Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for aprile 2021

Il Salone del Mobile 2021, ci sarà

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

La cinquantanovesima edizione del Salone del Mobile.Milano si svolgerà dal 5 al 10 settembre 2021. Sarà con una veste inedita, attenta a valorizzare le novità, le tecnologie e i progetti delle aziende. A riprendere “il filo” di un discorso interrotto in presenza, ma non per relazione, contatto con mercato, professionisti, clienti o semplici appassionati.Al termine di un costruttivo dibattito interno, di un intenso lavoro progettuale a cui ci siamo dedicati in queste settimane conclusosi con la totale condivisione e un voto unanime – in cui sono stati analizzati i punti di forza della Manifestazione, i valori storici e simbolici, quelli attuali e prospettici, la coerenza con il programma di rilancio dell’economia del Paese sotto la guida del nuovo Esecutivo, la rilevante condivisione della collettività, le aspettative sia di un pubblico professionale sia di quello generalista in Italia e nel mondo – i vertici del Salone del Mobile.Milano hanno definito i passaggi che nei prossimi giorni determineranno il percorso che porterà all’organizzazione dell’edizione di settembre.Il progetto dell’evento 2021 – che è stato primariamente annunciato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e successivamente a tutte le istituzioni nazionali coinvolte e a quelle del territorio, nonché condiviso con il partner storico Fiera Milano – sarà affidato e coordinato da un curatore di fama internazionale e punterà a rafforzare legame, relazioni e azioni concrete con il tessuto economico e sociale che riconosce centralità e rilevanza al Salone del Mobile.Milano.Il Salone, aperto a tutte le aziende espositrici internazionali e italiane, si terrà a FieraMilano Rho e vedrà mostre e percorsi tematici integrati con prodotti e le novità degli ultimi 18 mesi: questi dialogheranno con la nuova, inedita piattaforma digitale che sarà presentata a breve. Con attenzione e rispetto delle direttive e delle ordinanze di prevenzione e sicurezza previste per lo svolgimento di eventi fieristici.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Coco Chanel: Unica e insostituibile” di Roberta Damiata

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Nonostante i racconti, le biografie e i film sulla sua vita, Gabrielle Chanel, per tutti Coco Chanel, continua a rimanere ancora un mistero. Una donna nata poverissima, rimasta orfana e risorta alla vita diventando la prima grande influencer della storia e l’icona che ha rivoluzionato il mondo della moda. Una donna intelligente, che è riuscita a rimanere un mistero anche a tanti anni dalla sua morte. Questa nuova biografia, indaga tra le pieghe della sua vita portando alla luce nuove rivelazioni sulla Coco Chanel privata, i suoi grandi amori, le sue passioni che abbracciavano anche il mondo femminile, e i suoi immensi dolori. In un periodo in cui la guerra incendiava il mondo, lei spinse il suo genio anche fuori dalle porte del suo atelier per abbracciare le idee naziste. La sua vita vista dal settimo piano dell’hotel Ritz di Parigi tra le inseparabili sigarette, modelle filiformi, abiti iconici e giovani amanti. Tutto il profumo di un’epoca in un racconto che somiglia ad un romanzo dalle sfumature forti che mescola, creazioni da sogno, intrighi internazionali e verità inimmaginabili su una donna esile che ha avuto il mondo tra le sue mani e che ancora continua con il suo mito, ad influenzare intere generazioni. Roberta Damiata (Palermo 1966) è una giornalista, direttore di testate di Gossip (Eva3000) Cronaca (Scomparsi) e Moda (Vision 2.0). Ha cominciato a scrivere da giovanissima pubblicando molte biografie di cantanti anni ’80. Corrispondente da Londra e opinionista in trasmissioni televisive Rai e Mediaset. Ha vinto nel 2015 il Premio Donna dell’anno, e nel 2017 il premio eccellenze I Love Ischia. Attualmente scrive per il settimanale F e per il sito de IlGiornale.it Vive a Roma. (fonte: https://www.diarkos.it/)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

ANCoDiS: è arrivato il “Piano scuola estate 2021

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Con la Nota 643 del 27/4/2021 a firma del Capo Dipartimento Dott. Versari, le scuole italiane hanno ricevuto puntuali informazioni relative alla sua prossima attivazione nella quale, in particolare, si evidenzia l’autonomia didattica ed organizzativa in relazione allo specifico contesto territoriale e sociale nel quale operano. La Nota riconosce che per la scuola si apre una nuova sfida in continuità con quella dello scorso anno scolastico ma “enormemente accresciuta dalla crisi di questo tempo”. Il Ministero prevede tre fasi: I Fase: Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali – Periodo: giugno 2021: le innumerevoli azioni progettate e attivabili da giugno a settembre avranno lo scopo di rinforzare gli apprendimenti e la socialità nel periodo di sospensione delle attività didattiche e dovrebbero consentire il “consolidamento compensativo degli apprendimenti formali”; II Fase: Rinforzo e potenziamento competenze disciplinari e della socialità – Periodo: luglio-agosto 2021 con “attività C.A.M.PU.S. (Computing, Arte, Musica, vita Pubblica, Sport), ad esempio, che potranno costituire opportunità per riavvicinare il mondo della scuola ad attività particolarmente penalizzate durante la crisi pandemica. Per le attività motorie e sportive potrebbero poi essere realizzati contesti sportivi scolastici, con la collaborazione degli Organismi sportivi affiliati al Coni e al Cip, anche in prosecuzione di progetti già avviati”; III Fase: Rinforzo e potenziamento competenze disciplinari e relazionali con intro al nuovo anno scolastico – Periodo: settembre 2021 con l’accompagnamento degli studenti “alla partenza del nuovo anno scolastico mediante contatti personali e riflessioni, incoraggiati e sostenuti per affrontare la prossima esperienza scolastica.Per consentire la realizzazione di questo imponente Piano strategico, saranno investiti circa 520 milioni di euro: 150 milioni di euro provenienti dal D.L. 22 marzo 2021, n. 41 (art. 31, co. 6) finalizzati a supportare le istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa extracurricolare, il miglioramento delle competenze di base, il consolidamento delle discipline, la promozione di attività per il recupero della socialità, della proattività, della vita di gruppo degli studenti; 320 milioni di euro dal PON “Per la scuola”, 2014-2020 con progetti di durata biennale finalizzati a promuovere il potenziamento delle competenze, comprese quelle digitali, nonché la socializzazione e lo stare insieme, l’inclusione per studenti con fragilità. Le attività possono essere realizzate dalle scuole anche in rete tra loro e con il coinvolgimento di Istituzioni ed Enti, pubblici, privati o del terzo settore; infine, 40 milioni di euro dal D.M. 2 marzo 2021, n. 48 (ex L. 440/1997) destinati all’incremento del Fondo per l’arricchimento dell’offerta formativa per iniziative progettuali volte a contrastare la povertà e l’emergenza educativa, a prevenire la dispersione scolastica e a ridurre la frattura fra le zone più avanzate del Paese e le zone più fragili, le periferie, le aree montane. Prima osservazione: viene sottolineato che “le ingenti risorse finalizzate dal Ministero dell’Istruzione sono destinate alle istituzioni scolastiche perché, con determinazioni degli Organi collegiali, siano definiti i piani di intervento più opportuni a favore dei propri studenti, in particolare quelli con preesistenti o sopravvenute difficoltà”. Qualcuno tra MI e OO.SS. si è chiesto chi si occuperà della realizzazione del progetto da proporre agli OO.CC., in quali condizioni emergenziali si trovano le scuole? Ancodis si chiede se è chiaro alle alte sfere ministeriali e sindacali che siamo alla fine di un complicato anno scolastico con scrutini ed esami da gestire, progetti in fase di svolgimento da completare, ATA con incarico a tempo determinato che andranno in ferie già a partire dalla seconda metà di maggio? il Ministro Bianchi ha dichiarato che sono stati investiti quasi 510 milioni di euro per costruire un ponte tra la fine di questo anno scolastico e il prossimo. “Facciamo notare con rispetto al Signor Ministro – dichiara Cicero – che per fare un ponte solido e funzionale alle necessità occorre una squadra di professionisti guidata da un direttore dei lavori che – dalla progettazione, all’esecuzione fino alla messa in opera – si fa carico di attuare e mettere in campo tutte le azioni necessarie al completamento del progetto.” “Questa squadra di docenti – continua il Presidente Rosolino Cicero – ha una sua precisa identità riconosciuta in tutte le scuole nello Staff organizzativo e nello Staff didattico: si tratta – come ha chiaramente detto la ex Ministra Azzolina nella trasmissione In Onda del 30/7/2020 riferendosi all’imponente lavoro di programmazione della scorsa estate – di “figure eccezionali, che fanno un lavoro enorme nelle scuole” ma che ancora non hanno nessun riconoscimento contrattuale”. Il Presidente Cicero fa rilevare, infine, che “dalle dichiarazioni del Ministro Bianchi ancora non abbiamo sentito una sola parola di attenzione per le tante migliaia di donne e uomini che compongono questa squadra e che le esternazioni di segretari nazionali non inducono ad alcuno ottimismo! Non possiamo dunque non chiederci: se la squadra decidesse di incrociare le braccia, cosa ne sarebbe del magnifico ponte?”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il ministro Bianchi vuole tutti i precari in cattedra a settembre

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Sul boom di supplenze che l’Italia rischia di ritrovarsi a settembre, aggravato dalle incertezze sui concorsi e altri 35mila pensionamenti, il ministro ha detto che “stiamo lavorando per settembre, per evitare di avere cattedre scoperte. Stiamo lavorando in tutta Italia per questo, sappiamo la grande sfida che abbiamo di fronte”. Sullo stato delle vaccinazioni anti Covid19 al personale scolastico ha ammesso che “è un problemone, non un problemino se mancano 20 insegnanti in una scuola. Siamo arrivati al 70% di vaccinazioni, dopo aver vaccinato i più anziani e i fragili, torneremo a completare le vaccinazioni”. Bianchi ha ricordato che “il corpo insegnante è maturo, la metà ha più di 55 anni, è giusto che si preoccupino. Bisogna completare le vaccinazioni e bisogna avviare un fortissimo investimento nella scuola: ora siamo in grado di farlo, con l’aiuto dell’Europa”. Il ministro ha anche assicurato che le attività in programma per la prossima estate non comporteranno obblighi per il personale scolastico. “Avremo un’estate diversa perché abbiamo messo 510 milioni dare continuità, per fare un ponte fra questo e il prossimo anno scolastico. Organizzeremo una stagione di recupero di socialità, ovviamente su base volontaria”. Anief condivide le parole del professore Patrizio Bianchi, poiché in linea con quanto espresso da tempo dal sindacato. La copertura delle cattedre dal primo giorno di scuola, l’estrema necessità di vaccinare i dipendenti della scuola, tra i più esposti ai contagi Covid19, nonché la volontarietà delle iniziative che si andranno a determinare nelle scuole sono concetti che Anief ritiene pertinenti. Quello che va ora verificato è come si attueranno queste disposizioni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il Covid ha stravolto il lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Anche sul piano dei diritti. Il problema della disconnessione dall’attività lavorativa è solo uno dei punti. Vanno definite contrattualmente moltissime questioni che da un anno si trascinano o che hanno avuto risposte parziali, come l’accesso alle tecnologie, le spese per le connessioni, l’ostracismo delle amministrazioni a concedere lo smart working anche laddove le condizioni sono inequivocabili, il riconoscimento del lavoro extra, i rischi per la salute derivante dall’eccesso di esposizione alle attività realizzate in via telematica. E tante altre. Per rispondere a tutto questo, il compito del sindacato diventa ancora più centrale e rilevante. Partendo da questo assunto, l’organizzazione sindacale Anief e l’Unione dei Sindacati Liberi dell’Insegnamento Pre-universitario di IAŞI (USLIP), Romania, hanno stipulato una collaborazione “per attuare in modo efficace politiche in materia di istruzione che permettano di raggiungere la qualità e l’uguaglianza nei sistemi d’istruzione pubblica di tutto il mondo”. “Con questo accordo – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si intende contribuire allo studio e alla difesa degli interessi economici, materiali, morali, individuali e collettivi dei lavoratori. Ma anche puntare dritto, in questo modo, all’innalzamento del livello intellettuale, civico e morale di chi svolge una professione che con il Covid è cambiata profondamente”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Decreto Contenimento Covid-19

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Udir ha presenta una serie di emendamenti al Dl 44 del 1° aprile 2021 (AS 2167) recante nuove e urgenti misure per il contenimento della diffusione dei contagi da Covid19 attualmente all’esame della I Commissione Affari Costituzionale al Senato.Il sindacato, nelle proposte emendative, ribadisce la necessità di tutelare i dirigenti dalle responsabilità penali, per tutto quanto possa verificarsi all’interno delle istituzioni scolastiche durante il periodo di emergenza pandemica, quando le procedure di sicurezza sono state rispettate. Ribadisce inoltre che è necessario confermare a regime quanto approvato nell’ultima Legge di bilancio in merito alla modifica sui criteri del dimensionamento, per garantire nei prossimi anni scolastici la disponibilità di tutte le sedi vacanti e disponibili da destinare alla mobilità e alle nuove immissioni in ruolo, evitando il rischio del ricorso indiscriminato delle reggenze. Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Udir, ha fatto appello alla politica affermando che “bisogna intervenire e al più presto, su più fronti: sulla mobilità dei dirigenti scolastici, sul dimensionamento scolastico, sulla sicurezza delle istituzioni scolastiche e sulle responsabilità dei dirigenti scolastici. È necessario apportare delle modifiche alla disciplina sulla responsabilità dei dirigenti scolastici in tema di sicurezza, pensare alla difesa delle istituzioni scolastiche. Importante poi soffermarsi anche sulla perequazione interna ed esterna dello stipendio tabellare e sul reclutamento degli idonei del concorso a dirigente scolastico di Trento e Bolzano. Sono tutte misure che abbiamo affrontato negli emendamenti presentati. Noi siamo fiduciosi sulla risoluzione dei problemi, ma è necessario che si intervenga”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessandro Pessoli. CITY OF GOD

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Bologna Dal 7 maggio al 10 luglio 2021, le antiche sale di Palazzo Vizzani ospiteranno CITY OF GOD, mostra personale di Alessandro Pessoli (nato a Cervia nel 1963, dal 2010 vive e lavora a Los Angeles), a cura di Fulvio Chimento e organizzata da Alchemilla (Bologna), greengrassi (Londra), ZERO… (Milano). La mostra attinge alla produzione recente di Pessoli, oltre a presentare opere realizzate appositamente per la mostra. Al primo gruppo appartengono le opere in terracotta, i dipinti e la scultura City of God, da cui la mostra prende il nome. Del secondo nucleo di opere, nato appositamente per gli spazi tardo settecenteschi di Alchemilla (dimora del Cardinal Lambertini, futuro Papa Benedetto XIV), si ricordano due gruppi di disegni su carta a tecnica mista e le sculture The garden Delight, AP 1963 e Testa fiorita. CITY OF GOD è un omaggio all’omonimo film di Fernando Meirelles: storia vera ispirata alla figura di Wilson Rodrigues, bambino cresciuto in una favela a Ovest di Rio De Janeiro che pur vivendo a stretto contatto con una violenza strabordante, mantiene integro il proprio disegno di vita, diventando tra i fotoreporter più affermati del panorama brasiliano. In mostra, Pessoli mette in relazione vari registri narrativi, ora ironici e surreali, ora tragici e avvolgenti, divenendo regista occulto che determina la presenza scenica dei suoi personaggi, insofferenti alle insidie del presente. Nella “Città di Dio” dolcezza e dramma viaggiano sullo stesso binario, le passioni hanno tinte forti, il destino è una piccola fiamma che resiste al vento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Archegos: la bancarotta di un altro fondo speculativo

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. La morte in carcere dello speculatore americano Bernie Madoff non chiude un ciclo. Anzi, il susseguirsi di continui fallimenti e di sconquassi finanziari dimostra che dopo la Grande Crisi non sia cambiato proprio niente. Aveva orchestrato il più grande “schema Ponzi”, la piramide finanziaria truffaldina, che pagava i primi investitori con i nuovi capitali raccolti. Un’operazione di almeno 50-60 miliardi di dollari! La vicenda di Madoff, con la sua condanna a 150 anni di prigione, sembra la classica esagerazione americana: punire un singolo, con il massimo della pena e della pubblicità mediatica, e lasciare i meccanismi e il potere della finanza pressoché intatti.Il più recente caso è quello del fondo hedge Archegos, fondato dallo speculatore Bill Hwang. Com’è noto, i fondi hedge gestiscono i capitali degli investitori con l’intento di evitare loro rischi e volatilità dei titoli. Il problema, però, è come lo fanno. Il suo primo fondo, il Tiger Asia Management, fu investito dal crollo della Lehman Brothers. In seguito, fu accusato dalla Security Exchange Commission di insider trading in operazioni di vendita allo scoperto, anche con titoli cinesi. Se la cavò con una multa soft di 44 milioni di dollari. Però, per quattro anni non poté operare sul mercato di Hong Kong. Nel 2014 creò l’Archegos Capital Management. Si tratta di un fondo hedge ancora più ristretto e selezionato, un family fund, con cui gestisce i suoi capitali e quelli di pochi altri privilegiati. In questo modo sfugge ai controlli e alla vigilanza delle agenzie preposte. Fa parte, appunto, del cosiddetto shadow banking. Lo strumento più spregiudicato di Archegos è stato l’utilizzo della leva finanziaria, il leverage, per avere maggiori disponibilità finanziarie partendo da un piccolo capitale. E’ arrivato così a gestire tra 50 e 100 miliardi di dollari. Nell’operazione sono state coinvolte tutte le maggiori banche mondiali, tra cui la giapponese Nomura, le americane Goldman Sachs e Morgan Stanley, il Credit Suisse, la Deutsche Bank, ecc. Con i prestiti, Hwang ha investito, tra l’altro, in azioni americane e cinesi, dando i titoli in garanzia. L’accordo era che, qualora essi dovessero perdere di valore, le banche creditrici avrebbero potuto chiedere di reintegrare le garanzie, la cosiddetta margin call, o, in ultima istanza, vendere i titoli per contenere le perdite. E’ esattamente ciò che è successo. Il Credit Suisse, per la seconda volta in poche settimane, avrebbe perso circa 4 miliardi di euro. Le banche conoscono perfettamente i giochi, per cui le loro “sorprese” sono insostenibili. Esse usano, appunto, detti fondi hedge, entità autonome e separate dalle stesse banche, per fare delle operazioni molto rischiose e incassare commissioni e guadagni consistenti. In una situazione anomala di tassi bassissimi e anche negativi, quando la leva finanziaria è molto alta, basta un piccolo cambiamento della politica monetaria o uno scossone negativo dei titoli messi a garanzia per far cadere il castello di carte. E i derivati emessi su detti titoli sono, ovviamente, i primi a risentirne.Secondo la Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea nel 2019 il valore nozionale dei derivati finanziari otc ha raggiunto il picco di 640 mila miliardi di dollari. Come abbiamo più volte evidenziato, si tratta di operazioni molto rischiose che sono tenute solitamente fuori dei bilanci delle banche coinvolte e non sottoposti alle regole e alla vigilanza delle autorità preposte. Per esempio, non sono disciplinate dalle cosiddette stanze di compensazione, le clearing house, che garantiscono che le controparti siano in grado di portare a termine i contratti derivati. Gli esperti del settore e taluni economisti, anche molto noti, si affrettano sempre ad affermare che dovrebbe essere preso in considerazione il valore lordo di mercato (gross market value), quello che evidenzia il rischio e cosa sarebbe necessario per chiudere i contratti dei derivati in essere in un determinato momento. Naturalmente, si tratta sempre di parecchie migliaia di miliardi di dollari.Il caso del recente crac di Archegos dimostra, in verità, il contrario. Esso prova che, in caso di crisi, è il nozionale che entra in gioco. E può creare un enorme effetto valanga difficilmente arrestabile.Siamo alle solite. I grandi pescecani della finanza continuano a creare rischi sistemici. Manca, purtroppo, una legislazione stringente e globale. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master in Risorse Umane e Customer Experience Management per tutti i settori del business

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

SAA – School of Management di Torino, 21 maggio – 17 dicembre. Saper gestire l’employee e la customer experience è oggi fondamentale per ogni tipo di azienda di prodotti o servizi che intenda posizionarsi strategicamente sul mercato. Le organizzazioni che vogliono mantenere e consolidare la propria competitività devono infatti puntare su soluzioni pensate per migliorare le interazioni tra brand e cliente, gestire e coinvolgere attivamente le Risorse Umane in modo da anticipare e superare le aspettative del target e costruire una relazione solida e duratura nel tempo. Ciò è possibile grazie all’acquisizione di competenze quali la psicologia del consumatore, il marketing strategico, la leadership, l’economia comportamentale e un mindset orientato alla crescita.Il Master in Risorse Umane e Customer Experience Management si rivolge ai laureati (laurea di primo livello, laurea vecchio ordinamento, laurea magistrale, lauree straniere equipollenti) di ogni facoltà o dipartimento, a manager, direttori e direttrici generali, direttori e direttrici commerciali e dipendenti con consolidata esperienza di lavoro che vogliono apprendere lo studio e la progettazione di nuove soluzioni pensate per migliorare le interazioni tra brand e cliente, gestendo e coinvolgendo attivamente le Risorse Umane. Alla teoria, svolta da docenti universitari e da affermati manager del settore, sono affiancate numerose esercitazioni pratiche progettate replicando le strategie dei più grandi brand internazionali.L’obiettivo del Master è formare una figura professionale oggi sempre più centrale nelle scelte strategiche di qualsiasi azienda. Un manager capace di comprendere i nuovi scenari della relazione tra brand e consumatore, che sappia applicare le dinamiche dell’approccio human centric, gestire al meglio la relazione tra la soddisfazione del personale e quella del cliente, che conosca i principi del welfare aziendale e del benessere organizzativo e che sia in grado di utilizzare al meglio gli strumenti strategici della customer experience.Il Master in Risorse Umane e Customer Experience Management vede la presenza di prestigiosi partner nazionali e internazionali che, essendo già focalizzati sui vari aspetti delle Risorse Umane e della Customer Experience Management, offrono ai partecipanti una visione a 360 gradi dell’industria sia a livello teorico che pratico. Le lezioni si svolgono in modalità mista online e in presenza, anche con visite on-site presso i partner, sono full time due volte al mese il venerdì dalle ore 9.00 alle 18.00 e sono strutturate in modo che possa accedervi anche chi già svolge un incarico professionale. La parte teorica e quella pratica sono equilibrate e le nozioni acquisite vengono applicate attraverso esercitazioni e laboratori. Al termine di ogni sessione mensile ai partecipanti verranno richiesti dei feedback; è inoltre prevista l’attivazione di tirocini facoltativi presso le aziende partner e al completamento con successo del corso verrà rilasciato un certificato validato Saa – School of Management e Dipartimento di Management. Il master si svolgerà presso la Saa – School of Management di Torino in via Ventimiglia 115.

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

FederAnziani: Antonio Magi nuovo Presidente del Comitato Scientifico

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

«Antonio Magi, Segretario Generale del sindacato degli specialisti ambulatoriali del SUMAI Assoprof, è il nuovo Presidente del Comitato Scientifico di Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età. Già componente del Comitato Strategico di Senior Italia FederAnziani, nonché Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Roma e Provincia, Magi assume la guida del Comitato che svolge la funzione di definire l’indirizzo scientifico della più grande organizzazione impegnata nella tutela della terza età e nella promozione dell’invecchiamento attivo.La scelta di Antonio Magi vuole sottolineare l’importanza dell’alleanza tra pazienti e medici. Il ruolo centrale dei camici bianchi è emerso in modo ancora più importante in epoca Covid, ma dovrà essere a maggior ragione valorizzato nella fase successiva, quella in cui sarà necessario ripensare l’organizzazione della sanità italiana proprio a partire dal territorio, per una sanità più vicina ai pazienti» dichiara Roberto Messina, Presidente Nazionale di Senior Italia FederAnziani.«La pandemia ha dimostrato che senza una sanità territoriale ben organizzata, composta da figure professionali competenti la risposta di salute è insufficiente e inadeguata. Gli specialisti ambulatoriali interni del SUMAI Assoprof hanno fatto del territorio e del rapporto con i pazienti, specie i cronici e gli anziani, il loro perimetro professionale quotidiano. E i nostri pazienti lo sanno. Ringrazio dunque Roberto Messina, e Senior Italia FederAnziani, per la fiducia che mi hanno accordato convinto che quest’ulteriore rafforzamento dell’alleanza tra il SUMAI Assoprof e la Federazione delle associazioni della terza età sia la rassicurazione migliore da dare ai nostri anziani, in termini di assistenza e salute. Specie dopo tutti questi mesi terribili che hanno passato» dichiara Antonio Magi, neo Presidente del Comitato Scientifico di Senior Italia FederAnziani.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sofferenza idrica dei corsi d’acqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Permane in Emilia Romagna e Toscana. E’ il fiume Po ad evidenziare una marcata criticità, arrivando a superare il dimezzamento della portata soprattutto verso la foce: ad evidenziarlo è il report settimanale dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche, che indica come esemplare, è il rilevamento di Isola S.Antonio, dove all’attuale flusso di circa 145 metri cubi al secondo corrispondono i mc/sec. 547 dell’anno scorso ed i mc/sec. 588 del 2019.E’ allarme ormai anche in Piemonte, dove la stagione irrigua è finora caratterizzata da una contrazione delle disponibilità delle principali fonti idriche (oltre al Po: Dora Baltea, Tanaro, Sesia) con grande preoccupazione per i mesi più caldi; nei territori del vercellese e del novarese, l’80% delle risaie non è ancora stata sommersa. La situazione di criticità è conseguenza di tre fattori: in primis, la mancanza di piogge; quindi, l’irrigidimento del clima, che ha comportato una riduzione nello scioglimento della neve; infine, le operazioni di invaso soprattutto nei serbatoi in montagna, determinando vistose diminuzioni nelle già scarse portate defluenti.A risentirne è anche il lago Maggiore, repentinamente in discesa verso il livello minimo del periodo; fra i grandi bacini lacustri solo il Garda risulta sopra la media.Risultano in crescita i fiumi valdostani (il livello della Dora Baltea è l’unico con il segno positivo in Piemonte) e l’Adda in Lombardia, che però è al minimo del recente quinquennio.Anche i fiumi veneti segnalano le prime difficoltà con l’Adige, che registra uno dei dati peggiori dal 2014 e le portate del Livenza crollate al minimo dal 2017 (fonte: A.R.P.A.V.). Rimangono largamente deficitari i flussi dei fiumi emiliano-romagnoli con il Secchia e l’Enza al di sotto del minimo storico d’Aprile (fonte: A.R.P.A.E.); restano insufficienti gli apporti pluviometrici sui territori rivieraschi.Non va meglio in Toscana, dove i principali fiumi (Ombrone, Serchio, Sieve) sono sotto media mensile e la portata dell’Arno è calata di altri 25 metri cubi al secondo in una settimana (fonte: Centro Funzionale Regione Toscana).Nelle Marche solo il Nera ed il Sentino risultano in crescita, mentre gli invasi, che trattengono complessivamente 45,83 milioni di metri cubi d’acqua, segnano la peggiore performance dello scorso quinquennio (circa 22 milioni di metri cubi in meno rispetto al 2018).Se nel Lazio i fiumi (Tevere, Liri-Garigliano, Sacco) risultano in decrescita, godono invece di buona salute i laghi con il bacino di Bracciano al top dall’Agosto 2016.In Campania, il fiume Sele si presenta in aumento, calano Sarno e Garigliano, mentre il Volturno appare nel complesso stazionario. Lieve calo per il lago di Conza della Campania mentre gli invasi del Cilento si segnalano in leggero aumento.Per una sorta di “legge del contrappasso idrico”, è infine felice la situazione delle disponibilità idriche in Basilicata e Puglia, colpite l’anno scorso dalla siccità (fonte: Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Merdionale): i bacini lucani sono cresciuti, in una settimana, di oltre 16 milioni di metri cubi (invaso di monte Cotugno: + 9 milioni), segnando oltre 113 milioni di metri cubi in più rispetto al 2020; le dighe pugliesi indicano maggiori riserve sia sul 2020 (+118,58 milioni di metri cubi) che sul 2019 (+9 milioni).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bitcoin e criptovalute

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Le attività legate ai Bitcoin e ad altre criptomonete sono altamente rischiose per i consumatori. Lo confermano Consob e Banca d’Italia in un comunicato congiunto del 28 aprile ove si ricorda come i rischi siano legati alla tipologia di strumenti che possono comportare la perdita integrale delle somme di denaro utilizzate, all’assenza di regole certe ed omogenee a livello europeo e tutta un’altra serie di criticità anche legate agli attacchi informatici che devono indurre i consumatori a prestare la massima attenzione, Konsumer sottolinea come i rischi siano elevati anche a causa di regole poco chiare ed in molti casi inesistenti e altrettanto scarse siano le possibilità di recupero delle somme investite. Konsumer invita a diffidare da chi promette guadagni sicuri o assicura benefici economici ricordando che si tratta di attività altamente speculative e dunque rischiose e per le quali è richiesta una elevata conoscenza.Si presti in tal senso attenzione nel caso di telefonate da parte di operatori che propongono questa tipologia di operazioni proponendo un iniziale investimento in piccole somme dietro la promessa di zero rischi: si tratta di possibili truffe. A tal fine i consumatori ed in particolar modo gli anziani che sono destinatari di questi contatti sono invitati a confrontarsi con un proprio familiare e/o conoscente fidato prima di inviare somme o fornire i propri dati bancari. Konsumer è a disposizione per fornire informazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La storia triste dei genitori di Piero Gobetti, dimenticati e morti in povertà

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Torino. Su Cronache da Palazzo Cisterna un articolo della professoressa Claretta Coda. “Si sa pressoché tutto di Piero Gobetti, ma quasi nulla si sa, invece, dei suoi genitori, Giuseppe Giovanni Battista, da Andezeno, e Angela Luigia Canuto, torinese”. Comincia così l’articolo di Claretta Coda, docente al liceo Aldo Moro di Rivarolo Canavese, che uscirà su Cronache da Palazzo Cisterna venerdì prossimo e che indaga a fondo la triste vicenda del papà e della mamma del “prodigioso giovinetto”, come lo definì Norberto Bobbio: di Angela, che spirò dopo lunga malattia a Ivrea nei giorni dell’occupazione tedesca, il 24 settembre 1943, e di Giuseppe, sopravvissuto alla morte dell’unico figlio e della moglie e deceduto in povertà dopo aver partecipato attivamente alla Resistenza. «Ora sono a Torino senza casa e senza famiglia” si legge in una relazione scritta dallo stesso Giuseppe Gobetti per le autorità alleate alla fine della guerra, “cerco di lavorare, ma non trovo nulla perché sono troppo vecchio, e purtroppo è vero, ho 72 anni, e per campare la vita, oggi è un affare serio, non so più come fare, vedo tutto nero, siamo alle porte dell’inverno, mi trovo male in arnese, sono senza scarpe, o sono rotte”. Per approfondire la biografia dei genitori di Piero, la professoressa Coda attinge, oltre che alla relazione di cui sopra, al Ricordo di Gobettidi Manlio Brosio, alla biografia per immagini di Piero Gobetti scritta dal professor Pianciola, al Diario clandestino 1943-46 di Fulvio Borghetti, chimico antifascista torinese, e ai documenti conservati in Istoreto nel Fondo dello stesso Borghetti. “Il mosaico che prende forma grazie ai vari contributi è triste e bellissimo” commenta nel suo articolo, già uscito qualche tempo fa su Canavèis, Claretta Coda. Giuseppe e Angela Gobetti gestivano una drogheria al numero 9 di via Bertola a Torino, lavoravano dalla mattina alla sera per garantire gli studi e un futuro dignitoso al figlio, che “seguivano con sguardo umile, adorante, quel figliolo che non pareva loro vero d’aver generato e di fronte al quale erano loro stessi i figli”, come ricorda un’altra testimonianza riportata dalla Coda nel suo articolo, quella di Edmondo Rho, uscita su un numero de “Il Ponte” del 1956. Possiamo solo immaginare il dolore straziante dei genitori per la scomparsa del figlio Piero, morto a soli 25 anni, esule a Parigi, dopo aver subito due aggressioni a opera dei fascisti, oltre all’ostilità inflessibile del regime. Poi la malattia di Angela e la deriva della coppia verso la povertà. Nell’ottobre del 1942 la loro casa torinese, un ammezzato in piazza Carlina, fu bombardata, e dopo il ricovero in un dormitorio per sinistrati dovettero sfollare a Ivrea, aiutati un poco dall’Olivetti e dalla resistenza locale. Angela morì quasi subito in ospedale, Giuseppe aderì alla lotta partigiana aiutando diversi ex prigionieri di guerra alleati in fuga: “Pensavo che il comitato di Torino sbagliava dimenticando il padre di Piero Gobetti, registrato ad Ivrea come ‘sinistrato sfollato che vive di carità’. Anche se la chiedeva con dignità e l’accettava con imbarazzo” scrive Borghetti nel suo diario. Davvero una vicenda emblematica, questa dei genitori Gobetti, dell’ingratitudine che il nostro paese ha spesso riservato alla sua parte migliore, a coloro che hanno dato tutto per la sua salvezza e la sua dignità, agli eroi silenziosi che l’hanno salvato dal baratro dell’ignominia in cui l’avevano scagliato il fascismo, una guerra scellerata e l’occupazione tedesca.“Alla sera, vedendo il padre di Gobetti, cerco di immaginare la strada vuota su cui cammina da venticinque anni e ricordo come da solo potrebbe personificare le ingiustizie subite dagli italiani negli anni della dittatura”: sono ancora le amarissime parole del diario di Borghetti, poste alla fine del suo articolo dalla professoressa Coda, che conclude, con tristezza venata dall’affetto: “Peccato che di loro si sappia così poco e che di loro anche ad Ivrea quasi non ci si rammenti. Questo articolo è scritto per ricordarli, con profondo rispetto per il loro impegno e per il loro dolore”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Situazione dei pensionati italiani in Repubblica Dominicana

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

“Ho presentato un’interrogazione al Ministro dell’economia e delle finanze, al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale e al Ministro del lavoro e delle politiche sociali sui diritti dei pensionati italiani in Repubblica Dominicana.Ho chiesto ai Ministri Franco, Di Maio e Orlando di intervenire al fine di venire incontro alle esigenze dei pensionati italiani residenti in Repubblica Dominicana, mediante l’avvio di un negoziato bilaterale atto a regolamentare l’assistenza sanitaria, permettendo il pagamento delle tasse sulla pensione direttamente in Repubblica Dominicana, oppure garantendo loro l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale.Infatti, i pensionati italiani in Repubblica Dominicana pur pagando le tasse sulla pensione in Italia sono esclusi dal Servizio Sanitario Nazionale nel momento in cui si iscrivono all’Aire.Auspico che il Governo venga incontro a questi connazionali che chiedono da tempo la necessità di pervenire ad un accordo fra i due Paesi che permetta di pagare le imposte direttamente nel Paese di iscrizione all’AIRE oppure di consentire loro di continuare ad essere iscritti al Servizio Sanitario Nazionale. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposta carabinieri ambientali al ministero della transizione ecologica

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

“Guardiamo con molta attenzione e apprensione la proposta, inserita all’interno della bozza del decreto Semplificazioni PNRR da parte del ministro Cingolani, che punta a trasferire sotto la competenza del MiTE (Ministero della Transizione ecologica) i carabinieri del CUFAA (Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari) oggi di competenza del Ministero delle Politiche Agricole”. A dichiararlo sono i deputati 5 Stelle Maurizio Cattoi, primo firmatario della proposta di legge “Istituzione della polizia forestale, ambientale e agroalimentare” e Filippo Gallinella, presidente della commissione Agricoltura della Camera. “Il cambio di denominazione del Comando carabinieri per la tutela ambientale e la transizione ecologica non è sufficiente a modificare il baricentro funzionale di quanto, in grande maggioranza e per storica missione, ancora si deve richiamare al Corpo forestale dello Stato. Resta intatta, infatti, – proseguono – la missione strategica di essere (e ritornare auspicabilmente come forza di polizia ad ordinamento civile) organo di garanzia dello Stato, di supporto alle politiche regionali per la gestione sostenibile delle foreste e delle aree montane, della prevenzione e della lotta alle emergenze ambientali”.“È necessario che qualsiasi intento di modifica di assetto del CUFAA trovi l’avallo del Parlamento attraverso un confronto proficuo e propositivo, anche alla luce delle proposte di legge sulla creazione di una polizia ambientale e forestale in discussione a Montecitorio. Prima di operare ulteriori modifiche, è bene fermarsi a comprendere l’effettivo risultato funzionale e per le casse dello Stato della dispersione delle competenze e della militarizzazione subita dal Corpo Forestale con la riforma Madia del 2016”, concludono.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

France: L’arrestation de sept anciens activistes italiens

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Le Monde: Doctrine multi-usages. A la demande de l’Italie, sept personnes, dont d’anciens membres des Brigades rouges, condamnées pour des actes de terrorisme, ont été interpellées, mercredi, en France. Ils s’appellent Enzo Calvitti, Giovanni Alimonti, Roberta Cappelli, Marina Petrella, Giorgio Pietrostefani, Sergio Tornaghi et Narciso Manenti. Trois autres personnes (Maurizio Di Marzo, Luigi Bergamin et Raffaelle Venura), également visées par les mandats d’arrêt, n’étaient pas à leur domicile lorsque la police est intervenue. Ils sont activement recherchés. Tous ont été condamnés en Italie pour avoir participé, directement ou indirectement, à des attentats meurtriers contre des dirigeants d’entreprise, des politiques ou des membres des forces de l’ordre. Immédiatement après l’annonce de ce coup de filet, l’Elysée a fait savoir que la décision de transmettre ces dix noms au parquet a été prise par Emmanuel Macron lui-même, à partir des demandes initiales de l’Italie, tout en précisant que cette décision « s’inscrit strictement dans la doctrine Mitterrand », qui offrait aux brigadistes l’asile en France en échange de leur renoncement à la violence, s’ils ne s’étaient pas rendus coupables de crimes de sang. Comment le président de la République peut-il appuyer la demande d’extradition italienne en se réclamant d’une « doctrine » d’ordinaire invoquée par les défenseurs des brigadistes, pour des raisons inverses ? C’est que cette notion, insuffisamment définie, a souvent été convoquée à tort et à travers. « Disons que c’est une doctrine multi-usages », euphémise Jean Musitelli, conseiller diplomatique de François Mitterrand de 1984 à 1989, soit au moment où cette « doctrine » (qui n’en était pas une) a été élaborée. By Marco Palombo font: https://www.lemonde.fr/

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cybersecurity Seminars

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Rome Wed, May 5, 2021 4:00 PM – 6:00 PM CEST Speaker: Prof. Mauro Conti. While Smartphone and IoT devices usage become more and more pervasive, people start also asking to which extent such devices can be maliciously exploited as “tracking devices”. The concern is not only related to an adversary taking physical or remote control of the device, but also to what a passive adversary without the above capabilities can observe from the device communications. Work in this latter direction aimed, for example, at inferring the apps a user has installed on his device, or identifying the presence of a specific user within a network. In this talk, we discuss threats coming from contextual information and to which extent it is feasible, for example, to identify the specific actions that a user is doing on mobile apps, by eavesdropping their encrypted network traffic. We will also discuss the possibility of building covert and side channels leveraging timing, heat, energy consumption, and audio signals, to steal information from mobile devices, as well as inferring keypresses, password & PINs. Affiliation: Mauro Conti is Full Professor at the University of Padua, Italy, and Affiliate Professor at the University of Washington, Seattle, USA. Mauro Conti is Full Professor at the University of Padua, Italy. He is also affiliated with TU Delft and University of Washington, Seattle. He obtained his Ph.D. from Sapienza University of Rome, Italy, in 2009. After his Ph.D., he was a Post-Doc Researcher at Vrije Universiteit Amsterdam, The Netherlands. By https://cybersecurity.uniroma1.it/

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Christie’s Global: Announcing two unique collection sales

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

London 23 June at Christie’s London, and The Roger Federer Collection – Sold to Benefit The RF Foundation – The Online Auction open for bidding from 23 June to the 13 and 14* July. Both sales comprise Roger Federer’s personal sporting memorabilia collected over the duration of his professional tennis career to date. The lots offered recognise and celebrate the career and sporting success of Roger Federer, and the auctions are taking place to raise funds specifically for The Roger Federer Foundation.Roger Federer comments, ‘Every piece in these auctions represents a moment in my tennis career and enables me to share a part of my personal archive with my fans around the world. More importantly, the proceeds will support The Roger Federer Foundation to help us continue to deliver educational resources to children in Africa and Switzerland.’ The Roger Federer Collection – The Live Auction comprises 20 prestigious lots, each signed and celebrating one of Roger Federer’s 20 record-breaking Grand Slam tennis titles. Estimates range from £3,000-£70,000, and the sale will take place in Christie’s King Street, London. In January 2018, Roger Federer became the first male tennis player to win 20 Grand Slam titles. Each lot in The Live Auction represents an iconic moment from either the Australian Open, the French Open, The Championships Wimbledon or the U.S. Open.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Young European of the Year 2021 fights for free access to education for every child

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

Every year, the Schwarzkopf Foundation Young Europe, together with the European Youth Forum, awards the prize “Young European of the Year” to a young person who has shown a particularly strong commitment to a Europe of solidarity. This year’s winner, Constantin-Alexandru Manda (21) from Romania is awarded for his dedication to educational justice.“Alexandru is an inspiring young person, he showed his hard work and dedication to work for better education for every child in Romania. His motivation to work with different institutions and fight for justice is impressive.” Says Mariya Atanasova, member of the jury and Young European of the year 2020. Since 1997, the Schwarzkopf Foundation in cooperation with the European Youth Forum is looking for a Young European of the Year across all Countries of the Council of Europe: Young people who have learned to take initiative and responsibility, showing that they are prepared to seize the opportunities of our time for peaceful coexistence in a Europe of diversity. The award grants 5000€ for an internship or an individual project. This year’s Young European of the Year is Constantin-Alexandru Manda from Romania, who is fighting for just and equal education for all children. In 2013 he has founded Constanta’s School Students Association which represents students’ rights in Romania. He campaigned for the respect of the fundamental right to scholarships first in Constanta, later all over Romania: the impact of his actions are not only local but nationwide and past urban spaces. He achieved that the Romanian government guarantees every child in need a minimum scholarship and invested ca. 110 million EUR of the national budget for it. “I accept this award with deep gratitude and humility as a recognition of the efforts of every team I worked within the last 7 years, to make a real change in the Romanian educational system. We cannot have a just Europe without free access to quality education for every child. The investment in education is an investment in the future of Europe, the only way to end the social gaps between countries and communities.”, says the new Young European of the Year 2021.The Jury was impressed by his outstanding commitment: “Inequality in education is one of the most pressing issues in Europe. With his energy and his sensitivity for justice Alexandru showed us how a young and dedicated person can make a huge difference” says Luisa Seiler, Executive Director of Schwarzkopf Foundation Young Europe. Other members of the jury were a representative of the European Commission Representation in Germany, two former award winners, and a representative of the European Youth Forum. “Alexandru shows a great passion for his work that is benefiting many young people across Romania. I am happy that he is the Young European of the Year 2021 and I am positive that with his energy and dedication he will motivate young people all across Europe to do the same. “, says Anja Fortuna from the European Youth Forum.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

How to tax capital without hurting investment

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2021

GOVERNMENTS RAISE most of their money by taxing wages, but President Joe Biden has his eyes fixed on the rich, big business and Wall Street. He proposes to fund his $2.7trn infrastructure plan in part by raising the corporate-tax rate from 21% to 28%. And to help pay for more spending on child care and support for parents, he wants to roughly double the top rate of federal tax on capital gains and dividends. For Americans earning more than $1m per year, he would bring levies on capital income into line with the top rate on wage income, which he wants to put up from 37% to 39.6%. That is about double the rate currently levied on rich investors, who are a small fraction of the population but a large proportion of shareholders. Many investors, from Wall Street to Silicon Valley, are up in arms, claiming that Mr Biden will crush economic growth. That is an exaggeration; America can bear higher rates of capital taxation. Yet levies on capital can have unintended economic consequences. If he is to avoid them, Mr Biden should improve the design of his plans. (font: The economist)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »