Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 1 Maggio 2021

Russia: I Presidenti UE condannano le sanzioni russe contro i cittadini dell’Unione

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Dichiarazione congiunta dei Presidenti di Consiglio europeo, Commissione europea e Parlamento europeo sull’imposizione di misure restrittive nei confronti di otto cittadini UE.”Condanniamo con massima fermezza la decisione odierna delle autorità russe di vietare l’ingresso nel territorio russo a otto cittadini dell’Unione europea. Tra questi figurano il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, la vicepresidente della Commissione europea Věra Jourová, nonché sei funzionari degli Stati membri dell’UE. Questa azione è inaccettabile, priva di qualsiasi giustificazione giuridica ed è del tutto priva di fondamento. Si rivolge direttamente all’Unione europea e non solo alle persone interessate. Questa decisione è l’ultima e sorprendente dimostrazione di come la Federazione russa abbia scelto la strada dello scontro con l’UE invece di accettare di correggere la traiettoria negativa nelle relazioni bilaterali. L’UE si riserva il diritto di adottare misure appropriate in risposta alla decisione delle autorità russe.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Accademia d’Ungheria in Roma riapre le porte

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Roma l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) riapre le sue porte. Le due mostre attualmente allestite presso la nostra sede, quali Sul margine d’una passione – Mostra dei borsisti dell’Accademia d’Ungheria in Roma (Galleria) e Verso la luce, mosaici di francobolli, mostra di Judit Szendrei (Piano Nobile) restano dunque a disposizione di chi volesse visitarle. Orari d’apertura: da lunedì al venerdì 10.00 -19.30. Parallelamente all’apertura dei nostri spazi espositivi, l’Accademia continua a proporre anche degli eventi online sul proprio sito e la sua pagina Facebook (https://www.facebook.com/Accadung). Per la Giornata del Film Ungherese (30 aprile) sarà in programma una mini rassegna di film d’animazione online. La rassegna organizzata in collaborazione con il National Film Institute Hungary prevede una ricca selezione di opere dei migliori registi ungheresi d’animazione, realizzate tra l’inizio degli anni ‘60 e la fine degli anni ‘80. Il 30 aprile dalle ore 20:00 per 24 ore, gli iscritti al Gruppo chiuso della nostra sala virtuale Cinema Accademia d’Ungheria in Roma (https://www.facebook.com/groups/3049325601840401) avranno accesso gratuito ai seguenti film, finora presentati in Italia solo nell’ambito dei maggiori festival del cinema, in ungherese con sottotitoli in inglese: József Nepp: Passion, György Kovásznai: Double Portraits, József Nepp: Five -Minute Murder, György Kovásznai: Diary, Attila Dargay: Irregular Stories, Gyula Macskássy – György Várnai: Grids, György Kovásznai: Nights in the Boulevard, Sándor Reisenbüchler: The Year of 1812, Marcell Jankovics: Sisyphus, Péter Szoboszlay: Hey, You!, Marcell Jankovics: Fight, Ferenc Rofusz: The Fly, István Orosz: Mind the Steps! Ambedue le mostre sopracitate sono fruibili anche online sul nostro sito (https://culture.hu/it/roma).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il superbonus sta ottenendo un grande successo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“Secondo l’elaborazione di Ance di dati Enea e Mise infatti, in poche settimane, gli interventi edilizi di efficientamento sono triplicati e abbiamo raggiunto un ammontare di oltre 1 miliardo e 200 milioni di euro di investimenti. Con le semplificazioni che arriveranno nel mese di maggio, come annunciato dal premier Draghi, le richieste sono destinate a crescere. Per questo è fondamentale che la misura sia prorogata al 2023”. È quanto dichiarato da Alessia Rotta, presidente commissione Ambiente alla Camera. “Andando nel dettaglio dei dati che ci sono stati forniti, risulta però, come già raccontato dalle categorie, che c’è stato uno scarso utilizzo della misura nei condomìni. Infatti, su quasi 11mila interventi realizzati, solo 1000 sono stati fatti su edifici condominiali, mentre circa 6.000 sono stati gli interventi su edifici unifamiliari e circa 4000 su unità immobiliari indipendenti. Inoltre – spiega Rotta – se guardiamo i dati relativi alla tipologia di beneficiario sono solo 180 gli IACP che hanno avuto accesso alla detrazione fiscale. Un vero peccato che una misura pensata per permettere a tutti di partecipare al risparmio energetico e di godere di bollette più leggere non sia stata utilizzata proprio da quei condomìni a cui la norma era prioritariamente destinata. Se guardiamo alla distribuzione geografica degli interventi, la regione Veneto risulta quella con il più alto numero di interventi, 1430, seguita dalla Lombardia con 1415 interventi e dall’Emilia Romagna con 1008 interventi. Come ci ha raccontato la stessa Enea in audizione ieri presso le commissioni congiunte Ambiente e Attività produttive, c’è stato un forte aumento degli interventi nelle ultime settimane e questo deve essere uno stimolo a consentirne un pieno utilizzo. Centrale, al riguardo, la certezza del diritto e la semplificazione delle norme di accesso per garantire la necessaria concessione di credito bancario”. “E’, quindi, urgente la proroga del superbonus al 2023. La commissione ambiente – conclude Rotta – seguirà con interesse e attenzione l’evoluzione del dibattito e si porrà come luogo di ascolto delle istanze dei soggetti coinvolti proseguendo anche nelle prossime settimane con ulteriori audizioni, che seguono quelle di ieri di Enea e Agenzia delle entrate, con l’obiettivo di garantire la piena attuazione degli obiettivi sociali, ambientali e di sviluppo che potranno derivare dalla misura”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Malawi, Sant’Egidio: Grande soddisfazione per il pronunciamento di incostituzionalità della pena di morte

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

La Comunità di Sant’Egidio saluta con grande soddisfazione il pronunciamento della Corte Costituzionale del Malawi che il 28 aprile ha dichiarato incostituzionale la pena di morte. Si tratta infatti di un atto determinante nel processo verso la sua abolizione in questo paese dell’Africa australe. Nei mesi scorsi era stato consegnato al governo il “documento di raccomandazioni”, redatto con il contributo decisivo di Sant’Egidio nella persona dell’avvocato Alexious Kamangila, in sinergia con i rappresentanti dell’associazione Reprieve e della World Coalition Against the Death Penalty. Tale documento ha goduto anche del sostegno dell’African commission on human and peoples right ed è risultato decisivo.Questa azione di Sant’Egidio, in un paese dove è presente da anni con numerose iniziative a favore della popolazione, si colloca all’interno del più ampio impegno della Comunità per la moratoria e l’abolizione della pena capitale, portato avanti dal 2005, insieme a quello per l’umanizzazione delle carceri. Un’attività che comprende una significativa sensibilizzazione della società civile anche sul tema della giustizia riabilitativa. Fra i primi compagni di cammino della campagna in Malawi è da ricordare l’attivista Vera Chirwa, che in diverse occasioni prese parte ai convegni internazionali dei Ministri della Giustizia, promossi dalla Comunità di Sant’Egidio sul tema dell’abolizione della pena di morte. Lungo questi anni sono state portate avanti anche numerose azioni a favore di una riforma del sistema carcerario mentre è cresciuta una consapevolezza su questi temi attraverso la celebrazione annuale delle Città per la vita – città contro la pena di morte, movimento a cui aderiscono oltre 2.300 città nel mondo. Per quanto riguarda il Malawi si attende ora con fiducia la ratifica da parte del Parlamento del pronunciamento della Corte Costituzionale.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salgono a 19 le Città dell’Olio del Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Minturno è Città dell’Olio. Alfredo D’Antimi Coordinatore regionale: “Lazio sempre più presente nella grande rete dei territori olivetati italiani” Salgono a 19 le Città dell’Olio del Lazio con l’ingresso del Comune di Minturno in provincia di Latina nell’Associazione nazionale Città dell’Olio, la grande rete che raccoglie 371 enti pubblici impegnati nella promozione dell’olio extravergine di oliva e nella valorizzazione del patrimonio olivicolo italiano, con più di 25 anni di attività alle spalle.“L’adesione alla nostra associazione del Comune di Minturno ci riempie di gioia e di orgoglio. La scelta dell’amministrazione dimostra una grande attenzione all’olivicoltura del proprio territorio e va nella chiara direzione del voler dare un valido supporto ai produttori locali attraverso la partecipazione alle tante iniziative che come Associazione mettiamo in campo per promuovere l’olio EVO, il territorio e le sue bellezze. Ci auguriamo che altre Città dell’Olio del Lazio seguano l’esempio, perché sogniamo di poter mettere in campo progettualità condivise legate al turismo dell’olio: itinerari sulle strade dell’extravergine che portino i visitatori a scoprire i nostri borghi dall’identità unica” ha dichiarato Michele Sonnessa, Presidente delle Città dell’Olio.“Sempre più Comuni laziali credono nelle Città dell’Olio e nel percorso comune di valorizzazione dell’olivicoltura locale che stiamo compiendo da alcuni anni – ha dichiarato Alfredo D’Antimi Coordinatore regionale delle Città dell’Olio del Lazio – questa nuova adesione è un ulteriore incentivo ad essere presenti sul territorio e protagonisti nell’organizzazione di eventi di qualità in grado di dare visibilità alle nostre eccellenze. Sappiamo di dover scommettere soprattutto sul turismo dell’olio per permettere ai nostri Comuni di vedere nell’olivicoltura un’opportunità di riscatto e di ripartenza”. Ufficio Stampa Associazione nazionale Città dell’Olio

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bene voto amministrativo e per i Comites entro l’anno! Elezioni Comites non rinviabili

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“La Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il decreto elezioni che rinvia all’autunno le elezioni amministrative. Un fatto che si coniuga bene con la decisione del MAECI di fissare la data delle elezioni dei Comites per il 3 dicembre 2021, come avevamo chiesto più volte attraverso ordini del giorno e risoluzioni.In questo modo tutti gli italiani, sia che risiedano sul territorio nazionale sia che risiedano all’estero, avranno la possibilità di eleggere i loro rappresentanti locali, ovviamente con le dovute differenze di carattere normativo tra le Amministrazioni locali ed i Comites.Auspichiamo, quindi, che si proceda a dare la massima diffusione a questo appuntamento elettorale tra le Comunità all’estero in modo che ci sia un’ampia affluenza alle elezioni e i Comites possano essere sempre più lo specchio delle Comunità italiane presenti in ogni Circoscrizione consolare.Qualora il Governo dovesse tornare indietro nella sua decisione, rinviando ulteriormente la data del voto, sarebbe un segnale negativo per i diritti degli Italiani all’estero, e per la stessa credibilità dei Comites. Le elezioni dei Comites sono già state rinviate di oltre un anno, e un nuovo rinvio non sarebbe accettabile, in quanto confermerebbe lo scarso interesse verso questi organismi. Qualora fosse così, sarebbe meglio dire le cose come stanno ed abolire i Comites, senza nascondersi dietro alla scusa del Covid-19.”Lo hanno dichiarato l’on. Elisa Siragusa, deputata del Gruppo Misto eletta in Europa, e l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola d’estate: Personale Ata dimenticato ancora, calpestati i diritti di oltre 200mila lavoratori

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

È stata pubblicata la Nota del Ministero dell’Istruzione prot. N. 9707 del 27 aprile 2021 per la realizzazione dei percorsi formativi volti al potenziamento delle competenze per l’aggregazione e la socializzazione delle studentesse e degli studenti nell’emergenza Covid19 con un’attuazione del Programma Operativo Nazionale PON e POC “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento “2014- 2020, finanziato con FSE e FDR. Il personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola non è stato preso in considerazione. Considerato che tali attività si svolgeranno prevalentemente in orario antimeridiano, viene da sé che il personale Ata avrà l’obbligo di provvedere alle pulizie straordinarie cosi come gli amministrativi di rendicontare PON e POC e cosi pure gli assistenti tecnici per l’area laboratoriale di appartenenza di supportare la componente docente e non dimentichiamo l’apporto che dovrà dare il Dsga dall’inizio del progetto fino alla rendicontazione. Tuttavia, collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici nell’inquadramento normativo giuridico del CCNL attualmente vigente non hanno alcun obbligo contrattuale nel programma operativo PON e POC.Il sindacato ricorda che l’individuazione del personale interno è incentrata sulla disponibilità degli stessi lavoratori a essere impegnato sui PON tramite un avviso interno della scuola che dovrà essere pubblicato all’albo dell’Istituto e sul sito internet dell’istituzione scolastica, per almeno sette giorni. Ma la designazione può avvenire anche nell’ambito della proposta del Piano di Lavoro annuale del Dsga approvato dal Dirigente scolastico. Comunque anche che i PON sono facoltativi e quindi debbano essere sempre retribuiti e la retribuzione è materia di contrattazione d’istituto.Va poi ricordato che tali progetti PON cadono proprio nel periodo estivo, durante il quale il personale scolastico dovrebbe caricare le proprie energie psicofisiche, considerato che, è stato un anno pesante per tutti. Infine, è bene anche sottolineare che ad oggi non è prevista nessuna proroga ai contratti sui posti Covid: circa 50mila Ata termineranno il loro servizio il prossimo 10 giugno.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano ottiene la certificazione internazionale AACSB

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

La School of Management del Politecnico di Milano ottiene la certificazione internazionale AACSB (Association to Advance Collegiate Schools of Business), rilasciata dall’ente di accreditamento per le business school tra i più longevi al mondo, con il più grande network nel campo della business education che unisce studenti, accademici, formatori e aziende di tutti i Paesi. A livello globale, meno del 6% delle scuole con corsi universitari e post-universitari in business administration possiede questa certificazione. Le scuole accreditate AACSB sono sottoposte a un rigoroso processo di revisione con l’obiettivo di verificarne le risorse, le credenziali e l’impegno verso gli studenti e i risultati raggiunti, offrendo una formazione di prim’ordine orientata al futuro e all’innovazione. Il riconoscimento di AACSB accredita l’intera l’organizzazione, inclusa la gestione amministrativa e la contabilità, garantendo una certificazione riconosciuta a livello internazionale. In media, l’intero processo di accreditamento ha una durata di 4 anni. Il riconoscimento di AACSB si aggiunge ad altre due prestigiose certificazioni: EQUIS-EFMD Quality Improvement System e AMBA-The Association of MBAs, ottenute rispettivamente nel 2007 e nel 2012. La School of Management del Politecnico di Milano raggiunge così la “Triple crown”, ovvero i tre accreditamenti più autorevoli per le Business School. “La certificazione AACSB è un grande merito per il nostro ateneo: un riconoscimento alla qualità della didattica, alla preparazione della nostra faculty e alla dimensione internazionale raggiunta dalla School of Management, oggi ampiamente ribadita. Ma soprattutto è un punto di partenza per compiere uno scatto in avanti, per riposizionare l’alta formazione al centro della ripresa economica e sociale – commenta Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano –. Un accreditamento questo che ribadisce il valore della competenza e della conoscenza del Politecnico come risorse fondamentali per la crescita delle nostre città, delle imprese e dei territori”. “Per la nostra scuola gli accreditamenti internazionali rappresentano uno strumento fondamentale, utile a rafforzare la qualità di insegnamento, ricerca e impegno sociale, in un confronto continuo con il contesto internazionale più innovativo – dichiara Alessandro Perego, Direttore della School of Management del Politecnico di Milano –. Siamo orgogliosi di ricevere la certificazione AACSB, un traguardo che premia i nostri sforzi e ci permette di completare la terna dei più prestigiosi accreditamenti internazionali. Sono certo che questo risultato spingerà tutti i membri della School of Management del Politecnico di Milano a perseverare nella ricerca dell’eccellenza”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fascicolo elettronico sanitario, gli esperti: serve riforma urgente

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Sul Fascicolo sanitario elettronico “serve una riforma urgentissima perché così come è oggi lo strumento pone molti problemi operativi” risultando poco utile ai cittadini e al Ssn quando potrebbe invece contribuire ad “abbattere le ospedalizzazioni, anche nelle terapie intensive, in misura rilevante”. E’ l’appello congiunto di SIT, ANORC, CNR-IRPPS e SIAARTI, lanciato oggi con una conferenza stampa. Società scientifiche e associazioni hanno deciso di unire le forze perché l’Fse è una delle chiavi della Telemedicina, “che con un sistema informativo funzionante e dati di qualità- si legge in una nota congiunta- può abbattere le ospedalizzazioni, anche nelle terapie intensive, in misura rilevante”. Può essere insomma una delle armi per affrontare la crisi di sistema resa ancor più evidente dalla pandemia, e che si manifesterà ulteriormente nei prossimi mesi per il sommarsi delle cronicità post-Covid con le altre cronicita’ trascurate in questi due anni a seguito dell’emergenza sanitaria.”Per creare una sanità migliore- ha detto il presidente Sit, Antonio Gaddi- servono informazioni sanitarie fruibili e corrette. L’attuale Fascicolo Sanitario Elettronico non solo non consente di realizzare questi obiettivi, ma non ha ancora dimostrato di essere scevro di possibili effetti indesiderati e rischia di bloccare molte delle progettualità del Pnrr”. La maggiore criticità, come ha spiegato Fabrizio L. Ricci, former Director LAVSE-Consiglio Nazionale Ricerch, è che “oggi in Italia vi sono 21 Fse, uno per ogni Regione (in realtà 22 con il Fse jolly della Sogei) per l’autonomia delle Regioni con conseguente diversi contenuti e funzioni, oltre a quelle richieste a livello nazionale”. Per questo, suggerisce il presidente di Anorc Professioni, avvocato Andrea Lisi, “è necessario un cambiamento culturale che metta al centro i dati. Serve una metadatazione standardizzata. E su quei dati a livello centrale vanno garantiti i principi di interoperabilità, accessibilità, minimizzazione, usabilità, condivisione, garantendo naturalmente una applicazione rigorosa del Gdpr”.L’importanza della reingegnerizzazione dell’Fse, l’ha ricordata anche Flavia Petrini, presidente SIAARTI: “Le nuove tecnologie digitali- ha detto- sono indispensabili anche per ridurre la pressione sulle strutture di ricovero ed in parte quella sul personale sanitario. Sia per la Medicina Perioperatoria, le Reti di Terapia Dolore e Cure Palliative ed a maggior ragione per le Cure Intensive e l’assistenza alle criticita’ in emergenza”. Secondo la presidente, il Fascicolo Sanitario Elettronico può essere “l’anello di congiunzione nella progettualità digitale fra Medici di medicina generale, pediatri e specialisti del SSN”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Binario F nuove alleanze e competenze per la ripartenza del paese

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Nasce nell’ambito di Binario F, lo spazio fisico e virtuale di Facebook dedicato alle competenze digitali, la prima comunità inclusiva per la valorizzazione del capitale umano, la formazione continua e la ricerca di soluzioni condivise per lo sviluppo sostenibile. Facebook e Fondazione Mondo Digitale rinnovano la collaborazione con il programma “Vagone FMD. Da 01 a 100” puntando su reti cooperative, alleanze ibride e competenze digitali diffuse per ridare valore a relazioni e territori. Hanno già aderito all’iniziativa Anci, Forum del Terzo Settore, Confcommercio Giovani Imprenditori e CNA Giovani Imprenditori. Online il calendario dei prossimi appuntamenti gratuiti con format originali per contenuti e metodo di lavoro.Secondo il “Digital Economy and Society Index” le imprese italiane occupano in Europa il 22esimo posto su 28 paesi per capacità di integrare le tecnologie digitali, con solo il 10% delle pmi che vende online e il 15% che usa servizi cloud. Nonostante l’accelerazione provocata dall’emergenza sanitaria, con un incremento dell’uso di piattaforme di e-commerce (+50%), manca ancora una visione strategica per la trasformazione digitale di processi e modelli di business. Una recente ricerca di Fondazione Italia Sociale rivela che anche nel terzo settore la spinta all’innovazione è frenata da un basso livello di competenze digitali, dalla mancanza di fondi e da una resistenza a contaminarsi con altre realtà e settori differenti.È in questo contesto che Fondazione Mondo Digitale e Facebook Italia rinnovano la loro collaborazione con il programma “Vagone FMD. Da 01 a 100”, nato nel 2018 proprio a Binario F, nello spazio della Stazione Termini di Roma dedicato al potenziamento delle competenze digitali. Dopo aver coinvolto più di 4.000 persone, con oltre 150 sessioni formative in presenza, il programma supera ora i confini della capitale per sostenere nuovi modelli di trasformazione digitale a partire dai bisogni delle persone e dei singoli territori. Nel progetto vengono coinvolti enti locali, istituzioni, artigiani e piccole imprese, giovani e operatori del terzo settore: la sfida è aiutare le comunità a stringere alleanze ibride e acquisire strumenti critici e competenze strategiche per progettare insieme la trasformazione e la ripartenza del tessuto produttivo e sociale post pandemia, senza lasciare indietro nessuno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cia, bene apertura Ue a “genome editing” indispensabile per transizione green

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Le nuove biotecnologie agrarie non hanno nulla a che vedere con gli Ogm e sono un importante passo in avanti dell’ingegneria genetica. Cia-Agricoltori Italiani commenta con favore il risultato storico dello studio della Commissione Ue sulle nuove tecniche di modificazione del genoma –genome editing-, che porteranno a nuovo quadro giuridico indispensabile alla transizione green del settore agricolo, come definito dalla strategia Farm to Fork.Con un appoggio rigorosamente scientifico, lo studio ribalta le conclusioni della Corte di Giustizia Europea del luglio 2018, che equiparavano le varietà ottenute con le più innovative tecnologie di miglioramento genetico agli Ogm tradizionali. La sentenza vincolava, dunque, le nuove biotecnologie alla legislazione obsoleta che norma gli Organismi geneticamente modificati, impedendo, di fatto, al settore rurale di affrontare con tempestività le sfide del mercato globale e di realizzare gli obiettivi di sostenibilità tracciati dal Green Deal. “Il genome editing –dichiara il presidente Cia, Dino Scanavino- non presuppone inserimento di Dna estraneo mediante geni provenienti da altre specie. Si opera, infatti, internamente al Dna della pianta, che rimane immutato e assicura la continuità delle caratteristiche dei nostri prodotti, garantendo anche l’aumento delle rese, insieme alla riduzione dell’impatto dei prodotti chimici e al risparmio di risorse idriche”.Le nuove biotecnologie premiate nel 2020 col Nobel della chimica, arrivano, infatti, a perfezionare il corredo genetico delle piante in maniera simile a quanto avviene in natura, ma con maggior precisione e rapidità, oltre ad avere il vantaggio di essere poco costose e di potersi facilmente adattare alle tante tipicità dei nostri territori.“L’agricoltura non può fare a meno del miglioramento genetico, che ha da sempre accompagnato la sua storia mediante le tecniche tradizionali di incrocio e innovazione varietale –ha spiegato Scanavino-. Oggi abbiamo bisogno di ulteriore miglioramento per adattare le nostre colture a un contesto ambientale trasformato dal cambiamento climatico e minacciato dalla Xylella e dai patogeni fungini che attaccano la vite”. “Un ultimo aspetto, riguarda la gestione di queste innovazioni –conclude Scanavino-. Non possiamo permetterci che il miglioramento genetico sia gestito solo da multinazionali lontane dalle esigenze reali del mondo agricolo. Dobbiamo, dunque, promuovere tutti gli strumenti che possano sviluppare nuove relazioni tra pubblico e privato e interazioni più strette tra mondo dell’impresa e mondo della ricerca”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura: dibattito comunitario su nuove norme

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“Accogliamo con soddisfazione la decisione della Commissione europea di avviare un ampio e aperto processo di consultazione per discutere la progettazione di un nuovo quadro giuridico che punti a differenziare NBT (Nuove Tecniche Genomiche) da OGM (Organismi geneticamente modificati)”. A dichiararlo è Giuseppe L’Abbate, deputato M5S in commissione Agricoltura alla luce dello studio che dimostra la potenzialità degli NBT di contribuire a un sistema alimentare più sostenibile. “L’Italia deve saper cogliere queste innovazioni per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti a livello europeo con il Green Deal e la strategia Farm to Fork – prosegue – Si tratta di un’occasione strepitosa per il nostro Paese che potrà avere, in prospettiva, prodotti agroalimentari made in Italy maggiormente resilienti, più caratterizzanti e che ne esaltino la biodiversità. Invito il ministro Patuanelli ad accelerare questo processo, iniziando a lavorare alla possibilità di sperimentazione in campo aperto di NBT così da essere protagonisti di una sfida innovativa, a cui può dare nuova linfa anche il Piano nazionale di ripresa e resilienza” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

European shipping welcomes the approval by the European Parliament of the EU-UK Trade and Cooperation Agreement

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Dopo il previo assenso delle commissioni per gli affari esteri e il commercio del PE, il 27 aprile il Parlamento europeo ha finalmente approvato l’accordo di commercio e cooperazione UE-Regno Unito con 660 voti a favore, a soli quattro giorni dalla fine del periodo di candidatura ad interim. L’accordo, che ora può entrare in vigore il 1 ° maggio, è già stato ratificato dal Regno Unito ed è applicabile in via provvisoria dal 1 ° gennaio 2021, dopo essere stato concordato dall’UE e dai negoziatori del Regno Unito il 24 dicembre 2020.Il 1 ° gennaio 2021, il periodo di transizione è terminato dopo che il Regno Unito ha lasciato l’Unione europea il 31 gennaio 2020. Le sue relazioni commerciali con l’UE sono state temporaneamente disciplinate dall’accordo commerciale e di cooperazione (TCA) UE-Regno Unito, che istituisce un’area di libero scambio di beni e servizi paragonabile agli accordi commerciali che l’UE ha firmato con altri partner globali, come il Giappone.L’accordo commerciale e di cooperazione UE-Regno Unito concluso tra l’UE e il Regno Unito stabilisce accordi preferenziali in settori vitali come il commercio di beni e servizi, l’economia digitale, i diritti di proprietà intellettuale, l’applicazione della legge e la cooperazione giudiziaria. Comprende anche disposizioni per garantire condizioni di parità.Sebbene ciò non possa essere considerato equivalente alla situazione in passato, quando il Regno Unito era ancora un membro dell’UE, l’accordo di commercio e cooperazione va oltre le disposizioni di un grezzo accordo di libero scambio e ora fornisce una solida base per preservare la libertà commerciale, rispetto dei diritti umani fondamentali e cooperazione reciproca.Avendo fortemente sostenuto una soluzione negoziata che consentisse il flusso continuo del commercio senza interruzioni, il Segretario generale dell’ECSA Martin Dorsman ha dichiarato:“Accogliamo con favore la fine di un lungo periodo di incertezza sul rapporto tra l’UE e il Regno Unito e sottolineiamo il ruolo fondamentale svolto dall’industria marittima sia per l’economia dell’UE che per quella del Regno Unito. Il settore marittimo è cruciale per l’economia del Regno Unito e rappresenta il 76% del commercio estero dell’UE: salvaguardare i flussi commerciali tra l’UE e il Regno Unito è fondamentale per la ripresa dalla pandemia e le relazioni reciproche “.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento rafforza i diritti dei passeggeri del trasporto ferroviario

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Il PE ha approvato giovedì in via definitiva l’accordo con i Paesi UE sulla revisione del regolamento sui diritti dei passeggeri ferroviari. Le nuove disposizioni garantiranno itinerari alternativi e assistenza per i passeggeri in caso di ritardi o cancellazioni. Miglioreranno l’accesso e l’assistenza per le persone con mobilità ridotta e ci sarà più spazo per le biciclette nelle carrozze.Nel caso di un ritardo di oltre 60 minuti, i passeggeri avranno il diritto di scegliere tra il rimborso totale del costo del biglietto e la continuazione o il reinstradamento verso la destinazione finale senza oneri aggiuntivi e a condizioni simili. I passeggeri dovranno poter viaggiare nella stessa classe del loro biglietto originale. Se l’operatore ferroviario non comunica le opzioni disponibili al passeggero entro 100 minuti dall’orario di partenza, quest’ultimo potrà ricorrere di propria iniziativa a una forma alternativa di trasporto pubblico terrestre e l’impresa ferroviaria sarà tenuta a rimborsargli le spese del caso.Gli obblighi in materia di itinerari alternativi si applicheranno anche in casi di forza maggiore. Se necessario, dovranno essere forniti pasti e bevande e rimborsate le spese di alloggio.Il nuovo regolamento chiarirà anche il concetto di forza maggiore, che esenterebbe le compagnie ferroviarie dal risarcimento per ritardo o cancellazione. Oltre a condizioni meteorologiche estreme e catastrofi naturali, le nuove regole includono ora crisi sanitarie gravi e attacchi terroristici. Gli scioperi del personale ferroviario non saranno contemplati da questa esenzione.I viaggiatori a mobilità ridotta avranno una maggiore flessibilità nell’organizzazione del viaggio, in quanto dovranno informare l’operatore dei propri programmi di viaggio solo con 24 ore di anticipo (secondo le norme attuali devono comunicarlo con 48 ore di anticipo).Se è richiesto un accompagnatore, questo viaggerà gratuitamente. Ai viaggiatori a mobilità ridotta che utilizzano un cane da assistenza dovrà essere garantito che l’animale possa viaggiare con loro.Nell’intento di fornire una mobilità più sostenibile e alternative confortevoli, tutti i treni dovranno essere dotati di appositi spazi e rastrelliere per le biciclette, con almeno quattro posti per biciclette su ogni treno.Il testo è considerato approvato senza votazione perché’ non sono stati presentati emendamenti, secondo la procedura legislativa ordinaria in seconda lettura.La regolamentazione riveduta si applicherà in linea di principio a tutti i viaggi e servizi ferroviari internazionali e nazionali in tutta l’UE, con la possibilità per gli Stati membri di esentare i servizi ferroviari nazionali per un periodo limitato. Le norme entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Inizieranno ad applicarsi due anni dopo, ad eccezione deli obblighi relativi agli spazi per le biciclette, che saranno applicabili quattro anni dopo l’entrata in vigore del regolamento.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il PE investe 5,4 miliardi in progetti climatici e ambientali

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva l’accordo con i Paesi UE su LIFE, l’unico programma a livello UE dedicato esclusivamente all’ambiente e al clima. Entrerà in vigore retroattivamente dal 1° gennaio 2021.Il testo è stato approvato senza votazione perché non sono stati presentati emendamenti, secondo i termini della procedura legislativa ordinaria in seconda lettura.Il programma UE contribuirà a compiere il passaggio necessario verso un’economia ecologica, circolare, efficiente dal punto di vista energetico, a basse emissioni di carbonio e sostenibile per il clima, a proteggere e migliorare la qualità dell’ambiente e ad arrestare e invertire la perdita di biodiversità.Il bilancio totale assegnato a LIFE nel compromesso sul quadro finanziario pluriennale 2021-2027 è di 5,4 miliardi di euro (prezzi correnti), di cui 3,5 miliardi di euro saranno destinati alle attività ambientali e 1,9 miliardi di euro all’azione per il clima.Per i finanziamenti, la Commissione dovrebbe dare la priorità ai progetti che, tra le altre cose, hanno un chiaro interesse transfrontaliero, il più alto potenziale di replicabilità e di adozione (nel settore pubblico o privato), o di mobilitare i maggiori investimenti. LIFE promuoverà anche l’uso di appalti pubblici verdi.Il programma contribuirà a rendere le azioni per il clima un aspetto fondamentale di tutte le politiche dell’UE e a raggiungere l’obiettivo generale di spendere almeno il 30% del bilancio dell’UE per gli obiettivi climatici. LIFE sosterrà anche molti progetti sulla biodiversità e contribuirà a spendere il 7,5% del bilancio annuale dell’UE per gli obiettivi della biodiversità dal 2024 e il 10% nel 2026 e nel 2027.La Commissione monitorerà e riferirà regolarmente sull’integrazione degli obiettivi del clima e della biodiversità, tracciando anche la spesa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stato di diritto a Malta: il Parlamento chiede giustizia e riforme

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

In una risoluzione adottata giovedì con 635 voti favorevoli, 46 contrari e 12 astensioni, il Parlamento europeo fa il punto sugli sviluppi del caso di Daphne Caruana Galizia e altre indagini correlate, dopo la testimonianza del criminale condannato Vincent Muscat. Esprimendo profonda preoccupazione per il possibile coinvolgimento nel caso di omicidio di ministri e politici in carica, i deputati esortano il governo ad assicurare alla giustizia tutti coloro che sono implicati in tutti i casi portati alla luce dalla giornalista.I deputati riconoscono i progressi compiuti nell’indagine sull’omicidio e su altri casi correlati di corruzione e riciclaggio di denaro, “anche se con grande ritardo”, e chiedono che la ricerca vada oltre il capo dello staff del precedente primo ministro. Tutte le accuse di corruzione e frode dovrebbero essere indagate e perseguite “con il rigore necessario e al livello appropriato”, sottolineano.Ci sono serie e persistenti minacce ai valori UE nel paese, tra cui la libertà dei media, l’indipendenza della giustizia e della polizia e la libertà di riunione, anche se i deputati notano che il governo di Malta ha fatto alcuni progressi in relazione allo stato di diritto e all’indipendenza della magistratura. I deputati accolgono favorevolmente l’avvio del progetto di riforma strutturale, dati i “profondi modelli di corruzione” identificati dalla Commissione nel suo rapporto 2020 sullo stato di diritto. I deputati riconoscono i passi compiuti dalle autorità maltesi per proteggere il giornalismo indipendente, e sottolineano che sono necessari ulteriori miglioramenti e invitano le autorità maltesi ad attuare la direttiva europea sui whistle-blower.Il Parlamento è profondamente preoccupato per l’impatto dannoso dei regimi di cittadinanza e di residenza sull’integrità della cittadinanza dell’UE, e ribadisce la sua richiesta al governo maltese di assicurare la trasparenza e di porre fine ai suoi regimi. Infine, i deputati chiedono alla Commissione di proporre una legislazione anti-SLAPP (Strategic Lawsuit Against Public Participation) per proteggere i media indipendenti europei da cause vessatorie volte a metterli a tacere o intimidirli – un passo in avanti che i deputati chiedono dal 2018.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il PE condanna le operazioni russe intorno l’Ucraina e gli attacchi in Cechia

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Bruxelles. Il Parlamento è profondamente preoccupato per le recenti operazioni russe al confine con l’Ucraina e del coinvolgimento dei servizi segreti russi con le esplosioni in Repubblica Ceca.In una risoluzione approvata giovedì, i deputati hanno ribadito la propria preoccupazione per le operazioni militari russe vicino al confine con l’Ucraina e nella Crimea, occupata illegalmente.I deputati hanno sottolineato che, nel caso le operazioni militari dovessero portare a un’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, l’UE sarebbe tenuta a chiarire che le conseguenze di una tale violazione del diritto internazionale sarebbero gravi. Questo eventuale scenario dovrebbe comportare un arresto immediato delle importazioni UE di petrolio e gas dalla Russia, l’esclusione della Russia dal sistema di pagamento SWIFT, il congelamento dei beni e la cancellazione dei visti per l’Europa di tutti gli oligarchi legati alle autorità russe.Nella risoluzione viene condannata anche l’azione dei servizi segreti russi che ha provocato l’esplosione di un deposito di armi a Vrbětice, in Cechia, nel 2014, in cui sono stati uccisi due cittadini cechi.I deputati esprimono la loro profonda solidarietà con il popolo e le autorità della Repubblica Ceca, così come il loro fermo sostegno al paese nella successiva disputa diplomatica con la Russia e l’espulsione del personale delle ambasciate da entrambi i paesi. Il Parlamento ribadisce anche la propria richiesta per il rilascio immediato e incondizionato del leader dell’opposizione russa Alexei Navalny, la cui condanna è di natura politica e contraria agli obblighi internazionali della Russia in materia di diritti umani. Il testo ricorda alle autorità russe e al presidente Putin che hanno la piena responsabilità della salute e dell’integrità fisica di Alexei Navalny e devono prendere tutte le misure necessarie per proteggere il suo benessere fisico e mentale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Sturni (M5S), Approvato il Referendum propositivo, consultivo e abrogativo Zero Quorum

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“Oggi in Assemblea Capitolina abbiamo approvato la proposta di delibera, a mia prima firma, che aggiorna il regolamento attuativo del 1994, allineandolo alla riforma dello Statuto approvata nel 2018 dall’Assemblea Capitolina in relazione ai referendum capitolini.Le principali novità di questa ultima delibera riguardano l’introduzione del referendum propositivo senza quorum e la possibilità, ove attivata e nei limiti delle risorse tecnologiche ed economiche disponibili, di consentire la raccolta di firme con modalità digitali e ricorrere al voto elettronico.Di fatto poniamo anche le basi per i referendum digitali nella città di Roma.Un passaggio che chiude un lungo percorso durato cinque anni ed avviato con la riforma dello Statuto di Roma Capitale e l’approvazione delle successive delibere attuative da parte dell’Assemblea Capitolina, con le quali abbiamo introdotto nell’ordinamento di Roma Capitale nuovi strumenti di democrazia diretta e partecipata. Tra queste, appunto, il referendum propositivo, abrogativo e consultivo senza quorum, le proposte di delibera di iniziativa popolare digitali, le petizioni popolari elettroniche, il bilancio partecipativo anche digitale, con il fine di avvicinare i cittadini alla vita politica e ridurre le distanze con l’Amministrazione.Con questa riforma sulla democrazia digitale abbiamo rafforzato e posto al centro dell’azione amministrativa le piattaforme digitali istituzionali. I romani, attraverso gli strumenti di democrazia partecipata digitale, potranno autonomamente promuovere una o più decisioni importanti che riguardano la loro città, almeno una volta l’anno. Si tratta di un tema fondamentale per il futuro della democrazia nella capitale d’Italia che ho seguiti fin da inizio consiliatura per allinearla alle grandi esperienze internazionali.Voglio ringraziare l’Assemblea Capitolina tutta, sia maggioranza che opposizione, i Municipi, l’ex Assessora Flavia Marzano con la quale abbiamo iniziato questo iter, i dirigenti e i dipendenti di Roma Capitale che per me sono i migliori in Italia rispetto a chi continua a buttarli fango, e tutte le persone di buona volontà che hanno contribuito a portare avanti questa riforma.Si apre adesso una nuova fase volta al consolidamento, promozione e alla valorizzazione degli istituti di partecipazione popolare, con almeno una sessione referendaria all’anno, in contrapposizione ad ogni forma di tecnocrazia e di accentramento dei poteri in capo ad un uomo solo al comando.Ritengo che sia importante far conoscere anche in ambito scolastico ed accademico questi strumenti, affinché siano utilizzati dalla città e diventino parte integrante della cultura partecipativa dei romani”.Lo dichiara in una nota stampa il consigliere capitolino Angelo Sturni (M5S), presidente della Commissione Roma Capitale.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro: Mura (Pd), morti bianche flagello da fermare a ogni costo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“Dobbiamo fermare a ogni costo questo flagello delle morti bianche che continua a colpire i lavoratori in ogni parte del Paese. Esprimiamo ancora una volta solidarietà per le vite spezzate ingiustamente, ma al contempo prendiamo tutti un vero e forte impegno a rimettere mano al più presto a norme e proposte di legge che diano impulso a un nuovo approccio alla sicurezza sul lavoro. La pandemia ha stravolto le agende parlamentari ma non possiamo dimenticare che se il Covid è un’emergenza le morti e gli incidenti sul lavoro sono un’emergenza permanente, cui dobbiamo dare finalmente risposta”. Così la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), esprimendo il suo cordoglio per la morte di un lavoratore in un cantiere ad Alessandria, nel cui crollo sono stati coinvolti altri lavoratori, e per la morte di un gruista nel porto di Taranto.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scienziati polacchi scoprono la prima mummia incinta

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Un archeologo ha scoperto ai raggi X ciò che sembrava familiare ad una donna incinta: un piccolo piede. Gli investigatori in seguito hanno determinato che un feto era nel corpo della donna morta, che si credeva avesse un’età compresa tra i 20 ei 30 anni. Il feto avrebbe avuto tra le 26 e le 30 settimane quando la donna è morta. Perché il feto non è stato rimosso durante la mummificazione non è ancora noto. Uno dei ricercatori coinvolti ha avanzato l’ipotesi che potrebbe essere un tentativo di nascondere la gravidanza. Un’altra possibile spiegazione potrebbe essere un collegamento alla fede e alla rinascita nell’aldilà. Il team di ricerca parla di una scoperta unica. “Non siamo stati in grado di trovare casi comparabili. Ciò significa che la ‘nostra’ mamma è l’unica al mondo in cui è stato diagnosticato un feto “.La mummia è stata portata in Polonia nel XIX secolo ed è esposta in un museo a Varsavia. Inizialmente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si pensava che fossero i resti di un sacerdote maschio che visse nel primo secolo prima o dopo Cristo. Gli scienziati ora tengono conto del fatto che il corpo è molto più vecchio. Non sono ancora chiare esattamente le cause della morte. I ricercatori sperano di poterlo scoprire.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »