Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 16 luglio 2018

La Russia è un interlocutore fondamentale per l’Europa e l’Occidente

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

«Positivo l’incontro tra i presidenti USA e Russia, sperando che metta fine alla folle politica di ostilità perseguita dall’amministrazione Obama. La Russia è un interlocutore fondamentale per l’Europa e l’Occidente in ambito commerciale, di sicurezza e di contrasto al fondamentalismo islamico. Un nuovo dialogo è anche la base per creare una pace duratura, rassicurare gli Stati dell’est Europa e risolvere definitivamente la crisi Ucraina».È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. E Cirielli (Fratelli di Italia) dichiara: “Le sanzioni alla Russia vanno sicuramente cancellate perchè penalizzano le imprese italiane ma è chiaro come siano uno strumento per il pieno rispetto da parte di Russia e Ucraina dell’accordo di Minsk. Solo con il pieno rispetto di tali accordi le sanzioni è giusto che cessino. Il rispetto del cessate il fuoco è fondamentale, dato che ci sono ancora vittime “: è quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli di Italia e componente della commissione Esteri della Camera dei deputati, commentando la posizione ribadita oggi dai due vicepremier, Luigi di Maio e Matteo Salvini, di abolire le sanzioni Ue alla Russia”.“Le sanzioni dovevano servire a far terminare gli scontri armati nel Donbass dell’Ucraina orientale. Vorrei ricordare che solo nei mesi di maggio e giugno hanno perso la vita a causa dei bombardamenti e dei cecchini decine di civili e soldati prevalentemente ucraini nella predetta regione di Donbass. Cancellare le sanzioni è fondamentale per le imprese italiane ma lo è anche il cessate il fuoco” – conclude Cirielli.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agenda Parlamento Europeo

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Bruxelles Delegazioni Sicurezza e migrazioni/Niger. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si recherà in Niger per rafforzare i legami politici e affrontare le sfide condivise con il paese africano, come la sicurezza e la stabilità, le migrazioni e la necessità di investimenti. Il presidente Tajani incontrerà i relatori delle assemblee nazionali dei Paesi del G5 Sahel (Niger, Mali, Burkina Faso, Mauritania, Chad) e incontrerà il presidente Mahamadou Issoufo, il primo ministro Brigi Rafini e il presidente dell’Assemblea nazionale del Niger Ousseini Tini. (Martedì e mercoledì)
Sicurezza e protezione dei dati/USA. Una delegazione della Commissione per le Libertà Civili si recherà a Washington per discutere della protezione dei dati, della sicurezza informatica e dell’immigrazione con i rappresentanti del governo degli Stati Uniti, del Congresso e diversi stakeholder. La delegazione affrontera’ le questioni legate allo scandalo Facebook/Cambridge Analytica, al Privacy Shield ed alla reciprocità dei visti. (Da lunedì a giovedì)
Sicurezza/Tunisia e Algeria. La Commissione Affari Esteri invierà una delegazione in Tunisia e in Algeria per rafforzare il partenariato Ue-Tunisia e Ue-Algeria e il dialogo su questioni di politica estera nonché sulla sicurezza e sulla stabilità regionali. (Da lunedì a venerdì)
Reati finanziari/USA. Una delegazione del Comitato Crimini Finanziari, Evasione ed Elusione Fiscale (TAX3) andrà a Washington per incontrare, tra gli altri, rappresentanti del Dipartimento del Tesoro, del Congresso e della Rete per il Rafforzamento contro i Crimini Finanziari. La delegazione discuterà della cooperazione transatlantica nella lotta contro i reati finanziari e l’evasione fiscale. Si occuperà anche di come migliorare la trasparenza su tasse e beneficiari effettivi a livello internazionale e OCSE. (Da lunedì al mercoledì)
Mercati finanziari e tassazione/USA. Una delegazione della Commissione Affari Economici e Monetari si recherà negli Stati Uniti (Washington e New York) per discutere i recenti sviluppi nel settore della regolamentazione e della tassazione dei mercati finanziari, l’impatto della riforma fiscale degli Stati Uniti sulle istituzioni finanziarie e le sfide normative per le banche europee negli USA. I membri della delegazione incontreranno, tra gli altri, rappresentanti del Dipartimento del Tesoro (con TAX3), dell’Institute of International Bankers (IIB) e del Federal Reserve Board (FRB). (Lunedì e martedì)
Tutela dei consumatori/Cina. Membri della Commissione Mercato Interno e Tutela dei Consumatori si recheranno a Shanghai e Canton per discutere con le autorità ed organizzazioni cinesi, di sicurezza e standard dei prodotti, di monitoraggio del mercato, di protezione dei consumatori e di dogane ed appalti pubblici. La delegazione esaminerà anche le iniziative nel campo del mercato unico digitale, così come il digital environment ed il commercio elettronico. (Da martedì al giovedì)
Commercio e diritti umani/Tailandia. Gli eurodeputati della sottocommissione Diritti Umani si recheranno in Tailandia per valutare la situazione dei diritti umani nel paese, in vista delle elezioni generali programmate nel 2019. La Commissione Commercio visiterà il Paese nell’ottica di una possibile ripresa dei colloqui su un futuro accordo di libero commercio tra Unione europea e Tailandia. Gli europarlamentari incontreranno una rappresentanza del governo e dei partiti politici, oltre a membri delle Commissioni parlamentari e delle associazioni civili. (Da lunedì a giovedì)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diritto e gestione delle nuove tecnologie: nuovo profilo all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Università Europea di Roma.pngRoma. Il Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma si arricchisce di un nuovo profilo: Diritto e gestione delle nuove tecnologie.L’obiettivo è quello di favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze che sono oggi molto richieste nel mondo del lavoro, fornendo gli elementi necessari per una corretta comprensione della rivoluzione digitale, con un approccio multidisciplinare sotto il profilo giuridico, tecnologico ed economico.Il coordinamento scientifico del profilo sarà affidato al Prof. Andrea Stazi.Il corso fondamentale di base del profilo sarà l’insegnamento di Diritto delle nuove tecnologie previsto al secondo anno del Corso di Laurea in Giurisprudenza, che intende offrire agli studenti le conoscenze di base per affrontare le eterogenee sfide che l’avvento delle nuove tecnologie produce nella vita quotidiana e, dunque, nel diritto, nella società e nell’economia odierni.In particolare, il corso fondamentale fornirà gli elementi essenziali in merito ad alcune tematiche, secondo una impostazione concettuale che distingue rispettivamente i mutamenti che le nuove tecnologie implicano per: individuo, stato, e beni/contratti/mercati. Ognuna di queste tematiche verrà poi approfondita nei corsi opzionali legati al presente profilo.Oltre alle lezioni frontali, gli studenti saranno coinvolti in dibattiti e discussioni anche attraverso workshop tematici. Verranno analizzati casi di studio anche in gruppo, coordinati dai docenti e da esperti. Al termine delle attività frontali, gli studenti saranno impegnati nello sviluppo di una proposta di ricerca culminante con l’elaborazione di un progetto con un approccio operativo.Il profilo include tre corsi opzionali sui temi: Diritto e gestione dei dati personali e delle biotecnologie; Diritto e gestione della pubblica amministrazione digitale; Diritto e gestione dei contenuti e dei servizi online. (foto copyright università europea)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non trascuriamo la salute del naso per garantire il nostro benessere

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Si dice “avere naso” per indicare una dote preziosa che non tutti possono vantare. Eppure, a dispetto di ciò, il nostro organo olfattivo, strumento principe dell’esistenza dal momento che consente il respiro, è spesso dimenticato e ridotto al rango di Cenerentola del corpo umano.“Avere il naso chiuso, associato o meno a starnuti, con effluvio nasale e prurito è molto fastidioso, tanto da compromettere la qualità di vita sia di giorno e soprattutto di notte impedendo un ottimale riposo con le conseguenti ridotte prestazioni scolastiche e lavorative – spiega Matteo Gelardi, Presidente dell’Accademia Italiana di Rinologia. Il naso è al centro, oltre che del viso, di numerose discipline specialistiche quali allergologia, pediatria, pneumologia, infettivologia, chirurgia plastica e persino medicina legale; infatti, uno studio ha dimostrato che si può stabilire il momento del decesso nelle prime 12 ore, dal funzionamento delle cellule ciliate del naso che sopravvivono per molte ore alla morte dell’individuo”.Secondo gli ultimi dati presentati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’inquinamento atmosferico mondiale rappresenta, in tutto il mondo, il 17% di tutti i decessi e malattie da infezione respiratoria inferiore acuta. L’organo più esposto all’inquinamento dell’aria è proprio il naso a cui è affidato il compito di cercare di limitare l’impatto dell’inquinamento filtrando l’aria: ogni giorno il naso filtra circa quindicimila litri di aria, funzione essenziale per consentire all’aria, e all’ossigeno in essa contenuto, di raggiungere i polmoni. Sempre l’OMS prefigura che, nel 2020, il 50% dei bambini italiani sarà allergico, e sarà necessario essere pronti ad affrontare queste problematiche visto l’impatto di queste alte percentuali. Purtroppo fino a pochi anni fa si pensava che il naso fosse un organo di secondo livello tanto che nell’ambito della branca dell’otorinolaringoiatria era considerato la ‘Cenerentola’ delle specializzazioni, la conferma? Per l’orecchio esiste una scuola di specializzazione che si chiama ‘audiologia’, per la laringe una scuola di specializzazione che si chiama ‘foniatria’ per il naso non è mai stata creata una scuola di specializzazione ad hoc. Eppure è un dato di fatto che nessuno sta bene con il naso chiuso o sofferente.“Il naso che non ventila bene è un naso che s’infetta e infetta le zone limitrofe, quindi i seni paranasali, provocando rinosinusiti, e l’orecchio medio con conseguenti otiti. La terapia deve essere mirata e oggi sono disponibili dispositivi medici o farmaci in grado di nebulizzare e veicolare il farmaco attraverso le cavità nasali con ottimi benefici terapeutici.Da non dimenticare che strettamente legato all’attività nasale, c’è anche l’olfatto, che rappresenta un essenziale sistema di allarme: per esempio sentire puzza di bruciato o non sentirla è fondamentale per proteggere se stessi e gli altri”, conclude Gelardi.Per ridare il giusto valore e la giusta considerazione a questo organo si terrà, dal 5 all’8 settembre 2018, a Naso, in provincia di Messina, il primo congresso nazionale Inter-accademico delle Accademie di Rinologia e Citologia Nasale. Ma la città di Naso non è stata scelta “a naso”, infatti vi sono una serie di convergenze: San Cono è il Santo protettore dei Rinologi ed è anche il santo Patrono di Naso, ridente cittadina di 4000 anime, situata a 500 mt sopra il livello del mare in provincia di Messina; è interessate notare che nello stemma della città di Naso sono disegnati sia il naso che le orecchie che potrebbe essere considerata come la prima descrizione dell’unità rino-tubarica. Ma non solo, la chiesa di San Cono si trova di fronte alla chiesta di San Biagio, il Santo protettore delle malattie della gola. Alla luce di tali scoperte possiamo dire che la città di Naso è sicuramente il luogo della spiritualità dell’otorinolaringoiatria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Concert dla Rua”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Torino. Sabato 21 luglio a Pont Canaveseè in programma l’edizione 2018 del “Concert dla Rua”, tradizionale manifestazione patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino le cui prime edizioni risalgono alla seconda metà del “800. Furono i fratelli Laeuffer, titolari dell’omonima Manifattura tessile, a ideare e promuovere una serata musicale che aveva come teatro la “Rùa”, ovvero l’incrocio tra le attuali via Marconi (ex via Laeuffer) e via Destefanis (la “Strâ ‘d mess”). Nel Piemonte che viveva la prima industrializzazione nei fondovalle (per sfruttare la forza motrice dei corsi d’acqua) l’evento richiamava moltissimi spettatori e non solo da Pont e dai paesi vicini. Oltre al gruppo orchestrale raggruppato al centro della Rùa, i diversi solisti o gruppi strumentali si esibivano affacciandosi ai balconi circostanti, quasi colloquiando tra loro e con la banda presente sul palco. L’evento venne rilanciato per volontà del barone Mazzonis nei primi decenni del ‘900. Dopo una lunga fase di oblìo nel secondo dopoguerra, da 22 anni a promuovere il Concert è l’associazione culturale “Amis dla Rua”, che ogni anno richiama circa duemila spettatori, provenienti da Pont e dai Comuni delle Valli Orco e Soana.La progettazione grafica del materiale pubblicitario delle ultime edizioni è realizzata gratuitamente da Pietro Andrea Reinerio dell’agenzia Amando Testa. È ormai tradizione che ad ogni edizione le Poste Italiane dedichino un annullo particolare per le cartoline commemorative disegnate da Reinerio.
La manifestazione organizzata a partire dal 1996 dagli Amis dla Rua propone ogni anno una diversa tematica musicale, riassunta graficamente nella cartolina commemorativa. Nel 2018 è stato scelto il tema della pace, a cent’anni dalla conclusione della Grande Guerra. Il testimone partecipante del concerto sarà il Sermig di Torino, che alla pace ha dedicato il suo Arsenale.L’evento è anche l’occasione per gemellaggi all’insegna della musica e di affinità che travalicano i confini regionali e nazionali. Pont Canavese e Napoli sono ad esempio unite dalla comune devozione a San Gennaro, mentre con i savoiardi di Douvaine sono state celebrate negli anni scorsi le comuni radici linguistiche franco provenzali.Anche l’industria tessile ha accomunato negli ultimi due secoli il Canavese e la Savoia, grazie al tessuto “Denim” (quello dei jeans), prodotto nelle manifatture Laeuffer di Pont Canavese e di Annecy e utilizzato in origine per i calzoni da fatica della Marina militare sabauda. Quello di Pont è quindi ben più che un semplice concerto di bande musicali: è l’occasione per una comunità locale di rispecchiarsi nella propria storia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Religione e populismo: Chiese europee concorso abusi politici della religione

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Malaga più di 40 partecipanti si sono riuniti presso i Centro Ecumenico Los Rubios a Malaga, in Spagna, per una scuola estiva sulla religione e il populismo. Il gruppo di cristiani, musulmani, ebrei e rappresentanti sono stati portati insieme su invito della Conferenza delle Chiese europee (KEK) e dei suoi partner spagnoli. Le discussioni concentrati sul ruolo delle religioni in un continente europeo testimoniare la crescente influenza della politica populista. Altoparlanti hanno sottolineato che, mentre i populisti spesso utilizzano identità religiosa come strumento di divisione, i credenti sono tra i primi a soffrire di una riduzione della democrazia e dello Stato di diritto. Il dottor Ibrahim Salama dall’Ufficio del Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha osservato che le religioni sono spesso percepiti dalle loro differenze, ma sottolineare dovrebbe piuttosto essere posato su ciò che li collega. Ms Simona Cruciani dell’Ufficio delle Nazioni Unite di genocidio Prevenzione, New York, chiamato religioni per sostenere il piano d’azione delle Nazioni Unite per i leader religiosi sulla prevenzione del genocidio. L’Ambasciatore del Consiglio d’Europa, alle Nazioni Unite, la sig.ra Dragana Filipovic, ha spiegato il ruolo del Consiglio nella promozione e difesa della libertà di religione o di credo in tutta Europa. Rev. Alfredo Abad, dall’host Chiesa Evangelica in Spagna, ha richiamato l’attenzione il destino di Francisco Mele e di altri pastori protestanti in Spagna. “Dopo che la Corte europea dei diritti dell’uomo ha deciso nel 2012 che il pastore Manzanas era stato discriminato, perché non aveva avuto lo stesso accesso a una pensione statale come sacerdoti cattolici in Spagna, eravamo convinti che questo trattamento ingiusto sarebbe finita,” Abad ha osservato. “Ma fino ad oggi la Spagna non ha modificato la propria legislazione discriminatoria, nonostante la sentenza di Strasburgo. Avendo per compensare il fallimento dello Stato di pagare queste pensioni finiranno per rovinare la nostra chiesa finanziariamente. Perciò siamo grati per il sostegno di CEC delle nostre giuste rivendicazioni.” Imam Sayed Razawi, scozzese Bayt Society, e la sig.ra Michal Zilberberg, European Community Center Ebraica a Bruxelles, ha sottolineato che la discriminazione comincia con pregiudizi molto semplici e comuni che costituiscono la base ideologica per discorsi di odio e di agitazione populista. Riassumendo procedimenti della settimana, Rev. Dr. Göran Gunner, moderatore del gruppo tematico di riferimento per i diritti umani (TRG) del CEC, ha concluso “gli attori religiosi possono svolgere un ruolo fondamentale nella lotta contro il populismo, il razzismo e l’intolleranza.” Egli ha sottolineato che CEC e le sue Chiese Stati hanno una forte tradizione nella costruzione di ponti, che aiuta a contestare le nozioni che l’identità religiosa si basa su divisioni piuttosto che sul dialogo. Sulla base di questi proficui scambi, il TRG per i diritti umani continuerà a facilitare le discussioni relative al populismo e la libertà religiosa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

LUMSA: il prof. Francesco Bonini confermato Rettore

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Roma Il Consiglio d’Amministrazione dell’Università LUMSA ha nominato per un secondo mandato il prof. Francesco Bonini, Rettore dell’Ateneo.Il prof. Francesco Bonini, nato a Reggio Emilia l’11 giugno 1957, è professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche all’Università LUMSA, dove insegnava dal 1997 e si è definitivamente trasferito nel 2012, ricoprendo dal 2013 il ruolo di prorettore alla Didattica e al Diritto allo Studio. All’attività accademica (svolta successivamente alla Cattolica di Milano, alla Sapienza e a Teramo, oltre a periodi di insegnamento e di ricerca in Francia e in Canada) ha sempre accompagnato l’impegno civile ed ecclesiale. È stato tra l’altro consigliere, nel 1993-1994, del Ministro per le Riforme istituzionali del Governo Ciampi, Leopoldo Elia. Dal 1988 al 1997 è stato consulente dell’Ufficio Nazionale delle Comunicazioni Sociali della CEI e successivamente ha seguito l’elaborazione e lo sviluppo Progetto culturale come Coordinatore scientifico del Servizio Nazionale. Fa parte di diverse società scientifiche e accademie e la sua partecipazione al dibattito nazionale ed internazionale è attestata dalle oltre duecento pubblicazioni in particolare sulle questioni di storia e analisi costituzionale italiana ed europea, di storia dell’amministrazione, di storia e analisi dei sistemi e della cultura politica, di storia dell’università e di storia e politica delle istituzioni sportive. «Questo nuovo mandato – ha detto sottolineando alcune parole chiave – traguarda l’80° della LUMSA, una università in solido sviluppo. Vogliamo continuare ad innovare, autenticamente, cioè con la chiarezza del disegno e delle radici, aperti al confronto critico con tutti, al servizio degli studenti e del tessuto sociale, civile ed ecclesiale. In una prospettiva che è italiana, europea e intercontinentale».

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Porte aperte alla Sapienza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Roma Si inaugura martedì 17 luglio il tradizionale appuntamento di orientamento universitario dedicato alle future matricole, alle famiglie, agli insegnanti e a tutti coloro che vogliono avere informazioni sull’offerta formativa 2018-19 e sui servizi offerti dal primo Ateneo della Capitale.Porte aperte alla Sapienza, giunta quest’anno alla XXII edizione, proseguirà fino a giovedì 19 luglio. Durante le tre giornate le matricole saranno accolte nei viali della Città universitaria da docenti, personale addetto e studenti. Stand informativi delle 11 facoltà e delle altre strutture della Sapienza saranno riuniti in un unico grande padiglione open air, all’entrata principale di piazzale Aldo Moro.Oltre a visitare gli stand, il pubblico potrà seguire, all’interno dell’Aula magna, le conferenze di presentazione dei corsi di studio che saranno trasmesse anche in videostreaming sul sito dell’Ateneo.“È una manifestazione che negli anni continua a coinvolgere un gran numero di persone – sottolinea il rettore Eugenio Gaudio – Lo scorso anno abbiamo registrato quasi 12 mila presenze (a cui si sono aggiunti 8 mila accessi in videostreaming). Il successo di Porte aperte – prosegue il Rettore – sta nella ricchezza dell’offerta formativa e dei servizi disponibili. Le nostre future matricole possono approcciare il mondo dell’università, confrontandosi direttamente con docenti e studenti già iscritti che li guideranno nella loro scelta universitaria. Insomma è un appuntamento da non perdere.”
Il 19 luglio avrà luogo una cerimonia per festeggiare i 20 anni di attività del CIAO, il Centro informazioni diventato un punto di riferimento per tutti gli studenti dell’Ateneo.Un’attenzione particolare sarà riservata a studenti con disabilità: nella giornata del 17 luglio presso la Sala Odeion del Museo dell’Arte classica (Facoltà di Lettere e filosofia) si svolgeranno, a partire dalle ore 9, due incontri di orientamento rivolti rispettivamente a studenti con disabilità e a studenti con DSA, sull’iter di iscrizione alle prove di accesso e sull’immatricolazione, con la presentazione dettagliata di tutti i servizi erogati dall’Ateneo.Durante la manifestazione saranno illustrate anche le linee di attività dedicate alla cultura e al tempo libero: le orchestre di Musa – Musica Sapienza, il progetto Theatron – Teatro antico alla Sapienza, le rassegne cinematografiche, il Servizio civile nazionale e altre iniziative.In programma anche momenti di svago e fruizione culturale: nel cortile di Matematica, i ragazzi del Teatro antico metteranno in scena la tragedia greca di Eschilo Le Coefore, mentre i musei della Sapienza saranno aperti per tutta la durata della manifestazione con orario prolungato, offrendo ai visitatori un’occasione unica per conoscere da vicino le collezioni dell’Ateneo.Il programma completo delle conferenze in aula magna e delle iniziative della manifestazione è disponibile sul sito http://www.uniroma1.it alla pagina iscrizioni.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma si colloca al 6° posto in Italia per la qualità della didattica

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Lo sancisce The Times Higher Education – Europe Teaching Rankings 2018”, la prestigiosa graduatoria sulle Università di tutto il mondo, pubblicata sul sito web del periodico britannico con un focus dedicato nel 2018 agli atenei europei, e in particolare alla qualità delle loro attività didattiche.
La ricerca, che ha esaminato oltre 240 atenei di 55 paesi europei (24 gli italiani), ha focalizzato la propria indagine per la prima volta sull’efficacia della didattica espressa dalle Università e sulla qualità dell’insegnamento rivolto agli studenti, nonché sui livelli di apprendimento. L’analisi è stata strutturata per rispondere a domande che sono di importanza centrale per gli studenti e le loro famiglie, nel momento in cui stanno per realizzare una delle decisioni più importanti della loro vita: a chi affidare la propria istruzione universitaria.Il Ranking THE 2018 è guidato dall’Università di Oxford, che si colloca 1° in Europa, seguita da quella di Cambridge e dalla Sorbona di Parigi.
Tra gli atenei italiani, al primo posto si posiziona Trento, seguito da Padova e – a pari merito al terzo posto – da Siena e dal Politecnico di Milano. La ricerca, che trae i propri dati da diverse fonti ed analisi parallele, ha preso in considerazione anche l’opinione di oltre 30mila studenti, ai quali è stato chiesto di esprimere la loro valutazione su qualità ed efficacia della didattica nel proprio Ateneo. Sono quindi stati utilizzati indicatori di performance raggruppati in quattro aree chiave:
Resources: capacità dell’Ateneo di tramettere con efficacia l’insegnamento
Engagement: capacità dell’Ateneo di coinvolgere gli studenti e di interagire con essi
Outcomes: capacità dell’Ateneo di generare risultati d’insegnamento appropriati
Environment: presenza di un ambiente di insegnamento e apprendimento inclusivo e coinvolgente.
La ricerca assembla argomenti quali: il supporto dei docenti allo sviluppo del pensiero critico; le caratteristiche sfidanti e stimolanti del contesto; le opportunità di interagire con i docenti; la qualità dei servizi dell’istituzione; le opportunità di sviluppare skill di supporto per gli studenti per il lavoro futuro, dopo la laurea, e così via.Da segnalare che l’area dell’Università di Parma valutata più positivamente è stata quella dell’environment, con uno score di 80 su 100.«Ci fa molto piacere, dopo l’eccellente risultato sancito dal Censis di 3° Ateneo tra i grandi a livello nazionale, essere classificati dopo pochi giorni 6° in Italia per la qualità della didattica da questo prestigioso ranking internazionale», ha commentato il Rettore Paolo Andrei. «L’impegno che stiamo profondendo, e non da oggi, per rafforzare continuamente gli strumenti tesi a migliorare le condizioni di accoglienza dei nostri studenti e a rendere sempre più efficaci i nostri processi educativi e formativi è rilevante, e coinvolge tutte le componenti dell’Ateneo: docenti, ricercatori e personale tecnico- amministrativo».L’organizzazione della Didattica dell’Ateneo di Parma è coordinata a livello centrale dalla U.O. Progettazione Didattica e Assicurazione della Qualità, che si raccorda con i Manager Didattici dei Dipartimenti al fine di assicurare l’ottimale e condivisa organizzazione di tutti i processi a sostegno del funzionamento dei percorsi formativi. Come ricorda la Pro Rettrice alla Didattica e Servizi agli studenti, Sara Rainieri, «nell’anno 2017 l’attività della U.O. è stata riconosciuta a livello nazionale con la consegna del Premio “Gear of Quality 2017” nell’ambito dell’evento promosso dal Coordinamento organizzativo nazionale dei manager didattici per la qualità».Gli sforzi dell’Università di Parma per migliorare la qualità della didattica sono anche particolarmente rilevanti sul versante dell’internazionalizzazione, grazie alla promozione di diverse iniziative offerte agli studenti dell’Ateneo per realizzare esperienze di studio all’estero, così come la realizzazione di corsi di laurea e di singoli insegnamenti erogati in lingua inglese, tesi a generare importanti opportunità di scambio con studenti internazionali.
L’attenzione dell’Ateneo verso la didattica, infine, si esprime anche nelle numerose analisi di customer satisfaction che vengono realizzate ogni anno per raccogliere l’opinione degli studenti sui singoli insegnamenti, oltre che nell’attività delle Commissioni paritetiche docenti-studenti finalizzate a garantire la qualità dei processi formativi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andamento positivo per il Museo Egizio

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Torino. In relazione alle notizie relative al calo di pubblico diffuse ieri da più testate, il Museo Egizio precisa che i dati dell’OCP si riferiscono esclusivamente all’emissione di biglietti ordinari (biglietteria) che non tengono conto dei visitatori degli eventi privati (aperture private in orario serale) e degli eventi gratuiti (come “Io Sono Benvenuto” organizzato lo scorso 23 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, a cui hanno partecipato più di 3.100 persone), altrettanto rilevanti per un corretto monitoraggio dell’andamento del Museo di Via Accademia delle Scienze.
Nel primo semestre 2018, l’Egizio ha accolto 470.430 visitatori, pari a – 2,1% rispetto all’anno precedente.Un dato non trascurabile, ma che indica un sostanziale pareggio e un recupero raggiungibile.
A fianco dell’attività ordinaria, il Museo Egizio ha da tempo adottato una strategia di “diversificazione” che pone al centro la valorizzazione delle collezioni e la loro promozione attraverso una serie di progettualità sinergiche e complementari (notevole occasione di visibilità internazionale anche per la Città di Torino e la Regione Piemonte): le mostre itineranti e gli eventi speciali sono azioni che producono risultati rilevanti, che premiano gli investimenti in termini progettuali e di risorse, dedicate a questi nuovi ambiti.I reperti delle collezioni egizie di Torino sono attualmente in tour in Cina, con la mostra Egypt. House of Eternity, giunta alla terza tappa al Liaoning Museum di Shenyang, e in Canada, con l’esposizione Regine d’Egitto a Pointe-à-Callière, Cité d’archéologie et d’histoire de Montréal. L’interesse dei visitatori all’estero è notevole: le mostre hanno registrato rispettivamente oltre 2.000.000 di visitatori nelle prime due tappe a Zhengzhou e a Taiyuan (Cina) e quasi 200.000 a Montréal (Canada).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I restauri del CSC – Cineteca Nazionale ai prossimi festival internazionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Il Centro Sperimentale di Cinematografia, presieduto da Felice Laudadio, è orgoglioso di annunciare tre importanti restauri realizzati dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà che tra agosto e settembre verranno presentati in due grandi festival internazionali: il festival di Locarno, in programma dall’1 all’11 agosto 2018, e la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre 2018.
Locarno, giunto alla 71esima edizione, dedicherà nella sezione “Histoire(s) du cinéma” un omaggio a Paolo e Vittorio Taviani. Verrà proiettato il film Good Morning Babilonia (1987) – interpretato fra gli altri da Greta Scacchi che sarà a Locarno – il cui restauro è stato appena portato a termine dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà. Paolo Taviani e Greta Scacchi verranno celebrati in piazza Grande la sera dell’8 agosto, e il film sarà proiettato il 9 agosto.
Dalla stessa collaborazione nascono gli altri due restauri che saranno proiettati nella sezione Venezia Classici della Mostra di Venezia (la cui giuria sarà presieduta dal regista Salvatore Mereu, diplomato in regia del CSC). Il programma, annunciato oggi dalla Biennale di Venezia, include Il portiere di notte (The Night Porter) di Liliana Cavani (1974) e La notte di San Lorenzo di Paolo e Vittorio Taviani (1982). È importante segnalare anche il titolo internazionale del film di Liliana Cavani poiché si sta lavorando al restauro della copia originale in lingua inglese: a Venezia sarà possibile vedere il film con le vere voci di Dirk Bogarde e Charlotte Rampling. Il lavoro di restauro dei due film dei Taviani (ma è in programma anche un terzo) sarà l’occasione per ricordare il maggiore dei due fratelli, Vittorio, scomparso a Roma lo scorso 15 aprile, al quale è dedicata una rassegna di otto film che, a cominciare da domani 14 luglio alle ore 21, si svolgerà fino a sabato 21 luglio a Roma in Santa Croce in Gerusalemme, organizzata dal CSC e dal Mibact.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gare da decine di milioni deserte per ATAC e AMA

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Atac ha ufficializzato la notizia che la gara da 98 milioni di euro per l’acquisto di 320 nuovi autobus è andata deserta. Stessa sorte per Ama, che solo negli ultimi mesi ha visto andare ingiudicate ben due gare, relative rispettivamente al noleggio di 130 mezzi per il parco vetture e al recupero e smaltimento dei rifiuti prodotto dagli impianti TMB, solo quest’ultima per un ammontare di circa 105 milioni. Una situazione alquanto preoccupante, visto che si tratta di gare da centinaia di milioni di euro, in particolar modo per l’importanza che le stesse rivestono sotto il profilo di efficientamento del servizio del trasporto e della raccolta dei rifiuti, penalizzati pesantemente dalla carenza di mezzi e dalla fatiscenza di quelli attualmente disponibili.Non sarà per caso una manovra volta all’ottenimento di trattative svincolate dalle procedure pubbliche? O forse qualcuno ha intenzione di favorire al massimo il profitto nella gestione dei servizi pubblici di Roma, attraverso accordi di convenienza?
Non a caso, fuori dai rigidi vincoli delle gare pubbliche tutto è più semplice, a partire dai pagamenti delle fatture, svincolate anche dall’obbligatorietà della regolarità contributiva INPS. Intanto come Unione Sindacale di Base ci domandiamo: chi sta vigilando su questi accadimenti? Certo è che se il Comune di Roma tarderà a intervenire, a farne le spese continueranno a essere i lavoratori che operano con mezzi non più sicuri – vedi l’ennesimo incendio di un bus Atac, giovedì – e con un sovraccarico di lavoro che danneggia la loro salute. Per non parlare dei cittadini che continueranno a pagare per servizi insufficienti e scadenti.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commercio: Coop, rivedere legge sulle aperture festive

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

La Coop ha chiesto al Governo di partecipare al tavolo per una revisione della legislazione nazionale delle aperture dei negozi alla domenica e nei giorni di festa perché occorre “un nuovo equilibrio tra le esigenze dei consumatori e quelle dei lavoratori”.”La tutela dei lavoratori non c’entra nulla con le aperture dei negozi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Nessuno contesta il sacrosanto diritto del lavoratore al riposo settimanale. Ma lo sfruttamento si combatte con i contratti collettivi, aumentando le tutele, denunciando gli abusi, non chiudendo per legge negozi e fabbriche” prosegue Dona.”Non solo molti esercizi sono senza dipendenti, ma ricordiamo che esiste il part time verticale e che ci sono tanti lavoratori che sono stati felicemente assunti per lavorare nel solo weekend. Insomma, le aperture domenicali non sono sinonimo di sfruttamento, ma di più occupazione!” prosegue Dona. “Auspichiamo che attorno al tavolo del Governo ci siano anche i rappresentanti dei consumatori, che sono ben felici delle aperture domenicali” conclude Dona.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pompei: la necropoli di Porta Stabia

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Recenti indagini archeologiche presso la necropoli di Porta Stabia, forniscono nuovi elementi utili a comprendere la complessa articolazione spaziale di quest’ area di Pompei, che presto sarà restituita alla pubblica fruizione. Lungo la via Stabiana, immediatamente fuori l’omonima porta di accesso alla città antica, in un’area adiacente alla tomba monumentale di Gnaeus Alleius Nigidius Maius, portata alla luce lo scorso anno, sono stati avviati alla fine del 2017 interventi di restauro e valorizzazione di altre due monumenti funebri.Si tratta di due tombe a camera denominate “Tomba A” e “Tomba B” già scavate nel 2001 e ubicate in uno spazio delimitato da un marciapiede e da muretto in opera reticolata parzialmente rivestito di intonaco.Le attività di scavo sono state finalizzate a rimettere in luce e a documentare il percorso stradale.Il basolato stradale infatti era interamente ricoperto da uno spesso strato di accumulo alluvionale che ha restituito una grande quantità di reperti ceramici, in vetro come unguentari e pedine ma anche un anello d’oro con teste di serpente affrontate e con occhi in pasta vitrea.La rimozione di questo strato di accumulo rivelò a sud della tomba A una struttura muraria non finita, di forma sub-quadrata. Queste evidenze sono verosimilmente pertinenti ad una terza tomba rimasta incompleta a seguito dell’abbandono del cantiere, come indicherebbero i blocchi di tufo e lava rinvenuti nelle immediate vicinanze e pronti per essere impiegati nella costruzione, ed anche un cumulo di schegge di lava e blocchetti.La tomba B, di forma rettangolare, è costituita da due filari di blocchi parallelepipedi di calcare bianco; la tomba aveva probabilmente un coronamento a forma di ara.L’interno, intonacato, presenta su tre lati nicchie di forma rettangolare, mentre sul quarto si accede alla camera. Al momento degli interventi di restauro all’interno della camera sepolcrale, che si presentava in condizioni di elevato degrado, si scoprì che solo quattro delle nove urne fittili murate nelle due banchine lungo i lati della camera erano state precedentemente svuotate, probabilmente durante le esplorazioni ottocentesche che portarono alla spoliazione del rivestimento calcareo della parte superiore della tomba e all’asportazione delle urne di vetro nelle nicchie. Delle 5 urne non precedentemente svuotate, due hanno restituito le ceneri dei defunti, mentre altre due contenevano i resti dell’ustrinum (rogo funebre) quali balsamari in vetro deformati dal calore, e in un caso una moneta posta come obolo carontis. I resti antropologici sono attualmente in corso di studio da parte di H. Duday. Alcune urne conservavano il coperchio posto a chiusura ma in posizione capovolta. Sul pavimento in cocciopesto è stato ritrovato anche un condotto fittile per le libagioni in onore dei defunti che avevano luogo durante le varie festività; il condotto era chiuso da un elemento in marmo.
La tomba A è una struttura di forma quasi quadrata costituita da un alto basamento di blocchi parallelepipedi in tufo grigio uniti tra loro da grappe metalliche (almeno sul lato settentrionale), su cui poggiava la copertura, costituita da una serie di piccoli gradini di terra, pietre laviche, schegge di calcare e malta, di cui almeno quello inferiore era ricoperto da lastrine rettangolari di marmo bianco, alcune delle quali ancora conservate in situ. All’interno della camera sepolcrale vi sono delle nicchie ricavate sui tre lati del muro in laterizio. Al momento dello scavo condotto nel 2001 si rinvennero due urne cinerarie in vetro con coperchio; la tomba conteneva inoltre due colombe in vetro soffiato e una brocca di piccole dimensioni. L’accesso alla tomba è situato sul lato meridionale ed è chiuso da una porta in calcare sulla quale sono leggibili due tituli picti. La porta presenta all’esterno un anello in ferro e un sistema di chiusura sulla parte interna in bronzo, e cardini in bronzo. La porta era chiusa al momento dello scavo ed è stata aperta per i lavori di restauro, mostrando il perfetto funzionamento, a 2000 anni di distanza, del sistema di chiusura romano. Sulla parte superiore della porta è presente un’iscrizione, un titulus pictus, che riporta “Iarinus Expectato / ambaliter unique sal(utem) / Habito sal(utem)” “Iarinus saluta Expectato, amico per sempre; saluti a Habito”. Sopra il nome di Habito qualcuno disegnò un fallo.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Roma Segretariato dell’Assemblea Euromediterranea

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

“Voglio ringraziare il Vice Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, per il lavoro che ha portato alla scelta di Roma come sede permanente del Segretariato dell’Assemblea Euromediterranea. Questa scelta integra tutti i criteri di qualità ed efficacia richiesti dall’Assemblea stessa. Adesso occorre lavorare per rilanciare l’Assemblea che può giocare un ruolo chiave nella stabilità del Mediterraneo, a cominciare dalla Libia, dove va sostenuto il processo verso le elezioni e il rafforzamento dello Stato”, ha dichiarato il Presidente Tajani a seguito della riunione del Bureau Euromed che si è tenuto oggi nella sede del Parlamento europeo.“La scelta di istituire il Segretariato permanente Euromed a Roma è un successo della Presidenza del Parlamento europeo e una grande occasione di rilancio della politica per il Mediterraneo. Abbiamo bisogno di rafforzare il dialogo fra i Paesi delle sponde nord e sud del Mediterraneo per affrontare le grandi sfide che abbiamo davanti: immigrazione, sicurezza, crescita economica. Ringrazio tutti i paesi che si erano candidati per accogliere la sede del Segretariato e salutiamo la scelta di Roma con la certezza che saprà cogliere questa occasione ” ha dichiarato il vice Presidente Sassoli.Il Parlamento europeo intende promuovere una serie di iniziative per rilanciare il dialogo sul Mediterraneo. L’Assemblea sarà invitata alla conferenza sulla Libia prevista al Parlamento il 10 ottobre. E’ allo studio un evento in Giordania sul tema dei rifugiati e dei corridoi per l’asilo e un’altra a Roma sui diritti dei bambini e sui minori non accompagnati. Parlamento e Assemblea promuoveranno, infine, un’iniziativa sul completamento di un’unione di libero scambio tra i Paesi del Mediterraneo.
Per l’amministrazione capitolina: “Roma ospiterà la sede del Segretariato Permanente dell’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo. La decisione è stata presa oggi dai componenti del bureau dell’Ap-UpM durante la riunione decisiva che si è tenuta a Bruxelles sotto la Presidenza del Parlamento europeo.”E’ una vittoria e un motivo d’orgoglio per Roma, per l’Italia e per tutti i cittadini italiani. Questa decisione rinnova la vocazione internazionale di Roma, luogo di accoglienza e dialogo tra istituzioni, cittadini e popoli. Ringraziamo la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, il Governo italiano e il Parlamento Europeo per questa scelta”, dichiara la Sindaca Virginia Raggi.
L’Assemblea capitolina ha giocato un ruolo importante presentando e approvando all’unanimità, lo scorso 14 settembre, la mozione n.118/2017 per avanzare la candidatura della Capitale come città ideale per accogliere questo nuovo ufficio, considerata la centralità geografica di Roma nel Mediterraneo e la sua vocazione millenaria al dialogo e allo scambio tra culture.“L’intenzione della mozione era chiara: eravamo convinti che Roma potesse essere considerata il luogo più adatto per favorire e realizzare quel dialogo tra Europa e paesi del Mediterraneo che l’Assemblea parlamentare persegue. Roma deve riacquistare quella centralità rispetto alle questioni del Mediterraneo che le è propria e tornare, a livello internazionale, un punto di riferimento strategico tra i paesi che si affacciano sulle sue sponde” afferma il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diplomati magistrale espulsi dalle GaE, l’Italia dovrà risponderne a Bruxelles

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Entro il prossimo 13 settembre, il Governo italiano è chiamato a rispondere alle richieste formulate ai giudici europei dai legali dell’Anief che difende quasi la metà dei 50 mila maestri con diploma abilitante, conseguito prima del 2002, che ora non solo verranno estromessi delle Graduatorie provinciali e in 6mila casi pure dal ruolo, ma dal 1° settembre 2019 non potranno né insegnare più su posti vacanti e disponibili dopo 36 mesi di servizio a causa del comma 131 della Legge 107/15, né aver più possibilità di essere assunti a tempo indeterminato perché espulsi dalle Graduatorie ad esaurimento in virtù proprio della sentenza n. 11 del dicembre 2017 del Consiglio di Stato, dopo che lo stesso organismo giudiziario si era espresso con diverse sentenze di tenore opposto. Sotto la lente d’ingrandimento del Consiglio europeo è andata a finire la violazione di una lunga serie di articoli e della Carta Sociale europea, la cui inosservanza sta mettendo a repentaglio la loro carriera professionale: con una risposta ineccepibile, nel ritenere ammissibili i rilievi mossi dai legali del giovane sindacato – secondo i quali il nostro Stato continua a non avere rispetto degli articoli 1.1, 1.2, 4.1, 4.4, 5, 6.4, 24 della direttiva comunitaria sul precariato e della lettera E della Carta Sociale europea –, il Consiglio d’Europa ha respinto le osservazioni sulla mancata legittimazione ad agire. Con la risposta del nostro Esecutivo che arriverà proprio nei giorni in cui sarà convertito in legge il Decreto Dignità, che concede 120 giorni di tempo all’amministrazione per ottemperare alle sentenze di merito dei tribunali e 60 giorni al Parlamento per decidere il da farsi.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): L’apertura del Consiglio d’Europa conferma che la nostra tesi è corretta e va perseguita. E che espellere gli insegnanti dalle Graduatorie ad esaurimento esporrebbe lo Stato Italiano a un’ulteriore procedura d’infrazione comunitaria per l’evidente assenza di misure di prevenzione e di sanzione dell’abuso dei contratti a termine. Il nostro Governo si è invece sempre opposto al confronto, ritenendo illegittimo l’intervento della nostra giovane associazione sindacale perché non rappresentativa per il triennio 2016/2018 e non formatrice del nuovo Contratto collettivo nazionale di categoria. Ora, però, dovrà spiegare all’Europa cosa intende fare per evitare il più grande e discriminatorio licenziamento collettivo della storia italiana nel pubblico impiego, a meno che il Parlamento non dia una risposta corretta e giusta ai tanti danneggiati che stanno reclamando giustizia in tutti i modi attraverso l’approvazione di una semplice norma: quella che porta alla riapertura delle GaE a tutto il personale abilitato.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Precariato: per la Lega hanno diritto agli scatti di anzianità

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

L’on. leghista Rossano Sasso parla degli insegnanti precari, da sempre discriminati, non solo per i contratti che si concludono al 30 giugno per poi rinnovarsi non più a settembre ma anche ad ottobre, novembre. Ma soprattutto – ha detto alle Commissioni Cultura – per il fatto che i docenti precari continuano a percepire lo stesso stipendio anche dopo venti anni di lavoro, seppure svolgano la professione con le stesse incombenze dei docenti di ruolo. È il momento di riconoscere gli scatti di anzianità anche ai docenti precari come ormai sancito da numerose sentenze. L’on Sasso ha fatto riferimento ad un altro problema che interessa il personale non di ruolo: il comma 131 della legge. “Dal 1° settembre 2019 alcuni precari corrono il rischio di essere licenziati, bisogna cancellare il comma 131 della legge Buona Scuola”. Un suggerimento in questa direzione è già stato fornito dal senatore Mario Pittoni che ha disegnato un’ideale porta di ingresso per stabilizzare i supplenti con 36 mesi di servizio e per l’attuazione del quale l’Anief ha chiesto un decreto plurimo. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): La prima operazione che il governo può fare, se vuole davvero affrontare il vulnus dei diritti negati a precari della scuola italiana, è quella di intervenire con il Decreto Dignità, andando a modificare il Testo Unico sulla scuola, risalente quindi a quasi 25 anni fa, in modo da arrivare ad una effettiva parità di trattamento economico e giuridico tra personale con contratti a termine e personale di ruolo. Inoltre, bisogna ovviamente trasformare il divieto dei contratti dopo 36 mesi, con cui si è andati a sovvertire la direttiva Ue n. 70/1999, in stabilizzazione del rapporto di lavoro, anche per evitare costi maggiori nei tribunali, dove il nostro sindacato sta raccogliendo successi considerevoli che portano nelle tasche dei lavoratori ricorrenti cifre sempre più considerevoli, anche decine di migliaia di euro, proprio per sanare la mancata adizione del principio di parità tra personale supplente e assunto a tempo indeterminato. A questo proposito, il sindacato richiama il principio del “risarcimento dei danni”, così come ha stabilito la Corte suprema di Cassazione, attraverso diverse ordinanze del 26 giugno scorso, con cui si conferma quanto già disposto nelle sentenze 9042/17, 23868/16, 22752/16 e 22757/16. E per tali motivi, Anief ribadisce la volontà ad affiancare in tribunale tutti i docenti e il personale Ata a cui si continuano a ledere dei diritti sacrosanti: è possibile ancora ricorrere in tribunale per ottenere scatti di anzianità, il pagamento dei mesi estivi e adeguati risarcimenti. Ai ricorsi sono interessati pure i lavoratori già immessi in ruolo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agcom: bene, basta con la finta fibra!

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

L’Agcom ha approvato il provvedimento che definisce le modalità con cui le imprese dovranno d’ora in avanti comunicare le caratteristiche delle diverse tipologie di infrastruttura fisica utilizzate per l’erogazione dei servizi di connettività. Il termine “fibra” potrà essere usato solo se l’infrastruttura è ftth/fttb.”Bene, basta con la finta fibra! Finalmente si dà attuazione al decreto legge n. 148 del 16 ottobre 2017. Dopo le recenti condanne per pratica commerciale scorretta comminate dall’Antitrust, ora è la volta dell’Autorità delle Comunicazioni” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Migliaia di famiglie sono state prese in giro in questi anni, considerando che nel 2017 solo il 22% delle abitazioni aveva a disposizione reti interamente in fibra” conclude Dona.L’associazione di consumatori ricorda che nel Dl Fisco (decreto legge n. 148/2017, convertito dalla L. 4 dicembre 2017, n. 172), si è previsto che costituisce pratica commerciale scorretta ogni comunicazione al pubblico dell’offerta di servizi di comunicazione elettronica che non rispetti le caratteristiche tecniche definite dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, tra le quali il collegamento in fibra fino all’unità immobiliare del cliente. Oggi arriva la definizione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

1° Rapporto sui prezzi dei prodotti ortofrutticoli

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Roma. Martedì 17 luglio, alle ore 11.30 presso l’Empire Palace Hotel (Via Aureliana 39, Sala Morosini), si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del 1° Rapporto sui prezzi dei prodotti ortofrutticoli, dal titolo ‘Trasparenza al centro’. Il Rapporto, che sarà presentato dal Presidente di Italmercati Fabio Massimo Pallottini e dal Presidente di Borsa Merci Telematica Italiana Andrea Zanlari, contiene le rilevazioni effettuate nei centri agroalimentari all’ingrosso e rappresenta uno strumento di trasparenza a disposizione di istituzioni, produttori, operatori e consumatori.
All’appuntamento sarà presente, tra gli altri, il Sottosegretario del Ministero delle politiche agricole Alessandra Pesce.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MIXhalo Partners with Charlie Puth to Deliver First-of-Its-Kind Sound Experience to VIP Fans on the 2018 Honda Civic Tour

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Sound technology company MIXhalo announced today it will partner with multi-GRAMMY® nominated singer/songwriter/producer Charlie Puth to deliver its unique, studio quality audio directly to his VIP audiences on the 2018 Honda Civic Tour. Co-founded by music industry veterans, Michael Einziger and Ann Marie Simpson, MIXhalo has set a new standard for live event sound, connecting fans directly to artists, in real time, through its innovative audio technology.“For decades, audiences have experienced live event sound that relies on distorted speakers, location acoustics, and individual seat position,” said MIXhalo president, Chrystine Villarreal. “MIXhalo has revolutionized live event audio, delivering intimate, unparalleled sound to users.” Through the MIXhalo app on their smartphones, users can now hear the performance directly from the mixing board. The technology has been tested extensively at more than 50 live performances and festivals around the world, but the 2018 Honda Civic Tour will be the first to deploy it to VIP audiences at every show. “I am so excited that my fans will be among the first in the world to access this amazing experience,” said Charlie Puth. “Thanks to the MIXhalo technology, I will be able to connect on a whole new level with my fans as they tap into the same crystal-clear sound mix that I hear onstage.”Now in its 17th year, the Honda Civic Tour has established itself as one of the nation’s most compelling, successful music concert tour franchises. The Honda Civic Tour offers concert-goers with an exclusive, interactive and engaging concert experience featuring up-close and personal access to their favorite music performers. Continuing the Honda Civic Tour tradition, Charlie Puth has created a custom exterior design for a Honda Civic Type R and Honda Rebel 300 motorcycle that will be displayed for fans at each stop of the tour.MIXhalo boasts a highly engaged, dynamic board of advisors and enthusiastic investors including Pharrell Williams, Marc Geiger (WME), Drew Houston (Dropbox), and many other critical players in the music and tech industries. More information is available at MIXhalo.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »