Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Archive for 18 marzo 2017

Artist Set to Hit World Stage at Cannes Film Festival

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

LJLevasseurCanadian born business woman, Lisa Levasseur began painting in 2010 and quickly emerged an Artist. She is the creator of PaletteArt™ a new art form using 100% acrylic recycled paint to sculpt unique 3D one of a kind paintings. Now featured as a Modern Art & International Contemporary Master in magazines, books & exhibitions all over the world. Her work hangs in private & museum collections next to the likes of Picasso, Renoir & Dali.She is set to hit the world stage at the Cannes Film Festival – International Modern Art Biennial, May 17-19, 2017 with Paks Gallery & MAMAG Museum. Her goal in promoting PaletteArt™ is to help other artists and get them involved in paint recycling. Forming an organization to encourage a social environmental art movement.
Arts and culture have the power to inspire people to see beyond borders, misunderstandings or differences and creativity can lead to peaceful changes. So imaging what can be accomplished by calling artists into action and giving them opportunities to help shape our world.The mission is to help artists grow in spirit, mind and body, in their sense of responsibility to others, to help create valuable opportunities working together and have the same influence on our global community. They are motivating artists to get out there and help each other in promoting a more sustainable vision for mankind.
Already helping inner city kids through art therapy, teaching paint recycling and sponsoring artists who want to learn with career support from the ground up. They are also raising money for worldwide charity organizations, through donated art & gift sales. Promoting any artist creating recycled art with sponsorship & multi-media advertising.
She is now asking the world to hear her call and help support the PaletteArt™ organization. This is a way of giving back that creates win win opportunities and anyone can get involved. Her drive comes from knowing this success hasn’t come easy and artists need all the help they can get. (font: http://www. patreon.com/LJLevassseur Learn more at http://www.topcontemporaryartist.com) (photo: LJLevasseur)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Delirium is associated with 5-fold increased mortality in acute cardiac patients

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

Sophia Antipolis. Delirium is associated with a five-fold increase in mortality in acute cardiac patients, according to research pSophia Antipolisublished today in European Heart Journal: Acute Cardiovascular Care.1 Delirium was common and affected over half of acute cardiac patients aged 85 years and older.Delirium is a clinical syndrome caused by a disturbance in the normal functioning of the brain. Delirious patients are less aware of, and responsive to, their environment. They can be disorientated, incoherent, and in a dream-like state, with hallucinations, disordered speech and memory disturbances.Delirium affects at least one in ten hospitalised patients and is more common in the elderly. These patients have worse long-term prognosis and more complications during their hospital stay.“Among hospitalised patients, those admitted to an intensive care unit are more likely to develop delirium and there are strategies to limit its consequences,” said lead author Dr Giovanni Falsini, interventional cardiologist, San Donato Hospital, Arezzo, Italy. “Less is known about delirium and its significance in patients admitted to cardiac intensive care units. This study investigated the incidence and clinical impact of delirium in patients with acute cardiac diseases.”The study included all patients aged 65 years and older admitted to two cardiac intensive care units during a period of 15 months. Only non-intubated patients were enrolled. Validated score systems and questionnaires were used to detect and diagnose the presence of delirium at admission or during the hospital stay.Delirious patients were closely followed by nursing and medical staff who used a flowchart for delirium treatment. This included treating pain and anxiety, and discontinuing medications known to cause delirium. Patient survival at six months was determined by telephone call.The investigators found that delirium was a frequent condition among elderly patients with acute cardiac diseases. The study population consisted of 726 patients with an average age of 79 years, of whom 15% had delirium (at admission or during the hospital stay). More than half (52%) of patients aged 85 years and older were delirious.Patients with delirium had a worse prognosis, with a five-fold increase in both in-hospital and 30-day mortality and a two-fold increase in six-month mortality. Delirium was not only a strong and independent factor in predicting mortality, but was also associated with longer hospital stay and more frequent rehospitalisations during follow-up.“Delirium is a common and serious condition in acute cardiac patients,” said Dr Falsini. “They stay in hospital longer, return to hospital more often, and are more likely to die in the short- and long-term.”Dr Falsini said elderly patients may be at higher risk because they usually have pre-existing issues that can predispose to delirium such as dementia, visual and hearing impairments, depression, use of psychoactive drugs, infections, or electrolyte disturbances.He said: “The more complex and frail the patient is, the higher the rate of delirium and subsequent worse outcomes. It is unknown whether delirium can be treated to improve prognosis in critically ill patients, or whether it is a marker of organ dysfunction or systemic disease and an early sign that complications are likely. Monitoring delirium has been linked with reduced in-hospital mortality in mechanically ventilated patients and it is possible that similar benefit might occur in acute non-intubated patients.” Dr Falsini concluded: “Delirium is common, serious, costly and under-recognised. A protocol is needed to identify and treat delirium in high-risk settings, like cardiac intensive care units.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il debito pubblico italiano e la globalizzazione senza regole

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

pilIl debito pubblico italiano è sempre al centro di tutte le discussioni relative al ruolo dell’Italia nell’Unione europea. Anche se siamo stati tra i fondatori dell’Unione, più di un governo europeo ci vorrebbe relegati nel secondo o addirittura nel terzo girone. Gli ultimi dati indicano che il rapporto del debito pubblico italiano rispetto al pil è intorno al 133%. Di conseguenza, tutti si sentono autorizzati a chiedere riforme strutturali, rientri veloci, tagli ed austerità, fino a sollecitare forti sanzioni finanziarie per il mancato rispetto dei parametri di Maastricht. L’andamento del nostro debito pubblico nei decenni passati è sempre stato in aumento per una serie di motivi negativi, politici ed amministrativi, che ancora oggi necessitano di essere affrontati e corretti.Noi, però, dobbiamo anche evidenziare come la speculazione finanziaria internazionale, esplosa in alcuni momenti cruciali della nostra storia, ha inferto delle tremende accelerazioni nella crescita del debito pubblico, portandolo così fuori dai normali canali istituzionali.Il primo grande attacco speculativo contro la lira avvenne nel 1992. Era parte del più vasto attacco contro il Sistema Monetario Europeo. Lo Sme doveva preparare con maggior attenzione e con una velocità moderata, il processo di cooperazione e di unione europea, anche nel campo monetario e finanziario. Come è noto, in Italia l’attacco speculativo era combinato con la pressione internazionale verso la privatizzazione delle imprese a partecipazione statale. Ovviamente non vi fu solo la spinta internazionale… Alla fine, con la massiccia svalutazione della lira, vi fu una vera e propria svendita delle aziende pubbliche.
L’effetto sul debito pubblico fu devastante. Il rapporto debito/pil , che era di 105,4% nel 1992, salì al 115,6% nel 1993 fino a raggiungere 121,8% nel 1994.
Sotto la pressione dei mercati i tassi di interesse sui titoli di stato salirono notevolmente, aggravando ulteriormente l’andamento del debito pubblico.
Fu necessario un enorme sforzo, sia per la ripresa economica che per i tagli della spesa pubblica, per ridimensionare i tassi. Anche l’entrata nell’euro incise nel rapporto debito/pil che scese intorno al 103% nel 2004 e nel 2007/8.
Poi la crisi finanziaria globale, partita dagli Usa, investì tutto il mondo, in primis l’Europa, colpendo tutti i settori economici, bancari e commerciali provocando pesanti crolli nelle produzioni ed enormi salvataggi pubblici delle banche a rischio bancarotta.
In Italia il rapporto debito/pil schizzò dal 103,6% del 2007 al 116,0% del 2009.
L’altra impennata più recente si è registrata nel 2011 a seguito dell’attacco speculativo contro l’Italia, che portò lo spread ad oltre 500 punti (5%)sopra il tasso di interesse del Bund decennale tedesco, con effetti pesanti per gli interessi dei titoli di stato italiani. Come noto, la crisi determinò anche mutamenti negli assetti di governo. Per fortuna l’attacco si fermò nel preciso momento in cui Mario Draghi, presidente della Bce, dichiarò che avrebbe utilizzato tutti i mezzi necessari nella difesa dell’euro. Il famoso “whatever it takes”. Ma il rapporto debito/ pil, che nel 2011 era del 120,7%, schizzò al 127,0% l’anno successivo. Si stima che le grande banche internazionali, in particolare quelle europee, nel pieno di quelle turbolenze finanziarie abbiano venduto non meno di 200 miliardi di euro di titoli di Stato italiano. E’ difficile dare una valutazione precisa, ma non si è lontani dalla verità se si afferma che siano state coinvolte anche certe banche tedesche e francesi, quelle stesse che in precedenza erano state salvate dai rispettivi governi. E’ da ipocriti affermare in Europa o in Italia che la speculazione attacca chi se lo merita, per una endogena debolezza economica di cui si è i soli responsabili. Si dimentica che un’economia più debole deve anche fare degli sforzi enormi per recuperare le perdite generate da una crisi a volte provocata da altri.
I dati e le stesse discussioni ci dicono che c’è ancora molto da fare. Nelle sedi europee non servono né l’ottimismo di maniera né la classica voce grossa. In quelle sedi non solo bisogna evidenziare che il nostro Paese, a seguito dei ripetuti attacchi speculativi, ha subito un aggravamento del rapporto debito/pil non inferiore al 30%, ma soprattutto far comprendere che è il momento di decidere che gli investimenti non possono essere sottoposti ad un irrazionale principio di austerità che, anziché lenire, aggrava i malanni di un Paese. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Ramondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce il Quarto Polo Popolare

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

foto antonino SenatoOggi nasce a Bologna presso l’Hotel Meeting a Calderara Di Reno alle ore 15.00, il quarto polo. Si tratta di una nuova formazione politica confederativa, che vede aggregarsi svariate Associazioni, Movimenti politici, Sindacati autonomi e piccoli partiti, oltre alla società civile, che non si riconosco nei partiti attuali o tradizionali, con l’intento di dare una svolta decisiva al modo di governare l’Italia, ponendo al primo posto il diritto di ogni cittadino ad avere un lavoro, una casa, la sanità gratuita, la pensione assicurata, nonché la sicurezza. La finalità primaria che il Quarto Polo Popolare si prefigge è restituire, innanzitutto, la propria sovranità al Popolo Italiano, ormai coinvolto in un processo economico, sociale e civile voluto esclusivamente dall’Unione Europea, di grande degrado. “L’Italia deve ritrovare la propria identità – dichiara il futuro Segretario politico, Antonino Magistro – riconquistando la propria Sovranità Popolare, per non divenire lo zerbino di un’Europa che la Antonino Magistroimpoverisce sempre più. Il nostro partito denominato “Quarto Polo Popolare” rappresenta la vera innovazione politica nello scenario italiano, in quanto si fonda sulla partecipazione diretta alla vita politica dei cittadini. Il m5s ha dimostrato di essere un contenitore politico virtuale, apparentemente democratico e partecipativo, ma sostanzialmente guidato solamente da 4 persone. Il Pd è diventato ciò che è sotto gli occhi di tutti.
Noi intendiamo essere concretamente un movimento che farà proprie le idee e i progetti dei cittadini. La sinistra ha disatteso le speranze che riponevano in essa coloro i quali erano convinti fosse l’espressione politica della difesa dei lavoratori e delle classi più deboli. Difatti, chi la rappresenta o l’ha rappresentata ha tutelato unicamente gli interessi dei potenti. Il centro e la destra non hanno saputo costituire un’alternativa compatta perché non sono stati in grado di creare una Leadership capace di guidare. Lo scenario politico italiano è stato teatro delle gesta insensate di tre poli non in grado di guidare un paese sempre più allo sbando ed in vendita al peggiore offerente.
Per tale motivo, il Popolo Italiano è stanco ed impoverito. Chi governa, in realtà, “governa” lo scambio di poltrone e di favori, facendo finta di litigare per dare un senso a qualcosa che non ha senso. C’è bisogno di democrazia libertà legalità e di umanità. Da Bologna, a partire da sabato prossimo, si prenderanno le mosse per dar vita ad un nuovo modo di concepire la politica, ponendo l’uomo ed i suoi diritti e la carta dei diritti, al centro del pensiero politico, impegnandosi contro la povertà ed il degrado, a favore del benessere”. (foto antonino Senato)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Walter Erra Hubert

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

breathing in the voidwithin without seriesLucca dal 31 marzo al 23 aprile 2017 (orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì Ingresso libero). L’inaugurazione si terrà alla presenza del’artista venerdì 31 marzo alle ore 17 negli spazi del Lu.C.C.A. Lounge&Underground. L’esposizione è curata da Maurizio Vanni e la mostra nella personale “Studies from the breathing in the void series”, è organizzata in collaborazione con ViDA – Villicana D’Annibale.
“Walter Erra Hubert – scrive il curatore Maurizio Vanni – è consapevole che la pittura può prescindere dalla mimesi della natura e che può attingere una propria forza espressiva attraverso un confronto continuo tra forma, spazio, colore, luce e superficie. Il suo desiderio non è legato alla percezione originale della superficie delle cose, ma alla ricerca del non visibile: un’analisi nell’oltre dove le energie dell’universo e i respiri della materia lo accompagnano in un viaggio verso il segreto del Tutto. Gli elementi delle sue composizioni, privi di riferimenti spazio-temporali, trovano la loro posizione in un ‘vuoto’ che non corrisponde a un semplice palinsesto, ma a una luce soprannaturale in grado di coagulare segni, colore e materia viva”. Quelle dell’artista californiano sono visioni sintetiche, cerebrali e consapevoli, profonde e concrete che ci riportano ad atmosfere primordiali: quasi ingrandimenti macroscopici di forme vitali che da una parte si rifanno all’Informale di Jean Dubuffet e Jean Fautrier, dall’altra alludono a un legame personalissimo con la realtà che, probabilmente, diventa ancora più intenso in relazione alla sua volontà di percepirne l’essenza. Walter Erra Hubert ci propone un percorso di conoscenza e autoconoscenza alla ricerca della verità interiore. Nelle sue composizioni le immagini prendono vita attraverso particolari cromie che scandiscono la materia in una liquida e luminosa trasparenza magnetica che evoca la realtà. “I suoi studi – conclude Vanni – non sono bozzetti o prove, ma corrispondono alle tessere di un mosaico che rende visibile il non visibile: proprio nell’invisibile ognuno può trovare la propria libertà”. (foto:breathing in the void, within without series)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’amicizia dell’Italia attraversa il continente

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

accoglienzaaccoglienza1Dopo avere percorso 17 paesi europei, tra cui numerose città d’Italia la Fiamma dell’Amicizia partita da Milano ha fatto il suo primo scalo in Africa. Tre giorni di festeggiamenti sono stati organizzati dal Ministero del Turismo in collaborazione con l’Ambasciata tunisina in Svizzera per accogliere la Fiamma dell’Amicizia in Tunisia. Ministeri, Governatori, autorità locali e le scuole sono state coinvolte nel programma.
Per l’occasione, il Ministro del Turismo e dell’Artigianato, la Sig.ra Selma Elloumi-Rekik, ha ricevuto il Barone Kleiner de Grasse presidente dell’ Organizzazione Internazionale World Day of Knights, accompagnato da una delegazione. Il Ministro ha rivolto un vibrante omaggio “a questa lodevole iniziativa che porterà l’amicizia tunisina a più di 112 paesi e 2000 città nel mondo, esprimendo la gratitudine della Tunisia che costituisce il punto di partenza di questa fiamma dell’amicizia sul continente africano.”
MONASTIRaccoglienza2La Tunisia afferma la sua presenza al FIMVE 2018 in Svizzera – La delegazione presidenziale dell’IOWDOK è stata ricevuta anche dal Ministro della Gioventù e dello Sport, la Sig.ra Majdouline Cherni in presenza del Segretario di stato il Sig. Imed Jabri. Al termine di questo colloquio è stato concordato che la Tunisia sarà presente al 1. Forum Internazionale del Vivere Meglio Insieme FIMVE che si terrà dal 18 al 21 ottobre 2018, in Svizzera.
Tunis e Monastir aderiscono alla Federazione WFCAR – Dopo il colloquio con il Governatore di Tunisi e il presidente della delegazione della Città di Monastir hanno dichiarato aderire alla Federazione WFCAR – World Federation Cities of Amity and Reconciliatio (Federazione Mondiale delle Città dell’amicizia e riconciliazione)
Da sua parte, il barone Kleiner de Grasse ha dichiarato che la scelta della Tunisia per questo primo scalo si giustifica allo sguardo delle sue avanzate realizzate in materia di democrazia, dellle libertà e del suo attaccamento ai valori della pace, del dialogo e del rispetto reciproco tra le culture e le civiltà. Ha indicato inoltre che i membri della organizzazione internazionale saranno portatori di messaggi che riflettono la nuova realtà della Tunisia.
La Fiamma, partita dalla piazza della Kasbah ha attraversato la città antica, il centro storico di Tunis, poi si è diretta verso quartiere olimpico. A Monastir è partita dal Palazzo Presidenziale per dirigersi verso la Municipalità di Monastir e finalmente raggiungere le estremità di “Rabat”, la più antica e più importante fortezza nella regione del Maghreb. (fonte: http://www.world-day-of-knights.com) (foto: accoglienza, MONASTIR)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio Abbiati a Michele Mariotti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

SinfonicaBologna Il Teatro Comunale di Bologna esprime le sue più sentite felicitazioni per l’assegnazione del XXXVI Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana al suo Direttore musicale Michele Mariotti, come Miglior direttore d’orchestra del 2016.“Sono sinceramente entusiasta per questo riconoscimento – dice il Sovrintendente Nicola Sani – attribuito a una figura di eccellenza della nuova generazione italiana in campo musicale, che si sta distinguendo a livello mondiale. L’Abbiati a Michele Mariotti premia non soltanto le sue straordinarie qualità interpretative, ma anche un percorso determinato e coerente, svolto in gran parte nel nostro teatro, dove è stato prima Direttore principale – dal 2008 – e poi Direttore musicale – dal 2014. Percorso che ha valorizzato sensibilmente le formazioni artistiche del Teatro Comunale di Bologna, portandole a un indiscusso livello di eccellenza, internazionalmente riconosciuto”. Reduce dal personale successo a Monaco, alla Bayerische Staatsoper con la Semiramide di Rossini, e in concerto con i Münchner Symphoniker, Mariotti prossimamente sarà protagonista a Bologna del concerto dedicato ad Arturo Toscanini nel 150esimo anniversario della nascita, in programma sabato 25 marzo al Teatro Manzoni, mentre dal 9 aprile interpreterà il dittico formato da Cavalleria rusticana di Mascagni e La voix humaine di Poulenc, con la regia di Emma Dante. Ad agosto poi, debutterà al Festival di Salisburgo nei Due Foscari di Giuseppe Verdi, con Placido Domingo. (foto: sinfonica)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ballerina e studentessa di Palermo entra nel Ballettschule Theater Basel di Basilea

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

martina.jpgPalermo Il sogno di una vita si realizza per una giovanissima danzatrice siciliana. Martina Schirò, quindici anni, di Palermo, è entrata a fare parte dell’accademia Ballettschule Theater di Basilea, in Svizzera, una delle scuole di danza più prestigiose d’Europa.L’accademia, da agosto di quest’anno, ha deciso di investire con le proprie borse di studio sulla ragazza, con l’obiettivo di darle in tre anni il diploma da ballerina professionista.Seguita negli ultimi quattro anni dal maestro Marcello Carini, direttore artistico dell’Asd Ensemble di via Bara all’Olivella 70 di Palermo, Martina – studentessa del liceo coreutico Regina Margherita – è stata personalmente scelta, durante una recente selezione tenutasi a Catania, dalla direttrice della Ballettschule Theater di Basilea Amanda Bennett e dal maestro Gianni Rosaci, primo ballerino e docente del teatro dell’Opera di Roma. Anche per i genitori di Martina – la cui madre è una docente e il padre baritono nel coro del Teatro Massimo di Palermo – il traguardo raggiunto è un orgoglio.«Per noi è un altro grande risultato – dice il regista e coreografo Marcello Carini – soprattutto perché Martina è un’allieva che noi abbiamo cresciuto e seguito negli anni passo dopo passo. Qui, rispetto ad altre strutture, non si lavora soltanto partendo dalle attitudini strutturali, ma si cerca di modellare sia il fisico che lo spiccato senso artistico che i ragazzi hanno. Aiutare un talento già fisicamente martina1formato è semplice. Forgiarlo e farlo osservare dal pubblico, con altri occhi rispetto al punto di partenza, è diverso. I nostri allievi sono grandi teste che si sono fatti il fisico. Un buon fisico, con un’ottima testa, ottiene sempre grandi risultati»«Questo – dice Martina – è uno dei primi obiettivi del mio percorso di danza. Un sogno che coltivavo da tempo. Sono molto felice di averlo realizzato. Ho iniziato a fare danza a quattro anni grazie ai miei genitori. Tutte le volte che da piccola ascoltavo musica, iniziavo a ballare improvvisando. Hanno compreso così la mia predisposizione alla danza».E per lo studio? Non c’è problema. Alla formazione culturale di Martina penserà l’accademia svizzera.
L’Asd Ensemble e il suo staff – formato da Aldo Carini, Maria Teresa Romano, Adele Iezzi, Renata Orlando e dai docenti Michele Pernice, Noemi Minì e Paolo Lo Galbo – propone attività didattiche comprendenti la danza classica e contemporanea, pas de deux, repertorio, laboratorio coreografico e discipline propedeutiche e di supporto per i giovani danzatori, quali pilates e master stretch e, inoltre, propone delle attività artistiche, tra cui l’omonima compagnia d’autore senior guidata da Marcello Carini che, in questi ultimi anni, ha ottenuto notevoli successi di critica e pubblico e, inoltre, la neonata Ensemble Junior Company (seguita dallo stesso Marcello Carini, Michele Pernice e Noemi Minì) nata dall’esigenza di dare ai giovani allievi più promettenti la possibilità di vivere il palcoscenico e di prendere sempre più padronanza di esso.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Tfa Sostegno, il Miur pubblica le date di svolgimento dei test d’accesso e fa subito pasticci

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

ministero-pubblica-istruzioneCon il decreto n. 141, il Ministero dell’Istruzione ripartisce i 9.649 posti destinati a ciascuna Università per i corsi di specializzazione nelle attività di sostegno agli alunni disabili e le modalità per accedervi, le cui prove d’accesso saranno predisposte dai singoli atenei. I giorni saranno invece gli stessi per tutte: il 19 e 20 aprile 2017. Nelle medesime giornate però, sempre il Miur, ha convocato diversi candidati delle prove scritte del ‘concorsone’, inizialmente esclusi ma poi riabilitati dai giudici. Anief, pertanto, invita il Ministero dell’Istruzione a cambiare le date relative al test preliminare per accedere ai corsi di specializzazione.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): se ciò non accadrà in tempi celeri, quindi nelle prossime ore, il sindacato annuncia la volontà di procedere attraverso modalità d’impugnazione formale. Non è possibile che, ancora una volta, a pagare i disservizi della macchina organizzativa di Viale Trastevere debbano essere i cittadini.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La rivalutazione degli immobili a garanzia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

casa-vivaMilano 23 marzo 2017 – ore 15 Milano, SDA Bocconi Aula AS03 – Via Roentgen, 1 La rivalutazione degli immobili a garanzia. La rivalutazione degli immobili a garanzia delle esposizioni è a pieno titolo un tema importante relativo alla mitigazione del rischio
anche in forza della recente normativa sulla vigilanza bancaria in attuazione della Direttiva Mutui.In tale ambito l’applicazione di modelli di valutazione immobiliare automatica (AVM – Automated Valuation Model) rappresenta una prassi consolidata in molti mercati avanzati, mentre in Italia sono la nuova frontiera delle tecniche valutative.Durante il convegno verranno messi in evidenza gli aspetti normativi cui gli istituti di credito devono attenersi,i principali aspetti metodologici dei modelli di valutazione automatica e gli ambiti di applicazione, prendendo spunto dalle best practice UK e da alcuni business case di primari istituti italiani.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assegnato al Regina Elena uno dei quattro premi Roche per la ricerca oncoematologica

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

FullSizeRenderFullSizeRender 1Il progetto di ricerca dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, tra gli 8 vincitori del primo bando Roche per la Ricerca, di cui solo 4 in tutta Italia per l’oncoematologia, è incentrato sullo studio dei meccanismi molecolari attivati dai recettori dell’endotelina nell’insorgenza della resistenza ai farmaci antitumorali, la principale sfida da affrontare nel trattamento del carcinoma ovarico.“Il nostro obiettivo – spiega Anna Bagnato, coordinatrice dello studio – è sviluppare dei modelli preclinici dalle pazienti affette da carcinoma ovarico sieroso di alto grado, il più aggressivo tra i tumori ovarici. Andremo a studiare se il blocco dei recettori dell’endotelina possa ostacolare il meccanismo alla base dello sviluppo della chemioresistenza, utilizzando un antagonista che potrebbe rappresentare un’importante opzione terapeutica per il trattamento del carcinoma ovarico. Andremo ad osservare nuovi approcci molecolari in combinazione con la chemioterapia standard per un trattamento mirato contro il carcinoma ovarico.” “E’ un progetto con forte impronta di ricerca traslazionale in linea con la mission del nostro Istituto. Le informazioni che otterremo da queste ricerche – sottolinea Gennaro Ciliberto, Direttore scientifico IRE – saranno preziose in futuro per aiutarci a scegliere la terapia più efficace per ogni paziente. Sono orgoglioso del riconoscimento dato alla nostra ricerca ed in particolare ad una donna che con passione studia da anni uno dei tumori femminili più aggressivi e insidiosi.”Un premio da 100.000 euro, tra i quattro assegnati all’oncoematologia e tra i 330 Gruppo Bagnatocandidati è un bel motivo di orgoglio. “Sono felice del premio vinto da una nostra ricercatrice – afferma Francesco Ripa di Meana, direttore generale IFO – e mi auguro che si moltiplichino sempre di più iniziative di questo genere a sostegno di studi indipendenti. In Italia la ricerca è un tassello strategico, che necessita di impieghi economici significativi. Il nostro futuro è nelle mani della ricerca ed è un beneficio per tutti.”E’ stato inoltre appena pubblicato il nuovo bando per la seconda edizione del premio.“Favorire lo sviluppo di conoscenze scientifiche sempre più approfondite nei confronti di un approccio personalizzato della terapia, riconoscendo il valore determinante che la ricerca, nella sua forma più ambiziosa e indipendente, assume nella definizione della medicina di domani. Questi i presupposti con i quali Roche ha dato vita a “Roche per la Ricerca”, un bando finalizzato al finanziamento di otto progetti di ricerca volti ad approcci farmacologici nell’ambito della medicina di precisione, per un ammontare di 100.000 euro ciascuno, un significativo contributo per sostenere la ricerca indipendente nel nostro Paese.” (foto: FullSizeRender, Gruppo Bagnato)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Internet e populismo: Un legame che va oltre un blog

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

internetInternet è uno strumento senza precedenti di elaborazione e trasmissione di informazioni, conoscenze e approfondimento. Ma è anche uno strumento straordinario di diffusione di ignoranza e pregiudizi. Contrariamente alla piazza pubblica, dove difficilmente ci si può isolare del tutto dalla contaminazione di opinioni diverse dalle proprie, la piazza virtuale ci consente di isolarci acriticamente, selezionando a monte le fonti di informazione e le persone con cui condividerle.
Sono ormai molti gli studi che mettono in evidenza questo paradosso: oggi come mai prima abbiamo la possibilità di connetterci ad un’infinita pluralità di conoscenze, ma la stragande maggioranza utilizza questo strumento per rinchiudersi nelle proprie (in)sicurezze. In altre parole, leggiamo e amplifichiamo solo quelle informazioni che gradiamo, abitiamo solo quelle comunità virtuali a noi affini.
Ecco che grazie ad Internet il lavoro di decine di migliaia di scienziati può essere “confutato” da centinaia di migliaia di “like” apposti ai deliri di un santone o di un blogger. Diritti umani fondamentali come la presunzione di innocenza e il giusto processo sono travolti da gogna e sentenze via mouse basate sul pregiudizio e sulla disinformazione raccolta attraverso la propria comunità omogenea.
Questo utilizzo infantile e settario di Internet è probabilmente alla radice della crisi delle democrazie occidentali, ispirate invece da principi liberali ovvero regole costituzionalizzate che mirano a proteggere proprio il pluralismo, la diversità, la complessità, la conoscenza, e quindi l’individuo in ogni sua manifestazione interiore ed esteriore (razza, sesso, opinione politica, religione, ecc.).
La sola nozione di un movimento politico che si autoproclama come unico portavoce dei cittadini, con l’obiettivo dichiarato di eliminare ogni altra forza politica dal Parlamento o di espellere individui non “conformi” dai confini nazionali (virtuali o fisici), dovrebbe apparire aberrante ed estraneo in una democrazia liberale.
Eppure, non è altro che la naturale manifestazione politica del modo in cui i suoi sostenitori utilizzano Internet, per isolarsi tra consimili piuttosto che per confrontarsi e crescere. Non è un caso che queste forze illiberali e antidemocratiche siano spesso legatissime ad Internet, da cui nascono, crescono e traggono forza. Esse infatti si basano su una propria comunità virtuale omogenea, dove ogni opinione difforme è vilificata e espunta, dove il “dibattito” tra ortodossi e ultraortodossi ha l’unica funzione di rafforzare il pensiero unico, dove bufale e post-verità sono strumenti legittimi ed efficaci di lotta.A sua volta, quel pensiero unico non è capace di alcuna progettualità, concentrandosi unicamente su lotte “contro” piuttosto che “per” qualcosa. La rabbia e l’odio sono catalizzatori fenomenali, immediati, impermeabili a scienza e conoscenza, perché si nutrono di cultura del sospetto e sfiducia nel prossimo. Al contrario, lottare “per” qualcosa implica studiare i fenomeni nella loro realtà e scegliere tra soluzioni complesse e mai perfette, un processo che porterebbe alla disgregazione di una comunità unita più che altro dal disprezzo per l’altro.
Come se ne esce? Di certo, non emanando leggi che vietano la circolazione di bufale, post verità o opinioni intolleranti. Sarebbe un controsenso insanabile e pericoloso “difendere” la democrazia attraverso una limitazione per legge della libertà di espressione.Ognuno di noi è chiamato però a fare uno sforzo di responsabilità individuale, che poi è l’essenza di una democrazia matura, composta da cittadini adulti piuttosto che da sudditi deresponsabilizzati: approfondire, studiare, confrontarsi con idee e comunità diverse, ascoltare, riflettere, rispettare ogni essere umano, coltivare il dubbio sulle proprie certezze. Per dirla con Einaudi, “conoscere per deliberare”, il che è possibile solo nell’ambito di una democrazia liberale, l’unica in grado fino ad oggi di protegge e valorizzare il pluralismo e la libertà individuale. E’ uno sforzo che ognuno di noi deve fare costantemente, ogni giorno. E grazie ad Internet, se utilizzata per conoscere piuttosto che per odiare, non è mai stato così facile. (Pietro Moretti, vicepresidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una Giornata che parla solo di poesia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

Roma. Martedì 21 marzo p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia), alle ore 19.30 torna la “Giornata mondiale della poesia”, organizzata dall’EUNIC per la sua quarta edizione. L’evento prevede unAccademia d'Ungheria in Roma reading (L’Europa in versi) di 11 poeti provenienti da altrettanti paesi (Austria, Bulgaria, Germania, Italia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria).
Tra gli altri poeti che presenzieranno al reading ricordiamo: Michael Hammerschmid (Austria), Georgi Gospodinov (Bulgaria), Daniela Danz (Germania), Claudio Damiani (Italia), Janusz Kotański (Polonia), Denisa Comănescu (Romania), Dana Podracká (Slovacchia), Maja Vidmar (Slovenia), Menchu Gutiérrez (Spagna), Michael Fehr (Svizzera).
János Áfra, appena trentenne, ha già conquistatoi una grossa fetta di pubblico con la sua prima raccolta di poesie, Glaukóma (2012), vincitrice del premio Makói Medáliák e del Gérecz Attila. Két Akarat (“Due volontà”, 2015) è la sua seconda raccolta: cinquanta poesie divise in sei capitoli, Bambino e guinzaglio, Il ritmo della ricerca, Due tipi di amore, La promessa del vuoto, Se cominciassimo adesso, Chi finisce, che girano intorno alla questione chiave del titolo: le due volontà di una relazione (amorosa), che finiscono per creare incomprensioni, delusioni, separazione. Áfra scrive poesie dall’età di undici anni. Studia pittura e poi Lingua e Letteratura ungherese all’Università di Debrecen, dove frequenta anche lezioni alla Facoltà di Filosofia. Conseguito un dottorato di ricerca in Letteratura, oggi è membro del Circolo ”Attila József” e lavora come redattore della rivista letteraria ”Alföld”. János Áfra: Distorsione (A torzulás íve, trad. a cura di Francesca Ciccariello)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appalti Scuole: bidelli e pulizie

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

scuolaValgono 1,6 miliardi gli appalti per le pulizie e il decoro nelle scuole d’Italia. La domanda sorge spontanea: chi dovrebbe fare le pulizie? A nostro avviso, i bidelli. Non si dovrebbe ricorrere, a meno di situazioni particolari, ad appalti esterni che aggravano il bilancio pubblico. I bidelli, in altre parole, gli operatori scolastici, così definiti dal buonismo di turno, dovrebbero avere la funzione di vigilanti e di addetti alle pulizie, ma le pulizie non le fanno più. E’ la distorsione cui ha portato un’insensata contrattualità sindacale alla quale si aggiungono gli interessi di alcune imprese e cooperative. Occorre tornare a praticare il buon senso e ridefinire il mansionario di molte categorie del pubblico impiego, altrimenti, ognuno rivendicherà il proprio “particulare”, i cui costi avranno un solo pagante: il cittadino contribuente.
Si potrebbe obiettare che gli addetti del comparto sono migliaia, il che creerebbe problemi occupazionali in un momento nel quale il lavoro scarseggia. Gia’, ma dare lavoro a qualcuno, sottraendolo ad altro, che mantiene lo stesso stipendio, non e’ una intelligente politica lavorativa perche’ si rimescola la stessa minestra. I soldi pubblici dovrebbero essere spesi per creare nuove e non fittizie e interessate opportunità di lavoro. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Minzolini: Voto di scambio?

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

minzolini“Nessuno scambio, nessun voto di favore, come va farneticando il M5S ma l’applicazione della libertà di voto dei senatori del Partito democratico su un caso controverso come quello di Minzolini”. Lo dichiara la senatrice Giuseppina Maturani, vice presidente del gruppo Pd. “Rigetto con forza – aggiunge Maturani – le accuse e le illazioni provenienti dai 5stelle che evidentemente hanno difficoltà ad accettare che altri, come è avvenuto nel voto di oggi, possano decidere in piena libertà di coscienza di astenersi, di votare a favore o contro o di uscire dall’Aula. Rispettare le scelte altrui, riconoscere il valore della libertà di voto, rispettare l’istituzione di cui si fa parte sarebbero principi che il M5S dovrebbe imparare a praticare”, conclude Maturani. (fonte foto: Il fatto quotidiano)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza straordinaria dei Presidenti dei Parlamenti dell’UE

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

europa-comunitariaIl Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha aperto la Conferenza straordinaria dei Presidenti dei Parlamenti dell’UE in occasione del 60esimo anniversario dei Trattati di Roma.“L’Unione europea sta affrontando uno dei momenti più difficili dei suoi sessant’anni di storia. Molti dei nostri cittadini hanno un senso di smarrimento, legato anche al generale clima di incertezza dentro e fuori l’Ue,” ha dichiarato il Presidente Antonio Tajani in apertura della conferenza.
“Oggi, più che mai, dobbiamo invece dimostrare che queste sfide si vincono solo uniti. Con l’Europa dei fatti. Riducendo la disoccupazione, governando i flussi migratori, garantendo la sicurezza, promuovendo stabilità e valori nel mondo,” ha aggiunto il Presidente.“La collaborazione tra Parlamento europeo e parlamenti nazionali è sempre più importante. Siamo stati tutti eletti direttamente dai popoli europei. Dobbiamo essere in prima linea per colmare la distanza tra istituzioni e cittadini,” secondo Tajani, sottolineando che: “Noi tutti, rappresentanti dei popoli europei, abbiamo oggi una grande responsabilità: esercitare una forte volontà politica e leadership sui valori alla base del nostro stare insieme. L’Europa è una storia di successo quando sa incarnare un sogno di progresso, prosperità, libertà e pace. Sta a noi cambiare l’immagine di un’Unione astratta, poco efficace, burocratica. Fare di nuovo appassionare gli europei ad un grande progetto.”La Conferenza straordinaria si tiene in vista del 60esimo anniversario dei Trattati di Roma. Il prossimo 25 Marzo è prevista la firma di una dichiarazione solenne da parte dai vertici delle tre istituzioni dell’UE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani in occasione del dibattito chiave sulla Dichiarazione di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

Strasburgo. “A Roma, il 25 Marzo, è prevista la firma di una dichiarazione solenne. Oggi, più che mai, abbiamo bisogno strasburgo-parlamento-europeodell’unità europea. L’Ue va cambiata, non indebolita,” ha concluso Tajani.Il Parlamento Europeo ha aperto il dibattito sul Futuro d’Europa a febbraio con l’adozione delle relazioni – Verhofstadt, Bresso/Brok, Berès/Böge – seguite dal Libro Bianco della Commissione Europea e la discussione in seno al ultimo Consiglio europeo la settimana scorsa.
A seguito dell´invito del Presidente Antonio Tajani, il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, il Primo Ministro Gentiloni, il Vice Primo Ministro maltese Louis Grech e il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker hanno partecipato al dibattito in Plenaria sul Futuro dell’Europa in vista della Dichiarazione di Roma sul 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma.“Voglio ricordare che oggi l’Olanda va alle urne. Nessuno può offendere un paese democratico che va a elezioni, offendendo tutti i cittadini europei e i valori nei quali ci riconosciamo,” ha dichiarato il Presidente del Parlamento Europeo introducendo il dibattito.“L’Europea è molto di più di un mercato o di una moneta. Proprio da qui dobbiamo ripartire. Non possiamo limitarci a una cerimonia formale per ricordare quelli che sono stati i migliori 60 anni nella storia dell’Europa libera. L’anniversario della firma dei Trattati di Roma deve essere, prima di tutto, l’occasione per riavvicinare l’Europa ai cittadini. Dobbiamo dare risposte concrete alle loro preoccupazioni contrastando la disoccupazione, il terrorismo, governando i flussi migratori, promuovendo i nostri valori nel mondo,” ha aggiunto Tajani.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano di investimenti per l’Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

europaIl Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e Confidi Systema! hanno firmato un accordo nell’ambito dell’iniziativa InnovFin della Commissione europea, sostenuta dal programma di ricerca e innovazione dell’UE Orizzonte 2020, per mettere a disposizione di piccole e medie imprese (PMI) e piccole imprese a media capitalizzazione innovative italiane finanziamenti per 26 milioni di euro nell’arco dei prossimi due anni. L’operazione si avvale anche del sostegno del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), fulcro del piano di investimenti per l’Europa.Il FEI rilascia una controgaranzia che consentirà a Confidi Systema! di aumentare i volumi di garanzie e di sostenere quindi l’accesso al credito da parte delle PMI. L’operazione dovrebbe generare un portafoglio di prestiti bancari del valore massimo di 26 milioni di euro che andrà a beneficio di oltre 200 imprese situate prevalentemente nel Nord-Ovest.Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l’Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: “L’Italia continua a conseguire risultati eccezionali nell’ambito del Piano di investimenti. Migliaia di PMI italiane già usufruiscono dei vantaggi del FEIS. Sono lieto che con l’accordo odierno altre 200 società avranno accesso ai finanziamenti di cui hanno bisogno per innovare, espandersi e creare posti di lavoro.”Pier Luigi Gilibert, Amministratore unico del FEI, ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto della conclusione di questo accordo di collaborazione tra il FEI e Confidi Systema! nell’ambito del FEIS. Questa operazione genererà un elevato valore aggiunto a vantaggio delle imprese italiane. Il FEI intende continuare a operare nell’ambito del FEIS e mi compiaccio che siamo riusciti a includere nel piano tutti gli Stati membri dell’UE. Grazie all’accordo odierno con Confidi Systema! oltre 200 PMI dovrebbero beneficiare delle garanzie che verranno messe a disposizione. Essendo una delle principali società di garanzia del credito in Italia, Confidi Systema! si trova in una posizione ideale per raggiungere le PMI italiane che necessitano di finanziamenti.”Lorenzo Mezzalira, Presidente di Confidi Systema!, ha aggiunto: “Siamo fortemente impegnati a sostenere le PMI italiane. Grazie a questo accordo saremo in grado di migliorare l’accesso delle PMI ai finanziamenti; ciò consentirà loro di svilupparsi, crescere e creare posti di lavoro. Gli importi dei prestiti andranno da 25 000 a 2 milioni di euro, e avranno una durata massima di dieci anni. Il sostegno di Confidi Systema! ridurrà inoltre notevolmente il tempo necessario per istruire le richieste di credito, consentendo alle PMI di ottenere rapidamente i finanziamenti di cui hanno bisogno. Il FEI e Confidi Systema! collaborano per consolidare e sviluppare il sistema delle piccole imprese in Italia.
Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) fa parte del Gruppo Banca europea per gli investimenti. La sua missione fondamentale è sostenere le microimprese e le PMI europee, facilitandone l’accesso ai finanziamenti. Il FEI elabora e sviluppa strumenti di capitale di rischio e di capitale di crescita, strumenti di garanzia e di microfinanza destinati specificamente a questo segmento di mercato. In questo ruolo il FEI promuove gli obiettivi dell’UE nei campi dell’innovazione, della ricerca e dello sviluppo, dell’imprenditorialità, della crescita e dell’occupazione. Maggiori informazioni sull’attività del FEI nell’ambito del FEIS sono disponibili qui.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artico: vietare l’estrazione di petrolio e ridurre le tensioni

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

articoI deputati europei in una risoluzione votata giovedì chiedono norme per salvaguardare il vulnerabile ecosistema dell’Artico, introdurre il divieto di estrazione di petrolio e mantenerlo come zona di cooperazione a bassa tensione. Il Parlamento sottolinea che i cambiamenti climatici stanno creando nuovi problemi ambientali e di sicurezza, poiché con lo scioglimento della calotta artica si aprono nuove rotte di navigazione e nuove zone di pesca e aumenta la competizione per le sue risorse naturali.“La regione artica è molto sensibile e vulnerabile. Se distruggiamo quest’area sfruttandone le risorse in maniera non sostenibile, non distruggiamo solo una regione unica, ma acceleriamo anche il cambiamento climatico, riduciamo le nostre possibilità di avere acqua pulita e gli effetti sulla riserva ittica saranno devastanti” ha dichiarato la co-relatrice Sirpa Pietikainen (PPE, FI).I deputati evidenziano che l’Artico si sta riscaldando a velocità doppia rispetto alla media mondiale e che il mare ghiacciato è diminuito in maniera significativa a partire dal 1981, al punto da essere circa il 40% più piccolo rispetto all’estate di 35 anni fa.
I quattro milioni di persone che vivono nella regione artica, più tutta la flora e la fauna ivi presente, sono le prime a subire le conseguenze negative dell’aumento dell’inquinamento. Per tale motivo i deputati ribadiscono che “il vulnerabile ambiente artico e i diritti fondamentali dei popoli indigeni devono essere rispettati e protetti con salvaguardie più rigorose”.Chiedono inoltre di vietare “trivellazioni petrolifere nelle acque ghiacciate artiche dell’UE e del SEE”, come pure l’utilizzo di combustibili fossili che potrebbe accelerare ulteriormente il cambiamento climatico. Inoltre, hanno reiterato la loro richiesta del 2014 di bloccare l’uso di olio combustibile nei trasporti marittimi nel Mar Artico. Se ciò non fosse possibile data la situazione internazionale, la Commissione dovrebbe creare delle norme che proibiscano l’uso e il trasporto di olio combustibile (HFO) su navi dirette verso i porti dell’UE.Il co-relatore Urmas Paet (ALDE, ET) ha dichiarato: “L’importanza geopolitica dell’Artico sta crescendo. Il nostro scopo principale è quello di mantenere la regione come un’area di bassa tensione e non bisogna evitare la militarizzazione dell’Artico”.I deputati evidenziano la crescente presenza di forze armate russe nell’Artico, che dal 2015 “hanno fondato almeno sei nuove basi a nord del Circolo Polare Artico, inclusi sei porti in acque profonde e 13 aerodromi”. Inoltre, notano il crescente interesse della Cina nell’accesso a nuove rotte commerciali e a nuove risorse energetiche.Sottolineando gli sforzi per mantenere l’Artico una zona a bassa tensione, evidenziano “il ruolo importante del Consiglio Artico” nel “mantenere una cooperazione costruttiva, bassa tensione e stabilità” nella regione.La risoluzione è stata approvata con 483 voti in favore, 100 contrari e 37 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5° Giornata della libertà dei semi a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

mercato contadinoRoma Domenica 19 Marzo dalle 9 alle 18,30 al Mercato Contadino Capannelle Via Appia Nuova 1245. E’ stata organizzata in collaborazione con l’Orto Botanico dell’Università di Tor Vergata, patrocinata da Seed Freedom e Navdanya International al Mercato Contadino Capannelle che si svolgerà all’interno dell’Ippodromo, con oltre 80 aziende agricole del territorio e artigiani del riciclo e del riuso.
Si potranno scambiare Semi in diretta per affermare e difendere la libertà di conservare. Moltissime le associazioni del territorio che sostengono questo progetto. Saranno presenti a Capannelle: Greenpeace, Libera, Medici senza frontiere, Emergency, ActionAid, Cerealia Festival dei cereali, Res Ciociaria, uniti per difendere la centralità della tematica “CIBO“, fondamentale per i diritti della cittadinanza e dell’ambiente.
Ore 10,30 e ore 15 Laboratorio del Sapone del Bianconiglio “Pulire senza sporcare l’ambiente si può!”
Ore 11 Laboratorio informativo “Biodiversità e conservazione del germoplasma” a cura del dr. Roberto Braglia dell’Orto Botanico dell’Università di Tor Vergata (progetto finalizzato alla tutela dell’ambiente e al recupero, valorizzazione e conservazione della biodiversità vegetale sul territorio italiano).
mercato contadino1Ore 11,30 Dibattito sui temi della giornata, coordinatore dr. Marco Greggio
Ore 12,30 Laboratorio del buon cibo: Pasta e Fagioli in diretta a cura della food blogger Floriana Barone – I semi sono la ricchezza della terra, un dono della natura, quale migliore esempio del fagiolo, prezioso per la nostra salute. Cucinato sapientemente con i cereali è un pasto antico e completo. Nelle sue molteplici varietà incarna l’importanza dei semi e della loro conservazione.
Per pranzo sarà possibile degustare la pasta e fagioli realizzata con i fagioli borlotti dell’azienda agricola Umberto Di Pietro di Capena, preparata amorevolmente con i maltagliati di grano duro del molino Caldaroni da Maria Donata e famiglia, condita con il pecorino delle aziende del mercato contadino e l’olio certificato biologico dop di olive itrane di Impero Maggiarra di Sonnino.
Canti e balli del centro-sud Italia con “Le sinergie popolari” (organetto, tamburello, zampogna, voce e violino) accompagneranno le attività di questa ricca giornata!
PIC NIC, come di consueto tante degustazioni e tanti prati verdi a disposizione gratuita dei partecipanti: la tiella di Gaeta, le verdure ripassate, panini vegani e non, il farro, la roveja un legume antico, i vini del Consorzio Frascati doc docg, le birre artigianali di BCR beer company, la Gelateria Greed con gusti imperdibili, che per l’occasione presenterà il gelato realizzato con la birra artigianale L’Ariccina, speziata dai sentori agrumati e pepati, prodotta con il farro dell’agricoltura contadina laziale.
Inoltre per tutti i bambini, il battesimo della sella dalle 15.00 alle 17.00 grazie a istruttori qualificati e dalle ore 15:00 per gli appassionati ci saranno corse di elevato spessore tecnico tra cui il tradizionale premio S.Giuseppe prima tappa di avvicinamento al Derby di Galoppo. (fonte: http://www.mercatocontadino.org) (foto: mercato contadino)

Posted in recensione, Roma/about Rome | Leave a Comment »