Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 7 luglio 2018

Sako: “ perché Pontefice non può venire in Iraq”

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

cardinale Louis Raphaël I Sako“Per me non è cambiato nulla, sono un patriarca, e il titolo è superiore a quello di cardinale. Ma c’è un messaggio dietro a questa nomina: il Papa non può venire in Iraq, l’ambiente non è pronto”. Lo ha detto il cardinale Louis Raphaël I Sako, patriarca cattolico iracheno, intervistato subito dopo il Concistoro a ‘Soul’, il programma-intervista di Tv2000 condotto da Monica Mondo in onda domenica 8 luglio ore 20.30. Il card. Sako, creato cardinale dal Papa, ha spiegato che Francesco “ha voluto essere vicino ai cristiani iracheni con la sua amicizia e con la preghiera, creando un ponte tra la chiesa irachena e la Santa Sede”.
“Non ho avuto mai paura – ha aggiunto il card. Sako – Anche io ho parlato con alcuni dell’Isis, per fare delle trattative, ho salvato tanta gente così. Io penso che bisogna conoscere le ragioni del perché c’è l’Isis, Al Qaida, è tutto molto complicato. Voi non sapete niente su che cos’è l’Isis. L’Isis è cieco. L’Isis secondo me è politicizzata, è chiaro, ma l’Isis si basa sui versetti del Corano. I musulmani devono fare una nuova lettura dei versetti che chiedono la violenza, che pensano che solo l’Islam sia la vera religione, che le altre religioni siano false. Se ci sono versetti del tempo di Maometto bisogna inserirli nel contesto, fare una esegesi, come noi abbiamo fatto”.
“Non tutti i musulmani – ha proseguito il card. Sako – sono fanatici, non bisogna generalizzare, e per natura gli iracheni sono moderati, abbiamo vissuto 35 anni in un regime laico. Poi gli americani hanno aperto le frontiere e sono entrati tutti questi fondamentalisti dalla Giordania, dall’Egitto, dallo Yemen, dall’Arabia Saudita”. (fonte e copyright foto: TV2000)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bari, Riccardi (Sant’Egidio): «Una svolta per le Chiese, unite sulla via della pace e della solidarietà»

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

«Bari rappresenta una svolta nella storia dell’ecumenismo», afferma Andrea Riccardi commentando l’incontro tra papa Francesco e i capi delle Chiese del Medio Oriente, che si è da poco concluso. «Non più solo incontri bilaterali o dialoghi teologici – continua il fondatore della Comunità di Sant’Egidio – ma quasi un “sinodo” tra il papa e i capi delle Chiese del Medio Oriente di fronte a un’emergenza terribile, quella della guerra in tanti suoi aspetti, e al crollo della presenza dei cristiani nella regione. Questa esperienza inaugura una nuova via che i cristiani possono percorrere in Medio Oriente e in altre regioni del mondo: un ecumenismo solidale e sinodale. Il dramma della guerra e della miseria spinge i cristiani a essere più uniti. Papa Francesco l’ha detto con chiarezza, ponendosi in mezzo e non sopra gli altri. Il patriarca di Costantinopoli Athenagoras diceva: “Popoli fratelli, Chiese sorelle”. L’amicizia tra i popoli spinge le Chiese a un lavoro più intenso per la pace. A Bari c’è stata una preghiera per la pace, ma anche un grido di pace da parte dei cristiani. Papa Francesco ha messo a frutto le relazioni con i capi delle Chiese: il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo, il patriarca copto Tawadoros, il patriarca di Mosca Kirill, il patriarca siriaco Efrem».
«Da questa rete di rapporti personali – conclude Riccardi – è scaturito un evento davvero originale e significativo, avvenuto proprio nel giorno in cui si ricorda la morte di un padre dell’ecumenismo, il patriarca Athenagoras, che fu interlocutore di Paolo VI a Costantinopoli nel 1964».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato immobiliare: prezzi in risalita

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Nel primo semestre 2018 i prezzi del mattone lasciano intravedere chiari segnali di ripresa soltanto nei grandi centri urbani, dove i valori sono aumentati dello 0,4%. Questa è la maggiore evidenza dell’Osservatorio di Immobiliare.it sull’andamento del mercato immobiliare italiano nei primi sei mesi dell’anno.Se a livello nazionale l’oscillazione dei prezzi richiesti è stata pari allo 0,4% in negativo, soffrono ancora di più i piccoli centri, dove la perdita è stata dello 0,8%.Resta il Nord l’area dove il calo dei valori è meno consistente (-0,2% nel semestre), ma lasciano ben sperare le variazioni di Centro e Sud, sempre in negativo ma sotto la soglia del -1%. A fronte di queste variazioni, per comprare un immobile in Italia, a giugno 2018, il prezzo medio è stato pari a 1.892 euro al metro quadro. Il Sud è l’unica area dove i valori medi, pari a 1.581 euro/mq, sono inferiori a quelli nazionali. Resta il Centro Italia la zona più cara per un acquisto immobiliare, con una media di 2.271 euro/mq, mentre a Nord il prezzo si è fermato a 1.914 euro/mq.Tra i capoluoghi di regione, balza immediatamente all’occhio il salto dei prezzi richiesti a Bologna. Qui i valori sono cresciuti del 3,7% in sei mesi e del 6% in un anno. Segue il boom di Firenze, dove nel primo semestre 2018 i prezzi sono aumentati del 3%. Bene anche Napoli, Aosta e Venezia.Il rovescio della medaglia, con mercati ancora in forte sofferenza, è visibile in particolar modo in capoluoghi come Campobasso, dove la perdita semestrale ha superato il 6%, e ad Ancona e Potenza, in cui in sei mesi i prezzi degli immobili sono scesi di circa il 4%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libri scolastici: nuovo e usato

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Libraccio offre con disponibilità immediata tutto l’anno edizioni sia nuove che usate per la scolastica che, insieme all’offerta di narrativa e saggistica usata, raggiunge sconti fino al 50% sul prezzo di copertina. La scolastica usata è garantita totalmente: se si cambia scuola, se la propria classe viene sciolta, se il professore cambia testo o vuole l’edizione aggiornata, se c’è un errore nella lista, viene offerta la possibilità di ottenere il cambio del volume gratuitamente. Eventuali cambi possono essere richiesti fino a 30 giorni dopo l’inizio della scuola. Il nuovo è proposto accompagnato da un buono sconto pari al 15% del valore dell’acquisto effettuato, spendibileper prodotti di cartoleria come agende, diari e quaderni, zaini, atlanti, dizionari, ma anche libri non scolastici.
Sul sito Libraccio.it si possono interrogare direttamente i dati delle anagrafiche e delle adozioni scolastiche forniti in licenza a Libraccio.it dall’Associazione Italiana Editori con la collaborazione del Ministero della Pubblica Istruzione.Il database è consultabile per area geografica, selezionando progressivamente regione, provincia, comune, istituto, classe e sezione. Quindi si visualizza la lista dei titoli adottati e consigliati dai docenti, corredati dall’immagine delle copertine e dall’indicazione della disponibilità o meno dell’usato.Il sistema consente anche di verificare i libri già in possesso dall’anno precedente e di procedere direttamente all’ordine e all’acquisto online. Gli ordini sono evasi e spediti con corriere espresso in ogni comune e frazione d’Italia con tempi che oscillano da 1 a 7 giorni, a seconda della disponibilità dei titoli acquistati. È possibile pagare con carta di credito, in contanti alla consegna (contrassegno) o attraverso PayPal.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ania: premio rc auto più alto di 117 euro rispetto Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Secondo l’Ania, i prezzi dell’rc auto sono scesi nell’anno del 2,5% e del 27% in 5 anni.”Non basta! Al di là del fatto che secondo quanto sostenuto pochi giorni fa dal presidente dell’Ivass durante la presentazione della Relazione annuale nel quinquennio 2013-17 il premio medio, al netto delle componenti fiscali e parafiscali, è sceso di quasi un quarto, ossia meno del 25% e non del 27% come sostiene oggi l’Ania, il punto è che, pur essendoci stata una riduzione del prezzo dell’rc auto, permane un intollerabile divario con l’Europa” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”A fine 2016 il premio medio della r.c. auto in Italia, al netto delle tasse, risulta più alto di 117 euro rispetto alla media dei principali quattro paesi europei, ossia Francia, Spagna, Germania, Regno Unito. Una disparità inaccettabile che andrebbe ridotta al più presto” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati: Boeri sbaglia, gli immigrati sono più un costo che un beneficio

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Il discorso che il Presidente dell’Inps Boeri ha fatto ieri, e che fa da sempre, è stato uno discorso squilibrato. Gli immigrati sono un beneficio solo se lavorano regolarmente, solo se entrano e risiedono in Italia regolarmente, e hanno un posto di lavoro nel quale pagano i contributi, producono reddito e producono ricchezza”. Così il deputato di Forza Italia Renato Brunetta, in un’intervista a Radio Anch’io. “Normalmente gli immigrati sono giovani, e quindi non hanno carichi familiari e quindi nella prima fase della vita attiva producono ricchezza, producono contributi, che servono per pagare le pensioni di chi è più anziano di loro, sia degli italiani, sia degli immigrati di generazioni precedenti”. “Si dà il caso – prosegue – che per colpa nostra, non degli immigrati, i flussi migratori da vent’anni a questa parte, siano stati flussi caotici, non domandati dal Paese di destinazione, vale a dire dall’Italia, ma di fatto frutto dell’offerta dei Paesi d’origine. Gran parte della migrazione, quindi, è una migrazione irregolare, che produce lavoro irregolare nero e sommerso, nella maggior parte dei casi, e solo in piccola parte lavoro regolare”“Se facciamo un conto a spanne – prosegue ancora – gli immigrati in Italia sino ad oggi sono all’incirca 5 milioni. Di questi 5 milioni, circa un milione sono irregolari, quanto permesso di soggiorno e, in quanto clandestini, questi non possono lavorare regolarmente. Poi una parte consistente sono familiari a carico, e quindi per ragioni di età, o perché troppo giovani, o perché troppo anziani, non lavorano, pesando sul nostro welfare. Un’altra parte di popolazione attiva, magari regolari, sono disoccupati. Solo una parte minoritaria sono regolari, quanto a permesso di soggiorno e regolari quanto a posto di lavoro”.“La percezione economica di tutto questo – conclude – è che gli immigrati in Italia, in questo momento storico, per come si sono accumulati nel tempo, sono più un costo che un beneficio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pensioni: tra equilibrio e sostenibilità sociale

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“La Legge Fornero ha tratti di insostenibilità sociale, se pensiamo al tema degli esodati e delle salvaguardie, e cioè di chi ha visto rompere attraverso una legge i propri progetti di vita e di pensionamento, e questo va certamente sanato. D’altra parte, però, la Fornero mette in sicurezza la sostenibilità economica. Ci vuole, quindi, un giusto equilibrio, come era scritto nel programma condiviso del centrodestra, tra sostenibilità sociale e sostenibilità economico-finanziaria”.Così il deputato di Forza Italia Renato Brunetta, in un’intervista a Radio Anch’io.
“Non è certamente – prosegue – con quota 100, ed è per questo che critico l’approccio dell’attuale governo, che si dà un giusto equilibrio tra sostenibilità sociale e sostenibilità economica. Perché con quota 100, vale a dire la somma tra anni di contribuzione e d’età, si producono squilibri interni al mondo del lavoro”.“Quota 100 – prosegue ancora – è un modo semplice e propagandistico per risolvere un problema assolutamente complesso. E su questo mi sento di dare in parte ragione al Presidente dell’Inps Boeri. Una quota 100 realizzata semplicisticamente produrrebbe non solo più danni che benefici, ma avrebbe costi enormi, tra i 10 e i 12 miliardi di euro. Meno propaganda, da questo punto di vista, meno semplificazione e più attenzione ai conti e ai costi”.“Qualsiasi manipolazione della Legge Fornero – conclude – senza troppa attenzione non solo produrrebbe allarme sociale, e sarebbe cioè più il danno che il beneficio, ma produrrebbe poi allarme sui mercati, perché vorrebbe dire che nuovamente i conti italiani sarebbero a rischio. E anche di questo dobbiamo tenere conto. Non viviamo sotto una campana di vetro. Qualsiasi nostra azione, in termini di politica economica, che sia sulle pensioni, sul mondo del lavoro, sull’irrigidimento rispetto alle delocalizzazioni, rispetto ai contratti a termine, tutto quello che si fa nel nostro Paese ovviamente, in un mondo interconnesso, viene visto dall’estero e viene giudicato. E siccome il nostro è un Paese altamente indebitato risulta facile dire, da parte dei mercati, degli investitori, dei fondi internazionali, ‘questa Italia non ci piace, questa Italia è a rischio, questa Italia non vede bene chi investe in Italia stessa, e quindi meglio starne alla larga’”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Olimpiadi: sostegno alla candidatura italiana

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Oggi Cortina, Milano e Torino hanno presentato i loro progetti di candidatura ad ospitare i Giochi Olimpici invernali 2026. Al di là del legittimo tifo di ognuno di noi: in bocca al lupo a tutte e tre! Da uomo di sport prima ancora che da deputato mi sento di invitare il Governo a sostenere lo Sport Italiano indipendentemente dalla candidatura che verrà scelta dal Comitato Olimpico Italiano. Sono certo che il Coni saprà individuare la candidatura italiana con maggiori possibilità di convincere i membri del CIO. Sarà una competizione molto difficile tra candidature di tutti i continenti. Serve l’aiuto di tutti. Una scelta politica ci ha già fatto perdere la possibilità di organizzare a Roma i Giochi Olimpici estivi del 2024. Una ferita difficile da dimenticare. Il Governo dia ora forza alla candidatura italiana per i Giochi Olimpici 2026. L’Italia ha il dovere di portare la candidatura con il progetto migliore. La candidatura con le migliori possibilità di far vincere il nostro Paese. Qualunque sarà la scelta, sarà la scelta che rappresenterà tutti noi. Mi auguro che in questa competizione il governo e tutti i parlamentari di ogni gruppo politico sapranno essere dalla parte dello Sport Italiano. Con i fatti”. Lo afferma in una nota Marco Marin, deputato di Forza Italia e campione olimpico.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GFT acquisisce V-NEO, azienda IT canadese, focalizzata nel mercato assicurativo

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

GFT Technologies SE (GFT) ha perfezionato oggi la completa acquisizione di tutte le azioni di V-NEO S.p.A. (V-NEO), con sede in Canada. La società è riconosciuta quale esperto service provider di soluzioni IT integrate per il settore assicurativo. Tra i suoi clienti figurano numerose e primarie compagnie assicurative in Canada, Belgio e Francia. V-NEO opera come partner per i servizi legati alle soluzioni assicurative Guidewire e Oracle OIPA. Fondata nel 2011, la società impiega 160 persone nei suoi tre siti in Quebec, Toronto e Bruxelles. Con l’acquisizione di V-NEO, GFT rafforza la sua competenza nel settore assicurativo, espande la posizione sul mercato del Nord America e consolida una nuova sede in Belgio.Si prevede che la società generi ricavi per circa 15,5 milioni di euro nell’esercizio finanziario in corso (dal 1° agosto 2017 al 31 luglio 2018). L’utile prima delle imposte (EBT) dovrebbe raggiungere circa 2,6 milioni di euro. Il prezzo di acquisto sarà pagato in contanti e le due parti hanno concordato di non rivelare tale prezzo di acquisto. Il trasferimento completo delle azioni è previsto per la fine di luglio 2018. A seguito del primo consolidamento nell’agosto 2018, GFT prevede ricavi aggiuntivi di circa 7 milioni di euro per questo esercizio finanziario. A causa delle spese relative all’acquisizione, V-NEO non apporterà un contributo significativo agli utili GFT nel 2018. Ulteriori dettagli saranno resi noti nella Relazione Finanziaria semestrale in pubblicazione il 9 agosto 2018.Alla firma dell’accordo, Marika Lulay, CEO di GFT Technologies SE, ha sottolineato: “L’acqusizione supporta la nostra strategia di crescita internazionale e le previsioni a medio termine per il 2022. Il know-how tecnologico e la base clienti di V-NEO sono perfettamente allineati a GFT, così come i suoi consulenti altamente specializzati presenti in Nord America ed Europa e i team di sviluppo nearshore in Canada.”Rafforzata la competenza assicurativa in ambito proprietà, infortuni e vitaIl settore assicurativo sta affrontando enormi sfide nel bel mezzo del processo di trasformazione digitale. Secondo Gartner, solo poche compagnie assicurative in tutto il mondo hanno ad oggi iniziato la loro trasformazione digitale; e tali cambiamenti possono richiedere fino a dieci anni per essere raggiunti. V-NEO ha una solida competenza – soprattutto per quanto riguarda le soluzioni digitali rivolte al settore assicurativo ramo danni, vita, infortuni. Questo include sia la consulenza strategica, sia tutte le fasi, dal disegno iniziale all’implementazione delle soluzioni. L’azienda vanta un elevato tasso di fidelizzazione della clientela con clienti nazionali e internazionali grazie alle soluzioni e architetture enterprise personalizzate e ai progetti per l’ottimizzazione dei processi e la trasformazione digitale. L’acquisizione consente a GFT di completare il suo attuale portafoglio di servizi per l’assicurazione danni e infortuni con soluzioni nuove e ampliate per il settore assicurativo vita. V-NEO ha già ricevuto numerosi riconoscimenti per l’innovazione, dovuti all‘agile integrazione dei servizi Guidewire. Essendo tra i maggiori e indipendenti service provider del Nord America per la piattaforma assicurativa Guidewire, l’azienda attualmente genera, con questa area di offerta, circa i due terzi dei ricavi. V-NEO lavora anche in un importante progetto di assicurazione sulla vita in Canada implementando la piattaforma Oracle OIPA. Questi servizi si coniugano con i servizi assicurativi esistenti di GFT al fine di espandere la propria base di clienti internazionali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforma totale del sistema della giustizia minorile

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Sulla giustizia minorile c’è un’omertà che dev’essere eliminata. Per questo, come associazione Verità Altre, e in sinergia con altre realtà associative a livello nazionale, siamo costretti a chiedere un incontro con le Alte Autorità dello Stato e i ministri competenti affinché ci sia una riforma totale del sistema della giustizia minorile. Oggi sono giunte all’associazione le grida disperate di una madre che stiamo seguendo e la comunicazione di un’altra associazione che ci ha informati che un altro minore di due anni che è stato violentemente strappato alla madre. Si tratta di un fenomeno nazionale di cui nessuno parla, chiuso nel recinto del silenzio e della pratica degli incontri protetti vietati per legge. Su questo silenzio lucrano molte realtà coinvolte nell’assistenza, per modo di dire, ai minori affidati a case famiglia, sotto la protezione di assistenti sociali, e di altre figure professionali altrimenti prive di occupazione. Stiamo scrivendo una lettera a tutti i parlamentari affinché si possa fare un incontro istituzionale per scardinare un sistema drammatico che lede i genitori, spesso una delle due parti è la donna, e a volte si trasforma in tragedie vere con figli uccisi e una giustizia che dimostra tutta la sua incapacità nell’affrontare situazioni di emergenza vera. Al centro della sofferenza ci sono i bambini che vengono separati dai genitori con ferite che durano tutta la vita. E’ urgente intervenire affinché non si distrugga il futuro di questi bambini, il cui presente è avvolto nella disperazione nel generale silenzio”. È quanto dichiara il presidente dell’associazione Verità Altre, avv. Carlo Priolo che ha predisposto una lettera ai presidenti e vicepresidenti di Camera e Senato sulla situazione in cui versa la giustizia minorile, e su un caso drammatico che sta avvenendo in questi giorni nell’assenza totale delle autorità competenti. Alcuni numeri: sono 40mila i bambini nelle case famiglia, 20mila gli affidamenti senza ragione, 250mila i genitori, partenti, amici espropriati dall’affetto dei figli, 3 miliardi di euro che vengono versati annualmente alle case famiglia.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Restart – Reddito di inclusione: la misura necessaria”

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Roma, 11 luglio alle ore 9.30 via dei Frentani 4 “Restart – Reddito di inclusione: la misura necessaria”. È il titolo dell’iniziativa promossa dalla Funzione Pubblica Cgil e in programma mercoledì 11 luglio a Roma presso il Centro congressi Frentani in via dei Frentani dalle ore 9.30 alle ore 13,30. Al centro il tema del reddito di inclusione e una sua valutazione alla luce dei primi dati disponibili che mettono in evidenza alcuni elementi significativi: le infrastrutture necessarie alla sua attuazione, le ricadute sul personale e sull’organizzazione dei servizi, le profonde differenze territoriali, l’insufficienza delle risorse umane e materiali dedicate. Partendo così dal confronto tra le diverse misure di protezione sociale adottate in Europa, l’iniziativa della Fp Cgil fornirà elementi di conoscenza e di riflessione sul tema: contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.Il programma dell’iniziativa, che sarà coordinata da Lorella Brusa (Politiche per l’inclusione Fp Cgil), vedrà interventi su: ‘Il Reddito di inclusione in Italia’, a cura di Giordana Pallone (Dipartimento Welfare Cgil); ‘Europa: sistemi di protezione sociale a confronto’, a cura di Salvatore Marra (Politiche Europee ed Internazionali Cgil) e Enzo Bernardo (Responsabile Politiche Internazionali Fp Cgil); ‘Il Reddito di inclusione e lotta alla povertà’, a cura di Michele Raitano (professore associato Politica Economica – Sapienza Università Roma); ‘Le infrastrutture necessarie’, a cura di Alessandro Purificato (Capo Area Funzioni Locali Fp Cgil); ‘L’esperienza dei Servizi Sociali Comunali e dei Centri per l’impiego’, a cura di Laura Paradiso (Assistente Sociale Rsu Comune di Roma) e di Ilaria Raimondi (Operatrice Centro per l’impiego Riccione). A seguire il dibattito e, infine, le conclusioni dei lavori affidate alla segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Benifei: “Cambiare la proposta di riforma del copyright per tutelare la libertà di internet”

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

“Con l’oscuramento volontario di Wikipedia in segno di protesta per la riforma della normativa europea sul diritto d’autore nel mercato digitale abbiamo visto una azione forse eccessiva, ma che ha voluto portare alla ribalta una proposta di legge dannosa, nel caso in cui l’Europarlamento la votasse senza prevedere delle forme di bilanciamento aggiuntive.” Così dichiara l’Eurodeputato ligure del PD Brando Benifei, che ha seguito dall’inizio tutto l’iter della nuova normativa in quanto Membro del Gruppo di Coordinamento sull’Europa Digitale dei Socialisti e Democratici europei e che voterà per rigettare la proposta.
“La proposta di riforma non nasce nel vuoto e non è campata per aria: rafforzare la capacità degli autori, dei giornalisti, degli editori e dei creativi di avere più remunerazione per ciò che producono e veicolano nel mondo digitale è un obiettivo fondamentale e che credo debba essere largamente sostenuto e condiviso; per questo ritengo la riforma delle norme sul copyright assolutamente necessaria. Domani, però, voterò per ridiscutere ancora, nel Parlamento Europeo riunito in plenaria, il testo per il negoziato finale con i governi degli Stati Membri. Sono infatti convinto che alcune modifiche alla proposta della Commissione Giuridica del Parlamento siano indispensabili per dare all’Europa una normativa sul diritto d’autore protettiva nei confronti dei creativi ma non dannosa per l’innovazione e la libertà dei cittadini e dei consumatori.I dati ci dicono che l’86% dei consumatori non ha mai sentito parlare della nuova direttiva e non ne conosce neanche vagamente i contenuti; eppure avrà ricadute importanti sul nostro modo di navigare online, accedere alle informazioni e condividere contenuti come foto, video o fonti esterne. Ritengo allora che un approfondimento sia necessario. In sostanza, la nuova direttiva intende estendere la copertura del diritto d’autore a tutta una serie di prodotti e lavori, che oggi vengono condivisi gratuitamente attraverso le piattaforme online di servizi tramite un sistema di nuove licenze che le piattaforme dovrebbero pagare per ospitare contenuti protetti dal diritto d’autore. La normativa non riguarda dunque i consumatori e gli utenti finali ma potrebbe accadere che, con l’adozione obbligatoria di sistemi automatici di “filtraggio” e blocco dei contenuti protetti, vengano “stoppati” anche contenuti del tutto legittimi caricati dai semplici cittadini. Banalmente, il cittadino potrebbe non riuscire più a condividere le foto delle vacanze o i video dei balli di gruppo in spiaggia perché il filtro automatico non sarebbe abbastanza “intelligente”. A quel punto, rimarrebbe a disposizione solo lo strumento del ricorso legale. Per i siti di informazione, invece, non è stato chiarito adeguatamente il livello di libertà di espressione nel citare, tramite link, le fonti delle notizie. Potrebbero anche venire introdotte specifiche esenzioni a livello nazionale. Così otterremmo solo un quadro normativo fragile perché troppo frammentato, e grossi contenziosi legali che solo i colossi di internet potranno permettersi.Per questo sostengo – in linea con la posizione espressa dal fondatore del World Wide Web, Sir Tim Berners Lee, e da tantissime associazioni di categoria (delle start-up digitali, dei consumatori, degli editori e delle biblioteche europee) oltre che da decine di accademici e dai miei colleghi delle Commissioni Mercato Interno e Libertà Civili – che la giusta battaglia per la riforma del copyright digitale vada fatta, purché con strumenti e tutele adeguati, per tutti: produttori di contenuti protetti dal diritto d’autore e consumatori.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il nuovo presidente della Federazione degli Editori Europei (FEP) è il fiammingo Rudy

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

L’Assemblea generale della Federazione degli editori europei (FEP), riunita a Berlino, ha eletto il suo presidente: l’editore fiammingo Rudy Vanschoonbeek, della casa editrice Uitgeverij Vrijdag (Belgio). Nel board della FEP è stato riconfermato, in rappresentanza dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Piero Attanasio, responsabile delle relazioni internazionali e dei progetti di ricerca e innovazione dell’Associazione.Fondata nel 1967, la FEP si occupa della legislazione europea e fornisce consulenze alle associazioni degli editori sul diritto d’autore e su altre questioni legislative. La Federazione è la voce della maggioranza degli editori europei e rappresenta 29 associazioni nazionali di editori di libri, riviste specializzate e materiali didattici in Europa. Priorità, il copyright: “Stiamo affrontando un momento delicato – ha detto il neo presidente Vanschoonbeek – dal momento che la direttiva sul diritto d’autore è in votazione al Parlamento Europeo. Siamo inoltre impegnati per avere aliquote IVA ridotte per gli ebook in tutti i paesi europei, lavoriamo per avere una giurisdizione sulla piattaforma on line Tom Kabinet, sull’accessibilità per i non vedenti di contenuti sia stampati che digitali e presenteremo il Manifesto di Berlino dell’industria editoriale al nuovo Parlamento prima delle elezioni”. In Europa il libro è la prima industria culturale, con un fatturato annuale di 22-24 miliardi di euro e oltre mezzo milione di nuovi titoli all’anno.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’irriverente fa lo storico… non più di tanto. Cina e resto del mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Alcuni mesi fa, a Mosca, ho visitato il museo della Cosmonautica. Un esperienza toccante che mi ha fatto ripercorrere diversi anni della mia gioventù, quando in tanti sognavamo che di lì a poco saremmo andati senza problemi in giro per lo spazio. Poi tutto si è grossomodo fermato, e non solo per i sovietici (all’epoca non erano solo russi come oggi). Davanti alle immagini e reperti del viaggio di Jurij Gagarin, come primo di una lunga lista di astronauti, mi sono soffermato ricordando a mia figlia con cui visitavo questo museo, che il giorno dopo che quell’uomo era andato a girare intorno alla Terra, in tutto il Pianeta (ma proprio tutto e tutto) non si parlava d’altro, ed eravamo nel 1961, quando le comunicazioni non erano veloci e fluenti come ora; per l’occasione ho anche ricordato alla figliola, che altrettanto clamore mediatico e totale ci fu solo il 20 luglio del 1969 con lo sbarco dell’americana Apollo 11 sulla Luna. Solo quando non ero
più un ragazzino, ho focalizzato quella gara enorme che si era scatenata per la conquista dello spazio tra americani e sovietici. Gara, che se aveva il suo culmine e la massima rappresentazione nelle imprese spaziali, comunque si manifestava anche ad altri livelli, quasi sempre perdenti per i sovietici e vincenti per gli americani. La conquista dello spazio continua tuttora ad essere nei programmi sia russi (non più sovietici) che americani, ma abbastanza angolata rispetto agli interessi, alle speranze, alle curiosità e agli occhioni sbarrati di ragazzi e ragazze che non vorrebbero accontentarsi solo di film di fantascienza.
Oggi, 4 luglio, ho letto una notizia che mi ha fatto ricordare quanto sopra. Eccola, dal quotidiano La Repubblica: “Cina. Un paese ossessionato dal Guiness dei primati. Registrazioni al Guiness in crescita del 10% l’anno. Ma si punta anche ai primati con “caratteristiche cinesi”, come una pulizia delle orecchie di massa o un ballo di gruppo”. Ho fatto subito un flashback con l’Unione Sovietica degli anni 60 del secolo scorso, quando, a partire dai cosmonauti, era tutta una gara tra americani e sovietici, a chi riusciva a sembrare più bello agli occhi del mondo (il fallimento del modello comunista sovietico era ancora in alto mare, e i vari partiti comunisti nel mondo erano difficilmente in rotta col “babbo” di Mosca, per quanto avesse già dimostrato al mondo che lo stalinismo non fosse proprio quel futuro dell’avvenire per umani liberi e laboriosi che voleva far intendere). Ma, a differenza degli americani, i sovietici avevano proprio “una fissa” per i loro tentativi di supremazia; una “fissa” utile quando durante la seconda guerra mondiale fu grazie al loro contributo che si sconfissero nazisti e fascisti, ma un po’ maniacale proprio a partire dalle imprese di Gagarin e dello Sputnik 1 intorno all’orbita terrestre. Quella stessa maniacalità che ho percepito in questa notizia sui Guiness che ci arriva dalla Cina. Vizio comune dei regimi autoritari? Premessa di un declino e di una corrosione culturale come per l’Urss a suo tempo? Si’, lo so, corro troppo e ci sono tante implicazioni che dovrebbero essere considerate. Ma tutto va inquadrato nella specifica epoca. L’Urss era il secolo scorso, e proprio poco dopo le vicende dei cosmonauti che ho ricordato, con una “gloria” mondiale diffusa soprattutto nei diseredati ed emarginati e sfruttati dell’affermazione liberista, cominciò quella erosione che portò alla dissoluzione (con la Russia che oggi continua, ma è comunque tutta un’altra cosa). La Cina è oggi. Non mi addentro in tutte le analisi e constatazioni possibili ed immaginabili (a partire dal fatto, per esempio, tra le “super novità” che, a parte qualche residuo territoriale francese, oggi Africa e Cina sono un binomio economico non indifferente).
Per noi che siano attenti alle evoluzioni e involuzioni dell’individuo consumatore, e che crediamo che bisogna dar corpo a istituzioni globali che disciplinino il magma economico mondiale che sempre più ci fa essere sudditi e non governati, questi fenomeni ci devono far alzare le antenne per meglio osservare, capire, elaborare, riflettere. Poi, ovviamente, ci sono gli amanti dei “corsi e ricorsi storici” (tra cui non ci annoveriamo), ma siamo nel 2018 ed io che domani devo andare a Sydney, non a caso il volo migliore che ho trovato (qualità ed economicità) è via Canton/Shangai, e non le “solite” Singapore o Bangkok. Così come quelle “cineserie” che tutti acquistiamo dal “cinese dietro l’angolo che è sempre aperto e costa pochissimo” e poi – magari, non io ovviamente- si sbraita contro i troppi cinesi presenti nelle nostre città. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo congressuale in crescita

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Il settore del turismo congressuale italiano continua a godere di buona salute e ha i numeri per fare del Paese una destinazione ancora più appetibile per ospitare i congressi associativi internazionali, fonti di ricchezza e strumento di promozione della destinazione che li ospita. Nel 2017 in Italia sono stati realizzati 398.286 tra congressi ed eventi segnando un +2,9% rispetto al 2016. Valori con segno più anche per il numero dei partecipanti, delle presenze e della durata complessiva degli eventi: i partecipanti sono stati 29.085.493 (+3,2%), le presenze 43.376.812 (+1,6%) e la durata complessiva è stata pari a 559.637 giornate (+2,8%).I dati emergono dall’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE presentato oggi a Roma. La ricerca, giunta alla quarta edizione, è promossa dall’associazione della meeting industry Federcongressi&eventi e realizzata dall’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Global Forum on Modern Direct Democracy”

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Roma dal 26 al 29 settembre si svolgerà in Campidoglio l’edizione 2018 del “Global Forum on Modern Direct Democracy”, l’evento internazionale che mira a sviluppare e promuovere la partecipazione attiva dei cittadini alle politiche nazionali e locali, in particolare attraverso la promozione degli strumenti di democrazia diretta.Attesi oltre 350 delegati provenienti da sei continenti, tra cui i sindaci di diverse capitali europee e mondiali ma anche accademici ed esperti che parteciperanno ai lavori. Tra gli obiettivi quello di definire le caratteristiche che rendono una città globale e democratica da incorporare in una Magna Charta per le “città della democrazia” del mondo. Tra le varie autorità, presenzieranno all’evento anche il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro e la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“Roma è orgogliosa di essere la città ospitante di un appuntamento così prestigioso che ci consentirà di avviare un confronto con le migliori esperienze internazionali di democrazia diretta. È questa la direzione verso cui l’Amministrazione si sta muovendo a partire dal nuovo statuto di Roma Capitale che introduce nuovi strumenti per garantire la partecipazione dei cittadini alla gestione della cosa pubblica” commenta la Sindaca Virginia Raggi.Quattro giornate di workshop e sessioni plenarie che saranno l’occasione per condividere esperienze e best practices tra tutti i soggetti interessati alla democrazia diretta moderna e alla cittadinanza attiva. Legislatori, inclusi quelli coinvolti nelle questioni di rilievo costituzionale, giornalisti, studiosi, rappresentanti di organizzazioni non governative nazionali e internazionali e cittadini avranno la possibilità di confrontarsi in modo approfondito su molteplici temi e di proporre strategie innovative e al passo con le sfide politico-sociali degli ultimi anni.L’evento è organizzato dall’Associazione Global Forum on Modern Direct Democracy con il patrocinio di Roma Capitale e del Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta. Il programma è in costante aggiornamento e consultabile al sito https://2018globalforum.com/

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, terminato percorso partecipato di ascolto per la riforma dei servizi educativi e scolastici

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

E’ terminato RomaAscoltaRoma: verso il Regolamento 0-6’, il percorso partecipato aperto alla cittadinanza per la riforma dei servizi educativi e scolastici di Roma Capitale. Prende ora il via il lavoro di analisi ed elaborazione delle proposte e dei contenuti emersi nel corso degli incontri, iniziati lo scorso 22 novembre con un seminario in Campidoglio e poi proseguiti con quattro appuntamenti che hanno coinvolto tutti i Municipi, ripartiti in base alla vicinanza territoriale secondo i quadranti della città.“Abbiamo riportato il tema del diritto all’educazione al centro del dibattito pubblico, costruendo quei luoghi permanenti dedicati alla riflessione che per troppo tempo sono mancati alla nostra città. La pluralità e le peculiarità dei bisogni richiedono anche l’adozione di attività sperimentali che garantiscano l’innovazione”, spiega l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.“Per questo l’ascolto è uno strumento di lavoro fondamentale, che ci ha consentito di raccogliere il contributo di tutti i soggetti coinvolti. Ora inizia la fase della stesura, che ci porrà dinanzi una sfida complessa ma stimolante: produrre una sintesi completa ed efficace. Valorizzeremo il coordinamento costante tra gli assessori municipali su cui abbiamo impostato tutto il percorso e istituiremo un apposito comitato scientifico che traccerà le linee guida”, aggiunge.Nel corso dell’ultimo incontro presso il Liceo Seneca in via Francesco Albergotti 35 si sono alternati, come in tutti gli altri appuntamenti, gli interventi di consiglieri, assessori, direttori socio-educativi, Poses, funzionari educativi, educatori, insegnanti, genitori e cittadini.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CREDI indicates increased optimism among banks as well as improved credit terms

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

In the July issue of the Catella Real Estate Debt Indicator (CREDI), the Main index increases from 50.5 to 54.3, which is the strongest index score since September 2015. Property companies and banks have a positive view of the development of the credit market, while the bond market is showing signs of levelling out.“In this year’s second CREDI survey, we see an increased optimism among banks. For the first time since March 2014, banks have a higher Current Situation index than property companies. Credit availability has improved while credit margins have fallen, which has benefitted borrowers. Property companies on Nasdaq Stockholm Main Market currently has the lowest average interest rate observed in the history of CREDI,” says Martin Malhotra, Project Manager at Catella.“The CREDI Current Situation index is a good leading indicator for Swedish banks’ lending. Accordingly, the Main index increasing to 54.3 indicates that banks will increase their lending slightly in the coming quarters. Furthermore, we are seeing a continued strong interest in centrally located office properties in Stockholm, Gothenburg and Malmö, as well as an increased yield gap compared to properties in B and C locations,” says Arvid Lindqvist, Head of Research at Catella.“In the latest issue of CREDI, we also make an important observation regarding the bond market. After a record year in 2017, where the volume of outstanding bonds among property companies listed on Nasdaq Stockholm Main Market increased by 80 per cent, from SEK 51 billion to SEK 91 billion, bonds’ share of interest bearing debt has levelled out around the 25 per cent mark. It is likely that banks have acknowledged the increasing popularity of bonds by offering better credit terms for borrowers, which is also the reason for the strong results in the latest CREDI survey,” Martin Malhotra concludes.The twenty-third edition of the Catella Real Estate Debt Indicator (CREDI) is attached and can also be downloaded from catella.com/en/news-and-pressreleases/research. CREDI consists of two parts: one is an index based on a survey of listed property companies and active banks, and the other a set of indices based on publicly available data. CREDI also includes an analysis of preference shares and an overview of the property market.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

JPND and NIH Awards to Support New Transatlantic Collaborations

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Two major research funding entities in the EU and US are joining forces for the first time to optimise and harmonise research into neurodegenerative diseases. The EU Joint Programme on Neurodegenerative Disease Research (JPND) and the U.S. National Institute on Aging (NIA), part of the National Institutes of Health (NIH) announced today the creation of a new cross-initiative action to link and support collaborations between researchers working in the field.
NIH and JPND ran separate calls for proposals in 2017 to investigate common mechanisms and pathways in neurodegenerative diseases. With this joint action, researchers supported under the JPND call are invited to team up with researchers supported under the NIH call, and vice versa, to propose joint activities such as common workshops, data exchanges and pilot experiments. These activities will add value to the science being undertaken in ongoing projects by accelerating knowledge transfer between research groups.”Collaboration is the key to progressing our understanding of the biological underpinnings of neurodegenerative disease,” said JPND Chair Professor Philippe Amouyel. “These awards will offer NIH and JPND researchers the opportunity to more systematically and efficiently connect and share knowledge, tools and data. They will enhance current investigations into the fundamental mechanisms of neurodegenerative diseases while also planting the seeds of future collaboration.”“This is a crucial time of expanding global interest and support for neurodegenerative disease research,” said Dr. Eliezer Masliah, director of the NIA’s Division of Neuroscience. “In our connected age, breakthroughs in Alzheimer’s, vascular dementia, Lewy body disease, frontotemporal dementia and other neurological disorders require teamwork, and we look forward to strengthening the scientific connections between talented researchers across the EU and the US.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trattamenti extracorporei nell’ambito del programma di trapianto di rene

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

Per la prima volta, presso l’Azienda Ospedaliera di Padova, è stata attuata la procedura combinata – tecnica TANDEM di due trattamenti extracorporei nell’ambito del programma di trapianto di rene da donatore vivente ABO incompatibile. Le unità operative coinvolte sono: Immunotrasfusionale Dott. Piero Marson, Dott.ssa Tiziana Tison, Dott.ssa Anna Colpo, direttore dott.ssa Giustina De Silvestro; Nefrologia: Dott.ssa Barbara Rossi, Dott.ssa Marianna Alessi, direttore Prof. Lorenzo Calò; Trapianti Rene e Pancreas: Dott.ssa Lucrezia Furian, Dott.ssa Cristina Silvestre, Dott.ssa Flavia Neri, direttore Prof. Paolo Rigotti. Il programma di trapianto di rene da donatore vivente ABO incompatibile prevede un approccio multidisciplinare al paziente e, in particolare, le nostre U.O.C. sono coinvolte nel trattamento emodialitico – Nefrologia 2 e nella determinazione e monitoraggio del titolo delle isoemoagglutinine e trattamento di desensibilizzazione pre-trapianto-Immunotrasfusionale. La desensibilizzazione viene attuata con terapia aferetica: scambio plasmatico o immunoadsorbimento selettivo/superselettivo, in associazione alla somministrazione di farmaci immunosoppressori, allo scopo di ridurre il titolo delle isoemoagglutinine e di superare così la barriera immunologica dell’incompatibilità ABO.Fino ad ora il paziente in emodialisi cronica candidato a trapianto di rene da donatore ABO incompatibile veniva sottoposto, a giorni alterni, ad emodialisi e ad aferesi, con conseguente disagio per il paziente stesso, soprattutto in caso di titoli elevati di isoemoagglutinine, che richiedeva anche 7-8 procedure aferetiche, che andavano a sommarsi al programma di emodialisi cronica effettuata tre volte a settimana. Al fine di consentire al paziente un periodo pre-trapianto meno stressante e di ottimizzare le risorse di spazio e di personale coinvolto nella procedura di desensibilizzazione, è stato creato un gruppo di lavoro che ha coinvolto diverse figure professionali: medici, infermieri e tecnici, allo scopo di mettere a punto il trattamento TANDEM anche presso la nostra Azienda Ospedaliera. Il paziente candidato al trapianto ABO incompatibile era in trattamento emodialitico cronico presso altra Struttura. In seguito alla visita di idoneità preliminare e ad adeguata informazione, il paziente è stato avviato al trattamento TANDEM, dopo averne espresso il proprio consenso. Nel corso dei trattamenti TANDEM non si sono verificati eventi avversi e non sono state riscontrate differenze significative nell’efficienza delle procedure. Il paziente trapiantato da donatore vivente ABO incompatibile è tornato alle sue normali funzioni. Sulla base di questa esperienza, riteniamo che, dopo opportuna valutazione del paziente, il trattamento TANDEM possa essere applicato e sia sicuro ed efficace; inoltre può garantire una migliore qualità di vita ai pazienti candidati a trapianto di rene ABO incompatibile, riducendone significativamente il numero di accessi ospedalieri durante la fase di preparazione al trapianto. Anni fa il trapianto di rene poteva essere eseguito solo se il donatore e il ricevente appartenevano allo stesso gruppo sanguigno: questa barriera era chiamata “barriera immunologica ABO” ed era considerata insuperabile. Questa non è la sola barriera immunologica del trapianto: l’altro ostacolo è rappresentato dal sistema HLA, cioè dall’insieme delle caratteristiche presenti sulle cellule del nostro organismo che fanno sì che ciascuno di noi sia un individuo diverso da tutti gli altri. Oggi è possibile superare questi ostacoli, grazie ai progressi delle tecnologie assistenziali e dei farmaci immunosoppressivi: così, già da tempo, anche in Azienda Ospedaliera è partito il programma di trapianto di rene da donatore vivente incompatibile, prevalentemente per il gruppo ABO. E’ chiaro che il paziente deve essere adeguatamente preparato a ricevere un organo con diverso gruppo sanguigno e quindi, nel programma di preparazione il candidato a ricevere un nuovo organo deve continuare a fare la dialisi, che per lui è salvavita, ma sottoporsi anche a nuovi trattamenti tra i quali la plasmaferesi terapeutica.
E’ questa una procedura che prevede la rimozione del plasma del paziente, in cui sono presenti quegli anticorpi che potrebbero rigettare il nuovo organo, sostituendolo con un pari volume di liquidi e proteine, così che al paziente sia mantenuto un adeguato bilancio: è una specie di ricambio del sangue, che però mantiene inalterata la quota cellulare.Il malato che affronta questo programma, per un periodo prima del trapianto dovrebbe recarsi tutti i giorni in ospedale per fare un giorno la dialisi e un giorno la plasmaferesi, in alternanza: e qui sta la novità. E’ stata messa a punto questa tecnica TANDEM per fare in contemporanea i due trattamenti: nello stesso tempo e nella stessa sede. In Italia la tecnica TANDEM è segnalata in casi pediatrici e la letteratura internazionale riporta alcune esperienze all’estero. Ora la tecnica TANDEM emodialisi + scambio plasmatico viene effettuata a Padova anche nel paziente adulto e l’Azienda Ospedaliera rientra tra i principali Centri di trapianto a livello europeo grazie all’ottimale collaborazione e spirito d’iniziativa di tutti gli operatori sanitari.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »