Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 19 maggio 2021

Huawei premia i vincitori delle Olimpiadi della Matematica 2021

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Si sono concluse, con la premiazione dei vincitori, le Olimpiadi della Matematica 2021 organizzate dall’Unione Matematica Italiana, su incarico del Ministero dell’Istruzione, e sponsorizzate da Huawei.La manifestazione, che si svolge annualmente dal 1983 e ha coinvolto quest’anno oltre 60.000 studenti, consiste in gare di soluzione di problemi matematici elementari che richiedono ai partecipanti la capacità di trovare tecniche creative e di ideare nuove dimostrazioni, con lo scopo di far sperimentare concretamente agli studenti quel tipo di problem-solving che un matematico di professione incontra nel suo lavoro.La premiazione dei vincitori, sia delle gare individuali che delle gare a squadre, è avvenuta il 15 maggio alla presenza della Prof.ssa Anna Brancaccio, Dirigente del MIUR per gli Ordinamenti Scolastici e per la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione, il Presidente dell’UMI Piermarco Cannarsa e alcuni rappresentanti di Huawei. Le tre fasi di gara hanno avuto luogo tra il mese di marzo e il mese di aprile portando alla qualificazione dei 300 migliori concorrenti per la finale nazionale dello scorso 6 maggio. Quest’ultima è stata seguita da un’ulteriore settimana di gare a squadre composte da 7 studenti ciascuna.I primi due classificati sono stati premiati con un Huawei Matebook mentre il terzo classificato ha ricevuto un Huawei MatePad. La prima classificata nella competizione a squadre miste è stata premiata con dei Huawei Watch Fit mentre le componenti della squadra vincitrice della gara femminile hanno ricevuto le cuffie Huawei FreeBuds. Infine, medaglie d’oro, argento e bronzo sono state assegnate, in base alla rispettiva classificazione, a tutti quei partecipanti dei 300 qualificatisi per la finale nazionale che hanno ottenuto almeno 14 punti dei 42 in palio.“Siamo molto contenti di far parte di questa manifestazione e di poter constatare la ricchezza di giovani talenti che il nostro Paese può vantare. L’Italia è ancora molto indietro nel suo processo di digitalizzazione e ha senz’altro bisogno di risorse che nutrano una passione e un interesse forti per le materie STEM. Per questo è molto importante incoraggiare percorsi accademici in questi ambiti e rendere consapevoli studenti e studentesse delle numerose e significative opportunità di carriera che potrebbero perseguire dopo gli studi, ad esempio nel settore ICT” – ha dichiarato Renato Lombardi, Head of Huawei Italy Research Center.Huawei promuove la diffusione delle competenze digitali e della cultura STEM, senza barriere e stereotipi di genere, ed è impegnata nella formazione dei giovani talenti del settore ICT attraverso molteplici iniziative tra cui il programma Seeds for the Future che ha l’obiettivo di promuovere il merito e l’eccellenza tra laureandi di facoltà ICT, focalizzandosi non solo sugli aspetti formativi ma anche sull’applicazione concreta nel mondo industriale. Altri programmi come Huawei ICT Academy e Huawei Learn ON si rivolgono a rappresentanti del mondo accademico che vogliano aggiornare la propria formazione e ottenere le certificazioni Huawei o a chiunque sia interessato ad acquisire competenze nell’ambito delle nuove tecnologie, dal 5G al Cloud Computing, dall’Intelligenza Artificiale all’IoT.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: Beatrice Marchi & Mia Sanchez La Città e i Perdigiorno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Milano Opening 27.05.2021 H14:00 – H20:00 Via del Vecchio Politecnico 3. (Orari di apertura mer–ven: H11:00–17:00 gio: H11:00-20:00 sab: H14:00–18:00). Unite da una passione comune per lo storytelling, le artiste Beatrice Marchi e Mia Sanchez presentano la mostra La Città e i Perdigiorno all’Istituto Svizzero Milano. Il termine “perdigiorno” porta con sé un forte significato poetico e di scoperta: perdersi nel giorno, perdersi nel tempo. In questo senso, il termine implica anche un movimento indefinito, forse senza meta, un vagare attraverso un paesaggio, attraverso uno spazio urbano. Un detective che passeggia per Milano, un fotografo che si porta appresso un gigantesco obiettivo fotografico, un cane di nome Mafalda con lunghe orecchie flosce sono alcuni dei personaggi che popolano le opere delle artiste. In altre parole, personaggi che vagano per la città, dei ‘perdigiorno’ che si smarriscono nel tempo, magari anche scoprendo cose che la maggior parte delle persone non coglie. Oltre a presentare delle opere create appositamente per la mostra, La Città e i Perdigiorno è un’opportunità per esplorare le affascinanti narrazioni di Beatrice Marchi e Mia Sanchez, che giocano sulla dicotomia tra finzione e realtà attraverso il contesto urbano di Milano. Attraverso nuove installazioni e video, il pubblico potrà scoprire il lavoro delle due artiste nonché approfondire i legami esistenti tra la scena artistica emergente svizzera e quella italiana.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lettera aperta al Presidente del Consiglio dei ministri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Stiamo attraversando una fase di grandi sconvolgimenti ambientali, demografici e socioeconomici che l’azione politica deve comprendere e affrontare al meglio cogliendo tutte le opportunità di positivo cambiamento che il momento storico ha posto di fronte al Paese. Le risorse finanziarie che in questi mesi saranno mobilitate attraverso il PNRR dovranno essere utilizzate nel modo più efficiente, efficace e strategico. Con riferimento al ruolo che la valutazione può e deve svolgere nei confronti delle politiche e dei programmi che saranno finanziati, riteniamo urgente porre all’attenzione dei soggetti responsabili dell’attuazione di questi processi alcuni elementi che andrebbero rafforzati o per cui risulta urgente e necessario muoversi in discontinuità con i periodi di programmazione precedenti, superando una visione meramente adempimentale e burocratica del processo valutativo. Per questo auspichiamo: – che il Governo disponga un Piano Nazionale di Valutazione del PNRR, non previsto dal Regolamento UE ma assolutamente indispensabile a garantire, alla sua implementazione, il valore aggiunto della prospettiva valutativa al livello degli Stati Membri; – che tale Piano Nazionale di Valutazione possa articolarsi in specifici programmi di valutazione tematica (per missioni) e decentrata (a livello regionale), evitando la parcellizzazione delle azioni di verifica e invece promuovendo la realizzazione di sintesi più generali e raccordate alla governance complessiva del sistema; – che il disegno della valutazione non riguardi solamente gli impatti delle politiche ma che, in considerazione specifica delle esigenze di apprendimento in itinere e di tempestivo riallineamento verso i risultati, accompagni i programmi fin dalla iniziale definizione degli obiettivi operativi; orienti l’identificazione delle strategie di raccolta e trattamento dei dati; si riferisca insieme alla valutazione del processo di implementazione e a quella degli effetti diretti ed indiretti dei diversi interventi, in una logica riflessiva al tempo stesso sistemica e sistematica; – che la valutazione dell’equità dei programmi e dei loro impatti sulle pari opportunità costituisca un riferimento imprescindibile e trasversale del disegno; – che la governance istituzionale di tale Piano coinvolga le principali istituzioni pubbliche già attualmente impegnate nella valutazione delle diverse linee di policy, razionalizzando i mandati istituzionali e le competenze esistenti senza creare nuove e pletoriche istituzioni o autorità sovraordinate e che tutto ciò si sostanzi in un cambiamento degli assetti organizzativi tale da garantire una reale indipendenza della valutazione a tutti i livelli; – che si compia uno sforzo serio e strategico per la messa a disposizione in forma aperta dei dati statistici e amministrativi disponibili tanto a livello centrale che degli enti locali; – che si riconosca la professione di valutatore/valutatrice e che si introduca un sistema di accreditamento, certificazione e aggiornamento continuo delle competenze; – che siano messe in campo specifiche e adeguate risorse economiche aggiuntive per garantire standard di qualità, pluralismo metodologico e indipendenza delle valutazioni a tutti i livelli; – che siano creati spazi di condivisione e occasioni di riflessione sia istituzionale che pubblica per la capitalizzazione ad ogni livello dei risultati delle diverse valutazioni che saranno realizzate in un’ottica di accountability dell’azione e del ruolo di sostegno dello stesso PNNR. Organizzazioni promotrici: Maria Carmela Agodi – Presidente Associazione Italiana di Sociologia (AIS); Gabriele Tomei – Presidente Associazione Italiana di Valutazione (AIV); Marco Bassi – Presidente Società Italiana di Antropologia Applicata (SIAA); Corrado Crocetta – Presidente Società Italiana di Statistica (SIS); Gabriele Ballarino – Presidente Società Italiana di Sociologia Economica (SISEC); Francesca Longo – Presidente Società Italiana di Scienza Politica (SISP). (abstract) fonte: http://www.valutazioneitaliana.eu

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palazzo Cisterna riapre con le visite animate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Torino. Sabato 29 maggio ospiti i Principi dal Pozzo. Alle ore 10 si riaprirà l’imponente portone in ferro battuto, si riaccenderanno i maestosi lampadari e i visitatori potranno ammirare per la prima volta o tornare a visitare gli ambienti aulici che sempre suscitano meraviglia. Un tour che partirà dal piano terra raccontando della Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte e ammirando la manica di ponente di impianto settecentesco e che proseguirà, salendo il monumentale scalone d’onore, al piano nobile con la visita dell’ex sala Giunta della Provincia di Torino, dello Studio del Duca, della sala da Pranzo, della Sala delle Donne e di Sala Marmi con una sosta nel Corridoio delle Segreterie e nel Belvedere Ad accogliere i visitatori ed ad animare la visita ci saranno gli antichi patroni di casa, Maria Vittoria e Amedeo di Savoia, I° Duca d’Aosta, rappresentati dal gruppo storico i “Principi dal Pozzo della Cisterna 1843-1870” di Reano. L’associazione trae spunto dal ramo di Torino dei Principi Dal Pozzo della Cisterna il cui capostipite, Giovanni Ludovico Dal Pozzo, visse intorno al 1578 nel feudo di Reano. Ludovico primo Presidente del Senato Subalpino trasformò il castello reanese in palazzo nobiliare ed ebbe dal Papa la facoltà di coniare monete. Ultima erede delle sostanze della famiglia Dal Pozzo della Cisterna fu la principessa Maria Vittoria, nata nel 1847 e andata in sposa il 30 maggio 1867 al principe Amedeo Di Savoia, Duca D’Aosta e poi Re di Spagna. Alla vigilia del 154° anniversario di matrimonio di Maria Vittoria, il gruppo storico di Reano farà rivivere gli episodi salienti della breve vita di Maria Vittoria, che amava trascorrere periodi di villeggiatura nel maniero reanese. La visita è gratuita con prenotazione obbligatoria dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 al numero 011-8612644 Per quanto riguarda le prescrizioni di sicurezza necessarie per partecipare alla visita sarà in vigore l’obbligo di indossare la propria mascherina e di igienizzarsi le mani con il gel posto all’ingresso. Per il rispetto della distanza fisica sono previsti due gruppi di visita da 10 persone: uno alle ore 10 e uno alle ore 11. La prossima visita animata si svolgerà sabato 19 giugno alle ore 10 e alle ore 11.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missione Tianwen-1: anche la Cina conquista Marte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Di Piergiorgio Pescali. Mentre Perseverance e Ingenuity continuano la loro missione su Marte accompagnati da una perfetta campagna mediatica, il 14 maggio la Cina è stata la prima nazione, dopo gli Stati Uniti, ad aver raggiunto Marte con un proprio rover, Zhurong. E lo ha fatto quasi in sordina, come è ormai consuetudine per le missioni della China National Space Administration (CNSA), l’Amministrazione spaziale cinese. La fase di discesa sul pianeta da parte del lander cinese è stata leggermente più lunga di quella statunitense del 18 febbraio scorso (9 minuti anziché i 7 di Perseverance) ed è avvenuta in modo meno spettacolare di quella di Perseverance: oltre a non aver previsto alcuna diretta televisiva (probabilmente per evitare reazioni negative in caso di fallimento) nessuna gru ha posato Zhurong direttamente sulla superficie, ma il rover è arrivato all’interno di un guscio protettivo frenato da razzi da cui, tramite una rampa è lentamente disceso sul terreno marziano per poi dispiegare i suoi quattro pannelli solari che gli permetteranno di immagazzinare l’energia sufficiente per sopravvivere sulla fredda superficie del pianeta. Per permettere di eliminare la polvere che inevitabilmente si depositerà sui pannelli, questi sono mobili così da poter allungare la vita del rover (Perseverance e Curiosity traggono invece le loro necessità energetiche da una fonte di plutonio radioattivo che trasforma il decadimento in elettricità).Se il motto statunitense è perseveranza e ingegnosità, quello cinese è molto più poetico: Tianwen significa infatti Domande al Cielo e trae ispirazione da una serie di poemi del III secolo a.C. di cui Tianwen, scritta da Qu Yuan, è la più famosa. In questa poesia il poeta esprime i suoi dubbi sui concetti tradizionali che spiegano l’esistenza degli oggetti celesti e dei fenomeni naturali cercando invece di sondare una verità più scientifica.Zhurong, invece, il nome dato al rover deve il suo battesimo ad un personaggio della mitologia cinese, assistente dell’Imperatore rosso, o Imperatore di fuoco Yan Di, uno dei tre Augusti imperatori. Zhurong è colui che governa il fuoco ed è spesso rappresentato con una faccia umana e il corpo da bestia.Quindi Tianwen-1 ha il compito di dare il proprio contributo nel cercare di approfondire alcune attività scientifiche che le passate missioni hanno iniziato. Lo farà portando sette strumenti scientifici sull’Orbiter (due macchine fotografiche a media e alta risoluzione, un magnetometro, uno spettrometro, un analizzatore di particelle neutre, un analizzatore di particelle energetiche e un radar subsuperficiale) e sei sul rover (un radar a penetrazione capace di sondare sino a cento metri sotto la superficie, una macchina topografica, una macchina fotografica a multispettro, un detector per il campo magnetico superficiale, una centralina metereologica e un detector per analizzare la composizione del terreno superficiale combinato con uno spettrografo ad infrarosso).I tentativi di risposta di Zhurong sono gli stessi che il collega e rivale Perseverance è alla ricerca nel cratere di Jazero, dove è ammartata lo scorso 18 febbraio: se è esistita acqua allo stato liquido sulla superficie di Marte, è possibile rintracciare forme di vita che hanno eventualmente popolato il pianeta nel passato? Zhurong cercherà di rilevare nuovi dati utili a rispondere a questa domanda in una zona particolarmente ricca di acqua conservata sotto forma di ghiaccio sotto la superficie di Utopia Planitia, in un’area poco lontana dove nel 1976 era ammartato Viking-2 della NASA.In questa pianura, dal diametro di 3.300 km, dove nella finzione televisiva di Star Trek sarebbe stata costruita la USS Enterprise-D al comando di Jean-Luc Picard, nel 2016 la NASA scoprì l’esistenza una massa di ghiaccio sotterraneo. Si ipotizza quindi che circa tre miliardi di anni fa Utopia Planitia fosse completamente sommersa da un mare d’acqua liquida e che parte di essa sia percolata sotto la superficie mantenendosi sotto forma di ghiaccio fino ai nostri giorni.Zhurong esplorerà per 90 Sol (giorni marziani, equivalenti a circa 93 giorni terrestri) una piccola porzione dell’area raccogliendo campioni di terreno e analizzandoli con spettrofotometri per determinarne la composizione chimica e la presenza d’acqua nel passato. Verranno raccolti anche campioni in attesa di una successiva missione prevista tra il 2028 e il 2030 che potrebbe riportarli sulla Terra. Due telecamere ad alta risoluzione permetteranno di disegnare la topografia del terreno e individuare eventuali erosioni dovuti a corsi d’acqua e vulcani. Due rivelatori di particelle analizzeranno la composizione atmosferica e la variazione stagionale del clima sulla superficie. Infine due radar, uno installato sul rover e uno sulla sonda che continuerà ad orbitare tra 250 e i 400 km dalla superficie lavoreranno in coppia per misurare la composizione della crosta sotterranea di Marte alla ricerca di ghiaccio che, oltre a dare indicazioni sulla vita biologica ospitata dal pianeta, potrebbe risultare utile per future missioni umane. Sebbene questa sia la prima missione tutta cinese su Marte, già nel 2011 l’ente spaziale aveva tentato di mettere in orbita marziana un satellite, lo Yinghuo-1 in collaborazione con la russa Roscosmos, ma la missione fallì ancora prima di lasciare l’orbita terrestre per la distruzione del razzo russo che trasportava la sonda cinese. (fonte: Articolo su Prisma Magazine, il mensile di matematica dell’Università Bocconi)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cisco ha annunciato l’intenzione di acquisire Socio Labs

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

E’ un’azienda privata americana proprietaria di un’innovativa piattaforma tecnologica che offre agli organizzatori di eventi tutto ciò di cui hanno bisogno per gestire con successo eventi in presenza, virtuali e ibridi di qualsiasi portata e in qualunque format. Grazie alla tecnologia Socio Labs, Cisco potenzierà la piattaforma Webex Events per spingersi oltre le riunioni, i webinar e i webcast e gestire grandi conferenze ed eventi ibridi e multi-sessione. La soluzione permetterà il live streaming, sponsorship, creazione di relazioni durature tra i partecipanti e analisi dettagliate, oltre al coinvolgimento costante dei partecipanti prima, durante e dopo gli eventi – così come le funzionalità Webex come la creazione di sondaggi, sessioni di Q&A, chat e traduzione in tempo reale.La pandemia ha cambiato per sempre il mondo degli eventi. Da un giorno all’altro, gli organizzatori di eventi hanno dovuto adottare un format solo virtuale. Ora che il mercato si sta riprendendo, gli eventi in persona stanno ricominciando gradualmente e il modello di evento ibrido – una combinazione tra fisico e virtuale – sta diventando la norma.”Il futuro degli eventi, così come il futuro del lavoro, sarà ibrido”, ha commentato Jeetu Patel, senior vice president e general manager di Cisco Security and Collaboration. “E ciò porterà a una maggiore complessità nella creazione di esperienze inclusive e interazioni significative e misurabili sia per i partecipanti in remoto che per quelli in presenza. In tal senso, Socio Labs e la potente tecnologia Webex sono in grado di fornire ai clienti una soluzione di gestione di eventi ibridi senza precedenti per coinvolgere i partecipanti sia che partecipino di persona che virtualmente.” La vision Cisco Webex volta ad offrire esperienze inclusive, coinvolgenti e intelligenti durante eventi e riunioni si completa dunque con Socio Lab e la recente acquisizione di Slido, piattaforma per il coinvolgimento del pubblico, che insieme danno vita a una soluzione completa per la gestione degli eventi semplice da utilizzare e del tutto competitiva in termini di costo che include le migliori funzionalità disponibili sul mercato – il tutto tramite un singolo portale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Oracle e Oxford University, unite per riuscire a debellare le varianti di COVID-19

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

L’emergere di varianti più infettive del virus COVID-19 minaccia di rallentare la ripresa globale e, potenzialmente, di vanificare l’attuale immunità vaccinale. Per aiutare i governi e la comunità medica a identificare queste varianti e ad agire più velocemente, l’Università di Oxford e Oracle hanno creato un sistema di analisi globale degli agenti patogeni (Global Pathogen Analysis System, GPAS) che combina la piattaforma Scalable Pathogen Pipeline Platform (SP3) di Oxford con la potenza di Oracle Cloud Infrastructure (OCI). Questa iniziativa sfrutta il lavoro di un consorzio finanziato dal Wellcome Trust che include le agenzie di tutela della salute del Galles e dell’Inghilterra oltre all’Università di Cardiff.“Questo nuovo potente strumento consentirà agli scienziati e ai ricercatori di sanità pubblica, istituti di ricerca, agenzie di servizi sanitari e diagnostica di tutto il mondo di contribuire a una maggiore comprensione delle malattie infettive, a cominciare dal coronavirus”, ha affermato Derrick Crook, professore di microbiologia nel dipartimento di medicina Nuffield dell’Università di Oxford. “Il Sistema GPAS aiuterà a stabilire uno standard comune globale per assemblare le informazioni e analizzare questo nuovo virus, così come altre minacce microbiche per la salute pubblica. Questo aggiunge una nuova dimensione alla nostra capacità di elaborare i dati degli agenti patogeni. Siamo entusiasti di collaborare con Oracle per far progredire ulteriormente la nostra ricerca, grazie a questa piattaforma tecnologica all’avanguardia”.Utilizzata inizialmente per la tubercolosi, la piattaforma SP3 è stata riproposta per unificare, standardizzare, analizzare e mettere a confronto i dati di sequenziamento di SARS-CoV-2, ottenendo sequenze genomiche annotate e identificando le nuove varianti e quelle preoccupanti. La capacità di elaborazione di SP3 è stata migliorata grazie all’esteso lavoro di sviluppo da parte di Oracle, che ha garantito un elevato livello di prestazioni e sicurezza, oltre alla disponibilità del sistema SP3 in tutto il mondo 7×24 su Oracle Cloud. Il sistema SP3 fornirà ora risultati completi e standardizzati delle analisi su COVID-19 entro pochi minuti dall’invio, su scala internazionale. I risultati saranno condivisi con i paesi di tutto il mondo in un ambiente sicuro.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina di precisione: un nuovo snodo chiave del percorso diagnostico-terapeutico’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Giovedì 20 maggio, dalle ore 10:30 alle 13:30, si terrà il webinar: ‘ONCOnnection La medicina di precisione: un nuovo snodo chiave del percorso diagnostico-terapeutico’, organizzato da Motore Sanità. In Italia ogni anno circa 270 mila cittadini sono colpiti al cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. I risultati della ricerca sperimentale, i progressi della diagnostica, della medicina e della chirurgia, le nuove terapie contro il tumore, stanno mostrando effetti positivi sul decorso della malattia, allungando, la vita dei malati anche senza speranza di guarigione. Ma, se da una parte i vantaggi del progresso scientifico hanno cancellato l’ineluttabile equazione “cancro uguale morte”, dall’altra sono sorti nuovi problemi. In questo nuovo appuntamento analizzeremo con gli esperti l’organizzazione necessaria per programmare il futuro ed approfondiremo il percorso oncologico di ieri, oggi e domani. Vi partecipano: Vincenzo Adamo, Direttore Oncologia Medica A.O. Papardo-Messina e Coordinatore Rete Oncologica Siciliana (Re.O.S.), Mattia Altini, Presidente SIMM – Direttore Sanitario AUSL Romagna, Gianni Amunni, Associazione Periplo – Direttore Generale ISPRO, Regione Toscana, Rossana Berardi, Direttore Clinica Oncologica, Direttore Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica, Direttore Centro di Riferimento Regionale di Genetica Oncologica, Ospedali Riuniti di Ancona, Livio Blasi, Presidente CIPOMO, Pierfranco Conte, Associazione Periplo – Direttore Oncologia Medica 2 IOV Padova, Direttore della Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica, Dip. Scienze Chirurgiche Oncologiche e Gastroenterologiche Università di Padova, Coordinatore Rete Oncologica Veneta, Francesco De Lorenzo, Presidente F.A.V.O. Franca Fagioli, Direttore ff Rete Oncologica Piemontese – Direttore SC Oncoematologia Pediatrica e Centro Trapianti – Presidio Ospedaliero Infantile Regina Margherita – AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, Valeria Fava, Cittadinanzattiva Mosè Favarato, UOSD Genetica, Citogenetica e diagnostica molecolare ULSS 3 Serenissima, Pierfrancesco Franco, Professore Associato Dipartimento di Medicina Traslazionale, Università del Piemonte Orientale, Paolo Marchetti, Direttore Oncologia Medica B Università La Sapienza Roma Francesco Saverio Mennini, Presidente SIHTA – Professore di Economia Sanitaria e Economia Politica, Research Director-Economic Evaluation and HTA, CEIS, Università degli Studi di Roma“Tor Vergata”, Federico Pantellini, Relatore in rappresentanza di Farmindustria, Carmine Pinto, Direttore della Struttura Complessa di Oncologia dell’IRCCS Santa Maria Nuova, Reggio Emilia, Fausto Roila, Coordinatore della Rete Oncologica Regionale dell’Umbria – Direttore Scuola di Specializzazione in Oncologia Medica Università degli Studi di Perugia, Anna Sapino, Presidente SIAPEC-IAP e Direttore Scientifico IRCCS FPO Candiolo (TO), Specchia, Professore di Ematologia Università Bari e Componente Comitato Scientifico AIL, Gianmarco Surico, Coordinatore Rete Oncologica ROP Regione Puglia, Daniela Turchetti, Genetica Medica AOU Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità​.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le nuove scoperte sulla risoluzione dell’infiammazione e del dolore cronico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Sabato 12 giugno, dalle 14.00 alle 18.30. La partecipazione è gratuita e l’iscrizione è obbligatoria: https://www.europeansummitspm.eu/it/ Molto più di un semplice webinar, l’evento sarà un vero e proprio virtual summit che riunirà i maggiori esperti mondiali secondo un format innovativo, che ricorda i grandi eventi televisivi, unendo al rigore scientifico la massima chiarezza divulgativa.L’EU Summit on Inflammation Resolution riunirà da tutto il mondo gli specialisti più in vista impegnati nella ricerca sui meccanismi degli SPM o proresolvine e sulle loro applicazioni cliniche più promettenti nel trattamento delle patologie infiammatorie. «Oggi abbiamo la conferma che sia possibile intervenire sulla riduzione dell’infiammazione – spiega Maurizio Salamone, direttore scientifico di Metagenics Academy – Dopo lunghi anni di studi scientifici, un’innovativa ricerca della Harvard Medical School ha dimostrato che larisoluzione dell’infiammazione non è un processo passivo e incontrollabile. Al contrario, procede attraverso pathway specifici e dipende da una serie di fattori ben definiti e modificabili. In particolare gioca un ruolo cruciale il meccanismo degli SPM o proresolvine. Oggi è possibile, grazie al progresso delle tecniche farmacologiche di estrazione, derivare gli SPM dagli acidi grassi essenziali Omega-3, ottenendo così integratori naturali che offrono un approccio innovativo, integrativo alla terapia farmacologica, nel trattamento delle patologie infiammatorie, nonché straordinarie prospettive di intervento nelle malattie cardiovascolari e reumatologiche».L’evento del 12 giugno vedrà alternarsi sul palco virtuale i massimi esperti mondiali nel trattamento delle patologie infiammatorie: Charles Serhan (scopritore delle proresolvine e professore all’università di Harvard) e un panel di punta dei massimi esperti europei (Joan Claria, Giovanni Scapagnini, Loukman Omarjee, Nicola Biagio Mercuri, Valerio Chiurchiù e Vincent Castronovo) Programma completo al link: https://www.europeansummitspm.eu/it/programma

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova offerta formativa dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Parma. Si aprono giovedì 8 luglio le immatricolazioni all’Università di Parma, che per l’anno accademico 2021-22 presenta un’offerta formativa ancora più ricca e articolata (https://ilmondochetiaspetta.unipr.it/scegli-il-tuo-corso/), composta di 96 corsi complessivi. La nuova offerta formativa è stata approvata nei giorni scorsi dagli Organi accademici. Al debutto quattro nuovi Corsi (due triennali, uno magistrale a ciclo unico e uno magistrale) in quattro ambiti diversi: Design Sostenibile per il Sistema Alimentare (LT – Corso interateneo con il Politecnico di Torino) Language Sciences and Cultural Studies for Special Needs (LM – Corso internazionale erogato in inglese in modalità blended) Medicine and Surgery (LMCU – Corso con sede a Piacenza, erogato in inglese) Scienza dei Materiali (LT) Questa l’articolazione della nuova offerta formativa, che copre tutti gli ambiti di studio dei 9 Dipartimenti dell’Ateneo: 42 Corsi di Laurea – 3 anni 7 Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico – 5 o 6 anni 47 Corsi di Laurea Magistrale – 2 anni Le immatricolazioni all’Università di Parma per l’anno accademico 2021-22 si apriranno giovedì 8 luglio. La procedura per effettuare l’immatricolazione è interamente online e dev’essere preceduta dalla registrazione al sistema informativo universitario.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È alta la fiducia dei giovani nei decisori politici, negli scienziati e nei medici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Nonostante abbiano manifestato una certa insoddisfazione per la gestione comunicativa dell’emergenza sanitaria, percepita come confusionaria. Proprio per questo, il 78% dei ragazzi vorrebbe maggiore chiarezza e più capacità di ascolto. Per superare l’emergenza sanitaria i giovani considerano prioritario il ruolo della ricerca per nuovi vaccini e farmaci (81%), seguito dalla gestione equilibrata dei decisori politici (53%) e da una corretta comunicazione (30%). Sono alcuni dei dati emersi dalla Ricerca sulla fiducia dei giovani nella scienza, condotta dalla Fondazione Mondo Digitale con il supporto del Dipartimento di Economia politica e statistica della Università degli Studi di Siena. I risultati della ricerca che ha coinvolto 4mila studenti tra i 14 e i 19 anni sono stati presentati oggi dal direttore scientifico Alfonso Molina e discussi con gli esperti dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, partner scientifico del progetto Fattore J, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale con la collaborazione di Janssen Italia e il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità.ww.mondodigitale.org

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola riaperture: Può salvare il prossimo anno scolastico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Le modifiche sulla Scuola al decreto Riaperture, all’esame della XII Commissione della Camera dei deputati, ed oggi stesso di nuovo in Consiglio dei ministri, mirano quindi “a rivedere il rapporto alunni-insegnanti, alunni-sedi, alunni-plessi con l’adeguamento dell’organico di fatto all’organico di diritto per il regolare funzionamento, anche per i posti in deroga su sostegno”, ha spiegato il leader dell’Anief.Abbiamo anche chiesto, per ridurre il precariato crescente, “l’utilizzo di graduatorie esistenti, ad esempio le Graduatorie Provinciali per le Supplenze (le Gps), per il reclutamento delle migliaia di insegnanti precari”, prosegue il sindacalista, ricordando che “il prossimo anno più di 80 mila cattedre saranno scoperte nonostante siano state autorizzate”. Fra le proposte presentate dal giovane sindacato vi sono anche quelle per assumere gli insegnanti di religione cattolica, per gli educatori, per i facenti funzione Dsga. “Sono tantissimi emendamenti che portano delle soluzioni concrete, ma soprattutto rapide, per poter iniziare il 1° settembre con tutto il personale a scuola e, soprattutto, con tutto il personale di ruolo”, ha sottolineato Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libri per Ragazzi sarà il Global Publishing Partner della nuova serie TV Nina&Olga

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Questo Autunno, in contemporanea all’uscita della nuova serie animata Nina & Olga in onda su RAI Yoyo, co-prodotta da Enanimation e Mondo TV Iberoamerica, con Rai Ragazzi, Mondadori – Libri per Ragazzi è fiero di portare in libreria i libri ispirati ai protagonisti di questo nuovo cartoon.La direzione artistica della serie televisiva per bambini Nina&Olga è a cura della celebre autrice e illustratrice per l’infanzia Nicoletta Costa, la quale firmerà anche i libri speciali che caratterizzeranno un piano iniziale di 6 opere dedicate alla piccola Nina e alla sua amica, la Nuvola Olga (personaggio amatissimo dal pubblico da oltre 30 anni, grazie agli storici titoli di EMME edizioni).La nuova serie di libri, a opera e cura di Nicoletta Costa, accompagnerà i bambini dai 3 ai 6 anni, italiani e di tutto il mondo, trattando il ricco tema delle emozioni, e meravigliandoli con la loro autentica poesia e qualità immaginativa.Con divertimento e freschezza, nel corso della serie, le due protagoniste accompagneranno i lettori nelle piccole sfide quotidiane, tendendo loro la mano e imparando insieme a gestire le emozioni. “Nina&Olga. Sei un’amica speciale” e “Nina&Olga. Alla scoperta di lettere e numeri” sono i primi due titoli in uscita. Il primo, un albo illustrato, ci racconta il tenero incontro tra le due protagoniste e la nascita della loro amicizia, mentre il secondo, tramite piccole storie ed episodi divertenti, vedrà Nina e la Nuvola Olga alle prese con l’alfabeto e i numeri.A seguire quattro titoli che raccontano alcuni episodi della serie animata: “Il miglior regalo di sempre”, “Piccoli misteri della notte”, “che divertimento in fattoria” e “Il posticino scacciarabbia”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artists Tomorrow

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Rome May 28th – June 11th Rossocinabro Via Raffaele Cadorna 28 Curator Joe Hansen.This exhibition was conceived as an articulated segment of works by international artists currently on display in various European exhibitions, a window on the multiplicity of today’s artistic production that boasts various content and formal ideas that aim to propose a series of messages to interpret, live and encode.From painting to sculpture, to photography, to engraving, there are different languages and directions for experimentation that can be found in this exhibition project which, through the invited artists, intends to present a reasoned and shared proposal on the art currently in circulation in Europe.Artists: Cecilia Álvarez, Brian Avadka Colez, Heike Baltruweit, Naqiba Bergefurt, Oleg Bregman, Roderick Camilleri, Joy Caloc, Aleksandra Ciążyńska, Nathanael Cox, Marie-Pierre de Gottrau, Kyna De Schouël, Onno Dröge, Earnest, Gabi Simon Artworks Concept, Juliet Hillbrand, Jauhiainen Hanna Maarit, Michael Jiliak, Monika Blanka Katterwe, Alexandra Kordas, Riikka Korpela, Caroline Kusters, Constanza Laguna Roldán, Angelika Lialios Freitag, Fiona Livingstone, Marcia Lorente Howell, Judith Minks, Fanou Montel, Susan Nalaboff Brilliant, Roanne O’Donnell, Ann Palmer, Sal Ponce Enrile, Renée Rauchalles, Michaela Resch, Erwin Rios, Belle Roth, Toril Sæterbakken, Soha Jeong, Nina Stopar, Maria Tsormpatzoglou, Stéphane Vereecken, Victoria V, Karl Weiming Lu The exhibition is accompanied by a page on the website http://www.rossocinabro.com, with in-depth analysis of the research of the selected artists and their works on display.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Artists Tomorrow

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Roma 28 maggio – 11 giugno 2021 Rossocinabro Via Raffaele Cadorna 28 Curatore Joe Hansen. Questa mostra è stata pensata come un articolato segmento di opere di artisti internazionali attualmente in esposizione in varie mostre europee, una finestra sulla molteplicità della produzione artistica odierna che vanta svariati spunti contenutistici e formali che si prefiggono di proporre una serie di messaggi da interpretare, vivere e codificare. Dalla pittura alla scultura, alla fotografia, all’incisione sono diversi i linguaggi e gli indirizzi di sperimentazione rintracciabili in questo progetto espositivo che, attraverso gli artisti invitati, intende presentare una proposta ragionata e condivisa sull’arte in circolazione attualmente in Europa.In mostra: Cecilia Álvarez, Brian Avadka Colez, Heike Baltruweit, Naqiba Bergefurt, Oleg Bregman, Roderick Camilleri, Joy Caloc, Aleksandra Ciążyńska, Nathanael Cox, Marie-Pierre de Gottrau, Kyna De Schouël, Onno Dröge, Earnest, Gabi Simon Artworks Concept, Juliet Hillbrand, Jauhiainen Hanna Maarit, Michael Jiliak, Monika Blanka Katterwe, Alexandra Kordas, Riikka Korpela, Caroline Kusters, Constanza Laguna Roldán, Angelika Lialios Freitag, Fiona Livingstone, Marcia Lorente Howell, Judith Minks, Fanou Montel, Susan Nalaboff Brilliant, Roanne O’Donnell, Ann Palmer, Sal Ponce Enrile, Renée Rauchalles, Michaela Resch, Erwin Rios, Belle Roth, Toril Sæterbakken, Soha Jeong, Nina Stopar, Maria Tsormpatzoglou, Stéphane Vereecken, Victoria V, Karl Weiming Lu

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’appello di papa Francesco per regolamentare la finanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Di Mario Lettieri e Paolo Raimondi. Che di fronte al dilagare incontrollato della finanza speculativa sia necessario “rivolgersi alla preghiera”, è uno schiaffo morale ai governi e alle istituzioni economiche internazionali preposte al controllo e alla regolamentazione dell’economia, della moneta e dei settori finanziari. E’, però, l’ammissione della loro incapacità d’intervento e della sottomissione al “mercato senza leggi” e al laissez faire più spregiudicato. Dinanzi all’intollerabilità della situazione, papa Francesco si è sentito in dovere di richiamare i credenti e i laici con un video dedicato alla preghiera per una “finanza giusta, inclusiva e sostenibile”. Egli afferma che “mentre l’economia reale, quella che crea lavoro, è in crisi – quanta gente è senza lavoro! – i mercati finanziari non sono mai stati così ipertrofici come sono ora. Quanto è lontano il mondo della grande finanza dalla vita della maggior parte delle persone! La finanza, se non viene regolamentata, diventa pura speculazione animata da politiche monetarie. Questa situazione è insostenibile. È pericolosa. Per evitare che i poveri tornino a pagarne le conseguenze, bisogna regolamentare in modo rigido la speculazione finanziaria.”. Ricorda che la finanza deve essere uno strumento per servire le persone e per prendersi cura della casa comune e fa un appello “perché i responsabili della finanza collaborino con i governi, per regolamentare i mercati finanziari e proteggere i cittadini in pericolo.” In pratica riprende il discorso avviato nel 2015 con l’enciclica Laudato sì” in cui si afferma che “la finanza soffoca l’economia reale. Non si è imparata la lezione della crisi finanziaria mondiale”. Secondo Francesco non è una questione di teorie economiche ma della loro applicazione fattuale nell’economia. Il mercato da solo non può garantire lo sviluppo umano integrale e l’inclusione sociale, né la protezione dell’ambiente e dei diritti delle generazioni future. Nell’enciclica citata si sostiene: “La politica non deve sottomettersi all’economia e questa non deve sottomettersi ai dettami e al paradigma efficientista della tecnocrazia… Il salvataggio ad ogni costo delle banche, facendo pagare il prezzo alla popolazione, senza la ferma decisione di rivedere e riformare l’intero sistema, riafferma un dominio assoluto della finanza che non ha futuro e che potrà solo generare nuove crisi dopo una lunga, costosa e apparente cura”. Secondo noi la crisi finanziaria del 2007-2008 ne è la prova: sarebbe stata l’occasione per sviluppare una nuova economia, non solo più attenta ai principi etici, ma, soprattutto, per regolamentare l’attività finanziaria speculativa e la ricchezza virtuale. Purtroppo non è stato così. Certo, sono concetti che papa Francesco ripete ormai costantemente. Lo ha fatto anche recentemente nell’enciclica “Fratelli tutti” e con molto coraggio anche nella lettera inviata al meeting della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale, svoltosi lo scorso aprile. Egli afferma che “è ora di riconoscere che i mercati — specialmente quelli finanziari — non si governano da soli. I mercati devono essere sorretti da leggi e regolamentazioni che assicurino che operano per il bene comune, garantendo che la finanza – invece di essere meramente speculativa o finanziare solo sé stessa – operi per gli obiettivi sociali tanto necessari nel contesto dell’attuale emergenza sanitaria globale”. Ci preme sottolineare che la preghiera del papa ha avuto anche qualche orecchio attento. La Federcasse, la Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo, una rete di 250 banche cooperative di comunità con un milione e 350 mila soci, l’ha fatta sua. Del resto essa fa della vicinanza al territorio, alle famiglie e ai piccoli imprenditori e artigiani la sua mission. In merito, il direttore generale Sergio Galli ha ribadito che “occorre elaborare nuove forme di economia e finanza realmente orientate al bene comune e rispettose della dignità umana”. Naturalmente le tematiche affrontate da papa Francesco sono tali che oggettivamente impongono ai governi decisioni rapide e stringenti. In questi giorni da più parti si sollecita il superamento dei brevetti sui vaccini. Tema che va affrontato. Si consideri che, mentre nei paesi industrializzati una persona su 4 ha già ricevuto almeno una dose di vaccino, nei paesi poveri, invece, l’ha avuta una su 500. Il caso più odioso è sicuramente quello dell’India, dove si produce il 70% dei vaccini mondiali, ma non per i propri cittadini, bensì per l’export. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biden e i brevetti anti-Covid: le vite umane più importanti dei profitti?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Domenico Maceri. “Assolutamente. Certamente. È l’unica soluzione umana al mondo”. Ecco come il candidato Joe Biden rispondeva a una domanda nella campagna elettorale del 2020 se lui, da presidente, condividerebbe con il resto del mondo un vaccino anti-Covid scoperto dagli Stati Uniti. Biden continuò a chiarire che si condividerebbe la tecnologia con tutti poiché proteggere gli americani è impossibile senza la protezione di tutti gli esseri umani.Biden ha agito recentemente per mantenere la promessa fatta come si è visto dall’annuncio della sua rappresentante per il commercio Katherine Tai. Gli Stati Uniti si impegneranno ad approvare la sospensione dei brevetti per i vaccini onde affrontare in maniera più efficace la pandemia nei paesi poveri che fino ad adesso hanno avuto accesso limitatissimo ai vaccini. La Tai ha chiarito che l’amministrazione del 46esimo presidente rispetta la protezione della proprietà intellettuale ma le circostanze straordinarie del Covid-19 richiedono misure altrettanto straordinarie.L’annuncio è stato ricevuto come una piacevole sorpresa da alcuni membri della sinistra che spingevano Biden alla sospensione dei brevetti da parecchi mesi. Al voto di ottobre del WTO, l’organizzazione mondiale che si occupa degli aspetti sulla proprietà intellettuale in una procedura chiamata TRIPS, l’America aveva votato contro la mozione introdotta dall’India e l’Africa del Sud per sospendere i brevetti sui vaccini. Adesso che gli Stati Uniti hanno cambiato idea aumenteranno le probabilità che tutti gli altri 160 paesi faranno altrettanto. Difatti, parecchie voci importanti si sono dichiarate favorevoli, incluso la Gran Bretagna, la Francia, l’Italia e persino Papa Francesco ha incoraggiato la sospensione. Una rara voce di scetticismo è venuta a galla dalla cancelliera tedesca Angela Merkel ma ovviamente si tratta dell’inizio delle trattative. La prossima riunione del WTO avverrà a novembre e quindi ci sarà tempo per mettere tutti nella stessa strada.Il problema però è proprio il tempo, specialmente considerando la tragica situazione in molti paesi e specialmente in India. La mossa di Biden che sospenderebbe, ma non eliminerebbe la proprietà intellettuale, mira a reiterare l’emergenza globale. Il sistema capitalista è riuscito a trovare vaccini efficaci contro il Covid-19 ma solo una piccola parte degli esseri umani ha potuto beneficiarne. Fino ad adesso la stragrande maggioranza dei vaccini sono andati nelle braccia dei cittadini benestanti. In America ci si sta avvicinando al 50 percento di vaccinati e Biden ha promesso che si arriverà all’immunità di gregge raggiungendo il 70 percento per il 4 luglio, festa dell’indipendenza. Altri paesi occidentali stanno anche facendo notevoli progressi. Secondo alcuni calcoli, però, solo l’otto percento della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dosi del vaccino, livello molto basso. Il fabbisogno di vaccini per il mondo si aggira fra 10 e 15 miliardi di dosi per raggiungere l’immunità di gregge.L’annuncio di Biden della sospensione dei brevetti permetterebbe ad altri paesi come l’India, l’Africa del Sud, il Ghana ed altri a produrre vaccini e inoculare abbastanza persone per fermare la pandemia. Non si tratta solo dei brevetti, però, poiché la produzione dei vaccini richiede anche la condivisione del know-how, materiali, e anche fondi addizionali. Sedici miliardi di dollari sono stati stanziati a livello globale per questo programma e si crede che ulteriori fondi saranno necessari.Il primo passo, ossia la sospensione dei brevetti, non è stato però benvenuto dalle industrie farmaceutiche, specialmente dalla manciata di grosse aziende che stanno producendo i vaccini, preoccupate dalla possibile perdita di ingenti profitti. Sono stati rilevati i fatti che gli ingredienti per la produzione di vaccini sono limitati e l’apertura dei brevetti causerebbe concorrenza per questi scarsi ingredienti, creando ulteriori ostacoli alla produzione. Altri critici della mossa di Biden hanno rilevato che la sospensione dei diritti di proprietà intellettuale creerà disincentivi per le aziende che investono sulla ricerca ed eventuale produzione di queste medicine. Si calcola che ci vogliono investimenti di parecchi miliardi di dollari per coprire le spese delle ricerche che conducono alla produzione di nuovi farmaci.Tutto questo è vero ma queste argomentazioni dimenticano il fatto che le ricerche spesso vengono fatte in parte da istituti universitari i quali ricevono la maggior parte dei loro fondi dai governi. Nel caso del vaccino anti-Covid il governo americano ha contribuito 18 miliardi di dollari mediante il programma Warp Speed durante l’amministrazione di Donald Trump. Questi contributi sono stati indispensabili al vaccino prodotto da Moderna le cui ricerche sono state anche assistite da lavoro fatto dal National Institute of Health. Inoltre la tecnologia mRNA, usata da Pfizer e Moderna, non è completamente nuova poiché è basata su ricerche fatte da Katalin Kariko, scienziata ungherese, trasferitasi negli Usa nel 1985, alla University of Pennsylvania. Quindi le aziende che ritengono i diritti dei brevetti non sono completamente basati su ricerche ed investimenti fatti esclusivamente da loro stesse.In effetti, le aziende non creano profitti completamente in isolamento e i diritti alla proprietà intellettuale hanno limiti. La storia ce lo conferma. La proprietà tecnologica sull’aviazione dei fratelli Wright fu presa dal governo perché consisteva di un’indispensabile risorsa nella Prima Guerra Mondiale. Un altro caso più vicino a noi, però, ci indica quello che potrebbe succedere con i brevetti sui vaccini. Subito dopo gli attacchi terroristici alle Torri Gemelli dell’11 settembre del 2001, occorsero altri attacchi che sembravano provenire dalla stessa matrice. Ci riferiamo agli attacchi di antrace che veniva spedita a individui di rilievo e canali televisivi. La Bayer Corporation aveva un antibiotico efficace contro l’antrace e il governo di George W. Bush fece una richiesta per la produzione immediata di 12 milioni di dosi. Impossibile, fu la reazione della Bayer perché ci volevano quasi due anni. Dopo le minacce del governo di sospendere il brevetto e consegnare la ricetta ad altre aziende per accelerare la produzione, la Bayer riconsiderò e promise di consegnare le dosi richieste in tempi rapidissimi. La mossa di Biden di sospendere i brevetti potrebbe funzionare alla stessa maniera? Alcuni analisti credono di sì in parte per evitare la sospensione dei brevetti nel futuro. L’effetto potrebbe essere la soluzione poiché sarebbe più facile ampliare la produzione con le strutture già esistenti invece di iniziarne nuove che prenderebbe molto tempo. La mossa di Biden potrebbe dunque incentivare le aziende farmaceutiche a produrre la quindicina di miliardi di vaccini necessari in tempi rapidi. Comunque vada, Biden si è preso la parte morale della contesa agendo per tentare di salvare le più vite possibili. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Proposta di legge e filiera della canapa industriale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

“Limitare in maniera decisa i rischi per le aziende agricole che operano in un contesto di liceità, riducendo la possibilità che possano essere coinvolte nelle normali operazioni di contrasto al traffico di stupefacenti e gettando le basi per un ulteriore sano sviluppo della filiera della canapa ad uso industriale”. Sono questi gli obiettivi della proposta di legge di modifica della 242 del 2016, depositata lo scorso 6 maggio a Montecitorio, dal deputato Alberto Manca, esponente M5S in Commissione Agricoltura. “La proposta normativa si è resa necessaria in seguito al notevole incremento negli ultimi anni delle imprese agricole e di lavorazione che hanno investito nella cannabis sativa – spiega Manca -. Il lavoro di queste realtà imprenditoriali ha garantito entrate dirette all’erario, ha gettato le basi per una nuova economia circolare in territori in cui lo sviluppo di nuove colture non riusciva ad inserirsi con facilità, in zone soggette al fenomeno dello spopolamento a causa della mancanza di occupazione. È doveroso specificare – conclude – che le modifiche proposte non riguardano in alcun modo l’efficacia drogante della cannabis ma solo piante a basso tenore di Thc”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Halo Collective Inc. Reports Record First Quarter Results

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

TORONTO Halo Collective Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO: HALO), (OTCQX: HCANF), (Germany: A9KN) today announced its financial and operational results for three months ending March 31, 2021 (“Q1 2021”). The Company reported record revenues of $9.9 million for Q1 2021, a 123% increase compared to the previous year. This included the sale of over 5.2 million grams of cannabis products principally to dispensaries in Oregon and California, a 253% year over year increase. Organic revenue growth was 62%, the highest organic growth recorded in the Company’s history. The Company also reported a gross profit of $2.0 million, an increase from $(172.2k) for the three months ended March 31, 2020 (“Q1 2020”). The adjusted gross profit was $2.2 million (compared to $117.4k in Q1 2020). The reported gross margin in Q1 2021 was 19.7% in comparison with -3.9% in Q1 2020. Complete results are reported in the Company’s consolidated financial statements for the three months ended March 31, 2021 (the “Consolidated Financial Statements”) and associated management’s discussion and analysis (the “Q1 2021 MD&A”). In response to the Company’s record results, CEO and Co-Founder Kiran Sidhu commented, “Now, in 2021, we will begin to reap the rewards that we initiated with the change in our product range in 2020. We exceeded our own sales forecast by almost $1.0 million, and we believe a further increase in sales is possible. With the positioned start-up of Bar-X Farms, the first major sales by Bophelo, the start-up business with FlowerShop* which recently sold out its initial launch of 1,200 units in a few hours, the expected sales by Canmart, and the three planned dispensaries in the Hollywood area, we remain on target to achieve our overall revenue target of $75.0 million.” Philip van den Berg, CFO and Co-Founder continued, “The Q1 results demonstrate we are on target to the 2021 guidance previously communicated. When we released our financial statements for the year ended December 31, 2020, we provided guidance of annual revenues of $75 million for the fiscal year ended 2021 and positive EBITDA by the fourth quarter of 2021. Our first quarter showed that the core business is growing fast, and margins are improving across all operations. With the exception of Oregon cultivation and potentially California dispensary assets, the Company will be slowing down our acquisitions which should significantly reduce our corporate costs, in turn leading the Company to profitability.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Friend of the Sea Reaffirms Season Brands’ Certification for Sustainable Seafood Products

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2021

Friend of the Sea, the global certification standard for products and services that respect and protect the marine environment, is pleased to renew Season Brand’s certification, proving their enduring commitment to sustainable practices in the production of its seafood products.Thus, Season Brand from R.A.B. Food Group will continue to display the Friend of the Sea label on its premium canned seafood products, including sardines, mackerels & anchovies.Over its 100 years of history, Season Brand has worked relentlessly to bring healthy and sustainable products to consumers, caring for the fishermen’s work and the protection of the environment. By supporting sustainable fishing practices, Season Brand ensures the conservation of delicate ecosystems for future generations.“Sustainability anchors our brand. Therefore, partnering with Friend of the Sea is a choice consistent with our philosophy. Moreover, the excellent reputation that Friend of the Sea holds in the industry assures our retail partners and consumers that we are committed to sustainability and focused on delivering environmentally safe products”, a company’s spokesperson said.Ever since earning the Friend of the Sea certification in 2012, the Season Brand has consistently complied with the sustainability criteria, helping preserve the marine species and their surrounding ecosystems. The company has fostered measures to fulfill this goal, such as working with fishermen that use nets specially designed to eliminate bycatch, prevent catching immature fish and minimize the impact on the seabed. “We’re thrilled to continue partnering with the Season Brand family in its 100th anniversary. We want consumers to know that by buying these sustainable and responsibly sourced products, they are contributing to preserving the oceans”, said Paolo Bray, Friend of the Sea Founder and Director. Sustainable seafood includes products that are caught or farmed using methods respectful of the long-term viability of the species, the integrity and health of the oceans, and the dependant communities’ livelihood.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »