobilità, vecchie sfide”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Il mercato automotive vive oggi un paradosso: sono sempre più consistenti gli investimenti delle case automobilistiche sull’elettrico, raggiungeranno globalmente la cifra di 225 miliardi di dollari nel 2023, con un’offerta di modelli in Europa che si amplierà passando dagli attuali 62 (ibridi plug-in ed elettrici) a più di 230; la penetrazione di vetture elettriche è destinata per ora a rimanere limitata e il repentino calo delle motorizzazioni diesel è andato finora a favore di vetture a benzina. Di questo passo sarà difficile raggiungere gli obiettivi di emissioni medie delle flotte imposti per il 2020 (95 gr CO2/km) e il 2025 (81 gr/km) con conseguente impatto negativo sui conti delle case costruttrici. La rivoluzione elettrica potrebbe produrre anche un potenziale calo del 20% dei ricavi per concessionarie e officine di autoriparazione, in virtù del progressivo spostamento a vetture elettriche con costi e frequenza di manutenzione sensibilmente ridotti. In Italia nel 2025 il peso dei motori diesel sarà del 36%, in continua discesa (16% nel 2030), a tutto vantaggio delle motorizzazioni ibride, mentre le vetture elettriche si attesteranno all’8% (13% considerando anche le vetture ibride plug-in)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delegazione ateneo del Kosovo in visita ad Unicam

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Camerino. Una delegazione dell’Università di Prizren “Ukshin Hoti” in Kosovo, guidata dal vice rettore prof. Shemsi Morina e dal responsabile delle relazioni internazionali prof. Faruk Bojaxhi, ha incontrato ieri in Ateneo il Rettore prof. Claudio Pettinari e il delegato ai Programmi di cooperazione e mobilità con Paesi extra-Europei prof. Emanuele Tondi. Nel corso dell’incontro sono stati definiti gli obiettivi per rafforzare gli accordi di collaborazione già attivi tra Unicam e le università kosovare. Hanno partecipato all’incontro gli studenti kosovari iscritti già iscritti a diversi corsi di laurea Unicam sia nella sede di Camerino che in quella di Ascoli Piceno.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Castelli, “Agli annunci preferiamo i fatti. Semplifichiamo vita a cittadini e imprese”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Roma – “In questi giorni abbiamo subito attacchi gratuiti da un’opposizione in perenne campagna elettorale, che con la complicità di qualche giornale, ha descritto questa manovra come distruttiva e piena di tasse. Lo ha fatto con la consapevolezza di raccontare falsità ai cittadini.La verità è un’altra. Ed è quella che sta emergendo in queste ore. La manovra che abbiamo scritto va incontro alle esigenze reali del Paese. È facile portare avanti, magari da una piazza, la politica del terrore. Per governare, però, ci vuole coraggio, tanto coraggio. E il MoVimento 5 Stelle, a differenza di altri, sta dimostrato di avercelo. Questa manovra partiva da una certezza: lo stop all’aumento dell’IVA. Avevamo promesso agli italiani che con noi al governo non ci sarebbe stato nessun aumento dell’IVA. E così abbiamo fatto! Sarebbe stata una mazzata pazzesca per le nostre famiglie e non potevamo permetterlo. Ma questa manovra va oltre, perché si rivolge ai cittadini salvaguardandoli. Quota 100 rimane, così come abbiamo confermato anche la flat tax per le partite iva. Nessun aumento della cedolare secca che rimarrà al 10%. E poi tanti investimenti agli enti territoriali che daranno lavoro alle imprese del territorio. In più semplificazioni per i cittadini e per le imprese.Nei prossimi giorni vi racconterò la manovra in maniera più approfondita, giusto il tempo di chiudere gli ultimi dettagli. Stiamo dando il massimo, lavorando con impegno e serietà. Agli annunci preferiamo i fatti, quelli concreti. Questo perché abbiamo il dovere di dare risposte agli italiani”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in un post su Facebook.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diminuisce ad Ottobre la fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Un dato che sottolinea la fase di incertezza che ancora caratterizza il sistema economico italiano: se da un lato infatti l’indice rilevato dall’Istat registra un miglioramento relativamente alla situazione economica del Paese, sulla spinta anche della nuova fiducia riacquisita dal nostro Paese a livello internazionale e sui mercati, dall’altro i cittadini nutrono minori aspettative in relazione al clima personale, fronte sul quale si registra una diminuzione.Sebbene siano giunte buone notizie in merito alla sterilizzazione delle clausole di salvaguardia, che evitano un aumento dell’Iva di ben 831,27 Euro annui (secondo le stime dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori) e si prospetti un taglio, ancora timido, del cuneo fiscale, le famiglie attendono evidentemente di percepire gli effetti di tali misure.Oltre ad evitare l’aumento dell’IVA, come abbiamo sottolineato più volte, è ora necessario operare una rimodulazione delle aliquote, per fare in modo che la tassazione non pesi in maniera eccessiva su alcuni beni di prima necessità che invece vengono considerati “beni di lusso” tassati al 22%. Tra questi il latte in polvere e i pannolini per bambini, nonché gli assorbenti femminili.È necessario, inoltre, avviare un piano capace di dare nuovo slancio al mercato occupazionale con lo stanziamento di investimenti per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione: operazioni fondamentali per dare un nuovo slancio all’intero sistema economico e restituire fiducia alle famiglie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Energia: Tecno diventa azienda certificata Elite

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Londra. L’azienda ha ricevuto a Londra, durante la cerimonia ufficiale dell’Elite Day, il Certificato a testimonianza di una crescita superiore al 20 per cento l’anno negli ultimi due anni e un riconoscimento che conferma il percorso di crescita del Gruppo, oggi ancora più competitivo nell’ambito dei mercati internazionali e maggiormente visibile e attraente nei confronti di investitori e mercato.
L’azienda, fondata e guidata dall’imprenditore Giovanni Lombardi, è una Esco certificata dal 2005, specializzata in servizi di efficientamento energetico e produttivo, per la sostenibilità ambientale , attraverso l’innovazione di processo, ha vinto a maggio, per il secondo anno consecutivo, il Premio di Deloitte per le Best Managed Companies ed è stata selezionata come migliore azienda italiana 2019 nella categoria “The Customer and Market Engagement Award” per l’European Business Award.Tecno è stata tra le prime imprese a promuovere in Italia il servizio di Control Energy Management, conta oggi oltre 2900 aziende clienti in tutti i settori produttivi. Fondata nel 1999, è leader nei servizi alle imprese per il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale in chiave di Industria 4.0. Con sedi in Italia, a Milano, Bologna e Napoli, e all’estero, a Berlino e Parigi, Tecno è un punto di riferimento anche nei processi digitali applicati a tutti i tipi di prodotti al servizio delle aziende. La digitalizzazione dei processi produttivi, infatti, rende possibile ai clienti migliorare ed efficientare la produttività e risparmiare tempo e risorse.
A maggio Deloitte ha premiato l’azienda, per il secondo anno consecutivo tra le Best Managed Companies italiane, e a dicembre il Premio European Business Award come migliore azienda italiana del 2019 nella categoria “The Customer and Market Engagement Award”. Nel ritirare il riconoscimento il Ceo di Tecno Claudio Colucci ha dichiarato: “È un traguardo importante, fondamentale per la nostra azienda. L’esperienza del percorso Elite ci ha permesso di crescere sia come team che singolarmente, proiettandoci nella dimensione ambiziosa a cui aspiriamo con una consapevolezza completa dei nostri mezzi e delle nostre capacità.
La crescita di fatturato ed utile pari al 20 per cento e l’incremento degli investimenti in ricerca e sviluppo evidenziano il contributo del programma Elite alla nostra crescita.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gilda e Phoresta, insieme per combattere il Climate Change

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Milano. Mercoledì 6 a partire dalle ore 18 fino alle 19,30, e sabato 9 novembre dalle 10,30 alle 18 , Gilda Contemporary Art, in via San Maurilio apre i suoi spazi a Phoresta Onlus, un’associazione senza fini di lucro che lotta per raggiungere i parametri del protocollo di Kyoto, ovvero la riduzione della concentrazione atmosferica della CO2. L’obbiettivo di Phoresta, che dal 2012 promuove interventi di forestazione, è quello di creare un bosco “orizzontale”, da costruire un po’ alla volta, da tutti. Tanti i temi trattati nel corso delle due giornate: dalla compensazione delle emissioni di CO2 attraverso alberi, boschi, servizi ecosistemici, ai progetti messi in atto da Phoresta che mirano a creare i crediti di carbonio per compensare le emissioni di CO2, ma anche come fare compensazione attraverso la cultura, come creare lavoro con la compensazione, cosa fare per decarbonizzare e come adottare una mobilità sostenibile. Il tutto, raccontato dai protagonisti. Saranno infatti molteplici ed eterogenee le personalità che si succederanno nel corso dell’Open Day di sabato 9 novembre: Angela Ruozzi, regista, e Anella Todeschini, responsabile marketing di Teatro MaMiMo; Paolo Perugini, art director di Informa – ADV; Matteo Bordini di Vagabondo Viaggi srl; Davide Bulgarelli di Bulgarelli Production srl; Simonetta Nepi, consulente marketing e comunicazione; Fulvio Cerfolli, docente Università della Tuscia; Cecilia Erba, A Sud Onlus; Carlo Maresca coordinatore dell’ICE StopGlobaWarming.eu ; Carlo Coluccio, ingegnere esperto di mobilità sostenibile.Le mini conferenze saranno introdotte da Carlo Manicardi, Presidente di Phoresta, e verranno scandite da piacevoli pause – dalla colazione al lunch all’aperitivo serale – con prodotti rigorosamente a km 0. E per finire, dato che il rispetto per la natura comincia da piccoli, Phoresta ha organizzato un laboratorio per bambini dai 4 ai 10 anni dal tema “Fare foresta”. Durante tutto l’evento saranno disponibili postazioni/computer dove Phoresta calcola le emissioni che produci e ti dice quanti alberi servono per compensare le tue emissioni. Sarà inoltre possibile firmare la ICE (Iniziativa Cittadini Europei) per il Carbon Pricing e ricevere un foglio A4 con i tips per ridurre e compensare le proprie emissioni.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Rapporto 2019 sul mercato immobiliare di Roma e del Lazio”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Roma 6 novembre presso la Sala Convegni Sidief (Via degli Scialoja, 20) dalle 10.00 alle 12.30 A cura di Scenari Immobiliari e Casa.it.Il Rapporto sarà presentato da Mario Breglia (Scenari Immobiliari) e Luca Rossetto (Casa.it), e commentato da Alessandra Albani (ITS Controlli Tecnici), Elia Federici (Ares 2002), Martina Gentili (GSSI), Massimo Livi (Jones Lang Lasalle), Ilaria Maggiorotti (RFI), Barbara Mezzaroma (Impreme), Andrea Rasori (BNL Gruppo BNP Paribas), Michele Stella (Torre Sgr), Vincenzo Zubbo (Colliers International)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al rombo del cannon. Grande guerra e canto popolare

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Alberto Lovatto, Franco Castelli, Emilio Jona presentano Al rombo del cannon. Grande Guerra e canto popolare. La prima guerra mondiale, conclusasi un secolo fa, fu un bagno di sangue senza precedenti, che all’Italia costò seicentomila morti e oltre un milione di feriti. Eppure, nonostante l’orrenda carneficina, la Grande Guerra fu anche una straordinaria fucina di canti popolari. Durante il conflitto si cantò molto, come non era mai avvenuto in passato e come non avverrà più nel futuro, ma mentre i canzonieri ufficiali risuonarono di inni patriottici colmi di retorica, la guerra realmente cantata dalle classi popolari ci raccontò il dolore della partenza, l’orrore della trincea, la morte negli assalti alla baionetta, lo strazio delle famiglie, il lutto infinito di un’intera popolazione che vedeva decimata la sua gioventù.
Anche se del canto nella Grande Guerra si è scritto con abbondanza, è mancato a tutt’oggi uno studio di ampio respiro storico, antropologico, sociologico e folklorico che ne tentasse una lettura e una sistematizzazione a tutto campo. Al rombo del cannon compendia gli esiti di un’ampia ricerca effettuata, nel corso di molti anni, dagli autori del libro e dai maggiori ricercatori italiani di cultura orale tra i soldati reduci da quel conflitto e tra le persone che ne hanno conservato memoria.
Corredato da illustrazioni d’epoca e accompagnato da due cd con 161 registrazioni originali, il libro restituisce le ansie, gli affetti, le sofferenze, le invettive, in una parola le passioni di chi partecipò a quell’immane conflitto, che fu un’immersione terribile e cruenta nella modernità e nei suoi nuovi terrificanti strumenti di morte: cannoni a lunga gittata, aeroplani, carri armati, gas asfissianti. Con sei milioni di soldati mobilitati, fu anche una guerra che ruppe i limitati confini linguistici e culturali, fece incontrare e dialogare popolazioni lontanissime l’una dalle altre e realizzò una prima reale unificazione nazionale dando vita a un italiano popolare comune. Al rombo del cannon indaga tutti questi versanti della «guerra cantata» analizzandone le forme musicali e letterarie. Per il suo ampio respiro e l’accuratezza dell’indagine, è un’opera che rappresenterà a lungo un riferimento essenziale per chiunque voglia accostarsi al canto popolare della Grande Guerra. Pagine: 832 Prezzo: €60,00 Neri Pozza Editore Coordina Roberto Migliavada Cantano: il Canzoniere Resistente e il GprOrganizzano: Circolo Arci Corvetto, Il Cantastorie on line, Ascolti in Calusca, Associazione culturale Voci di mezzo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

INGV, uno studio ricostruisce in 3D la struttura sepolta dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

La ricerca, effettuata mediante l’uso innovativo della tomografia di resistività elettrica wireless, ha permesso di ottenere un modello 3D dei primi 500 metri del sottosuolo. “Il modello di resistività 3D del settore centrale della caldera”, spiega Antonio Troiano, ricercatore INGV e co-autore dello studio, “è stato ricostruito con un rapporto costi-benefici senza precedenti, favorito da vari fattori tra cui l’uso di strumenti moderni, l’applicazione di criteri di acquisizione innovativi e di procedure originali nell’analisi dei dati, l’agilità delle procedure sul campo non invasive – nonostante l’uso di una sorgente di energia attiva – e la sensibilità della resistività elettrica nell’individuare, tra le strutture sepolte, le vie di risalita di liquidi e gas”.Il modello 3D utilizzato nello studio ha inoltre evidenziato un’ottima correlazione con gli ipocentri dei terremoti superficiali avvenuti tra il 2011 e il 2019, dando indicazioni più chiare sulle strutture e sulle faglie maggiormente attive nell’area studiata.“Grazie al dettaglio con cui sono state definite per la prima volta le strutture di profondità del vulcano Solfatara, della zona di degassamento di Pisciarelli, della piana di Agnano e di altre strutture del settore”, aggiunge Roberto Isaia, primo ricercatore INGV e co-autore dello studio, “la nostra ricerca rappresenta un importante elemento di novità nel quadro delle conoscenze strutturali della caldera dei Campi Flegrei”.I risultati ottenuti si sono rivelati di fondamentale importanza nella definizione degli elementi chiave per la comprensione della dinamica dei Campi Flegrei, probabilmente guidata dalle strutture più profonde presenti nel settore.“Il settore della caldera flegrea ricostruito dalla tomografia elettrica è considerato tra quelli con maggiore probabilità di apertura di nuove bocche eruttive in caso di ripresa dell’attività vulcanica”, conclude Troiano, “i risultati di questa ricerca ci aiuteranno a fornire elementi utili per sviluppare e perfezionare modelli fisico-matematici volti a comprendere i fenomeni fumarolici, idrotermali e sismici attualmente in corso nonché la loro possibile evoluzione”.
The central sector of the Campi Flegrei volcano, including the Solfatara maar and Pisciarelli fumarole field, is currently the most active area of the caldera as regards seismicity and gaseous emissions and it plays a significant role in the ongoing unrest. However, a general volcano-tectonic reconstruction of the entire sector is still missing. This work aims to depict, for the first time, the architecture of the area through the application of deep Electrical Resistivity Tomography. We reconstructed a three-dimensional resistivity model for the entire sector. Results provide useful elements to understand the present state of the system and the possible evolution of the volcanic activity and shed solid bases for any attempt to develop physical-mathematical models investigating the ongoing phenomena.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ipercolesterolemia familiare

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Secondo uno studio pubblicato su New England Journal of Medicine, nei pazienti con ipercolesterolemia familiare (FH), l’inizio della terapia con statine durante l’infanzia rallenta la progressione dell’arteriosclerosi e diminuisce il rischio di eventi cardiovascolari (CV) nell’età adulta. «L’efficacia a breve termine della terapia con statine nei bambini è ben accertata, ma studi con un lungo follow-up sui cambiamenti nel rischio di malattie CV sono scarsi» scrive il primo autore Ilse Luirink della University of Amsterdam in Olanda. I ricercatori hanno coinvolto 184/214 partecipanti a uno studio clinico di 2 anni sull’efficacia della pravastatina negli anni ’90 affetti da FH (confermata nel 98%), i quali, insieme ai 77/95 fratelli sani, sono stati sottoposti ad analisi del sangue e a misurazione dello spessore intima-media carotideo (c-IMT). In circa 20 anni il livello medio del colesterolo LDL è diminuito nei pazienti del 32% (da 237,3 a 160,7 mg/dL), mentre è aumentato nei fratelli del 24% (da 99,0 a 121,9 mg/dL). Solo il 20% dei pazienti (n=37) ha raggiunto l’obiettivo di un colesterolo LDL inferiore a 100 mg/dL, ma il loro c-IMT medio è risultato simile a quello dei fratelli (0,555 mm contro 0,551 mm), nonostante fosse più alto al basale (0,446 mm contro 0,439 mm). Per quanto riguarda il rischio CV all’età di 39 anni, l’incidenza cumulativa di eventi CV è risultata minore nei pazienti, in cui il trattamento con statine è iniziato all’età media di 14 anni, rispetto ai loro genitori, che avevano iniziato la terapia in età più avanzata (1% contro 26%). E non è stato osservato alcun decesso per cause CV tra i pazienti, mentre il 7% dei genitori con la patologia è deceduto prima dei 40 anni per infarto del miocardio. Gli autori hanno così dedotto che, essendo la maggior parte dei pazienti in cura con statine durante il follow-up, l’inizio della terapia nell’infanzia ha avuto effetti benefici sull’aterosclerosi, anche quando gli obiettivi delle linee guida non sono stati raggiunti. Come nota Jennifer Robinson, della University of Iowa negli Stati Uniti, le statine sono farmaci completamente sicuri. «Penso che sia quasi un crimine non trattare i bambini e i giovani adulti con FH, data la quantità di conoscenza che già possediamo e l’aggiunta di questo studio» commenta. I risultati appaiono quindi come un “invito all’azione”. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »