Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 14 ottobre 2021

Le idee degli studenti italiani sul futuro dell’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Torino venerdì 15 ottobre, al Salone del Libro di Torino, uno dei più grandi autori europei, Javier Cercas, terrà una lezione per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie sul futuro dell’Europa. L’evento, voluto dall’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, conclude il progetto “L’Europa ancora da scrivere” nel quale studenti e studentesse di tutta Italia si sono cimentati nella redazione condivisa di decaloghi intorno alla loro visione di come deve essere l’UE dei prossimi decenni. I decaloghi saranno caricati anche sulla piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa. Il panel, aperto da un video messaggio del vice presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, sarà moderato dalla giornalista Paola Caridi e vedrà la partecipazione del responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo a Milano Maurizio Molinari. Il progetto – che ha coinvolto in tre incontri a tema futuro UE gli studenti delle primarie e secondarie con il giornalista Mario Calabresi, la scrittrice Anna Sarfatti, lo storico Carlo Greppi e lo scrittore Abdullahi Ahmed – ha visto la partecipazione di 75 scuole da 14 regioni italiane, con 37 decaloghi caricati sul blog del Salone del Libro e sulla piattaforma della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Quasi duemila sono stati i votanti per i due decaloghi finali. L’iniziativa ha coinvolto anche i volontari della piattaforma del Parlamento europeo Insieme-per.eu.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oltre il ghetto. Dentro&Fuori

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Ferrara 29 ottobre 2021-15 maggio 2022 MEIS Via Piangipane, 81 Si apre al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita dallo Studio GTRF Giovanni Tortelli Roberto Frassoni – ripercorre la storia degli ebrei italiani nel periodo che va dal confinamento all’interno dei ghetti (con l’istituzione del primo, a Venezia, nel 1516) all’inizio del Novecento.L’esposizione, che ripercorre i momenti cruciali della storia moderna visti dalla prospettiva dell’esperienza ebraica, viene costruita e raccontata attraverso materiali e opere eterogenee provenienti da tutta Italia e dall’estero, come l’imponente dipinto Ester al cospetto di Assuero di Sebastiano Ricci – prestito del Palazzo del Quirinale –, Interno della sinagoga di Livorno di Ulvi Liegi e il Ritratto di Giuseppe Garibaldi ad opera di Vittorio Corcos (entrambi provenienti dal Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno).Ma peculiare di questo progetto espositivo è stata la volontà di integrare il percorso con oggetti che testimoniano la vita ebraica quotidiana, come la porta dell’Aron Ha-Qodesh, l’Armadio sacro dorato in legno intagliato, di una delle sinagoghe del ghetto di Torino che venne donato nel 1884 dalla Università Israelitica locale al Museo Civico di Torino, o le testimonianze di impegno personale, rappresentate per esempio dal baule della crocerossina Matilde Levi in Viterbo. Si snoda così il pensiero alla base della mostra e dell’intero Museo, che affianca a un rigoroso approccio storico e a un significativo riferimento all’arte, contributi di taglio sociologico, aprendo anche alla dimensione individuale e personalissima, che risuona ancora oggi di grande attualità.Attraversando i secoli si arriva fino all’Unità d’Italia e alla Prima Guerra Mondiale, data conclusiva del periodo analizzato, restituendo un’immagine nitida degli snodi identitari vissuti dagli ebrei in Italia e in Europa, uscendo dal ghetto per partecipare attivamente e con convinzione alla Storia nazionale in tutti i suoi passaggi fondativi, prima di essere rinchiusi nuovamente – col fascismo – in un “dentro” di privazione di diritti e di orrore.La mostra è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo, The David Berg Foundation, Fondazione Guglielmo De Lèvy, TPER e il patrocinio del Ministero della cultura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Ferrara, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Ferrara. Si ringraziano la Fondazione CDEC e il compianto Ambasciatore Giulio Prigioni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auschwitz, scoperti graffiti antisemiti dentro il campo di sterminio

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

L’antisemitismo ha colpito anche Auschwitz. Incredibile a dirsi, ancora di più a scriverlo. Perché se l’odio antiebraico è una piaga sociale a cui ci siamo dovuti tristamente “abituare”, a sorprendere è l’accanimento e il totale disprezzo per la memoria dei morti.Non può leggersi in altro modo l’atto vandalico perpetrato al sito di Auschwitz Birkenau II, il più grande dei 40 campi che componevano il complesso nazista, dove venne barbaramente ucciso più di un milione di persone innocenti.Atto vandalico che si è concretizzato in frasi e slogan antisemiti che negano la Shoah, dipinti con la vernice su nove baracche.I responsabili del Museo di Auschwitz-Birkenau hanno definito il vile gesto come: “Un oltraggioso attacco al simbolo di una delle più grandi tragedie della storia umana e un colpo estremamente doloroso alla memoria di tutte le vittime del campo nazista tedesco di Auschwitz-Birkenau”.Il personale ha invitato chiunque si trovasse nelle vicinanze del campo di sterminio e abbia assistito al vandalismo a farsi avanti per dare la propria testimonianza. Si spera, in particolare, che qualcuno abbia scattato delle fotografie vicino alla Porta della Morte, all’ingresso di Birkenau e alle baracche di legno.I vertici del museo di Auschwitz, inoltre, hanno affermato che cancelleranno le frasi antisemite:“Non appena la polizia avrà raccolto tutta la documentazione necessaria, i conservatori del memoriale di Auschwitz inizieranno a rimuovere le tracce di vandalismo dagli edifici storici”.Su questo increscioso episodio è intervenuto anche lo Yad Vashem, che ha condannato quello che ha definito un:“Attacco non solo alla memoria delle vittime, ma anche ai sopravvissuti e a qualsiasi persona con una coscienza”.La bassezza morale e umana di chi ha compiuto l’atto vandalico antisemita è di difficile commento. Scrivere che sono stati calpestati la memoria e il dolore delle vittime non dà il giusto merito a quanto accaduto. A quanto pare lo squallore di cui è capace l’uomo non conosce limiti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il libro scolastico: mercato e intervento pubblico a sostegno

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Torino sabato 16 ottobre alle ore 13.15, in Sala Magenta. Il libro scolastico: una porta per la lettura. Strategie di sostegno tra mercato e intervento pubblico è il titolo del convegno che si tiene al Salone internazionale del Libro. Il convegno, in cui interverranno il presidente del gruppo educativo dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Paolo Tartaglino e il presidente dell’Associazione Librai Italiani – Confcommercio Paolo Ambrosini, moderati da Mario Baudino (La Stampa), è una tappa del confronto aperto tra le due associazioni che mira a superare le criticità e a rafforzare tutta la filiera produttiva, le librerie per la loro diffusione ed editori in primis. “I libri di testo rappresentano un’importante leva per la crescita della lettura: riconoscere il ruolo fondamentale dei testi scolastici nei processi di apprendimento e a sostegno della scuola è il primo passo per individuare le strategie, pubbliche e private, per rendere il nostro settore ancora più efficiente” dichiarano Tartaglino e Ambrosini.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medicina: Borreliosi di Lyme

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

E’ una infezione trasmessa all’uomo dal morso di una zecca del genere Ixodes, e colpisce 230.000 persone l’anno, solo in Europa Occidentale. E’ oggi la malattia da vettore più diffusa in Nord America e in Europa. Si presenta frequentemente con un’iniziale eritema nella zona del morso, ma può avere un’escalation clinica e arrivare a colpire le articolazioni e perfino il sistema nervoso, provocando sintomi persistenti e debilitanti. L’infezione del batterio Borrelia, se non trattata in modo tempestivo e adeguato, può non rispondere alla terapia antibiotica ed essere di difficile gestione. Da questi presupposti nasce e prende il via all’IRCCS San Gallicano (ISG) il progetto BABEL “Analisi della produzione di biofilm e della tolleranza agli antibiotici in Borrelia burgdorferi sensu stricto e sensu lato,” in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma e l’Università di Lubiana. Lo studio, della durata di diciotto mesi, è finanziato dall’Associazione Lyme Italia e Coinfezioni e si pone l’obiettivo di offrire nuovi ed efficaci percorsi di cura ai pazienti colpiti da Malattia di Lyme nelle forme più severe. “La borreliosi di Lyme – evidenzia Aldo Morrone, Direttore Scientifico del San Gallicano – è in molti casi trattabile con terapia antibiotica. Tuttavia, la cronica persistenza, la frequente ricomparsa e la capacità di Borrelia di tollerare cicli multipli di antibiotici sono fortemente indicative di un germe produttore di biofilm.” “Con il termine biofilm – spiega Fabrizio Ensoli, Direttore del laboratorio di Microbiologia e Virologia ISG – si intende un aggregato di microrganismi che aderiscono a una superficie, e sono protetti da una pellicola che essi stessi producono. I microrganismi, all’interno della matrice del biofilm, sono in grado di resistere meglio all’azione del sistema immunitario e ai trattamenti antimicrobici.” L’Associazione Lyme Italia e Coinfezioni, finanziatrice del progetto, è un’organizzazione di volontariato impegnata, attraverso campagne di formazione e sensibilizzazione, nella diffusione della conoscenza della Malattia di Lyme. L’auspicio, del Consiglio Direttivo dell’Associazione Lyme Italia e Coinfezioni, è di poter ottenere risultati che possano portare al raggiungimento di nuovi traguardi e dare speranza ai pazienti colpiti da Malattia di Lyme nelle forme più severe. http://www.associazionelymeitalia.org

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovi concorsi per assumere i docenti, al posto dei 24 Cfu

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Potrebbero avere i giorni contati i 24 Cfu, i crediti formativi universitari, da acquisire studiando discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche, utili per accedere all’insegnamento tramite concorso ordinario: le intenzioni dell’amministrazione scolastica si colgono nelle parole pronunciate dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo la cabina di regia sul Pnrr: per assumere di ruolo nuovi docenti vogliamo attuare una “selezione basata, non solo su competenze strettamente disciplinari, ma anche su competenze provenienti dal tirocinio”, ha detto Bianchi. E lo stesso Ministro in estate era stato ancora più chiaro: i crediti formativi, aveva dichiarato, “non rappresentano il modello più corretto per diventare insegnante”.“La questione sui 24 Cfu da mantenere o da sostituire con una formula d’accesso adeguata ai tempi – continua Pacifico –, non può rappresentare il cuore del problema che anche quest’anno porterà almeno 200mila supplenze annuali. Si vogliono far valere le competenze sui tirocini? Bene, allora si vada a considerare il tirocinio più importante che può fare un aspirante professore: quello sul campo, fatto almeno di tre annualità di docenza da precari, che obbliga il supplente a vivere come protagonista tutto quello che significare insegnare: preparare e fare didattica, partecipare alle riunioni collegiali, tenere i contatti con le famiglie, portare avanti l’attività extra-didattica e tanto altro. Continuare a non tenere conto di tutto ciò, significa non avere una visione obiettiva del problema reclutamento e delle logiche errate che hanno portato al record di supplenze”, conclude il sindacalista Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Musa dei Mercati

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Commento a cura di Massimo De Palma, Head of Multi Asset Team di GAM (Italia) SGR. In arrivo la campagna trimestrale degli utili, che può fornire interessanti indicazioni sull’evoluzione futura del mercato. Analizziamo alcuni aspetti e altre variabili che stanno caratterizzando questa fase.Il prolungato rialzo dei prezzi dell’energia e le strozzature nel processo produttivo stanno causando crescenti tensioni sui mercati finanziari. Lo scenario che si sta delineando è di una potenziale stagflazione che si concretizzerebbe in due tempi: ad uno stadio iniziale di rialzo dei prezzi seguirebbe una pericolosa stagnazione economica. In realtà i dati macroeconomici stanno già mostrando un fisiologico rallenta-mento, dopo i picchi dei mesi scorsi dovuti alle riaperture post lockdown. Le reazioni di mercato, come spesso accade nelle fasi confuse, non risultano però prive di contraddizioni. Nell’ultimo mese l’inflazione attesa negli Stati Uniti è risultata abbastanza stabile (2,45% quella a dieci anni), avvalorando la tesi di una transitorietà del rialzo, mentre la crescita dei tassi nominali sembra prefigurare una più rapida azione delle Banche Centrali.In questo quadro incerto può darci una mano l’inizio della stagione degli utili, partendo innanzitutto dai risultati del terzo trimestre. Dobbiamo valutare quanto abbiano impattato i problemi alle catene di approvvigionamento delle aziende, ma soprattutto è fondamentale conoscere la percezione che hanno le aziende sul prossimo anno. Se mantenessero invariata la guidance, significherebbe avere aspettative di un ritorno progressivo alla normalità. Attualmente il consenso di mercato sullo S&P 500 è per una crescita degli utili del terzo trimestre del 27% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Una percentuale indubbiamente inferiore rispetto ai due trimestri precedenti, che erano però risultati eccezionalmente elevati per l’effetto riaperture e perché confrontati con la fase più intensa e negativa della pandemia.Ampliando l’analisi, il rallentamento cinese è un altro elemento di cui tenere conto per valutare l’evoluzione dell’economia globale. Il Governo non ha alcuna intenzione di far deragliare la crescita, i giri di vite regolamentari in vari settori servono per limitare le situazioni dominanti, con l’obiettivo di “offrire al popolo una migliore qualità della vita”. Questo fa parte della retorica collegata anche ai recenti festeggiamenti per il centenario della fondazione del partito comunista cinese. Inoltre, la Banca Centrale è pronta a iniettare liquidità a breve per scongiurare effetti negativi sul sistema creditizio.Un terzo elemento sotto i riflettori ha riguardato questa settimana la riunione dell’OPEC+, che non ha generato sorprese, con un aumento dei livelli di produzione (400.000 barili al giorno) in linea con i meccanismi automatici di adeguamento definiti precedentemente. La mancata decisione di un aumento straordinario di produzione per allentare le tensioni sui prezzi ha contribuito ad esacerbare il sentiment di mercato. D’altro canto, lo scenario più temuto potrebbe essere anche la base per la soluzione del problema. Un rallentamento, entro certi limiti e bilanciato da una progressiva normalizzazione dell’offerta, potrebbe infatti favorire un riequilibrio delle forze di mercato, ed accompagnarsi quindi a un raffreddamento dei prezzi delle materie prime, rasserenando il clima sui mercati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’Inverno di Ramona Adler”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Si presenta oggi alle ore 18 alla Mondadori di via Luca Giordano 73/A Napoli l’ultimo romanzo di Anita Curci, L’Inverno di Ramona Adler edizioni Phoenix Publishing. A discuterne con l’autrice, Chiara Tortorelli e Giovanni Canestrelli tra le letture di Enrica Buongiorno. Modera Ida Palisi.Primo volume di una quadrilogia L’Inverno di Ramona Adler è un romanzo d’amore atipico dove niente è come sembra. Si allontana, infatti, dalle specifiche del genere e trasporta il lettore in una dimensione in cui a governare le azioni sono la magia, l’esoterismo e il sogno. La passione dell’inquieta direttrice di una casa editrice napoletana (Ramona Adler) per un uomo, che nei sogni diventa un orribile capro, prende le mosse da molto lontano, quando entrambi erano spiriti di luce destinati a risvegliare l’umanità dall’ignoranza spirituale e dal sonno della coscienza. Entrambi, però, scelsero le vie dell’amore terreno, rinunciando alla loro missione. Lungo decine di vite si sono amati, dimenticandolo.Ramona, dall’età di 25 anni, dopo essere stata testimone dell’assassinio dei genitori adottivi, perde i contatti con il mondo preesistente. Mentre gli inquirenti indagano sull’attentato e i medici studiano nuovi modi di entrarle nella mente per farle recuperare la memoria, lei disperde le sue tracce e si trasferisce a Napoli. La città, a lei sconosciuta fino a quel momento, dopo le varie sedute di regressione a cui è stata costretta, le diviene all’improvviso familiare. Conduce una vita ritirata, tenendo a bada mostri interiori e sogni inquietanti, eppure molto reali, in cui spesso si ritrova durante il sonno.Un giorno, per presenziare a un evento dell’editoria nazionale, è costretta a lasciare la città in cui si rifugia e dalla quale non si sposta da dodici anni. Recalcitrante, parte assieme allo staff e all’unica amica, giornalista e suo addetto stampa, Marisa Bonelli. A Roma, nell’hotel in cui alloggia, Ramona incontra un uomo misterioso, Gabriel Greco, esponente di un importante gruppo editoriale. Al primo sguardo comprende che qualcosa li lega in maniera indissolubile, spiritualmente ed esotericamente. Anche se convinta di non averlo mai visto prima. Da quel momento non vivrà che nel bisogno di ritrovarlo. Ramona Adler non riesce più a distinguere il sogno dalla realtà. Non sa dove risieda la chiarezza. Crede di essere pazza, consulta uno psicoterapeuta. Alla fine, un bagliore di luce si fa avanti nella sua vita. E pare che ogni tassello torni al suo posto, la memoria, l’amore, il lavoro. Ma è davvero la verità?

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Per una medicina del territorio

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

‘Cure sul territorio appropriate e accessibili ovunque, gestite da personale sanitario e caregiver adeguatamente formati, ad alta resa anche tecnologica e finalmente a misura della qualità di vita di pazienti e del caregiver. È la richiesta dei pazienti oncologici e onco-ematologici che emerge dall’indagine online su Medicina del territorio e Oncologia promossa dal Gruppo di 39 Associazioni ‘La salute: bene da difendere, diritto da promuovere’ condotta in collaborazione con AstraRicerche e alla quale hanno risposto in oltre 800 tra pazienti e caregiver’. Lo comunica in una nota l’associazione ‘La salute. Bene da difendere, diritto da promuovere’. ‘La pandemia ha messo ancora più in evidenza le carenze di cure di prossimità per i pazienti oncologici e onco-ematologici- prosegue l’associazione, che specifica: disuguaglianze nell’accesso alle cure, mancanza di collegamento tra ospedale e territorio, macchinari obsoleti e poco funzionali, disomogeneità nell’accesso a screening, test e terapie e infine carenza di supporto ai caregiver. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è una grande opportunità per ridisegnare il modello di assistenza sul territorio, grazie agli oltre 7 miliardi stanziati per quest’obiettivo nell’ambito della ‘Missione Sanità’, ai quali si aggiungono gli oltre 4 miliardi resi disponibili dalla Commissione Europea per programmi sull’Oncologia. Ma per sanare il grave gap dell’assistenza sul territorio e rilanciare il Servizio Sanitario Nazionale, l’architettura disegnata nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza va riempita di personale, formazione e tecnologie innovative e ‘amiche’, tenendo conto delle caratteristiche e delle istanze dei potenziali assistiti’.’La distanza dal luogo di cura può influenzare negativamente sia l’adeguatezza delle cure sia la sopravvivenza e proprio per questo l’assistenza da remoto rappresenta una risorsa importante che in questi due anni di pandemia è stata rilanciata e praticata- afferma Luigi Cavanna, presidente CIPOMO, Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri- Ma questo modello non può prescindere da un contatto diretto: la telemedicina deve inserirsi in un confronto già attivo tra medico e paziente perché il rapporto umano, la relazione, la visita medica, la conoscenza del caregiver e dei familiari e del contesto sociale nel quale vive il paziente sono condizioni molto importanti per poter poi proseguire con la visita a distanza’.Quali innovazioni servono per agevolare l’oncologia di prossimità? I pazienti chiedono un pieno e uniforme accesso su tutto il territorio nazionale ai test genomici e alla medicina personalizzata/predittiva per individuare le terapie appropriate (46,9%), a dispositivi medici e diagnostici di ultima generazione resi disponibili su ampia scala e su tutto il territorio (42,5%) e a piani di medicina personalizzata a misura del singolo paziente (40,1%). Figura fondamentale di una oncologia del territorio ben strutturata è la figura del caregiver sia informale (parenti/amici) che formale (badanti/tutor) che deve pertanto essere formata e sostenuta. La metà degli intervistati (49,8%) vorrebbe che il Fondo triennale per le attività di cura non professionale andasse innanzitutto alla formazione dei caregiver su assistenza, terapie e dispositivi. I corsi dovrebbero vertere sulla gestione del dolore (43,8%), sulla specifica patologia in accordo con l’équipe ospedaliera (37,6%) e sulla somministrazione delle terapie e gestione dei presìdi a domicilio (36,6%). Inoltre, per alleggerire il burden fisico ed emotivo del caregiver si chiede di attivare help-line in orari ‘scomodi’ (52,4%) e un costante raccordo con lo psiconcologo e con lo psicologo del territorio (44%)’.Le Associazioni chiedono, in definitiva, di essere ascoltate in occasione della stesura di tutti i grandi strumenti di programmazione che riguardano i pazienti, non solo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ma anche l’attuazione del Piano oncologico nazionale, del Piano nazionale della Cronicità e del ‘Dm 71’ di riordino dell’assistenza territoriale. ‘Ci auguriamo di essere tenuti sempre in maggiore considerazione sui tavoli decisionali- conclude Annamaria Mancuso- poiché la nostra esperienza sul campo è un prezioso contributo, aggiungerei è un apporto indispensabile, per una reale modernizzazione del Servizio Sanitario Nazionale’.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’areligiosità dell’occidente

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

di Vincenzo Olita Presidente Società Libera.Telegiornali, notiziari di tutte le emittenti e stampa quotidiana, riservano ampio spazio al pontificato di Francesco, trasmissioni dedicate, settimanalmente, rivolgono particolare attenzione al mondo cattolico, insomma, un vero pontificato mediatico al cui paragone un professionista della comunicazione vaticana come Navarro Valls appare un principiante. Osservatori disattenti, allora, sono indotti a considerare eccellenti il peso e la penetrazione della religione, in particolare di quella cattolica, in Italia e in generale nel continente europeo. In un passato prossimo avremmo parlato di processo di secolarizzazione della società o del fenomeno della laicizzazione, oggi però non siamo più in presenza solo di allontanamenti da pratiche religiose o dalla messa in discussione di comportamenti e poteri clericali ma di una marcata e crescente diffusione di anomia religiosa. Larghi strati della società non contrastano né contestano fede e convinzioni, semplicemente le ignorano non avvertendole in sintonia con il proprio essere né con la propria weltanschauung. Nel 1970 in Italia si contavano 43mila parroci, nel 2020 – 29mila; nel mondo i sacerdoti nel 2019 erano 414mila, livello inalterato nell’ultimo ventennio grazie alle ordinazioni in Africa considerando che in Europa rispetto al 2018 se ne contavano circa tremila in meno. Identico trend per le suore meno 10.500 nel biennio 2018/19 su un totale di 640mila, grazie solo a un significativo incremento di 34mila unità che hanno scelto la vita contemplativa. I dati Istat sulla frequentazione settimanale di un luogo di culto confermano una progressione negativa, infatti, nel 1993 la partecipazione era al 39,2%, nel 2007 al 33,4 e nel 2016 si era ridotta al 27,5. Indicatore altrettanto indicativo è fornito dai dati sui matrimoni di rito civile che con una rilevante accelerazione passano dal 2,3% del 1970 al 36,7 del 2008 al 52,6 del 2019. Nel 2013 l’allora primate d’Irlanda l’arcivescovo Diarmuid Martin parlava di un’Irlanda post-cattolica, di certo aveva il polso della situazione considerando che nel 2018 alla funzione religiosa di Bergoglio a Dublino parteciparono in 120mila, nel 1979 per lo stesso avvenimento per Giovanni Paolo II arrivarono 1,2milioni di persone. In Germania nel 2015 sono state 58 le ordinazioni sacerdotali, 122 nel 2005, erano cinquecento nel 1965. Si potrebbe continuare con altri dati, sulla Spagna, dove solo un cattolico su cinque partecipa alla messa settimanalmente, sulle vocazioni, sui matrimoni civili, sulla massiccia scomparsa delle chiese in Olanda, dove 1/3 hanno cambiato destinazione d’uso, sulla Francia e Regno Unito dove vengono demolite o vendute a comunità islamiche per la trasformazione in moschee. E’ del tutto evidente che l’Europa è attraversata da un irreversibile processo di perdita di religiosità in presenza di un vuoto di analisi e di certezze teologiche, dottrinali e pastorali capaci di rispondere all’anoressia per il trascendente. Eppure tanta parte del mondo cattolico aveva affidato aspettative e speranze, per invertire il processo, ad un Papa come Bergoglio molto popolare e benaccolto, invece il suo pontificato ha visto, almeno in Europa e Sudamerica, un ulteriore declino per la Chiesa cattolica a riprova che siamo innanzi a una profonda desacralizzazione del continente.E’ una situazione che può amareggiare i credenti ma non interessare gli altri, in tutti i casi, occorre riconoscere che l’areligiosità e quindi l’attenuata coesione e omogeneità, favorite in passato dal cristianesimo, oggi rappresenta un’ulteriore criticità e l’ennesimo punto debole per il continente europeo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Ue non è il bancomat di Polonia e Ungheria

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Facciamo come ci pare, vogliamo i vostri soldi e, ancora, non riconosciamo i vostri organi giurisdizionali e non vogliamo controlli su come gestire i denari che ci date. Così, in sintesi le posizioni di Polonia e Ungheria, in merito ai fondi del Next Generation Eu, alle quali ha risposto la Ue per bocca del commissario europeo all’economia, Paolo Gentiloni: “La Commissione si adopera per far rispettare lo stato di diritto nell’Ue, tutti ne devono rendere conto. La Commissione è determinata a difendere questi principi e questi valori”. Noi sosteniamo che, se Polonia e Ungheria non vogliono affermare lo Stato di diritto, l’indipendenza della magistratura, la prevalenza del diritto comunitario su quello nazionale, la trasparenza nelle gare di appalto, la difesa delle minoranze, hanno una strada molto semplice da imboccare: quella della uscita dalla Ue. Nessuno li obbliga a restare, ma se rimangono devono rispettare le norme comuni che loro stessi hanno firmato quando fecero domanda di ammissione alla Ue. Primo Mastrantoni, Aduc

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salario minimo e lavoro domestico

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Oltre il 60% degli anziani ha un reddito complessivo al di sotto dei 20 mila euro annui, ovvero al di sotto di circa 14.600 euro annui spendibili (al netto delle tasse), e oltre un quarto è addirittura sotto i 10 mila euro annui. L’Osservatorio DOMINA sul Lavoro Domestico riscontra che l’introduzione del salario minimo aumenterebbe i costi annui del +41,1% nei casi di utilizzo solo per 25 a settimana senza convivenza, fino ad un +91,5% nel caso di 54 ore settimanali con convivenza. Secondo Lorenzo Gasparrini, Segretario Generale di DOMINA, le elaborazioni dell’Osservatorio DOMINA sul lavoro domestico evidenziano come il costo medio di un’assistente alla persona già oggi non sia sostenibile per la maggior parte dei pensionati italiani, che quindi devono essere sostenuti dai figli o attingere ai risparmi. L’introduzione del “salario minimo” anche per i lavoratori domestici renderebbe di fatto impossibile questa spesa per le famiglie italiane, alimentando inevitabilmente il lavoro nero. Considerando che già oggi il lavoro domestico registra il 57% di irregolarità, l’obiettivo dovrebbe essere quello di ridurre gli oneri per le famiglie, non certo aumentarli.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sachs a Draghi: “Includiamo l’Africa nel G20 per sconfiggere il Covid

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Dall’incontro internazionale di Sant’Egidio “Popoli fratelli, terra futura”, Jeffrey Sachs lancia un appello a Draghi: “Il prossimo G20 diventi G21: occorre aggiungere l’Unione Africana per avere un’assemblea rappresentativa che riesca a prendere decisioni urgenti”. Il consigliere speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per le questioni ambientali, è intervenuto stamattina al forum “La cura della casa comune” alla Nuvola. “Includendo l’Africa, che conta 1,4 miliardi di persone – ha aggiunto Sachs – i paesi del G21 arriverebbero al’88% del PIL mondiale: un consesso così sarebbe finalmente in grado di fare passi decisivi per il rispetto degli obiettivi di riduzione delle emissioni e per elaborare piani di vaccinazione universale contro il Covid-19”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UE deve rafforzare la lotta contro le pratiche fiscali dannose

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Con la concorrenza fiscale feroce tra paesi – all’interno e all’esterno dell’UE – in continua evoluzione, i deputati affermano che l’UE ha bisogno di rivedere e aumentare il suo impegno nella lotta contro le pratiche fiscali che privano gli Stati membri di entrate sostanziali, che portano ad una concorrenza sleale e minano la fiducia dei cittadini.In una risoluzione approvata giovedì il Parlamento afferma che, sebbene la concorrenza fiscale tra i paesi non costituisca di per sé un problema, sia necessario stabilire principi comuni che gli Stati devono rispettare nell’attuare le proprie politiche e i propri regimi fiscali per attirare imprese e profitti. I deputati notano infatti che la politica e la legislazione non hanno tenuto il passo con gli schemi fiscali innovativi degli ultimi 20 anni. La risoluzione è stata adottata con 506 voti favorevoli, 81 contrari e 99 astensioni. Nel testo della risoluzione, i deputati propongono numerose misure per migliorare rapidamente la politica delle pratiche fiscali dannose, in particolare chiedono: •l’adozione di una definizione di “livello minimo di sostanza economica”, ovvero una soglia di attività economica all’interno di un paese al di sotto della quale una società non può essere considerata realmente stabilita in quel dato paese; •alla Commissione di elaborare orientamenti su come progettare incentivi fiscali equi e trasparenti che presentino minori rischi di distorsione del mercato unico; •alla Commissione di valutare l’efficacia dei regimi fiscali speciali sugli utili riconducibili ai brevetti (patent boxes) e ad altri regimi di proprietà intellettuale, •che le raccomandazioni specifiche per paese emesse ogni anno dalla Commissione siano dirette anche a ridurre la pianificazione fiscale aggressiva.I deputati chiedono una riforma completa del Codice di condotta sulla tassazione delle imprese (CoC – Code of Conduct), uno strumento utilizzato per affrontare la concorrenza fiscale dannosa. In particolare, i criteri, la governance e il campo di applicazione di tale codice dovrebbero essere rivisti.Con attenzione ai regimi fiscali preferenziali, gli attuali criteri del Codice di condotta per giudicare una pratica fiscale come dannosa sono ritenuti in parte obsoleti, in quanto tali regimi preferenziali sono stati sostituiti da altri sistemi. Tale riforma dovrebbe essere ampia e includere il criterio di aliquota d’imposta effettiva, in linea con la futura aliquota d’imposta effettiva minima da concordare a livello internazionale, oltre a requisiti di sostanza economica solidi e progressivi. Anche la governance dovrebbe essere riformata, per rendere le decisioni vincolanti e il processo decisionale più trasparente ed efficiente.Inoltre, i deputati hanno delineato un piano dettagliato per sviluppare un “quadro in materia di regimi fiscali aggressivi e aliquote d’imposta ridotte” che dovrebbe sostituire l’attuale codice di condotta.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artico: i deputati chiedono di ridurre la tensione nella regione

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

In una risoluzione adottata mercoledì sulle sfide geopolitiche e la sicurezza nell’Artico, i deputati ricordano che l’UE è impegnata nello sviluppo sostenibile e pacifico a lungo termine della regione e chiedono che gli stati artici e la comunità internazionale tutelino l’Artico come area di pace, di bassa tensione e di cooperazione positiva.Nel testo si sottolinea come l’attuale modello di governance artica, basato sul diritto internazionale, abbia giovato a tutti gli Stati artici e fornito stabilità alla zona.Il testo è stato approvato con 506 voti favorevoli, 36 contrari e 140 astensioni.I deputati invitano tutti i paesi interessati e l’UE a rispondere alle conseguenze estremamente allarmanti del cambiamento climatico nell’Artico, nel rispetto degli obiettivi dell’Accordo di Parigi.È inoltre necessario preservare la cultura dei popoli indigeni della regione e tutte le attività che hanno luogo nell’area, incluso l’utilizzo delle risorse naturali, dovrebbero rispettare i diritti dei popoli indigeni e degli altri abitanti e favorire tali popolazioni.Inoltre, dalla risoluzione emerge una seria preoccupazione per il progressivo rafforzamento militare russo nell’Artico, gesto che i deputati considerano ingiustificato, in quanto supera sensibilmente i legittimi scopi difensivi. Qualsiasi cooperazione con la Russia nella regione dovrebbe rispondere al principio di dialogo selettivo dell’UE con il paese. Allo stesso modo, la cooperazione non dovrebbe indebolire le sanzioni e le misure restrittive adottate a seguito delle azioni del governo russo in altre parti del mondo.I deputati si dicono anche molto preoccupati per gli imponenti progetti cinesi nell’Artico. L’UE dovrebbe monitorare con attenzione i tentativi della Cina di integrare la rotta del Mare del Nord nella sua iniziativa “Nuova via della seta” (Belt and Road Initiative), poiché ciò pone a rischio l’obiettivo di proteggere l’Artico dagli interessi geopolitici globali.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo chiede l’abrogazione della nuova legge sull’aborto in Texas

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

I deputati chiedono ai Paesi dell’UE di sostenere finanziariamente le organizzazioni della società civile statunitense che promuovono i diritti sessuali e riproduttivi e offrire un rifugio sicuro ai professionisti del settore medico che rischiano molestie legali o di altro tipo. Il Parlamento chiede al governo statunitense di depenalizzare l’aborto per proteggere le donne e le organizzazioni che forniscono assistenza sanitaria e servizi di aborto. Nella risoluzione si chiede inoltre l’approvazione di una protezione federale per l’accesso universale all’aborto per salvaguardare i servizi abortivi da divieti e restrizioni a livello statale.Infine, i deputati condannano fermamente l’arretramento nella salute e nei diritti sessuali e riproduttivi delle donne (SRHR) che sta avvenendo non solo negli Stati Uniti, ma anche in altre parti del mondo. Chiedono quindi al Servizio europeo di azione esterna (SEAE), alla Commissione e agli Stati membri di rafforzare le loro azioni per contrastare questo regresso dei diritti umani. La legge adottata dal Texas nota come Senate Bill 8 (SB8), entrata in vigore nel settembre 2021, è, de facto, un “divieto totale di aborto”, poiché non prevede alcuna eccezione in caso di stupro, incesto o per condizioni di salute del feto che mettano a rischio la vita della donna dopo la nascita. Questa legge è una delle 26 restrizioni all’aborto approvate in Texas nell’ultimo decennio e costituisce un ulteriore tentativo di minare i diritti delle donne e la libertà riproduttiva.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ocean Protection and Monitoring Technologies and Services

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

20 October 2021. This webinar, jointly organised by the European Investment Bank, the European Commission’s Directorate General for Maritime Affairs and Fisheries, the European Agency for the Space Programme (EUSPA), Copernicus Marine Services and OceanOPS, will present the latest developments on monitoring our seas so as to stimulate investment and partnerships between public institutions and private companies.Tackling the new sustainability challenges for EU’s blue economy, estimated at €650 bn of annual turnover as part of the European Green Deal, needs action from local decision makers and stakeholders.By investing in blue digital monitoring and protection technologies and services, regions, institutions and national protection authorities will not only protect assets, lives and biodiversity but also foster innovation and job creation in marine coastal areas and ensure that Europe regains technological leadership and autonomy. Recovery plans offer an opportunity to take advantage of these new digital technologies for monitoring and protecting our seas and coastal areas.Examples of the new innovative solutions that are already operational will be presented. They range from ocean energy applications, to services for improving search and rescue. Increased deployment of these services can have a real impact on the blue economy. The European Investment Bank’s advisory services are ready to support local authorities plans and efforts. The workshop will be introduced by Harald Gruber (European Investment Bank) and Fiammetta Diani (EUSPA), who will present the latest developments and welcome you.The event will be summarised in a digital document, which progressively could be updated with new local and pilot cases.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inauguration of the new Institute of Anthropology

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

Rome. 14 October 2021. To mark its inauguration, the Pontifical Gregorian University’s Institute of Anthropology. Interdisciplinary Studies on Human Dignity and Care (IADC), formerly the Centre for Child Protection (CCP), is holding an event entitled Safeguarding Vulnerable People by Promoting Interdisciplinary Academic Initiatives. With the participation of: Fr. Arturo Sosa Abascal, Superior General of the Society of Jesus; Cardinal Giuseppe Versaldi, Prefect of the Congregation for Catholic Education; Prof. Maria Cristina Messa, Minister for Universities and Research; Dr. Juan Carlos Cruz Crellew; Prof. Ernesto Caffo, President of Telefono Azzurro;Prof. Jörg Fegert, Ulm University. Moderator: Prof. Sheila the Baroness Hollins. Live streaming is available at bit.ly/common-commitment

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“A new approach for a sustainable Blue Economy”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

18 November 2021. This one day conference will focus on the importance of sustainable blue economy for delivering climate resilience, healthy and productive ocean and seas in Europe.The whole event will be staged live, in compliance with the current regulations and the Italian anti Covid-19 operational provisions for major live events and trade fairs. Some initiatives will also be accessible online.SEALOGY® is a major trade fair event dedicated to the sea and its resources. The event gives ample space to all key sectors of the Blue Economy: fishing and aquaculture, seaside and coastal tourism, maritime transport, marine biotechnology and renewable energies, marine and valley environment, shipbuilding and nautical, offshore activities.The programme of SEALOGY® includes conferences, seminars, workshops, showcases, demonstrations to address and discuss the most current issues on technological, seafood and environmental aspects. In addition to the classic trade fair activities, the event will give ample space to a full calendar of initiatives, with the participation of international experts. And there will be also room for networking activities such as the B2BLUE – Blue Brokerage Event, which allow companies, clusters, research centers, agencies and universities to connect, present their brand to potential technological and commercial partners and to discuss and develop ideas, business opportunities and synergies.SEALOGY® is a platform for discussions on sustainability (environmental, economic and social), marine biodiversity, climate change, pollutio, blue growth and innovation 4.0 as an important part of the economy that should not be underestimated.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »