Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 12 maggio 2021

Attivisti di greenpeace scalano palazzo di fronte alla sede di Eni a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Roma Un gruppo di attiviste e attivisti di Greenpeace è entrato in azione questa mattina a Roma, scalando un palazzo che si trova di fronte al quartier generale di ENI, nel giorno dell’assemblea degli azionisti. Sospesi a 50 metri di altezza, i climber hanno dispiegato un enorme striscione con il messaggio “ENI killer del clima” e la testa del famoso Cane a sei zampe che brucia il Pianeta.L’azione dimostrativa fa seguito a quella che ha avuto inizio già ieri mattina, quando nel laghetto antistante la sede del colosso petrolifero italiano è stata portata la riproduzione galleggiante di un iceberg che si scioglie, a testimonianza dei drammatici impatti dell’emergenza climatica. Tre attiviste e un attivista di Greenpeace hanno trascorso l’intera giornata e poi la notte sull’iceberg, sopportando il sole, la pioggia e l’umidità per testimoniare la necessità inderogabile di un urgente cambio di rotta nella politica energetica di ENI.“Oggi abbiamo scalato la facciata di un edificio di fronte alla sede di ENI per contestare l’impegno dell’azienda contro i cambiamenti climatici, che è appunto solo di facciata. Tanti obiettivi di lungo periodo, mentre nei prossimi quattro anni ENI ha addirittura in programma di aumentare le estrazioni di gas e petrolio. Il tutto condito da “false soluzioni” per compensare le emissioni, come la cattura e lo stoccaggio della CO2 (CCS) o i progetti di conservazione delle foreste nell’ambito del sistema REDD+, che servono solo come alibi per continuare a bruciare gas fossile e petrolio. Adesso basta, non è questa la transizione ecologica che ci aspettiamo”, afferma Alessandro Giannì, direttore delle campagne di Greenpeace Italia. In contemporanea all’assemblea degli azionisti di ENI, oggi dalle 9 alle 13, in Piazza della Stazione Enrico Fermi si svolgerà un presidio organizzato da Fridays for Future, Extinction Rebellion Italia, Rise UP 4 for Climate Justice e NOalCCS – Il futuro non si sTocca. Altre manifestazioni autorizzate si terranno in diverse città italiane, con il comune obiettivo di condannare il greenwashing di ENI e chiedere all’azienda di puntare davvero sulle rinnovabili anziché continuare ad alimentare la crisi climatica.

GP1SV5VO

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Data center intelligenti: una rivoluzione verde nel settore immobiliare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

A cura di Zsolt Kohalmi, Global Head of Real Estate and Co-Chief Executive Officer di Pictet Alternative Advisors. Ogni minuto di ogni giorno, 4,6 miliardi di utenti internet in tutto il mondo spendono 1 milione di dollari online, inviano 41,7 milioni di messaggi WhatsApp, fanno 1,4 milioni di telefonate e caricano 500 ore di video. Con l’ampliamento della tecnologia 5G, il volume di dati giornaliero aumenterà ulteriormente.Ciò, a sua volta, determinerà un aumento della richiesta di un tipo di immobile specializzato: il data center.Solo in Europa si prevede una crescita del mercato dei data center di 71 miliardi di dollari nel periodo 2020-2024, con un tasso di crescita annuo composito (CARG) del 15%. Si tratta di un’opportunità di investimento unica per gli investitori immobiliari alla ricerca di una classe di attivi con fondamentali solidi. I data center offrono rendimenti relativamente interessanti, che vanno dal 5 al 7% per le ubicazioni principali e migliori in Europa e, in genere, tendono ad avere contratti di locazione indicizzati all’inflazione di più lunga durata, offrendo una certa protezione dall’inflazione.Ma l’opportunità ha un costo. L’elaborazione e la memorizzazione di un’enorme quantità di dati richiedono molta energia. Secondo il ricercatore svedese Anders Andrae, entro il 2025 i data center potrebbero rappresentare il 20% del consumo energetico mondiale e il 5,5% dell’impronta di carbonio.Fortunatamente, tra le società che possiedono o gestiscono data center, azionisti, consumatori e autorità di regolamentazione, c’è la diffusa consapevolezza che il settore abbia bisogno di ridurre il proprio impatto ambientale attualmente sovradimensionato. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un duplice approccio.Il primo passo consiste nell’ottimizzazione dell’infrastruttura dei dati. La tecnologia ospitata nei data center può essere resa più efficiente, ad esempio installando micro server o utilizzando l’intelligenza artificiale per ottimizzare l’utilizzo di server e di energia. Il secondo passo consiste nel rendere gli edifici più ecologici. È qui che gli investitori immobiliari attivi possono essere coinvolti e, per estensione, capitalizzare a partire da un’opportunità di investimento sostenibile. Come per tutti gli immobili, la posizione è fondamentale. Per i data center non si tratta tanto di collegamenti di trasporto o di affluenza di pubblico, quanto di condizioni climatiche: i climi freddi contribuiscono a ridurre il consumo di energia, gran parte del quale viene solitamente speso per raffreddare le macchine. Non è un caso che l’investimento nei data center nei Paesi nordici sia quasi raddoppiato tra il 2018 e il 2025 (si veda il grafico). Di fondamentale importanza è anche il fatto che la regione sia dotata di reti in fibra ottica ultraveloci, le autostrade del mondo digitale, che utilizzano cavi costituiti da fili di fibra di vetro sui quali i dati vengono trasferiti sotto forma di luce ottica. In secondo luogo, gli edifici. È fondamentale poterli alimentare con energia rinnovabile, ancora meglio se prodotta in loco. Anche l’isolamento termico degli edifici è importante, così come lo stretto monitoraggio del consumo delle utenze per garantire un utilizzo ottimale dell’energia. I data center di nuova costruzione possiedono alcune fra le migliori credenziali ecologiche. Ma l’atto stesso di costruire partendo da zero è tutt’altro che verde: la sola produzione di cemento rappresenta circa l’8% delle emissioni globali di carbonio. In linea di principio, la ristrutturazione e l’ammodernamento rimarranno quasi sempre le opzioni migliori per l’ambiente. Il percorso di ristrutturazione offre inoltre il miglior potenziale di rendimento immobiliare grazie alla creazione di valore aggiunto. La recente acquisizione di Pictet ad Akalla, alla periferia di Stoccolma, ne è un esempio.Tuttavia, per il momento, a causa della rapidità della crescita e della mancanza di locali adeguati, gli investitori immobiliari hanno l’opportunità di generare un ulteriore rendimento riqualificando gli edifici esistenti. La sfida è trovare locali con una metratura sufficientemente ampia (come i grandi centri logistici) in una posizione strategica dove coesistano fibra ottica spenta ed elettricità, e adottare un approccio creativo e innovativo per rendere l’edificio il più ecologico ed efficiente possibile. (abstract https://www.am.pictet/it/italy/articoli/2021/idee-di-investimento/04/data-center-intelligenti-una-rivoluzione-verde-nel-settore-immobiliare

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Aumentare, non sostituire, l’intelligenza umana negli investimenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

A cura di Alessandro Aspesi, Country Head Italia di Columbia Threadneedle Investments. Nella gestione degli investimenti, il sapere è tutto. In un’epoca caratterizzata da informazioni istantanee e comunicazioni aziendali regolamentate, è raro ottenere un vantaggio negli investimenti scoprendo qualcosa su un’azienda o sull’economia prima del mercato. Tuttavia, l’enorme aumento del volume di dati e della potenza di calcolo permettono oggi di acquisire un simile vantaggio tramite un’interpretazione più rapida e accurata delle informazioni.Estrapolando informazioni puntuali e ricorrenti dalle grandi quantità di dati prodotti dall’attività umana, è possibile acquisire una migliore comprensione di trend come l’evoluzione del sentiment nei confronti di un titolo o dei comportanti di consumo. Questo risultato si ottiene attraverso diverse forme di analisi dei dati, le più avanzate delle quali sono l’apprendimento cognitivo e le capacità di risoluzione dei problemi dell’intelligenza artificiale.Con la gestione attiva nel proprio DNA, Columbia Threadneedle Investments adotta uno specifico approccio in questo campo, mettendo la potenza di calcolo nelle mani dei suoi gestori di portafoglio per consentire loro di analizzare dati non strutturati e acquisire una migliore comprensione delle vicende di un’azienda. Quasi tre anni fa, la società ha creato un team di scienza dei dati dedicato non solo a raccogliere dati in modo più efficiente, ma anche ad estrarre da essi nuove conoscenze. L’IA è solo uno dei tanti strumenti nel suo arsenale, ma uno strumento molto potente per trovare schemi ricorrenti e anomalie.Il modo in cui una società di gestione patrimoniale decide di sfruttare l’IA dipende dal suo stile d’investimento. In Columbia Threadneedle Investments l’IA è chiamata “intelligenza aumentata”, essendo utilizzata come una fonte supplementare di informazioni che aiuta i gestori di portafoglio a prendere decisioni d’investimento.L’IA, specialmente l’apprendimento automatico, si è sviluppata rapidamente in campi come l’elaborazione del linguaggio naturale e il riconoscimento delle immagini, ma le manca l’”intelligenza generale” tipica degli esseri umani, che serve per capire la natura complessiva di un’azienda.Nel nostro gruppo investimenti abbiamo un team di scienza dei dati che aiuta a estrarre informazioni da diverse fonti di dati, in particolare quelle che gli analisti stessi hanno difficoltà a manipolare, ad esempio set di dati non strutturati o di grandi dimensioni. Sviluppiamo anche processi per estrarre informazioni in modo molto più efficiente, dando agli analisti più tempo di concentrarsi sull’analisi piuttosto che sulla raccolta di dati.Le informazioni che raccogliamo, anche attraverso l’uso dell’IA, forniscono conoscenze che aiutano il team a produrre idee d’investimento. Il nostro approccio all’investimento è sempre lo stesso. Tuttavia, l’analisi dei dati permette ai nostri team d’investimento di acquisire maggiori conoscenze in modo più efficiente.Questo modo di utilizzare l’IA – come parte di un più ampio arsenale di strumenti di analisi dei dati – riflette la natura di Columbia Threadneedle Investments quale società di gestione patrimoniale attiva, in cui i gestori di portafoglio utilizzano l’analisi fondamentale per identificare imprese growth di alta qualità. In una società di gestione patrimoniale specializzata maggiormente nell’analisi quantitativa, è probabile che l’IA abbia un ruolo più centrale nelle decisioni relative agli investimenti.Ci sono diversi esempi di come abbiamo impiegato l’IA per assistere i gestori di portafoglio. Ad esempio, l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP), un ramo dell’apprendimento automatico, è stato utilizzato per identificare mutamenti del sentiment nei confronti di determinate aziende a partire dai feed dei social media o dalle relazioni finanziarie delle società.Abbiamo utilizzato l’NLP per l’analisi del sentiment, cercando di capire come inferire l’evoluzione del sentire dei consumatori nei confronti dei brand dai dati dei social media. Ciò assicura ai nostri analisti maggiori informazioni sui settori e sulle società di cui si occupano. Questo, a sua volta, può fornire, o meno, conoscenze che influiscono sulle loro raccomandazioni. È un’altra fonte di informazioni che gli analisti possono utilizzare.Oltre all’analisi degli investimenti, Columbia Threadneedle Investments sfrutta l’IA per migliorare la costruzione dei portafogli, avvalendosi di algoritmi di ottimizzazione. Nel campo dell’analisi degli investimenti, tuttavia, la possibilità che l’intelligenza delle macchine sostituisca quella umana, anziché aumentarla, rimane un’eventualità remota. L’IA è solo uno dei tanti strumenti nell’arsenale della scienza dei dati.In effetti, in Columbia Threadneedle Investments sono i gestori di portafoglio e gli analisti d’investimento che dettano l’uso dell’IA, impiegandola per valutare più accuratamente il vantaggio competitivo di una società, così come eventuali mutamenti del sentiment verso il titolo o i suoi prodotti. A fronte di una potenza di calcolo sempre maggiore e della crescita esponenziale della quantità di dati, l’importanza della scienza dei dati negli investimenti sembra inevitabilmente destinata ad aumentare. Questo significa forse che i team di gestione del portafoglio faranno crescente ricorso all’IA per l’analisi degli schemi ricorrenti? Via via che gli analisti acquisiscono familiarità con alcuni di questi strumenti e tecniche e con le loro efficienze, sarà sempre più importante prenderli in considerazione, ma non è solo una questione di tecniche; è il volume di dati che desta maggiore stupore. Tutti si lasciano prendere dall’entusiasmo per l’apprendimento automatico e l’IA, ma sono la quantità e la qualità dei dati a fare la maggiore differenza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’investimento sostenibile per un mondo che cambia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

È il nuovo Pay Off di BNP Paribas Asset Management, che integra e valorizza così la propria attenzione verso i temi sostenibili.BNP Paribas Asset Management (“BNPP AM”) già dal 2002 è impegnata a promuovere la sostenibilità e ha continuato nel tempo a rafforzare le sue ambizioni, la sua filosofia d’investimento e i suoi processi di gestione per prendere in considerazione i criteri ESG e promuovere un’economia a basse emissioni di carbonio, sostenibile dal punto di vista ambientale e inclusiva.Il cambiamento del Pay Off di BNPP AM rappresenta un punto di svolta per la società e meglio incarna i suoi valori fondamentali. Questo cambiamento è parte di una nuova campagna di brand internazionale, costruita sulle testimonianze di quei dipendenti che incorporano la sostenibilità nel loro lavoro quotidiano, a vantaggio di tutti i clienti.Se da un lato i criteri ESG sono ormai diventati una consuetudine per il settore, convalidando la strategia di BNPP AM totalmente votata alla sostenibilità, la consapevolezza della fragilità del nostro pianeta, il desiderio di agire per combattere il riscaldamento globale, proteggere l’ambiente e rispondere agli aspetti sociali è costantemente in crescita – nella comunità degli investimenti e non solo. Queste preoccupazioni, che sono condivise dai clienti, dai dipendenti e dalla società nel suo complesso, sono al centro della strategia di investimento di BNPP AM.Nel marzo 2019, BNPP AM ha lanciato la propria Global Sustainability Strategy, una pietra miliare nello sviluppo e nell’accelerazione del suo impegno ad offrire ai propri clienti rendimenti sugli investimenti sostenibili nel lungo termine. Negli ultimi due anni sono stati compiuti progressi significativi, tra cui: • L’integrazione dei criteri ESG nell’intera gamma di fondi aperti e in tutti i processi d’investimento e l’estensione dell’analisi ESG a oltre 12.000 società quotate. • Il rafforzamento delle politiche settoriali, in particolare per quanto riguarda le aziende estrattive di carbone termico e i generatori elettrici alimentati a carbone. • Linee guida ancor più rigorose riguardano il voto per delega, le quali definiscono requisiti attesi in materia di diversità dei consigli di amministrazione, dove auspichiamo che le donne rappresentino il 30% degli amministratori nei mercati sviluppati e il 15% nei mercati emergenti. • La leadership europea nei fondi tematici sostenibili con oltre 90 miliardi di euro investiti in fondi sostenibili, a impatto o in possesso di una “label” SRI. BNPP AM è inoltre riconosciuta in Francia per la sua gamma di fondi d’impatto sociale con un ammontare eccezionale di 2,8 miliardi EUR di fondi sociali ed economici solidali. • La classificazione dell’84% dei fondi come articolo 8 e 9 ai sensi del Regolamento europeo sulle comunicazioni in materia di finanza sostenibile (European Sustainable Finance Disclosure Regulation, “SFDR”), a seconda che promuovano caratteristiche ambientali o sociali o abbiano un obiettivo d’investimento sostenibile. Questi sviluppi, a tutti i livelli dell’azienda, hanno posto l’investimento sostenibile al cuore del modello di business e della cultura di BNPP AM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sam joins Ricky Gervais in a new podcast series

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Absolutely Mental, which will feature 11 episodes, all available at launch, that will cost $14.99.The episodes will be between 30-40minutes long and listeners will be able to air them on their podcast players.The show will see Ricky Gervais phone his favorite smart friend, Sam Harris, to ask some very important questions… and some not-so-important ones. Some topics include dreams, free will, death, the robot apocalypse, bears, the perils of celebrity and the future of comedy.Gervais told Deadline, “These aren’t academic lectures. They are casual chats about how it feels to be human. Evolution, the mind body problem, spirituality, morality, mortality, the pursuit of happiness, and free speech. And by ‘free’, I mean $14.99.” Special thanks to the Making Sense listeners for allowing Ricky and Sam to pilot a few episodes from their new podcast series, Absolutely Mental, on the Making Sense podcast. For those of you who heard the first 3 episodes, there are 8 more awaiting you. Enjoy! And when you’re done listening, please share any suggestions for topics/questions for Season Two.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calo redditi agricoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Gli agricoltori non sono stati ripagati per i loro sforzi durante la fase più acuta dell’emergenza sanitaria, mentre l’incremento dei consumi alimentari è andato a esclusivo beneficio della grande distribuzione, dimostrando ancora una volta il profondo squilibrio delle forze in campo – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Gli ultimi dati Eurostat rivelano che il reddito agricolo nell’Unione è diminuito in media dell’1,5%, ma in Italia il calo è più che triplicato (4,9%). Tra i fattori determinanti, ci sono le difficoltà logistiche e di reclutamento di manodopera dovute alle restrizioni che hanno causato un calo complessivo della produzione e dell’occupazione nel settore primario.Il coronavirus ha evidenziato tutte le forze e le fragilità dell’agricoltura. Se da una parte il nostro settore ha dimostrato di saper resistere anche a una crisi del tutto inedita, dall’altra si conferma lo scarso peso negoziale dei produttori che restano l’anello debole della filiera agroalimentare – continua Tiso. La Pac è stata fondamentale per evitare che le ricadute fossero ancora peggiori, grazie alle misure di gestione dei mercati e ai trasferimenti diretti che permettono a molte imprese di proseguire le loro attività.Si aprono adesso due capitoli fondamentali: l’utilizzo dei fondi del Recovery Plan e la definizione della nuova Politica agricola comune, che dovrebbe entrare nella fase decisiva in queste settimane. Il settore primario non è chiamato solo a contribuire alla ripresa economica, ma anche a permettere agli agricoltori di far sentire la loro voce quando è il momento di negoziare i prezzi e di prendere decisioni a livello europeo e nazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il Covid non è al capolinea, a settembre serviranno 50mila Ata in più

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

L’emergenza pandemica con cui siamo costretti a convivere da almeno 14 mesi ci ha fatto capire che il tempo della spending review applicata ai servizi pubblici essenziali è un’operazione sbagliata. Ad iniziare dalla scuola, dove pure dopo il Covid19 sarà comunque fondamentale mantenere la quota di organico aggiuntivo stabilmente nell’organico, quindi in quello di diritto. Perché con il dimensionamento alle scuole autonome fanno capo un numero alto di plessi e senza collaboratori scolastici adeguati manca chi li apre, chi li chiude, non c’è la sorveglianza adeguata ad ogni piano, anche la pulizia può diventare un problema. Anche le segreterie devono far fronte a carichi di lavoro come non era mai accaduto, con progetti continui da attuare, incombenze di ogni genere, graduatorie da stilare, titoli da controllare, procedure del Covid da portare avanti. Gli stessi tecnici di laboratorio sono costretti a fare i salti mortali per adeguare la didattica tecnico-pratica alle attrezzature a disposizione. Oltre al nodo sugli organici all’osso, il personale Ata si contraddistingue, come del resto i docenti, per il permanere di un’alta percentuale di precari. A questo proposito, ancora per alcuni giorni, fino al 14 maggio, sarà possibile fare domanda online – di primo inserimento o aggiornamento – per l’inserimento nella prima fascia della graduatoria permanente, la cosiddetta 24 mesi, da cui annualmente vengono effettuate le immissioni in ruolo. Il personale supplente interessato lo potrà fare collegandosi sul portale ministeriale “Istanze online” direttamente dal sito del Ministero dell’Istruzione http://www.miur.gov.it. È bene anche ricordare, come sottolinea la rivista Orizzonte Scuola, che “le dichiarazioni soggette a scadenza, anche se già rese in occasione della precedente costituzione o integrazione delle graduatorie permanenti, devono essere necessariamente dichiarate perchè, se non riconfermate, si intendono non più possedute”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Villa Medici annuncia la sua programmazione estiva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Roma Accademia di Francia. Maggio-Settembre 2021. Dopo vari mesi di sospensione delle attività, Villa Medici è lieta di comunicare la ripresa della sua programmazione. La stagione estiva si preannuncia densa grazie alle tre mostre presentate nei giardini e nelle sale espositive. Condivideremo il lavoro dei borsisti dopo un anno ricco di creazioni, celebreremo Mircea Cantor attraverso una mostra concepita appositamente per la Villa, e (ri)scopriremo i giardini, trasformati dalle monumentali fotografie di Martin Parr e TOILETPAPER – Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari. Concluderemo l’estate con la prima edizione del Festival di film di Villa Medici. Per l’occasione, la Villa si trasformerà nel più bel multisala del mondo riunendo cinema e arte contemporanea

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biden Boom: siamo alle porte di una nuova era di espansione economica?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

A cura di Giuseppe Zaffiro Puopolo, Portfolio Manager di Moneyfarm. Dopo i primi 100 giorni in carica, Joe Biden si è trovato a gestire un’inversione di tendenza economica così drastica che neanche gli analisti più ottimisti avrebbero potuto prevedere. A poco più di un anno da quando il mondo ha sentito parlare per la prima volta di Covid 19, i dati sulla crescita economica degli Stati Uniti stanno entusiasmando investitori e commentatori a tal punto da far parlare di nuovo boom e dell’inizio di una nuova era all’insegna dell’espansione economica.In questo contesto di ottimismo ha preso forma il piano di investimento da 2 trilioni di dollari di Biden. Completando il già ampio American Rescue Plan varato negli scorsi mesi, il nuovo decreto include tra le altre cose un piano di investimenti per ammodernare un sistema di infrastrutture che ha un disperato bisogno di modernizzazione, nonché un consapevole spostamento verso l’energia verde. È probabile che centinaia di miliardi saranno assegnati ad aree come i trasporti, industria ed edilizia abitativa, nel più grande pacchetto economico mai approvato da Washington. Il pacchetto è stato annunciato come un potenziale balzo in avanti per un’economia rinomata per la sua capacità di innovare e per la resilienza, confermate dai risultati straordinari che arrivano da praticamente tutti i settori dell’economia a stelle e strisce (la sorpresa economica sull’ultima stagione degli utili ha superato il 20%). Se il Covid-19 ha costretto le aziende a ibernarsi, il grizzly sembra pronto a riemergere dal letargo per mettersi a caccia di nuove opportunità nell’economia globale. Non a caso siamo in piena primavera. La prospettiva della ripresa è stata per mesi la luce in fondo al tunnel che ha animato i mercati, un’opportunità per immaginare un’uscita positiva dall’emergenza. Il piano infrastrutturale di Washington aiuta a collocare questa opportunità nella realtà, fornendo alcuni dettagli necessari per chiarire il quadro e garantendo una prospettiva di ottimismo che vada oltre la mera speranza di sopravvivere. C’è un precedente storico che solletica la fantasia dei più ottimisti: negli anni ’60 l’amministrazione Kennedy approvò un ampio piano di tagli fiscali, che portarono a oltre 100 mesi di espansione economica nel decennio successivo. I salari statunitensi aumentarono di un terzo in quella decade, e anche le entrate fiscali del governo crebbero vertiginosamente. Difficile fare un paragone, ma è comunemente accettato che le decisioni politiche ebbero un ruolo chiave nel far partire quella fase di espansione e, la spinta pubblica verso la crescita economica non è mai stata forte come negli ultimi mesi. Senza proiettarci troppo nel futuro, i segnali di ripresa economica nel 2021 possono essere trovati sia nei primi dati, sia nelle proiezioni degli economisti. Negli Usa, le previsioni di crescita economica reale per il primo trimestre si attestano intorno al 7% o all’8%, sulla base di dati parziali. È significativo che la maggior parte degli economisti si aspetti che la tendenza continui almeno per il resto dell’anno solare. I dati del FMI suggeriscono una previsione media di crescita del 6,4% nei quattro trimestri del 2021. Se le proiezioni sono accurate, quest’anno rappresenterà il migliore per la crescita dal 1984, anch’esso preceduto da una profonda recessione. L’enorme afflusso dei dollari stampati dalla Fed e distribuiti dalla Casa Bianca ha aiutato le famiglie a risparmiare moltissimo durante il lockdown. Il tasso medio di risparmio del reddito disponibile negli Stati Uniti prima della pandemia era del 7,5%. Nel 2020, questa cifra è balzata al 16,3%, circa 1,4 trilioni di dollari di risparmi extra. Questo denaro dovrà trovare una collocazione una volta che l’economia si sarà completamente aperta e la fiducia sarà riacquisita.Certo i rischi non mancano. È importante sottolineare che il virus potrebbe ancora avere delle recrudescenze se i vaccini iniziassero a dimostrarsi inefficaci contro le varianti del Covid-19. In particolare, ci sono preoccupazioni che l’espansione monetaria possa far crescere l’inflazione, mentre l’aumento del debito pubblico potrebbe causare grattacapi nel medio termine. I giganteschi piani di transizione ambientale hanno spinto al rialzo il prezzo di alcune materie prime (come il rame e i metalli industriali). La pandemia continua a creare problemi sulle catene di approvvigionamento globale, con l’India – un importante esportatore di materie prime – ora in prima linea. Prodotti specifici come i semiconduttori sono molto richiesti, ma l’offerta fa fatica a tenere il passo della domanda. Questi sono tutti fattori che rafforzano la narrativa di coloro che pensano che la Fed farà fatica a mantenere il suo impegno di non aumentare i tassi prima del 2023 – uno dei critici più duri della Banca Centrale è stato l’ex Segretario del Tesoro Larry Summers.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rimozione di Newsom: un governatore repubblicano con il “recall”?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

By Domenico Maceri, PhD. La California è uno degli Stati più “blue”, ossia liberal, poiché le due camere legislative e il potere esecutivo sono nelle mani dei democratici. Le possibilità di vittorie politiche per il Partito Repubblicano nel Golden State sono limitatissime considerando il fatto che dei 20,9 milioni di elettori registrati il 46 percento sono democratici e solo il 24 percento è iscritto al Grand Old Party (Gop). I repubblicani ci provano però con tutti i mezzi possibili. L’ultimo è il “recall”, un’elezione straordinaria con la quale gli elettori voteranno se riconfermare o rimuovere il governatore attuale Gavin Newsom. In effetti, si tratta di una possibile nuova elezione che darebbe l’opzione di eleggere un nuovo governatore fra una lista di individui che si saranno candidati.Newsom è stato preso di mira e 1,5 milioni di firme valide sono state raccolte per il “recall” e quindi si avrà un’elezione che includerà due quesiti legati fra di loro in un’unica scheda elettorale. Il primo chiederà agli elettori se Newsom sarà riconfermato o rimosso. In caso di rimozione il secondo chiederà chi fra la lista dei candidati dovrebbe rimpiazzarlo. Queste elezioni di “recall” non hanno tipicamente successo ma nel 2003 i repubblicani l’hanno spuntata. Il governatore di allora Gray Davis fu sconfitto e Arnold Schwarzenegger fu eletto per completare la seconda metà del mandato di Davis. Schwarzenegger fu poi rieletto nel 2007 e nel 2011 senza potere candidarsi di nuovo a causa del limite dei due mandati previsti dalla costituzione del Golden State. La strada del “recall” di Davis era l’unica opzione per un repubblicano moderato di divenire governatore poiché Schwarzenegger non avrebbe mai vinto le primarie del Gop dove gli ultra conservatori predominano. Schwarzenegger fu aiutato nell’esito negativo per Davis (55 percento contrari, 44 a favore) dal fatto che un leader democratico, Cruz Bustamante, vice governatore, si candidò nell’elezione del recall contribuendo ad aumentare i voti contro Davis. Nonostante tutto Schwarzenegger vinse con il 48 percento dei voti, seguito da Bustamante col 31 percento.Dopo l’esperienza con Schwarzenegger i democratici avrebbero potuto riformare la costituzione per rendere i “recall” più difficili senza però fare progressi. La legge sul “recall” in vigore, dunque, rimane quella approvata nel lontano 1911 quando si credeva che sarebbe stata usata rarissimamente. Si trattava di un tentativo di democrazia diretta che però apre una porta secondaria al conseguimento del potere. Il “recall” richiede una petizione equivalente al 12 percento dei partecipanti all’ultima elezione. In questo caso si tratta di 1,5 milioni di firme, cifra non facile da ottenere ma nemmeno molto difficile, considerando il numero di elettori repubblicani che vorrebbero una “rivincita” sull’elezione statale del 2018. La campagna per la raccolta delle firme era stata pubblicizzata da un programma radiofonico conservatore al quale si sono poi aggiunte forze politiche dell’establishment repubblicano. Per qualificare a candidarsi come possibile sostituto di Newsom le procedure sono altresì non troppo difficili. Basta pagare una quota di 4200 dollari oppure raccogliere 7mila firme. Ecco come si spiega il fatto che nell’elezione di “recall” del 2003 vi furono ben 135 candidati su cui alla fine prevalse Schwarzenegger.Nel caso attuale, Newsom si trova inguaiato per la facilità di indire un’elezione di “recall” ma in parte anche per la sua condotta sulla pandemia. In un caso in particolare è stata circolata la notizia che il governatore aveva violato il lockdown partecipando a una festa con lobbisti della California Medical Association in un notissimo ristorante. Newsom si trova però in una situazione più vantaggiosa di quella di Davis nel 2003 quando l’elettorato repubblicano era al 35 percento mentre adesso è solo al 24 percento. Solo il 40 percento dei californiani voterebbe al momento per rimuovere Newsom il quale recentemente ha ricevuto un indice di approvazione del 53 percento.La sconfitta di Newsom appare improbabile anche per il fatto che l’ex presidente Donald Trump rimane oscurato e non potrà fare molto per assistere i probabili candidati. Questi includono John Cox, il candidato repubblicano sconfitto da Newsom nel 2018, Kevin Faulconer, ex sindaco di San Diego e Caitlyn Jenner, vincitrice di medaglie alle olimpiadi di Montreal nel 1976 quando era Bruce Jenner, prima di cambiare sesso. La Jenner è in contatto con collaboratori di Trump e potrebbe beneficiare dal loro supporto, avendo espresso commenti di solidarietà con l’ex presidente.Il “recall” appare costoso e anche inappropriato per lo Stato perché Newsom è al terzo dei suoi quattro anni del suo primo mandato. La prossima elezione per governatore avverrà nel 2022 e quindi con un po’ di pazienza i repubblicani avrebbero un’altra chance in poco tempo. Il “recall” però è una strada più promettente per loro perché in caso di rimozione di Newsom un repubblicano lo potrebbe rimpiazzare com’è avvenuto nel caso di Davis nel 2003. La legge del “recall” va cambiata perché troppo facile da abusare. Il 58 percento dei californiani favorisce cambiamenti maggiori o minori mentre il 35 percento la trova adeguata. Forse questa volta però i democratici, che probabilmente saranno ancora al potere, la modificheranno per i loro interessi politici che coincidono in questo caso con quelli di tutta la California. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani all’estero: Elezioni Comites e informazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

“Il 3 dicembre prossimo si terranno le elezioni dei Comites, organismi di rappresentanza delle Comunità italiane che vengono eletti in base alle Circoscrizioni consolari. Per poter votare è necessario che i cittadini italiani, iscritti all’Aire e quindi residenti in forma permanente all’estero, esprimano in anticipo la volontà di farlo al fine di essere inseriti nell’elenco degli elettori: la cosiddetta “opzione inversa”. È, quindi, di vitale importanza promuovere una adeguata informazione sul territorio e nelle realtà sociali di questi connazionali, affinchè possano esercitare il loro diritto di voto in piena consapevolezza.Già nell’agosto scorso, avevo inviato una lettera al Ministro Di Maio nella quale sottolineavo che l’Amministrazione dello Stato deve adoperarsi, anche verso i cittadini italiani residenti all’estero, per permettere loro un pieno esercizio dei diritti politici e l’espressione delle loro posizioni attraverso il voto, anche grazie ad una adeguata campagna informativa.Infatti, molti concittadini, nonostante il plico elettorale inviato a casa, non sono a conoscenza della possibilità di esercitare questo loro diritto fondamentale e base della democrazia, trascurando, così, questa possibilità, proprio perché non adeguatamente informati.Ribadisco, pertanto, la necessità che il Maeci si attivi affinché si realizzi una campagna informativa verso le Comunità italiane all’estero su questi temi.I Comites sono un importante organismo di rappresentanza, ma per ben rappresentare le Comunità è necessario allargare la partecipazione e fare in modo che siano espressione, la più ampia possibile, della Comunità italiana all’estero.Una informazione tempestiva, ovvero immediata, garantirebbe entro dicembre di raggiungere e sensibilizzare tutti i connazionali iscritti all’Aire e rendere le elezioni dei Comites un grande “momento di democrazia” partecipativa delle nostre Comunità all’estero. Auspico che il Governo si attivi il prima possibile!”.Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Educare per prevenire!”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Raggiunti con una videoconferenza di prevenzione i 1900 studenti del Liceo Artistico di Caravaggio San Gennaro Vesuviano. Con lo strumento delle videoconferenze è stato possibile sostituire le conferenze in presenza e continuare la preziosa opera educativa sui danni provocati da alcol e droga, da anni svolta nelle scuole di tutt’Italia da parte degli operatori della comunità Narconon Gabbiano di Melendugno. È stato così anche per le 94 classi (circa 1900 studenti) del Liceo Artistico dell’Istituto Superiore di Caravaggio San Gennaro Vesuviano e delle sue sedi distaccate in Campania. L’operatore Andrea Pascucci, divenuto esperto conferenziere dopo aver terminato nel 2007 il suo percorso riabilitativo Narconon, ha rivolto un primo intervento alle classi del biennio dove ha parlato di alcol e droghe in senso lato. In un secondo intervento ha esposto alle classi del triennio tematiche più articolate, come ad esempio la differenziazione tra droghe pesanti e ‘leggere’, i devastanti effetti delle droghe di ultima generazione, e perché sia un male legalizzare le droghe ‘leggere’. E allora si potrebbe affermare: dalla Puglia con furore! Ma dalla comunità Narconon Gabbiano ci tengo a precisare che la versione corretta è: dalla Puglia per educare! È assodato che il senso di responsabilità e il comportarsi in modo equilibrato, evitando di danneggiare sé stessi e gli altri, parte dalla vera conoscenza di quelle che sono le diverse sfaccettature della tossicodipendenza e dell’alcolismo; senza le menzogne che, agli occhi degli adolescenti, mascherano queste due sciagure. L’attenzione dei 1900 studenti alle tematiche trattate e le loro numerosissime domande hanno confermato l’efficacia, anche a distanza, della prevenzione educativa che è in grado di svolgere un ruolo centrale nel confutare le falsità, dissuadere dal possibile uso delle sostanze psicotrope e responsabilizzare i giovani su questi argomenti così disgraziatamente presenti nella loro vita quotidiana. I dirigenti scolastici del Liceo Artistico hanno confermato l’utilità di questo intervento dichiarando che gli studenti sono stati molto coinvolti dalle testimonianze di chi ha terminato i programma riabilitativo presso la comunità Narconon “Il Gabbiano”, a confermare, se ce ne fosse ancora bisogno, come chi una volta veniva ritenuto essere la feccia della società, divenire un elemento educativo importante della nostra società: qualcuno che parlando dei propri sbagli esistenziali insegna ai giovani a non sbagliare.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Olio in Cattedra” premia Puglia, Toscana e Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Il progetto educativo promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio per promuovere la cultura dell’olio e del paesaggio olivicolo nelle scuole elementari e superiori ha assegnato a Castellana Grotte (BA), Caprarica di Lecce (LE), Montecatini Terme (PT) e Chiari (BS) il primo premio del Concorso nelle rispettive categorie: BimbOil (scuole primarie) e BimbOil Junior (scuole secondarie di primo grado), MasterOil (Istituti Alberghieri) e AgriOil (Istituti Agrari). Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, le scuole hanno partecipato con entusiasmo. Sono 3838 gli alunni e studenti che si sono messi in gioco in 232 classi, 67 scuole di 61 Comuni italiani. Un bel segnale di attenzione al mondo dell’olio e alla sua cultura millenaria di cui le giovani generazioni sono custodi. Nella categoria BIMBOIL il primo premio assoluto è andato alle classi 4 A 4 B 4 C 4D e 4E dell’IC “Angiulli De Bellis” di Castellana Grotte (BA) con il lavoro “La Settimana Olivistica di Castellana Grotte”, ma sono state assegnate anche due menzioni d’onore: il Premio Creatività che è andato alle classi 4A, 4 B, 4C del ISC Ritucci di Città Sant’Angelo (PE) con il gioco “Oliopoli” e il Premio Identità e territorio alla classe 1 U dell’IC di Malcesine in Brenzone sul Garda con le carte “Memory”. La 1° classificata nella categoria BIMBOIL JUNIOR invece è stata la seconda classe dell’ICS “Calimera” di Caprarica di Lecce (LE) con la poesia “Il silenzioso abbandono”. Anche in questo caso la giuria ha assegnato due menzioni d’onore alla classe 3A dell’I.C.G. “Palatucci” di Campagna (SA) con la poesia “Il dono di Campagna” e alla classe 2B della scuola secondaria “Angelo Santilli” di Sant’Elia Fiumerapido (FR) con la poesia “Sua maestà l’olio”. Vincitore assoluto di MasterOil, la competizione riservata agli Istituti Alberghieri che quest’anno aveva come tema le ricetta a base di verdure del territorio abbinate all’Olio Evo è stato il piatto “Da Leonardo a Pescia… l’Olio bono con l’Asparago” realizzato dagli studenti della classe 4D dell’Istituto Alberghiero “F. Martini” di Montecatini Terme (PT). Ha trionfato nella categoria AgriOil dedicata ai progetti dedicati al paesaggio olivicolo, la proposta “Camminata tra gli olivi” della classe 3B VIT dell’IIS “Luigi Einaudi” di Chiari (BS) che ha saputo costruire un’offerta turistica integrata alla scoperta del proprio territorio sostenuta anche dalla creazione del sito #PanoramicOliveTrail. Il compito della giuria composta da Caterina Pira curatrice e ideatrice tematica di Olio in Cattedra, Irene Falcinelli docente istituto superiore, consigliera nazionale delle Città dell’Olio e coordinatrice regionale delle Città dell’Olio dell’Umbria, Valentina Cappelletti insegnante dell’Istituto Comprensivo 2 di Poggibonsi, Roberta Campana insegnante dell’Istituto Comprensivo Bombieri di Pove del Grappa, Patrizia Malomo foodblogger autrice di Andante con Gusto, Natascia Maesi Responsabile Comunicazione delle Città dell’Olio e Antonio Balenzano Direttore delle Città dell’Olio, non è stato semplice, perché erano diversi i lavori che meritavano di aggiudicarsi un premio. “Abbiamo deciso di premiare con il nostro diploma tutti i bambini che hanno partecipato ad Olio in Cattedra non solo i vincitori assoluti – ha dichiarato il presidente delle Città dell’Olio Michele Sonnessa – perché non era scontato, in un momento così difficile, che prevalesse la voglia di restare a contatto con la natura, riscoprire i valori della terra e della convivialità attraverso l’olio. Per questa prova d’amore per il nostro patrimonio olivicolo, desidero ringraziare le ragazze ed i ragazzi che hanno partecipato e gli insegnanti che li hanno sostenuti ed accompagnati”. Natascia Maesi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola Sostegno: i posti per la specializzazione devono rispettare il fabbisogno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

;”Il Consiglio di Stato, sulla scorta di quanto denunciato dai legali ANIEF Walter Miceli, Fabio Ganci e Nicola Zampieri, ha confermato che, a titolo esemplificativo, in Piemonte “il fabbisogno di insegnanti da specializzare nel 2018 ammontava a 4.657 posti, ma nell’ultimo ciclo di TFA sono stati autorizzati solo 200 posti. In Emilia-Romagna il fabbisogno di insegnanti da specializzare ammontava a 4.860 posti (oggi sono diventati 6.000), ma nell’ultimo ciclo di TFA ne sono stati autorizzati solo 320”.Fatto ancora più grave, l’attivazione di un numero di posti per la specializzazione del tutto insufficiente a coprire il fabbisogno locale è avvenuta senza alcuna consultazione preventiva degli atenei con i rispettivi uffici scolastici regionali, come invece previsto a livello procedurale.L’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, ad esempio, in adempimento all’ordinanza istruttoria ordinata dal TAR Lazio, ha espressamente confermato che “non risulta essere stata inviata a questo Ufficio dal Comitato regionale di coordinamento delle Università alcuna richiesta relativa al fabbisogno di personale specializzato di sostegno” nonché “l’impossibilità di riunire il Coreco in tempo utile”. I giudici di Palazzo Spada, pertanto, hanno appurato che “per ammissione della stessa amministrazione resistente è mancata la necessaria preventiva consultazione tra le Università e gli Uffici scolastici regionali in merito ai fabbisogni di personale da specializzare per le attività didattiche di sostegno”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

eCommerce Management e Strategie Digitali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

E’ stato organizzato da SAA – School of Management di Torino, Progesia e ZeroGrey – 10 giugno 2021-5 marzo 2022. Il master si svolgerà presso la Saa, School of Management di Torino in via Ventimiglia 115. Lo scenario economico attuale, come quello futuro, è caratterizzato dalla continua innovazione tecnologica e dalla crescente consapevolezza dei consumatori. Per questo l’eCommerce Manager è una figura strategica all’interno di qualsiasi azienda di prodotti o servizi che vuole mantenere e consolidare la propria competitività. Dopo il successo dell’edizione 2020 Saa – School of Management dell’Università di Torino, ZeroGrey società specializzata in eCommerce e in outsourcing e Progesia, società specializzata in strategia di business, neuromarketing e pricing comportamentale, organizzano il master Executive in eCommerce Management e Strategie Digitali che inizierà il 10 giugno e terminerà il 5 marzo 2022. Tanti gli argomenti trattati nei tre moduli: dai modelli di business nell’industria 4.0 alla comunicazione nella digital trasformation, dall’omnicanalità alla normativa fiscale doganale e internazionale, dalle analisi metriche e digitali agli strumenti finanziari innovativi nell’industria 4.0 fino alla scelta del prodotto e alla costruzione di una vetrina in un eCommerce.Il master Executive in eCommerce Management e Strategie Digitali si rivolge ai laureati (laurea di primo livello, laurea vecchio ordinamento, laurea magistrale, lauree straniere equipollenti) di ogni facoltà o dipartimento, a manager, direttori e direttrici generali, direttori e direttrici commerciali e dipendenti con consolidata esperienza di lavoro che vogliono approfondire le competenze in materia di eCommerce ed incrementare il proprio valore professionale e strategico. Alla teoria, svolta da docenti universitari e da affermati manager del settore, sono affiancate numerose esercitazioni pratiche progettate replicando le strategie dei più grandi brand internazionali.L’obiettivo del master è formare una figura professionale capace di seguire e coordinare tutte le fasi della creazione e della gestione di un progetto eCommerce o multicanale. Un manager che abbia competenze trasversali in ambito digitale, gestionale, operativo e finanziario, in grado di valutare costi e tempi di realizzazione di un sito e ideare soluzioni che diano i maggiori benefici remunerativi sul progetto finale. Una figura professionale specializzata in strategie di marketing che abbia le skill per definire il timing, la politica di pricing e la linea guida di posizionamento del brand sul mercato.Anche la terza edizione del master Executive in eCommerce Management e Strategie Digitali vede la presenza di prestigiosi partner nazionali e internazionali. Ai molti che hanno già partecipato alle edizioni precedenti se ne affiancano infatti di nuovi, altrettanto importanti. Essendo già ben focalizzati sui vari aspetti dell’eCommerce, i partner offrono ai partecipanti una visione a 360 gradi dell’industria sia a livello teorico che pratico.Le lezioni si svolgono in modalità mista online e in presenza, anche con visite on-site presso i partner, sono full time una volta al mese il giovedì, venerdì e il sabato dalle ore 9.00 alle 18.00 e sono strutturate in modo che possa accedervi anche chi già svolge un incarico professionale. La parte teorica e quella pratica sono equilibrate e le nozioni acquisite vengono applicate attraverso esercitazioni e laboratori. Al termine di ogni sessione mensile ai partecipanti verranno richiesti dei feedback; è inoltre prevista l’attivazione di tirocini facoltativi presso le aziende partner e al completamento con successo del corso verrà rilasciato un certificato validato Saa – School of Management e Dipartimento di Management.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Farmaci anti-Covid, Fda accelera terapie adatte ai bambini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

A fronte di oltre 31 milioni di casi e più di 564.000 decessi provocati nei soli Stati Uniti dalla pandemia Covid-19 la Food and Drug Administration (Fda) ha creato il programma Ctap, acronimo per Coronavirus Treatment Acceleration Program, mirato ad accelerare lo sviluppo di nuovi trattamenti anti Sars-CoV-2. Più di 600 farmaci sono in fase di sviluppo e il Ctap ha esaminato oltre 400 studi clinici su farmaci contro il Coronavirus, di cui molti approvati dalla Fda o autorizzati per l’uso in emergenza (Eua).Tra questi remdesivir, un farmaco endovena che inibisce la replicazione virale, approvato dalla Fda nei bambini ricoverati in ospedale di età maggiore o uguale a 12 anni con peso di 40 kg o più che richiedono ossigeno supplementare, ventilazione meccanica invasiva o ossigenazione extracorporea a membrana (Ecmo). Remdesivir, invece, è in Eua per i bambini ricoverati sotto i 12 anni con peso tra 3,5 e 40 kg che richiedono supporto respiratorio. Va sottolineato che nessuno studio ha dimostrato la capacità di remdesivir di ridurre la mortalità associata a Covid-19. Approvato invece solo per uso off-label è il desametasone, un corticosteroide spesso usato in pediatria per trattare le comuni patologie infiammatorie e ampiamente testato nei pazienti con Covid-19. Il suo utilizzo è consentito nei bambini ricoverati in ospedale senza limiti di età che richiedono ossigeno supplementare, ventilazione meccanica invasiva o Ecmo. In Eua per il trattamento anti-Covid-19 anche diversi altri farmaci, tra cui baracitinib, un inibitore della Janus chinasi usato per trattare l’artrite reumatoide, approvato contro il Covid-19 nei bambini ricoverati in ospedale sopra i 2 anni in ossigenoterapia, ventilazione meccanica invasiva o Ecmo. Diversi, invece, i criteri di prescrivibilità per due associazioni a base di anticorpi monoclonali, ovvero bamlanivimab/etesevimab e casirivimab/imdevimab, da usare nei pazienti ambulatoriali di 12 anni o più e di peso uguale o superiore ai 40 kg risultati positivi al test Sars-CoV-2 che sono ad alto rischio di progressione a infezione grave e/o ricovero ospedaliero. Questi anticorpi si legano al virus e ne riducono la quantità libera presente nelle vie aeree. Bamlanivimab aveva precedentemente ricevuto una Eua dalla Fda, poi revocata per l’aumento delle varianti e per il rischio di fallimento del trattamento quando somministrato da solo. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Do not miss the virtual European Maritime Day in Den Helder

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Den Helder, The Netherlands on 20 and 21 May 2021.Everyone, from any location in the EU, can join the plenaries on sustainable blue economy and green recovery, 20 attractive workshops, 3 pitch stage sessions and many B2B meetings opportunities. It will also be possible to watch interviews, highlights from the conference and videos through EMD TV, a new feature of EMD.EMD’s high-level plenary sessions including inspirational speakers, the leadership exchanges, the pitch stages and the 20 workshops organised by maritime stakeholders will be broadcasted from the “EMD studio” in Den Helder. Registered participants will be able to attend all these sessions via webstreaming. The stakeholders’ workshops will be interactive and will run virtually via video conferencing (via Zoom or similar tool).While it’s not quite back to business-as-usual, there will be plenty of opportunities to connect with your peers, exchange views, showcase your achievements and get up to speed with the latest policy developments in the maritime world.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccino. Andreoni: chi ha avuto dose puo’ infettarsi e non manifestarlo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

ROMA – “La persona vaccinata contro il Covid puo’ certamente infettarsi e non manifestarlo. Ci sono gia’ dati che dimostrano la vaccinazione in realta’ non impedisce l’infezione, riduce di molto la possibilita’. Quindi la persona si puo’ infettare ma quello che abbiamo visto e’ che le malattie sono eccezionali e rare, quindi il piu’ delle volte si infetta in maniera del tutto asintomatica. In questi casi la malattia decorre in maniera non grave. Abbiamo avuto, ad esempio, due persone ricoverate nonostante fossero vaccinate, con una manifestazione che richiedeva il ricovero. Una di loro, 85 anni, se non fosse stato vaccinato sarebbe andato incontro al decesso e invece e’ guarito”. Cosi’, ai microfoni dell’agenzia Dire, Massimo Andreoni, direttore scientifico della Societa’ italiana malattie infettive (Simit) e professore ordinario di Malattie infettive della facolta’ di Medicina e Chirurgia dell’universita’ di Roma Tor Vergata.Ci si infetta da vaccinato ma si puo’ anche essere contagiosi? “Questo non si sa -risponde Andreoni -probabilmente si’ ma per periodi di tempo meno prolungati rispetto ai soggetti non vaccinati e si e’ anche meno contagiosi, perche’ la risposta anticorpale generata grazie al vaccino e’ in grado di ridurre sia i tempi di eliminazione che la carica virale. Quindi le persone normalmente hanno un carica virale ridotta rispetto ai non vaccinati”.”Non possiamo escludere in maniera assoluta-precisa l’esperto -che la possibilita’ di contagiare possa sussistere, ad esempio, all’interno di un autobus. Riteniamo sia comunque un evento non frequente ma, ripeto, non si puo’ escludere”. “Il soggetto infetto che sia a conoscenza della propria positivita’ nonostante sia vaccinato -conclude Andreoni -deve essere ugualmente sottoposto a quarantena, esattamente come un soggetto non vaccinato. Quindi il vaccino non elimina le regole precedenti, perche’ i soggetti positivi al tampone devono essere considerati come persone potenzialmente contagiose”. (fonte Agenzia Dire)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Patto sulla scuola: Un miliardo per assumere tra i 60-80mila precari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Il Patto per l’Istruzione è vicino alla chiusura. Mancherebbero solo gli ultimi dettagli da definire e la firma che avverrà molto probabilmente già nei prossimi giorni. E allora inizia a farsi strada una stabilizzazione dei precari da immettere già il prossimo settembre ma anche una riforma del reclutamento che dovrà essere pensata per avere i migliori docenti in cattedra.Il testo dell’accordo raggiunto sinora indica un impegno importante sul reclutamento che “si deve realizzare entro l’avvio del prossimo anno scolastico, anche attraverso una procedura urgente e transitoria di reclutamento a tempo indeterminato”. Si parla di un investimento iniziale che oscilla fra 1 milione e 1,3 milioni di euro, utile a realizzare le assunzioni immediate, in modo da assumere oltre 60 mila docenti, anche 80 mila, la maggior parte dei quali andrebbero a coprire le cattedre vuote del Nord Italia. Su questo punto il Mef sta realizzando le necessarie verifiche, anche sulle coperture.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza sul futuro dell’Europa: fai sentire la tua voce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2021

Il Comitato esecutivo ha approvato il regolamento interno che stabilisce la composizione della Plenaria della Conferenza sul futuro dell’Europa e il suo funzionamento.Il testo, approvato in concomitanza con la giornata dell’Europa 2021 completa le regole che determinano come la piattaforma gli incontri e la Plenaria della Conferenza possano trasformare le priorità, le speranze e le preoccupazioni dei cittadini in raccomandazioni attuabili. Si aggiunge alle regole precedentemente adottate sui metodi di lavoro del Comitato esecutivo e a quelle relative alla partecipazione dei cittadini.Sempre domenica 9 maggio, il Parlamento europeo a Strasburgo ospita l’evento inaugurale della Conferenza sul futuro dell’Europa.La Plenaria della Conferenza sarà composta da 108 deputati europei, 54 del Consiglio UE (due per Stato membro) e 3 della Commissione europea, oltre a 108 rappresentanti di tutti i parlamenti nazionali su un piano di parità, e i cittadini. 108 cittadini parteciperanno per discutere le idee che saranno proposte negli incontri dei cittadini e sulla Piattaforma digitale multilingue: 80 rappresentanti degli incontri dei cittadini europei, tra i quali almeno un terzo con meno di 25 anni, e 27 provenienti dagli incontri nazionali dei cittadini o dagli eventi della Conferenza, oltre al Presidente del Forum europeo dei giovani. Parteciperanno anche 18 rappresentanti del Comitato delle Regioni e del Comitato economico e sociale europeo e altri otto rappresentanti delle parti sociali e della società civile. L’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza sarà invitato quando si discuterà il ruolo internazionale dell’UE. Potranno essere invitati anche i rappresentanti delle parti interessate. Inoltre, la composizione della Plenaria della Conferenza sarà equilibrata dal punto di vista del genere.Gli interventi saranno strutturati tematicamente, sulla base delle raccomandazioni degli incontri dei cittadini e degli input raccolti sulla Piattaforma digitale multilingue. La Piattaforma è il luogo unico in cui saranno raccolti, analizzati e pubblicati i contributi di tutti gli eventi legati alla Conferenza. A tempo debito, la Plenaria presenterà le sue proposte al Comitato esecutivo che elaborerà una relazione in piena collaborazione e trasparenza con la stessa Plenaria, e che sarà pubblicata sulla Piattaforma.Il risultato finale della Conferenza sarà presentato alla Presidenza congiunta. Le tre istituzioni valuteranno rapidamente come dare un seguito efficace alla relazione, ciascuna nell’ambito delle proprie competenze e in conformità dei trattati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »