Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 10 giugno 2018

MSC Seaview: Grande festa per la nave più grande d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

MSC Seaview, la nuova ammiraglia di MSC Crociere, verrà battezzata oggi a Genova nel corso di un evento di gala internazionale al quale parteciperanno la madrina Sophia Loren, numerosi rappresentanti delle Istituzioni e personaggi del mondo dello spettacolo e del cinema, agenti di viaggio partner di MSC Crociere e l’armatore Gianluigi Aponte, insieme alle famiglie Aponte e Aponte-Vago, al top management della compagnia e del Gruppo MSC. La cerimonia di battesimo sarà presentata da Michelle Hunziker, che darà il benvenuto a Zucchero Fornaciari, padre del blues italiano. Lorella Cuccarini introdurrà invece un momento davvero speciale presentando le giovani voci del Piccolo Coro Dell’Antoniano, che si esibiranno in qualità di ambasciatori dell’UNICEF. Sul palco anche il giovane talento Matteo Bocelli, figlio del celebre cantante che a dicembre scorso si è esibito a Miami alla cerimonia di battesimo di MSC Seaside, la nave gemella di MSC Seaview. Matteo Bocelli canterà durante la Parata degli Ufficiali, in onore degli uomini dell’equipaggio per ringraziarli per il loro impegno a bordo.
La madrina Sophia Loren, ormai parte della famiglia di MSC Crociere, concluderà la cerimonia con il momento tradizionale del taglio del nastro che porta la bottiglia di champagne a infrangersi contro lo scafo, battezzando così la 15esima nave della compagnia, come accaduto per tutte le navi precedenti. Alla serata di gala, che si concluderà con un grande spettacolo di fuochi d’artificio, parteciperà Ramon Freixa, chef stellato spagnolo che ha esteso la sua partnership con MSC Crociere per aprire il suo primo ristorante a bordo di una nave da crociera. Lo chef pan-asiatico Roy Yamaguchi assisterà invece al secondo battesimo di una nave MSC Crociere insieme ad altre star come il modello e attore spagnolo Jon Kortajarena, la presentatrice e attrice brasiliana Giovanna Ewbank e la francese Ariane Brodier.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

G7 and the new geopolitical, social, economic and financial balances

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

The recent meeting of the G7 seen with the magnifying glass of the national media, due to the debut of the new president of the council Giuseppe Conte, leaves us perplexed on how the theme was developed as the importance of the event certainly did not concern, however appreciable, the figure of our president of the council but the dramatic turn that is taking what was considered a stabilized relationship of strength among the countries that continue to consider themselves the Deus ex machina on the world stage. Instead, reality seems to start on a different path and there is no worse blind than those who do not want to see. If at this point we consider, with pragmatism, when it is happening around us we have to take note that a new world order is being consolidated, which sees on the horizon the appearance of other subjects such as Russia, China and India whose economic force and political influence have opened up new scenarios by tarnishing those represented up to now by Community Europe, the US, Canada and Australia. Not only. Although it may seem absurd it was precisely the globalization that inflicted the mortal blow on that part of the world that calls itself “West”. Or better to say to a globalized model that frees the exchange of goods and production but without solving the logic of unit prices of products that reverberate on one hand the low cost of labor and technology and on the other the reckless Western response in the pursuing the reduction or non-adjustment of wages to the cost of living and work protection that, among other things, limits the purchasing power and favors goods imported from countries where the standard of living is much lower. At this point Trump has the merit of having taken, as they say, the bull by the horns and embarked on a path that we should have already taken. And we do not hypocritically try to get scandalized. Even in the 27 EU countries wage differences cause companies to move from one country to another. It would not happen if a company is imposed on those companies, which want to return goods produced elsewhere. So let’s stop feeling diminished if our prime minister has a hand on less than the so-called “greats of the earth” and think of those who are becoming truly such as Putin, Xi Jinping and Ram Nath Kovind. They are not in the G7 but their countries are worth much more on the world stage. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

G7 e i nuovi equilibri geopolitici, sociali, economici e finanziari

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Il recente meeting del G7 visto con la lente d’ingrandimento dei media nazionali, per via del debutto del neo presidente del consiglio Giuseppe Conte, ci lascia perplessi sul come il tema sia stato sviluppato in quanto l’importanza dell’evento non riguardava di certo, per quanto apprezzabile, la figura del nostro presidente del consiglio ma la svolta drammatica che sta assumendo quello che si riteneva un rapporto di forza stabilizzato tra i paesi che continuano a considerarsi il Deus ex machina sulla scena mondiale. La realtà invece sembra incamminarsi su una strada diversa e non c’è peggior cieco di chi non vuole vedere. Se a questo punto consideriamo, con pragmatismo, quando sta accadendo intorno a noi dobbiamo prendere atto che è in via di consolidamento un nuovo assetto mondiale che vede all’orizzonte la comparsa di altri soggetti quali la Russia, la Cina e l’India la cui forza economica e influenza politica hanno aperto nuovi scenari appannando quelli rappresentati sino ad oggi dall’Europa comunitaria, dagli Usa dal Canada e dall’Australia. Non solo. Per quanto possa sembrare assurdo è stata proprio la globalizzazione a infliggere il colpo mortale a quella parte del mondo che si definisce “occidente”. O per meglio dire ad un modello globalizzato che rende libero lo scambio di merci e di produzioni ma senza risolvere la logica dei prezzi unitari dei prodotti che riverberano da una parte il basso costo della manodopera e delle tecnologie e dall’altra la sconsiderata risposta occidentale nella rincorsa alla riduzione o mancato adeguamento dei salari al costo della vita e delle tutele sul lavoro che, tra l’altro, limitano il potere d’acquisto e favoriscono le merci importate dai paesi dove il tenore di vita è grandemente più basso. A questo punto Trump ha il merito d’aver preso, come si suole dire, il toro per le corna e intrapreso un percorso che già da tempo avremmo dovuto imboccare. E non cerchiamo ipocritamente di scandalizzarci. Persino nei 27 paesi dell’Ue le differenze salariali provocano i trasferimenti delle aziende da un paese all’altro. Non accadrebbe se a quelle imprese, che vogliono far rientrare le merci prodotte altrove, venga imposto un dazio. E allora smettiamola al sentirci diminuiti se il nostro presidente del consiglio ha stretto una mano di meno ai cosiddetti “grandi della terra” e pensiamo a quelli che stanno diventando davvero tali come Putin, Xi Jinping e Ram Nath Kovind. Non sono nel G7 ma i loro paesi valgono molto di più sulla scena mondiale. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto elettriche: l’Italia in ritardo nella produzione e diffusione

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

di Gianni Girotto, Portavoce MoVimento 5 Stelle Senato. Ho pubblicato il mio intervento in Aula in dichiarazione di voto per il M5S relativamente alla proroga del Collegio dirigente di ARERA, ma oggi ci tenevo a proporvi un particolare, due minuti, di tale intervento. Come sentirete, lancio un allarme relativamente ai posti di lavoro, dal momento che già l’Italia, a causa delle scellerate scelte politiche nel settore delle energie rinnovabili, ha perso circa 120mila posti di lavoro negli ultimi anni, ma ora il pericolo è quello relativo alla filiera italiana dell’automotive (che secondo questo studio afferisce complessivamente 800mila impiegati, secondo quest’altro, addirittura 1,2 milioni).Ora, come ho avuto modo ampiamente di spiegarvi nel corso dell’ultimo anno con tutta una serie di miei video farciti di dati e disposizioni di legge, l’Italia è terribilmente in ritardo nel processo obbligatorio di passaggio dai veicoli benzina/diesel a quelli a bassissime emissione (insomma elettrici/idrogeno per farla breve). E attenzione che quando dico obbligatorio lo intendo proprio in senso giuridico/legale, dal momento che già nel lontano 2011 il “Libro bianco sui trasporti” dell’Unione Europea, prescrive che entro il 2030 le città dovranno dimezzare l’uso delle auto con motore a scoppio, ed eliminarle del tutto entro il 2050 (e parallelamente aumentare il trasporto su ferro – guarda un po’ esattamente quello che dice il M5S), ma evidentemente la vecchia politica italiana ignora questo semplice dato normativo. Ed ignora, come detto tante volte, che le auto elettriche, non servono solo ad avere città ad aria più sana e pulita, ma essendo sostanzialmente di “pacchi di batteria su ruote”, anche a risolvere il puzzle delle fonti di energia rinnovabile, in quanto fungeranno da “magazzino” per stoccare gli eccessi di produzione (tipicamente diurni del fotovoltaico) ed andare in soccorso della rete aiutandola nei momenti di difficoltà (dispacciamento elettrico), funziona questa remunerata e che diventerà la principale fonte di reddito dei produttori di energia del futuro, quando le centrali fossili chiuderanno. E i risultati di queste ignoranze sono che per appunto manca una politica industriale relativa, e quindi le nostre imprese di settore, mediamente bravissime, con numerose punte di eccellenza, si muovono “alla cieca”, nel senso che devono appoggiarsi/riferirsi ai costruttori e ai mercati esteri, visto che quelli interni sono praticamente assenti, e naturalmente questo non giova alla loro salute.Diversamente, Cina e 10 Stati USA, per dare certezza agli operatori, che possono così investire in loco, ha stabilito per legge delle percentuali vincolanti di vendita di veicoli elettrici, in modo che qualsiasi costruttore di automobili che voglia vendere in tali nazioni debba vendere per l’appunto anche una quota minima di tali veicoli nella versione elettrica (per la Cina parliamo dell’8% minimo entro il 2020). Viceversa in Italia la situazione è tale che per esempio negli (ancora troppo pochi) appalti pubblici per l’acquisto di autobus elettrici, spesso i pochi produttori italiani non partecipano nemmeno, e i veicoli medesimi vengono forniti, indovinate un po’, dalla Cina, alla faccia dell’Italia patria dell’automobile. (fonte il Blog delle Stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Piccolo Coro sul palco con Lo Stato Sociale

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Bologna concerto de Lo Stato Sociale in Piazza Maggiore martedì 12 giugno, inserito nell’ambito di “BE Here” – Bologna Estate 2018, l’intenso periodo di eventi del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni.Le 53 piccole voci intoneranno le storiche hit dello Zecchino d’Oro, da “Il Coccodrillo come fa” a “Quarantaquattro gatti”, e i successi della 60ª edizione tra cui il brano vincitore, “Una parola Magica”. Non mancherà, infine, il duetto con la band bolognese sulla versione di “Una vita in vacanza” cantata insieme in occasione dell’ultimo Festival di Sanremo.
Il giorno dopo, mercoledì 13 giugno alle 20.30, in occasione della festività di Sant’Antonio le bambine e i bambini del Piccolo Coro saranno impegnati nel concerto gratuito presso il Cinema Teatro Antoniano, “Chiamatelo pure Saggio”: un titolo ironico per ricordare che tra tournée in Cina, dirette TV e video su YouTube, c’è soprattutto la quotidianità della scuola del Coro. Il Saggio di fine anno è anche l’occasione per ringraziare chi termina l’esperienza nel Piccolo Coro e salutare le nuove leve.
Il weekend prevede poi, dal 15 al 16 giugno, una trasferta romana per il gemellaggio con il Coro Jinfan della Scuola Yuying di Pechino presso l’Auditorium Antonianum: sabato il concerto darà modo ai due ensemble corali di cantare insieme e condividere i reciproci repertori musicali.
Appuntamento televisivo invece quello del 19 giugno alle ore 20.30 con la serata di beneficenza in onda su Rai1, condotta da Carlo Conti dalla Piazza della Basilica di San Francesco di Assisi: “Con il cuore nel nome di Francesco”. Per il secondo anno consecutivo, il Piccolo Coro e la sua direttrice Sabrina Simoni sono presenti tra gli artisti chiamati a fare della musica un veicolo di Pace e Solidarietà. La partecipazione a questa serata sottolinea la matrice francescana di tutte le iniziative dell’Antoniano e il forte legame tra le attività musicali e i progetti di solidarietà che vengono portati avanti da oltre sessant’anni.Il mese di giugno termina con un ulteriore iniziativa solidale dedicata alla città di Bologna e agli amici dell’Antoniano: un mini concerto all’interno della cena di raccolta fondi, giovedì 21 giugno alle ore 19.30 presso Ca’ La Ghironda, a Zola Predosa.La cena sarà anche l’occasione per festeggiare il compleanno di “44 gatti”, la canzone che nel 1968 si aggiudicava la vittoria della decima edizione dello Zecchino d’Oro. Oggi, cinquant’anni dopo, il brano tra i più rappresentativi dello Zecchino d’Oro, acquista nuova vita e diventata una serie animata internazionale prodotta da Rainbow in collaborazione con Antoniano che sarà presentata in anteprima durante la serata.La partecipazione alla cena prevede una donazione di 60 euro per gli adulti e di 25 euro per i bambini. Tutto il ricavato sarà devoluto alle famiglie in difficoltà che Antoniano accoglie ogni giorno.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

First look at the new 2018 European Guidelines for the treatment of high blood pressure

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Barcelona. A first look at the new European Guidelines for the treatment of high blood pressure was presented at the European Society of Hypertension meeting in Barcelona on June 9th 2018. These long-awaited guidelines have been jointly developed by clinicians representing the European Society of Cardiology (ESC) and the European Society of Hypertension (ESH). The guidelines provide recommendations for doctors across Europe about how to diagnose high blood pressure, evaluate risk, and when and how to treat high blood pressure and reduce risk, with both lifestyle advice and medications. The development of the guidelines was led by Prof. Bryan Williams (ESC Chairperson), London UK, and Prof. Giuseppe Mancia (ESH Chairperson), Milan, Italy, as lead authors.Professor Bryan Williams, University College London said “These clinical guidelines are one of the most important in Europe because high blood pressure affects so many people, over 25% of the adult population. The focus of the guideline is to improve the treatment of high blood pressure and blood pressure control in treated patients, which at present is not as good as it should be”. Professor Giuseppe Mancia, University Milano-Bicocca Milan said “The 2018 ESC/ESH guidelines issue new recommendations on how to optimally treat hypertension. Drug therapy extends to additional groups of patients. Also, blood pressure values to aim at with treatment are lower than in the past. In addition, combination therapy is now recognized as the most effective initial treatment strategy in most patients.” The full text of the new joint guidelines for the Management of Arterial Hypertension will be published on 25 August 2018 in parallel with a corresponding presentation during the ESC Congress 2018 in Munich (August 25-29, 2018).

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Annunciati i quattro vincitori italiani del Premio Cittadino europeo 2018”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Sono la Fondazione bresciana Assistenza Psicolabili ONLUS, la dott.ssa Paola Scagnelli, il sacerdote don Virginio Colmegna e il prof. Antonio Silvio Calò i quattro vincitori italiani del Premio Cittadino europeo 2018. Per questa undicesima edizione del premio, sono cinquanta gli individui, le associazioni e le organizzazioni dei ventotto Stati membri ad aver ricevuto il riconoscimento a livello dell’intera UE. I vincitori saranno premiati il 9 ottobre 2018 a Bruxelles, mentre la premiazione nazionale dei quattro italiani prescelti avverrà nel mese di settembre.
La giuria, presieduta dalla cancelliera Sylvie Guillaume (S&D, FR) e composta dai vice presidenti del Parlamento europeo Dimitrios Papadimoulis (GUE/NGL, GR), Lívia Járóka (PPE, HU), Pavel Telička (ALDE, CZ) e Zdzisław Krasnodębski (ECR, PL), nonché dagli ex presidenti dell’Europarlamento Hans Gert Pöettering ed Enrique Baron Crespo, dal presidente del Forum civico europeo Jean Marc Roirant e dal presidente del Forum europeo della gioventù Luis Alvarado Martinez. Dal 2008, il Premio del Cittadino del Parlamento europeo è assegnato a singoli o a gruppi, organizzazioni e associazioni che si sono distinti per rafforzare l’integrazione europea e il dialogo tra i popoli, mettendo in pratica i valori della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Ogni candidato deve essere proposto e presentato da almeno un eurodeputato.
I vincitori italiani:
Sostiene e promuove il Centro abilitativo per minori Francesco Faroni, rivolto a ragazzi e bambini autistici. Oggi in questo centro sono seguiti novanta minori a partire dall’età di due anni, a titolo completamente gratuito. Vengono sperimentati moduli di trattamento intensivi secondo gli standard delle più avanzate ricerche scientifiche internazionali.
La dott.ssa Paola Scagnelli è primario di radiologia dell’ospedale di Lodi. Durante i suoi periodi di ferie svolge il suo operato di medico a Tabora (Tanzania) presso una casa famiglia gestita dalle suore della Provvidenza per l’infanzia abbandonata. La casa famiglia si occupa di bambini albini che altrimenti, vivendo al di fuori della struttura, rischierebbero di essere venduti o uccisi per il biancore della loro pelle.
Don Virginio Colmegna. Ex direttore della Caritas Lombardia, è attivo sin dagli anni Ottanta come fondatore di comunità di accoglienza nel campo della sofferenza psichica e dei minori. Si è anche contraddistinto per un forte impegno a favore del reinserimento lavorativo dei detenuti, in particolare con progetti nel carcere milanese di Opera.Nel 2006 è stato nominato dal sindaco di Milano membro dell’Advisory Board del comitato strategico per affiancare l’amministrazione nell’affrontare i problemi della città. Il 4 dicembre 2014, l’Università degli Studi di Milano, durante la cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico, gli ha conferito una laurea honoris causa in Comunicazione pubblica e d’impresa.
Il prof. Antonio Silvio Calò, insegnante di storia e filosofia al liceo Canova di Treviso, da giugno del 2015 ospita nella sua abitazione sei immigrati africani. In seguito ai tragici eventi di Lampedusa del 2015 in cui centinaia di migranti persero la vita nel disperato tentativo di raggiungere la costa italiana, il prof. Calò, insieme alla sua famiglia, da semplice cittadino, si rese disponibile con la Prefettura ad accogliere presso la sua abitazione alcuni dei sopravvissuti del naufragio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rassegna “incontro con l’autore” ospita Luigi Lusenti

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

”Rescaldina martedì 12 giugno alle 21,Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese ingresso libero ospita Luigi Lusenti. Il giornalista e scrittore presenta il suo ultimo lavoro “Colazione a Sarajevo – frammenti di una guerra” (Mescalina editore 2018); più che un reportage della guerra nei Balcani, l’espressione di uno stato d’animo sugli avvenimenti successi.
Di fatto, “Colazione a Sarajevo” esce più di vent’anni dopo i fatti che vengono narrati. L’autore, Luigi Lusenti, fra il 1991 e il 1996, ha partecipato attivamente a manifestazioni per la pace sia nelle più sicure retrovie dell’Unione Europea sia, in prima linea, sotto i palazzi minacciosi degli oligarchi jugoslavi, ha attraversato più volte i territori in guerra per spedizioni di soccorso, è stato corrispondente del Manifesto, ha avuto un ruolo di primo piano in operazioni quali Telefonski Most. Nel libro l’autore recupera dichiarazioni e commenti di una pluralità di persone incontrate in questi anni: sindaci, scrittori, militari, politici. Il risultato non è solo un resoconto di quello che Lusenti ha raccolto nella sua attività di corrispondente, ma è anche uno sguardo non del tutto pacifico sugli avvenimenti successi. Eventi che hanno portato a galla le contraddizioni e paradossi presenti nel labirinto geografico e sociale dei Balcani.
La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telefono Azzurro compie 31 anni

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

La prima telefonata arriva alle 8:05 del mattino, chiamano dalla Sicilia, precisamente dalla zona di Palermo. Una voce maschile racconta una triste storia sul figlio dei vicino: ”Lo tengono sempre in casa, da solo, non esce e piange e quando i suoi arrivano a casa spesso sono botte”. E’ l’8 giugno 1987, il primo giorno di SOS Il Telefono Azzurro Onlus. Da allora 72mila bambini e adolescenti sono stati assistiti dall’associazione, più di 2.400 ogni anno.
Fin dalla sua fondazione, il 8 giugno del 1987, Telefono Azzurro ha sempre offerto ascolto a bambini e adolescenti e lungo i suoi 31 anni di attività si è trasformato nel simbolo della lotta per la tutela dei diritti dei minori, portando all’attenzione il taciuto fenomeno della violenza domestica.Se nei primi 7 anni monitorati (1989-1994) i casi presi in carico da Telefono Azzurro sono stati 5.243, negli ultimi 7 (2010-2017) sono arrivati a 16mila.La prima generazione chiedeva aiuto principalmente per problematiche legate alle relazioni con adulti o coetanei (il 45% dei casi gestiti tra 1987 e 1994) e per situazioni di violenza domestica (percosse e maltrattamenti fisici rappresentavano il 10% circa delle chiamate).
Oggi insieme alle chiamate aumentano le casistiche di aiuto: non più solo violenza domestica ma anche violenza tra coetanei come bullismo e dating violence e violenza contro se stessi intesa come autolesionismo. A ciò si aggiungono le minacce del web – il 6% del totale – frutto di un utilizzo poco consapevole ed inadeguato delle nuove tecnologie: invio e condivisione di immagini e video sessualmente espliciti autoprodotti (sexting), ricatti legati a questi invii (sextortion), adescamenti di minori ad opera di sconosciuti (grooming).
Telefono Azzurro può contare su 30 linee telefoniche gestite da 40 operatori specializzati e centinaia di volontari. Per rispondere in maniera immediata alle esigenze dei minori, intorno allo storico numero 1.96.96 è cresciuta una piattaforma di ascolto multicanale fatta nuovi strumenti di ascolto – chat, web e social – e nuove linee come il 114 Emergenza Infanzia, per segnalare abusi e violenze ai danni di bambini e adolescenti, e 116.000, la linea di riferimento per denunciare la scomparsa di un minore.
Solo nel 2017 sono stati quasi 4.300 i casi gestiti da Telefono Azzurro, di questi 2.800 sono arrivati tramite la linea 1.96.96, 1.301 da 114 Emergenza Infanzia e 177 sono state le segnalazioni di bambini scomparsi inoltrate al 116.000. I contatti pervenuti tramite chat, canale di comunicazione più usato soprattutto dagli adolescenti, sono stati 5631.
L’introduzione nel 2015 del servizio di traduzione simultanea in 20 lingue, allineate nel corso del 2017 alle lingue disponibili negli altri servizi di emergenza (es. 112 e 118), ha poi l’obiettivo di avvicinare l’utenza di origine straniera e facilitarne la richiesta di aiuto in situazioni di emergenza e/o rischio e pregiudizio.
La violenza domestica – fisica, psicologica e sessuale – è ancora oggi la principale forma di abuso denunciata dal 50% di chi si è rivolto a Telefono Azzurro nel 2017 (incidenza del 58% per la linea 1.96.96; 41% per 114 Emergenza Infanzia; 42% per segnalazioni via chat) e i genitori (47,7% madre e 34,4% padre) i principali presunti responsabili delle situazioni riferite. Oltre la metà della casistica ha riguardato bambini sotto i 10 anni di età, prevalentemente di nazionalità italiana (85.5% dei casi).Negli ultimi anni, l’Associazione ha riscontrato un aumento di situazioni di violenza tra coetanei, che rappresenta circa 1 caso su 10. Le forme più diffuse sono bullismo, cyberbullismo e dating violence, la violenza all’interno di una relazione di coppia, che sempre più spesso riguarda non solo gli adulti, ma anche gli adolescenti.
In crescita anche gli atti di violenza contro se stessi, con 306 richieste di aiuto arrivate all’Associazione nell’ultimo biennio (il 6,1% del totale). Solo nei primi 6 mesi del 2017 i consulenti di Telefono Azzurro hanno offerto sostegno e intervento in 118 casi, il 9,5% del totale.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

‘U Ciclopu, Giufà e Firrazzanu

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Roma 13 Giugno 2018 Orario : 21,00 Ingresso 12 euro intero – 10 euro ridotto – 5 euro convenzionati / associazioni / studenti Arco di Malborghetto Via Malborghetto, 3 sulla Via Flaminia, altezza Stazione Sacrofano.
E’ uno spettacolo di cunto, liberamente ispirato al libro IX dell’Odissea. Intreccia, attraverso una drammaturgia originale scritta e orale, alcuni racconti tipici della narrazione siciliana. Tutta la performance, sia nelle forme che nei contenuti, si basa sui modelli e sulle tecniche di rappresentazione tipiche della matrice teatrale siciliana: il cunto, la narrazione epica, la recitazione con le voci dell’opera dei pupi, la declamazione e alcuni dei repertori tipici della letteratura popolare orale. Infatti, dentro il noto episodio del Ciclope, particolarmente originali sono gli innesti dei racconti di Giufà e Ferrazzano. Ed è proprio ad opera dei personaggi principali del racconto guida, che i fatti dello stolto Giufà e del furbo Ferrazzano vengono narrati. Saranno proprio il Ciclope e Ulisse a diventare essi stessi cuntisti e a narrarne alcune storie. La drammaturgia sui personaggi e lo stile della performance sono in linea sia con il modello classico del canto dell’Odissea, sia con il tono parodistico del dramma satiresco, sia con gli elementi tipici del cunto. Tali combinazioni di elementi reali e fantastici, tragici e grotteschi, permettono alla performance di avvalersi di codici espressivi diversi, a forte matrice sud mediterranea.
Gaspare Balsamo è autore, attore, cuntista e regista teatrale. Apprende l’arte del cunto siciliano con il maestro Mimmo Cuticchio e egli stesso è oggi uno dei maggiori rappresentanti del cunto della nuova generazione.Formatosi come attore presso il CTA (Centro teatro ateneo) dell’università di Roma “La Sapienza”, dove consegue inoltre la laurea in Lettere (Arti e scienze dello spettacolo), si diploma in recitazione all’accademia teatrale dell’Orologio e si specializza all’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio D’amico.E’ autore di diversi testi teatrali, nei quali figura come interprete. In essi il cunto è strumento civico di denunce e squarci non editi.E’ docente di lingua e drammaturgia siciliana presso l’accademia teatrale di Viagrandestudios (CT).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prende il via la collaborazione tra l’Associazione Consumatori Codici e Sorgenia

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

L’iniziativa è volta a verificare il livello di tutela dei consumatori nei processi aziendali, certificato attraverso un audit composto da molteplici tappe. Questo, infatti, è il primo passo per la realizzazione completa del progetto che prevede altri due incontri e conclusione il prossimo luglio.Le politiche e le procedure aziendali sono e saranno fondamentali, soprattutto alla luce della prossima liberalizzazione del mercato dell’energia. Per questo la trasparenza nei confronti dei consumatori sarà imprescindibile per tutte le aziende che vorranno fare parte del mercato e competere in modo corretto e leale. Sorgenia ha deciso di aderire con piena trasparenza e partecipazione al Codici Energy Rating per valutare i processi aziendali relativi alla tutela del consumatore, consapevole dell’importanza di garantire una customer Experience appagante e sempre più vicina alle esigenze dei clienti.Trasparenza ed assenza di rischi per il consumatore dovranno essere i punti di riferimento per chi opera in questo segmento di mercato, in una logica di assoluta tutela dei consumatori.Il modo di fare e pensare il mercato deve ispirarsi alla correttezza, alla trasparenza, alla qualità dei processi e dei servizi offerti. Il Codici Energy rating mira a valutare e a sostenere le buone pratiche che valorizzano esattamente questi aspetti.Durante il primo incontro, sono stati analizzati i processi relativi a servizio clienti, attività di sales e piani di formazione degli operatori nel loro complesso. Inoltre le risorse umane, intervenute sul tema formazione, si sono rese disponibili a somministrare un questionario sul clima interno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Diplomati magistrali, la resa dei conti: tutti in GaE oppure risarcimenti milionari

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Vale anche per gli altri precari abilitati, dalla scuola dell’infanzia alle superiori. Al decreto a cui sta lavorando con priorità il nuovo Ministro dell’Istruzione potrebbe però invece introdurre una graduatoria aggiuntiva dove fare confluire precari delle graduatorie ad esaurimento e anche gli altri abilitati. Solo che in questo modo si approverebbe l’espulsione dalle GaE, man mano che arriveranno le sentenze di merito di tantissimi maestri, addirittura di quelli assunti in ruolo con tanto di anno di prova. L’ipotesi, accreditata da diverse testate giornalistiche, è stata smentita dal Ministero dell’Istruzione che comunque ammette di stare a lavorare sul tema, spiegando che comunque la questione va risolta. Su questo punto non è solo il sindacato a chiedere a chi governa il sistema scolastico italiano di adeguarsi: anche l’UE ci ha detto, proprio in questi giorni, con una risoluzione del Parlamento UE che non ammette repliche, basata sulla storica sentenza Mascolo C-22/13 emessa a Lussemburgo il 26 novembre 2014 e sul rispetto del principio di uguaglianza, che dopo 36 mesi di servizio da precario il datore di lavoro deve per forza assumere.Marcello Pacifico (Anief-Cisal: Qualsiasi soluzione, governativa o parlamentare che sia, deve passare necessariamente per una riforma dell’attuale sistema di gestione delle graduatorie ad esaurimento. Le contraddizioni che persistono sono troppe. Basti pensare che i laureati di Scienze della formazione primaria esclusi nel 2006 dalle GaE sono stati poi accolti nel 2008 e nel 2012: oggi, invece, non si capisce perché non possono trovare spazio nello stesso canale. Quella della stabilizzazione dei lavoratori precari, una volta raggiunto il periodo-soglia, rappresenta la nuova frontiera dell’occupazione. Quello che dovrebbe essere il Governo del cambiamento non può che prenderne atto e agire di conseguenza. In caso contrario, Anief, che ha presentato un nuovo reclamo collettivo al Parlamento europeo, attiverà tutte le sue forze per avviare un ulteriore maxi-contenzioso, da condurre nelle aule dei tribunali. L’esito non potrà che andare ad aggravare i conti della collettività, con la striscia di effetti negativi che si ripercuoterebbe sulle tasche degli incolpevoli cittadini italiani, costretti a sovvenzionare all’erario milioni di risarcimenti complessivi. Anche perché al diritto negato alla stabilizzazione si aggiungeranno altre istanze, a partire dagli scatti d’anzianità da assicurare sempre ai precari, come indicato dalla Corte di Cassazione.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TARI: Le bugie del Comune di Milano

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Il Comune di Milano ha comunicato, qualche giorno fa, che non potrà rimborsare automaticamente la Taripagata in più sulle pertinenze (quota variabile) per colpa del parere negativo della Corte dei Conti. Aggiunge poi che i cittadini dovranno ricorrere alla giustizia. Peccato, perché l’intenzione del Sindaco, Beppe Sala, era nobile, rispettosa dei cittadini, ispirata a criteri di efficienza della pubblica amministrazione. Ma la burocrazia, ahinoi, l’ha impedito.Bene, è tutta una bugia.Non è vero che la Corte dei Conti abbia dato parere negativo sui rimborsi automatici, né che abbia demandato “ad altre giurisdizioni” la questione. Sul punto, la Corte ha detto, in estrema sintesi: noi ci occupiamo di contabilità, è il Comune che deve decidere se agire in autotutela o no, non possiamo interferire coi suoi poteri, sulla sua discrezionalità amministrativa. Quindi dichiara inammissibile il quesito.Sul secondo quesito posto dal Comune invece – se i rimborsi possano essere effettuati con denaro preso dalla fiscalità generale – trattandosi di questione che riguarda la contabilità pubblica, ammette il quesito e risponde che sì, il Comune di Milano lo può fare.Quindi il Comune potrebbe rimborsare in modo automatico come aveva annunciato, ma ha evidentemente cambiato idea.Non solo non rimborserà in modo automatico, ma non rimborserà affatto! Addirittura non sprecherà nemmeno tempo per rigettare le istanze di rimborso ma si limiterà a tacere, come siamo tristemente abituati a subire dalle pubbliche amministrazioni ignave. Il cittadino che volesse ottenere comunque il rimborso dovrà allora, trascorsi 90 giorni dalla presentazione della domanda di rimborso, ricorrere alla commissione tributaria. Costo dell’operazione se non si è assistiti da un avvocato e si é in grado di redigerlo: 38 euro (contributo unificato e marche).A complicare la vita del cittadino, e a ulteriormente dissuadere i già pochi temerari che agirebbero in via di principio, si aggiunga che il Comune di Milano non specifica nelle richieste di pagamento l’importo relativo alla quota variabile sulle pertinenze. Quindi il contribuente dovrà calcolarla da sé, perché la richiesta di rimborso non deve essere generica ma specifica, richiedendo la restituzione dell’importo esatto al centesimo.
Perchè questa scelta? Lo spiega lo stesso Comune di Milano nella richiesta di parere: si tratta di importi “magari di pochi euro, per decine di migliaia di posizioni”. Plausibile quindi che abbiano verificato che gli importi, per singolo utente, sono bassi e di conseguenza hanno stimato che in pochi si avventureranno davanti alla commissione tributaria. Insomma, il Comune di Milano si comporta come i big delle telecomunicazioni, che rosicchiano illecitamente pochi spiccioli ciascuno, che nel complesso però fanno un bel gruzzoletto.A questo sconfortante quadro si aggiunge un’altra notizia, che non riguarda i rimborsi ma la TARI 2018: il Comune di Milano continuerà ad applicare la quota variabile sulle pertinenze come ha fatto finora: “detti regolamenti sia sul piano formale che sostanziale, per ciascuna annualità della loro vigenza, sono quindi validi e operanti”.Ultima osservazione a margine. Il Comune di Milano sostiene di aver trovato la collaborazione delle associazione dei consumatori “in questa direzione”, cioè informare i cittadini (sul fatto che dovranno fare causa) e compilare i moduli per presentare istanza di rimborso: le associazioni anziché tutelare il cittadino e dirgli le cose come stanno si rendono complici dell’amministrazione in cambio della quota associativa che verrà pagata dal cittadino per usufruire del loro aiuto nella compilazione del modulo. Aduc -ovviamente- non partecipa alla concessione di queste prebende… e denuncia questo costume di mala amministrazione.(Emmanuela Bertucci, legale, consulente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Gestione del brand e della reputazione

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Il punto di partenza per ogni attività imprenditoriale, qualunque essa sia, è sempre e solo uno: il brand. Sì, perché il brand è lo strumento di differenziazione dalla concorrenza, è ciò che ti farà entrare nella mente del consumatore e soprattutto rimanerci. Oggi avere un brand forte determina il successo o meno di un’azienda. I piani di marketing e le campagne sono inefficaci se la marca non è stata costruita seguendo i modelli e i principi di base che hanno determinato il successo di migliaia di imprese nel mondo. È quindi importante, prima di iniziare tutte le attività di advertising e di strategia, disegnare il proprio brand e mettere in atto quelle azioni che permettono di monitorare in modo efficace anche la reputazione sul web. Perché la reputazione è ciò che le persone capiscono e percepiscono, è l’idea che pian piano si fanno di te e della tua azienda. Brand e reputazione sono i due fattori che determineranno il successo del tuo progetto. Questo libro ti fornirà tutti gli strumenti essenziali (modelli, software, esempi), oltre a numerosi case-study e contributi dei migliori professionisti italiani, per incrementare il tuo business.
Giovanni Cavaliere è un digital marketing strategist ed assistente didattico dei corsi in
Brand e product management e Marketing presso l’università LUISS Guido Carli di Roma. Ha lavorato per grandi aziende internazionali e seguito il lancio di prodotti e progetti in startup, occupandosi di marketing di prodotto, brand management, multichannel marketing e digital marketing. Attualmente è Responsabile e Coordinatore dell’Area Digital per Arti Grafiche Boccia e svolge anche attività di consulenza digital e web marketing con la sua digital agency “Garage Digitale”. (Dario Flaccovio editore)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Milano: progressiva limitazione alla circolazione dei veicoli diesel

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Greenpeace apprende con favore quanto dichiarato oggi dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, riguardo la progressiva limitazione alla circolazione dei veicoli diesel sul territorio di Milano. «I provvedimenti annunciati oggi dal sindaco Giuseppe Sala vanno certamente nella giusta direzione specie se, come annunciato, l’orizzonte è una città “diesel free” al 2025», dichiara Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace Italia. «Su questa materia Sala si dimostra un sindaco coraggioso e attento alla salute dei suoi cittadini. Da qui ai prossimi anni auspichiamo che gli sia presente un dato essenziale: i diesel euro 6, in alcuni casi, inquinano persino di più dei diesel euro 3 che intende giustamente vietare. Si tratta di numeri, non di opinioni, e la fonte è quello stesso istituto – l’International Council for Clean Transportation (Icct) – dalle cui ricerche emerse lo scandalo Dieselgate. Sala faccia presto e faccia con determinazione: Greenpeace è con lui», conclude Boraschi.Greenpeace dallo scorso ottobre ha lanciato una campagna che chiede ai sindaci di Roma, Milano, Torino e Palermo di vietare in tempi brevi la circolazione dei diesel nelle strade delle loro città. L’organizzazione ambientalista ritiene che i piani del Comune di Milano siano una risposta concreta e positiva alle sue richieste. (n.r. per quanto ci è dato sapere Roma tramite la sindaca Raggi si è già pronunciata in tal senso)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto Smart Wheat

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Parma Mercoledì 13 giugno, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, al Centro Sant’Elisabetta (Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma), si svolgerà l’evento finale del progetto Smart Wheat Individuazione di varietà di frumento a basso impatto su soggetti geneticamente predisposti alla celiachia per lo sviluppo di prodotti alimentari in grado di prevenirne l’insorgenza, di cui è Responsabile Scientifico il prof. Stefano Sforza del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell’Università di Parma.
Smart Wheat è un progetto di Ricerca Industriale – cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna tramite il Programma Operativo Regionale–Fondo Europeo di Sviluppo Regionale POR FESR 2014-2020 – gestito da SITEIA.PARMA-Centro Interdipartimentale Sicurezza, Tecnologie e Innovazione Agroalimentare dell’Università di Parma in partenariato con Biopharmanet-Tec dell’Università di Parma, Ciri Agroalimentare dell’Università di Bologna e Biogest – SITEIA dell’Università di Modena e Reggio Emilia, con la collaborazione di Barilla Spa, Reire Spa e REI – Reggio Emilia Innovazione.Il Workshop sarà l’occasione di presentare alle aziende, agli enti di ricerca e a tutti gli interessati i risultati ottenuti nel corso di due anni di sperimentazioni in campo, in laboratorio, e cliniche, e di discutere le potenziali ricadute per la salute pubblica e per le aziende alimentari.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo corso di laurea magistrale “Food Sciences for Innovation and Authenticity”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Parma. Sono aperte fino al 17 luglio le immatricolazioni al nuovo corso di laurea magistrale “Food Sciences for Innovation and Authenticity”, tra le novità dell’offerta formativa 2018-2019 dell’Università di Parma.Un corso all’avanguardia, che rafforza ulteriormente l’offerta dell’Ateneo nel “food”: ambito sul quale l’Università di Parma punta a consolidare il proprio status di punto di riferimento non solo regionale, forte anche della collocazione al centro della Food Valley. Il corso di laurea magistrale “Food Sciences for Innovation and Authenticity”, interamente erogato in lingua inglese e coordinato per l’Università di Parma dal Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco, è organizzato con la Libera Università di Bolzano (sede amministrativa) e l’Università di Udine, in cooperazione con l’University College Cork (Irlanda) e la Technical University of Munich (Germania). Mira a formare professionisti altamente qualificati nel settore delle scienze alimentari, in grado di far fronte alle sfide emergenti del sistema alimentare collegate a demografia, cambiamenti ambientali, globalizzazione, nuovi progressi scientifici e tecnologici. I laureati potranno ricoprire una vasta gamma di posizioni nelle industrie alimentari (dalla gestione dei processi alimentari alla ricerca e sviluppo, dalla progettazione e sviluppo di processi e prodotti innovativi alla certificazione e autenticazione di processi e prodotti), nella grande distribuzione, nella ricerca pubblica e privata, nell’istruzione (nelle istituzioni, negli organismi professionali e tutti i campi in cui è esercitata la professione), nelle pubbliche amministrazioni.Ulteriori informazioni e procedure d’iscrizione sul sito della Libera Università di Bolzano.Sono già aperte anche le iscrizioni al test di ammissione del corso di laurea magistrale “Trade e consumer marketing”: il periodo per la presentazione delle domande per la prima sessione si chiude il 10 luglio, il test si svolgerà alle 9 del 18 luglio.L’elenco completo degli 86 corsi dell’Università di Parma è visibile sul sito web di Ateneo http://www.unipr.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata economia: governo ricordi impresa e lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

“Ci auguriamo fortemente che il nuovo Governo sostenga chi, sui territori italiani produce lavoro, ricchezza e qualità e che si sostengano con un piano di sistema le imprese e gli imprenditori. Nel Contratto di Governo, purtroppo, la parola commercio è praticamente assente ed al settore delle imprese è dedicato poco spazio. La parola impresa compare solo due volte nel Contratto di Governo – come ha evidenziato anche la Presidente Giorgia Meloni all’Assemblea Generale di Confcommercio – e manca complessivamente la visione sul mondo imprenditoriale, necessaria al rilancio italiano”, così la Senatrice di Fratelli d’Italia Isabella Rauti intervenuta in occasione della Giornata dell’economia 2018 svoltasi alla Camera di Commercio di Mantova. “La provincia di Mantova conferma il primato della Lombardia, come primo mercato italiano anche se nel territorio non mancano le imprese che hanno attraversato un periodo di grande sofferenza e sono numerosi i casi di mortalità imprenditoriale.
Tra le criticità registrate nel 2017 troviamo la flessione delle imprese femminili e la diminuzione delle donne occupate (-5%) a fronte di un tasso di disoccupazione mantovano che risulta in diminuzione rispetto al 2016” conclude la Senatrice Isabella Rauti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna la Notte Bianca dello Sport 2018

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Roma Prevista per mercoledì 13 giugno alle ore 11.00 in Aula Giulio Cesare in Campidoglio la conferenza stampa di presentazione della Notte Bianca dello Sport 2018, programmata per sabato 23 giugno. La Notte Bianca dello Sport, promossa dall’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini e dalla X Commissione Capitolina Permanente, rappresenta l’applicazione di uno dei compiti istituzionali che l’Amministrazione è tenuta a promuovere: la valorizzazione e la diffusione della pratica sportiva non solo in termini agonistici ma anche come fatto relazionale, culturale, sociale e ricreativo, oltre che di crescita della persona.Durante la serata tutti gli impianti sportivi di Roma Capitale che hanno aderito all’iniziativa resteranno aperti e, a titolo totalmente gratuito, offriranno alla cittadinanza molteplici servizi, dalle varie pratiche sportive a quelle di intrattenimento. Nuoto, fitness, tennis, basket, volley, arti marziali, boxe, calcio, calcio a 5, hockey, solo per citare qualche sport fra quelli che sarà possibile praticare. Senza dimenticare le varie forme di intrattenimento, dall’animazione per i bambini al karaoke, dal calcio balilla agli scacchi.Durante la conferenza stampa saranno esplicati nel dettaglio da alcuni concessionari i programmi degli impianti sportivi e verrà mostrato il sito web attivato proprio per la manifestazione: http://www.nottebiancadellosport.it.Parteciperanno alla conferenza il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia e il Presidente della Commissione Capitolina X Angelo Diario.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »