Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Archive for settembre 2017

New Website, easyMedicare, to Launch October 1st to Help Consumers Navigate Medicare Insurance Plans

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

new yorkNew York. To help make it easier for consumers to navigate Medicare plans, e-TeleQuote Insurance, Inc., a leading independent online insurance agency, has announced the launch of easyMedicare. The new easyMedicare website goes live on October 1, 2017, just in time for Medicare’s Annual Open Enrollment period.
Developed by the team from e-TeleQuote.com, an online platform that has provided consumers with health insurance plan options since 2011, easyMedicare was designed to help consumers determine which Medicare plan best meets their specific needs, based on their individual health and financial situation. With one phone call, a consumer can compare plan options from many respected carriers, review benefits and costs, and conveniently enroll with a licensed sales agent in the selected plan. Thus, the process of choosing a Medicare plan is made simple and easy.easyMedicare is dedicated to serving consumers nationwide through its commitment to, and competence in, the Medicare field. With the launch of the new brand and website, the company will continue to provide consumers with personalized service and a simplified process by understanding their needs and listening to their concerns. easyMedicare remains carrier-neutral by focusing on being an advocate for the consumer. The company believes the service it provides should always be in the best interests of the client, helping customers to find a Medicare plan that fits their specific needs.“For many, choosing a Medicare plan can be confusing. We created easyMedicare to help customers by walking them through their Medicare plan options and giving them confidence in choosing a plan. With easyMedicare, people are able to easily compare multiple plan options with one easy call, thereby saving customers time, money, and the hassle of shopping multiple plans on their own. We’re very proud to offer this service and to be able to help so many customers,” said Anthony P. Solazzo, CEO, e-TeleQuote.The Medicare Annual Enrollment period begins on October 15 and ends on December 7.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Screening of Giuseppe Verdi’s Giovanna D’Arco by Peter Greenaway e Saskia Boddeke

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

istituto italiano cultura torontoToronto Thursday, October 05, 2017 At 7:30 pm Spadina Theatre – 24 Spadina Rd, Organized by: Istituto Italiano di Cultura In collaboration with: Teatro Regio di Parma; Alliance Française; Villa Charities Entrance: Free. For the series of operas from ‘Festival Verdi’, the Istituto Italiano di Cultura presents Giovanna d’Arco by directors Peter Greenaway e Saskia Boddeke, and music director Ramon Tebar in a new production by Teatro Regio di Parma.
Giovanna d’Arco (Joan of Arc) is an operatic dramma lirico with a prologue and three acts by Giuseppe Verdi set to an Italian libretto by Temistocle Solera, who had prepared the libretti for both Nabucco and I Lombardi. It is Verdi’s seventh opera.
The work partly reflects the story of Joan of Arc and appears to be loosely based on the play Die Jungfrau von Orleans by Friedrich von Schiller. After writing the music over the autumn and winter of 1844/45, Verdi’s opera had its first performance at Teatro alla Scala in Milan on 15 February 1845. Music GIUSEPPE VERDI Editore Casa Ricordi, Milano.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s Release: Three Major Design Sales

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

demetreLondon – This season, Christie’s London will be presenting a comprehensive selection of 20th Century Design offered in three major auctions on 18 October 2017: Design; Historical Design and the private collection of world-renowned couturier Wolfgang Joop. The sales will feature some of the most sought after works by British, European and Asian designers, spanning Arts & Crafts, Art Nouveau to mid-century Italian and Nordic design, making it the perfect opportunity to explore design at its very best. Additionally, making its inaugural debut in the Design sale are 16 unique creations by contemporary Asian designers. Works on offer will include furniture, lighting, sculpture, ceramics, glass and metalwork by the leading designers of the last 120 years. (photo: demetre)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Colori” Solo exhibition of Alexander Jakhnagiev

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

Alexander jakhnagievNew York Consolato Generale d’Italia 690 Park Ave, NY 10065 3 – 12 October 2017 Opening Monday 2 of October 2017 6:30 p.m. the solo exhibition “Colori” by Alexander Jakhnagiev. The exhibition, curated by Pino Purificato, will be hosted at the Consulate from October 3 to 12.It will be a journey through the last works of Alexander Jakhnagiev painted for the audience of New York. 15 paintings and a video-installation illustrating the last performances of the artist will be shown.
Among the artist’s projects of great social and media impact it is worth to remember the “Crash Art” painting on accidented cars to raise awareness on road safety, hosted in front of the Italian Parliament in Piazza Montecitorio; “Umbrellas”, more than 2,000 painted umbrellas that completely covered a street in Assisi in a Land Art installation and still “Umbrellas” on the occasion of the Republic Day, during the Military Parade of the 2nd of June in the presence of the Italian President Mattarella; “Feet of Art” painting on the feet of the players of Perugia soccer team, whose prints on canvas were sold for charity to support children with leukemia; “Underground” and “Slavery” two performative works with homeless and with prostitutes of Rome.Alexander Jakhnagiev, son of the famous artist Ivan Jakhnagiev, has made over 100 solo exhibitions set up around the world in public spaces (the Italian Parliament, the European Parliament in Brussels) and private galleries. He lives and works in Rome.Jakhnagiev is a European artist. The bright colors of his works, his enthralling performances and his dynamic style tell about Europe and its people. They also talk about the plurality that characterizes the Old Continent and that made it a cradle and a bastion for freedom – both artistic and of expression. He is an artist of that European Italy that we are more and more bound to build. Benedetto Della Vedova Undersecretary of State – Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Ebano entra in ELITE, il programma di Borsa Italiana per le aziende ad alto potenziale

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

Antonino CannavacciuoloNovara. L’ingresso del Gruppo Ebano tramite la controllata CEF Publishing in ELITE è stato ufficializzato oggi in occasione della tappa del Road Show di ELITE nella sede di Confindustria Novara.
Fondata alla fine degli anni ottanta dall’imprenditore Carlo Robiglio, Ebano S.p.A. è una holding di partecipazione con sede centrale a Novara, mentre le società partecipate risiedono anche in altre aree del Piemonte e della Lombardia. Editoria libraria e editoria per la formazione professionale innovativa, con corsi in modalità Fad-Formazione a distanza e piattaforme e-learning, sono i principali settori di attività del Gruppo (e rappresentano il 70% degli oltre 18 milioni di ricavi annui). Ebano si avvale a tal fine della società CEF Publishing, che propone corsi professionali nei campi del sociale e di cura della persona, nel segmento “animal care” nonché in ambito “food” attraverso il primo corso per cuoco professionista erogato in modalità FAD e sviluppato in collaborazione con Re.Na.I.A. (Rete Nazionale Istituti Alberghieri). Accanto a queste attività primarie, alcune società del gruppo Ebano operano in ambito comunicazione, business intelligence, direct marketing e in iniziative legate a startup innovative rivolte al mondo della sharing economy, con particolare attenzione al digital marketing.
Carlo RobiglioInterlinea_casa editriceFra le startup più vitali figurano Gnammo per il settore food, PetMe per l’animal care e pet sitting, InnovAction Lab per l’ideazione e lo sviluppo di progetti proprietari di gruppo Ebano, come i marchi Bombolibri (libri bomboniera personalizzati) e Chocogift (confezioni personalizzate contenenti pregiato cioccolato).
L’ingresso in ELITE rappresenta una scelta strategica per una realtà, come il Gruppo Ebano, costantemente impegnata in investimenti in Ricerca & Innovazione e nella Formazione continua, e in forte crescita anche sotto il profilo occupazionale: più di 200 dipendenti e collaboratori diretti, con incremento del 42% nel periodo 2012-2016. ELITE dà infatti accesso a numerose opportunità di finanziamento, migliora la visibilità e attrattività delle imprese, le mette in contatto con potenziali investitori e affianca il management in un percorso di cambiamento culturale e organizzativo.
“Puntiamo ad accelerare lo sviluppo delle nostre attività – dichiara Carlo Robiglio – con una marcata attenzione alla possibilità di consolidare ed espandere la nostra presenza sui mercati esteri.
Siamo assolutamente orgogliosi, come gruppo Ebano e nello specifico come Cef Publishing, di entrare nel progetto Elite, innanzitutto perché si tratta di una grande opportunità di crescita culturale: non solamente uno strumento di crescita per l’azienda ma innanzitutto per me come imprenditore per comprendere dinamiche che fino a oggi non mi sono state note ma che mi possono permettere di ingrandire l’azienda e di renderla sempre più competitiva. Ritengo che questo percorso, nei prossimi anni, ci darà grandi possibilità, non solamente di crescita ma anche di comprensione dei meccanismi che possono far sì che nuovi traguardi come l’internazionalizzazione non restino una chimera ma possano diventare un obiettivo tangibile.
Ebano tramite la controllata CEF Publishing entrerà a far parte di una community, quella di ELITE, caratterizzata di oltre 600 aziende di 25 Paesi in tutto il mondo, in rappresentanza di 36 settori che generano oltre 50 miliardi di euro di ricavi aggregati, peroltre 215.000 occupati. (foto: Antonino Cannavacciuolo, Carlo Robiglio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario AIL Pazienti Medici: Leucemia Linfatica Cronica

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

ialRoma 7 ottobre 2017 sabato 7 ottobre a partire dalle 9.30 presso il Centro Convegni AIL Nazionale (Via Casilina 5), con il patrocino del Gimema, Gruppo italiano malattie ematologiche dell’adulto, e si avvale del contributo non condizionato di Abbvie si terrà l’incontro su la Leucemia Linfatica Cronica. A illustrare proprio i progressi fatti nel corso degli anni nella lotta alla LLC saranno importanti esperti del settore. Dopo un saluto introduttivo di Sergio Amadori, Ematologo e Vice Presidente nazionale AIL, interverranno all’incontro Robin Foà, Direttore Dipartimento Biotecnologie cellulari ed Ematologia Università “Sapienza” di Roma; Antonio Cuneo, Professore Ordinario di Ematologia presso l’Università degli Studi di Ferrara e Francesca Mauro, Dipartimento Biotecnologie cellulari ed Ematologia Università “Sapienza” di Roma. Sarà presente anche Felice Bombaci, Responsabile Gruppi AIL Pazienti, che parlerà dell’impegno dell’Associazione a fianco dei malati.
sergio amadoriLa Leucemia Linfatica Cronica una neoplasia ematologica causata da un accumulo di linfociti nel sangue, nel midollo e negli organi linfatici e per la quale si stanno aprendo oggi nuove possibilità di cura.Ogni anno si registrano tra i 2 e i 6 nuovi casi su 100.000 abitanti e in Italia si parla dunque di circa 1.600 nuove diagnosi l’anno tra gli uomini e 1.150 tra le donne. La patologia insorge attorno ai 65 anni e meno del 15% dei casi viene diagnosticato prima dei 60 anni.
Nella LLC uno di questi linfociti (nel 95% dei casi un linfocita B) subisce una mutazione maligna e produce un gran numero di cellule uguali tra loro che non rispondono agli stimoli fisiologici, diventando immortali. I linfociti continuano così ad accumularsi nel sangue, nel midollo e negli organi linfatici dando origine al tumore.A differenza di altri tipi di leucemia, nella LLC quasi mai la diagnosi coincide con l’inizio delle terapie e mediamente si aspettano 5 anni prima di intervenire, un periodo durante il quale il paziente è seguito costantemente dal medico. Fortunatamente, sul fronte della cura, la chemioimmunoterapia e le target therapies, terapie mirate a colpire singoli meccanismi nella cellula cancerosa, hanno aperto nuove possibilità per i pazienti affetti dalla patologia.
Al termine delle sessioni si aprirà una tavola rotonda che permetterà ai pazienti di interagire direttamente con gli ematologi, esponendo le loro problematiche e i loro dubbi.
Ogni anno AIL organizza seminari dedicati alle principali malattie ematologiche. Gli incontri hanno l’obiettivo di aggiornare i pazienti sulle più recenti terapie disponibili, incoraggiare un confronto diretto con gli specialisti del settore, aiutare i malati e i loro familiari ad affrontare il percorso della malattia ed offrire loro la possibilità di condividere la propria esperienza, sentendosi così meno soli. I seminari alternano momenti in cui relatori esperti analizzano i diversi aspetti della patologia a discussioni con i malati, protagonisti della giornata. I pazienti, hanno così la possibilità di rivolgere domande mirate e dirette ai relatori. I medici, dal canto loro, rispondono in modo chiaro e comprensibile, mettendo a disposizione informazioni aggiornate e corrette. (foto: ial)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gruppo Bluenergy: in crescita con un fatturato che supera i 200 milioni

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

BluenergyIl Gruppo Bluenergy continua a crescere rafforzando radicamento sul territorio e solidità finanziaria. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato ieri all’unanimità i risultati economici consolidati al 30 giugno 2017 del Gruppo friulano che tocca i 203,5 milioni di euro di fatturato e fa segnare un + 15,7% (+27,6 milioni) rispetto all’anno precedente. La crescita organica accompagnata ad una crescita per linee esterne, che nell’ultimo esercizio ha riguardato l’acquisizione della Rettagliata Gas e Luce Spa, azienda storica del contesto commerciale milanese, rappresentano le leve dello sviluppo dell’ultimo anno.
L’Ebitda del Gruppo si attesta a 25,1 milioni di euro con un incremento dell’8,8% rispetto all’esercizio precedente. Cresce anche la posizione finanziaria netta che al 30 giugno ammonta a 18,3 milioni (+ 7,2 milioni) a seguito di una generazione di flussi di cassa positivi dopo aver finanziato anche gli investimenti del periodo che complessivamente si sono attestati a 6 milioni. La realtà, infine, è stata recentemente inserita nel progetto Elite di Borsa Italiana, la community di eccellenza del London Stock Exchange Group insieme ad altre 30 aziende italiane. “Gli importanti traguardi raggiunti nell’esercizio, commenta il direttore generale Alberta Gervasio, sono il frutto di una forte determinazione e coerenza mantenuta nel tempo in un contesto di mercato sempre più sfidante. Decisamente positive sono, inoltre, anche l’attività delle aziende del Gruppo operanti su temi di riqualificazione ed efficienza energetica sia elettrica che termoidraulica. Tematiche, quest’ultime, sulle quali il Gruppo intende puntare rafforzando la sua presenza sia a livello locale che nell’ambito del territorio milanese.“I risultati economici e finanziari acquisiti, continua il presidente di Bluenergy Group, Susanna Curti – uniti all’ingresso in Elite, ci permettono di consolidare la nostra crescita sia dimensionale che qualitativa. L’unica società multiservizi regionale, veramente radicata, del settore gas e luce. Inoltre ci consentono di affrontare la sfida dell’allargamento ad altri territori mantenendo la qualità dei servizi che da sempre ci contraddistingue.” Il DNA Bluenergy, infatti, resta profondamente radicato in Friuli Venezia Giulia con 12 filiali capillarmente distribuite in regione per essere più vicini ai clienti e alle persone. (foto: Bluenergy)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

USB Pensionati, martedì 3 ottobre presidi di protesta alle sedi nazionale e provinciali INPS

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

inpsL’Usb Pensionati, unitamente all’Usb Confederale, alla Federazione del Sociale, alla struttura Usb dell’Inps, nell’ambito della Giornata Nazionale di lotta dei Pensionati e della Giornata Mondiale dei Migranti, indicono un presidio di protesta presso la sede Inps di Roma in via Ciro il Grande e presso le sedi provinciali dell’Istituto, per protestare contro la politica governativa sulla previdenza pubblica.
La mancata perequazione delle pensioni al costo della vita, la beffa della pensione ai giovani senza reddito, l’esproprio di contributi ai migranti, la ristrutturazione dell’Inps, sono episodi di un’unica strategia volta a cancellare la Previdenza Pubblica e con essa il ruolo e la funzione dell’Inps. È stato richiesto un incontro al Presidente Inps Boeri.
Con questa prima giornata di lotta poniamo al centro dell’attenzione la questione previdenziale con la campagna ” ASPETTANDO LA CONSULTA E NON SOLO “. Partendo dalla prossima pronuncia della Consulta sulla mancata perequazione, l’Usb intende aprire il confronto politico e sociale sulla questione previdenziale con l’obiettivo di garantire pensioni dignitose per tutti e un Istituto previdenziale trasparente e al servizio di pensionati e lavoratori.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno internazionale “Neuroscienze e diritto: implicazioni e prospettive”

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

parma universitàParma. Da giovedì 5 a sabato 7 ottobre si terrà nel Palazzo Centrale dell’Università di Parma (Aula dei Filosofi, via Università 12) il Convegno internazionale “Neuroscienze e diritto: implicazioni e prospettive”, organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB), dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA) e dal Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali dell’Ateneo. Il campo delle neuroscienze ha conosciuto negli ultimi tempi una straordinaria evoluzione, che ha suscitato diversi spunti di riflessione per gli operatori del mondo giuridico. L’idea di comprendere l’essere umano e i suoi comportamenti attraverso lo studio dei meccanismi cerebrali rappresenta una sfida estremamente difficile e, al contempo, particolarmente affascinante, rispetto alla quale il diritto non può di certo restare indifferente. Il Convegno ha come oggetto lo studio delle diverse interazioni che si instaurano fra il settore delle neuroscienze e il mondo del diritto, cercando di comprendere come le scoperte neuroscientifiche possano incidere su alcune fondamentali categorie giuridiche e in che modo il diritto debba comportarsi davanti a queste innovazioni.
Ad aprire i lavori, giovedì 5 ottobre alle ore 18, sarà l’incontro “Dimensioni della mente”, dialogo fra il Prof Giacomo Rizzolatti dell’Università di Parma, coordinatore del gruppo che ha scoperto i “neuroni specchio”, e il Prof Amedeo Santosuosso dell’Università di Pavia, magistrato e Presidente del Centro di Ricerca Interdipartimentale European Centre for Law, Science and New Technologies della stessa Università. L’intento è quello di presentare e introdurre, in chiave divulgativa, le questioni che saranno approfondite più tecnicamente nelle sessioni del convegno del 6 e 7 ottobre. L’incontro sarà moderato da Enrica Battifoglia, giornalista scientifica dell’agenzia ANSA.
Nel convegno l’analisi sarà condotta secondo un’ottica interdisciplinare (parteciperanno giuristi, filosofi, neuroscienziati e medici) e sarà articolata in tre sessioni: le prime due venerdì 6 ottobre e la terza sabato 7.
Venerdì 6 ottobre alle 9 la mattinata sarà aperta dai saluti introduttivi di Giovanni Franceschini, Rettore Vicario dell’Università di Parma, di Laura Pineschi, Presidente del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA), e di Antonio D’Aloia, Direttore del Centro Universitario di Bioetica (UCB). A seguire La prima sessione, “Neuroscienze e diritto: profili generali”, dedicata al rapporto fra neuroscienze e scienze sociali, con particolare riferimento al diritto. L’intento è quello di individuare, secondo una prospettiva comparata, i campi di intersezione fra neuroscienze e diritto, sottolineando l’importanza di questo nuovo campo di dialogo.
La seconda sessione, “Neuroscienze e tutela della salute”, in programma a partire dalle 15, intende approfondire gli effetti delle conoscenze neuroscientifiche con riguardo all’ambito della tutela della salute e alla autodeterminazione dell’individuo. Si pensi, in particolare, a coloro che si trovano in stato vegetativo o di minima coscienza, a chi è affetto dalla cosiddetta sindrome Locked-in e alle opportunità offerte dai macchinari delle Brain Computer Interface. Il panel si occuperà, inoltre, dei problemi sociali, etici e giuridici legati al tema del cosiddetto potenziamento cognitivo o “enhancement”, ossia l’utilizzo di particolari farmaci o altri strumenti specifici, utilizzati da soggetti “sani” e finalizzati ad accrescere le capacità cognitive umane. Come, dunque, regolamentare l’utilizzo di queste nuove tecnologie? Quali le ricadute sul concetto di salute e di identità individuale?
La terza sessione, “Le Neuroscienze in Tribunale”, in programma sabato 7 ottobre alle 9, riguarderà l’impiego delle risultanze neuroscientifiche all’interno del processo. La casistica giurisprudenziale in materia appare sempre più consistente. Proprio per questo si cercherà di valutare l’idoneità di tali tecnologie a costituire valida prova scientifica e in che misura le scoperte neuroscientifiche possano incidere sulla definizione e sull’accertamento della responsabilità personale dell’individuo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Depressione, la ricerca scopre si può curare naturalmente con lo zafferano

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

zafferano-di-san-gavino“La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore” diceva Voltaire. Una condizione estremamente serena e piacevole verso la vita permette una più efficace capacità di socializzazione, in casa, al lavoro e con gli amici, migliorando indiscutibilmente la qualità della vita stessa. Il problema di oggi però è che sempre più spesso con una vita fatta di impegni, corse contro il tempo, stress lavorativo e familiare il coraggio e la buona volontà potrebbero non bastare. Ciononostante il buonumore rappresenta uno dei principali obiettivi delle nostre vite. Ed è proprio qui che la natura ci corre in aiuto. La novità è che recenti studi hanno dimostrato che lo zafferano, sicuramente più conosciuto per il suo utilizzo in cucina che non in farmacia, possiede una potente azione regolatrice del tono dell’umore. Secondo la letteratura scientifica alcuni dei suoi principi funzionali, quali la picrocrocina, il safranale, la crocina e la crocetina, possono partecipare attivamente alla regolazione del tono dell’umore pur non avendo gli effetti collaterali di un farmaco. Questi studi tendono proprio a comparare l’efficacia dello zafferano con alcuni degli psicofarmaci più utilizzati nel trattamento dei disturbi depressivi e dell’ansia quali Citalopram e FLuoxetina ( Pharmacopsychiatry. 2016 Oct 4. Crocus sativus L. versus Citalopram in the Treatment of Major Depressive Disorder with Anxious Distress: A Double-Blind, Controlled Clinical Trial, condotto da Ghajar A, Neishabouri SM, Velayati N, Jahangard L, Matinnia N, Haghighi M, Ghaleiha A, Afarideh M, Salimi S4, Meysamie A, Akhondzadeh S e Prog Neuropsychopharmacol Biol Psychiatry. 2007 Mar 30. Comparison of petal of Crocus sativus L. and fluoxetine in the treatment of depressed outpatients: a pilot double-blind randomized trial). Quello che di più stupefacente emerge è che gli studi confermano che in individui con disturbi depressivi e ansia, i due trattamenti zafferano-antidepressivi agiscono senza differenze significative evidenziando come (particolarmente nel secondo studio) entrambi i trattamenti migliorano segni e sintomi della depressione in maniera sovrapponibile. A quanto pare quindi la compressa del buonumore esiste, ma questa volta non è uno psicofarmaco ma una sostanza naturale, senza controindicazioni particolari e non solo. I risultati degli studi clinici presi in considerazione evidenziano che lo zafferano non solo migliora i sintomi e gli effetti della depressione ma di tutto cio’ che ad essa è correlata, della sindrome premestruale, delle disfunzioni sessuali e infertilità e dei comportamenti alimentari eccessivi (J Integr Med. 2015 “A systematic review of randomized controlled trials examining the effectiveness of saffron (Crocus sativus L.) on psychological and behavioral outcomes”, condotto da Hausenblas HA1, Heekin K2, Mutchie HL2, Anton S2). In farmacia sono già presenti prodotti naturali che approfittano di questo principio e che possono quindi essere utilizzati per contrastare le alterazioni del tono dell’umore ed i disturbi del ciclo mestruale. Saffron System, della società farmaceutica italiana Sanifarma, è uno di questi, e lo fa unendo ai principi dello zafferano l’azione positiva del magnesio, che contribuisce alla normale funzione psicologia e al normale funzionamento del sistema nervoso, della taurina e della vitamina B6. Insomma, un alleato per il nostro buonumore adesso c’è, ed è tutto naturale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maltrattamenti in famiglia e rapporti matrimoniali: Linea dura della Cassazione

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

cassazioneGli atti di violenza da parte di un coniuge sull’altro o sulla prole sono comportamenti così gravi che sono ritenuti sufficienti a far scattare l’addebito della separazione nei confronti di chi li perpetra. E per la Cassazione, anche un solo episodio di percosse può far scattare l’addebito della separazione a carico di chi ha aggredito l’altro coniuge in quanto la violazione è dotata di una gravità tale che il giudice del merito è esonerato perfino dal comparare i comportamenti della vittima contrari ai doveri coniugali. Sono questi i principi ribaditi nella sentenza 22689/17 pubblicata oggi 28 settembre, dalla Suprema Corte civile nel rigettare il ricorso di un marito che aveva sottoposto la moglie e i figli a reiterate violenze e umiliazioni, tanto da aver subito anche una condanna penale per il reato di cui all’articolo 572 del codice penale per “maltrattamenti contro familiari” uniti sotto il vincolo della continuazione. Nei due gradi di merito era stato ritenuto responsabile della crisi familiare con conseguente addebito della separazione. Sentenze confermate poi anche innanzi ai giudici di legittimità che hanno ricordato il principio già espresso secondo cui è sufficiente anche un solo episodio di violenza a far scattare l’addebito. Gli ermellini hanno sottolineato che «le violenze fisiche e morali costituiscono violazioni talmente gravi e inaccettabili dei doveri nascenti dal matrimonio da fondare, di per sé sole, quand’anche concretantisi in un unico episodio di percosse, non solo la pronuncia di separazione personale, in quanto cause determinanti l’intollerabilità della convivenza, ma anche la dichiarazione della sua addebitabilità all’autore, e da esonerare il giudice del merito dal dovere di comparare con esse, ai fini dell’adozione delle relative pronunce, il comportamento del coniuge che sia vittima delle violenze trattandosi di atti che, in ragione della loro estrema gravità, sono comparabili solo con comportamenti omogenei». Insomma, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, con la decisione di oggi viene ribadito il pugno duro da parte della giurisprudenza sull’intollerabilità di qualsiasi manifestazione di violenza in famiglia, in un momento in cui i delitti che avvengono all’interno delle mura domestiche continuano ad essere permanentemente sulle cronache nere di ogni luogo d’Italia.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del seno in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

Ministero saluteRoma 4 ottobre 2017, ore 11 Ministero della Salute (Auditorium), Lungotevere Ripa 1 I risultati del questionario e la campagna saranno presentati in un convegno nazionale nell’Auditorium del Ministero della Salute. Interverranno Carmine Pinto (Presidente Nazionale AIOM), Stefania Gori (Presidente eletto AIOM), Lucia Mangone (Presidente AIRTUM, Associazione Italiana Registri Tumori), Elisabetta Iannelli, Segretario Generale FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), Claudio Cricelli (Presidente SIMG, Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie) e Luigi Boano (General Manager Novartis Oncology Italia).
In 25 anni (1989-2014) i decessi per tumore del seno sono diminuiti di circa il 30% nel nostro Paese. Campagne di prevenzione e terapie sempre più efficaci hanno consentito di raggiungere risultati significativi nella lotta contro la neoplasia più frequente fra le donne. Ma sono ancora troppo poche le italiane che si sottopongono allo screening mammografico, solo il 55% di coloro che hanno ricevuto l’invito nel 2015. Grazie a questo test il 25% dei tumori diagnosticati ha dimensioni inferiori ai 2 centimetri. Ben il 70-80% delle neoplasie scoperte durante lo screening ha, infatti, buone possibilità di essere trattato con successo. Per migliorare il livello di consapevolezza delle donne sulle regole della prevenzione l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) promuove un progetto nazionale che include un’indagine su più di 1.650 cittadine.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The spotlight shifts from Germany to France

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

macron1WHO leads Europe? At the start of this year, the answer was obvious. Angela Merkel was trundling unstoppably towards a fourth election win, while Britain was out, Italy down and stagnating France gripped by the fear that Marine Le Pen might become the Gallic Donald Trump. This week, it all looks very different. Mrs Merkel won her election on September 24th, but with such a reduced tally of votes and seats that she is a diminished figure (see article). Germany faces months of tricky three-way coalition talks. Some 6m voters backed a xenophobic right-wing party, many of them in protest at Mrs Merkel’s refugee policies. Having had no seats, Alternative for Germany, a disruptive and polarising force, is now the Bundestag’s third largest party.Yet west of the Rhine, with a parliament dominated by his own new-minted and devoted party, France’s President Emmanuel Macron is bursting with ambition (see our special report in this issue). This week he used a speech about the European Union to stake his claim to the limelight. Whether Mr Macron can restore France to centre-stage in the EU after a decade in the chorus depends not just on his plans for Europe, but also on his success at home, reforming a country long seen as unreformable.
This week’s speech was brimming over with ideas, including a shared military budget and an agency for “radical innovation”, as well as the desire to strengthen the euro zone. At one level, Mr Macron’s bid for the role of intellectual innovator in Europe fits a long French tradition. Moreover, elements of his speech—a new carbon-tax on the EU’s frontiers, a proposal to tax foreign tech firms where they make money rather than where they are registered, a crusade against “social dumping” with harmonised corporate tax rates—were in keeping with long-standing French attempts to stop member states competing “disloyally” against each other.Yet Mr Macron has a more subtle and radical goal than old-style dirigisme; as if to prove it, he agreed this week that Alstom, which makes high-speed trains, could drift from state influence by merging with its private-sector German rival. His aim is to see off populism by striking a balance between providing job security for citizens, on the one hand, and encouraging them to embrace innovation, which many fear will cost them their jobs, on the other (see Charlemagne). In his speech Mr Macron also made the case for digital disruption and the completion of the digital single market. Euro-zone reform would make Europe less vulnerable to the next financial crisis.
The merit of these ideas depends on whether they lead to a more enterprising, open and confident Europe or to a protectionist fortress. But they may not be tried out at all unless Mr Macron can make a success of his policies at home. For, if France remains a threat to the EU’s economic stability rather than a source of its strength, its president can never be more than a bit player next to Germany’s chancellor.
Mr Macron’s domestic policy might seem to have made a poor start. He has grabbed headlines thanks to the size of his make-up bill, the collapse of his popularity and the whiff of arrogance about his “Jupiterian” approach to power. Predictably, the grouchy French are already contesting the legitimacy of the plans they elected Mr Macron to carry out. Reform in France, it seems, follows a pattern. The street objects; the government backs down; immobilisme sets in.
Yet take a closer look, and Mr Macron may be about to break the pattern. Something extraordinary, if little-noticed, took place this summer. While most of the French were on the beach, Mr Macron negotiated and agreed with unions a far-reaching, liberalising labour reform which he signed into law on September 22nd—all with minimal fuss. Neither France’s militant unions, nor its fiery far left, have so far drawn the mass support they had hoped for onto the streets. Fully 59% of the French say that they back labour reform. More protests will follow. Harder battles, over pensions, taxation, public spending and education, lie ahead. Mr Macron needs to keep his nerve, but, astonishingly, he has already passed his first big test.In many ways, the 39-year-old Mr Macron is not yet well understood. Behind the haughty exterior, a leader is emerging who seems to be at once brave, disciplined and thoughtful. Brave, because labour reforms, as Germany and Spain know, take time to translate into job creation, and usually hand political rewards to the successors of those who do the thankless work of getting them through. Disciplined, because he laid out clearly before his election what he planned to do, and has stuck to his word. The unions were fully consulted, and two of the three biggest accepted the reform. Compare that with his predecessor, François Hollande, who tried reform by stealth and encountered only accusations of bad faith. Last, thoughtful: Mr Macron does not approach policy as an à la carte menu. He has grasped how digital technology is dislocating the world of work. His governing philosophy is to adapt France’s outdated system of rules and protections accordingly.
Over the past few years, an enfeebled France has been a chronically weak partner for Germany, pushing Mrs Merkel into a solo role that she neither sought nor relished. If he is to change that dynamic, Mr Macron needs to move swiftly to match his labour law with an overhaul of France’s inefficient training budget, increase the number of apprenticeships and renovate the state’s sleepy employment services. He also needs to explain with a less contemptuous tone why his plans for tax cuts, including to France’s wealth tax and corporate tax, are not designed simply to benefit business and the better-off. In Europe he needs to reassure the northern, more open economies that he is not trying to put up walls.Of course, Mr Macron’s first steps in the spotlight may falter. The odds on any leader reforming France are never high. He will struggle to convince Germany to embrace his vision of euro-zone reform. But, if this year has shown anything, it is that it is a mistake to bet against the formidable Mr Macron.This article appeared in the Leaders section of the print edition under the headline “Europe’s new order” (by The Economist)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UE e FAO uniscono le forze contro sprechi alimentari e resistenza antimicrobica

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

Fao-RomaIeri il Commissario per la Salute e la sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis e il Direttore generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) José Graziano da Silva hanno concordato di intensificare la collaborazione tra le due organizzazioni nell’affrontare il problema degli sprechi nelle filiere alimentari e della resistenza antimicrobica.Ogni anno a livello globale un terzo di tutti i prodotti alimentari destinati al consumo umano (1,3 miliardi di tonnellate) va perso o sprecato, con enormi perdite finanziarie e sperpero di risorse naturali. Solo in Europa, ogni anno si sprecano circa 88 milioni di tonnellate di prodotti alimentari, con costi connessi che, secondo le stime dell’UE, ammontano a 143 miliardi di euro.Allo stesso tempo, il maggiore utilizzo (e abuso) di medicinali antimicrobici nell’assistenza sanitaria e in veterinaria contribuisce a un aumento del numero di microrganismi patogeni resistenti ai medicinali usati per contrastarli, ad esempio gli antibiotici. Per questo motivo la resistenza antimicrobica costituisce una minaccia sempre più concreta, che secondo alcuni studi potrebbe causare addirittura 10 milioni di vittime l’anno e perdite superiori a 85 milioni di euro per l’economia globale entro il 2050.In una lettera d’intenti firmata ieri, la FAO e l’UE si impegnano a collaborare strettamente al fine di dimezzare gli sprechi alimentari pro capite entro il 2030, un obiettivo stabilito nel quadro della nuova agenda globale per gli obiettivi di sviluppo sostenibile, e a intensificare la cooperazione nell’affrontare la diffusione della resistenza antimicrobica nelle aziende agricole e nel sistema alimentare. Il rafforzamento della collaborazione annunciato oggi testimonia le priorità comuni della FAO e dell’UE nell’ambito della sicurezza alimentare.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il regime delle quote zucchero dell’UE giunge al termine

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

zuccheroBruxelles. Dopo quasi 50 anni, l’ultimo sistema di contingenti agricoli ancora in vigore per gestire la produzione di zucchero nell’Unione europea giungerà al termine il 30 settembre 2017.
La decisione di porre fine in tale data al regime delle quote zucchero è stata presa di comune accordo dal Parlamento europeo e dagli Stati membri nell’ambito della riforma della politica agricola comune (PAC) del 2013, in seguito a un importante processo di riforma e ristrutturazione avviato nel 2006.
Tra il 2006 e il 2010 il settore dello zucchero è stato completamente ristrutturato con un finanziamento di 5,4 miliardi di EUR: esso ha potuto quindi prepararsi adeguatamente a questo momento e la produttività è notevolmente migliorata negli ultimi anni. La fine del sistema delle quote offre ai produttori la possibilità di adattare la propria produzione alle effettive opportunità commerciali, esplorando in particolare nuovi mercati di esportazione, e semplifica considerevolmente l’attuale gestione della politica e gli oneri amministrativi che gravano su operatori, produttori e commercianti.Per continuare ad aiutare il settore europeo dello zucchero a far fronte a problemi imprevisti sul mercato è possibile avvalersi di diverse misure previste dalla politica agricola comune. Tra queste figurano un sostanziale dazio all’importazione nell’UE (al di fuori degli accordi commerciali preferenziali) e la possibilità di fornire aiuti all’ammasso privato e applicare disposizioni anticrisi, che permetterebbero alla Commissione di prendere provvedimenti in caso di gravi crisi del mercato che comportino un forte aumento o una marcata riduzione dei prezzi di mercato. È inoltre previsto un sostegno al reddito degli agricoltori sotto forma di pagamenti diretti, compresa la possibilità offerta agli Stati membri dell’UE di fornire un “sostegno accoppiato facoltativo” ai settori in difficoltà, ivi compresa la bieticoltura.
La possibilità di negoziare collettivamente le condizioni di ripartizione del valore nei contratti conclusi tra i bieticoltori e l’industria di trasformazione dell’UE sarà mantenuta dopo lo smantellamento delle quote.La Commissione europea ha inoltre migliorato la trasparenza sul mercato dello zucchero in previsione dell’abolizione del sistema delle quote. Un nuovo Osservatorio del mercato dello zucchero fornisce analisi a breve termine e statistiche su tale mercato, nonché analisi e previsioni per aiutare gli agricoltori e l’industria di trasformazione a gestire con maggiore efficacia le proprie attività.
ContestoIl regime delle quote nel settore dello zucchero è stato instaurato con le prime norme della PAC sullo zucchero nel 1968, unitamente a un prezzo di sostegno a favore dei produttori fissato a un livello nettamente superiore al prezzo del mercato mondiale. La decisione di abolire il regime delle quote zucchero è stata presa dagli Stati membri nel 2006.La fine di tale regime segue l’importante riforma del settore attuata tra il 2006 e il 2010. Il prezzo medio dello zucchero dell’UE ha registrato una ripresa dalla fine del 2016 attestandosi a circa 500 EUR/t e si è mantenuto stabile nel corso degli ultimi mesi.
L’UE è il primo produttore al mondo di zucchero di barbabietola (all’incirca il 50% del totale). Quest’ultimo rappresenta tuttavia soltanto il 20% della produzione mondiale di zucchero: il restante 80% è ottenuto infatti dalla canna da zucchero. Nell’Unione europea, la barbabietola da zucchero viene coltivata prevalentemente nel nord Europa, dove il clima è più favorevole alla sua coltivazione. L’UE possiede altresì un’importante industria di raffinazione dello zucchero di canna greggio importato.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Droni: nuovi sforzi della Commissione per mettere la sicurezza al primo posto

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

droniLa Commissione europea dà un nuovo impulso per accelerare l’attuazione di norme in tutta l’UE per l’utilizzo dei droni nell’Unione europea. Nel 2016 in Europa sono stati segnalati oltre 1 200 eventi rilevanti per la sicurezza, incluse collisioni mancate tra droni e velivoli; ciò sottolinea il bisogno urgente di un quadro normativo dell’UE moderno e flessibile. La Commissione pertanto chiede al Parlamento europeo e al Consiglio di approvare la sua proposta di dicembre 2015 per creare un quadro normativo per i droni. In attesa dell’adozione, oggi l’impresa comune per la ricerca sulla gestione del traffico aereo nel cielo unico europeo (SESAR), istituita dalla Commissione, metterà a disposizione mezzo milione di euro a sostegno della dimostrazione di servizi di “geo-fencing”, un sistema che può impedire automaticamente ai droni di volare in zone soggette a restrizioni, ad esempio vicino agli aeroporti.
La Commissaria per i Trasporti Violeta Bulc ha dichiarato: ”I droni offrono grandi opportunità per nuovi servizi e imprese; ecco perché vogliamo che l’Europa diventi un leader globale. Sono certa che il nostro quadro normativo moderno e flessibile porterà alla nascita di nuovi campioni europei in questo settore. Ma la sicurezza deve sempre essere al primo posto: se non prendiamo provvedimenti in fretta, le collisioni mancate tra droni e velivoli un giorno potrebbero avere conseguenze disastrose. Pertanto chiedo al Parlamento europeo e al Consiglio di trovare rapidamente un accordo sulla nostra proposta di dicembre 2015.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Principali temi all’ordine del giorno

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo 2-5 ottobre 2017 Anteprima della sessione plenaria:
Brexit: niente “progressi sostanziali” sui termini di divorzio. I deputati discuteranno e voteranno martedì una risoluzione che delinea il contributo del PE al vertice UE a 27 del 20 ottobre a Bruxelles, quando i leader governativi saranno chiamati a valutare i progressi compiuti nei negoziati Brexit.
Una Procura europea per proteggere meglio il denaro del contribuente. I deputati europei dovrebbero dare il via libera definitivo alla creazione di una Procura europea, che dovrà perseguire frodi e uso improprio di fondi europei.
Prevenzione di attacchi informatici e abusi sessuali online. L’aumento della criminalità informatica e degli abusi sessuali online, e l’inadeguatezza delle misure di prevenzione sugli attacchi alle infrastrutture critiche, richiedono un’azione più decisa da parte dell’UE.
Discussione sulle cancellazioni di voli Ryanair. Mentre Ryanair annulla un numero crescente di voli, rovinando i piani di viaggio di migliaia di passeggeri, gli eurodeputati chiederanno alla Commissione europea come intende garantire il rispetto dei diritti dei passeggeri.
Aggiornamento delle norme di sicurezza sulle navi passeggeri.n Per garantire il massimo livello di sicurezza, il Parlamento voterà mercoledì un aggiornamento delle norme di sicurezza sulle navi passeggeri dell’UE.
Preparazione per il Summit UE di ottobre. Brexit, migrazione e politica comune in materia di asilo, politica di difesa e le relazioni con la Turchia saranno all’ordine del giorno del Vertice UE del 19-20 ottobre a Bruxelles.
Migliori condizioni detentive per favorire la riabilitazione e prevenire la radicalizzazione. I Paesi dell’UE devono migliorare le condizioni carcerarie e affrontare il sovraffollamento per proteggere la salute dei detenuti, favorire la loro riabilitazione e prevenire il rischio di radicalizzazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La caccia all’Alzheimer riparte dai batteri dell’intestino

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

alzheimer-cervelloAnche la recente Giornata Mondiale ha confermato che le nostre armi contro l’Alzheimer sono limitate, ma la “caccia” non si arresta e recentemente Annamaria Cattaneo, responsabile del Laboratorio di Psichiatria Biologica dell’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia, ha ricevuto un finanziamento dall’americana Alzheimer Association, che è la più grande associazione no-profit in questo campo, per studiare il ruolo dei batteri dell’intestino. Il progetto dalla durata di 2 anni vedrà il coinvolgimento di diversi ricercatori del laboratorio e di clinici dell’Istituto.
La microflora presente nel nostro intestino, più propriamente detta “microbiota intestinale”, influenza le funzioni del nostro cervello secondo un complesso insieme di meccanismi e coinvolgendo diversi organi: «Nel progetto vogliamo capire se la presenza e l’abbondanza di certi batteri nell’intestino possa influenzare anche il sistema immunitario nei pazienti affetti da malattia di Alzheimer e possa anche contribuire allo sviluppo della malattia. Vogliamo anche capire se certi batteri o alcune loro componenti possano arrivare nel cervello e scatenare la malattia – spiega Cattaneo -. Se confermata, la nostra ipotesi permetterebbe di aprire nuove strade per la diagnosi e la terapia. Infatti sarebbe possibile monitorare l’equilibrio della flora intestinale per diagnosticare l’insorgenza della malattia sin dai primi stadi e pensare di somministrare trattamenti probiotici per correggere il disequilibrio intestinale e rallentare o fermare la progressione dell’Alzheimer».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Cambridge Family Enterprise Group (CFEG) announces the appointment of Marlon P. Young as a Senior Advisor and Associate Partner

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

Distinguished banker Marlon P. Young has joined the Cambridge Family Enterprise Group (CFEG) as a Senior Advisor and Associate Partner. CFEG is a leading, global advisory, education, and research organization dedicated to helping enterprising families build shareholder value and achieve multigenerational success.
CFEG Founder and Chairman, Dr. John A. Davis, welcomed Young, saying, “Marlon brings a deep understanding of how affluent families, wealth management, and international banking intersect to shape long-term wealth and diversification strategies.” Davis continued, “Thanks to Marlon’s more than 35 years of experience in private banking, corporate banking, wealth management, and advising entrepreneurs and family enterprises around the world, CFEG clients will be well served as they navigate the challenges of global wealth, family offices, and multigenerational continuity.”For the past 37 years, Young has held senior executive positions at both Citigroup and HSBC, culminating in overseeing a private banking operation with $72 billion under management.“Throughout my career, the issue that arose again and again was how to build, strengthen, and maintain strong families; that’s always been crucial and fundamental,” said Young. “Having the opportunity now to focus directly on the sustainability of families and their enterprises by way of family governance, corporate governance, leadership, ownership, family offices, and multigenerational wealth strategy is truly rewarding. Doing so as part of the leading firm in this field is particularly gratifying.”“I grew up in a family business,” said Young, “and I have firsthand experience in the ways that family dynamics and business ownership influence each other. I was born in the Philippines to Chinese parents, and I’ve lived and worked on three continents, so I deeply appreciate the nuances and importance of culture, tradition, and social norms to all families. Having said that, it is surprising how similar the issues are that families from continent to continent face.”Mr. Young earned his M.B.A. from the Asian Institute of Management in the Philippines and his B.S. in education from the University of South Dakota. He is based in New York City, but his work takes him throughout North and South America as well as Southeast Asia.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Savonix and Community Health Resource Center (CHRC) Announce Free Local Cognitive Screening Program in San Francisco

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

san franciscoSan Francisco. Savonix, the developer of the first mobile evidence-based digital neuro-cognitive assessment and brain health platform, announced today a partnership with Community Health Resource Center (CHRC), a non-profit and affiliate of California Pacific Medical Center and Sutter Health, to offer free cognitive screenings beginning on Wednesday, October 4, 2017, as part of current community-based health screenings to the San Francisco community.The ongoing screenings will be held from 2:00 to 4:00 p.m. every first and third Wednesday of the month at 2100 Webster Street, a CHRC pilot site. The screenings are planned to expand to four additional sites throughout San Francisco within the next few months.The Savonix assessment, which evaluates critical cognitive data, will be administered by the Savonix virtual clinician and delivered within healthcare settings to patients and their providers. These community screenings will be overseen by the nursing staff at CHRC to provide educational materials about healthcare-related concerns, brain health and caregiving.The cognitive tests will be a 30-minute, digital assessment that consists of gold standard neuropsychological tasks. CHRC currently offers free, health screens to the local San Francisco community, that include cholesterol, glucose, blood pressure and BMI evaluations and is looking forward to expanding its free community screens to include cognition.“Savonix is excited to partner with Community Health Resource Center, and serve as the digital cognitive screening platform for five different healthcare screening sites throughout San Francisco,” said Savonix CEO, Dr. Mylea Charvat. “Through the Savonix Mobile App, providers are able to assess, track and understand a patient’s cognitive health and gain valuable insights into the role of cognition in a wide variety of diseases and disorders. This ultimately allows clinicians to build treatment plans based on an individual’s specific needs.”Erica Eilenberg, MPH, RD, Program Director at CHRC, said: “We look forward to offering an additional level of health monitoring through Savonix’s application to provide the San Francisco Bay Area with access to information about their cognitive function and brain health. Our partnership with Savonix will help further our mission of empowering individuals with the knowledge they need to live healthier lives.”
The cognitive results are not a diagnosis and individuals who score below the normal threshold, as well as those who still have concerns, are encouraged to see their primary care physician for a thorough evaluation.The community-based health and cognitive screens are funded by Chevron.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »