Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Archive for 7 agosto 2017

Fucsia Nissoli Fitzgerald: La mia intervista sul Corriere Canadese

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

Fucsia Nissoli FitzgeraldTORONTO – «Il partito in cui sono stata eletta, Scelta Civica, si è dissolto. In queste condizioni è praticamente impossibile riuscire a lavorare per gli italiani all’estero». Angela Rosaria detta Fucsia Nissoli Fitzgerald è appena passata a Forza Italia dopo quasi quattro anni nel gruppo Democrazia Solidale-Centro Democratico di Lorenzo Dellai e Bruno Tabacci. Una scelta, quella di Nissoli, apparsa ai più improvvisa, visto che solo il 12 aprile scorso veniva annunciato il suo ingresso nel movimento politico nordamericano Insieme per gli italiani, ma che la deputata difende con forza.
«La mia non è stata una scelta improvvisa – dice al Corriere Canadese la deputata appena tornata a Roma dopo essere stata presente in tutte le quattro tappe del viaggio in Canada del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – è stata una scelta meditata. Mi sono confrontata con molte persone sul territorio, con persone che ho conosciuto durante il mio percorso e con persone che mi avevano votato. A loro ho chiesto: “Mi ricandido con un altro partito o mollo tutto?”. Il supporto della gente mi ha portata dove sono oggi».
A dare il via a tutto, racconta Nissoli, è stato un incontro avvenuto a gennaio col presidente Silvio Berlusconi, «col quale mi sono intrattenuta a parlare delle problematiche degli italiani all’estero». «Ho trovato Berlusconi molto sensibile all’argomento – spiega – e lui stesso mostrando entusiasmo per le politiche dell’emigrazione mi ha detto: “Lei se lo ricorda che quando io ero al governo gli italiani all’estero non pagavano l’Imu sulla prima casa?”. Dopo questo incontro mi sono chiesta se fosse stato giusto continuare il mio impegno a livello politico oppure abbandonare l’attività visto che il mio gruppo parlamentare si sta dissolvendo». «In questi mesi ho valutato cosa fare – continua – e la mia è stata una scelta meditata, dalla parte degli italiani all’estero. Infatti, ho trovato nelle politiche che il presidente Berlusconi mi ha prospettato quella necessaria e saggia moderazione che già era presente nelle politiche che con la lista Monti avevamo prospettato agli elettori del Nord e Centro America».
Non sono però mancate le critiche per la scelta della deputata nata a Treviglio. «Qualcuno ha scritto che sono andata in Forza Italia per mantenere la poltrona – ammette Nissoli – e voglio dire che questa è una bella bugia». Resta però il fatto che solo pochi mesi fa la deputata aveva annunciato la sua adesione al movimento “Insieme per gli italiani” di cui, scriveva in una nota inviata dal suo addetto stampa, “condivido i principi, il progetto ed il programma portati avanti da persone di qualità, che amano profondamente l’Italia e vogliono servire gli italiani all’estero oltre gli schemi e le divisioni partitiche”.
«Ho buonissimi rapporti con Carmelo Cicala (presidente del movimento, ndr) – spiega Nissoli – è un movimento che lavora per gli italiani all’estero e condivido il loro percorso. Piuttosto voglio dire che chi mi accusa di voler mantener la poltrona è veramente una persona di basso livello. Prima di tutto perché non ho bisogno e poi perché ho sempre visto la politica come un servizio per la comunità e chi mi conosce lo sa».
Qualcuno ipotizza che questo potrebbe essere il prima passo di una futura intesa elettorale in Nord America tra Forza Italia e movimenti come Insieme per gli italiani e magari anche il Maie di Riccardo Merlo. Nissoli però evita di prendere posizione. «Sono cose che verranno valutate con l’avvicinarsi delle elezioni politiche – dice – Io adesso sono iscritta a Forza Italia, tutto il resto si valuterà strada facendo». Intanto, spiega, «ho avviato un confronto serio col presidente Berlusconi discutendo con chiarezza i punti su cui occorre agire con forza, convinzione e coesione politica. Cittadinanza, mobilità dei giovani e parità fiscale sono i tre punti essenziali del mio programma politico e dalla scorsa settimana sono diventati tre punti essenziali anche nel programma di Forza Italia». «Sono convinta di aver fatto una scelta buona per gli italiani all’estero e questo mi dà anche la forza per continuare a lavorare – conclude Nissoli – In questi giorni in cui sono stata in Canada ho parlato con tante persone e la maggior parte delle persone che ho incontrato hanno appoggiato la mia decisione. Io mi sto impegnando molto per il bene della comunità e spero che Forza Italia mi dia questa possibilità».

Posted in Politica/Politics, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati e le minacce del generale Haftar

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

mediterraneo“Le parole e le minacce del generale Haftar, confermate al Corriere della Sera, dimostrano che è necessario ricucire i rapporti tra l’Egitto e l’Italia, che, senza dimenticare il caso Regni, deve avere nuovamente un ambasciatore a Il Cairo. Ne va della nostra possibilità di continuare a giocare un ruolo internazionale nel Mediterraneo”. Così Paolo Alli, Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato e deputato di Alternativa Popolare. E spiega: “L’Egitto è, tra i tanti attori della vicenda libica, quello da cui non si può assolutamente prescindere, perché al-Sisi non può controllare il confine del Sinai, il confine del Sudan, il Mar Mediterraneo e il confine della Libia. Quindi, al-Sisi è disponibile anche alla separazione in due o in tre parti della Libia, purché il generale Haftar gli garantisca l’impermeabilità del confine con la Cirenaica. Questo significa che Haftar si muove solo con in accordo con al-Sisi, e le sue parole di oggi sembrano scritte sotto dettatura. Né si possono escludere influenze francesi in queste posizioni anti italiane”. (n.r. Ci sembra di capire che la Francia fa parte della stessa Comunità europea e della Nato dove vi è anche l’Italia e se è così, come lo è, siamo al cospetto di una disintegrazione nei fatti della stessa comunità se ognuno va per conto suo e minaccia, sia pure per interposta persona, la stessa sovranità di un paese che suole definirlo ipocritamente “fratello”. La verità è che alla prova dei fatti la Comunità europea non esiste di là dell’asse Francia-Germania. Gli altri sono dei semplici vassalli: o fate come vi diciamo o facciamo intorno a voi terra bruciata. Viva l’Europa.)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il Premio Giornalistico Nazionale “Natale UCSI” per un giornalismo solidale

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

GiornalistiE’ dedicato alla memoria di Giuseppe Faccincani e promosso dall’Unione Cattolica della Stampa Italiana (U.C.S.I.) – sezione di Verona, con il sostegno di Fondazione Cattolica Assicurazioni, il contributo di Banca Popolare di Verona – Banco BPM e il patrocinio dell’ U.C.S.I., Comune di Verona, Ordine Nazionale dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nonchè l’apporto della società editrice Athesis e dell’Ufficio Regionale Comunicazioni sociali della Conferenza episcopale del Triveneto. Rinnovando come partner tecnico Cantina Valpolicella di Negrar con il marchio di eccellenza DOMINI VENETI, pregiata espressione della tradizione enologica della Valpolicella e del settore vitivinicolo veronese.
Il premio è riservato a giornalisti e reporter della carta stampata e online, delle TV e delle radio, autori degli articoli pubblicati ovvero dei servizi televisivi/radiofonici andati in onda dal 1 novembre 2016 al 31 ottobre 2017, che raccontino testimonianze, problemi, storie e fatti inerenti ai valori della solidarietà, dell’integrazione sociale, della convivenza civile, della fratellanza, dell’attenzione verso il prossimo e della difesa dei diritti e della dignità umana.
La giuria del premio, anche quest’anno presieduta da don Bruno Cescon, docente al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma, assegnerà tre riconoscimenti principali (uno per ogni categoria giornalistica in concorso), consistenti in una scultura in argento del maestro veronese Alberto Zucchetta e un assegno del valore di 2mila euro:
1. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Stampa, al giornalista autore del migliore articolo/inchiesta/reportage pubblicato su quotidiani e/o periodici (incluse testate giornalistiche online regolarmente registrate);
2. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Televisione, al giornalista autore del migliore servizio giornalistico televisivo (TG) e/o reportage televisivo sui temi del concorso trasmesso su canali televisivi nazionali, locali e regionali, in chiaro, digitale terrestre, satellitari, web (solo se testate giornalistiche);
3. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Radio, al giornalista autore del miglior servizio giornalistico radiofonico trasmesso dalle emittenti nazionali, locali, regionali e web-radio (solo se testate giornalistiche). Il bando prevede, inoltre, tre premi speciali:
– la Targa Athesis, del Gruppo Editoriale “Athesis”, per il miglior servizio (stampa/web, televisivo o radiofonico) sui temi del premio, realizzato da un giornalista o collaboratore under 30 alla data della scadenza del bando (non è richiesta iscrizione all’ordine professionale);
– il premio “Il genio della donna”, attribuito da Banca Popolare di Verona – Banco BPM, al giornalista autore del servizio giornalistico più significativo (stampa/web, televisivo o radiofonico) riferito a una donna quale testimone della cruciale presenza femminile nella difesa dei valori della convivenza civile;
Il terzo premio speciale, dal titolo “Giornalisti e società: la professione giornalistica al servizio dell’uomo”, della Conferenza Episcopale del Triveneto, sarà assegnato direttamente dalla Giuria del Premio a un giornalista impegnato nel volontariato sociale per il sostegno a situazioni di emarginazione e fragilità sociale.
Gli elaborati in concorso dovranno essere inviati alla Segreteria organizzativa del Premio (UCSI Verona, presso Fondazione Toniolo, via Seminario, 8 – 37129, Verona), entro e non oltre venerdì 3 novembre 2017 (farà fede il timbro postale 3.11.2017)
Il Bando del Premio Natale Ucsi 2017, con annesso regolamento e relativa scheda di partecipazione, sono scaricabili anche dai siti web: http://www.premioucsi.it, http://www.ucsi.it; http://www.odg.it – sezione Premi giornalistici; http://www.ordinegiornalisti.veneto.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra del grande artista futurista Fortunato Depero

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

deperoModena da sabato 14 ottobre a sabato 11 novembre 2017 Studio Marco Bertoli – Art Consulting via Carlo Farini 56, (terzo piano) Orari: al lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 ospita una selezione di 24 opere del grande artista futurista Fortunato Depero (Fondo, 30 marzo 1892 – Rovereto, 29 novembre 1960) provenienti da prestigiose collezioni private, in una mostra a ingresso gratuito.Catalogo: a cura di Maurizio Scudiero. Un’occasione unica per ammirare, in una panoramica di trent’anni di attività, pezzi che vanno da “Costruzione di gobbo” (1917, matita e acquerello su carta) a “Danza di coni” (1947 circa, matita e inchiostro su carta), dalla serie di collage di carte colorate dedicata ai “Numeri” (del 1926 circa), alle “Donne del tropico” (1945, olio su tavola).
Tutte opere selezionate da Bertoli – consulente per la casa d’aste Christie’s a New York e Londra dal 2005 – che, per poco più di un mese, saranno eccezionalmente visibili al pubblico: dai primi “arazzi” futuristi, in realtà mosaici di stoffe colorate (da non perdere il progetto esecutivo per arazzo “Cavalcata fantastica” del 1920), ai numerosi studi per manifesti pubblicitari come quelli per la Campari, per cui Depero nella sua carriera ha realizzato centinaia di proposte. Tra gli altri in mostra “Anche il gatto beve il Campari” del 1927 e alcuni studi per il “Numero Uno Futurista Campari” del 1930-31 (realizzati già a iniziare dall’anno precedente), perchè “L’Arte dell’avvenire sarà potentemente pubblicitaria” scrive Depero nel suo “Manifesto dell’arte pubblicitaria”, sempre del 1931, fino alle copertine di prestigiose riviste, realizzate nel periodo newyorkese come “Vogue” del 1930, o subito dopo come “La Rivista” del 1930-31.
Sia sul versante della grafica pubblicitaria che in quello della realizzazione delle copertine Depero rimane fedele a una continua rivisitazione iconografica: i personaggi delle sue opere sono costituiti da forme piatte e stilizzate provenienti dal mondo del teatro. Per conferire dinamicità alle composizioni ricorre quasi sempre all’espediente di un certo diagonalismo. Figura geometrica utilizzata per eccellenza è il parallelepipedo: luci e colori sono giocati su forti contrasti, con una predilezione nell’uso del bianco, del nero e del rosso, con un approccio aggressivo che ha influenzato una buona parte della grafica pubblicitaria successiva. Così come non si può non notare l’influenza che opere come “I gondolieri (o coleotteri veneziani)” del 1924-25, esposti in mostra, hanno avuto sull’arte seriale di Andy Warhol. (foto: depero)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Bohème!

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

trapani-villa-margheritaTrapani Martedì 8 e giovedì 10 agosto 2017 ore 21,00 Teatro Giuseppe Di Stefano Villa Margherita. Si conclude con il capolavoro pucciniano “La Bohème”, la 69ª stagione d’opera dell’ Ente Luglio Musicale Trapanese, tra le più felici, in termini di gradimento e riscontro da parte del pubblico. Sipario alzato, quindi, al Teatro Giuseppe Di Stefano a Trapani per un’opera che viene proposta con Orchestra, Coro del Luglio Musicale Trapanese e Coro di Voci bianche “Carpe diem” di Marsala. Sul podio Nikša Bareza. Protagonista di questa affascinante produzione, un cast di acclamate voci: nel ruolo di Mimì, Valentina Boi. Nel ruolo di Rodolfo Danilo Formaggia. Nei panni di Musetta, Larissa Alice Wissel, Marcello sarà interpretato da Fabio Capitanucci. Michele Patti sarà Schaunard, Andrea Patucelli in Colline, Alcindoro/Benoit sarà Angelo Nardinocchi. Andrea Schifaudo vestirà i panni di Parpignol. Affidata alla regia di Stefania Panighini, molto giovane ma che possiede un’intensa attività di regia in numerosi teatri europei, sarà capace di portare in primo piano le dinamiche drammaturgiche e musicali del testo, così peculiari nel capolavoro pucciniano. Scene di Andrea De Micheli, luci di Daniele Naldi mentre i costumi sono di Tatiana Lerario, le coreografie di Patrizia Lo Sciuto. Maestro del Coro sarà Fabio Modica e il Maestro del Coro di voci bianche Roberta Caly. Le scene liriche in quattro atti di Puccini su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa sono tratte dal romanzo Scènes de la vie de Bohème di Henri Murger. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro Regio di Torino, il 1 febbraio 1896. Biglietti da 12 a 35 euro. Scrive Stefania Panighini: “La Bohème non è solo quel fenomeno artistico che attraversa quasi un secolo, dalla sua nascita – negli anni 30’ dell’800 – fino all’inizio della seconda guerra mondiale, ma anche una stanza dell’anima: un modo di sentire l’arte scanzonato e maledetto, dove gli opposti contrastano furiosamente fra loro, per poi fondersi come colori sulla tela. I dieci anni che intercorrono tra le due grandi guerre, sono in questo senso i più significativi, perché raccontano l’ascesa e la caduta di una grande utopia: il movimento Dada e il suo irriverente e disarticolato sistema artistico, che ignorava con tenacia dissacrante il desiderio di ricostruzione postbellico. Eccoci totalmente immersi nei folli anni venti, dove il fervore artistico di Picasso, Brancusi o Modigliani, esplode ai margini di una società troppo impegnata a ricostruire e ricostruirsi: chi si perde nei fumi dell’oppio e dell’assenzio (considerando l’arte come un cammino senza meta, piuttosto che una rivincita sulla guerra), viene escluso da un comune sguardo verso il futuro, isolato in un presente sterile, fatto di sogni che si sfaldano al fiorire di primavera. Nulla più che il glorioso e straordinario fallimento di un’intera generazione di artisti”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sgarbi presenta “Biennale Milano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

Biennale_Milano1Biennale_Milano2Milano dall’11 al 15 ottobre presso Brera Site, in via delle Erbe grande attesa per la nuova edizione della “Biennale Milano – International Art Meeting”, presentata da Vittorio Sgarbi, una delle più rinomate e celebri esposizioni internazionali. E’ un innovativo spazio dedicato a eventi culturali collocato nel cuore della città, a pochi passi dal Piccolo Teatro, ed in altre prestigiose sedi milanesi, con la direzione organizzativa del manager della cultura Salvo Nugnes, Presidente di “Spoleto Arte”.
Nella “Biennale Milano” sono previsti eventi e conferenze ad ingresso gratuito con la partecipazione di numerosi artisti noti del panorama italiano ma anche straniero, tutti selezionati accuratamente dal comitato organizzativo, e di illustri personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo che interverranno in occasione degli incontri: da Alessandro Sallusti al prof. Francesco Alberoni, da Paolo Liguori, direttore di TGcom, a Katia Ricciarelli, da Silvana Giacobini a Vittorio Feltri, da Alessandro Meluzzi a Bruno Vespa, da Alviero Martini ad Alba Parietti, ed altri ancora. Pittura, scultura, fotografia e video-arte saranno accolte in un’esposizione collettiva in cui ogni artista avrà un proprio spazio per mostrare il suo talento e le sue creazioni.
La Biennale verrà riproposta a seguito del grande risultato e dei numerosi apprezzamenti ricevuti nel 2015. Anche due anni fa l’evento era stato arricchito da molteplici conferenze e presentazioni letterarie con la partecipazione di rinomati personaggi, come il cantautore Cristiano De André e lo scrittore Mauro Corona.
L’evento si avvarrà di numerosi patrocini, come quello dell’UNESCO, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Lombardia, del Comune e della Provincia di Milano.Nella nuova edizione della “Biennale Milano” verrà sicuramente superato il successo della scorsa edizione, preannunciando così un appuntamento da non perdere. (christian flammia)(foto: biennale milano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tatuaggi temporanei: Da evitare

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

tatuaggioDa evitare i tatuaggi neri provvisori (quelli che scompaiono dopo qualche giorno), proposti sulle spiagge da simpatici individui che ne assicurano la totale innocuita’. Secondo l’Agenzia francese della sicurezza sanitaria, possono essere all’origine dell’eczema allergico che puo’ portare dritti all’ospedale. Sotto accusa una sostanza, la parafenilendiammina (PPD), aggiunta all’henne’ per dare il colore nero che e’ piu’ apprezzato del colore abituale, che varia dal bruno all’arancio. L’eczema allergico (dermatite allergica) e’ una reazione infiammatoria della pelle, causata da una ipereattivita’ di alcune cellule del sistema immunitario ad una determinata sostanza (allergene, in questo caso il PPD). I villeggianti sono quindi avvertiti: meglio evitare il tatuaggio nero. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Cagliari tre giorni di riflessione sullo stato della fotografia e i nuovi linguaggi visivi

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

ArdizzoneCagliari nei giorni 12 e 13 settembre nella sala conferenze del Centro comunale d’arte Il Ghetto, in via Santa Croce 18 dalle ore 15.30 alle 19.30 e il giorno 14 settembre, negli stessi orari, all’EXMA – Exhibiting and Moving Arts di via San Lucifero e sarà riservato a un numero massimo di cento partecipanti.
Oggi la fotografia, nelle sue varie declinazioni, dal documentario al concettuale, vive una trasformazione radicale sotto l’influenza dell’avanzamento tecnologico e di nuovi valori della società. Francesco Zizola, uno dei più affermati fotografi italiani, ci porta alla scoperta della sua mostra Sale Sudore Sangue che parla dell’antico metodo di pesca sostenibile della tonnara. La narrazione delle diverse fasi di realizzazione del progetto, parte di Hybris, lavoro decennale sui limiti dell’uomo rispetto agli elementi naturali, servirà da spunto per riflettere su alcuni interrogativi: che cosa è oggi il racconto fotografico? Come è mutato il suo linguaggio? E come lo si applica ai nuovi media non tradizionali? Il workshop, della durata di tre giorni, sarà l’occasione per conoscere, approfondire e riflettere sul tema della fotografia, sulle sue prospettive di sviluppo, con un’attenzione particolare alla fotografia documentaria e a come questa si stia adattando all’utilizzo di nuovi prodotti tecnologici, action cam, droni e smartphone.
Attraverso l’esplorazione del lavoro passato e recente del docente, i partecipanti si confronteranno sulle varie fasi di realizzazione di un progetto fotografico, analizzando casi studio specifici e individuando nuove possibilità di ricerca, attivando al tempo stesso una riflessione su cosa vuol dire oggi raccontare storie attraverso la fotografia.
L’iniziativa è abbinata alla mostra Sale Sudore Sangue, progetto originale di Francesco Zizola per Consorzio Camù e 10b Photography, curato da Deanna Richardson visitabile all’EXMA fino al 17 settembre. In mostra le fotografie, scattate negli ultimi cinque anni da Zizola tra Portoscuso e Porto Paglia, che raccontano l’antico metodo di pesca del tonno rosso sviluppato nelle tonnare. (foto: ardizzone)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nel padiglione di Unioncamere Puglia il “mercato dell’innovazione”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

bariBari.  “Nella prossima edizione della Fiera del Levante – dal 9 al 17 settembre – Unioncamere Puglia trasformerà il proprio padiglione (n. 107) in una esposizione-mercato riservata a 15 pmi pugliesi che hanno sviluppato prodotti o servizi innovativi, destinati soprattutto ad un pubblico consumer”.Ad annunciare l’iniziativa, che Unioncamere Puglia promuove in qualità di partner della rete EEN – Enterprise Europe Network – la più grande rete Europea di servizi per aiutare le piccole e medie imprese a migliorare la loro competitività, sviluppare il loro potenziale di innovazione e confrontarsi in una dimensione internazionale – è il presidente Alessandro Ambrosi. Trammite avviso pubblico ( disponibile su http://www.unioncamerepuglia.it/Bandi/ insieme al modulo di adesione) saranno selezionate 15 piccole imprese con sede legale o produttiva in Puglia che avranno a disposizione opportuni spazi allestiti per presentare e promuovere i propri prodotti e servizi durante la manifestazione.”L’obiettivo è – spiega Ambrosi – renderle “testimonial” di un percorso che possa divenire esemplare per altre. La Fiera costituirà per loro un vero e proprio test di mercato, anche internazionale. Anche perché oltre all’esposizione intendiamo organizzare incontri con le rappresentanze istituzionali e commerciali dei Paesi ospitati in questa campionaria – si prevedono più di dieci desk di Paesi stranieri per l’assistenza e l’informazione alle imprese – per presentare e promuovere i vari prodotti o servizi”.Possono aderire all’iniziativa le aziende che abbiano messo a punto in tempi recenti, comunque non prima del 10 settembre 2016, prodotti innovativi. Saranno valutati sia prodotti o servizi completamente nuovi nella struttura e nei contenuti, sia prodotti o servizi differenziati da un nuovo piano di marketing, da una nuova strategia di mercato, dall’introduzione di un processo o di una materia prima nuova, da una nuova funzione d’uso di un prodotto tradizionale, ecc.” Le aziende che intendano partecipare alla selezione dovranno presentare una breve relazione (non più di 1500 battute) in cui descrivano il prodotto o servizio che intendono presentare, sottolineando gli elementi innovativi e di cambiamento che hanno messo in atto e come intendano presentarli nella esposizione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Marche: clausola anti olio di palma inclusa nel Piano triennale per il diritto allo studio

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

olio di palma“La clausola anti olio di palma inclusa nel Piano triennale per il diritto allo studio della Regione Marche, recentemente approvato dal Consiglio regionale, è un vero e proprio ostacolo al principio di leale concorrenza negli appalti di fornitura pubblici”. A dichiararlo Campagne Liberali, l’associazione di cittadini non bipartisan che agisce per tutelare la libera scelta dei consumatori e promuovere la corretta informazione scientifica nel dibattito pubblico. “Il Movimento 5 Stelle, infatti, ha fatto pressioni per inserire questa previsione nel Piano triennale per il diritto allo studio, nascondendosi dietro la giustificazione del “principio di precauzione”. Il punto è – sostengono i vertici di Campagne Liberali – che non “sono i partiti e la politica a dover decidere come e quando adottare un principio scientifico precauzionale, bensì il Ministero della Salute o gli enti internazionali preposti come la Commissione Europea”. “Nessuna di queste organizzazioni – prosegue ancora Campagne Liberali – ha mai pensato di applicarlo all’olio di palma. “Per questo motivo apprezziamo e supportiamo l’interrogazione depositata presso la Commissione Affari Sociali dall’Onorevole Daniele Capezzone, che chiede al Ministro della Salute di intervenire affinché non si verifichino ulteriori episodi in cui la scienza e la salute vengono falsate e utilizzate come giustificazione per distorcere la libera concorrenza e fuorviare il consumatore”. “Questo è quello che è successo con il Piano triennale per il diritto allo Studio della Regione Marche”, conclude infine l’associazione. Campagne Liberali ha realizzato uno studio, pubblicato nel maggio scorso, in cui da una comparazione effettuata su etichette e profili nutrizionali di ben 25 prodotti fra i più consumati del mercato alimentare italiano, e destinati soprattutto a bambini e adolescenti (snack e merendine), è emerso chiaramente che spesso quei prodotti in cui l’olio di palma è stato sostituito con altri oli o grassi contengono più grassi saturi di quelli che invece tutt’ora continuano a utilizzarlo.
Campagne Liberali è una piattaforma di cittadini non partisan che difende il diritto alla libera scelta e promuove il corretto dibattito scientifico. Fonte: http://www.campagneliberali.org

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elettrodomestici: nuove etichette in arrivo

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

elettrodomestici-variE’ in arrivo per gli elettrodomestici una nuova etichetta energetica uniforme con classi dalla A alla G. La classificazione dell’efficienza energetica verrà rielaborata e le classi attuali, comprese le varie A+,A++ e A+++, verranno convertite nella semplice scala A-G dove la classe A sarà la migliore in termini di risparmio energetico.
Ciò è stato voluto per ottenere maggiore chiarezza e per facilitare i confronti tra un prodotto e l’altro, nonché per eliminare la confusione che la presenza dei vari “+” abbinati alla classe A può generare nel consumatore.
Il passaggio, disciplinato da un Regolamento europeo entrato in vigore lo scorso 1 Agosto (1), è progressivo. Tutta la procedura, che prevede l’emanazione di regolamenti specifici per ogni tipo di elettrodomestico, dovrebbe concludersi entro il 2023.
Nel frattempo le attuali etichette rimarranno in vigore e comunque quelle vecchie e le nuove continueranno a coesistere per un certo tempo anche dopo l’emanazione di ciascun regolamento. Dal 2019 sarà anche disponibile per il consumatore una banca dati online dei prodotti dove trovare le etichette e le informazioni tecniche, che potrebbe essere accessibile anche tramite un codice dinamico di risposta rapida (codice QR) presente sul prodotto. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Droga di ieri e di oggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

droga cannabis-vicinoStiamo seduti nel bel mezzo di un uragano, invece di metterci al riparo, rimaniamo a guardare gli esiti della catastrofe. Non soltanto la droga sta impattando e mettendo in crisi i fortini dell’accoglienza e della salute ritrovata nelle comunità di servizio e terapeutiche, a causa delle interminabili liste di attesa, delle richieste di aiuto disperate che non permettono ulteriori deroghe. Addirittura sta ritornando la droga di ieri, ben mischiata e amalgamata a quella di oggi, L’eroina è nuovamente tra noi, è vero che non se n’è mai andata, ma adesso sgomita e spinge avanti, come faceva in passato senza troppe cortesie. Un tempo chi la bucava, sniffava, fumava, lo faceva per un moto prettamente protestatarlo, contestatario, una sorta di rivolta autodistruttiva per non rimanere invischiati nelle ingiustizie sociali che stavano preparando terreno fertile per l’estinzione di una intera generazione. Oggi chi si sbomballa con la roba, non lo fa certo per una insubordinazione alla regola sociale o per non esser costretto a condividere uno status quo, piuttosto per una vera e propria resa incondizionata alla fatica di un impegno, di una responsabilità, di una libertà che impone la corposità di una scelta. Dunque l’accettazione del suo opposto e contrario, l’incontro disimpegnante della droga, che accantona ogni desiderio di felicità e autorealizzazione. Una molteplicità di articoli di cronaca ci dicono che il problema delle dipendenze sta deflagrando un’altra volta: droga, alcool, azzardo, bullismo spinto e violenza, stanno devastando limiti e confini di ogni giovanissimo, c’è in superficie una scollatura tra presente e futuro, come non esistesse possibilità di mettere giù un progetto, un percorso un po’ per volta, avanza con gli anfibi della precarietà una arrendevolezza disarmante che piega le gambe dei più giovani. Il mondo adulto osserva preoccupato il propagarsi di fenomeni sociali delinquenziali, si rifugia nella richiesta di punizione che ristabilisca un equilibrio, chiede a gran voce risposte severe. Dimenticando che il rispetto delle regole è chiaramente un diritto e un dovere fondamentale per ognuno e per ciascuno, ma perché questo avvenga occorre ripristinare un’attenzione e una cura di se, attraverso esempi autorevoli nei gesti quotidiani ripetuti. L’indifferenza con cui si legano al palo i più giovani, obbligandoli a una attesa umiliante e provocatoria, tentando illusoriamente di esorcizzare il tempo della noia che invece intacca anche la più coriacea delle convinzioni, non fa altro che ingrossare le fila di quanti accantonati e frustrati, non trovano di meglio che la compagnia silenziosa e complice delle sostanze. C’è penuria di coraggio a educare, a tirare fuori insieme il meglio, anche i silenzi di figli che non intendono parlare con te padre o madre che sia. Educare è la parola magica, educare alla speranza di realizzarsi, conquistando la capacità di raggiungere un obiettivo. Non sono utopie da supermercato, dove spesso, sempre più spesso, gli adulti vanno a pescare risposte vane. Forse occorre maggiore rispetto nei riguardi dei più giovani, prudenza a parlare di legalizzazione, un carico di poderosa attenzione su cosa significa sdoganare la famosa droga ricreativa, è necessaria una doverosa riflessione su cosa potrà significare avere a che fare con un mercato parallelo ben più devastante e ingannevole, soprattutto nei riguardi dei più deboli e inesperti, di coloro che come sempre pagheranno lo scotto maggiore. Nel frattempo continuiamo ad accantonare e rimuovere questi drammi, a risolverli ci pensiamo alla prossima occasione. (Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Molise non esiste? Altro che. Esiste ed è nobile

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

mina-cappussiBoiano Mercoledì 9 agosto 2017 a partire dalle 18.00, Palazzo Colagrosso di Bojano, Aula Universitaria si terrà un brand per la promozione del territorio moderato dalla giornalista Sabina Iadarola, con il patrocinio di Comune di Bojano, MolisE’, Regione Molise, Servizio Civile Turchese, Il Pentagramma e Aitef e inserito nel cartellone dell’Agosto Bojanese proposto da ViviBojano.
Interverranno: Mina Cappussi direttore Umdi, giornalista e scrittrice; Giulio De Jorio Frisari, Istituto Italiano Studi Filosofici e visiting professor Università di Tessalonica; Natalino Paone studioso, scrittore; Pasquale Lombardi, Assessore del Comune di Fornelli. Porteranno i saluti: Clementina Columbro, neo assessore alla Cultura del comune di Bojano, e Nico Ioffredi, consigliere delegato alla Cultura della Regione Molise. Seguiranno le testimonianze. L’evento fa parte del Molise Noblesse Festival, ideato da Mina Cappussi, e organizzato con i comuni di Fornelli e di Gildone e numerosi partner.
“Il Molise – spiega la Cappussi – può situarsi a pieno titolo nella rete internazionale della Cultura e dei Viaggi tra Storia, Memorie, Arte e Territori sul filo conduttore della nobiltà di una terra che ha un grande potenziale da sviluppare e lo fa con una serie di iniziative volte a costruire una memoria collettiva nel senso dell’appartenenza e nel riscattare l’idea di emigrazione dalla sua genericità controversa e anonima, quella, per intenderci, della tanto abusata valigia di cartone legata con lo spago, per avviare un percorso selettivo (con il carattere della continuità) di studi e ricerche destinate Giulio-de-jorioa far sì che l’emigrazione italiana nel mondo diventi suggestiva, indicando itinerari storici, letterari, filosofici, artistici alla scoperta del genio italiano e di ciò che, nello specifico, i molisani sono riusciti ad esportare oltre i confini regionali, contribuendo a costruire quell’immagine dell’Italia, patria universale della Cultura, della Bellezza, del Gusto e dell’Eleganza, che è alla base della fortuna economica del Made in Italy. Lo facciamo attraverso ricerche e iniziative volte a valorizzare i personaggi storici e i talenti molisani, e a far conoscere i mille volti della regione, i paesi, le chiese, i castelli, le dimore storiche, i luoghi caratteristici, le tradizioni (anche attraverso esperienze sensoriali, percorsi d’arte, concerti, piece teatrale). Intendiamo costruire una immagine suggestiva del Molise “LA GRANDE BELLEZZA DI UNA PICCOLA REGIONE” che sia appetibile all’esterno; gettare le basi per una lettura consapevole, dall’interno, da parte degli stessi molisani, della “nobiltà” del Molise autentico; sviluppare un focus sugli intellettuali molisani emigrati nell’ottica della valorizzazione del territorio attraverso la nobiltà delle genti molisane. Insomma, sarà anche ambizioso, ma intendiamo dar vita ad una nuova identità del Molise, un brand, come si dice, da interiorizzare qui in regione e far veicolare alla comunità molisana all’estero. Il progetto parte dal messaggio virale che da qualche anno ha portato l’attenzione sul “Molise che non esiste” utilizzando a proprio vantaggio l’imprevista notorietà data alla regione. Ovvero, il Molise esiste ed è Nobile. Per tradizioni, per storia, per accoglienza, per bellezze naturali, per dignità del suo popolo, discendente dei fieri Sabini. La nobiltà del Molise e della sua emigrazione devono diventare un segno distintivo della Regione, attraverso personaggi illustri che hanno fatto la storia (e che saranno valorizzati nel territorio in cui sono nati o dove hanno operato) ed eccellenze di oggi che tengono alto il nome della regione. La strategia proposta è quella dell’attrattività di eventi in grado di coinvolgere attivamente il pubblico autoctono e i turisti (pranzo in abiti d’epoca con concerto di arpa su spartiti originali, ricostruzione drammatizzata di una riunione di intellettuali al castello, un defilee di abiti d’epoca). L’obiettivo è quello di affermare il Molise come polo attrattivo per un turismo di nicchia, un turismo slow, un turismo del benessere e della natura, sempre intimamente connessa allo sviluppo Cappussiantropico. Personaggi come De Attellis, Tiberio, Giovannitti, Pallotta, tanto per fare qualche esempio, saranno presentati in modo accattivante, ma sempre secondo una rigorosa ricerca scientifica, in modo da attirare le nuove generazioni, per riconnetterle alla bellezza delle radici, creando una sorta di “calendario” che si arricchisca ogni anno di nuovi contributi”.
“Itinerari del Potere tra Dimore, Memorie, Territori, ricostruzioni storiche – interviene il prof. Giulio de Jorio Frisari – il pranzo dei Pandone e dei D’Afflitto, due famiglie potentissime dell’umanesimo meridionale molisano, insieme alle genealogie illustri di famiglie quali Di Capua, Pandone, D’Afflitto, D’Alessandro, De Lellis, Petrecca, D’Alena, Frisari, De Jorio, Giacchi, Selvaggi, Di Gennaro, Di Costanzo, Fascitelli, Manes, Acquaviva”.
Cruciale in tal senso la partnership con l’Amministrazione Comunale di Fornelli, con il comune di Gildone e con il Castello di Macchia d’Isernia, la scelta delle dimore storiche di tutta la regione.
L’intero progetto si sviluppa sul filo conduttore della “nobiltà” del Molise e dell’emigrazione, puntando tutto sul piano comunicativo, con l’intento di veicolare la realtà di una regione poco conosciuta, che potrebbe diventare interessante destinazione turistica. La Grande Bellezza, appunto, di una piccola regione!
I prossimi eventi del Molise Noblesse Festival saranno le Notti Turchese, il 17 e 18 agosto a Monteverde e Bovianum Caput Pentrorum il 24 agosto a Palazzo Colagrosso. (foto: mina-cappussi, Giulio-de-jorio, cappussi)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Voli aerei: Muoversi in un ginepraio tra business, maleducazione, furbizie e anche umanita’ e professionalita’

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

aeroporto leonardo da vinciL’aereo e’ uno dei mezzi piu’ importanti della mobilita’ individuale, sicuramente e’ il piu’ importante per i lunghi tragitti. E la comparsa delle compagnie low cost, con la ricaduta concorrenziale anche su chi low cost non e’, sta portando sempre piu’ viaggiatori a preferire questo mezzo di trasporto ad altri, essenzialmente in sostituzione di navi, treni e autobus a lunga percorrenza.
Un fenomeno importante per la nostra crescita culturale ed educativa, che presenta -pero’- alcune pecche (talvolta voragini) organizzative ed umane. Le prime (organizzative) perche’ le esigenze di risparmio di spese da parte di gestori di aeroporti e vettori aerei, non sempre sono in linea con qualita’ e sicurezza del servizio. Le seconde (umane) perche’ molti non sono ancora abituati ad usare questo mezzo di trasporto e -forse la considerazione piu’ pregnante- l’essere umano e’ tale in ogni ambito; specialmente quando deve socializzare, condividere e seguire istinti e culture ed educazioni: infido, perfido, imprevedibile, egoista, furbo, disonesto, opportunista, maleducato e -nel contempo- fidato, buono, prevedibile, altruista, schietto, onesto, coerente, educato. Il compito di chi e’ prestatore di un servizio (pubblico o privato che sia) e’, in questa consapevolezza, essere in grado di prestare la propria opera perche’ nessuno si faccia male e ognuno ottenga il giusto servizio per cui ha pagato. Piu’ facile a dirsi che a fare, ma noi dell’Aduc, ci proviamo ad aiutare ognuno a rimanere se stesso, a migliorare o, almeno, a ridurre il danno del suo impatto con gli altri utenti e i prestatori di servizi. Per accertarsene basta collegarsi al sito: http://www.aduc.it.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme sui conti della capitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

campidoglioRoma. E’ stato lanciato dalla sottosegretaria De Micheli in una intervista a ‘Il Messaggero’. Roma rischia di fallire l’obiettivo fissato dal piano di rientro sottoscritto dal comune e di perdere la possibilità di ottenere 110milioni di extracosti. Dopo 13 mesi di giunta Raggi l’ATAC è ad un passo dall’amministrazione controllata e il comune rischia ulteriori misure restrittive. Una gestione irresponsabile, più attenta agli equilibri interni tra correnti grilline che a far quadrare i bilanci, rischia di dissestare ulteriormente le finanze capitoline. Da mesi sono state annunciate alienazioni e la razionalizzazione delle aziende capitoline da cui dovrebbero derivare i risparmi previsti per la riduzione del debito dell’amministrazione capitolina, ma dell’assessore Colomban che di questo piano sembrerebbe il titolare abbiamo si è persa ogni traccia. L’ultima cosa che abbiamo appreso sono le sue imminenti dimissioni. Sarebbe veramente una amara sorpresa dovere constatare a settembre che nonostante i reiterati richiami di organi di vigilanza contabile che hanno più volte sollecitato il comune ad assolvere agli impegni presi, nulla è stato predisposto. Forse la Raggi ha in serbo una sorpresa: vuole cogliere l’occasione per diffondere tra i romani la moneta alternativa?” Così in una nota il consigliere del PD capitolino Antongiulio Pelonzi. (n.r. Siamo alla frutta? Attendiamo la replica della Raggi che abbiamo contattato ma senza successo sino ad ora.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Botticelle a Roma: Chi le ha viste?

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

botticelle romane“I cavalli delle botticelle, in virtù della nostra Ordinanza di giugno, in questi giorni di allerta meteo non possono circolare”. Così risponde il presidente della Commissione Ambiente, Daniele Diaco, alle accuse di Michela Vittoria Brambilla e di Stefano Pedica.
“Da mercoledì, in considerazione dell’allerta meteo, è in campo uno sforzo eccezionale della Polizia locale e delle Guardie zoofile, che ringraziamo sentitamente, per far rispettare l’Ordinanza sindacale. Gli uomini e le donne messi in campo, compresi i volontari animalisti di Earth, Guardie Ambientali d’Italia e Accademia Kronos, confermano che nessuna botticella è in circolazione. Se i disinformati in cerca di visibilità, invece di fare comunicati stampa a casaccio, leggessero, studiassero e presidiassero il territorio, si risparmierebbero figuracce e inutili polemiche” prosegue Daniele Diaco.
“C’è una norma nazionale che regolamenta la trazione animale che né destra né sinistra hanno mai modificato. Dall’arrivo del M5S al governo di Roma Capitale siamo stati noi i primi a preoccuparci seriamente del benessere degli animali, confrontandoci con le associazioni animaliste. Non possiamo eliminare le botticelle perché la norma nazionale non ce lo permette ma possiamo regolamentarle. Proprio martedì insieme alla consigliera Simona Ficcardi, la dottoressa Matassa, con Edgar Meyer dell’assessorato all’Ambiente e con l’assessorato alla Mobilità abbiamo delineato un regolamento che porterà le botticelle a lavorare non più nel traffico ma nei parchi e nelle ville storiche. In più riconvertiremo le licenze attuali in licenze taxi o daremo la possibilità ai vetturini di dotarsi di una vettura elettrica che sostituisca la tradizionale botticella a trazione animale. Siamo stati i primi, nessuno ha mai fatto nulla né a livello centrale né al Comune di Roma. Abbiamo trovato una soluzione che tuteli l’occupazione e che elimini le botticelle a trazione animale dalla strada. Destra e sinistra dovrebbero gridare ‘Mea culpa’ e non ‘Vergogna’. Siamo curiosi di sapere se l’onorevole Brambilla o qualcuno dei suoi colleghi di partito abbiano parlato di ‘Vergogna’ anche ad esempio durante l’estate del 2008″ conclude Diaco.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio Fogazzaro: incontri culturali

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

andrea fazioliProseguono nel mese di settembre gli incontri culturali del Premio Antonio Fogazzaro. Oltre alla tanto attesa premiazione dei vincitori dei concorsi letterari “Racconto inedito”, “Poesia edita” e “Microletteratura e Social Network” dell’edizione 2017 del Premio Antonio Fogazzaro, numerosi saranno gli appuntamenti tra letteratura, cinema, storia e viticoltura. Si parlerà infatti della “Civiltà dei vino sul Lago di Como” con Leo Miglio, del famoso tesoro del Duce con Giuseppina Mellace, e nel salotto di Villa Fogazzaro in collaborazione con il FAI, dell’arte del delitto insieme ad Andrea Fazioli, scrittore svizzero autore di numerosi gialli tra i quali “L’arte del fallimento” (Guanda, 2016) e dei film fogazzariani di Mario Soldati.Ecco nel dettaglio gli eventi di settembre del Premio Antonio Fogazzaro 2017:
Sabato 2 settembre alle 17 a Villa Camozzi di Grandola ed Uniti (CO) si terrà “Quel vino del Lago di Como…”, incontro con Leo Miglio e il suo libro “Civiltà del vino sul lago di Como. Origini, esperienze e prospettive” (Cinquesensi, 2017): un affascinante viaggio tra scienza della viticoltura e memorie famigliari, raccontando le alterne fortune della produzione vinicola su uno dei laghi più belli del mondo.
Leo Miglio, ordinario di Fisica della materia e studioso di livello internazionale, accanto all’attività scientifica coltiva da sempre l’interesse per la viticoltura, passione ereditata dal padre Gianfranco, noto politologo e teorico del moderno federalismo. Muovendo dal paese di Domaso, luogo d’origine della famiglia Miglio, dove si coltiva l’unica varietà bianca veramente autoctona del lago, la Verdesa, o la Verdese, il racconto ricostruisce due millenni di storia del “terroir” tra crisi, abbandoni e rinascite, fino al nuovo impegno di preparatissimi produttori – fra i quali lo stesso Leo Miglio – decisi a dare nuova credibilità ai vitigni e al vino del territorio.
All’incontro seguirà la presentazione e la degustazione dei vini della Cantina Angelinetta di Domaso.In collaborazione con il Comune di Grandola ed Uniti e BiM-Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia di Como.
giuseppina mellaceSabato 9 settembre alle 16.00 a Villa Gallia di Como si terrà la tanto attesa premiazione dei concorsi letterari “Racconto inedito”, “Poesia edita” e “Microletteratura e Social Network” del Premio Antonio Fogazzaro 2017.Condotta da Rossella Pretto, con gli interventi delle autorità, dei giurati e del curatore del Premio Alberto Buscaglia, alla cerimonia di premiazione degli autori finalisti seguirà un conviviale rinfresco di saluto.In collaborazione con la Provincia di Como e New Press Edizioni.
Venerdì 15 settembre alle 20.45 presso la Sala Rossa del BiM-Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia di Como di Porlezza (Co) Giuseppina Mellace presenterà il suo ultimo libro “L’Oro del Duce” (Newton Compton Editori, 2017).
La mattina del 27 aprile 1945 Mussolini viene arrestato nei pressi di Dongo insieme ad altri gerarchi fascisti e a Claretta Petacci. In quei momenti frenetici e nei giorni successivi i valori e i documenti sequestrati ai fascisti prendono strade diverse e misteriose: che fine hanno fatto il sostanzioso tesoro e le importanti carte sequestrate al Duce? Oro e soldi hanno arricchito le popolazioni locali? O hanno riempito le casse del PCI? Dove sono finite le carte segrete di Mussolini? E tra queste, c’era veramente la corrispondenza con Churchill? Chi se n’è impadronito? I servizi segreti inglesi? E quali segreti si celano dietro gli assassini di alcuni partigiani per mano dei loro compagni? In questo incalzante saggio storico che si legge come un romanzo, Giuseppina Mellace ricostruisce la storia di quei tragici avvenimenti con grande rigore e una ricca documentazione. Conduce l’incontro il giornalista Dario Campione. Seguirà un conviviale rinfresco di saluto. In collaborazione con BiM-Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Ticino in Provincia di Como.
Sabato 16 settembre alle 17.30 a Villa Fogazzaro/FAI di Oria Valsolda (Co) si terrà “Da Malombra alle inquiete ombre del giallo”, una conversazione con Andrea Fazioli sulle tendenze della “semplice arte del delitto”, con interventi musicali al sassofono di Alan Rusconi. Muovendo dalle radici nobili della letteratura “noir” dell’ultimo scorcio dell’Ottocento europeo, e da quel modello non solo letterario che è stato Malombra di Antonio Fogazzaro, Alberto Buscaglia dialoga con Andrea Fazioli, il più celebre e amato degli scrittori svizzeri di lingua italiana che si dedicano alla narrativa “gialla”.
Ne “L’arte del fallimento” (Guanda, 2016), ritorna il personaggio preferito di Fazioli, quasi una specie di eteronimo dell’autore, Elia Contini, un investigatore “senza qualità”, ma molto umano, che si muove fra il sud di una Svizzera insolita e inquieta e il nord di un’Italia ancor più problematica, occupandosi solitamente di piccoli furti o di animali smarriti, ma che riesce sempre a farsi coinvolgere in casi alberto buscagliadrammatici e intricati. L’incontro sarà contrappuntato dagli interventi musicali del sassofonista Alan Rusconi, strumento che nel romanzo è oggetto della passione musicale di uno dei personaggi principali.
Sabato 30 settembre alle 17.30 a Villa Fogazzaro/FAI di Oria Valsolda (Co) si parlerà di “Cinema Fogazzaro: ciak! Si gira!”. Alberto Buscaglia, ideatore e curatore del Premio Antonio Fogazzaro e autore con Tiziana Piras di due volumi dedicati alle sceneggiature dei film “Piccolo Mondo Antico” e “Malombra” (New Press Edizioni, 2014 e 2015), racconterà vita, fatti e misfatti dei tre film fogazzariani girati da Mario Soldati, tra i quali il meno noto e il meno visto “Daniele Cortis”, girato nel 1947 con Vittorio Gassman, Gino Cervi e Sarah Churcill, figlia del celebre premier inglese. Aiutato dalla proiezione di alcuni frammenti dei film e dalle immagini dei set cinematografici del cinema dell’epoca nella faraonica Cinecittà del regime, Alberto Buscaglia ripercorrerà il complesso e tormentato rapporto tra la narrativa di Fogazzaro e la vicenda della traduzione cinematografica, documentata proprio dalle sceneggiature di lavorazione dei due film più rappresentativi del rapporto con lo scrittore vicentino, raffrontate con i romanzi e con le tante sorprese rivelate dall’analisi del montaggio delle due pellicole. (foto: andrea fazioli, giuseppina mellace, alberto buscaglia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Immissioni in ruolo nel caos

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

ministero-pubblica-istruzioneAnief raccoglie denunce per cattiva gestione di graduatorie concorsuali e ad esaurimento. Baraonda alle convocazioni: a una settimana dall’inizio delle operazioni di immissioni in ruolo mai come quest’anno le forze dell’ordine sono state chiamate a intervenire durante le convocazioni dei docenti. L’ultima denuncia, in ordine di segnalazione, arriva sabato 5 agosto 2017: Napoli, convocazioni per immissioni in ruolo da Gae per la scuola secondaria. Manca la pubblicazione delle graduatorie dopo le domande di aggiornamento delle riserve e la confluenza delle classi concorsuali. Convocazioni al buio, pertanto, per gli aspiranti che non conoscono il proprio punteggio o la propria posizione.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Non si comprende, perché il Miur non disponga la riassegnazione dei posti resi liberi in queste ore, perché assegnati da Gae negli anni passati e ora abbandonati per le nuove proposte accettate da GM da alcuni docenti. Al caos presso la struttura periferica del Miur si aggiunge la scelta incomprensibile del Governo di riconoscere l’idoneità all’ultimo concorso 2016 solo per la secondaria (dlgs. 59/17) e non per la primaria (L. 107/2015), tanto da costringere il giovane sindacato Anief a promuovere nuovi specifici ricorsi, mentre per il secondo anno consecutivo diversi vincitori dell’ultimo concorso si ritrovano al palo perché i posti banditi sono stati sottratti dal contratto sulla mobilità straordinaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Suicidi d’estate

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

suicidi d'estateLa notizia dell’ennesimo suicidio in carcere mi ha fatto pensare che l’Assassino dei Sogni (il carcere, come lo chiamo io) convince a togliersi la vita più d’estate che d’inverno. Che amarezza però che quasi nessuno ne parli e dica che la sofferenza che c’è in un carcere non si trova in nessun altro luogo, neppure nelle corsie di un ospedale. I suicidi dall’inizio di quest’anno sono arrivati a 32, per un totale di 68 morti.
Per sensibilizzare l’opinione pubblica ho pensato di dare voce a qualche detenuto che s’è tolto la vita (che altro posso fare?) raccontando la storia di Melo, un prigioniero che ho conosciuto molto bene. Melo attaccò lentamente la cintola dell’accappatoio alle sbarre della finestra.
La osservò con attenzione. E pensò che in fondo la sua non era stata una brutta vita.
Aveva sempre vissuto come aveva potuto. E non certo come avrebbe voluto, ma non aveva mai smesso di amare l’umanità, anche quando questa l’aveva maledetto e condannato a essere cattivo e colpevole per sempre.Ricordò che i filosofi non consideravano la scelta di suicidarsi un crimine o un peccato, ma solo un modo di abbandonare la scena quando la vita diventava inutile. E la sua vita, oltre che inutile, ora era diventata anche insopportabile. Si augurò di non svegliarsi mai più.
Né in paradiso né all’inferno.Ne aveva già abbastanza di questo mondo.E anche dell’altro, dove presto sarebbe andato.Melo non temeva la morte.Era già da tanto tempo che l’aspettava.E lei, per fargli dispetto e per continuare a lasciarlo in prigione, ritardava a venire.Ora però sarebbe stato lui ad andare da lei.
Ogni prigioniero resiste a stare in carcere fino a un certo punto, che varia secondo la storia di ognuno.Poi per alcuni, ad un certo momento, non rimane altro che impiccarsi alle sbarre della finestra della propria cella.
Melo aveva già superato questo limite da molti anni, ma non aveva ancora avuto il coraggio di togliersi la vita in quel modo. Troppi ne aveva visti di prigionieri appesi alle sbarre.Era terrorizzato di fare quella fine.
Una volta aveva tentato di salvarne uno, senza riuscirci, tenendolo per i piedi.
Avrebbe preferito scappare dall’Assassino dei Sogni con una morte dolce, ma non poteva certo andare in Svizzera per chiedere l’eutanasia.Melo camminò un po’ per la cella, avanti e indietro.Poi si sdraiò sulla branda.Fissò il soffitto macchiato di umidità, per una diecina di minuti.Si scrollò gli ultimi dubbi di dosso e non ci volle pensare più.
Si guardò intorno, quasi per paura che qualcuno lo potesse vedere e impedirgli di fuggire per sempre dall’Assassino dei Sogni.Tentò un debole sorriso a se stesso.
Si tolse la malinconia con una scrollata di spalle.
In tutti questi anni ci aveva pensato anche troppo.
Montò sullo sgabello.
E lo fece cadere.
Subito dopo ebbe la sensazione di annegare.
Sentì il cuore addormentarsi.
Fissò le sbarre della finestra.
E si consolò pensando che era l’ultima volta che le vedeva.
Provò la sensazione che le pareti della cella si stessero stringendo verso di lui.
Poi venne il buio.
Ed era così denso che sembrava gli sorridesse.
La morte e la libertà erano così vicine che sarebbe bastato allungare la mano per toccarle. E lo fece.
Prima toccò la morte.
Poi abbracciò la libertà.
Pensò che finalmente ce l’aveva fatta.
Era finalmente libero.
Cadde nel torpore.
Smise di respirare.
E dopo trentatré anni di carcere Melo fu finalmente libero.
Uscì per sempre dalla sua vita.
E si addormentò, come sanno fare solo i morti.
(By Carmelo Musumeci) (foto: suicidi d’estate)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aurelio Grimaldi inaugura la sesta edizione di Corto di Sera

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

grimaldiPrende il via oggi la sesta edizione di Corto di Sera, alla presenza del regista Aurelio Grimaldi e di parte del cast verrà presentato al pubblico il suo ultimo film “La Divina Dolzeida”. Proiettato in anteprima al Taormina Film Festival lo scorso 9 luglio, il nuovo film del regista siciliano ha come protagonista assoluta l’attrice catanese Guia Jelo e vede la partecipazione di Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina e Simona Izzo. Nel cast anche Lucia Sardo e, per la prima volta sullo schermo, Maria Chiara Pappalardo. “Aurelio Grimaldi mi ha regalato un sogno: io sono ‘La Divina Dolzedia’, quindi io sono tutto il film, lui l’ha pensato per me e con me” ha affermato Guia Jelo all’indomani della presentazione ufficiale del film.La storia racconta ventiquattro ore della vita della prostituta che recita il XVIII canto della Divina Commedia. quello delle malebolge, che contrariamente a quanto avviene nel viaggio dantesco sono i peccatori che vanno a trovare l’attempata prostituta e non viceversa.“È un film tutto da gustare – continua Guia Jelo, già diretta da Aurelio Grimaldi ne “Le Buttane” -. Tuccio Musumeci nelle vesti di un anziano professore che traduce il marchese De Sade nel nostro dialetto, considerandolo superiore a Dante Alighieri poeta amato ed elogiato nel film dall’intraprendente Dolzedia anche nei momenti più strani, è davvero straordinario”.Aurelio Grimaldi, guia-jeloclasse 1957, scrittore, regista e sceneggiatore noto al grande pubblico per essere stato l’autore dei soggetti di film Mery per sempre e Ragazzi fuori ha esordito dietro la macchina da presa nel 1992 con La discesa di Aclà a Floristella (presentato al Festival di Venezia), al quale hanno fatto seguito La ribelle (con Penelope Cruz-1993), Le buttane ( presentato a Cannes , con la stessa Guia Jelo e Lucia Sardo – 1994), Nerolio (1996), Il macellaio (con Alba Parietti – 1998), La donna lupo (con Loredana Cannata – 1999), Iris (2000), Un mondo d’amore ( 2001).Alla serata inaugurale di Corto di Sera verrà proiettato il trailer del film e prenderanno parte all’evento anche i componenti del gruppo di musica etnica messinese dei Malanova, le cui musiche fanno parte della colonna sonora del film. Dopo la proiezione del trailer avranno inizio le proiezioni dei cortometraggi in concorso.
Il Festival, organizzato dalla Pro Loco Giovannello da Itala e realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema, della Sicilia Film Commission, si svolgerà nei giorni 7,8, 9 e 12 agosto e le proiezioni, ad ingresso gratuito, si terranno come sempre nella suggestiva Villetta San Giacomo di Itala Marina presso Largo Fontana. (grimaldi, guia-jelo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »