Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 21 maggio 2021

Il Vittoriale degli Italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Gardone Riviera (BS) ospita, fino al 12 settembre 2021, la prima tappa del progetto itinerante #DantePOP dell’artista Sandra Rigali, teso a ripercorrere un ponte pop-letterario tra Lombardia e Toscana nel nome del Sommo Poeta. Curata da Alice Traforti, la mostra sarà inaugurata domenica 20 giugno, in occasione dell’evento per il centenario del Vittoriale. «Il 2021 è un anniversario straordinario – scrive Giordano Bruno Guerri, Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani – perché si celebrano non solo i settecento anni dalla morte di Dante ma anche i primi cento anni di vita del Vittoriale. Un filo rosso unisce questi due grandi Italiani, Dante e d’Annunzio, entrambi artefici della parola e cultori della Bellezza salvifica: la comune appartenenza è talmente sentita dal poeta delle Laudi da fargli affermare con vanità La poesia italiana comincia con 200 versi di Dante e – dopo un lungo intervallo – continua in me».A quattro anni dal progetto espositivo del 2017, Sandra Rigali torna al Vittoriale degli Italiani con una mostra personale ancora una volta strettamente connessa al luogo che la ospita, ovvero la cittadella monumentale fatta costruire da Gabriele d’Annunzio sulle rive del Lago di Garda. Un nucleo di opere sarà infatti dedicato al dialogo tra Dante e d’Annunzio, mettendo in luce l’apporto determinante che ciascuno dei due ha dato alla lingua Italiana.Il percorso espositivo, allestito all’interno della struttura del MAS (il motoscafo anti sommergibile utilizzato per la celebre “Beffa di Buccari”), comprende una cinquantina di opere inedite e create appositamente per #DantePOP tra il 2020 e il 2021, e due lavori dedicati a d’Annunzio realizzati nel 2017.Tele di grande formato e piccole formelle accompagnano il visitatore, come le cartoline di un viaggio in Italia, attraverso luoghi reali e immaginari, nei quali si esplicano alcuni momenti significativi dell’opera dantesca, legati alle sue idee più all’avanguardia, come il ruolo della donna e la lingua come specchio della società. Dal punto di vista tecnico, l’artista fa uso di una pittura stratificata, più o meno materica, che comprende anche collage, ritagli di quotidiani e copertine (principalmente il Corriere della Sera, La Repubblica e l’inserto D-Repubblica), con interventi dattiloscritti e dettagli impreziositi con la foglia d’oro. Il progetto #DantePop è realizzato in collaborazione con Fondazione Il Vittoriale degli Italiani e Fondazione Giovanni Pascoli del circuito GardaMusei, con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Gardone Riviera e Comune di Barga, con il supporto di Toscolano paper e Villa Pascoli onlus; media partner The Art Post Blog ed ArTalkers.it. La mostra #DantePop è allestita all’interno della struttura del MAS, accessibile ogni giorno dalle 9.00 alle 20.00 con il biglietto di ingresso al Parco monumentale. Per informazioni ed approfondimenti: http://www.vittoriale.it, http://www.sandrarigali.com. La seconda tappa del progetto #DantePop si terrà dal 25 settembre al 6 novembre 2021 presso le Stanze della Memoria di Barga (LU), con l’aggiunta di un ulteriore nucleo di lavori sul legame tra Dante e Pascoli. È previsto un catalogo complessivo, con testi di Giordano Bruno Guerri (Presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani), Alessandro Adami (Presidente della Fondazione Giovanni Pascoli) e Alice Traforti (critica d’arte), che presenterà la mostra nella sua interezza. Tra gli eventi collaterali si segnalano la partecipazione all’annuale serata dedicata alla celebrazione di Giovanni Pascoli, organizzata dalla Fondazione Giovanni Pascoli (Barga, 10 agosto 2021), la presentazione del manifesto #DantePOP in occasione della seconda edizione del festival di arte pubblica Gallicano Paste-Up!, che vede Sandra Rigali alla guida artistica (Gallicano, luglio-agosto 2021) e la presentazione del catalogo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un’ottima stagione degli utili e le mosse delle Banche Centrali sostengono la ripresa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

A cura di Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm. Ad aprile l’attenzione degli investitori si è spostata sui fondamentali societari. Ricordiamo che in questo periodo dell’anno le aziende riportano i propri risultati del primo trimestre: un appuntamento mai atteso come quest’anno con i mercati che aspettavano la conferma dei tanti segnali di un boom economico imminente. I risultati economici delle aziende fanno riferimento al primo trimestre in cui la campagna vaccinale è entrata nel vivo in molte delle geografie più importanti per i mercati finanziari. Le aspettative si erano tarate di conseguenza, dei risultati positivi erano certamente attesi. I risultati per ora sono significativi soprattutto per le società statunitensi. Con tre quarti delle società che hanno già pubblicato i numeri relativi ai primi tre mesi del 2021, la sorpresa è stata decisamente positiva. A livello di utili, è stata superiore al 20%, confermando una piena ripresa delle attività del mondo delle società quotate a stelle e strisce. In particolare, hanno sorpreso molto in positivo i titoli finanziari, i titoli energetici e i grandi distributori, sia online che non. Le prime hanno beneficiato di un contesto economico favorevole sia lato trading, con molti volumi, fusioni e acquisizioni e quotazioni, sia lato bancario, con la pendenza delle curve dei tassi in risalita a spingere la marginalità delle banche (quando i tassi di lungo termine si alzano, evidentemente, chi presta soldi si trova in una posizione di vantaggio). I titoli energetici hanno, invece, cavalcato l’onda del fortissimo rally delle materie prime – mentre la grande distribuzione, sta ancora beneficiando delle grandi manovre fiscali espansive del governo degli Stati Uniti che hanno permesso, a fronte di un notevole incremento della disoccupazione, di aumentare le risorse nelle tasche dei consumatori americani. In Europa è ancora presto per un bilancio. Tuttavia, anche da questa parte dell’Oceano i risultati parlano chiaro: utili e ricavi ben oltre le aspettative e con crescita a doppia cifra. Ricordiamo che in Europa la pandemia aveva colpito prima che negli Stati Uniti e, pertanto, i numeri relativi a questo trimestre sono ancora di più distorti al rialzo se paragonati a quelli dello scorso anno. Siamo ancora sotto i livelli pre Covid, ma gli analisti si aspettano che per fine anno i numeri superino i numeri di fine 2019. Con il rinnovato focus sui fondamentali societari non stupisce che tra fine marzo e aprile abbiamo assistito ad alcune interessanti rotazioni sia all’interno del comparto azionario sia su tutte le asset class. I titoli growth a più alta capitalizzazione hanno sovraperformato in maniera rilevante il resto dei settori, invertendo di netto la tendenza vista nei mesi precedenti. I titoli value, a bassa capitalizzazione e ad alto dividendo, grandi protagonisti del primo trimestre, hanno sottoperformato i titoli tecnologici e digitali che, come dicevamo prima, hanno beneficiato di una stagione degli utili ancora una volta strabiliante, confermando la capacità non solo di mantenere i margini guadagnati durante il lockdown, ma addirittura di espandersi. Interessante notare che questa rotazione abbia coinciso con un cambiamento delle dinamiche all’interno del mondo governativo, dove la risalita dei tassi in US si è fermata e gli strumenti a più lunga duration hanno sovraperformato. In Europa, invece, i tassi hanno continuato a salire leggermente. Con i numeri di maggio sull’inflazione più forti delle attese invece, il comparto value ha ripreso a sovraperformare. Dal punto di vista dei dati economici, i numeri visti ad aprile hanno confermato che la ripresa è ancora in atto. Il mercato del lavoro e i consumi negli Stati Uniti continuano a mostrare numeri positivi e, anche in Europa, nonostante la campagna vaccinale più incerta, i numeri segnalano ancora un contesto economico in espansione. I portafogli in questo contesto hanno continuato a performare positivamente, trainati dall’azionario dei paesi sviluppati. Hanno pesato, invece, la duration europea e l’azionario paesi emergenti.Ovviamente il clima di grande euforia economica ha creato anche delle preoccupazioni per quanto riguarda la crescita dei prezzi: data la salute dell’economia americana qualcuno aveva ipotizzato che la FED potesse già iniziare a programmare il cosiddetto “tapering” per la seconda metà di quest’anno, ma le parole del Governatore hanno smentito questa ipotesi e hanno confermato la linea espansiva che ha caratterizzato l’ultimo anno. La Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse vicini allo zero e ha ribadito che manterrà costante il ritmo degli acquisti di bond. Alle domande dei giornalisti sulle prospettive dell’inflazione, il presidente della Fed ha risposto che considera improbabile un aumento persistente dell’inflazione prima che il mercato del lavoro mostri una ripresa significativa. Ribadendo che, alla luce del cambio di politica adottato l’anno scorso, la Fed attenderà che l’inflazione superi il target del 2% per un periodo prolungato di tempo prima di frenare la sua politica monetaria espansiva. Certamente, come ha anche concesso tra le righe Powell, ammettendo il sostanziale miglioramento dell’economia, il tapering sembra oggi un po’ più vicino di come era qualche mese fa, ma per il momento non lo vediamo come un rischio imminente per l’azionario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Molto rumore sull’inflazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

A cura di Natasha Ebtehadj, Portfolio Manager Multi-Asset di Columbia Threadneedle Investments.Studiosi, lettori, attori e persino dirigenti d’azienda si sono ispirati a lungo alle opere e alle poesie di William Shakespeare. Ma potrebbe il Bardo dare agli investitori un modo per pensare al futuro percorso dell’inflazione e dei tassi di interesse negli anni a venire? Sebbene sia una commedia, Much Ado About Nothing (Molto rumore per nulla) è comunque piena di intrighi e azione da poter quasi fare un parallelo con i mercati finanziari – e così abbiamo analizzato i recenti sviluppi come se fossero in una commedia di Shakespeare: Much Ado About Inflation! (Molto rumore sull’inflazione)Dopo la crisi finanziaria globale i protagonisti del mondo politico dei mercati sviluppati stanno facendo tutto il possibile per generare crescita e inflazione, ma non sembrano riuscire a spingere in alto nessuna delle due in modo significativo.La pandemia emerge dalla sinistra del palco e cala il sipario sull’attività economica. Gli attori politici ora utilizzano ogni strumento in loro possesso per contrastare la crisi economica che è subentrata.La vaccinazione emerge da dietro una nuvola di fumo e la vita può cominciare a tornare alla normalità. Ma si crea anche una grande domanda, repressa dopo tanti mesi di restrizioni. Nel frattempo, il mondo politico non è convinto che la ripresa – soprattutto in termini di posti di lavoro – sia ancora consolidata. Il palcoscenico è pronto per un’impennata dell’inflazione a partire dall’estate.Ma cosa succede dopo l’estate? Inflazione o non inflazione – questa è la domanda? (Da Amleto, sì, ma perdonateci per il riferimento!) La domanda è probabilmente riduttiva. Qui il punto non è un’inflazione che raggiunge i livelli fuori controllo degli anni ’70, ma piuttosto se, dopo la pandemia, ci ritroveremo in un mondo in cui l’inflazione si manterrà al di sopra dei livelli previsti dalle banche centrali, il più notevole dei quali è il 2% previsto dalla Federal Reserve americana. Di conseguenza, sarà sufficiente un ritorno dell’inflazione per allontanarci da un mondo caratterizzato da bassa crescita, bassa inflazione e bassi tassi dopo la crisi finanziaria globale? I mercati del reddito fisso credono che siamo già arrivati a questo punto, almeno negli Stati Uniti, dove le curve di breakeven stanno già prezzando il fatto che l’inflazione rimanga al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed per i prossimi 30 anni. Siamo all’inizio di uno dei più grandi cambiamenti della nostra storia economica – la rivoluzione dell’elettrificazione – mentre i paesi puntano alla carbon neutrality. Il costo netto delle rinnovabili, una volta costruite le infrastrutture, è vicino allo zero – sono una risorsa meravigliosamente gratuita, illimitata e pulita, a differenza dei combustibili fossili. E a causa di tutte queste caratteristiche potrebbe avere un impatto netto sull’inflazione pari a zero. L’importanza potenziale di tutto ciò non può essere sottovalutata – le crisi del petrolio del passato potrebbero essere consegnate alla storia e l’equazione dell’inflazione potrebbe cambiare in modo permanente. I trasporti, il cibo, le medicine e gli alloggi rappresentano più del 70% dell’inflazione statunitense, e ognuna di queste categorie sta vivendo un cambiamento strutturale, che sia l’elettrificazione, l’automazione o la migrazione verso le periferie. Ciò che è chiaro è che ciò che spingerà l’inflazione in futuro potrebbe essere diverso rispetto al passato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cerimonia di apertura della finale di UEFA Champions League

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

UEFA e Pepsi® rivelano che la pluripremiata superstar mondiale Marshmello, sarà il protagonista della cerimonia di apertura della finale di UEFA Champions League di quest’anno, presentata da Pepsi. L’artista e produttore certificato platino, noto per i grandi successi “Happier”, “Silence” e “Friends” presenterà uno spettacolo unico nel suo genere sabato 29 maggio, prima di uno degli eventi sportivi live più seguiti al mondo – la finale di UEFA Champions League. Giunta al suo quinto anno, la cerimonia di apertura presentata da Pepsi, vedrà Marshmello esibirsi in uno spettacolo virtuale di sei minuti con l’utilizzo della più recente tecnologia immersiva, la prima volta per Pepsi e UEFA.Per annunciare la sua esibizione, Marshmello appare in un video creativo in cui prende in considerazione varie opzioni per il suo prossimo spettacolo. I suggerimenti provengono da alcuni volti familiari, tra cui il più grande campione di tutti i tempi Leo Messi, il campione del mondo Paul Pogba e il campione del Borussia Dortmund Jadon Sancho, fino ad arrivare ai membri del gruppo musicale globale Now United. Nella scena finale, l’artista pluripremiato appare accanto all’iconico trofeo della UEFA Champions League, anticipando così ai fan di tutto il mondo, l’epico spettacolo.La finale di UEFA Champions League è uno degli eventi sportivi annuali più attesi al mondo e la partita di quest’anno andrà in onda in oltre 200 paesi. La cerimonia di apertura presentata da Pepsi verrà trasmessa pochi minuti prima che inizi la più importante partita dei club di calcio europei. La cerimonia di apertura del 2021 incontra il marchio internazionale Pepsi, che include Pepsi, Pepsi MAX e Pepsi Light.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tra l’Italia e la Svizzera: l’impatto scientifico e politico di Pellegrino Rossi

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

24.05.2021 Online Conferenza H18:00 Registrazione online organizzato da: Elisabetta Fiocchi Malaspina – Assistant Professor in storia del diritto, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Zurigo Pierpaolo Ianni – Dottore di ricerca e Capo di gabinetto dell’Ufficio del Presidente della Biblioteca e dell’Archivio Storico del Senato della Repubblica. Pellegrino Rossi (1787-1848) rappresenta una delle figure più poliedriche ed europee della prima metà dell’Ottocento: avvocato, economista, politico, con una brillante carriera nell’accademia. Nel 1814 fu nominato professore di diritto e procedura criminale a Bologna, a partire dal 1818 insegnò diritto romano, legislazione penale e storia all’Accademia di Ginevra; nel 1833 a Parigi insegnò al Collegio di Francia economia politica, e l’anno successivo l’università Sorbona creò una cattedra di diritto costituzionale appositamente per Rossi. Era stato Camillo Benso Conte di Cavour, in una lettera alla scrittrice francese Mélanie Waldor, a descrivere Rossi come: «l’uomo di maggiore spirito d’Italia, il genio più versatile della nostra epoca, la mente forse più pratica d’Europa».La versatilità e praticità di Rossi si cristallizzano soprattutto nei diversi contributi che diede al diritto costituzionale, alla sua grande capacità di riuscire a leggere gli avvenimenti politici svizzeri dell’epoca in chiave europea: basti solo pensare al giornale di taglio liberale-moderato, Le fédéral. Journal genevois, politique, littéraire et industriel di cui Rossi fu direttore nel 1832 e alla sua partecipazione tra 1831-1832 alla Dieta federale di Lucerna, dove fu il redattore di un progetto per una nuova costituzione, il cosiddetto Patto-Rossi, poi respinto.Attraverso una ricostruzione archivistica (Archivio storico del Senato della Repubblica) e con una prospettiva storico-politica e storico-giuridica, il seminario si pone l’obiettivo di presentare e discutere in modo parallelo l’impatto e l’eredità scientifica di Pellegrino Rossi in diversi “spazi” della storia svizzera e della storia italiana. A seguire, una discussione aperta alla partecipazione del pubblico.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva in libreria “Un Mese a Testa in Giù”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Il libro, pubblicato da Libreria Geografica Geo4Map, è il resoconto di un’avventura nei deserti a cavallo tra Cile e Bolivia, che l’autore, con lo zaino in spalla e la voglia di stupirsi, ha intrapreso nella primavera del 2018 alla ricerca della meraviglia che quelle terre ai confini del mondo e della vita possono offrire. Con leggerezza ma grande attenzione ai dettagli, la narrativa di viaggio è completata e compenetrata da quella del racconto culturale, scientifico e storico di quei luoghi incredibili. Dalla formazione delle Ande alla ricerca di meteoriti nel deserto, dalla nascita del Salar de Uyuni alla drammatica vicenda del Cile pinochetista, dalle scorrerie dei pirati a Valparaíso agli osservatori astronomici in Atacama, Un mese a testa in giù è un libro-documentario fatto di emozioni, esplorazione e desiderio di conoscere. È la condivisione di un’avventura e di un senso di meraviglia fuori dall’ordinario, in cui l’autore si ritrova faccia a faccia con la diversità culturale, geografica e naturalistica di quei luoghi inospitali che lo costringono a porsi in una prospettiva nuova, a testa in giù per l’appunto.«Quando sono partito non avrei mai pensato che quel viaggio mi avrebbe portato a scrivere un libro», afferma l’autore Luca Nardi, «ma esplorando quella regione, una meraviglia dopo l’altra, mi sono reso conto che non potevo tenerla tutta per me: c’era troppa bellezza che meritava di essere condivisa».Il libro è disponibile in versione cartacea e in formato ebook in tutte le librerie fisiche e sugli store online di Amazon e di Libreria Geografica Geo4Map. Luca Nardi è un astrofisico e divulgatore di Roma. Da anni si occupa di creazione di contenuti e comunicazione scientifica online tramite i suoi canali social e le riviste con cui collabora.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I deputati approvano 2,5 miliardi di euro in investimenti UE per la cultura

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Bruxelles. Il Parlamento ha adottato mercoledì in via definitiva il programma “Europa Creativa”, che rappresenta il più grande investimento UE di sempre a sostegno dei settori culturali e creativi.Il programma, che disporrà di un bilancio quasi raddoppiato rispetto al periodo 2014-2020, investirà 2,5 miliardi di euro settori culturali e creativi dal 2021 al 2027 (rispetto agli 1,4 precedenti), riconoscendo cosi l’importanza della cultura nel continente, per aiutare il settore a riprendersi dalla pandemia COVID-19. Oltre a un aumento dei fondi, i deputati hanno chiesto e ottenuto maggiore attenzione sull’inclusione e l’uguaglianza di genere, così come un sostegno speciale per la musica contemporanea e dal vivo (che sono tra i settori più colpiti dalla pandemia), e tassi di cofinanziamento più alti per i progetti su piccola scala. Nei negoziati con il Consiglio, i deputati sono anche riusciti a includere l’obbligo di promuovere il talento femminile e sostenere le carriere artistiche e professionali delle donne, poiché ancora sottorappresentate nelle posizioni decisionali delle istituzioni culturali, artistiche e creative.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le relazioni UE-Turchia sono al minimo storico

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Bruxelles. In una risoluzione adottata mercoledì, i deputati affermano che le relazioni tra UE e Turchia si sono deteriorate al punto tale che l’Unione ha bisogno di rivalutarle profondamente.Negli ultimi anni, il governo della Turchia si è allontanato sempre più dai valori e dagli standard europei. Come risultato, le relazioni hanno raggiunto un minimo storico e i deputati sono particolarmente preoccupati per la situazione relativa al rispetto dello Stato di diritto e dei diritti fondamentali.I deputati ribadiscono che se la Turchia non invertirà l’attuale tendenza negativa, la Commissione dovrebbe raccomandare la sospensione formale dei negoziati di adesione.I deputati criticano le riforme istituzionali regressive della Turchia e sono allarmati dal consolidamento di “un’interpretazione autoritaria del sistema presidenziale”, della mancanza di indipendenza del potere giudiziario e della “continua ipercentralizzazione del potere nella presidenza”. Chiedono poi alle autorità competenti della Turchia di rilasciare tutti i difensori dei diritti umani, giornalisti, avvocati, accademici e le altre persone che sono stati imprigionate dal governo con accuse infondate. I deputati sono anche preoccupati per la politica estera ostile della Turchia, che si scontra costantemente con le priorità dell’UE, in particolare nei confronti di Grecia e Cipro, e per il suo coinvolgimento in Siria, Libia e Nagorno-Karabakh. Inoltre, incoraggiano ancora una volta la Turchia a riconoscere il genocidio armeno e aprire la strada a un’autentica riconciliazione tra il popolo turco e quello armeno.Riaffermando la propria convinzione che la Turchia è un partner fondamentale per la stabilità nella regione, i deputati riconoscono gli sforzi diplomatici in corso dell’UE per un dialogo vero ed efficace con il paese.La Turchia svolge ancora un ruolo importante poiché ospita quasi 4 milioni di rifugiati, di cui circa 3,6 milioni rifugiati siriani, e affrontare questa crisi è diventato ancora più difficile a causa della pandemia COVID-19, sottolineano i deputati. Il Parlamento elogia questo impegno e incoraggia l’UE a continuare a dare il sostegno necessario ai rifugiati siriani e alle comunità ospitanti in Turchia. I deputati sottolineano che tuttavia l’uso di migranti e rifugiati come strumento di ricatto non può essere accettato.Infine, i deputati sottolineano che in Turchia esiste una società civile vivace e impegnata, uno dei pochi sistemi di controllo rimasti sul potere del governo ed esortano la Commissione a continuare a sostenere finanziariamente le organizzazioni della società civile turca.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I deputati approvano il nuovo programma di volontariato UE

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Bruxelles. il Parlamento ha adottato in via definitiva il programma del Corpo europeo di solidarietà, che sostiene le attività di volontariato per i giovani in UE e oltre.Rispetto alle versioni precedenti del programma, il Corpo europeo di solidarietà 2021-2027 (del valore di più di 1 miliardo di euro) presenta miglioramenti nella polizza assicurativa e nelle garanzie sulla salute e la sicurezza, oltre a maggiori requisiti per gli organizzatori delle attività, così da garantire un’esperienza di apprendimento significativa per i partecipanti.Inoltre, il nuovo Corpo europeo di solidarietà è più inclusivo del precedente: la Commissione e i Paesi UE dovranno presentare delle proposte per aumentare la partecipazione dei giovani che sono stati esposti a svantaggi strutturali rispetto ai loro coetanei e che non hanno potuto prendere parte al programma in passato. A tale fine, un cambiamento significativo è rappresentato dalla possibilità per i giovani con minori opportunità, di fare volontariato nel loro paese.I progetti che riceveranno i fondi UE per ospitare i volontari saranno sottoposti a un processo di autorizzazione più rigoroso, per dimostrare la qualità delle attività di volontariato incentrate sull’apprendimento, le abilità e l’acquisizione di competenze. I progetti dovranno anche rispettare i regolamenti sulla salute e la sicurezza sul lavoro e il principio del “non nuocere”, in linea con il Green deal europeo. Inoltre, saranno incoraggiati progetti che contribuiscono agli obiettivi climatici dell’UE, come la scelta di trasporti neutri sotto il profilo climatico all’interno di un progetto.Durante i negoziati con il Consiglio, i deputati hanno insistito sul fatto che i programmi finanziati contribuire a un cambiamento sociale positivo nelle comunità locali. Una procedura di autorizzazione specifica è stata dunque introdotta per i volontari che lavorano con bambini e persone con disabilità.A causa delle sfide specifiche e della necessità di esperti qualificati all’interno del filone di aiuto umanitario del programma (che costituisce il 6% del programma), il limite di età per i partecipanti sarà di 35 anni. Non ci sarà alcun limite di età per gli esperti volontari e i coach.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo approva il rinnovato e più inclusivo Erasmus+

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Il programma, il cui ruolo significativo nella promozione dell’identità europea è ormai comprovato, vedrà i suoi finanziamenti quasi raddoppiati nel periodo 2021-2027 (oltre 28 miliardi di euro da diverse fonti) rispetto ai sette anni precedenti (14,7 miliardi di euro).Nelle fasi conclusive dei negoziati con il Consiglio, i deputati sono riusciti a ottenere un importo aggiuntivo di 1,7 miliardi di euro.Il nuovo Erasmus+ offrirà più strumenti e risorse a sostegno dell’inclusione. La Commissione e i Paesi UE dovranno presentare piani d’azione per migliorare l’accesso all’apprendimento e alla mobilità per le persone che storicamente hanno avuto meno possibilità di parteciparvi (persone con una disabilità, in stato povertà, o che vivono in località remote, provenienti da un contesto migratorio, ecc.).Per chi non dovesse avere mezzi sufficienti a coprire i costi iniziali di partecipazione al programma (ad esempio per l’acquisto di un biglietto ferroviario o la prenotazione di un alloggio) sono previste sovvenzioni supplementari, compresi anticipi. Le domande con costi più elevati legati a misure a garanzia dell’inclusione non potranno essere respinte. Rispetto al precedente Erasmus+, il nuovo programma sarà esteso per permettere agli studenti dei programmi d’insegnamento per adulti di trascorrere fino a sei mesi in un altro paese dell’Unione. Ciò aiuterà le persone di ogni età e provenienza ad acquisire nuove competenze lavorative e di vita, affinché possano adattarsi meglio ai cambiamenti collegati alle imminenti transizioni verde e digitale e al post pandemia di COVID-19.Il nuovo Erasmus+ sarà più semplice e gestibile, con sistemi informatici più agevoli da usare e meno pratiche amministrative. Offrirà uno speciale sistema di finanziamento per “partenariati su scala ridotta”, destinato alle organizzazioni più piccole come le associazioni giovanili e i club sportivi.Verrà inoltre misurato il contributo del programma al raggiungimento degli obiettivi di spesa per il clima dell’UE e ne sarà ridotta l’impronta ambientale, per esempio incentivando mezzi di trasporto rispettosi del clima per i partecipanti.L’iniziativa DiscoverEU fa ormai parte di Erasmus+. Offre ai giovani l’opportunità di richiedere un pass gratuito per viaggiare in Europa a scopo didattico (ad esempio per frequentare un corso intensivo di lingua o partecipare a un laboratorio museale) e scoprire la diversità culturale e linguistica del continente.L’iniziativa “Università europee” consentirà agli studenti di laurearsi combinando gli studi in diversi paesi dell’UE. La terza iniziativa, “Centri di eccellenza professionale”, creerà ecosistemi di competenze locali, collegati a livello internazionale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Richiesta mutui in forte crescita

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Rispetto al corrispondente mese del 2020, che per altro era stato fortemente condizionato dal lockdown totale, nel mese di aprile si registra un robusto incremento delle richieste di mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, dato che rafforza l’andamento positivo già rilevato a marzo dopo che i primi due mesi dell’anno e l’ultimo trimestre del 2020 avevano fatto segnare una costante contrazione.È questo il quadro che emerge dall’analisi delle richieste registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, che segna un +85,1% rispetto ad aprile 2020.Per altro, va sottolineato come la crescita delle richieste nell’ultimo mese sia totalmente ascrivibile alla vivacità dei richiedenti al di sotto dei 35 anni, che arrivano a spiegare il 29,4% del totale (la quota di questo segmento era del 26,3% un anno fa). “Prendendo in considerazione il singolo mese di aprile, i volumi di richieste di mutuo riscontrate nell’ultima rilevazione non solo sono quasi il doppio rispetto a un anno fa, quando di fatto l’operatività era stata bloccata dalle restrizioni agli spostamenti per contenere la pandemia, ma risulta il più elevato in assoluto degli ultimi 10 anni, a conferma del ritorno di interesse verso l’acquisto di un immobile ad uso residenziale. La dinamica in atto è indubbiamente favorita dal progressivo miglioramento del clima di fiducia, ma anche dalle interessanti opportunità offerte da tassi di interesse prossimi ai minimi storici e da prezzi degli immobili ancora estremamente appetibili – commenta Simone Capecchi, Executive Director di CRIF. Se la classe di età che spiega la quota maggioritaria delle richieste di mutuo si conferma essere quella compresa tra i 35 e i 44 anni, con il 33,4% del totale, va sottolineato come nell’ultima rilevazione le uniche fasce di richiedenti ad aver fatto registrare un incremento, incidendo in modo significativo sulla performance dell’intero comparto, sono quella tra i 18 e i 24 anni, arrivata al 2,6% rispetto al 2,0% di un anno fa, e quella tra i 25 e i 24 anni, che spiega il 26,8% del totale contro il 24,3% dell’aprile 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce l’Associazione UNIRAU per la raccolta, riuso e riciclo degli abiti usati

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Si è costituita all’interno di FISE UNICIRCULAR (l’Associazione che rappresenta “le industrie dell’economia circolare”) UNIRAU, l’Associazione delle aziende e delle cooperative che svolgono le attività di raccolta e valorizzazione della frazione tessile dei rifiuti urbani.UNIRAU costituisce un’evoluzione della storica sigla CONAU, il “consorzio” nato nel 2008 e che, durante la propria attività ultradecennale, ha ottenuto importanti risultati per il settoreNegli scorsi giorni l’Assemblea di CONAU ha deciso di compiere un ulteriore passo avanti sul fronte della rappresentanza, trasformando il consorzio in associazione, in considerazione della forte accelerazione verso la conversione del settore tessile in senso “circolare”, impressa dal pacchetto di direttive europee e dal nuovo piano d’azione UE sull’economia circolare, nonché dalla pubblicazione (prevista entro l’anno) della strategia europea sul tessile.“L’obiettivo”, ha dichiarato il Presidente UNIRAU Andrea Fluttero, “è di riorganizzare ed ampliare la base associativa, coinvolgendo gli operatori della raccolta, del commercio, dell’intermediazione e della selezione, anelli indispensabili alla valorizzazione delle raccolte, puntando anzitutto alla preparazione per il riuso dei capi e degli accessori di abbigliamento tal quali e, in via secondaria, al riciclo di materia delle frazioni che non possono essere destinate direttamente al riutilizzo. La trasformazione in Associazione nasce inoltre dall’esigenza, in considerazione della probabile nascita di un regime di EPR (responsabilità estesa del produttore) e della conseguente costituzione di ‘Consorzi di produttori’, di evitare la possibile confusione dei rispettivi ruoli in ragione della definizione di ‘Consorzio’ che caratterizzava il CONAU”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Nazionale del Mal di Testa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Oggi si celebra la Giornata Nazionale del Mal di Testa, promossa dalle tre Società scientifiche di riferimento, SIN (Società Italiana di Neurologia), ANIRCEF (Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee) e SISC (Società Italiana per lo Studio delle Cefalee) che, a causa del protrarsi dell’emergenza Covid-19, anche quest’anno hanno organizzato una campagna di sensibilizzazione di carattere “social” rivolta ai pazienti dal titolo “ 1 minuto per il tuo mal di testa”. Saranno disponibili 30 video interventi di giovani neurologi SISC e ANIRCEF, della durata di un minuto ciascuno, in cui verranno trattati argomenti relativi all’emicrania, alla cefalea di tipo tensivo e alla cefalea a grappolo, definitivi sulla base delle domande che più frequentemente gli specialisti ricevono dai pazienti: dai sintomi ai fattori scatenanti, dalla prevenzione alle possibilità diagnostiche fino alle più recenti opportunità terapeutiche. Secondo dati ufficiali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la cefalea, chiamata anche mal di testa, colpisce 1 persona su 2 con episodi che si verificano almeno una volta l’anno. La patologia riguarda anche le fasce più giovani della popolazione: oltre il 40% dei ragazzi è colpito da cefalea mentre 10 bambini su 100 soffrono di emicrania, una forma comune di cefalea primaria.“Nel nostro Paese sono 6 milioni le persone che soffrono di emicrania, ossia il 12% della popolazione – commenta il Prof. Gioacchino Tedeschi, Presidente della SIN – Si tratta di numeri importanti per i quali una diagnosi precoce può davvero cambiare la progressione della malattia, poiché evita importanti conseguenze quali la cronicizzazione del disturbo e l’abuso di farmaci. Iniziative come la Giornata del Mal di Testa servono proprio a informare il paziente – e i suoi familiari – per renderlo consapevole delle azioni da intraprendere per contrastare la malattia e non rimanerne schiacciato”.L’impatto sulla qualità della vita di patologie cefaliche è stato riconosciuto in Italia anche a livello istituzionale.“Nel luglio 2020 – afferma il Prof. Piero Barbanti, Presidente ANIRCEF – il Parlamento ha finalmente approvato la proposta di legge con la quale la cefalea primaria cronica è stata riconosciuta come malattia sociale: si tratta di casi di cefalea accertati da almeno un anno, il cui effetto invalidante venga diagnosticato da uno specialista del settore presso un centro accreditato. Il mal di testa, infatti, è una patologia dolorosa e disabilitante e l’emicrania, in particolare, è stata identificata dall’OMS come la malattia che causa maggiore disabilità nella fascia di età tra 20 e 50 anni, ossia nel momento della vita in cui siamo più produttivi”. Esistono due grandi categorie: le cefalee primarie sono disturbi a se stanti non legati ad altre patologie e sono le più frequenti, mentre le cefalee secondarie dipendono da altre patologie, come, ad esempio, cefalea da trauma cranico e/o cervicale, da disturbi vascolari cerebrali (come l’ictus), da patologie del cranio non vascolari (come tumori cerebrali, ipertensione o ipotensione liquorale). A loro volta, le cefalee primarie comprendono l’emicrania, la cefalea di tipo tensivo, la cefalea a grappolo e si distinguono per la tipologia del dolore, l’intensità, la collocazione nella testa, la durata, la frequenza e gli altri sintomi concomitanti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Julians Park and Six Private Collections

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

London Online 25 May – 15 June I Live 8 June Christie’s announces Julians Park and Six Private Collections, comprising a wide variety of works of fine and decorative art from across seven English country houses, to be offered in a two-part sale. Julians Park and Six Private Collections: Live comprising 277 lots, will take place on 8 June at Christie’s King Street, and Julians Park and Six Private Collections: Online comprising 185 lots, will be live online from 25 May to 15 June. Estimates across the two sales range from £150 to £250,000. The sales comprise works of art from Julians Park, Hertfordshire; the Desmond Heyward Collection, from Haseley Court, Oxfordshire; Property from an East Anglian Country House; Works of Art from the Collection of Hugh and Marion Sassoon; Property from Meonstoke House, Hampshire; Works of art from the Collection of Mr and Mrs David Wheeler; and items formerly in the collection of Leontine, Lady Sassoon. The Live and Online sales include an array of fine art including Impressionist Paintings, Old Master Paintings and Modern British Art in addition to a strong representation of English and European Furniture, Chinese works of art, English and European ceramics, sculpture, objects of virtue, jewellery, silver and gold boxes, photography and books.The seven collections are led by Julians Park, Hertfordshire, the collection of Audrey Pleydell-Bouverie (1902-1968). Born Audrey James, she was a renowned beauty and prominent member of transatlantic society in the 1930s, 40s and 50s. Romantically linked to the future Edward VIII and engaged to Lord Louis Mountbatten, she was married three times, firstly to Captain Muir Dudley Coats (d. 1927) between 1922-1927, then to Marshall Field III, the Chicago department store heir, from 1930-1934 and finally to the Hon. Peter Pleydell-Bouverie, from 1938-1946. The ‘Vogue Regency’ interiors that she created just before the Second World War with Stéphane Boudin of Maison Jansen at The Holme, Regent’s Park, in a delicate palette of white, cream, gold, grey and pink, were designed to harmonise with her Impressionist art collection. During The Second World War her collection was moved to Julians Park, where again she worked with Boudin to adapt the Georgian interiors to suit her paintings and furniture, to great effect. The interiors at both the Holme and Julians were published in Country Life, in 1939-40 and 1947, and these, along with the photograph albums and scrapbooks she created, tell the story of a life lived in the glittering artistic, aristocratic and royal circles of society in England, America and on the continent.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quali sono le mete preferite dagli italiani per l’estate 2021?

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Sardegna, Puglia e Sicilia sono le mete più gettonate. In prima posizione la Sardegna, che ha prospettive di prenotazioni fra luglio e agosto 2021, mentre il mese di giugno vede il trionfo di Puglia e Sicilia. Il sondaggio è stato realizzato nel mese di aprile in modalità Computer Assisted Telephone Interviewing su un campione di 4.000 persone maggiorenni di cui il 50% uomini ed il 50% donne. Per la definizione del campione sono state considerate 3 quote, incrociate al loro interno (cross-correlated quotas): includendo sesso, area geografica e fedeltà/infedeltà di coppia, operando la chiusura delle celle-quota nel momento in cui ciascuna risultasse completa.«I risultati evidenziano la fotografia di un nuovo turismo in cui vi è la tendenza a privilegiare le mete poco frequentate (undertourism) e nel contempo la formula ibrida vacanza-lavoro» spiega Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com. L’aumento dello smart working sta infatti determinando una crescita della propensione a programmare un viaggio che consenta anche di lavorare nell’ambito della vacanza. Ma non necessariamente un viaggio a lungo raggio. Molti, al contrario, optano per un turismo di prossimità —soprattutto gli uomini (72%), coloro che sono infedeli (72%) e coloro che vivono nel Centro (68%) e Sud Italia (80%) e nelle Isole (73%)— o per l’undertourism —tendenza più diffusa tra le donne (62,81%), tra i partner fedeli (65,75%) e tra gli abitanti del Nord Italia (67%). Ad optare per i viaggi a medio o lungo raggio è appena il 34% degli italiani: il 40% tra le donne ed il 28% tra gli uomini. E soprattutto i residenti del Nord Italia dove la percentuale sale al 57%, per scendere al 32% nel Centro Italia, al 27% nelle Isole ed al 20% nel Sud Italia. E, poi ancora, optano per i viaggi a medio o lungo raggio i partner fedeli (40%), mentre i traditori che scelgono mete lontane sono appena il 28%. Il viaggio ibrido vacanza-lavoro riguarda invece quasi un terzo degli uomini (27,25%) e poche donne (17,25%). Tra chi tradisce il partner il fenomeno del viaggio ibrido è ancora più esiguo (12,25%): i fedifraghi preferiscono non lavorare in vacanza e riservare il tempo “libero” per organizzare una scappatella, meglio se vicino casa, preferendo tra i tantissimi itinerari della nostra Penisola, che spaziano dalla montagna al mare, passando per la campagna. Per questo il 66% degli italiani opta per mete dietro casa, con punte dell’84% in Puglia, dell’83% in Calabria, dell’81% in Abruzzo. Mentre le mete a medio o lungo raggio riguardano più il Nord Italia (57%) con punte del 68% in Lombardia.Certo è che quest’estate viaggeranno in molti e ciò consentirà di recuperare almeno parte degli oltre 9 miliardi di euro bruciati nel 2020 a causa del calo del 60% della componente digitale del mercato del travel italiano.Il 68% degli intervistati ha inoltre dichiarato di avere intenzione di viaggiare più di quanto facesse prima del COVID-19 e —nonostante la crisi— il 27% è disposto a spendere di più per i viaggi rispetto a quanto facesse normalmente, perché vuole rifarsi dopo mesi di sacrifici e fare soggiorni più lunghi, con tanta voglia di evasione dopo mesi e mesi di reclusione in casa. Escludendo la parte del campione del cluster dei fedifraghi, risulta che a volere evadere con una relazione al di fuori del matrimonio o della coppia è il 25% dei “fedeli”. E, se un tempo si pensava maggiormente alla scappatella sotto l’ombrellone, secondo quanto ha potuto rilevare Incontri-ExtraConiugali.com quest’estate è la città l’ambiente ideale per tradire per il 78% degli uomini e per il 64% delle donne. Le vacanze invece saranno destinate precipuamente al partner ufficiale, alla famiglia ed agli amici. Ma non necessariamente si tradirà nella propria città. Rispettando sempre le restrizioni legate alla mobilità tra regioni, molti degli incontri extraconiugali si concretizzeranno in luoghi diversi da quelli di residenza (52%), spesso simulando trasferte di lavoro per organizzare incontri in altre città avvalendosi dell’aiuto di Incontri-ExtraConiugali.com per cercare nuove avventure in totale discrezione, anonimato e sicurezza.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Indice Covid-19: quando torneremo alla vita “normale”?

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

a cura di Paul DiGiacomo, Responsabile della ricerca azionaria di Columbia Threadneedle Investments. In quanto locomotiva dell’economia mondiale, gli Stati Uniti sono da sempre nel mirino degli investitori. Il tentativo di tornare alla normalità dopo la pandemia accomuna tutti i paesi. Noi stiamo cercando di capire quando l’attività economica statunitense si rimetterà in carreggiata e per farlo monitoriamo una serie di indicatori della “normalità”, come le attività di intrattenimento e svago, gli acquisti nelle vie del centro e la riapertura delle scuole. Il risultato è un indice che misura l’avanzamento lungo il percorso che ci condurrà al mondo post-Covid.Gli Stati Uniti sono ormai entrati nel vivo della campagna vaccinale anticovid, e l’Indice del ritorno alla normalità intende misurare i dati relativi alle attività umane rispetto ai livelli precrisi. L’indice viene compilato dai nostri scienziati dei dati e analisti fondamentali e monitora le attività svolte negli Stati Uniti, tra cui i viaggi, il rientro al lavoro e a scuola, lo shopping nei negozi fisici e il consumo di pasti fuori casa. L’indice è concepito appositamente per misurare le componenti della vita quotidiana anziché gli indicatori economici come la crescita del PIL. Con il graduale ritorno alla normalità, il livello percentuale si avvicinerà sempre più a 100, e i nostri analisti aggiorneranno regolarmente l’indice. Dal nostro aggiornamento di aprile, l’Indice del ritorno alla normalità è salito ulteriormente, al 72%, alimentato dai guadagni conseguiti da viaggi, intrattenimento e ritorno all’insegnamento in presenza. Ora che i livelli di immunità sono in aumento, grazie all’effetto combinato di vaccinazioni e infezioni contratte in precedenza, ci aspettiamo un calo continuo dei casi attivi nelle prossime due settimane. Come scenario di riferimento, l’indice dovrebbe evidenziare progressi a maggio, in quanto una maggiore immunità e fattori stagionali contribuiscono ad accrescere i livelli di attività. In assenza di battute d’arresto significative, gli Stati Uniti potrebbero raggiungere la fascia di normalità entro agosto. Continuiamo a monitorare i dati sulle varianti negli Stati Uniti; se notiamo un picco significativo nel numero di casi, la dinamica che condurrà il paese verso la nostra fascia di normalità potrebbe rallentare. Non tutte le attività umane torneranno sui livelli pre-Covid. L’indice potrebbe centrare la “normalità” sotto quota 100 per via della continua evoluzione delle nostre abitudini, si pensi ad esempio al telelavoro e alla riduzione dei viaggi di lavoro. La definizione di “normalità futura” sta cambiando, e la soglia di normalità dell’indice rifletterà ciò che emerge dalle nostre analisi inferenziali dei dati e dalla nostra ricerca fondamentale. Un’accelerazione del ritmo di distribuzione e inoculazione dei vaccini potrebbe accorciare i tempi del ritorno alla normalità (scenario ottimistico). Gli sviluppi che possono invece frenare il ritorno alla normalità (scenario pessimistico) includono l’emergere di varianti resistenti agli attuali vaccini o un rallentamento del tasso di vaccinazione in alcune regioni (per la riluttanza delle persone a vaccinarsi o per mancanza di vaccini). L’Indice ci fornisce un quadro di lavoro all’interno del quale analizzare le società. È una mappa che ci dice quale potrebbe essere l’aspetto futuro della “normalità” dopo il Covid e quanto tempo ci vorrà per arrivarci. Queste informazioni ci consentono di mettere alla prova le ipotesi formulata dalle aziende e di correggere i nostri giudizi in caso di necessità.Per gli investitori, l’Indice del ritorno alla normalità di Columbia Threadneedle può svolgere la stessa funzione: è un input aggiuntivo da considerare quando formulano le proprie decisioni di asset allocation e di portafoglio. Capire a che punto siamo nel percorso verso il ritorno alla vita normale sarà un aspetto cruciale nel 2021. Questi dati possono aiutare gli investitori a prendere decisioni di asset allocation ponderate e a formulare aspettative corrette sull’attività di mercato.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Grande Riconoscimento all’Astronomo Carmelo Falco

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

L’astronomo Carmelo Falco, quarantenne siciliano di Racalmuto, ricercatore del Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche Gal Hassin di Isnello e Coordinatore dei Giovani Udc per la Provincia di Agrigento, ha ricevuto un grande riconoscimento attribuito dall’Unione Astronomica Internazionale. Il suo nome è stato attribuito ad un Pianeta Minore del Sistema Solare, premio attribuito per le sue attività divulgative e ricerche scientifiche. Il grande riconoscimento, che raramente viene attribuito a persone così giovani, ha premiato le attività astronomiche fatte nell’ultimo decennio in buona parte svolte all’Osservatorio Lemaitre di Racalmuto, in provincia di Agrigento. D’ora in poi, l’Asteroide 5766 (1986 QR3) scoperto il 29/08/1986 si chiamerà “carmelofalco”.“Sono incredulo ed emozionato – trasmette l’astronomo siciliano – non mi aspettavo certo un tale riconoscimento da parte dell’Unione Astronomica Internazionale che ringrazio di vero cuore. Ringrazio la mia famiglia, che da sempre e con tanto affetto mi supporta, come certamente il caro Mario Di Martino, astronomo di lungo corso e di chiara fama, per aver contribuito a questo riconoscimento, e il presidente del Centro Internazionale GAL Hassin Pino Mogavero dove attualmente svolgo le mie ricerche per aver avuto il coraggio e la visionarietà di un centro di ricerca avanzatissimo in Sicilia. Ringrazio anche gli amati colleghi Sabrina Masiero e Alessandro Nastasi. Questo onore mi spinge ancora di più a impegnarmi per il futuro contribuendo al bene comune attraverso la scienza. Una casualità che mi è stata fatta notare da un mio concittadino è che questo premio ricade nell’anno del centenario della nascita di Leonardo Sciascia, illustre concittadino e nella stessa sessione in cui un altro pianeta minore, il 7916 (1981 EN) è stato dedicato al grande attore scomparso di recente, Gigi Proietti. Sapere che quando non ci sarò più qualcosa di me rimarrà a orbitare intorno al nostro Sole mi commuove. Chissà, tra qualche centinaio di anni qualcuno dei nostri posteri vi metterà piede ricordandomi”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

InSAR images allow to detect the coseismic deformation, delimiting the epicentral area where the larger displacement has been concentrated. By inspecting the InSAR fringe patterns it is commonly recognized that, for dip-slip faults, the most deformed area is elliptical, or quadrilobated for strike-slip faults. This area coincides with the surface projection of the volume coseismically mobilized in the hanging wall of thrusts and normal faults, or the crustal walls adjacent to strike-slip faults. In the present work we analyzed a dataset of 32 seismic events, aiming to compare the deformation fields in terms of shape, spatial extents, and amount of deformed rock volumes, and the corresponding earthquake type and magnitudes. The dimension of the deformed area detected by InSAR scales with the magnitude of the earthquake, and we found that for M ≥ 6 is always larger than 100 km2, increasing to more than 550 km2 for M ≈ 6.5. Moreover, the comparison between InSAR and Peak Ground Accelerations documents the larger shaking within the areas suffering higher vertical deformation. As well established, the seismic epicenter rarely coincides with the area of larger shaking. Instead, the higher macroseismic intensity often corresponds to the area of larger vertical displacement (either downward or upward), apart local site amplification effects. Outside this area, the vertical displacement is drastically lower, determining the strong attenuation of seismic waves and the decrease of the peak ground acceleration in the surrounding far-field area. Indeed, the segment of the activated fault constrains the area where the vertical oscillations are larger, allowing the contemporaneous maximum freedom degree of the crustal volume affected by horizontal maximum shaking, i.e., the near-field or epicentral area; therefore, the epicentral area and volume are active, i.e., they coseismically move and are contemporaneously crossed by seismic waves (active volume and surface active domain) where trapped waves and constructive interference are expected, whereas the surrounding far-field area is mainly fixed and passively crossed by seismic waves (passive volume and surface passive domain). All these considerations point out that InSAR images of areas affected by earthquakes are a powerful tool representing the fingerprint of the epicentral area where the largest shaking has taken place during an earthquake. Seismic hazard assessments should primarily rely on the expected future active domains. Patrizio Petricca, Christian Bignami, Carlo Doglioni (2021). Earth Science Reviews. doi: https://doi.org/10.1016/j.earscirev.2021.103667

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The fingerprint of earthquakes identified with satellite interferometry

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

From the analysis of satellite images, the areas with the greatest seismic intensity of an earthquake are recognized. Through the images obtained by means of satellite interferometry technique, a team of researchers from the Sapienza University of Rome and the Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) analyzed the “fingerprint” of earthquakes through the recognition of the ground deformation that accompanies a seismic event. Scientists, in fact, have been able to estimate its dimensions and recognize the area where the most violent shaking accompanying earthquakes are concentrated. The study “The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” has just been published in ‘Earth Science Reviews’. The InSAR (Interferometric Synthetic Aperture Radar) data allow to detect the coseismic deformation (that is, the instantaneous and permanent deformation caused by the earthquake) delimiting the epicentral area where the greatest displacement is concentrated, through the analysis of the deformation of the ground around the fault activated during an earthquake. “Since 1993, with the images given by InSAR, a long list of seismic events has been analyzed; this list is always growing thanks to the increase in the number of satellites and to the improvement of the quality of SAR sensors and InSAR techniques in continental areas”, the researchers Patrizio Petricca (Sapienza University) and Christian Bignami (INGV) state. “With them it is possible to detect the coseismic deformation, delimiting the epicentral area where most of the displacement is concentrated. Outside this area, apart from phenomena of local amplification, the ground displacement decreases, resulting in the attenuation of the seismic shaking”. “Knowing these Earth manifestations helps to focus more specifically on seismic prevention in future epicentral areas, helping to calibrate the assessment of seismic hazard in which vertical movement plays a relevant role in increasing greater horizontal shaking and therefore greater damage. Earthquakes will return: on average, in Italy about 20 destructive earthquakes are generated per century”, concludes President Carlo Doglioni. font: The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” Patrizio Petricca, Christian Bignami, Carlo Doglioni (2021). Earth Science Reviews. doi: https://doi.org/10.1016/j.earscirev.2021.103667

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’impronta digitale dei terremoti individuata con l’interferometria satellitare

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2021

Attraverso le immagini ottenute dall’interferometria satellitare, un team di ricercatori dell’Università Sapienza di Roma e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha analizzato l’”impronta digitale” dei terremoti attraverso il riconoscimento della deformazione del suolo che accompagna un evento sismico. Gli scienziati, infatti, sono riusciti a stimare con precisione le dimensioni e a riconoscere l’area dove si concentrano gli scuotimenti più violenti che accompagnano i terremoti. Lo studio “The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” è stato appena pubblicato su ‘Earth Science Reviews’. Le immagini ottenute con la tecnica InSAR (Interferometric Synthetic Aperture Radar) consentono di rilevare la deformazione cosismica (ovvero, la deformazione istantanea e permanente causata dal terremoto) delimitando l’area epicentrale dove si è concentrato lo spostamento maggiore, attraverso l’analisi della deformazione del terreno attorno alla faglia attivata durante un terremoto. “La conoscenza di queste manifestazioni della Terra aiuta a focalizzare più specificatamente la prevenzione sismica nelle future aree epicentrali, aiutando a calibrare la valutazione della pericolosità sismica in cui il movimento verticale gioca un ruolo rilevante nell’aumentare un maggiore scuotimento orizzontale e quindi maggiori danni. Perché i terremoti torneranno: in media in Italia si generano circa 20 terremoti distruttivi al secolo”, afferma il Presidente Carlo Doglioni. font: The epicentral fingerprint of earthquakes marks the coseismically activated crustal volume” Patrizio Petricca, Christian Bignami, Carlo Doglioni (2021). Earth Science Reviews. doi: https://doi.org/10.1016/j.earscirev.2021.103667

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »