Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 255

Archive for 23 dicembre 2019

A Piazza di Spagna il tradizionale presepe pinelliano

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Roma. Anche quest’anno l’amministrazione capitolina, in occasione delle festività natalizie, ha allestito a Piazza di Spagna (lato Via del Babuino), il tradizionale presepe artistico pinelliano che, a partire da oggi, potrà essere ammirato dal pubblico fino al 6 gennaio.
Il presepe fu realizzato dal Comune per la prima volta nel 1965, e accoglieva allora le statuine dello scultore leccese Antonio Mazzeo in una scenografia progettata dal pittore romano Angelo Urbani del Fabbretto e realizzata dallo scenografo Vincenzo Confidati. L’ambientazione e le figure erano ispirate alle caratteristiche scene popolari romane ottocentesche rappresentate da Bartolomeo Pinelli e per questo il presepe assunse l’aggettivo di “pinelliano”.Il presepe attuale è una ricostruzione recente (1986-1988), ma ripropone fedelmente l’originale, sia nella scenografia in legno e vetroresina, realizzata dalla ditta Romolo Felice, che nelle statuine in cartapesta: i trentatré personaggi, alti circa 70 cm, sono opera delle botteghe “I Messapi” e “De Tommasi” di Lecce.Come ogni anno, prima dell’allestimento, le statuine sono state sottoposte a un delicato intervento di manutenzione per contrastare gli effetti dannosi degli agenti atmosferici considerati i materiali facilmente deperibili con i quali sono realizzate.Per rendere possibile l’allestimento in occasione delle festività del 2019, la Sovrintendenza Capitolina ha realizzato un importante intervento di manutenzione delle scenografie che ha comportato il rifacimento di alcune porzioni strutturali verticali, la revisione delle parti in vetroresina e dei gradini delle pedane e il ripristino dell’intero impianto elettrico adeguato con lampade a led.L’intervento eseguito dalla Ditta Scene Up S.r.l. di Roma, su progetto e direzione scientifica dei funzionari della Sovrintendenza ha avuto un costo di € 37.868,80, compresa IVA.All’allestimento, coordinato dal Gabinetto della Sindaca, hanno collaborato la società Areti e il Dipartimento Tutela Ambientale – Servizio Giardini. A salvaguardia del Presepe è stato installato un impianto anti-intrusione perimetrale; un servizio di vigilanza costante, inoltre, sarà garantito, come è ormai tradizione, dalla U.O. I Gruppo Centro della Polizia Locale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto natalizio “Chivasso in Musica”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Chivasso giovedì 26 dicembre alle 21 nella chiesa di santa Maria degli Angeli settimo e ultimo concerto del 2019 della stagione “Chivasso in Musica”, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino. Protagonista dell’appuntamento sarà la Corale Polifonica di Sommariva Bosco, complesso diretto da Adriano Popolani che svilupperà un programma interamente dedicato al significato del Natale, interpretato da compositori che vanno dal Barocco ai giorni nostri. Sant’Alfonso Maria dei Liguori, nobile partenopeo vissuto a cavallo tra il Seicento e il Settecento, è l’autore del celeberrimo “Tu scendi dalle stelle”, ma anche del brano in lingua napoletana “Quanno nascette ninno”, che sarà eseguito durante il concerto. La musica contemporanea sarà rappresentata dal “Beata viscera” di Roberto Di Marino, dall’Ave Maria di Franz Biebl e da “A babe is born” di William Mathias. Non mancheranno l’evergreen “Stille Nacht” di Franz Gruber e i canti tradizionali, tra cui l’Adeste fideles e il “Nèt dè Tsallende” in lingua franco-provenzale valdostana di Paolo Manfrin. Il concerto rientra nel cartellone delle iniziative natalizie ed è sostenuto dall’assessorato al Commercio della Città di Chivasso. Alla serata parteciperà la Confraternita enogastronomica del Sambajôn e dij Nôaset. L’ingresso sarà come di consueto con libera offerta a partire dalle 20,30.
Il primo appuntamento di Chivasso in Musica nel 2020 è invece in programma sabato 18 gennaio alle 21 nel teatro dell’Oratorio Carletti. Sarà il tradizionale concerto di San Sebastiano, una serata con gli Abbà del Carnevale tra il serio e il faceto con l’Arsnova Orchestra, diretta da Fulvio Creux, con la soprano Ilaria Alida Quilico, il tenore Omar Mancini e Floriano Rosini all’euphonium. Domenica 19 alle 18,30 nel Duomo si celebrerà la Messa di San Sebastiano, patrono del Magnifico Coro degli Abbà, presieduta dal Canonico don Davide Smiderle, prevosto della Collegiata e Priore degli Abbà. La funzione sarà accompagnata dalla Corale di Bairo diretta da Andrea Giovando e dall’organista Gianmattia Gandino. http://www.chivassoinmusica.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra “La storia dello sci a Pragelato e nelle Valli”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Pragelato (To). Da giovedì 26 dicembre a martedì 21 gennaio a Pragelato, per iniziativa del Comune e della Fondazione Giuseppe Guiot Bourg, sarà visitabile la mostra “La storia dello sci a Pragelato e nelle Valli”, curata dal MUSEP – il Museo Civico Etnografico del Pinerolese – e dal Centro Arti e Tradizioni Popolari. La mostra, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino, documenta il vissuto degli sciatori, pionieri e contemporanei, agonisti e turisti, ma anche l’evoluzione tecnica della disciplina, la passione che ha animato e anima atleti e “sciatori della domenica”. Si potranno ammirare le immagini delle tante generazioni di appassionati che si sono avvicendate sulle nevi della Val Chisone e dell’Alta Valle di Susa, le fotografie dei primi impianti di risalita, del paesaggio di cui diventarono parte integrante e dell’equipaggiamento degli sciatori d’antan. Dai bianchi e neri dello sci pionieristico si arriva senza soluzione di continuità alle immagini a colori, soprattutto a quelle che documentano una Pragelato sulla ribalta mondiale dello sci nordico in occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006, quando il Re Harald V salì in Val Chisone a fare il tifo per i fondisti, i saltatori e i combinatisti nordici norvegesi mentre gli italiani si esaltavano per le imprese di Pietro Piller Cottrer, Giorgio Di Centa, Fulvio Valbusa e Christian Zorzi. Le immagini poste su pannelli, le vecchie cartoline, le fotografie color seppia, gli articoli, i documenti, gli oggetti e gli articoli sportivi, i memorabilia delle Olimpiadi provengono dal MUSEP, da collezioni private e dalle case dei pragelatesi. L’esposizione allestita negli spazi dell’Ufficio del Turismo verrà inaugurata giovedì 26 dicembre alle 17con la partecipazione delle autorità locali e sarà visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

«Per Capodanno hotel della montagna pieni al 70%»

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Sauris (Udine). La montagna si prepara a riempirsi di turisti in vista di Capodanno. E i numeri sono in linea con quelli dello scorso anno, come racconta Paola Schneider, presidente di Federalberghi Fvg: «Gli hotel, tanto in Carnia quanto nel Tarvisiano, saranno pieni al 70% per il periodo post natalizio – racconta – e nella località “di punta” i soggiorni avranno una durata media di 4-5 giorni. Per le stazioni sciistiche minori, invece, la permanenza sarà leggermente inferiore, fra le due e le tre giornate». Dopo un Natale in città, o comunque “casalingo”, i visitatori cominceranno a muoversi. In montagna la neve ha già fatto capolino, ma l’auspicio è che ci siano ulteriori precipitazioni nel prossimo periodo: «Speriamo che il meteo sia clemente – aggiunge Schneider -, sappiamo che la gente ama la montagna per stare tranquilla, per poi uscire a festeggiare il Capodanno con tutto il fascino del contorno delle nostre zone. A prescindere dall’arrivo della neve, non credo ci saranno disdette nelle prenotazioni». Da dove provengono i visitatori? «Di stranieri ne sono previsti davvero pochi, mentre a fare la parte del leone saranno, oltre ai friulani, anche turisti provenienti da Veneto, Emilia Romagna e Lombardia» anticipa la presidente di Federalberghi Fvg. Dopo il 1° gennaio è previsto un fisiologico calo di presenze, poi pronte a riprendere quota dopo l’Epifania grazie alle settimane bianche dove le persone in arrivo dall’estero saranno ben più abbondanti di quelle italiane.Ad agevolare la situazione saranno anche i servizi: «Zoncolan e Forni di Sopra sono ben strutturati in questo senso già da diverso tempo, mentre Arta, con le terme, cercherà di intercettare i turisti diretti sullo Zoncolan – dice ancora la referente di categoria -. Ben vengano anche i nuovi eventi studiati nel Tarvisiano per il periodo delle Feste, a dimostrazione che c’è la necessaria attenzione verso i turisti». Potrà dare buoni riscontri, secondo la presidente di Federalberghi Fvg, anche la riapertura con nuova gestione del Centro benessere in località Velt, a Sauris. «Oltre a tutto questo – evidenzia Schneider – sono sempre di grande impatto le varie manifestazioni proposte, un esempio su tutti le fiaccolate sulle piste da sci, sempre di grande impatto». Per Capodanno, dunque, oltre due terzi delle strutture sono prenotate «ed è certamente un buon valore – conclude Schneider -. Ovunque c’è una buona scelta, a livello di alberghi e opportunità di svago. Oggi c’è possibilità di viaggiare dovunque, ma direi che stiamo facendo il nostro per intercettare quanti più turisti è possibile».

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale e Capodanno in crociera, al primo posto c’è Dubai

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Quello che fino a qualche anno fa era un sogno per pochi o tuttalpiù assomigliava al titolo di un cinepanettone, adesso è realtà. Sono sempre di più infatti gli italiani che passano il “Natale in crociera”.Secondo l’Osservatorio Ticketcrociere, le prenotazioni per le due settimane del periodo Natale-Capodanno (ovvero le partenze dal 18 al 31 dicembre) sono aumentate del 4% rispetto allo scorso anno, in linea con lo stato di salute del settore.Ecco la fotografia delle destinazioni scelte dagli italiani che passeranno le vacanze a bordo di una nave: Mediterraneo per il 38%, seguito dai Caraibi al 22% e dal Medio Oriente al 21%; quarto posto per il Sud America con il 9%, chiude l’Oriente con un 5%, con il resto del mondo che si divide l’ultimo 5% del totale.Oggi passare le feste al caldo è un desiderio che si realizza. La sorpresa, rispetto al 2018, è il Sud America, che – grazie ai nuovi itinerari in programma – segna il +247%. Molto bene anche il Medio Oriente, trainato dagli Emirati Arabi, con il +40% rispetto alle vacanze di Natale 2018. Confermata la flessione dei Caraibi d’inverno, al -13%, mentre resta stabile il Mediterraneo (crescita del +1%). I cinque porti di imbarco principali nel mondo, per numero di partenze, sono: Dubai, Genova, Miami, Civitavecchia e Buenos Aires.I passeggeri nelle due settimane di Natale e Capodanno per il 52% sono famiglie; c’è un 46% di coppie e sono il 2% i single che scelgono di partire a bordo di una nave da crociera. Sulla scelta della sistemazione, il 41% opta per una più economica cabina interna, ma chi sceglie l’esterna predilige il balcone (36%) all’oblò (17%); per il 6% ci sono le suite. «Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, aumentano del 6% i crocieristi italiani che scelgono le cabine interne – dice Nicola Lorusso, amministratore di Ticketcrociere – Dall’altra parte continua a crescere la richiesta di lusso, visto che c’è un +11% di viaggiatori che prenotano le suite». Si parte di più, si spende di meno. Se il budget medio a cabina nel 2018 era 4.532 euro, quest’anno è 4.295 euro (-5%), che si traduce in oltre 200 euro in meno a cabina.Ticketcrociere è il brand italiano di Taoticket S.r.l, agenzia di viaggi online specializzata nel segmento crociere che nel 2018 ha fatto registrare quasi 20mila prenotazioni, per un volume d’affari di circa 16 milioni di euro. Per il 2019 l’azienda prevede una crescita del 22%, con un fatturato che toccherebbe quota 20 milioni di euro.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raggi: “In un anno investiti oltre 100 milioni di euro per nuovi bus”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Una flotta bus rinnovata, migliaia di posti di lavoro tutelati in due grandi aziende italiane, Atac e Industria Italiana Autobus, e un servizio di trasporto pubblico migliore per la città di Roma. Sono i risultati degli investimenti che Roma Capitale ha fatto in due anni con l’acquisto dei nuovi autobus: ordini commissionati alla società Industria Italiana Autobus (IIA), tramite piattaforma Consip. Entro novembre del prossimo anno saranno in circolazione sulle strade di Roma ulteriori 328 nuovi mezzi acquistati negli ultimi mesi.La Sindaca di Roma Virginia Raggi si è recata oggi in visita presso lo stabilimento di Industria Italiana Autobus a Flumeri, in provincia di Avellino, insieme al Presidente di Atac, Paolo Simioni, alla presenza dell’Amministratore delegato di IIA, Giovanni De Filippis.
Saranno prodotti proprio a Flumeri i 328 nuovi bus ordinati negli ultimi mesi dall’amministrazione capitolina su piattaforma Consip: di questi 322 sono finanziati da risorse proprie di Roma Capitale per un investimento di 101 milioni di euro e 6 con fondi del ministero dell’Ambiente.Grazie alla commessa capitolina, lo stabilimento sta riavviando la produzione, con il rientro di centinaia di lavoratori in fabbrica, più di 80 soltanto nelle ultime 4 settimane. Nel 2020 la fornitura di Roma Capitale sarà di gran lunga la principale per la società.
“Oltre 100 milioni di euro investiti nell’acquisto di nuovi bus e due grandi aziende italiane salvate in un colpo solo. Oggi confermiamo ancora una volta che il percorso di risanamento avviato dalla nostra amministrazione per il servizio di trasporto pubblico capitolino è quello giusto. È una grande soddisfazione poter incontrare operai e dipendenti che contribuiscono con il loro lavoro alla realizzazione di nuovi mezzi per la nostra città. Da un lato Industria Italiana Autobus aumenterà la sua produzione in Italia, dall’altro Atac, con i nuovi bus, può continuare a potenziare il servizio offerto e a tenere fede agli impegni presi con l’avvio del concordato. Sono risultati importanti. Abbiamo creduto nel progetto Atac, abbiamo dato lavoro alle imprese che ruotano intorno a questa grande società, sostenendo intere famiglie e permettendo nuove assunzioni, nell’interesse della collettività. Ricordo inoltre che, con i 227 mezzi arrivati quest’anno, entro fine mandato avremo oltre 700 nuovi bus su strada. I nuovi mezzi miglioreranno soprattutto i collegamenti per le nostre periferie”, ha dichiarato la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: Festa di Roma 2020

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Roma. La Festa di Roma 2020 è dedicata al tema della Terra e alla relazione fra uomo e Natura. Un’ode alla straordinaria bellezza, vitalità e grandiosità della Natura, che partirà la sera del 31 dicembre al Circo Massimo e proseguirà per 24 ore, come il ciclo di una giornata e come il tempo di una rotazione del nostro pianeta. Una festa pensata come un viaggio nella Natura, all’interno degli ecosistemi terrestri e delle loro biodiversità, interpretato poeticamente nella giornata dell’1 gennaio come un percorso attraverso cinque ambienti immersivi. Questi cinque ecosistemi, coesisteranno e si contamineranno nella vasta area a disposizione della festa (compresa tra Piazza dell’Emporio, Ponte Fabricio, Giardino degli Aranci e Piazza Bocca delle Verità): il mondo del ghiaccio e dell’acqua dolce / il mondo colorato dei pascoli e delle praterie / il mondo dei deserti / il mondo delle giungle, delle foreste e dei boschi / il mondo del mare.
La quarta edizione de “La Festa di Roma 2020”, promossa da Roma capitale a titolo gratuito, si svolgerà per 24 ore dalla sera del 31 dicembre alla sera dell’1 gennaio, in occasione del Capodanno. Inizierà a partire dalle ore 21.10 al Circo Massimo con DEEP NATURE, uno spettacolo di luci, proiezioni e musica dedicato al nostro Pianeta con immagini del videoartista olandese ARMAND DIJCKS e degli italiani OFFICINE_K.
Seguirà alle ore 21.25 ASCANIO CELESTINI, moderno cantastorie, che intratterrà il pubblico con lo spettacolo LA TERRA INVENTATA raccontando favole della tradizione orale in una veste inedita e duetterà, per l’occasione, con la RUSTICA X BAND diretta da PASQUALE INNARELLA, una numerosa orchestra di bambini e adolescenti nata all’interno del Centro Diurno della Cooperativa Sociale Onlus Nuove Risposte, come attività di formazione e intrattenimento per prevenire il disagio giovanile nella periferia romana. Le favole raccontate da Celestini apriranno la strada a una serata con grandi artisti italiani e stranieri: vivremo il racconto di una Terra Madre, di una fertilità artistica capace di raccontare con la musica e con lo spettacolo dal vivo una Terra diversa e migliore.
Alle ore 22.10 si svolgerà lo spettacolo aereo di grande impatto e rara delicatezza dedicato alle silfidi figure dei boschi, SYLPHES, della compagnia spagnola AERIAL STRADA, con le coreografie di EDUARDO ZÚÑIGA, la regia di ROBERTO STRADA e la musica della PMCE – PARCO DELLA MUSICA CONTEMPORANEA ENSEMBLE, diretta da TONINO BATTISTA che, in questa felice coproduzione Italia-Spagna, suonerà dal vivo Le Quattro Stagioni di Vivaldi riscritte dal compositore contemporaneo Max Richter. Violino solista Francesco Peverini.Dalla danza aerea si passerà agli echi di sirena della musica rock di CARMEN CONSOLI (ore 22.55), che eseguirà dal vivo alcuni dei suoi brani più famosi accompagnata da Massimo Roccaforte alla chitarra, Luciana Luccini al basso, Antonio Marra alla batteria ed Elena Guerriero alle tastiere.
Alle ore 23.50 inizierà il COUNTDOWN PER LA MEZZANOTTE e lo SPETTACOLO PIROTECNICO A CURA DI ACEA con musica dal vivo della PMCE – PARCO DELLA MUSICA CONTEMPORANEA ENSEMBLE, che suonerà December del noto e geniale compositore statunitense Michael Torke.
Alle ore 00.10 salirà sul palco PRIESTESS, la sacerdotessa della musica urban che si sta affermando nel mondo del rap e che ha dedicato a nomi di donne famose la maggior parte dei suoi pezzi. Surriscalderà il Circo Massimo con una performance che unisce sonorità hip-hop e trap al suo talento nel canto e lo consegnerà alle 00.30 direttamente nelle mani dell’artista più in grado, fra tutte e tutti, di essere il simbolo di una terra che esplode e ingloba: SKIN, icona pop rock, leader della band londinese Skunk Anansie e portavoce indiscussa dei diritti umani. SKIN, dal centro del Circo Massimo, come in un ideale centro della Terra, proporrà 2 ore di djset con una miscela esplosiva di suoni di derivazione Tech/House. Alle ore 2.30 la Notte più lunga dell’anno sarà infuocata dal ritmo impetuoso del dj set di LADY COCO: HipHop, RnB, DanceHall, Moobathon il suo inconfondibile sound magico e irriverente contaminerà ogni dove. Alle performance già annunciate, si aggiungono il 31 dicembre il djset di LADY COCO e nella giornata dell’1 gennaio questi nuovi progetti artistici italiani e internazionali: la compagnia italiana EVENTI VERTICALI con il progetto di danza VERTICAL PLANET e la performance di teatro aereo THE ICE EXPERIENCE, gli artisti del ghiaccio ANDREA E ALESSANDRO VITALE con le loro sculture, la compagnia belga SHOWFLAMME con l’installazione di fuoco SPARKLING VIBES e la performance GAÏA con fulmini di luce, lo spettacolo acrobatico di parkour della compagnia francese CIE LÉZARDS BLEUS, la performance NOUSTUBE del francese JÖRGE MÜLLER e la video installazione 8bit NATURE di FLxER TEAM ispirata agli animali che abitano i poli. L’immagine di quest’anno, realizzata dall’illustratrice Chiara Fazi, è stata cucita sul tema dell’evento: la Madre Terra. L’artwork, interamente dipinto a mano e animato digitalmente, racconta la festa visionaria coinvolgendo lo spettatore attraverso tanti sipari che celano altrettanto mondi: un grande collage, un festival di dimensioni surreali e universi naturali. La Festa di Roma 2020 proseguirà, come in un flusso continuo, fino alla sera dell’1 gennaio con interventi artistici di importanti compagnie internazionali, parate, spettacoli, installazioni site specific, performance musicali e video, che saranno realizzate tra Piazza dell’Emporio, Isola Tiberina, Giardino degli Aranci e Piazza Bocca delle Verità.
1 GENNAIO 2020 Già a partire dalla mezzanotte si attiveranno lungo il percorso le installazioni KEYFRAMES/GAME STORIES e SPIDER CIRCUS, realizzate ad hoc per la Festa di Roma dagli artisti francesi di GROUPE LAPS a cura dell’Associazione Teatro di Roma. Lunghi tentacoli di polipo spunteranno inoltre dalle finestre del Palazzo dell’Anagrafe grazie all’installazione artistica TENTACLES degli artisti inglesi FILTHY LUKER & PEDRO ESTRELLAS, a cura dell’Azienda Speciale Palaexpo.L’alba dell’1 gennaio sarà festeggiata al Giardino degli Aranci dove avrà luogo, dalle ore 7 alle ore 8.30, il concerto THE FIRST HOUR/LA PRIMA ORA (a cura dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia) del pianista e performer MARINO FORMENTI. Nella liturgia ecclesiastica, l’Ora Prima era il primo servizio di preghiera del mattino. Così Formenti offrirà una celebrazione musicale invitando tutti a mettersi comodi e inaugurare con lui l’inizio del primo giorno del nuovo anno. Suonerà sia brani propri che musiche di Bach, Brian Eno, Frescobaldi, Nirvana, Pink Floyd, canzoni popolari zingare, arabe ed altro.La mattina dell’1 gennaio sarà dedicata alla conoscenza del territorio e dello spazio che ci circonda con il progetto AUGURALE – RITUALE D’INIZIO PER IL 2020 a cura delle Biblioteche di Roma e con la progettazione di LEONARDO DELOGU e VALERIO SIRNA, fondatori del progetto di ricerca DOM. Il rito inizierà al Teatro Tor Bella Monaca con una camminata pubblica dall’alba al tramonto attraverso la città di Roma, dalle sue propaggini est fino alle densità del centro e dunque ai luoghi della festa.Questa passeggiata artistica per adulti e bambini – che sarà condotta da Delogu e Sirna in collaborazione con una comunità di artisti, architetti, fotografi e performer – prevederà una serie di tappe nelle biblioteche situate lungo il tragitto: Biblioteca Gianni Rodari ore 10.30, Teatro Biblioteca Quarticciolo ore 12.00, Biblioteca Goffredo Mameli ore 12.30. Inoltre, il 1° gennaio, saranno eccezionalmente aperti dalle 14 alle 20 i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano, il Museo dell’Ara Pacis e il Museo di Roma Palazzo Braschi con biglietto di ingresso a tariffazione ordinaria. L’ingresso sarà invece completamente gratuito per i possessori della MIC. Ecco il programma completo della Festa.
Dalle prime ore del pomeriggio del 1° gennaio la festa si sposterà tra Piazza dell’Emporio, Ponte Fabricio, Giardino degli Aranci e Piazza Bocca delle Verità con interventi artistici di importanti compagnie internazionali e 18 site specific realizzati in esclusiva per la manifestazione, che consentiranno agli spettatori di immergersi in ogni singolo ecosistema e, all’interno di questo, di partecipare attivamente a spettacoli, installazioni, performance musicali e video ad esso specificatamente dedicati. Si entrerà nei mondi della festa attraverso quattro STARGATE, immaginarie porte d’accesso che consentiranno di ammirare le video installazioni a tema concepite dai video artisti TOMMASO FAGIOLI, VIRGINIA ELEUTERI SERPIERI e GIANLUCA ABBATE (a cura di Casa del Cinema e Fondazione Cinema per Roma) e di mettere in connessione le persone grazie ad una diretta live che permetterà loro di guardarsi da una parte all’altra del percorso. Saranno molteplici anche gli interventi artistici con il diretto coinvolgimento dei cittadini, sia all’interno delle singole performance che mediante specifiche call.
Fondazione Musica per Roma ha chiamato a raccolta i chitarristi amatori attraverso la CALL 100 CHITARRE finalizzata a formare una orchestra di 100 elementi, diretta dal Maestro TONINO BATTISTA e guidata dai solisti del PMCE – PARCO DELLA MUSICA CONTEMPORANEA ENSEMBLE, che eseguirà dal vivo in prima mondiale il nuovo lavoro commissionato al compositore statunitense Mark Grey e ispirato all’opera “La Mer” di Charles Debussy. I 100 chitarristi occuperanno il marciapiede e le finestre del Palazzo dell’Anagrafe.Con l’Azienda Speciale Palaexpo arriverà alla Festa di Roma l’artista danese KAROLINE H. LARSEN che, come una novella Arianna e con il sostegno di una squadra di venti persone che hanno risposto alla sua chiamata, realizzerà la performance partecipativa COLLECTIVE STRINGS tessendo lunghissimi fili colorati su un gigantesco ordito e trasformando così in un labirinto l’area verde di largo Amerigo Petrucci. Dal Teatro di Roma è partita, invece, una call pubblica rivolta a circa 200 cittadini, adulti e bambini, che prenderanno parte alla grande opera collettiva che sarà realizzata dall’artista francese OLIVIER GROSSETÊTE, uno dei più geniali protagonisti della scena europea e famoso nel mondo per le sue costruzioni di Città Effimere, realizzate con il solo utilizzo di cartoni e la partecipazione della cittadinanza. Per la Festa di Roma creerà appositamente, utilizzando solo scotch e cartoni, un’opera site specific mai realizzata prima d’ora, dal titolo EPHEMERAL THEATRE: una costruzione alta 17 metri che riproduce il Teatro di Marcello e su cui alla fine si esibirà anche ANTOINE LE MÉNESTREL, un acrobata specializzato in parkour, con una performance dal titolo LA SURPRISE.
Tutti, invece, potranno cantare e ballare durante la grande parata, IL SUONO DELLA TERRA, proposta dall’ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA DIRETTA DA AMBROGIO SPARAGNA in cui musicisti che incedono ostentando maschere di arieti si esibiranno in un repertorio di canti e di balli popolari dell’Italia centro-meridionale, tra saltarello, pizzica e tarantella. Una vera e propria festa itinerante con organetti, tamburelli, ciaramelle, voci e ballerini, a cui prenderanno parte anche il Corpo di Ballo Popolare dell’Auditorium e le maschere e i campanacci degli Aurunci.
Il Teatro di Roma porterà per le strade della Festa altre tre parate spettacolari. Due sono a cura della compagnia francese REMUE MÉNAGE, sono ispirate alle creature del cielo e degli abissi e prevedono la partecipazione, su chiamata, di circa venti persone. La parata L’ENVOL, nel Mondo colorato delle praterie e dei pascoli, sarà un’affascinante processione di uccelli che ci cattureranno con la loro danza aerea e la loro vitalità e ci trascineranno in un’opera pop-rock. La parata ABYSSES, nel Mondo del mare, darà invece vita a un sorprendente corteo luminoso di meduse, cavallucci marini, stelle e pesci scintillanti, che prenderanno vita grazie ad audaci burattinai.
La terza parata, LES TAMBOURS DE FEU, a cura dei baschi CIE DEABRU BELTZAK, sarà un musicale incedere di fuoco e teste di arieti che mette in comunicazione il Mondo dei deserti con il Mondo colorato dei pascoli e delle praterie.
La Fondazione Musica per Roma proporrà nel pomeriggio altre due performance ispirate a “La Mer” di Charles Debussy: la performance di musica elettronica con installazione interattiva a cura del compositore GIOSUÈ GRASSIA e dei suoi allievi dei corsi di Composizione Musicale Elettroacustica del Conservatorio di Benevento, e la performance TOUT LA MER DU MONDE del DANIELE ROCCATO QUINTET, un viaggio multietnico e multiculturale nell’ignoto mare del mondo, guidato dal contrabbassista Daniele Roccato, tra le sonorità della musica classica indiana e persiana, della musica classica contemporanea, e della musica elettronica. Con lui i musicisti Alireza Mortazavi – santur, Mariasole De Pascali – flauti, Sanjay Kansa Banik – tabla, Luigi Ceccarelli – elettronica.
Nel pomeriggio dell’1 gennaio tornerà il gruppo francese GROUPE LAPS che, con la performance Spider Circus, trasformerà piazza Bocca della Verità in una enorme ragnatela su cui si muoveranno, a un’altezza di 3 o 4 metri, giganteschi ragni, che – grazie a giochi di luce e al supporto di suoni selvaggi e musica da orchestra – animeranno il Mondo delle giungle, delle foreste e dei boschi mostrando e ingigantendo ciò che normalmente è nascosto agli occhi degli uomini. Altri dettagli sugli eventi da Natale a CCapodanno sono reperibili su: http://www.lafestadiroma.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Leave a Comment »

Impronta digitale batterica: il fingerprint che ci rende unici

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Ognuno di noi è differente e YOVIS – linea di fermenti lattici di Alfasigma – lo sa. Come sa, tra l’altro, che questa unicità esiste anche a livello di flora intestinale. Ognuno di noi, infatti, oltre ad avere delle impronte digitali uniche, una propria biometria vocale e un’iride differente da quella di chiunque altro, ha una flora intestinale – microbiota – composta da un nucleo di specie batteriche comuni a tutti e da un nucleo di batteri unici e per ciascun individuo: il “fingerprint batterico”, ossia l’impronta digitale batterica.Questa si forma a partire dalla nascita e si costituisce fino più o meno all’età di 4 anni, dopodiché cambia poco nel corso della vita.I microrganismi che colonizzano il nostro intestino intervengono in numerosi processi fondamentali per il nostro benessere: “La loro coesistenza pacifica” – spiega Paola Benatti, Responsabile Sviluppo Nutraceutici R&D – è detta Eubiosi. Quando invece questo equilibrio viene meno, si parla di Disbiosi.”“La disbiosi” – continua la dottoressa Benatti – “è dovuta ad esempio ad eccessi alimentari, stili di vita scorretti o all’utilizzo di antibiotici; dà luogo a disturbi come gonfiore addominale, mal di pancia e può alterare la regolarità intestinale causando diarrea o stitichezza. In caso di disbiosi, per ripristinare il corretto equilibrio della flora intestinale, occorre assumere probiotici, prodotti a base di batteri “buoni”. I probiotici aiutano a ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale contrastando la proliferazione dei batteri patogeni.”Chiara Francini, Brand Manager Yovis commenta: “Abbiamo voluto diffondere questo concetto così importante e poco noto come l’unicità del microbioma umano anche nel nostro spot. La linea di integratori alimentari YOVIS offre una varietà di referenze che possono essere scelte in base alle proprie preferenze, alle abitudini e allo stile di vita: chi preferisce le caps, chi invece trova più pratico assumere ad esempio gli stick o chi ancora l’ultima novità in flaconcini.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cybersecurity, Mollicone (FdI): “Da documento Copasir conferme di nostri allarmi su 5G

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Il documento conclusivo dei lavori dell’indagine sulla sicurezza delle telecomunicazioni del comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica conferma i nostri allarmi sulla presenza di aziende collegate con la Repubblica Popolare Cinese nelle nostre infrastrutture TLC. Il rischio viene dunque certificato dal Copasir, che prende in considerazione le normative di riferimento della Cina sulle aziende, che impone piena collaborazione e condivisione di informazioni con le gerarchie militari e politiche. Il combinato disposto della legge sulla Sicurezza Nazionale e quella sulla Sicurezza Cibernetica della dittatura comunista cinese obbliga, in via generale, cittadini e organizzazioni a fornire supporto e assistenza alle autorità di pubblica sicurezza militari e alle agenzie di intelligence ed impone agli operatori di rete di fornire supporto agli organi di polizia e alle agenzie di intelligence nella salvaguardia della sicurezza e degli interessi nazionali. E’ quindi necessario ora mettere in discussione la presenza di aziende cinesi come Huawei e ZTE nelle nostre infrastrutture strategiche, tutelando la sovranità digitale italiana, le informazioni e dati sensibili riconducibili a cittadini, enti e aziende italiani.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nissoli – Fantetti (FI): Bilancio/Serve più attenzione per gli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Questa legge di bilancio, ancora una volta, si presenta all’esame della Camera dei Deputati priva di una discussione attenta alle esigenze degli italiani all’estero e con la imminente richiesta del voto di fiducia da parte del Governo! Ha già superato il vaglio del Senato con una maggioranza che non si è fatta carico di assicurare quello che gli italiani all’estero chiedono da tempo, cioè una attenzione vera, un riconoscimento del loro ruolo nel Sistema Italia nel mondo. Abbiamo fatto sinergia tra Camera e Senato condividendo le necessità più ampie del nostro elettorato; ma l’attenzione verso i pensionati, la promozione della lingua e cultura italiana, la parità fiscale con chi risiede sul territorio nazionale, per quanto riguarda la tassazione degli immobili, è stata irrilevante con conseguenti scarse risorse messe a disposizione. Solo 500 mila euro in più per la promozione della Lingua e Cultura Italiana all’estero ed 1 milione di euro aggiuntivi per i Comites per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022. Ci si aspettava un cambio di passo dall’entrata del PD al Governo, ma si vedono solo piccoli segnali, certamente non sufficienti ad implementare politiche emigratorie adeguate alla situazione italiana.Poi, per quanto riguarda l’IMU, nessuna concessione!Per ora non possiamo che ribadire, un giudizio negativo su questa manovra di bilancio nonostante alcuni risultati raggiunti anche grazie al contributo di Forza Italia in Senato!”. Lo hanno dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald ed il sen. Raffaele Fantetti, eletti nelle fila di Forza Italia nella Circoscrizione Estera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti Locali, Manovra \ Castelli: “Torino approva bilancio in anticipo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Torino ha approvato, dopo 24 anni, il bilancio di previsione della Città prima della fine dell’anno. Lo ha fatto, certamente, grazie ad un grande lavoro di squadra che ha messo in campo il Sindaco Chiara Appendino, assieme alla Giunta Comunale e all’Amministrazione, ma anche grazie al fatto che, per la prima volta, dopo tanti anni, i Comuni sapevano che dalla Legge di Bilancio non sarebbero arrivate sorprese negative, e quindi hanno potuto pianificare il loro lavoro e programmare adeguatamente gli interventi necessari da realizzare, nell’interesse della Città e dei cittadini.Stiamo dedicando, al lavoro con i Comuni e per i Comuni, molte delle nostre energie, io stessa me ne occupo quotidianamente da quanto ho iniziato, ormai 18 mesi fa, la mia esperienza al Ministero dell’Economia e delle Finanze. E sono contenta che i risultati inizino a vedersi, lo sono ancora di più, perché la Città di Torino, solo qualche anno fa, prima dell’Amministrazione Appendino, si trovava in una situazione di bilancio complicata. Adesso, invece, applicando molte delle norme che abbiamo introdotto in questi mesi, sta arrivando ad un riequilibrio dei conti.Sono certa che l’esempio positivo di Torino potrà essere seguito da molti altri Comuni. Approvare il bilancio di previsione nei termini vuol dire più tempo per pianificare, programmare e far partire i lavori e attività necessarie e utili ai cittadini”. Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il decreto scuola è legge: 48 mila docenti potranno essere assunti nei prossimi anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Allontanandosi per cinque anni dalle famiglie. Ma in 150 mila continueranno a fare i supplenti, in spregio alla continuità didattica con aggravi per le casse dello Stato. Chi governa la Scuola infatti forse non sa che ogni precario costa 25 mila euro in più a tutti i contribuenti. Senza dimenticare che in migliaia continueranno a essere licenziati o a insegnare senza abilitazione. Inoltre, si introducono ben otto graduatorie per assumere in ruolo i futuri insegnanti, a differenze delle due precedenti, con una inevitabile “guerra” giudiziaria che si scatenerà in tribunale, mentre il personale amministrativo delle scuole continuerà a essere chiamato con un contratto a tempo determinato per pochi euro.È stato oggi approvato in Senato, senza modifiche, il testo salva scuola, licenziato dalla Camera dei Deputati ad inizio dicembre, rinominato “salva-precari” ma poi da qualcuno durante il dibattito parlamentare ribattezzato “ammazza-precari”.Di certo, per Anief la serie di provvedimenti approvati oggi a Palazzo Madama non salvano praticamente nessuno: perché si promette a 24 mila precari con 36 mesi di servizio nella sola scuola statale un’assunzione, ma solo laddove le ex graduatorie permanenti siano esaurite; si inventano di sana pianta otto graduatorie per entrare nei ruoli dello Stato, complicando il vecchio doppio canale di reclutamento; si ignora il problema della supplentite nella scuola dell’infanzia e nella primaria, si fa finta di non sapere che ci sono miriadi di docenti di religione cattolica che fanno i supplenti da anche vent’anni, che esistono decine di migliaia di assistenti amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici precari, che vi sono oltre 600 facenti funzione Dsga.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comparto istruzione e ricerca: Il ministro Fioramonti si impegna ancora una volta su rinnovo contratto

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

L’elenco delle osservazioni del giovane sindacato prevede risorse aggiuntive per il rinnovo contrattuale; cancellazione del precariato, con l’assunzione di tutti i supplenti con almeno 36 mesi svolti, degli idonei dei concorsi e il reintegro di chi è stato licenziato anche dopo l’anno di prova; l’avvio di procedure speciali per conseguire abilitazione e specializzazione su sostegno; l’attivazione di concorsi per laureati e riservati a personale con 24 mesi di servizio; l’avvio di un concorso riservato per DSGA rivolto agli amministrativi facenti funzione per almeno tre anni o agli Ata con cinque anni di servizio; l’adeguamento dei livelli retributivi alle nuove qualifiche; l’aumento delle mansioni e delle responsabilità non previste in origine nella corrispondente qualifica; l’avvio di una procedura straordinaria di immissioni in ruolo per gli Ata con 24 mesi svolti; l’attivazione dei posti in organico per i profili As e C; la formazione in servizio per gli Ata di ruolo che ha partecipato ai passaggi verticali; l’estensione al personale Ata, anche precario, della card per la formazione. Per i docenti ha chiesto di sgravare l’eccessivo carico di compiti burocratici e garantire libertà d’insegnamento; di avviare un’indagine nazionale sugli episodi di burnout; la riattivazione delle procedure di mobilità professionale, come per gli Ata, riducendo da 5 a 3 anni il vincolo di permanenza. Per l’Università, si è chiesto di ripristinare il profilo del ricercatore a tempo indeterminato, come prevede la Carta europea dei Ricercatori e di consentire agli atenei di aumentare l’ammontare della componente variabile del fondo per il trattamento accessorio. Per l’Afam, infine, di assumere nazionali diverse da quelle ad esaurimento.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concluso il restauro della facciata principale del Rondò meridionale di Palazzo Pitti

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

L’intervento, compiuto dalle Gallerie degli Uffizi in collaborazione con la Soprintendenza e costato circa 300mila euro, è durato poco più di un anno. A determinare la necessità di una vasta operazione di restauro di questa parte della facciata era stata la caduta di frammenti delle pietre di rivestimento, che in alcuni punti erano in condizioni di grave degrado. Con il restauro, partito immediatamente, è stata effettuata un’accurata revisione di tutto il prospetto e un consolidamento del bugnato di pietra, anche mediante l’impiego di tecniche innovative. L’intervento è stato accompagnato da un’estesa campagna di indagini diagnostiche, condotte dal laboratorio di restauro della Soprintendenza e dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze. Per mettere in sicurezza i grandi blocchi di pietra forte, segnati da vene di calcite che ne frammentano la continuità, sono state realizzate legature in cavo di acciaio: un metodo di intervento che costituisce una vera novità tecnica. E’ la prima volta, dagli anni ’90, che una parte delle facciate di Palazzo Pitti viene restaurata. E appena lo scorso anno è stato effettuato un ampio intervento di recupero e consolidamento dei bastioni che cingono la reggia medicea: in questo caso, era da prima della Seconda Guerra mondiale che non veniva svolto un lavoro del genere.
Il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Grazie all’autonomia gestionale dei musei, adesso possiamo provvedere a fondamentali operazioni di conservazione e tutela dei nostri edifici in tempi rapidi. Il restauro dei bastioni e del Rondò meridionale di Palazzo Pitti sono solo i primi due passi di un vasto lavoro di recupero delle facciate che intendiamo portare avanti già a partire dai prossimi mesi. Questa campagna avviene proprio nel momento in cui da parte del Mibact è da poco stato introdotto il “Bonus facciate” per i privati. Anche se noi, come Istituto pubblico, non ne beneficiamo, i risultati ottenuti a Palazzo Pitti potrebbero costituirne un impulso e un esempio”.
Il Soprintendente Andrea Pessina: “Questo restauro, definito e condotto sotto la direzione scientifica della Soprintendenza, rinnova ancora una volta la stretta ed efficace collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, un esempio di come l’esperienza operativa e la preparazione culturale e scientifica del personale tecnico del mio ufficio sia sempre a disposizione per la definizione delle tecniche e dei metodi più idonei per la conservazione del nostro patrimonio culturale, in questo caso di un testo architettonico di altissimo valore, quale è la vasta mole delle facciate di Palazzo Pitti”.
La costruzione delle due ali laterali che serrano la piazza e concludono la secolare fabbrica di Palazzo Pitti si compie tra la seconda metà del Settecento e la prima metà del secolo successivo. Al suo avvio il cantiere interessa l’ala destra, a definire un corpo di fabbrica denominato nei documenti settecenteschi ‘rondò’ (adattamento del francese rondeau), da destinare a caserma per il corpo di guardia del palazzo. La conclusione dei lavori avviene nel 1840, con la realizzazione di un’analoga struttura anche sull’ala sinistra della reggia (il “rondò di Bacco”) dove vennero accolte rimesse e scuderie.
Due piazzette (oggi piazza Carlo Levi e piazza Anna Maria Ichino) distanziano i due rondò dalle costruzioni circostanti su entrambi i lati, tanto a nord quanto da sud, e contribuiscono a esaltare la dimensione monumentale di Palazzo Pitti nel tessuto urbano dell’Oltrarno.
Il compimento della fabbrica di Palazzo Pitti e la costruzione dei due rondò furono effettuati nel deliberato ed esplicito riferimento al primigenio progetto di Filippo Brunelleschi, a sigillo della persistente, insopprimibile florentinitas nella cultura architettonica cittadina.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute: nasce a Roma il primo Pronto Soccorso Psicologico

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Sarà attivo a Roma dal 25 dicembre prossimo il primo “Pronto Soccorso Psicologico”, che sarà aperto a tutti 24 ore su 24, a prezzi agevolati, con un’equipe di 30 psicologi disponibili per le assistenze. Il Pronto Soccorso Psicologico nasce perché i disturbi psichici colpiscono in Europa oltre un terzo della popolazione ogni anno e si calcola che fra non molto saranno i problemi sanitari più comuni.
Da qui l’idea del Dr. Gianni Lanari per rispondere a questi bisogni di assistenza, offrendo a Roma, in piazza Sempronio Asellio 7 (quartiere Don Bosco) il servizio Pronto Soccorso Psicologico Roma Est, uno dei primi ad essere creato nella capitale.Tale servizio, complementare con gli altri presenti sul territorio, vuole offrire una porta aperta a tutti coloro che cercano un sollievo rapido e veloce all’emergenza emotiva.Il Pronto Soccorso Psicologico Roma Est offre infatti un aiuto psicologico professionale immediato per affrontare delle situazioni di crisi psicologica. La collaborazione tra i 30 membri dell’ equipe del Pronto Soccorso Psicologico Roma Est ha lo scopo di fornire una risposta qualificata e adeguata a tutte le forme di sofferenza emotiva: ansia, attacchi di panico, solitudine, autostima bassa, problemi sessuali, abusi, violenze di genere, mobbing, bullismo, problemi legati al lavoro e allo studio, incidenti, traumi, iperattività, depressione, dipendenze, disturbi alimentari, disturbi del sonno, disturbo ossessivo compulsivo, disturbi di personalita’, disturbo post traumatico da stress, paure e fobie, lutti amorosi o reali, tumori e malattie gravi, gestione della rabbia e dello stress, problemi degli adolescenti, problemi della terza eta’, problematiche familiari, stalking, problemi di coppia, etc.“Il Pronto Soccorso Psicologico Roma Est – spiega il Dott. Gianni Lanari – ha l’obiettivo di fornire un intervento psicologico diretto, concreto ed efficace. Un corretto aiuto psicologico nell’ambito di una emergenza, evita infatti l’insorgenza di una psicopatologia strutturata”.“Consapevoli dell’importanza di tutto ciò abbiamo organizzato un servizio professionale tempestivo, aperto a tutti, a prezzi agevolati, in piû lingue e contattabile 24 ore su 24. Perché la salute non è solo fisica, ma anche e soprattutto psichica. L’Italia ha diritto ad una maggiore cultura del benessere psicologico, anche perché oltre a far star meglio la popolazione investire in psicologia fa risparmiare la collettività”, conclude il Dr. Lanari. Per avere un’assistenza dal Pronto Soccorso Psicologico entro le 24 ore bisogna telefonare al n. 06 22796355 o consultare il sito internet http://www.pronto-soccorso-psicologico-roma.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trovare lavoro: oggi la selezione dei curriculum la fa il Pc

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Milano, 20 dicembre 2019 – Molti non lo sanno, e continuano a inviare curriculum come se a leggerli fossero solo e unicamente dei recruiter umani, in carne e ossa, ma le cose non stanno esattamente così, anzi. Sono infatti sempre di più le aziende che si affidano a dei sistemi automatici per la preselezione dei curricula, per scremare velocemente i candidati. Ma per quale motivo le aziende hanno deciso di dotarsi di un selezionatore automatico? «Va sottolineato prima di tutto che questi software vengono usati solamente nella fase preliminare, per eliminare tutte le candidature che non presentano i requisiti minimi indicati nell’annuncio di lavoro» spiega Adami, per poi aggiungere che «le aziende utilizzano questi programmi per fare fronte alle decine o centinaia di curricula che arrivano tutti i giorni. Per avere la certezza di non cestinare dei curriculum senza leggerli, dunque, si rende indispensabile dotarsi di un aiuto digitale» spiega l’head hunter di Milano Carola Adami, amministratore delegato della società di head hunting Adami & Associati.C’è però una sottile ma importante differenza tra lo scrivere un curriculum vitae rivolto a un recruiter e realizzare invece un CV che verrà analizzato da un software.Senza ombra di dubbio i software in questione sono estremamente utili per velocizzare la selezione e per destinare il tempo e le energie delle risorse interne ad altre attività. Non si può però trascurare il fatto che, talvolta, questi algoritmi si rivelano poco precisi, finendo per scartare dei curricula assolutamente validi.«I programmi per la scrematura dei curriculum sono certamente migliorati negli ultimi anni, ma ancora oggi gli algoritmi utilizzati si lasciano scappare dei candidati interessanti. Il problema, in questi casi sta nella costruzione stessa del curriculum vitae, che non risulta chiaro agli occhi del programma di selezione, che di conseguenza finisce per scartare il candidato».
Cosa possono fare dunque le persone alla ricerca di un nuovo lavoro che vogliono essere certe di superare la preselezione effettuata dai software? «Il curriculum vitae deve sempre essere chiaro, ben strutturato e senza errori di sorta; nel caso dei CV che verranno scansionati dai software questi requisiti sono doppiamente importanti» sottolinea Carola Adami.
Ecco allora che, per non contrariare l’algoritmo incaricato di scremare le candidature, si rende necessario per esempio ‘ottimizzare’ il curriculum vitae per specifiche parole chiave. È dunque importante individuare i termini utilizzati nell’annuncio di lavoro e riportarli nel proprio curriculum, così da avere la certezza che il software sia in grado di riconoscerli. Se per esempio l’annuncio di lavoro parla di “Sales Manager”, è meglio usare quel termine anziché “responsabile delle vendite”.É molto importante inoltre scegliere il giusto formato: alcuni programmi per la scrematura dei curriculum, per esempio, non accettano file in PDF, in HTML o nei formati di salvataggio di Open Office e Apple Pages. Meglio quindi andare sul sicuro, inviando dei CV in formato doc o txt. E ancora, per non confondere l’algoritmo è bene ridurre immagini, grafici e tabelle al minimo. Infine, per aiutare il software a collocare correttamente il proprio curriculum vitae, è necessario spiegare in modo chiaro, diretto ed esaustivo le proprie mansioni passate.Seguendo queste semplici regole è possibile realizzare un curriculum vitae a prova di selezione automatica fatta da dei software.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Soldi e divorzi

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

In caso di separazione o divorzio, il conto corrente cointestato agli ormai quasi ex coniugi può creare molti scontri. Secondo l’indagine realizzata per Facile.it da mUp Research e Norstat; il 17% dei divorziati e separati, ha dichiarato che l’ex partner si è tenuto tutti i soldi depositati o, peggio, tra loro c’è anche chi, all’insaputa del coniuge, ha prosciugato il conto prima della separazione (9,2% pari ad oltre 151.000 individui).Fra i 2,5 milioni di divorziati e separati italiani, ben 1,6 milioni sono quelli che hanno avuto da discutere con l’ex per il conto cointestato nonostante, in media, su di esso fossero depositati appena 7.900 euro e, addirittura, in quasi 1 caso su 4 i due coniugi non sono riusciti a trovare un accordo pacifico su come suddividere le somme del conto cointestato e pertanto sono dovuti ricorrere ad un avvocato (16,1%) o ad un giudice (9.4%). (fonte: bounceses.facile.it)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I leader del Parlamento decidono di congelare gran parte dei negoziati con il Consiglio sul bilancio pluriennale della UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

In seguito all’incapacità del Consiglio di compiere progressi nella sua proposta per il quadro finanziario pluriennale (MFF) 2021-2027, i leader dei gruppi politici del Parlamento europeo hanno convenuto di sospendere gran parte dei negoziati sul futuro bilancio dell’UE. Hanno deciso anche di sospendere i colloqui su accordi temporanei o parziali, chiarendo che “nulla è accordato fino a quando tutto è accordato”.Commentando la decisione, il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha dichiarato:“I governi nazionali assegnano costantemente nuovi compiti e responsabilità all’UE, dalla gestione delle frontiere alla lotta ai cambiamenti climatici. La nuova Commissione europea ha annunciato un programma ambizioso, con, ad esempio, il Green Deal presentato la scorsa settimana. I cittadini dell’UE ce lo hanno chiesto, ma non saremo in grado di fornire risultati se non avremo un bilancio dell’UE adeguatamente finanziato.“Siamo molto delusi dalla mancanza di urgenza da parte dei governi nazionali. Le recenti proposte del Consiglio non sono all’altezza delle aspettative dei gruppi politici del Parlamento. Siamo pronti a negoziare in uno spirito di dialogo costruttivo, ma non possiamo accettare un bilancio che non è in grado di mantenere le promesse fatte ai cittadini dell’UE. Finché non ci saranno progressi da parte del Consiglio, non possiamo continuare questi colloqui.”Abbiamo ricevuto segnali positivi dalla prossima presidenza croata del Consiglio e dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel, speriamo di poter presto avviare veri e propri negoziati sul MFF. Tuttavia, affinché ciò accada, abbiamo bisogno che tutti i governi nazionali prendano sul serio un bilancio dell’UE in grado di rispondere alle richieste dei cittadini”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sentenza della Corte di Giustizia europea sul caso C-502/19, Junqueras Vies

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha affermato:“È una sentenza molto importante che interessa direttamente la composizione di questa istituzione. La Corte si è pronunciata nel senso che l’assunzione del mandato parlamentare risulta dal voto degli elettori”.La Corte ha dichiarato che una persona la cui elezione al Parlamento europeo è stata ufficialmente proclamata dall’autorità competente dello Stato membro in cui suddetta elezione ha avuto luogo acquisisce a partire da tale momento la qualità di membro del Parlamento e gode della protezione dell’immunità parlamentare ai sensi dell’articolo 9 del protocollo sui privilegi e sulle immunità dell’Unione europea a partire dal momento della proclamazione ufficiale dei risultati. Di conseguenza, la qualità di membro del Parlamento deve reputarsi acquisita per il solo fatto e dal momento di suddetta proclamazione.La Corte ha altresì statuito che l’immunità comporta che la misura di custodia cautelare a cui il deputato eletto è stato sottoposto dev’essere revocata, al fine di consentire al deputato di recarsi al Parlamento europeo e di completare le formalità necessarie.Ciò detto, nel caso in cui l’autorità nazionale competente consideri che detta misura debba essere mantenuta dopo che la persona in questione ha assunto la qualità di deputato del Parlamento europeo, essa deve richiedere, il prima possibile, al Parlamento europeo la revoca di tale immunità, conformemente all’articolo 9 del suddetto protocollo.Faccio appello alle autorità spagnole competenti per esortarle a conformarsi al tenore della sentenza e ho dato mandato ai servizi del Parlamento di valutare nei tempi più brevi possibili l’applicazione degli effetti della sentenza sulla composizione del nostro Parlamento. Vi informo che non accetterò richiami al regolamento su questo tema”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento intensifica gli sforzi per migliorare le sue prestazioni ambientali

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

Lunedì l’Ufficio di presidenza del Parlamento europeo, l’organismo che stabilisce le regole di lavoro dell’istituzione, ha presentato obiettivi ambientali ambiziosi per la legislatura 2019-2024.Il Parlamento europeo si impegna a contribuire allo sviluppo sostenibile in termini politici, legislativi e operativi. I nuovi obiettivi per il 2024 comprendono:
· una riduzione dell’impronta di carbonio di almeno il 40% rispetto al 2006
· ridurre le emissioni di carbonio dei trasporti di persone del 30% rispetto al 2006
· una riduzione del consumo di energia di almeno il 20% rispetto al 2012
· ridurre il consumo di carta del 50% nel periodo 2019-2024 rispetto al 2010-2014.
Gli obiettivi riguardano anche la riduzione e la gestione dei rifiuti, il consumo di acqua, le energie rinnovabili e gli appalti pubblici verdi.
Cosa è stato realizzato finora: alcuni esempi
· Il Parlamento europeo è stato la prima istituzione dell’UE neutrale dal punto di vista dell’impronta di carbonio al 100%, compensando tutte le emissioni attualmente irriducibili;
· Il Parlamento ha ottenuto una riduzione delle emissioni di carbonio del 37,7% (rispetto al 2006);
· L’elettricità “verde” al 100% viene utilizzata nei tre luoghi di lavoro (Bruxelles, Strasburgo, Lussemburgo) dal 2006;
· L’infrastruttura tecnica (pompe di calore, sistemi di raffreddamento, ecc.) è più efficiente dal punto di vista energetico;
· Vengono utilizzati treni ad alta velocità al posto dei voli charter tra Bruxelles e Strasburgo;
· Flotta di auto completamente elettriche entro il 2024;
· La flotta di biciclette è in costante aumento e sono state introdotte e-bike/scooter;
· Il consumo di gas, olio combustibile e teleriscaldamento per ETP è stato ridotto del 20,6% dal 2012 al 2018;
· Dal 2012 il consumo di elettricità è diminuito del 14,9%;
· Il tasso di riciclaggio dei rifiuti è aumentato al 69,1%;
· La plastica monouso viene gradualmente eliminata: ad esempio, verranno eliminate le bottiglie di plastica nelle riunioni e le bottiglie di plastica da tutti i distributori automatici, bar, ristoranti e altri punti vendita nei tre luoghi di lavoro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »