Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 27 giugno 2018

Vertice UE / migrazione: il Parlamento chiede soluzioni congiunte basate sulla solidarietà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

I deputati esortano i leader dell’UE di trovare una soluzione all’attuale impasse in materia di migrazione e asilo e lo stress la loro disponibilità ad avviare colloqui per riformare le regole esistenti.In vista di un Consiglio europeo cruciale, durante il quale i leader europei discuteranno come affrontare al meglio con l’afflusso di migranti e richiedenti asilo, i deputati sottolineano che l’Europa ha bisogno di un efficace sistema comune di asilo europeo che rispetti i diritti fondamentali, in coppia con controlli alle frontiere avanzate e rinforzata sicurezza.Il Parlamento ha già adottato la propria posizione su tutti i fascicoli legislativi relativi alla riforma della politica di asilo dell’UE ed è pronto per iniziare i colloqui con i Ministri dell’UE.Claude Moraes (S & D, UK) , presidente della commissione per le libertà civili, ha dichiarato: “E ‘fondamentale che il Consiglio si presenta con soluzioni complete, umanitari ed efficaci per la migrazione a questo incontro. Il Parlamento europeo ha fatto il suo lavoro in qualità di co-legislatore, mettendo avanti la sua posizione su Dublino. Con la riforma del sistema europeo comune di asilo la soluzione per un approccio europeo basato sulla solidarietà e la responsabilità condivisa è sul tavolo e il Consiglio deve agire ora – e se non è possibile prendere una decisione all’unanimità, è il momento di decide a maggioranza”.“I casi di Acquario e Lifeline ci ha mostrato una volta di più l’importanza di un approccio decente e umana dell’UE e del Consiglio non possono più bloccare il file di Dublino, che è la chiave per questo”, ha insistito Moraes.Infine, ha chiarito che “non sosterremo soluzioni politiche non redditizie, come off-shore che ha messo a rischio i diritti umani. Questa è una linea rossa per il Parlamento “.Cecilia Wikström (ALDE, SE), relatore del PE per la riforma del regolamento di Dublino, ha aggiunto: “E ‘tempo per il Consiglio di consegnare e unire. Il Parlamento europeo è stato pronto ad avviare negoziati sul regolamento di Dublino da novembre. Mi auguro che i governi dell’UE durante il vertice sono disposti a mettere abbastanza di parte le loro differenze, a questo punto, al fine di consentire negoziati tra il Parlamento e il Consiglio per iniziare”.“Dobbiamo trovare il modo di andata che consentono la creazione di un sistema di asilo funzionante con un adeguato supporto per gli stati in prima linea, le responsabilità condivise e corretta gestione delle frontiere esterne. Senza tali negoziati, ci troviamo a mani vuote con l’attuale sistema di asilo fallito e risposte per i cittadini”, ha concluso Wikström.
Il Parlamento ha adottato nel novembre 2017 il suo mandato sulla riforma del regolamento di Dublino , che determina lo Stato membro responsabile dell’esame di una domanda d’asilo ed è il fulcro di una riforma globale della politica di asilo dell’UE, ma le trattative sulla forma finale del testo inizierà solo una volta gli stati membri concordano sulla loro posizione.
I deputati hanno ripetutamente chiamato il Consiglio a dimostrare una reale volontà politica di andare avanti con le riforme e porre fine alle persone che muoiono nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l’Europa.Gli stati del Parlamento e membro hanno esaurito offerte preliminari su diversi altri file del pacchetto asilo, come ad esempio la direttiva sulle condizioni di rifusione reception e il nuovo regolamento di qualificazione e la nuova Agenzia per l’Asilo dell’UE , ma quelli possono essere confermati solo se esiste un accordo sulla chiave regolamento Dublino. Sono stati inoltre compiuti progressi significativi nel corso colloqui su un sistema Eurodac rafforzato e un nuovo quadro UE per il reinsediamento .La versione aggiornata di Regolamento Procedure e la revisione della Carta blu UE per i lavoratori altamente qualificati sono altre due proposte sulle quali i co-legislatori hanno lo scopo di raggiungere un accordo prima della fine della legislatura.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riunione del collegio: la Commissione si prepara al Consiglio europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Oggi il Collegio dei Commissari si è riunito a Bruxelles in preparazione delle riunioni del Consiglio europeo di domani e dopodomani. La Commissione ha pubblicato tre note che costituiscono la base del suo contributo al Consiglio europeo. La prima, sull’approfondimento dell’unione economica e monetaria, offre una panoramica di ciò che è stato realizzato per rafforzare l’UEM, del punto in cui ci troviamo nel processo di approfondimento e della via da seguire, che sarà discussa questo venerdì al Vertice euro in forma inclusiva.La seconda, sul prossimo bilancio a lungo termine dell’UE, riporta le principali caratteristiche della proposta della Commissione, del 2 maggio 2018, per un bilancio a lungo termine moderno ed equo per il periodo 2021-2027, e delle proposte per i 37 programmi per attuare e sostenere le priorità politiche sulle quali si basa il nuovo bilancio. La terza, sulla migrazione, offre un quadro del lavoro svolto negli ultimi 3 anni sull’agenda europea sulla migrazione proposta dalla Commissione Juncker nel maggio 2015 ed evidenzia le aree in cui i leader possono far avanzare il dibattito sulla migrazione. Le tre note sono disponibili qui.Oggi il presidente Juncker ha riferito al Collegio in merito alla riunione di lavoro informale di domenica, che ha riunito 16 Stati membri su sua iniziativa. I dibattiti sono stati positivi e costruttivi e si sono concentrati su come nessuno Stato membro dovrebbe essere lasciato solo o sottoposto a pressioni sproporzionate derivanti dai movimenti sia primari che secondari.Due schede informative con ulteriori informazioni su “Come la futura riforma del regime di asilo affronterà i movimenti secondari” e su “Gestire la migrazione: possibili ambiti nei quali progredire al Consiglio europeo di giugno” sono disponibili qui.Il Primo Vicepresidente Timmermans ha inoltre riferito al Collegio in merito al Consiglio “Affari generali” di martedì 26 giugno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giuliana Grego Bolli è il nuovo Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

BolliPerugia. La professoressa Giuliana Grego Bolli è il nuovo Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia, l’undicesimo di palazzo Gallenga. È iniziato nel tardo pomeriggio, poco dopo le 18, nel seggio della sala del Consiglio di palazzo Gallenga, il terzo e ultimo spoglio delle schede per il ballottaggio tra i candidati a rettore dell’Università per Stranieri di Perugia: la professoressa Giuliana Grego Bolli, docente di Glottodidattica e Linguistica e il prof. Enrico Terrinoni, docente di Letteratura inglese. A contendersi la carica erano rimasti appunto Grego Bolli e Terrinoni che sono riusciti a passare il secondo turno. Il nuovo rettore Giuliana Grego Bolli entrerà in carica dal primo novembre prossimo, succedendo così a Giovanni Paciullo, e guiderà l’ateneo fino al 2021. Hanno votato in 76 su 77 componenti aventi diritto e il quorum previsto era di 38 voti, cioè il 50% +1 dell’elettorato attivo. Con 45 voti il ballottaggio ha premiato la professoressa Grego Bolli, mentre Terrinoni ne ha ottenuti 31. L’elezione ha registrato un’affluenza record: ha votato il 98,7% tra professori, studenti e amministrativi.
(foto bolli copyright università per stranieri perugia)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consiglio europeo: Le cose buone, molto poche, e quelle cattive che l’Europa, a trazione franco-tedesca, ci propone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

“Il prossimo Consiglio Europeo del 28-29 Giugno sarà uno dei più importanti degli ultimi anni. All’ordine del giorno, infatti, oltre alla delicatissima questione delle politiche per l’immigrazione, nella quale è auspicabile che l’Unione Europea dia finalmente prova di individuare soluzioni comuni al fine di gestire l’emergenza che sta affliggendo l’Europa e l’Italia da ormai troppo tempo, vi sarà la riforma della governance dell’eurozona, che delineerà le nuove istituzioni finanziarie comunitarie e le nuove regole di funzionamento dell’economia e della finanza europea per i prossimi decenni. Prima di recarsi al Vertice, il presidente del consiglio Giuseppe Conte riferirà alle Camere la posizione che il suo Governo intende sostenere. Nel dibattito che seguirà, inviteremo il presidente del Consiglio e il ministro dell’Economia Giovanni Tria a portare avanti solamente proposte che possano risultare favorevoli all’Italia, evitando di sostenere quelle avanzate da altri leader europei che possano nuocere al nostro paese. In particolare, inviteremo il presidente Conte e il ministro Tria a prestare molta attenzione alla proposta che metteranno sul tavolo Germania e Francia, meglio nota come “Dichiarazione di Meseberg”, che rappresenta la sintesi del percorso di confronto avuto dai leader dei due stati, la cancelliera Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron, negli ultimi mesi e confluito in un documento unitario. Alcune proposte della dichiarazione sono senz’altro accettabili, come l’idea di creare un bilancio unico europeo per gli investimenti e un fondo europeo contro la disoccupazione. La messa in comune delle risorse degli Stati membri è senz’altro una soluzione non soltanto accettabile, ma addirittura auspicabile, in quanto rappresenta il primo passo per il compimento di quell’Europa federale agognata dai padri fondatori e basata sui principi di solidarietà e sussidiarietà.
Altre proposte contenute nel suddetto documento, invece, sono da bocciare senza appello, in quanto, se dovessero passare, creerebbero disastri enormi all’Italia e all’Unione nel suo complesso. Ci riferiamo, in primis, alla proposta di sostituire il Meccanismo di Stabilità Europeo (ESM) con un Fondo Monetario Europeo avente funzioni di vigilanza sulle finanze pubbliche degli stati membri, analisi delle situazioni di crisi debitoria e che prevede l’adozione di un meccanismo concessionale, che subordini la concessione di aiuti finanziari alla ristrutturazione del debito e a draconiane riforme economiche, sul modello già sperimentato in Grecia con la Troika. Più nello specifico, sono da evitare nella maniera più assoluta, le clausole “Euro CaCs with single limb aggregation”, che prevedono l’accordo preventivo con i creditori prima di poter procedere alla ristrutturazione di un debito sovrano. E’ la prima volta che tali cause vengono proposte in un documento europeo e, se venissero accettate, si metterebbe il debito di uno stato membro nelle mani di creditori, anche privati, con il rischio di aumentare le aspettative di default di uno stato membro da parte dei creditori internazionali. Se questa proposta passasse, Francia e Germania avrebbero di fatto un diritto di veto sulle politiche economiche dell’intera eurozona, dato il loro potere di voto all’interno della governance del fondo. Questo vuol dire, che tutte le politiche europee dovrebbero passare per il loro assenso, con una ovvia violazione del principio di uguaglianza degli stati membri. A questo sistema ricattatorio e dannoso, invitiamo il presidente Conte e il ministro Tria a preferire e sostenere un sistema di federalismo fiscale basato su un fondo perequativo che, attraverso regole certe e predefinite, trasferisca risorse tra gli stati membri. Un sistema solidale tipico di tutti gli stati federali avanzati, a partire proprio dalla Germania, che lo ha sperimentato con enorme successo”. Lo afferma in una nota Renato Brunetta, deputato di Forza Italia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Consiglio europeo: Opporsi alla creazione di un super ministro unico dell’economia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Sulla questione del completamento dell’unione bancaria, invitiamo sempre il presidente del Consiglio e il ministro dell’economia a prendere tempo sulle proposte che l’asse franco-tedesco metterà sul tavolo. In particolare, ci riferiamo alla volontà, più volte espressa soprattutto da alti esponenti francesi, come la direttrice del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde e la responsabile della vigilanza europea Daniele Nouy, di voler accelerare il percorso di eliminazione dai bilanci degli istituti di credito europei dei non-performing loans (NPL), introducendo un tetto quantitativo molto restrittivo che le banche dovrebbero rispettare.Dal momento che gli istituti italiani detengono circa un terzo di tutti gli NPL dell’Eurozona, è evidente che essi verrebbero colpiti maggiormente dall’obbligo di eliminare questi crediti, che per evidenza empirica non è detto, tra le altre cose, che siano del tutto irrecuperabili, riducendo l’attività di credito e diventando facile preda dei colossi finanziari internazionali, francesi in primis. A fronte di questo, consigliamo invece al presidente Conte e al ministro Tria di formulare proposte sull’abbattimento dai bilanci degli istituti di credito (soprattutto tedeschi) degli strumenti finanziari di Livello 2 e 3 (cosiddetti “titoli tossici”), che ammontano a circa 6.800 miliardi di euro, circa 12 volte l’ammontare totale degli NPL.Questi strumenti finanziari, per lo più contratti derivati, sono reputati i veri veicoli di rischio finanziario all’interno dell’eurozona e sono soprattutto detenuti dalle banche tedesche e francesi. L’introduzione di politiche per la riduzione di questi strumenti sarebbe la vera priorità che l’unione bancaria dovrebbe perseguire al fine di eliminare il rischio sistemico all’interno del Vecchio Continente”.Lo afferma in una nota Renato Brunetta, deputato di Forza Italia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estate, pericolo incendi: prevenire è meglio che curare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Con l’arrivo della stagione estiva ritorna il rischio incendi per il patrimonio boschivo italiano. Il 2017 è stato un anno orribile per le foreste italiane, con oltre 140.000 di ettari in fumo, quasi tre volte quelli del 2016, mentre la Protezione Civile stima che negli ultimi 30 anni sia andato perso, in termini di biomassa, il 12% del patrimonio forestale del nostro Paese.
Per evitare di attivarsi solo in stato emergenziale, le amministrazioni e i gestori privati dovrebbero mettere in atto delle semplici azioni preventive capaci di ridurre drasticamente il rischio di incendio nei boschi, nelle foreste e nelle aree verdi urbane. Anche in termini economici infatti, oltre che ambientali e di sicurezza, prevenire un incendio costa in media 8 volte in meno che spegnerlo.Tra le azioni possibili il PEFC Italia ne indica 5:
1. I boschi e le foreste devono essere gestiti e non lasciati a loro stessi: l’abbandono colturale è il problema del settore forestale italiano. Il taglio degli alberi dei boschi non è un evento negativo: se fatto in modo corretto infatti contribuisce ad alimentare la crescita degli alberi più giovani a scapito di quelli malati e secchi (e quindi più a rischio incendio). In questo senso, la certificazione forestale obbliga ad un monitoraggio costante delle risorse forestali ed è quindi il migliore strumento di prevenzione.
2. La pulizia del sottobosco – e la sua rimozione – aiuta a controllare il problema degli incendi. Un territorio curato costituisce infatti un ostacolo al propagarsi delle fiamme: la mancata manutenzione del sottosuolo non permette ad esempio all’acqua piovana o a torrenti ostruiti di essere assorbiti dal terreno. Allo stesso modo devono essere curati i prati e tutte le aree verdi all’interno delle aree urbanizzate, la cui erba alta deve essere rimossa con regolarità.
3. I rifiuti abbandonati al limitare delle aree boschive o all’interno delle stesse possono essere veicolo di incendio: per questo andrebbero smaltiti in maniera corretta. Rifiuti abbandonati costituiscono per altro un rischio molto elevato per la salute qualora dovessero prendere fuoco.
4. La creazione di punti d’acqua e la presenza di una viabilità forestale sono necessari per intervenire prontamente in caso di incendio. A questo si aggiunge la costruzione di infrastrutture come punti di atterraggio per elicotteri. Il sostegno, la formazione e il mantenimento dei vigili del fuoco volontari sono una buona pratica da estendere a tutto il paese.
5. L’avvio di campagne di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini è importante per renderli coinvolti e partecipi del fatto che il bosco non soltanto produce ossigeno ed assorbe anidride carbonica, ma ha anche il compito di tutelare l’assetto idrogeologico del territorio. Ricordare ai cittadini quali sono le norme di sicurezza da rispettare quando ci si trova in bosco è importante per prevenire incendi di natura colposa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Genfest 2018: muri e respingimenti non sono l’ultima parola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Manila (Filippine) dal 6 all’8 luglio prossimi incontro mondiale dei giovani dei Focolari. Si parlerà di confini personali, sociali, politici e di come superarli. Difesa dei confini, respingimenti forzati, alleanze di stati per proteggere identità nazionali ed economie, quote umane per il controllo dei flussi migratori. Cosa c’è dietro quelle che sono diventate le parole-chiave di questi ultimi giorni? È per questo che i giovani dei Focolari hanno scelto per il loro prossimo evento mondiale che si terrà a Manila dal 6 all’8 luglio prossimi, il grande tema dei confini, come dice il titolo “Beyond all borders” (oltre ogni confine). Invitano a un coraggioso cambio di prospettiva con cui guardare popoli, culture ed economie; un capovolgimento necessario, dicono, in questi tempi di esasperazione dei particolarismi e chiusure sociali.
Nato nel 1973 da un’idea di Chiara Lubich, fondatrice dei Focolari, il Genfest giunge quest’anno alla sua undicesima edizione e per la prima volta si terrà fuori dall’Europa, nella capitale filippina, dal 6 all’8 luglio prossimi. Attesi 6.000 giovani da tutto il mondo, dai 18 ai 30 anni, mentre altre migliaia partecipano alle 23 edizioni locali in corso.
“Abbiamo scelto l’Asia perché nel mondo sei giovani su dieci vivono lì – spiega Kiara Lauren, filippina, dei Giovani per un Mondo Unito dei Focolari, promotori dell’evento. “Nonostante i problemi e il divario socio-economico, questo continente parla al mondo di speranza e di voglia di cambiamento. Non ci riconosciamo in questo contesto geo-politico internazionale che spesso sacrifica popoli interi a scapito di un élite. Vogliamo portare i singoli e le nostre nazioni a guardare fuori dal proprio perimetro personale, culturale, religioso, politico, per incontrare gli altri e lasciarsi contaminare dalla diversità. Il Genfest sarà un laboratorio unico al mondo: chi entrerà troverà gli strumenti per poter operare un cambio in sé stesso e nel proprio ambiente, per passare – come ha invitato recentemente papa Francesco a Loppiano – “dall’io al noi”. Il programma: condividere e lavorare. Largo spazio avranno le testimonianze: l’impegno congiunto di giovani statunitensi e messicani sulla frontiera dei loro paesi; gesti di aiuto e riconciliazione in situazioni di conflitto in Africa e Medio Oriente, attività di supporto alla popolazione in campi profughi e accoglienza nelle città, l’impegno per un nuovo modo di fare politica, il dialogo tra religioni diverse, ecc.
Nel pomeriggio del 7 luglio il Genfest propone l’azione Hands for Humanity: i ragazzi potranno scegliere tra 12 attività di solidarietà, accoglienza e riqualificazione urbana da svolgere in diversi punti di Manila. Lo scopo è sperimentare che i piccoli gesti possono cambiare la realtà attorno a sé, oltre a raccogliere idee esportabili e imitabili nei propri paesi.
C’è poi la Explo, acronimo composto dalle parole “Exposition” e “Exploration”: si tratta di una mostra interattiva che conduce il visitatore attraverso un’esperienza sensoriale immersiva nella storia dell’umanità, raccontata dalla prospettiva della fraternità universale: “Non dunque la storia come la conosciamo – racconta Erika Ivacson, artista ungherese curatrice della mostra – fatta di guerre, conquiste, armistizi. Racconteremo invece ciò che ha permesso all’umanità di progredire dal punto di vista della pace, dell’amicizia tra persone, popoli e culture L’ultima tappa sarà interamente dedicata alla domanda: e io cosa posso fare?”. Saranno ben 110 i forum e workshop su temi chiave per la costruzione di società aperte e solidali: dalle tecniche di pulizia urbana e cura del territorio, alle forme di impresa sociale, alla gestione dei conflitti personali e politici, all’uso dei social media per la pace, e molto altro.

Posted in Estero/world news, Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: oltre 5 milioni in povertà assoluta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Secondo i dati resi noti dall’Istat, nel 2017 la povertà assoluta raggiunge i valori più alti dall’inizio delle serie storiche, iniziate nel 2005.”Una vergogna! Battuto ogni precedente record storico sulla povertà assoluta, sia per gli individui che per le famiglie, sia in termini di incidenza che in valore assoluto. Il fatto che non si siano mai avuti dati così negativi, dimostra che quanto è stato fatto finora per ridurre le diseguaglianze e combattere la povertà non è stato sufficiente” dichiara Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Le famiglie in povertà assoluta salgono in un solo anno del 9,8%, passando da 1 mln e 619 del 2016 a 1 mln e 778 mila del 2017. In 10 anni, dal 2007 al 2017, registrano un’impennata del 116 per cento. Anche gli individui poveri aumentano del 6,7% rispetto al 2016 e del 182,7% rispetto al periodo precrisi” prosegue Dona.”I dati ci dimostrano che non basta aiutare i poveri con un sostegno al reddito. Bisogna anche rimuovere le cause della povertà, altrimenti le file dei poveri continueranno ad ingrossarsi. Non è solo la crisi e la perdita del posto di lavoro ad aver prodotto questi risultati, ma un fisco sempre più iniquo che ha tassato sempre di più chi già faticava ad arrivare alla fine del mese, violando il criterio della capacità contributiva fissato dall’art. 53 della Costituzione” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Affari Beyond Borders

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Teheran. La Commissione europea (CE) ha costituito un fondo iniziativa Affari Beyond Borders, attualmente avendo le sue sessioni di matchmaking di punta per le PMI e cluster a AMB Iran (fino al 30 giugno, Teheran), è stato elogiato come “una grande iniziativa” durante la cerimonia di apertura della fiera.Alla cerimonia di apertura di AMB Iran, Eric Mamer, Direttore del semestre UE e la competitività all’interno della DG crescere, si è rivolto direttamente l’Unione europea e le PMI iraniani presenti in fiera: “l’UE, e la DG crescere, in particolare, sono a AMB Iran per sostenere il vostro internazionalizzazione sforzi attraverso l’iniziativa business Beyond Borders. E ‘nostro compito di cooperare e creare il miglior ambiente di business possibile per le aziende iraniane UE e”. Allo stesso modo, il bulgaro ambasciatore in Iran, Christo Stefanov Polendakov, ha elogiato Affari Beyond Borders come “una grande iniziativa promuovendo la cooperazione del settore privato tra le imprese comunitarie e internazionali”.Partecipare Mr. e Mr. Mamer Polendakov alla cerimonia di apertura AMB Iran sono stati anche il dottor Amir Hossein Shiravi, il generale-direttore del settore delle lavorazioni presso il Ministero dell’Industria, Miniere e del Commercio iraniano; Mr. Bernhard Müller, Vice Presidente e Membro del Consiglio di Amministrazione di Messe Stuttgart internazionale; Dr. Wilfried Schäfer, amministratore delegato di VDW – Macchina tedesca Associazione utensili per costruzioni; e il dottor Pedram Soltani, primo vicepresidente della ICCIMA.La fiera anche assistito la firma dell’accordo amministrativo tra la Commissione europea Direzione generale per il mercato interno, industria, imprenditorialità e le PMI (DG CRESCERE) e l’Organizzazione promozione del commercio presso il Ministero dell’Industria, Miniere e del commercio l’Iran sul lancio di un dialogo normativo e industriale.Più di 200 piccole e medie imprese europee e internazionali nel settore della lavorazione dei metalli sono ora in corso parte a riunioni di intermediazione su misura e la sessione tecnica UE-Iran Forum.L’evento business Beyond Borders alla AMB Iran è organizzato in collaborazione con la Fiera di Stoccarda e la Camera di Commercio di Iran, industrie, miniere e l’agricoltura.Affari Beyond Borders, un progetto finanziato dalla Commissione europea, consente alle aziende, in particolare le PMI e cluster, al commercio attraverso i confini ed esplorare mercati terzi. Ha tenuto sette eventi internazionali di successo (a Madrid, Città del Capo, Parigi, Milano, Cannes, Santiago e Sydney), dove sono stati concordati oltre 250 nuove partnership commerciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 1° luglio ingresso gratuito per i residenti a Roma e Città Metropolitana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Roma. Anche il 1° luglio, come tutte le prime domeniche del mese, l’ingresso a tutti i musei civici e alle mostre in programma in questi spazi sarà gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana con una ricca offerta culturale promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.
Inoltre, come prima domenica del mese, il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali sarà aperto al pubblico gratuitamente dalle ore 8.30 alle 19.15, con l’ultimo ingresso alle 18.15. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso alla Colonna di Traiano e, dopo il percorso con passerella attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva, che permette di accedere al Foro Romano mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.Questa domenica sarà l’occasione per visitare gratuitamente le collezioni permanenti dei Musei e le mostre temporanee in corso tra cui I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura ai Musei Capitolini, la mostra sull’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e, al Museo di Roma in Trastevere, Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo, un racconto per immagini e video del Paese di quegli anni. Inoltre, ROMA CITTÀ MODERNA. Da Nathan al Sessantotto alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, una rassegna unica che ripercorre le correnti artistiche protagoniste del ’900 con in primo piano la città di Roma. Da non perdere la mostra Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà ai Musei di Villa Torlonia e Walls. Le Mura di Roma. Fotografie di Andrea Jemolo al Museo dell’Ara Pacis.
Resta a pagamento la mostra Canaletto 1697-1768 al Museo di Roma, che celebra il 250° anniversario della morte del grande pittore veneziano presentando il più grande nucleo di opere di sua mano mai esposto in Italia, 68 tra dipinti, disegni e documenti, inclusi alcuni celebri capolavori.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Altaroma: Gaia Italian Handmade Jewellery

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

3 GAIA Equilibrio versus Follia.jpgRoma 28 giugno a Showcase 2018. Showcase è un progetto ideato da ICE Agenzia e Altaroma per mettere in connessione brand italiani, con potenziali buyer, giornalisti e professionisti del settore moda italiano ed estero. Fra i sessanta creativi presenti nel progetto quest’anno, programmato negli Studi di Cinecittà, molto attesa desta la partecipazione di Gaia Caramazza e il suo brand Gaia Italian Handmade Jewellery.Il Brand nasce nel 2013 ed ha come caratteri distintivi l’artigianalità e il made in Italy e propone creazioni che puntano ad un’unicità per far risaltare la personalità del cliente finale. Presente nel Calendario di Altaroma dal 2016 a Showcase 2018 Gaia propone in anteprima la sua collezione primavera/estate 2019 “Equilibrio versus Follia”. Venti gioielli, di cui alcuni convertibili, che si reinventano in fibbie o centrali di collane, e bracciali che diventano broche. Dallo stile concettuale e contemporaneo sono creati a mano con la tecnica della cera persa e la lavorazione a banchetto e realizzati in argento rodiato e bagnato in oro giallo con pietre semipreziose. La giusta dose dei due ingredienti, equilibrio e follia, rende possibile affrontare con coraggio quello che ci propone la vita e questo è rappresentato nella collezione con un elemento guida realizzato in argento che ci conduce ad una traiettoria prefissata e con delle pietre semipreziose colorate e dal taglio sferico che l’attraversano e prendono strade diverse. Un fluire continuo di queste condizioni interiori è in ognuno di noi e, come tutte le contrapposizioni, aiuta l’uomo a confrontarsi ed a muovere curiosità e interesse.Showcase, un’occasione unica per la designer romana che grazie al supporto professionale di Grazia Marino e Antonio Falanga di SPAZIO MARGUTTA, dopo i successi commerciali e di visibilità, riscontrati in campo nazionale è pronta a diventare una delle protagoniste dell’internazionalizzazione del Made in Italy. (Shooting fotografico e copyright by Pietro Piacenti gaia).

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guerra economica: Stato e impresa nei nuovi scenari internazionali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Con la caduta del muro di Berlino e la dissoluzione dell’Urss ci si attendeva l’inizio di una nuova era di collaborazione e cooperazione internazionale su basi del tutto nuove. Ma le dinamiche molto conflittuali del mondo contemporaneo hanno smentito queste aspettative così ottimistiche e imposto un nuovo modo di interpretare il mondo contemporaneo.Il nuovo libro di Giuseppe Gagliano, Guerra economica. Stato e impresa nei nuovi scenari internazionali (goWare, 2018), dà una chiave di lettura e comprensione della sintassi della realtà contemporanea con semplicità, chiarezza e concisione.Spiega infatti Gagliano:«Con la firma degli accordi del GATT nel 1947 (General Agreement on Tariffs and Trade), quella che sembrava essere un’unificazione finalmente pacifica di tutte le nazioni all’insegna del libero scambio non è stata altro, in realtà, che un presupposto per la conduzione di una nuova guerra, finalmente a carte scoperte e non più mascherata dalla contrapposizione militare fra blocchi della Guerra fredda: la guerra economica.
Come molti analisti sottolineano, vi è in effetti uno spostamento delle politiche di potenza dal terreno militare e geopolitico, dove assumevano per l’appunto la forma di scontro fra blocchi anche in conflitti periferici, al terreno economico e commerciale, dove le nazioni si contendono l’accaparramento di risorse e mercati».Gagliano illustra il ruolo e le finalità della guerra economica. L’analisi delle dinamiche contemporanee della guerra economica è accompagnata, in un’apposita sezione di eXtra, dallo svolgimento di alcuni casi di studio che ne analizzano la fenomenologia.Una lettura che vi aprirà una nuova prospettiva di osservazione sul mondo in cui viviamo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MiMoto sponsor del Milano Pride

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Milano. Il 30 giugno e per tutta la Pride Week MiMoto parteciperà alla manifestazione con lo spirito di condivisione che lo contraddistingue. Milano Pride, giunto quest’anno alla sesta edizione, è ogni anno sempre di più sinonimo di aggregazione e unione, concetti condivisi in primis con gli sponsor che sostengono la manifestazione. Tra questi c’è MiMoto, il primo servizio di scooter sharing elettrico Made in Italy di Milano, che ha sempre fatto dello sharing uno dei suoi punti di forza che va oltre la semplice condivisione di un mezzo di trasporto, ma che significa anche credere in valori comuni e fondanti per una collettività.Condividere diventa una parola chiave, non solo se si parla di mobilità sostenibile, ma in ogni aspetto del vivere metropolitano ed è per questo che MiMoto ha deciso di sostenere Milano Pride e il giallo, che contraddistingue il colore della flotta, sarà parte integrante dell’arcobaleno della parata.
Fin dal suo lancio lo scorso ottobre MiMoto ha avuto un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale scegliendo una flotta 100% elettrica e un mezzo leggero, maneggevole e facile da guidare ma allo stesso tempo sicuro, che sta riscuotendo molto successo tra i giovani al di sotto dei 34 anni, liberi professionisti e smartworker che hanno l’esigenza di spostarsi sia per lavoro, evitando il traffico milanese, sia nel tempo libero, in modo efficiente ed economico grazie alle tariffe più basse sul mercato.Inoltre, MiMoto sarà presente presso la Pride Square, un vero e proprio “villaggio” cittadino, dove sarà anche possibile conoscere più da vicino la realtà di scooter sharing che vanta una flotta di 250 mezzi che coniuga facilità di utilizzo ed efficienza energetica ed economica. Inoltre, è un servizio free floating e senza chiavi: si localizza l’eScooter più vicino tramite App, disponibile per iOS e Android, si prenota, si parte dopo aver indossato uno dei caschi in dotazione e, una volta terminata la corsa, il motorino può essere parcheggiato dove si preferisce all’interno dell’area operativa.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Durga e Lorelei Mcbroom all’Arena delle Rose di Castellammare del Golfo con gli Inside out in “Pink Floyd laser show”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Castellammare del Golfo sabato 11 agosto alle 21,30 all’Arena delle Rose di Castellammare del Golfo in corso Bernardo Mattarella 24, in occasione di “Pink Floyd tribute show”, in scena le coriste Durga e Lorelei McBroom, accompagnate per l’occasione dagli Inside Out, ovvero la tribute band Pink Floyd di Palermo, attiva ormai da più di cinque anni. L’originale storia della musica – fatta di corpo, ugola, movimenti e suoni.
Una serata di totale omaggio alla band di Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason. La prima capace di fare della psichedelia una tendenza culturale.
Sentire cantare i Pink Floyd, dalle coriste che per anni li hanno accompagnati nei tour in giro per il mondo, ottenendo grandissimi successi, applausi e riconoscimenti, dando lustro all’immenso ruolo che la band inglese ha significato e continua a significare per la vita di milioni di persone di più generazioni.
Durga ha cantato negli ultimi tour ufficiali – come “A Momentary Lapse of Reason” del 1987, “The Division Bell” del 1994, l’evento mondiale “Pink Floyd Live in Venezia” del 1989 – ed ha anche registrato i cori nell’ultimo album della storica band inglese “The Endless River” del 2014.
Lorelei, oltre ad aver partecipato al tour floydiano di “A Momentary Lapse of Reason” vanta collaborazioni i con Rolling Stones, Lou Reed, Rod Stewart e tanti altri. Attualmente collabora con gli Australian Pink Floyd, una delle tribute band Pink Floyd più famose al mondo.
Al fianco di Durga e Lorelei McBroom, gli Inside Out: Joshua Ross (voce, chitarra elettrica e chitarra acustica), Nicolò Florio (chitarra elettrica e acustica, lap steel e cori), Fulvio Signorino (tastiere e cori), Marcello Castellucci (basso), Mimmo Aiello (batteria e percussioni), Raffaele Barranca (sassofono) Giacinto Gianfala (percussioni), Roberta Lacca, Annalisa Di Modica e Floriana Ferro (cori)Nel corso della serata saranno eseguiti tutti i grandi classici come “Shine on you crazy diamond”, “Money”, “Another brick in the wall”, “The great gig in the sky”, “High hopes” e tanti altri.A creare l’atmosfera: l’uso di video originali, effetti luci a laser e scenografie degne della tradizione Pink Floyd.Il biglietto di ingresso costa 21,50 euro e si possono comprare o al botteghino dell’arena o su http://www.tickettando.it o nelle sedi fisiche del circuito tickettando.Il concerto è organizzato da In the Spot Light e il management è di Gaetano Vicari.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Open Innovation Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Saint-Vincent (Aosta) Venerdì 6 e Sabato 7 luglio terza edizione dell’Open Innovation Summit, presso il Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò. Protagonisti dell’evento organizzato da Digital Magics, il più importante business incubator di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano e quotato all’AIM di Borsa Italiana, saranno i vertici di Cisco Italia, Comune di Milano, Deloitte, Electrolux, Fondazione LINKS, IBM Italia, Intesa Sanpaolo, Moleskine, mytaxi, Oracle, Piccola Industria di Confindustria, PoliHub Startup District & Incubator, Sisal, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners.Il Professor Piero Formica, Senior Research Fellow all’Innovation Value Institute, Maynooth University, Irlanda, e vincitore dell’Innovation Luminary Award 2017 – assegnato dalla Commissione Europea – affronterà nel suo keynote speech il rapporto fra Industria 4.0, Università e Innovazione Aperta 2.0.Il giornalista e scrittore Massimo Gaggi porterà il suo punto di vista privilegiato, seguendo dagli USA politica, economia e le trasformazioni sociali, soprattutto in relazione alla rivoluzione tecnologica, e con Homo Premium racconterà l’impatto dell’intelligenza artificiale su società e mercato del lavoro.L’Open Innovation Summit 2018 coinvolgerà dunque i principali attori della digital transformation, talenti e neoimprenditori digitali, incubatori, investitori e imprese che si confronteranno per fare il punto della situazione sugli sviluppi di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana, approfondendo il modello dell’Open Innovation (innovare processi interni, prodotti e servizi delle aziende tradizionali grazie alle tecnologie delle startup) e tematiche nazionali e internazionali come: Industria e Impresa 4.0, Formazione e Competenze Digitali, Intelligenza Artificiale, FoodTech.
L’Open Innovation Summit 2018 è l’appuntamento di sistema dedicato alle sinergie fra startup e aziende consolidate all’interno della terza edizione GIOIN, il primo network per le imprese che vogliono fare innovazione grazie alle tecnologie delle neoimprese digitali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quarta edizione dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Roma mercoledì 4 luglio nel centro congressi dell’hotel Palazzo Montemartini alle ore 11.00 sarà presentata agli operatori del settore, alle istituzioni e alla stampa la quarta edizione dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE, lo studio dell’associazione Federcongressi&eventi che analizza in modo continuativo il settore italiano dei congressi e degli eventi monitorandone i trend.Come le precedenti edizioni, la ricerca è realizzata da ASERI, l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore: oltre 5.500 sedi di eventi tra alberghi, centri congressi, dimore storiche e location sono state contattate per fornire i dati relativi alle caratteristiche degli eventi ospitati nel 2017 (volume, numero e provenienza dei partecipanti, tipologia dei committenti).La presentazione dell’unico studio di settore sulla meeting industry italiana sarà introdotta dalla Vice Presidente di Federcongressi&eventi Gabriella Gentile e condotta dalla Presidente di Federcongressi&eventi Alessandra Albarelli e dal coordinatore della ricerca il Professor Roberto Nelli.Al termine della presentazione si svolgerà il confronto sullo stato dell’arte del settore e sui suoi trend e sviluppi. Interverranno: Giovanni Bastianelli, Direttore Esecutivo Agenzia nazionale del turismo-ENIT; Carlotta Ferrari, Presidente Convention Bureau Italia; Francesco Palumbo, Direttore della Direzione Generale Turismo, Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e Annamaria Ruffini, Presidente Society for Incentive Travel Excellence-SITE.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Jazz & Wine in Montalcino 2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Montalcino. Nel meraviglioso borgo di Montalcino (SI), star mondiali arriveranno per dare nuova vita a una delle rassegne più longeve e conosciute nel panorama musicale italiano che nasce dalla collaborazione tra la nota azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma ed il Comune di Montalcino.Anteprima entusiasmante giovedì 12 luglio con DAYNA STEPHENS GROUP protagonista dello straordinario concerto di “aspettando Jazz&Wine” che, come consuetudine, avrà luogo all’interno delle mura di Castello Banfi.Sassofonista e compositore tra i più stimati della nuova generazione, Dayna Stephens torna in Italia con un gruppo stellare che vede Taylor Eigsti (piano), Michał Barański (d.bass) e Greg Hutchinson (drums) e propone uno spettacolo trascinante, dove le trame acustiche si fondono a quelle elettroniche.Martedì 17 luglio il festival apre a Castello Banfi con il sound fresco ed accattivante del “contemporary jazz” dei DIRTY SIX la formazione che vede raggruppato un ensamble del meglio offerto dal jazz italiano in questi ultimi anni: Daniele Scannapieco (sax), Claudio Filippini (piano), Lorenzo Tucci (drums),Tommaso Scannapieco (bass), Gianfranco Campagnoli (trumpet) e Roberto Schiano (trombone).
Immancabile mercoledì 18 luglio l’appuntamento con la Jazz & Wine Orchestra diretta da Mario Corvini, che come ogni anno dà il via ai concerti nella Fortezza di Montalcino con un grande ospite internazionale. L’energica big band di quasi 20 elementi nata per celebrare il matrimonio tra vino e jazz, che ha reso questo festival famoso nel mondo, ospiterà il sassofonista e compositore argentino Javier Girotto all’insegna di un tango jazz come non l’abbiamo mai sentito.Una scommessa vinta quella della Jazz & Wine Orchestra: tra i primissimi credere in un progetto come questo, oggi l’orchestra, che si è aggiudicata il premio SIAE, è presente nei migliori festival nazionali ed è resident orchestra al festival di Montalcino dal 2015.
Giovedì 19 luglio ecco il primo di due grandi appuntamenti di blasone mondiale a cui Jazz & Wine ci ha abituato: sul palco l’eleganza, il carisma e l’energia di Billy Hart Quartet ft Joshua Redman.Joshua Redman, uno degli artisti più acclamati del panorama jazz internazionale, considerato fra i più importanti sassofonisti del mondo, sale sul palco al fianco del trio del batterista Billy Hart, leggenda del jazz statunitense, dando vita a una vera e propria all stars band, con Ethan Iverson al pianoforte, e Ben Street al contrabbasso. Un appuntamento assolutamente da non perdere.Nella volontà di celebrare il miglior jazz italiano, il festival propone “Around Gershwin” lo spettacolo che venerdì 20 luglio vede sul palco Giovanni Tommaso (c.bass), Rita Marcotulli (piano) due interpreti che vantano collaborazioni con star internazionali accompagnati da Alessandro Paternesi (drums). Il trio darà vita a un appuntamento trascinante con un repertorio dedicato a celebri standard di George Gershwin e ad alcune composizioni originali di Giovanni Tommaso.
Il festival prosegue sabato 21 luglio con “In Motion Beat”, la band che raggruppa musicisti di cinque diversi paesi e che porta in Europa il meglio del melting pot newyorkese, città dove vivono e lavorano da anni. Il sound del gruppo, rappresenta l’eterogeneo background culturale dei musicisti che lo compongono e che sono Juana Luna (vocals), Erin Bentlage (vocals), Daniel Rotem (saxophone), Mike Bono (guitar), Christian Li (piano), Luca Alemanno (bass), Roberto Giaquinto (drums).Gran finale domenica 22 luglio con l’altra grande star internazionale di questa edizione. Alla Fortezza di Montalcino arriva Christian McBride’s New Jawn.
McBride è uno dei musicisti più autorevoli e rispettati del mondo musicale contemporaneo. Vincitore di ben cinque Grammy Awards ha partecipato alla registrazione di più di 300 dischi di ogni genere.Il suo contrabbasso è il pilastro su cui hanno poggiato gli equilibri di innumerevoli band. Con lui Josh Evans (trumpet), Marcus Strickland (saxophone) e Nasheet Waits (drums).Tutti gli spettacoli di Jazz & Wine in Montalcino avranno inizio alle ore 21.45.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Lombardia è la prima regione in Italia nella vendita a domicilio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Nel 2017 le aziende del settore hanno realizzato nella regione un fatturato di 237 milioni 385mila euro. Lo conferma la rilevazione del Centro Studi Univendita sulle proprie aziende associate: il risultato lombardo rappresenta il 14,3% delle vendite nazionali, che hanno raggiunto nel 2017 la cifra di 1 miliardo 660 milioni di euro (+1,8% rispetto all’anno precedente). Nel Nord Ovest, che vale il 24,2% del fatturato nazionale, la Lombardia fa la parte del leone, mentre Piemonte/Valle d’Aosta e Liguria valgono rispettivamente il 7,6% e il 2,3% del fatturato totale delle aziende Univendita. Nella classifica delle vendite la Lombardia è seguita da Campania (185 milioni di euro) e Veneto (154 milioni di euro). Nel complesso, Sud e Isole realizzano il 36,8% del fatturato (610 milioni di euro); seguono Nord Ovest (401 milioni di euro), Nord Est (353 milioni di euro) e Centro (293 milioni).Quanto agli addetti alla vendita, nel 2017 in Lombardia hanno operato oltre 20.000 venditori a domicilio, pari al 12,7% del totale italiano (158.000 addetti). Nella classifica della presenza dei venditori la Lombardia è terza, dopo Campania (23.000 addetti) e Sicilia (con 21.500 addetti). Guardando alle aree geografiche è al Sud e Isole che nel 2017 si è concentrato il maggior numero di venditori (77.700 addetti pari al 49% del totale); seguono il Nord Ovest con 32.000 addetti, il Nord Est con 24.000 addetti e il Centro con 24.500 addetti.
«Questo si spiega con il fatto che in queste regioni, dove l’occupazione femminile è più bassa della media nazionale, sono soprattutto le donne, che a livello nazionale rappresentano il 90% degli addetti Univendita, a cogliere le opportunità della vendita a domicilio, una professione flessibile che consente di conciliare lavoro e impegni familiari».
Univendita (www.univendita.it) Qualità, innovazione, servizio al cliente, elevati standard etici. Sono queste le parole d’ordine di Univendita, la maggiore associazione del settore che riunisce l’eccellenza della vendita diretta a domicilio. All’associazione aderiscono: AMC Italia, Avon Cosmetics, bofrost* Italia, CartOrange, Conte Ottavio Piccolomini, Dalmesse Italia, Fi.Ma.Stars, Jafra Cosmetics, Just Italia, Lux Italia, Nuove Idee, Ringana Italia, Tupperware Italia, Uniquepels Alta Cosmesi, Vast & Fast, Vorwerk Italia – divisione Bimby, Vorwerk Italia – divisione Folletto, Witt Italia, che danno vita a una realtà che mira a riunire l’eccellenza delle imprese di vendita diretta a domicilio con l’obiettivo di rafforzare la credibilità e la reputazione del settore tra i consumatori e verso le istituzioni.Univendita, che aderisce a Confcommercio, rappresenta il 46% del valore dell’intero comparto della vendita diretta in Italia (fonte: Format Research, marzo 2017).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inquinamento da plastica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Riciclare la plastica non è la soluzione per contrastare una delle emergenze ambientali più gravi dei nostri tempi: l’inquinamento da plastica. Con una produzione in vertiginosa crescita su scala globale, che raddoppierà i volumi attuali entro il 2025, l’unica possibilità per intervenire in modo risolutivo è ridurre, drasticamente e con urgenza, l’immissione sul mercato di imballaggi in plastica usa e getta. È quanto emerge dai dati illustrati nel rapporto “Plastica: il riciclo non basta. Produzione, immissione al consumo e riciclo della plastica in Italia” redatto dalla Scuola Agraria del Parco di Monza per conto di Greenpeace in cui viene analizzata la situazione specifica relativa alla sola plastica da imballaggi e all’efficacia del sistema di riciclo nel nostro Paese – e non complessivamente a tutta la plastica immessa sul mercato – per contrastare l’inquinamento da plastica.“Riciclare è un gesto importante ma che da solo non basterà a salvare i mari del Pianeta dalla plastica. Le grandi aziende che continuano a fare profitti con la plastica usa e getta sanno benissimo che è impossibile riciclarla tutta ma continuano a produrne sempre di più. È necessario che i grandi marchi si assumano le proprie responsabilità partendo proprio dalla riduzione dei quantitativi di plastica monouso immessi sul mercato” dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile Campagna Inquinamento di Greenpeace Italia.L’Italia è al secondo posto in Europa, dietro la Germania, per plastica prodotta con un immesso al consumo che può essere stimato in 6 – 7 milioni di tonnellate annue, il 40 per cento delle quali viene impiegato per produrre imballaggi. Nonostante nel nostro Paese il tasso di riciclo degli imballaggi sia cresciuto negli ultimi anni, passando dal 38 per cento del 2014 al 43 per cento del 2017, non è riuscito a bilanciare l’aumento del consumo di plastica monouso. Infatti, le tonnellate di imballaggi non riciclati sono rimaste sostanzialmente invariate dal 2014 (1,292 milioni di tonnellate) al 2017 (1,284 milioni di tonnellate) vanificando, di fatto, gli sforzi e gli investimenti per migliorare e rendere più efficiente il sistema del riciclo. Oggi in Italia, secondo i dati Corepla del 2017, di tutti gli imballaggi in plastica immessi al consumo, solo poco più di 4 su 10 vengono effettivamente riciclati, 4 invece vengono bruciati negli inceneritori e i restanti immessi in discarica o dispersi nell’ambiente.
Secondo Greenpeace, sono proprio le aziende leader del mercato mondiale a dover fare di più. Per tale motivo l’organizzazione ambientalista nei mesi scorsi ha lanciato una petizione (no-plastica.greenpeace.it), sottoscritta da più di un milione di persone in tutto il mondo, in cui si chiede ai grandi marchi come Coca-Cola, Pepsi, Nestlé, Unilever, Procter & Gamble, McDonald’s e Starbucks di ridurre drasticamente l’utilizzo di contenitori e imballaggi in plastica monouso.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palagiustizia Bari: Bonafede svilisce e mortifica il leale confronto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

“Appena qualche giorno fa’ il Presidente del Tribunale di Bari ha dichiarato che ‘la sospensione dei processi lascia Bari senza giurisdizione penale’ ed il Procuratore della Repubblica ha addirittura annunciato di avere scritto al CSM per chiedere di aprire una pratica a tutela dei colleghi baresi definendo ‘uno spot’ il decreto legge che sospende sino al 30 settembre i termini processuali e di prescrizione ed i processi penale senza detenuti.Concordo appieno con quanto dichiarato dal Procuratore Volpe che sostiene che ‘per recuperare i tre mesi di sospensione del processi ci vorranno tre anni. Le cancelleria saranno costrette a fare almeno 60mila notifiche per convocare le nuove udienza e per i costi inutilmente sostenuti, come consulenze e intercettazioni per processi che non arriveranno a sentenza, bisognerebbe informare la Procura della Corte dei Conti’. A queste piu’ che corrette quanto pacifiche (per chi conosce e pratica il mondo giustizia) osservazioni, hanno fatto coro non solo i Presidenti delle sezioni penali di Bari ma anche la Camera Penale.Il Ministro Bonafede eviti di fare inutile polemica via Facebook e metta (nelle appropriate sedi istituzionali) urgentemente la parola fine a questa vicenda. La Giustizia non si amministra dai social e non si affida al web”. Lo afferma in una nota Giusi Bartolozzi, deputata di Forza Italia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »