Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 28 aprile 2021

Film “Stitches – Un legame privato”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

13 maggio 2021 primi materiali stampa del film “Stitches – Un legame privato” di Miroslav Terzić, grazie a Trent Film in associazione con Infilmica. Ispirato a una storia vera che arriva dal passato recente dei Balcani, il film è stato presentato in anteprima nella sezione Panorama della 69° Berlinale, dove ha vinto l’Europa Cinemas Label. Scritto da Elma Tataragić, già autrice di “Dio è donna e si chiama Petrunya”, “Stitches – Un legame privato” è un film che scava nelle emozioni fino alla speranza, raccontando la storia di una donna tenace che diventa un’eroina moderna, in lotta contro tutto e tutti per inseguire la verità mettendosi sulle tracce del figlio scomparso. La sceneggiatura è ispirata alla testimonianza di una sarta di Belgrado che ha cercato per quasi vent’anni tracce di suo figlio, dichiarato morto subito dopo la nascita. Qualche giorno dopo il parto, l’ostetrica le aveva comunicato la morte prematura del neonato, senza però restituirle il corpo del bambino e senza mai indicarle il luogo della sepoltura. La donna ha così combattuto contro l’ospedale, i medici, la polizia, i tribunali e i pubblici ufficiali per ottenere un certificato di morte autenticato, che indicasse dove trovare il corpo del suo bambino. Nel corso di questa lunga battaglia la donna ha scoperto numerose irregolarità tra le carte dell’ospedale, rinvenendo documenti ufficiali del comune che hanno confermato i suoi sospetti sul fatto che il suo bimbo non era veramente morto. Dopo quasi vent’anni, è riuscita finalmente a scoprire la verità.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Bioetica fra letteratura, arte e diritto. Dialoghi interdisciplinari”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Si terrà giovedì 29 aprile, alle 17, il terzo seminario del ciclo “Imagine Bioethics – Bioetica fra letteratura, arte e diritto. Dialoghi interdisciplinari”, organizzato dal Centro Universitario di Bioetica (UCB) dell’Università di Parma. L’incontro dal titolo “Macchine come me? Ian McEwan e l’intelligenza artificiale” rappresenta l’occasione per approfondire, ancora una volta e attraverso prospettive diverse, le complesse implicazioni dell’intelligenza artificiale, a partire dalle pagine del romanzo di Ian McEwan. La letteratura, anche in questo caso, va ‘oltre’, attraverso l’arte dell’immaginazione, diventando strumento essenziale per comprendere il ruolo che la tecnologia sta assumendo nella società contemporanea.L’incontro, moderato da Antonio D’Aloia, Direttore del Centro, vedrà come relatrici Carmela Salazar, docente di Diritto costituzionale all’Università Mediterranea di Reggio Calabria, e Monica Mordonini, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni all’Università di Parma, dove insegna Intelligenza artificiale. L’interdisciplinarietà dell’evento consentirà di approfondire il tema in modo complessivo e ‘trasversale’, cercando di comprendere gli avanzamenti degli studi scientifici in questo campo, le applicazioni concrete dell’intelligenza artificiale, nonché i risvolti di carattere etico, giuridico e sociale di queste nuove tecnologie. Il seminario si terrà sulla piattaforma zoom e in diretta Facebook sulla pagina del Centro di Bioetica (https://www.facebook.com/ucbunipr)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova opportunità per le aziende dell’asse Spilimbergo-Maniago

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Per loro vi è la possibilità di essere coinvolte nel progetto di Cross Fertilization che vede protagonisti da una parte il Consorzio NIP- Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone e dall’altra la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo. Si tratta di una collaborazione volta a favorire l’innovazione e il trasferimento tecnologico, attraverso la possibilità per i team di lavoro delle imprese manifatturiere del territorio di beneficiare dell’impulso creativo derivante da un contesto socio-culturale dinamico com’è quello della Scuola Mosaicisti del Friuli.La prima azienda che ha già colto questa opportunità è la SIAP Spa insediata proprio in Zona industriale NIP di Maniago, che rappresenta il centro d’eccellenza del Gruppo Carraro per la componentistica e l’ingranaggeria di qualità. Il Vicepresidente del Gruppo e Presidente di SIAP, Tomaso Carraro, ha infatti visitato la sede della Scuola Mosaicisti insieme a Paolo De Col, che non solo è Direttore Generale e Consigliere d’amministrazione di SIAP ma è anche consigliere del CDA proprio del Consorzio NIP. Un incontro stimolante che ha messo in luce come sia possibile combinare l’arte con lo sviluppo imprenditoriale del territorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: sale ad aprile la fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Secondo i dati Istat resi noti oggi, ad aprile la fiducia dei consumatori sale da 100,9 a 102,3.”Bene, dato indubbiamente positivo e incoraggiante. L’accelerazione del calendario vaccinale, per quanto non ancora ottimale, ha certamente contribuito a dare speranze agli italiani, a creare un clima di maggior fiducia e a ritenere possibile un ritorno ad una vita quasi normale, almeno per questa estate, senza lockdown e soprattutto con la possibilità di poter tornare a lavorare a pieno regime” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Nonostante, quindi, le condizione reali di vita delle famiglie, ad esempio in termini reddituali, siamo rimaste immutate, migliorano le attese sia sulla situazione economica dell’Italia, da -0,8 a +6,3, che della famiglia, da -7,1 a -2,4. Attenzione, però, ora servono miglioramenti economici reali, altrimenti i dati ritorneranno a precipitare. Il giudizio sulla situazione economica dell’Italia, infatti, è ancora peggiorato” prosegue Dona.”Inoltre, siamo lontani anni luce dal clima di fiducia pre-Covid. Rispetto a febbraio 2020, ultimo mese pre-lockdown, la fiducia è inferiore di 8,5 punti, addirittura 9,7 punti rispetto a gennaio 2020, ultimo mese pre-pandemia” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Risalgono i prezzi dei carburanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Secondo i dati settimanali del ministero dello Sviluppo Economico pubblicati ora, rincarano ancora i prezzi dei carburanti, che si attestano, in modalità self service, a 1,577 euro al litro per la benzina e a 1,438 euro per il gasolio. “Italia in giallo e benzina in rosso. Dopo il rialzo di settimana scorsa, che interrompeva un trend in discesa che durava dal 29 marzo, continua la corsa dei carburanti, guarda caso proprio ora che riprendono gli spostamenti degli italiani” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Dall’inizio dell’anno, dalla rilevazione del 4 gennaio, un pieno da 50 litri è aumentato di 6 euro e 78 cent per la benzina e di 5 euro e 93 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 9,4% e del 9%. Su base annua è pari a una stangata ad autovettura pari a 163 euro all’anno per la benzina e 142 euro per il gasolio” prosegue Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

LGIM: perché l’high yield oggi è ancora molto attraente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Martin Reeves, Head of Global High Yield di Legal & General Investment Management (LGIM), spiega che le performance delle obbligazioni high yield sono state buone nel 2020. Quest’anno, in termini assoluti, i rendimenti saranno probabilmente più bassi; nonostante ciò, l’income sembra ancora buono, soprattutto se paragonato con altre asset class del settore fixed income, e le ragioni sono tre.Innanzitutto, i default degli emittenti di bond high yield stanno diminuendo sempre di più perché le società che presentavano i rischi maggiori per la maggior parte hanno già visto default, così che sul mercato sono rimaste solo le più forti. Questo “survivorship bias” ha un impatto positivo su tutto il settore, esattamente come gli enormi stimoli economici che si stanno applicando in tutto il mondo, e, a nostro avviso, dovrebbe contribuire a mantenere basse le previsioni di default.In secondo luogo, lo scorso anno abbiamo assistito a un numero record di downgrade, perciò adesso dovremmo assistere a una reazione opposta; pertanto, saranno gli astri nascenti (o rising star) e non i “fallen angel”, il cui rating è sceso al di sotto dell’investment grade, ad essere al centro dell’attenzione.Infine, l’high yield è una asset class dalla duration relativamente bassa. Riteniamo che questo la renda meno suscettibile a variazioni nelle aspettative inflazionistiche e, conseguentemente, ai corrispondenti cambiamenti nei rendimenti dei bond governativi.Mettendo assieme tutti questi elementi, dal nostro punto di vista la situazione che stiamo affrontando è simile a quella vista in passato a seguito di altre crisi. Riteniamo che probabilmente assisteremo ad ulteriori riduzioni degli spread nel prossimo futuro.Geograficamente parlando, tutte le aree possono registrare buone performance, sebbene la volatilità dei Treasury statunitensi potrebbe avere un impatto sui mercati emergenti e l’Europa potrebbe risentire di una campagna vaccinale a rilento. Attualmente, gli USA sono probabilmente in una posizione migliore per beneficiare dei proverbiali “ruggenti anni Venti”; anche se un basso tasso di default è positivo per la maggior parte delle aree del globo. Tra i settori, crediamo che quelli ciclici dovrebbero registrare buone performance; così come il settore energetico. Tuttavia, molto di questo “valore relativo” è già stato realizzato.Rimanendo sempre negli USA, particolarmente interessanti sono le società nel settore del tech, che si sono distinte soprattutto per l’andamento delle loro azioni. Queste sono sempre più presenti nel mercato high yield e, a nostro avviso, hanno una qualità molto alta. Tuttavia, gli investitori dovrebbero tenere sempre sotto controllo anche il miglioramento dell’affidabilità creditizia e gli aggiornamenti dei rating, che potrebbero avere delle conseguenze sui rendimenti.In termini assoluti possiamo dire che dipende tutto dai Treasury USA: mentre le obbligazioni high yield costituiscono un segmento a bassa duration, tutte le asset class della categoria fixed income soffrono se i tassi d’interesse precipitano.In termini relativi, invece, dipende da quanto questi ruggenti anni Venti dureranno. Se siamo all’inizio di un rimbalzo economico ciclico di lungo periodo, commisurato a dei vaccini efficaci e agli stimoli monetari e fiscali straordinari, allora questa asset class può registrare buone performance aggiustate per il rischio.Questa conclusione si basa, ovviamente, sull’ipotesi che probabilmente i rendimenti obbligazionari resteranno bassi più o meno ovunque e, paradossalmente, questo assunto sembra addirittura trovare conferma: minori sono i rendimenti del settore fixed income e tanto più alta è la richiesta di soluzioni high yield.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attuazione Recovery Fund va oltre governo Draghi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

“L’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) deve proseguire anche dopo la fine del governo guidato dal presidente del Consiglio Mario Draghi”. Lo ha detto il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola a 24 Mattino su Radio24. “Si deve proseguire sulla stessa linea. Questo piano funziona con degli anticipi di cassa dello Stato che vengono poi rimborsati dall’Ue sulla base degli avanzamenti”, ha spiegato Amendola a Radio 24, secondo cui bloccare provocherebbe “oltre al danno una beffa perchè perderemmo risorse del bilancio dello Stato”. “Non credo che un governo lo passa fare, sarebbe un delitto ai danni del Paese”, ha detto il sottosegretario agli Affari Europei.“I fondi stanziati nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) cambieranno la faccia del nostro Paese”. Lo ha detto il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola a 24 Mattino su Radio 24. “Questa filiera di risorse europea, cui si aggiungono altri 100 miliardi del bilancio Ue per il periodo 2021-27, serve a superare alcune diseguaglianze, come l’occupazione femminile e il divario fra nord e sud; dalla dotazione di asili, allo spreco d’acqua, sino alle fratture piu’ imponenti aggravate del Covid-19”, ha detto Amendola. Il Pnrrr “serve per dare forza alle imprese, anche attraverso la transizione ecologica e digitale, su cui l’Italia e’ in fondo alle classifiche europee”, ha detto ancora il sottosegretario a Radio 24, secondo cui si tratta di “una sfida che deve unire il paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi ha vinto e chi ha perso nell’anno del boom dell’e-commerce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Per comprendere meglio cosa sia cambiato nel comportamento dei consumatori durante il 2020 e quali novità le aziende possano aspettarsi in questo 2021, Trustpilot – la piattaforma di recensioni leader in Europa – ha esaminato l’attività globale dei consumatori sul portale da luglio 2020 fino a gennaio 2021 portando alla luce dati molto interessanti. Non sorprende più di tanto, invece, che “elettronica e tecnologia” sia risultata la seconda categoria di prodotti più ricercata su Trustpilot, visto che include elettrodomestici e dispositivi elettronici quali telefoni, computer e software. Dal momento che le persone sono rimaste chiuse in casa molto più a lungo di quanto fosse mai successo nella storia recente, i consumatori si sono dedicati a migliorare la propria vita quotidiana e ad acquistare prodotti che li avvicinassero al mondo esterno. Inoltre, considerata l’ondata di nuovi investitori entrati sul mercato all’inizio della pandemia e la generale situazione finanziaria instabile che ha colpito numerose famiglie, è facile capire perché la categoria “finanza e assicurazioni” si sia classificata al terzo posto nella lista dei settori più ricercati su Trustpilot. La pandemia, infatti, ha reso tutti più consapevoli di quanto velocemente possa cambiare la propria situazione economica di fronte a un evento come la diffusione del COVID-19, spingendo a ricercare la migliore soluzione per salvaguardare le proprie finanze, fra le tante opzioni disponibili. Le aziende B2B – in cui rientrano compagnie del settore Import & Export, Sales & Marketing, IT & Communication o Spedizioni & Logistica – hanno ricevuto più di 2,8 milioni di recensioni in cui è stato valutato il servizio offerto dall’azienda, ovvero il 12,5% di tutte le recensioni di questo tipo lasciate nello stesso arco di tempo. Sorprendentemente, malgrado la pandemia, seguono al secondo posto le aziende appartenenti al settore “shopping e moda” con più di 2,7 milioni di recensioni relative al servizio. Terzo posto del podio per “casa e giardino”. D’altronde la maggioranza della popolazione mondiale è stata chiusa nelle proprie case tutto l’anno, di conseguenza la gente ha investito tempo e denaro nel miglioramento della propria abitazione e nella cura di uno spazio verde. Il settore ha ricevuto approssimativamente 2,6 milioni di recensioni.Questi tre settori sono stati seguiti a ruota dal settore dell’elettronica (circa 2 milioni di recensioni) e da quello finanziario e assicurativo (circa 1,4 milioni).Terzo posto per una categoria che ha fatto registrare un vero e proprio boom nel 2020, quella legata ad “estetica e benessere”. Le aziende della categoria hanno ricevuto più di 388.000 recensioni di prodotti su Trustpilot, una cifra corrispondente al 12,9% di tutte le recensioni di quest’ambito. Fanno seguito il settore dell’elettronica (circa 227.000 recensioni) e quello dell’intrattenimento (circa 180.000).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bristol Myers Squibb investe in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

L’azienda ha scelto Leiden, in Olanda, per ospitare il nuovo sito di produzione di terapie cellulari in Europa, cogliendo l’opportunità della regione ‘delle scienze della vita’, in espansione vicino ad Amsterdam, e della comodità di accesso per la spedizione delle cellule dei pazienti. Nell’ambito dell’impegno nei confronti dei pazienti con tumori ematologici aggressivi e del suo crescente franchising nelle terapie cellulari, Bristol Myers Squibb si dedica ad un nuovo investimento per potenziare la capacità produttiva globale e offrire più rapidamente i trattamenti ai pazienti. Leiden sarà il quinto centro di produzione di terapie cellulari all’avanguardia dell’azienda e il primo in Europa, che si aggiunge a importanti partnership di produzione a livello globale. “L’elemento chiave dell’impegno di BMS nelle terapie cellulari è il continuo investimento in capacità produttive avanzate, l’espansione della nostra rete globale e la capacità di trattare i pazienti, riducendo i tempi di consegna e ottimizzando i costi”, afferma Ann Lee, Ph.D., Senior Vice President, Cell Therapy Development & Operations, Bristol Myers Squibb. “Continuiamo ad accrescere la nostra presenza in Europa e in particolare in Olanda, che offre un polo innovativo per le scienze della vita e talenti industriali a livello mondiale. Siamo impazienti di assumere nei prossimi anni centinaia di persone di talento che potranno unirsi al nostro team globale e partecipare al nostro percorso nell’ambito delle terapie cellulari”. La sede europea sarà focalizzata commercialmente sulla produzione di terapie cellulari multi-prodotto e sull’aumento della capacità produttiva. Sfrutterà tecnologie innovative, le più recenti attrezzature di produzione e sistemi digitali avanzati per assicurare l’accesso dei pazienti alle terapie cellulari. La progettazione e lo sviluppo della sede sono in corso e l’inizio della costruzione è previsto entro la fine dell’anno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La percezione della sostenibilità in Italia sta cambiando

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Oggi più che mai le aziende hanno bisogno di strumenti e di un approccio scientifico per misurare la sostenibilità a tutti i livelli del proprio business. Il Sustainability Impact Rating (SI Rating) è il primo algoritmo al mondo in grado di misurare il livello di sostenibilità – ambientale, di governance e sociale – delle aziende, basato su strumenti internazionalmente riconosciuti, al fine di guidarle verso un approccio di business realmente sostenibile. È stato creato da ARBalzan, startup innovativa italiana fondata nel 2016 da Ada Rosa Balzan.Il SI Rating, l’unico algoritmo basato su strumenti internazionalmente riconosciuti, è stato studiato per essere adattato a ogni singolo settore di business e si adegua perfettamente a ogni tipologia di azienda (organizzazioni, imprese, PMI o multinazionali) senza limiti di settore, di attività o di sede e di settore. L’algoritmo sviluppa oltre 80 miliardi di combinazioni, ottenendo un report di sostenibilità dettagliato e puntuale, utile alle imprese non solo per monitorare il loro modello di business, ma anche per formulare strategie oggettive e comunicabili, avere una analisi dei rischi spendibile anche nei contesti finanziari di accesso al credito. Basato su standard ISO, Regolamenti Europei, Linee guida, validato da Rina, ente di certificazione internazionale, ed in collaborazione con SASB (Sustainability Accounting Standards Board), SI Rating offre alle aziende la possibilità concreta per misurare, monitorare la propria sostenibilità, per comunicare in maniera oggettiva i propri obiettivi senza rischiare di cadere in casi di greenwashing e social washing, rispettando i criteri ESG e SDGs a tutti i livelli del business. Con questo strumento l’azienda ottiene non solo un punteggio complessivo finale ma anche la descrizione di come gestisce ogni singola tematica ambientale, sociale e di governance e di ognuno dei 17 obiettivi delle Nazioni Unite.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

PNRR: sfide e opportunità per il sistema Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Giovedì 29 aprile a partire dalle 9:00 si terrà in forma digitale l’evento RECOVERY PLAN, PNRR: sfide e opportunità per il sistema Italia, organizzato dal Sole 24 Ore e Radio 24, nel corso del quale si discuterà del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza con il quale sono in arrivo i fondi europei che permetteranno di attuare il programma Next Generation EU a livello nazionale. Articolato in 6 macro-missioni, il programma è lo strumento per la ripartenza dell’Italia e per realizzare le riforme che consentiranno di accelerare sul fronte dell’innovazione e della digitalizzazione. Un’opportunità per le nostre imprese, che giocheranno un ruolo centrale nel processo di sviluppo e di rilancio del nostro sistema economico: spetterà a loro governare il processo di transizione verso un Paese più sostenibile, digitale ed inclusivo.Intervengono, tra gli altri, Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione, Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili; Andrea Orlando, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna; Antonio Decaro, Presidente Anci e sindaco di Bari; Giovanni Brugnoli, Vicepresidente per il Capitale Umano Confindustria; Fabrizia Lapecorella, Direttore Generale delle Finanze, MEF; Maurizio Stirpe, Vicepresidente per il Lavoro e le Relazioni Industriali Confindustria. L’evento è gratuito previa iscrizione su https://virtualevent.ilsole24ore.com/recovery-plan/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambiamento climatico e costi alle imprese italiane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Il cambiamento climatico costa al sistema economico, e non poco: esaminando dieci anni (2009-2018), un grado in più di temperatura ha determinato una riduzione media di fatturato e redditività per le imprese italiane pari rispettivamente a -5,8% e -3,4%. Se poi si considerano le variazioni effettive del clima nelle varie aree geografiche, nel solo 2018 – anno particolarmente caldo – il nostro tessuto imprenditoriale ha registrato mancati ricavi per 133 miliardi di euro, con le maggiori perdite percentuali al Nord Est e al Centro. È quanto emerge dal primo anno di attività dell’Osservatorio Climate Finance della School of Management del Politecnico di Milano, che oggi alle 15 presenterà i principali risultati in un convegno online dove interverranno istituzioni, imprese, investitori e associazioni di categoria. Perché il surriscaldamento globale, causa sempre più frequente di eventi meteorologici estremi, è ormai a pieno titolo un tema economico. “Abbiamo sviluppato un database che incrocia le informazioni economico/finanziarie su 1.154.000 imprese in Italia tra il 2009 e il 2018 (22 milioni in Europa) con i dati metereologici di temperatura, piovosità, irraggiamento solare dal 1950 – spiega Vicenzo Butticè, vicedirettore dell’Osservatorio – per trovare evidenze empiriche solide sul rapporto che lega clima e sistema economico”. Ne sono derivate metriche affidabili per supportare gli enti regolatori, le istituzioni finanziarie e le realtà produttive nell’analisi economico/finanziaria del cambiamento climatico. L’Osservatorio ha infatti calcolato i danni reali, non ipotetici, dovuti all’aumento della temperatura di 1 grado centigrado in Italia: le piccole imprese sono quelle che più hanno perso in redditività (-4%, a fronte del -5,3% di fatturato), mentre le grandi realtà, potendo meglio agire sui costi e sui processi, nonostante una diminuzione di ricavi e di domanda pari quasi al triplo (-14,6%), hanno contenuto la perdita di marginalità a -3,6%. L’importanza della quantificazione dei rischi, specialmente nel settore finanziario, è dimostrata dall’intensa attività svolta dagli enti regolatori europei: tra la fine del 2020 e i primi mesi del 2021 le autorità di controllo del mercato (ESMA), del settore bancario (EBA) e del settore assicurativo (EIOPA) hanno pubblicato una serie di documenti volti a identificare gli strumenti e le metriche per quantificare l’esposizione climatica delle attività in portafoglio. Estremamente rilevante per la gestione del rischio climatico è poi l’azione della BCE, che a marzo ha reso noti i primi risultati di un’analisi condotta su circa 4 milioni di imprese e 2.000 banche per identificare l’esposizione del sistema finanziario fino ai prossimi 30 anni. I dati mostrano come i costi per adottare ora strategie di adattamento e mitigazione siano di gran lunga inferiori a quelli che si rischia di dover pagare in futuro: secondo la BCE, la probabilità di default delle banche sarà tanto più elevata quanto minori saranno le azioni intraprese dal sistema economico per modificare la traiettoria di incremento della temperatura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

‘Un’estate in rifugio’, il nuovo libro per ragazzi di Sofia Gallo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Un’appassionante storia di montagna, amicizia, amore e coraggio, che mostra come un’estate sulle Terre alte possa cambiare la vita, in particolare quando si hanno tredici anni. Il 29 aprile esce in libreria Un’estate in rifugio di Sofia Gallo, pubblicato da Salani Editore con la collaborazione del Club alpino italiano per la collana di narrativa per ragazzi “I caprioli”.Il protagonista della storia è Giorgio, tredicenne torinese che deve trascorrere i mesi estivi in un rifugio vicino a La Thuile, in Valle d’Aosta, lontano dalle comodità di casa. Il padre infatti ha deciso di abbandonare il lavoro in banca per dedicarsi alla gestione del rifugio, mentre la madre se ne andrà a insegnare in una scuola francese. Giorgio non la prende bene, non capisce l’improvvisa voglia dei suoi genitori di cambiare vita. Ma soprattutto non sa come farà a trascorrere tre lunghi mesi senza amici e senza la fidanzatina Margherita. In montagna però lo attendono nuovi compagni e avventure emozionanti. E poi c’è Katina, misteriosa ragazza dai ricci color rame e dai dolci sorrisi, che farà crollare ogni sua certezza. Un’estate in rifugio è un romanzo delicato e profondo, uno spaccato di vita che intende guidare i giovani lettori attraverso i primi moti del cuore adolescenziali. Giovani lettori che vengono accompagnati in alta montagna per comprendere la sfida con se stessi necessaria a superare la paura di affrontare nuove esperienze.«Questo libro di Sofia Gallo, apprezzata scrittrice per ragazze e ragazzi, ci fa scoprire le risorse e le opportunità che un’esperienza di vita in un rifugio ad alta quota può offrire agli adolescenti», afferma il presidente del Centro operativo editoriale del Cai Alessandro Pastore. «Percezione dell’ambiente naturale e senso dell’avventura, emozioni e primi amori si intrecciano in un racconto coinvolgente immerso nel mondo alpino. Un nuovo, efficace frutto della collaborazione da tempo avviata fra la casa editrice Salani e il Cai».Sofia Gallo è nata, vive e lavora a Torino. Insegnante e consulente editoriale, da più di quindici anni si occupa di letteratura per ragazzi e ha pubblicato numerosi racconti e romanzi, ricevendo riconoscimenti e premi. Da sempre fa escursioni in montagna, che conosce e ama appassionatamente. È socia del Club alpino italiano dall’età di tredici anni.Un’estate in rifugio sarà presentato per la prima volta al Trento Film Festival domenica 2 maggio. L’appuntamento si terrà alle 11.30 in diretta su Radio Dolomiti (anche online su http://www.radiodolomiti.com e sulla pagina Facebook dell’emittente radiofonica).Il libro (180 pagine, formato 14×21,8 cm) è acquistabile in libreria a un prezzo di 13,90 euro. I Soci del Cai potranno acquistarlo a prezzo scontato su store.cai.it

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Green Star-Sostenibilità 2021” a Sace

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

SACE ha ricevuto il sigillo di qualità “Green Star Sostenibilità 2021” nel settore Assicurazioni come una delle aziende più sostenibili in Italia. La classifica, che si basa sui temi della responsabilità ambientale, economica e sociale, è stata stilata dall’istituto tedesco ITQF e il suo media partner La Repubblica Affari & Finanza.Per il conferimento di questa certificazione, sono state raccolte circa un milione di informazioni sul tema per decretare le aziende più sostenibili del Paese nel 2021. In particolare, tali dati sono stati analizzati e verificati sul web, nell’arco temporale degli ultimi 12 mesi, sviluppando in questo modo la più grande ricerca sulla sostenibilità in Italia. Le “Green Star”, infatti, sono quelle aziende che più si sono impegnate attraverso strategie di green economy, con il preciso intento di minimizzare l’impatto nel pieno rispetto dell’ambiente e della società.Nell’ultimo anno, attraverso il Decreto Semplificazioni del luglio 2020, SACE ha aggiunto un nuovo fondamentale tassello alla sua operatività, diventando protagonista del Green New Deal italiano nel più ampio piano europeo che promuove un’Europa pulita e circolare. SACE, che in soli 5 mesi ha approvato le prime operazioni per oltre 900 milioni di euro, può quindi rilasciare garanzie pubbliche in favore di progetti che diano forte impulso alla sostenibilità ambientale, nella consapevolezza che questo tema è e sarà fondamentale per la transizione ecologica del Paese, con notevoli impatti sulle generazioni future. Nello specifico, SACE valuterà progetti sul territorio domestico in grado di agevolare la transizione verso un’economia a minor impatto ambientale; integrare i cicli produttivi con tecnologie a basse emissioni per la produzione di beni e servizi sostenibili; promuovere iniziative che hanno l’obiettivo di sviluppare una nuova mobilità a minori emissioni inquinanti, soprattutto per l’uso di veicoli puliti e carburanti alternativi e per progetti di mobilità multimodale. SACE ha un ruolo all’avanguardia nel mondo finanziario poiché è la prima ad emettere un rating green relativo ai progetti, un compito che di solito viene affidato ad agenzie specializzate e che, consente a SACE di avere un ruolo fondamentale nella conclusione dell’operazione finanziaria. I Green, grazie alla garanzia SACE, avranno accesso al funding più agevolmente. SACE, attraverso il rating di transizione Green, agirà da facilitatore verso la trasformazione industriale.Ma l’esperienza di SACE in ambito green non nasce oggi. Da circa vent’anni, infatti, si avvale di un’unità specializzata per la valutazione degli impatti ambientali in base alle linee guida internazionali dell’OCSE. Tra questi, un esempio recente è Viking Link, il primo ‘green loan’ con garanzia Export Credit Agency, per la realizzazione della più grande interconnessione elettrica sottomarina al mondo tra Regno Unito e Danimarca. SACE ha supportato un grande player come Prysmian con tecnologia made in Italy, oltre a un’ampia filiera di PMI italiane subfornitrici. E l’operazione ha appena ricevuto il premio “Perfect Deals of the Year 2021” di TXF, una delle principali riviste internazionali specializzate in trade & export finance. Tale nuovo riconoscimento si aggiunge a quello già ottenuto da parte del TUV (l’ente indipendente di certificazione, ispezione, testing, collaudi e formazione, il quale offre servizi certificativi in ambito qualità, energia, ambiente, sicurezza e prodotto) che ha certificato i processi legati alle garanzie green.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di Esperto in Cerimoniale e Protocollo Nazionale e Internazionale in web live

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

La Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale – SIOI organizza il Corso di Esperto in Cerimoniale e Protocollo Nazionale e Internazionale (17 maggio – 14 giugno 2021), giunto alla 29ª edizione.Il Corso mira a far acquisire la conoscenza delle regole del cerimoniale e del codice di comportamento formale presente nei diversi aspetti delle relazioni pubbliche internazionali. Il Protocollo è l’insieme di regole che disciplinano il cerimoniale in generale riferito ai suoi aspetti codificati.Il Corso è rivolto ai giovani interessati ad intraprendere una carriera nelle relazioni pubbliche internazionali, ma anche ai dirigenti e funzionari della Pubblica Amministrazione, ai funzionari delle Ambasciate estere in Italia e al personale delle strutture private coinvolte nell’organizzazione di eventi di rilevanza nazionale e internazionale.Le opportunità di lavoro in questo settore sono molteplici; quella del cerimoniere è una professione in continua trasformazione, che non perde mai di interesse. È, inoltre, particolarmente stimolante perché presenta sfide sempre nuove, e per svolgerla al meglio occorrono capacità organizzative e di gestione, flessibilità, cura ed attenzione ai dettagli, inclinazione personale e conoscenza di una pluralità di regole e codici di comportamento differenti.Tra le numerose tematiche che il programma del Corso approfondisce, si segnalano il Cerimoniale di Stato, il Cerimoniale Diplomatico, il Cerimoniale Islamico, Ebraico, Cinese e Indiano, il Cerimoniale del Vaticano, il Galateo Istituzionale. Una sezione è dedicata al Protocollo Olimpico e agli Eventi Sportivi Internazionali e un’attenzione particolare è riservata alle evoluzioni più recenti, con i moduli dedicati al Cerimoniale ai tempi della pandemia, alla Comunicazione degli Eventi Online e alla Netiquette. L’attività didattica consiste in nove incontri in modalità live streaming, due volte a settimana, il lunedì e il martedì dalle ore 10.00 alle 13.00.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I benefici delle vitamine D3 e K2

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Le vitamine D3 e K2 sono essenziali per il benessere e la salute dell’uomo. Le 2 vitamine hanno poi la capacità di agire in sinergia per un binomio perfetto, che permette la protezione delle ossa e del sistema cardiovascolare allo stesso tempo.La presenza della Vitamina D3 nel corpo umano è indispensabile per la sua funzione nel favorire l’assorbimento del calcio, così come fondamentale è la presenza della Vitamina K2 che, mediante la carbossilazione, attiva l’osteocalcina e favorisce la mineralizzazione ossea. Oltre a svolgere un’azione di prevenzione cardiovascolare con l’attivazione della proteina MGP (Matrix Gla Protein), che mobilizza il calcio dai tessuti molli e dalle arterie, prevenendo la calcificazione vascolare. Per sfruttare al meglio i benefici apportati da queste vitamine sono stati creati due diversi formulati: FITOK2 e FITOD3.L’assunzione di FITOK2 e FITOD3 è utilissima per favorire il metabolismo osseo, poiché, come abbiamo visto, la Vitamina D3 favorisce l’assorbimento del calcio nel sangue, mentre la Vitamina K2 ne facilita il fissaggio nelle ossa.Ma i casi in cui questo abbinamento risulta molto vantaggioso non si fermano qui, dimostrandosi utile anche nei momenti in cui si assumano dosaggi elevati di Vitamina D3 e in presenza di ipercalcemia, per contrastare gli effetti negativi delle statine che con il loro meccanismo d’azione abbassano i livelli di Vitamina D3 presenti nel corpo.FitoD3 Soft Gel e FitoK2 Soft Gel sono inoltre unici nel loro genere poiché realizzati con la tecnologia “Vegetal Softgel”.Questa innovativa tecnologia veicola infatti i principi attivi liposolubili, in una matrice oleosa quale l’Olio Extra Vergine di Oliva Biologico (EVO) ad alto contenuto in polifenoli, prodotto in Toscana, consentendo una più rapida ed efficace assimilazione nell’organismo rispetto ai comuni integratori in compresse.La tecnologia “Vegetal Softgel” è poi esente da OGM, lattosio, glutine, solventi, metalli, soia ed è adatta a chi segue un’alimentazione vegana, grazie alla presenza di gelatina di origine esclusivamente vegetale.FITOK2 e FITOD3 vanno assunte, preferibilmente, separate: FitoD3 al mattino e FitoK2 alla sera, poiché hanno lo stesso bersaglio e lo stesso sito di assorbimento, l’intestino, e possono quindi entrare in competizione riducendone l’efficacia. FITOD3, dal canto suo, quando utilizzata da sola stimola il normale funzionamento del sistema immunitario ed entra a far parte dei meccanismi che regolano le funzioni di assorbimento ed utilizzo di calcio e fosforo.L’impiego di FITOK2 da sola risulta particolarmente interessante per prevenire la calcificazione delle arterie, perché procede all’attivazione del più importante inibitore della mineralizzazione delle arterie: la MGP, Matrix Gla Protein.Anche i soggetti diabetici traggono beneficio dal suo utilizzo, grazie all’azione di antagonismo che esplica nella decalcificazione delle arterie provocata dalla malattia.Inoltre, è un ottimo coadiuvante delle terapie antibiotiche, perché sopperisce alla diminuzione della produzione di vitamina K2, da parte dei batteri buoni, dovuta al dismicrobismo intestinale che tali terapie comportano.Va da sé che l’uso degli integratori non può essere considerato il sostituto di uno stile di vita sano e regolare, di cui faccia parte anche una dieta varia ed equilibrata.Per saperne di più sulle vitamine D3 e K2 rimandiamo al sito internet http://www.fitopreparatoriItaliani.com.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tumori rari del cavo orale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

E’ stato pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Patology uno studio tutto italiano sull’ameloblastoma, un raro tumore aggressivo del cavo orale e dei denti, con un’incidenza di un caso ogni 2 milioni di persone. Lo studio, coordinato dall’ASST Papa Giovanni XXIII che ha coinvolto 11 centri di ricerca, indaga alcuni aspetti genetici del tumore,con l’obiettivo di aggiornare la diagnosi e le cure, mettendo in risalto l’importanza del follow up per contrastare il rischio recidiva. L’ameloblastoma si sviluppa nella mandibola o, più raramente, nella mascella, colpisce in pari misura gli uomini e le donne di età compresa tra 30 e 60 anni, rappresentando meno dell’1% dei tumori del collo. Lo studio clinico, osservazionale e multicentrico, ha permesso di esaminare a posteriori le cartelle cliniche dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico per ameloblastoma negli 11 centri partecipanti, in un arco temporale di 20 anni. Complessivamente, sono stati inclusi 74 pazienti seguiti nel follow up per almeno 60 mesi dopo l’intervento, i cui erano disponibili. Sulla base dei dati clinico-istopatologici e dei campioni anatomici analizzati, i ricercatori hanno potuto verificare che nel 30% dei casi si è presentata una recidiva. Per questo raccomandano l’importanza del follow up per valutare tempestivamente il trattamento adeguato. Lo studio ha indagato il ruolo della mutazione genetica di una proteina – mutazione conosciuta come BRAF V600E – la cui presenza è conosciuta da tempo per alcuni tipi di tumori. Nei melanomi metastatizzanti, per esempio, si è scoperto che questa mutazione può essere affrontata con un trattamento farmacologico mirato, scongiurando così in alcuni casi il ricorso all’intervento chirurgico. Nel caso dell’ameloblastoma, gli studiosi hanno escluso anzitutto la correlazione tra questa mutazione genetica e le caratteristiche cliniche del tumore e gli esiti di sopravvivenza del paziente. In pratica, nei pazienti che presentano questa mutazione genetica la prognosi non è peggiore rispetto ai pazienti che ne sono privi. Nessuna correlazione è stata rilevata con il rischio di recidiva. La BRAF V600E è però associata ad un’età più giovane del paziente, alla localizzazione del tumore nella mandibola (e non nella mascella) e alla sua variante monocistica. Per la ASST Papa Giovanni XXIII hanno collaborato a questo studio clinico, per la parte di coordinamento, l’Anatomia patologica di Andrea Gianatti e l’Oncologia del melanoma con il responsabile Mario Mandalà, attualmente professore dell’Oncologia medica all’Università di Perugia. Promotore dello studio è stata l’Unità di Odontoiatria e stomatologia diretta da Umberto Mariani. In particolare, lo specialista ambulatoriale di odontostomatologia Riccardo Bonacina ha ideato lo studio e, in qualità di principal investigator, ha coinvolto e coordinato 11 centri italiani tra cui le Università di Milano, Padova, Roma, Torino. E’ stata così messa a frutto l’ampia esperienza maturata dall’Odontoiatria e stomatologia del Papa Giovanni XXIII su questa rara patologia odontogena, in collaborazione con la Chirurgia maxillo-facciale diretta da Antonino Cassisi, che si occupa dell’intervento chirurgico di rimozione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La diagnosi precoce dell’Alzheimer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Anche se viene considerata una patologia dell’età avanzata, la malattia di Alzheimer può colpire persone relativamente giovani, al di sotto dei 65 anni di età. In questi casi diventa ancora più importante avere una diagnosi precoce. Con questo obiettivo, il Dipartimento di Fisica Medica ed Ingegneria dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS), in collaborazione con la Huazhong University of Science and Technology (HUST) di Wuhan, in Cina, e con l’Università di Roma Tor Vergata, ha ora realizzato una nuova tecnica di indagine automatica delle immagini PET (Tomografia a Emissione di Positroni).Il nuovo metodo diagnostico, pubblicato sulla rivista scientifica European Journal of Nuclear Medicine and Molecular Imaging, si basa sulla cosiddetta “texture analysis”, l’esame delle caratteristiche presenti nelle varie zone di una immagine. Il gruppo di ricercatori ha concentrato la sua attenzione sulle placche di Beta-amiloide (Aβ) che si accumulano in determinate aree cerebrali. Le concentrazioni di questa proteina, considerata tipica della malattia di Alzheimer, possono essere evidenziate da un normale esame PET, le cui immagini vengono tradizionalmente esaminate dall’occhio esperto del Medico Nucleare. Ora un esame computerizzato ha permesso ai ricercatori di definire quattro caratteristiche principali capaci di distinguere in modo automatico l’Alzheimer precoce da quello che compare in età avanzata.“Questa nuova capacità di analisi delle immagini PET – dice Nicola D’Ascenzo, professore nel Dipartimento di Ingegneria Biomedica della HUST e Responsabile del Dipartimento di Fisica Medica ed Ingegneria del Neuromed – ci consente di individuare le caratteristiche tipiche dell’Alzheimer in persone relativamente giovani. Questo potrà fornire ai neurologi uno strumento in più, un vero e proprio marcatore della malattia, che li aiuterà nel diagnosticare più rapidamente la malattia in persone di età inferiore ai 65 anni, aiutando a distinguerla da altre patologie che possono avere gli stessi sintomi iniziali. E vorrei sottolineare che proprio in questi pazienti la diagnosi precoce è estremamente essenziale per pianificare gli interventi terapeutici”. La ricerca nasce nell’ambito di un progetto internazionale tra Italia e Cina, finanziato dai Ministeri degli Affari Esteri dei due Paesi (MAECI Great Relevance 2019 contributions Italy-China (Grant No. PGR00846), che punta allo sviluppo di nuovi strumenti tecnologici, software e statistici capaci rivoluzionare l’analisi delle immagini PET. (fonte: http://www.adnkronos.com)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Situazione cimiteriale a Roma: La Lega scrive alla procura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

“La situazione dei cimiteri capitolini è diventata ormai insostenibile e al collasso. Mesi di attesa per le cremazioni, cimiteri esauriti, scandali e disservizi di ogni tipo che vengono ripetutamente segnalati dai parenti dei defunti disperati per una situazione grave che viene costantemente ignorata dai vertici dell’Ama e dall’amministrazione capitolina”. A denunciarlo in un esposto presentato alla Procura della Repubblica sono i dirigenti romani della Lega Salvini Premier, Fabrizio Santori e Monica Picca, e la portavoce del Comitato per la Tutela dei Cimiteri Flaminio Prima Porta Verano e Laurentino, Valeria Campana. “Dal documento depositato emerge chiaramente che a tormentare i cittadini nel momento del dolore hanno avuto un ruolo decisivo i ritardi nel l’approvazione dei bilanci e l’esiguità dei fondi stanziati per gli interventi sia per l’ordinaria gestione che per investimenti strutturali più volte annunciati ma mai intrapresi. Ma anche la burocrazia ha contribuito a peggiorare la situazione, che si tratti di doppi passaggi per una autorizzazione alla sepoltura o cremazione o al rilascio di una concessione. Le gravi urgenze già esistenti nel 2017 sono oggi emergenza. Il rispetto del dolore dei cittadini non può essere oggetto di scelte contabili o politiche di bilancio, tanto meno dell’attesa di settimane per un timbro”. “Tra le ulteriori criticità riscontrate vi è ora l’impossibilità di dare sepoltura ai defunti in tempi ragionevoli, che si tratti di cremazione o deposizione a terra o in loculo. I gravi ritardi accumulati non permettono neanche di esumare le salme con concessione scaduta con celerità e le famiglie sarebbero costrette a lasciare i resti mortali in camera mortuaria, che nel frattempo è già colma, questo perché loculi ossari disponibili ormai non ce ne sono più. Queste segnalazioni provengono da tutto il territorio. Una situazione da terzo mondo che Roma non merita”, si legge nell’esposto. “Lo scopo di questa denuncia – conclude l’esposto – è di esortare scelte congrue ed efficienti per trovare in tempi rapidi soluzione ad una situazione inammissibile con il fine di riportare rispetto e decoro nei cimiteri romani. Il nostro obiettivo sarà anche quello di rappresentare le istanze delle tante persone anziane in merito e che sono rimaste inascoltate, chiedendo soluzioni ai problemi sorti all’interno degli 11 cimiteri comunali, che hanno un’estensione territoriale complessiva di oltre 250 ettari”. Lo dichiarano in una Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini Premier.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima oblata donna al mondo dell’Ordine di Sant’Agostino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Cascia (Perugia) Si è tenuta nella Basilica della santa degli impossibili la cerimonia di oblazione che ha visto l’ammissione di Alessandra Paoloni come oblata secolare della comunità delle monache agostiniane di Cascia. La storica giornata ha segnato due primati, perché Alessandra è la prima laica che si unisce in questo modo alle claustrali di Santa Rita ed anche la prima donna al mondo riconosciuta oblata secolare presso un monastero dell’Ordine di Sant’Agostino. Questa forma particolare di consacrazione, infatti, dopo esperienze nel medioevo, non era più prevista nelle costituzioni delle comunità monastiche agostiniano. Ora, è stata istituita in modo eccezionale per Alessandra, con la conferma del Priore Generale dell’Ordine, Padre Alejandro Moral Antón.Dopo il rito della sua promessa, presieduto da Madre Maria Rosa Bernardinis, Priora del Monastero Santa Rita da Cascia, Alessandra, che ha scelto la comunità ritiana di Cascia per esprimere la sua speciale consacrazione, ha detto: “Mi sento profondamente legata spiritualmente e affettivamente a questa famiglia agostiniana-ritiana, che mi ha fatto crescere e diventare quella che sono oggi. Grazie alle monache che mi hanno concesso questo privilegio. Spero di esserne degna e di portare nel cuore la frase che Suor Teresa mi diceva sempre: fai il bene Ale e ti tornerà solo che bene”. Pur rimanendo nello stato laicale e continuando a vivere nel proprio ambiente famigliare e sociale, Alessandra è “aggregata spiritualmente” – questa è la formula tecnica usata – alla comunità monastica di Santa Rita. Attraverso la sua promessa formale di abbracciare la Regola di Sant’Agostino, in sintonia con il Monastero Santa Rita, offre la sua vita a Dio attraverso l’oblazione, secondo la spiritualità, il carisma e la tradizione agostiniani. La mano di Alessandra, quindi, si aggiunge a quella delle monache, nell’operare per diffondere la carità e il messaggio di Santa Rita da Cascia.Il legame tra Alessandra e le Monache è quello di una vera famiglia, cresciuto e coltivato da quando era piccola. Il suo percorso, umano e spirituale, dal 2005, l’ha vista diventare segretaria generale della Pia Unione Primaria Santa Rita, una grande associazione nata presso il Monastero Santa Rita, che oggi conta migliaia di iscritti in ogni parte d’Italia e del mondo. La PUP, unisce coloro che cercano Dio, sulle sante orme di Agostino e Rita, seguendo e diffondendo concretamente i loro valori e il loro vissuto. Fonte: ww.santaritadacascia.org/fondazione

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »