Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Archive for 9 agosto 2017

La nazionale italiana di deltaplano in Brasile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

brasilia delta-volo-edisonBrasilia. La prima manche del mondiale 2017 sarà disputata 0ggi e poi un volo al giorno, meteo permettendo, fino al 18. Sono presenti 140 piloti in rappresentanza di 29 nazioni.
Sito di gara la Valle di Paraná nei pressi di Formosa, comune dello Stato del Goiàs, a circa 92 km dalla capitale federale Brasilia, valle che gode di un clima secco e vento costante. Decollando dal pendio affacciato sulla valle, a circa 1000 metri di quota, i piloti si impegneranno in percorsi aerei contrassegnati da punti salienti del territorio, detti boe, che dovranno aggirare prima di toccare l¹atterraggio. La corretta esecuzione del tragitto è confermata dal GPS in dotazione ad ogni pilota. Elaborando i dati registrati dagli apparecchi si evince la classifica che premia chi ha impiegato minor tempo. La somma dei punteggi ottenuti ogni giorno di gara stabilisce le classifiche, individuali e per nazioni. La Federazione Aeronautica Internazionale (FAI) proclamerà i vincitori il 19 agosto, data di chiusura dei mondiali.
Gli azzurri: Christian Ciech, trentino trapiantato a Varese, Alessandro Ploner, di San Cassiano (Bolzano), Davide Guiducci di Villa Minozzo (Reggio Emilia), il padovano Valentino Bau, Filippo Oppici di Parma, il ciociaro Marco Laurenzi ed il CT Flavio Tebaldi di Venegono Inferiore (Varese). Ciech, campione del mondo e d¹Europa in carica, e Ploner i piloti di punta del team. Sette i loro titoli mondiali in carriera. (Gustavo Vitali) (foto: brasilia delta-volo-edison)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Marijuana associated with three-fold risk of death from hypertension

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

marijuana plant in flowering, bid bud cannabis

marijuana plant in flowering, bid bud cannabis

Sophia Antipolis. Marijuana use is associated with a three-fold risk of death from hypertension, according to research published today in the European Journal of Preventive Cardiology. “Steps are being taken towards legalisation and decriminalisation of marijuana in the United States, and rates of recreational marijuana use may increase substantially as a result,” said lead author Barbara A Yankey, a PhD student in the School of Public Health, Georgia State University, Atlanta, US. “However, there is little research on the impact of marijuana use on cardiovascular and cerebrovascular mortality.”
In the absence of longitudinal data on marijuana use, the researchers designed a retrospective follow-up study of NHANES (National Health and Nutrition Examination Survey) participants aged 20 years and above. In 2005–2006, participants were asked if they had ever used marijuana. Those who answered “yes” were considered marijuana users. Participants reported the age when they first tried marijuana and this was subtracted from their current age to calculate the duration of use.Information on marijuana use was merged with mortality data in 2011 from the National Centre for Health Statistics. The researchers estimated the associations of marijuana use, and duration of use, with death from hypertension, heart disease, and cerebrovascular disease, controlling for cigarette use and demographic variables including sex, age, and ethnicity. Death from hypertension included multiple causes such as primary hypertension and hypertensive renal disease.Among a total of 1 213 participants, 34% used neither marijuana nor cigarettes, 21% used only marijuana, 20% used marijuana and smoked cigarettes, 16% used marijuana and were past-smokers, 5% were past-smokers and 4% only smoked cigarettes. The average duration of marijuana use was 11.5 years. Marijuana users had a higher risk of dying from hypertension. Compared to non-users, marijuana users had a 3.42-times higher risk of death from hypertension and a 1.04 greater risk for each year of use. There was no association between marijuana use and death from heart disease or cerebrovascular disease.Ms Yankey said: “We found that marijuana users had a greater than three-fold risk of death from hypertension and the risk increased with each additional year of use.”
Ms Yankey pointed out that there were limitations to the way marijuana use was estimated. For example, it cannot be certain that participants used marijuana continuously since they first tried it.She said: “Our results suggest a possible risk of hypertension mortality from marijuana use. This is not surprising since marijuana is known to have a number of effects on the cardiovascular system. Marijuana stimulates the sympathetic nervous system, leading to increases in heart rate, blood pressure and oxygen demand. Emergency rooms have reported cases of angina and heart attacks after marijuana use.” The authors stated that the cardiovascular risk associated with marijuana use may be greater than the cardiovascular risk already established for cigarette smoking.“We found higher estimated cardiovascular risks associated with marijuana use than cigarette smoking,” said Ms sigaretteYankey. “This indicates that marijuana use may carry even heavier consequences on the cardiovascular system than that already established for cigarette smoking. However, the number of smokers in our study was small and this needs to be examined in a larger study.”“Needless to say, the detrimental effects of marijuana on brain function far exceed that of cigarette smoking,” she added.Ms Yankey said it was crucial to understand the effects of marijuana on health so that policy makers and individuals could make informed decisions. She said: “Support for liberal marijuana use is partly due to claims that it is beneficial and possibly not harmful to health. With the impending increase in recreational marijuana use it is important to establish whether any health benefits outweigh the potential health, social and economic risks. If marijuana use is implicated in cardiovascular diseases and deaths, then it rests on the health community and policy makers to protect the public.”

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna a Francavilla al Mare (Chieti) il BluBar Festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

davSi parte il 9 agosto (Tutte le serate inizieranno alle 21.30) con Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana (special guest Andy Luotto). In occasione dell’esibizione di Arbore al Blubar Festival, il consiglio comunale riunito in seduta solenne conferirà al noto showman la cittadinanza onoraria di Francavilla.
Il 10 agosto serata dedicata alla canzone d’autore italiana, con la partecipazione del giornalista e critico musicale Marino Bartoletti. Sul palco ci saranno Ernesto Bassignano, Dodi Battaglia e Ron. L’11 agosto si cambia completamente genere con il tributo ai Pink Floyd dei ‘Pink Floyd Legend’. Ospite della serata il giornalista Maurizio Baiata.
Il 12 agosto saranno di scena la Nuova Compagnia di Canto Popolare ed Edoardo Bennato. Ospite Raffaele Cascone.
Gran finale il 13 agosto con Massimo Ranieri. Special guest l’autore televisivo Giorgio Verdelli. Per tutti gli spettatori, dunque, ci sarà la nuova location di Piazza Sant’Alfonso. Ma non è tutto, perché dal 7 al 20 agosto Palazzo Sirena ospiterà la quinta edizione di Click’n’Rock, con la mostra fotografica Renzo Arbore“The Sound of Hands” di Cristina Arrigoni, che attraverso le sue foto scattate in giro per il mondo trasmetterà l’emozione che si vive durante un concerto, nel backstage, durante le prove… perché la musica si può raccontare anche attraverso le immagini. Lo spostamento quest’anno è dovuto alla circolare del 7 giugno 2017 del capo della polizia Gabrielli, entrata in vigore dopo i drammatici fatti di Torino, che regolamenta la manifestazioni pubbliche. Per i possessori del biglietto, la collocazione del palco e dei posti a sedere rimarrà invariata. L’unicità del Festival è quella di garantire la visione degli spettacoli anche ai non paganti, che saranno situati nell’area circostante la zona “Teatro” riservata ai possessori dei biglietti. “Nel corso degli anni”, spiegano gli organizzatori, “il BluBar Festival è cresciuto moltissimo in termini di qualità e di presenze e, considerato il programma della 14esima edizione che prevede artisti del calibro di Renzo Arbore e Massimo Ranieri, siamo stati ulteriormente obbligati ad agire in tal senso. Noi vogliamo che questa rimanga una festa popolare, una festa di ottima musica e senza rischi per nessuno e nonostante la diversa location lo svolgimento della manifestazione non subirà alcuna variazione. Anzi, verranno implementati ulteriori servizi come navette di trasporto gratuite e una mappatura della aree di parcheggio fruibili gratuitamente. Tutti insieme creiamo questo ponte ideale da Piazza Sirena a Piazza Sant’Alfonso e, in sicurezza, nel nome della buona musica, del buon cibo, del mercatino dei vinili e della suggestiva mostra fotografica di Cristina Arrigoni “The Sound of Hands”, che rimarrà nell’Auditorium di Piazza Sirena, vi aspettiamo numerosi e carichi di entusiasmo”. (foto: Presentazione BluBar 2017)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Meloni a Berlusconi: Nostro candidato in Sicilia è Nello Musumeci

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

nello-musumeci«Nell’ambito del confronto con i principali esponenti del centrodestra ieri ho sentito Matteo Salvini convinto quanto me della impossibilità di allearsi con Alfano al governo con Renzi. Oggi ho avuto una lunga e cordiale telefonata con Silvio Berlusconi nella quale abbiamo parlato di come rinsaldare le fila della coalizione e ci siamo dati appuntamento a settembre per parlare di programmi in vista delle elezioni politiche. L’obiettivo è capire se ci siano i margini per una proposta di Governo comune, che sia vincente ma che soprattutto affronti con serietà le emergenze della Nazione. Nel corso della telefonata abbiamo parlato anche delle elezioni regionali in Sicilia. Ho tenuto a ribadire a Berlusconi la posizione di FdI: in Sicilia come a livello nazionale vogliamo vincere con una coalizione seria e credibile. FdI non è alleabile con il partito di Alfano ma rimandiamo al candidato presidente ogni scelta su possibili proposte politiche civiche di ispirazione sul modello di quanto è accaduto in Liguria. Nel corso della telefonata ho anche ribadito a Berlusconi che per noi l’unico candidato in grado di vincere in Sicilia è Nello Musumeci, persona competente, capace e onesta. E gli ho proposto di incontrarlo nella speranza che anche Forza Italia possa confluire su questa candidatura». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. (foto fonte Giornale di Sicilia)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libia: Ghassan Salamé in visita al Sant’Egidio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

sant'egidio1L’inviato speciale delle nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamé, ha visitato la Comunità di Sant’Egidio al termine della sua visita in Italia, la prima dalla sua nomina.
Durante il colloquio, a cui ha partecipato il responsabile relazioni internazionali della Comunità, Mauro Garofalo, sono stati analizzati i recenti sviluppi del complicato scenario libico, così come le iniziative di dialogo e stabilità intraprese da Sant’Egidio fin dall’inizio della crisi. In particolare ci si è soffermati sui risultati dei recenti incontri promossi dalla Comunità tra i rappresentanti di alcune delle zone in cui sono più forti le tensioni, come gli esponenti delle due città di Misurata e Zintan, in Tripolitania, e quelli della regione del Fezzan, nel Sud del Paese.
Durante la visita le due delegazioni hanno affrontato anche il tema dei migranti e le preoccupazioni sorte negli ultimi mesi sottolineando che la pacificazione e l’unità della Libia sono un fattore essenziale per combattere i trafficanti di vite umane e gestire il fenomeno in accordo con i Paesi interessati.
Ghassan Salamé, che conosce da molti anni Sant’Egidio, ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto ed ha auspicato una collaborazione attiva per giungere ad una soluzione definitiva della crisi libica.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Veneto: Vendemmia 2017

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

vigneto venetoLegnaro-Pd 10 agosto (ore 9,30) nella 43° edizione del Focus proposto da Regione, Veneto Agricoltura, Avepa, Arpav e Crea-Vit. presenti l’Assessore Pan e il Direttore dell’Agenzia Negro per fare il punto sulla vendemmia di qeust’anno. Nelle cantine del Veneto é tutto pronto per accogliere le prime uve della vendemmia 2017. Come sempre si partirà con le varietà precoci. I grappoli di Pinot e Chardonnay per base spumante dovranno attendere ancora solo qualche giorno, mentre per i vini tranquilli la raccolta potrebbe iniziare il 21/22 agosto. Tutto dipenderà dal clima dei prossimi giorni. Infatti, da questo momento in avanti i vigneti necessitano di belle giornate di sole e notti fresche e ventilate, alternate a qualche leggera pioggia ristoratrice. Quello che invece non serve nella maniera più assoluta è che il tempo si guasti in questa fase così cruciale per il vigneto (come è capitato lo scorso anno) portando con sé grandi quantità di umidità che per l’uva vuol dire marciumi e malattie fungine (botrite in primis). I viticoltori incrociano dunque le dita, anche perché al momento la situazione sanitaria delle uve nelle diverse aree viticole del Veneto, dal veronese al Veneto Orientale, passando per le province di Vicenza e Padova, risulta essere pressoché perfetta. Sotto il profilo quantitativo la produzione si pone sui livelli consentiti dai disciplinari, anche se si dovranno fare i conti con i cali dovuti alle gelate dello scorso aprile in parte compensati dall’entrata in produzione dei nuovi vigneti.
Per avere il quadro completo sullo stato di maturazione delle uve e sulle prime stime di produzione della vendemmia 2017 bisognerà attendere il 10 agosto quando, a Legnaro-Pd (ore 9,30 c/o Agripolis – Viale dell’Università 14), presenti l’Assessore regionale all’agricoltura, Giuseppe Pan, e il direttore di Veneto Agricoltura, Alberto Negro, si terrà il secondo focus del Trittico Vitivinicolo Veneto focalizzato sulle previsioni della vendemmia nel Veneto e non solo. Lo “storico” appuntamento (giunto quest’anno alla 43^ edizione, unico nel suo genere in Italia) proposto da Veneto Agricoltura, con Regione, Avepa, Arpav, Crea-Vit Conegliano, Regione Friuli-Venezia Giulia, Province di Bolzano e Trento, fornirà agli operatori vitivinicoli i dati raccolti sul territorio da un apposito team riguardanti lo stato del vigneto Triveneto e le primissime stime di produzione 2017. Inoltre, con una serie di collegamenti in videoconferenza sarà fatto il punto anche sull’imminente vendemmia in Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Puglia, Sicilia, Francia e Spagna.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata internazionale dei Popoli Indigeni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

popoli indigeniBolzano, Göttingen. In occasione della Giornata internazionale dei Popoli indigeni (9 agosto) e a dieci anni dalla Dichiarazione ONU per i diritti dei Popoli Indigeni (UNDRIP), l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) fa un bilancio critico dell’attuale situazione. Nonostante molti dei 149 paesi firmatari della Dichiarazione abbiano nel frattempo inserito nella propria costituzione almeno parte degli enunciati, la situazione dei circa 6.000 popoli indigeni a cui appartengono più di 450 milioni di persone resta critica e i loro diritti continuano ad essere calpestati. I diritti dei popoli indigeni restano perlopiù sulla carta e anche quando i loro diritti sono inseriti nelle costituzioni nazionali si tratta spesso di dichiarazioni di intento che non costituiscono linee guida vincolanti e non possono quindi essere basi per legali per denunce in caso di violazione dei diritti. Le comunità indigene continuano quindi a essere vittime di furto di terre, di deportazioni forzate, di distruzione ambientale e della loro base di vita nonché di attacchi armati mirati per spezzare la loro resistenza a grandi progetti industriali e/o agricoli sui loro territori.
L’APM sostiene quindi la richiesta delle popolazioni indigene di emanare finalmente una convenzione per la tutela dei loro diritti che sia anche vincolante per il diritto internazionale. In questo circa 700.000 Afar dell’Eritrea avrebbero maggiori possibilità di ottenere sostegno da parte della comunità internazionale nella loro lotta contro i soprusi operati dal governo del paese africano. Gli Afar subiscono da anni la distruzione del loro ambiente ecologicamente molto sensibile mentre lo stato ha dislocato 1,5 milioni di persone dai sovraffollati altopiani alle regioni dei bassopiani degli Afar, senza consultare preventivamente gli Afar, come richiederebbe invece la Convenzione ONU per i diritti dei popoli indigeni. La distruzione ambientale in Eritrea sta causando l’allargamento del deserto di Danakil con un sensibile incremento dei periodi di siccità, la conseguente perdita di raccolti, la moria di bestiame e in ultimo carestia per la popolazione della regione.La situazione è catastrofica anche per le popolazioni indigene del delta del Niger in Nigeria. L’estrazione petrolifera indiscriminata nei loro territori ha causato distruzione ambientale, l’avvelenamento dei terreni e dell’acqua e aria insalubre. I profitti dell’estrazione petrolifera vanno al governo mentre non vi è alcun tipo di ritorno economico per le popolazioni interessate.Nei paesi asiatici così come nei paesi latinoamericani dove vive la maggior parte delle popolazioni indigene i loro diritti e le loro necessità vengono perlopiù ignorate. Molte comunità indigene del Venezuela sono riuscite ad ottenere la demarcazione dei loro territori ma questo non garantisce loro alcuna tutela nei confronti di grandi progetti economici pianificati e realizzati senza che le comunità ne vengano informate o venga sentito il loro parere, come richiederebbe invece la dichiarazione delle Nazioni Unite. Questi sono solo alcuni degli esempi raccolti dall’APM in un dossier nel quale analizza in modo dettagliato la Dichiarazione dell’ONU per i diritti dei popoli indigeni e sottolinea l’importanza di una convenzione vincolante per la tutela delle popolazioni indigene.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inseguitore, di Julio Cortázar, raccontato dall’illustratore José Muñoz

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

DSC01958munozTrapani oggi Ore 19:00 Chiostro Ovest Complesso Monumentale di San Domenico Piazzetta San Domenico ad ingresso Libero un grande ospite internazionale e un indiscusso maestro del fumetto e dell’illustrazione ad InChiostro d’Autore, l’argentino José Muñoz, in collaborazione con la Scuola del Fumetto Palermo Grafimated Cartoon ci parlerà dell’edizione da lui illustrata de L’inseguitore (Edizioni Sur), capolavoro di Julio Cortázar, uno dei padri della letteratura sudamericana.Sarà anche allestita una mostra personale di Muñoz, con una selezione di opere scelte appositamente dal maestro.
Chiudono la rassegna il 23 agosto la scrittrice Carola Susani e l’illustratrice Rita Petruccioli, autrici di una versione de L’Eneide (La Nuova Frontiera Junior) rivolta ai più piccoli ma non solo. La rassegna InChiostro d’Autore, curata dal giornalista e scrittore trapanese, Marco Rizzo, e patrocinata dall’Ente Luglio Musicale Trapanese, ha riconsegnato alla città il Chiostro di San Domenico riempiendolo di libri, parole, grandi autori e un pubblico attento. (foto: Muñoz)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congo: 850 mila bambini sfollati e 400 mila a rischio malnutriz. acuta grave

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

congo“Il mondo non deve chiudere un occhio di fronte alla tragica situazione in cui si trovano bambini e famiglie nella regione del Grand Kasai, nella Repubblica Democratica del Congo. Negli ultimi 12 mesi, oltre 1,4 milioni di persone – fra cui 850.000 bambini – sono state costrette a lasciare le proprie case, e le loro vite sono state sconvolte dai diffusi atti di estrema violenza. I bambini e le donne raccontano di terribili abusi. Molti bambini sono stati reclutati dalle forze armate, costretti ad assumere droghe e travolti dalle violenze. Nulla può giustificare queste azioni.
La situazione per i bambini sta peggiorando e le famiglie sfollate a causa del conflitto non hanno accesso ai servizi di base. Oltre 200 centri medici sono stati distrutti, 1 su 4 non è più regolarmente operativo. Si stima siano 400.000 i bambini a rischio di malnutrizione acuta grave. I bambini hanno perso un anno di istruzione, mentre centinaia di scuole sono state prese di mira e depredate, gli insegnanti sono stati uccisi o sono scappati alla ricerca di salvezza. A causa della paura generata dalle violenze gli insegnanti non possono andare a lavorare, mentre i genitori spaventati non mandano i bambini a scuola. Tutte le parti in conflitto devono proteggere i bambini, porre fine alle gravi violazioni contro di loro, e tutelare le scuole e i servizi sanitari. Gli operatori umanitari devono avere libero accesso alle popolazioni colpite, in modo da poter raggiungere tutti coloro che hanno bisogno di assistenza. Grazie alla prolungata presenza nella regione e alla rete estesa di partner a livello locale, l’UNICEF sta rispondendo ai crescenti bisogni umanitari, raggiungendo oltre 150.000 persone colpite dalla crisi attraverso interventi per la nutrizione, la salute, l’istruzione, l’acqua e i servizi igienico-sanitari, contributi dirette in denaro, e tutela dell’infanzia. Ma, se queste violenze non dovessero terminare, anche il nostro meglio non sarà abbastanza. Le vite di migliaia di bambini sono in pericolo”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cantare insieme la bellezza dei Monti Sibillini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

conferenzaGiovedì 10 agosto, dalle 19 in poi, nel Parco Rodari di Pieve Torina, lo Sferisterio promuove una maratona di parole e musica per cantare insieme la bellezza dei Monti Sibillini: Lo Sferisterio per i Sibillini. “Questa è la settimana della solidarietà – afferma il presidente dell’Associazione Arena Sferisterio Romano Carancini -: usciamo fuori dall’Arena per andare in uno dei comuni più fortemente colpiti da terremoto del 2016, ma anche accogliamo in occasione delle recite di Aida dell’11 e del 14 sia i Sindaci del nostro territorio che 500 abitanti dei comuni del cratere”. Il palcoscenico per la serata del 10 agosto a Pieve Torina, comune patrocinatore in cui purtroppo si contano il 93% degli immobili inagibili
sarà montato simbolicamente fra le macerie del teatro comunale e la nuova scuola materna già ricostruita; l’iniziativa è coprodotta con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana – presenza fissa alla stagione lirica maceratese –, e in collaborazione con la Salvadei Brass e Sineforma. Partecipano inoltre il quartetto F.A.T.A., Ornitophonica e alcuni artisti impegnati nel Macerata Opera Festival, fra i quali Gianluca Gentili e David Quintili con un lavoro ispirato a Le città invisibili di Italo Calvino e Gianni Forte che torna in scena dopo 20 anni per leggere il finale dall’Orestea, nella versione di Ricci/Forte. “Stiamo ancora ricevendo adesioni da parte degli artisti, tra cui la Compagnia dei Folli, grazie anche al Consorzio Marche Spettacolo – dichiara il sovrintendente Luciano Messi – e ci fa piacere ricevere il contributo di tutti”. La narrazione dello spettacolo è affidata al direttore artistico Francesco Micheli. “Portiamo una voce di solidarietà e al tempo stesso un momento di serenità, grazie alla musica” annuncia Antonio Pettinari, vicepresidente dell’Associazione Arena Sferisterio.Al fianco dello Sferisterio anche Coraggio Marche ed Errico Recanati, impegnati per la valorizzazione dei produttori enogastronomici colpiti dal sisma. L’associazione Coraggio Marche è infatti una realtà che raccoglie le piccole aziende che rappresentano le eccellenze del territorio scosso dal sisma; lo chef marchigiano stellato Errico Recanati, co-fondatore insieme a Marvel Adv di questo progetto, ha ideato una piattaforma per tutti quei validissimi microproduttori che rischiano di scomparire. Coraggio Marche, che presto sarà una onlus, si sta impegnando per promuovere le produzioni di qualità e la tradizione all’insegna della biodiversità. Nella serata di giovedì 10 agosto lo chef Recanati preparerà un aperitivo composto da un panino ai cereali con ricotta di capra e confettura di mele e peperoncino, una ciabattina croccante con maialino tonnato con giardiniera, e ancora riccioli fumè con pancetta e panna affumicata e una insalata di legumi. Le materie prime provengono da Pieve Torina, Matelica, Amandola, Serrapetrona, Castelsantangelo Sul Nera, San Ginesio e Montemonaco. I prezzi vanno da 5 a 7 euro e l’incasso è destinato ai produttori.La serata musicale è gratuita e aperta a tutti, in un clima assolutamente informale per condividere, in una cornice suggestiva come quella dei Monti Azzurri, la bellezza della notte di San Lorenzo: Lo Sferisterio per i Sibillini vuole dare voce alla terra marchigiana e alla sua gente che non si è fermata e va avanti.
Le attività dello Sferisterio per il territorio colpito dal sisma non si fermano e sono prenotabili nei Comuni del cratere della provincia di Macerata (ad esclusione del capoluogo) i biglietti gratuiti messi a disposizione dall’Associazione Arena Sferisterio e dall’azienda Vemac per la recita di Aida del 14 agosto.
Per i Comuni sopra a 10mila abitanti sono disponibili 24 ingressi, 16 per i Comuni oltre i 5000, 10 per quelli con meno di 5000 abitanti. I biglietti saranno assegnati in base all’arrivo delle prenotazioni, senza distinzione di settore, in base alla disponibilità, fino al raggiungimento di 500 posti. Le prenotazioni presso il proprio Comune di residenza possono essere effettuate fino alla giornata di venerdì 11 agosto, alle ore 12.
Per lunedì 14 agosto sarà organizzato un servizio navette. Ogni Comune avrà un punto di raccolta per le navette messe a disposizione gratuitamente da Contramobilità, che sosterrà l’intero costo dei trasporti. Sono previste anche due navette che faranno il tragitto dalle città sulla costa dove ad oggi sono ancora ospitati numerosi terremotati. In base alle prenotazioni saranno stabiliti gli orari di partenza. (foto: conferenza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I social network ti rubano l’identità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

computer-securityLo studio dei nuovi mezzi di comunicazione porta spesso a conoscere delle conseguenze inquietanti per la possibilità di accedere a dati personali che inevitabilmente vengono a contatto con il loro utilizzo. Sono i social network, però, a costituire uno degli strumenti più invasivi della nostra esistenza, ma anche della privacy, per la capacità di estrapolare informazioni anche nei confronti di coloro che non sarebbero utenti. Ciò è emerso a seguito degli studi effettuati da un ricercatore del Politecnico federale di Zurigo (ETHZ), David Garcia, che avrebbe appurato il fatto che i social network sfruttano non soltanto i dati dei loro utenti, ma anche quelli di coloro che non ne sono membri. Essi creerebbero profili “fantasma” di persone che non possiedono un account grazie ai contatti privati degli iscritti. È noto, infatti, che le reti sociali, come Facebook, propongono che un utente importi la propria lista di contatti, affinché egli possa facilmente ritrovare un amico. Il problema è che in questo modo vengono raccolgono tutti i dati registrati nelle agende (indirizzi e-mail e postali, numeri telefonici, ecc.) dunque anche quelli dei non affiliati. In seguito, creano un profilo, che include talvolta anche informazioni private. Il ricercatore dell’ETHZ è giunto a tali conclusioni dopo aver studiato gli archivi della piattaforma “Friendster”, che nel frattempo è scomparsa. Ha in particolare osservato se fosse possibile ottenere informazioni sull’orientamento sessuale di un non membro o sulla sua situazione sentimentale. Risultato: la probabilità che le informazioni ottenute siano esatte è molto elevata, rileva Garcia in uno studio pubblicato dalla rivista “Science Advances”. Sempre secondo il ricercatore, questa probabilità aumenta con il passare del tempo, visto che più il numero di utenti della rete sociale è grande più l’accesso alla lista di amici è facilitato. Da notare che Facebook contava in giugno 1,32 miliardi di utenti attivi quotidianamente. Friendster ne contabilizzava 115 milioni prima di essere stata chiusa. L’invito ed il consiglio di Garcia che rilancia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è quello di usare con prudenza le loro informazioni private e rafforzare le disposizioni sulla protezione dei dati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Epilessia tumorale e cura con farmaci di nuova generazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

epilessiaIl 35-70% delle persone con neoplasia cerebrale soffre di epilessia tumorale e necessita di un approccio multidisciplinare per una cura ottimale sia dell’epilessia che del tumore. E’ quindi importante che i pazienti siano presi in carico da centri di riferimento regionali dove è disponibile un team multidisciplinare. E’ importante, altresì, che tutti i centri specialistici “facciano rete” e che i piccoli centri siano in stretto contatto con quelli nazionali. Il trattamento d’elezione per l’epilessia secondaria a tumori cerebrali è rappresentato dagli antiepilettici di nuova generazione, tuttavia particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alle donne per la particolare suscettibilità agli effetti collaterali degli antiepilettici. Questi i risultati di un recente studio di coorte retrospettico multicentrico nazionale, pubblicato su Plos One, condotto dal gruppo di studio Epilessia e Tumori Cerebrali della Lega Italiana Contro l’Epilessia-LICE, coordinato dal Centro per la cura dell’ Epilessia tumorale dell’Istituto Regina Elena di cui è responsabile Marta Maschio in collaborazione con il Centro Epilessia dell’Ospedale S.S. Giovanni e Paolo di Venezia, diretto da Francesco Paladin.
In Italia esistono numerosi centri dedicati alla cura dell’ epilessia. 35 sono quelli aderenti al gruppo di studio sull’Epilessia secondaria a tumori cerebrali. L’obiettivo dell’ ultimo lavoro scientifico del gruppo, è stato quello di sistematizzare ed organizzare le informazioni sul numero dei pazienti con epilessia da tumore cerebrale afferenti ai vari centri in Italia e sul tipo di cura che ricevono.
Sono stati coinvolti oltre 800 pazienti tutti in trattamento con antiepilettici e seguiti per almeno un mese, provenienti da 26 centri su tutto il territorio nazionale.
“I risultati dello studio – spiega Marta Maschio – hanno evidenziato che il tumore più frequente era il glioblastoma. Quasi il 50% dei pazienti al termine del follow-up era ancora in terapia con il primo antiepilettico ricevuto e il 75% era libero da crisi. Il fattore prognostico più favorevole è stato l’ utilizzo di antiepilettici di ultima generazione, non induttori enzimatici. E’emerso inoltre che le donne, rispetto agli uomini, tendono a interrompere più frequentemente il primo farmaco a causa proprio degli effetti collaterali.” “I pazienti con epilessia da tumore cerebrale – conclude Gennaro Ciliberto, direttore scientifico dell’Istituto Regina Elena – sono spesso costretti a prendere molte terapie, che possono essere gravate da possibili effetti collaterali che influenzano negativamente la percezione della qualità della vita. E’quindi importante che lo studio abbia valutato anche gli effetti collaterali nella scelta di un antiepilettico, non considerando solo l’efficacia come fondamentale criterio di scelta.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecnologia bresciana per lo sviluppo energetico della Nigeria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

FCO 312 - Nigeria Travel Advice Ed2 [WEB]Brescia. Con il supporto assicurativo-finanziario di SACE – che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP – e UniCredit, ATB Riva Calzoni si è aggiudicata una commessa da 23 milioni di dollari per la produzione e l’installazione di due termopropulsori destinati alla Dangote Refinery, prima raffineria petrolifera privata della Nigeria che entrerà in funzione nel 2019 con una capacità produttiva di 650 mila barili al giorno.Attiva nella progettazione e realizzazione di componenti e apparecchiature elettromeccaniche per i settori petrolifero, petrolchimico e idroelettrico, ATB Riva Calzoni è presente, oltre che in Italia, in Malesia, Etiopia, Colombia, Marocco. Fin dalla sua fondazione, si è posta come obiettivo lo sviluppo della propria attività sui mercati internazionali, offrendo prodotti in grado di soddisfare le esigenze complesse e diversificate del mercato idroelettrico e dell’industria petrolchimica e petrolifera.“Il processo di internazionalizzazione che abbiamo intrapreso in questi anni ci porta sempre più frequentemente a operare in nuovi mercati, in Paesi caratterizzati da contesti socio-economici e politici complessi nei quali è necessario operare con strumenti finanziari strutturati ed opportunamente garantiti – spiega Carlo Scolari, CFO di FINTRO Spa, holding del Gruppo Trombini di cui fa parte ATB Riva Calzoni -. Fondamentale in questo scenario è il ruolo di SACE, già nostro partner in Mozambico: grazie alla stretta ed efficace collaborazione con UniCredit, SACE ci ha permesso di costruire l’intera operazione finanziaria e di affrontare questo nuovo progetto in Nigeria”.
Attraverso i rispettivi presidi di Brescia, SACE e UniCredit hanno infatti fornito ad ATB Riva Calzoni le garanzie richieste dal cliente nigeriano per l’esecuzione della commessa, per un importo complessivo di 23 milioni di dollari, a cui si aggiungono i servizi a protezione dei rischi di natura politica forniti da SACE.
Con questa operazione, UniCredit consolida il proprio sostegno al processo di internazionalizzazione dell’azienda, avviato mediante la concessione di una linea di credito dedicata alla fornitura di impianti sui mercati esteri.
SACE conferma l’impegno a supportare la meccanica strumentale italiana nel mercato subsahariano, che presidia attraverso gli uffici di Johannesburg e Nairobi.
Secondo le previsioni del nuovo Rapporto Export di SACE – l’export italiano in Nigeria crescerà del 3,5% nel triennio 2018-2020 grazie alla ripresa dell’economia, dopo una recessione legata soprattutto all’andamento dei prezzi delle materie prime. Il miglioramento delle condizioni economiche porterà a una maggiore disponibilità di valuta forte per le imprese e le banche locali, alimentando così gli acquisti di macchinari dall’Italia, per cui è prevista un’accelerazione tra il 2 e il 3%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cambiamenti climatici e risorse

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

Vincenzi“Premesso che la sicurezza idrogeologica assoluta non esiste, ma che la violenza dei cambiamenti climatici ha reso inadeguata la gran parte della rete idraulica del Paese, approfitto dell’immagine mediatica di un’ Italia divisa a metà, cioè maltempo al Nord e siccità al Sud, per ribadire che l’anello di congiunzione fra le due realtà è il Piano Nazionale degli Invasi, da noi proposto, unitamente alla Struttura di Missione #italiasicura, con la doppia valenza di prevenzione dalle alluvioni e di riserva idrica.”
Ad affermarlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), che prosegue: “Lo ricordo perché, posticipata l’emergenza del lago di Bracciano e quindi della città di Roma, la nostra proposta rimanga forte nell’agenda politica in vista della prossima Legge di Stabilità. Non bastano al Paese, al territorio, all’economia, all’occupazione, gli stanziamenti già decisi dal Governo: i 300 milioni del Piano Irriguo Nazionale, il cui termine per la presentazione dei progetti è stato posticipato al 31 Agosto ed i 295 milioni, assegnati dal C.I.P.E., di cui ancor auna volta chiediamo i bandi. Oltre alla attivazione concreta di queste risorse – sottolinea il Presidente ANBI- ne servono di aggiuntive, perché lo impongono le emergenze, che da settimane flagellano il Paese e che oggi minano drammaticamente industrie turistiche come quelle di Cortina d’Ampezzo e del Trentino Alto Adige dimostrando, una volta di più, l’urgenza di intervenire per mettere in sicurezza idrogeologica anche i territori a monte dei grandi centri urbani, cui sono state doverosamente destinate risorse. Lo chiedono i territori, ma soprattutto le vittime, che continuano a contarsi ed alle cui famiglie non può andare che la nostra operosa solidarietà, convinti che non è il maltempo il responsabile… . All’inizio dell’autunno, i Consorzi di bonifica riproporranno l’annuale report di progetti definitivi ed esecutivi per la riduzione del rischio idrogeologico; mettere in sicurezza il territorio da siccità ed alluvioni può essere un importante volano per la ripresa economica. Servono, però, scelte politiche e operative, che continuiamo a chiedere a gran voce.” (foto: vincenzi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola – Precariato: il tribunale di Trento rimette gli atti alla Corte di Giustizia europea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

corte di giustizia europeaIl giovane sindacato si conferma dalla parte del giusto: Anief aveva fatto bene a ricorrere alla Cedu, al Consiglio d’Europa, nonché alla Commissione Petizioni del Parlamento. Il tribunale ordinario di Trento ha sospeso il giudizio e sottoposto il fatto alla ‘Corte di giustizia dell’Unione europea in ordine alla questione europea le seguenti questioni pregiudiziali in ordine all’interpretazione della clausola 4 punti 1 e/o 4, dell’accordo quadro CES, UNICE e CEEP sul lavoro a tempo determinato, concluso il 18 marzo 1999 (in prosieguo: l’accordo quadro) e figurante quale allegato della direttiva 1999/70/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999’. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Per i giudici nazionali non deve essere il ricorrente a dimostrare l’onere probatorio sulla vacanza del posto contraddicendo la Corte di Cassazione, né gli strumenti risarcitori legali, al massimo a 12 mensilità, sono l’abuso dei contratti a termine e deve essere adeguatamente risarcito. Né l’immissione in ruolo può essere considerata un risarcimento. Aspettiamo la pronuncia fiduciosi, per sconfiggere la precarietà. Ricorri in tribunale per avere i tuoi diritti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Borgo di Ostia Antica si anima tra Teatro, Musica, Arte e Visite

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

Felliniana ParadeRoma 14 – 15 agosto, Ostia Antica. Ore 10.30 AM – 1.00 PM. Sette eventi completamente gratuiti, da mattina a notte fonda, nel Borgo di Ostia Antica per celebrare con due giorni di performance, spettacoli e momenti culturali dedicati a tutta la famiglia, la ricorrenza culmine dell’estate, il 14 e 15 agosto: è questo FerragOstia Antica, una festa gioiosa ideata dall’Ass. Affabulazione, guardando al territorio, in rete con l’Ass InfoAttiva e l’Ass. Allegra Banderuola.Si parte con un percorso di edutainment in due visite guidate performative al Borgo di Ostia Antica (“Le mura raccontano”, 14/08, h 10.30, 16, 17.30) e agli scavi di Ostia Antica (“Ostia Antica tra sacro e profano: due voci a confronto”, 15/08, h 10.30, 16, 17.15), ricchezze archeologiche del territorio del Municipio X troppo spesso trascurate: il pubblico scoprirà gli scavi accompagnato anche dalla voce degli attori, e conoscerà la storia del Borgo sin dalla sua fondazione attraverso narrazioni godibili e affascinanti.
Gli spettacoli all’aperto, a partire dalle 19, animeranno le strade e gli scorci del Borgo coinvolgendo il pubblico con fuoco, musica, performance.Un bizzarro BiciCaffé (La Settimana Dopo, 14/08 dalle h 19) attraverserà strade e vicoli offrendo caffè e racconti inconsueti, sino al momento di “Danza, fuoco e romanticherie” (Creme&Brulée, 14/08 ore 21), spettacolo di fuoco e stranezze d’amore.La prima Felliniana_personaggigiornata si chiuderà con il grande teatro urbano internazionale di Ondadurto Teatro, protagonista da anni di tournée internazionali in Europa e Oltreoceano, che ci presenta estratti itineranti dal suo primo grande successo: “Felliniana” (14/08, h 22), tributo onirico all’indimenticabile arte di Federico Fellini che alterna danza, clownerie, acrobatica, mapping, giochi d’acqua e di fuoco trasformando completamente lo spazio del Borgo.La serata del 15 agosto comincia alle 19, con il varietà degli “Scappati di casa” (Sbazzing Project): un presentatore anni settanta, un musicista maledetto, un ballerino alle prime armi e un poeta dall’animo dannato per uno show che alterna musica, cabaret, teatro e poesia.Gran finale con la tradizione popolare: a partire dalle ore 21, i “Tamburi del Vesuvio” di Nando Citarella coinvolgeranno il pubblico con l’energia potente delle percussioni e delle voci dell’Italia del Sud.L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE. L’ingresso è gratuito per tutti gli eventi. (foto: Felliniana Parade, Felliniana personaggi)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Daniela Poggi miglior attrice per L’ESODO

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

l'esodoDaniela Poggi è la miglior attrice del Santa Marinella Film Festival. La sua interpretazione de L’Esodo ha convinto la giuria e le oltre 150 persone che hanno applaudito alla fine dell’anteprima nazionale del film, vincitore anche per la colonna sonora. La Poggi nel lungometraggio indipendente interpreta Francesca un’esodata che finisce a chiedere l’elemosina in piazza della repubblica a Roma. Alla premiazione era presente ed emozionata, insieme al regista e autore del film Ciro Formisano a parte del cast, e alcuni esodati tra i quali un paio ancora non salvaguardati.. Alla proiezione era stata invitata anche l’ex ministro Elsa Fornero, fautrice dell’omonima legge che ha creato la categoria degli Esodati, 5000 dei quali risultano ancora non salvaguardati, poichè il regista ha intenzione di proporle l’invito ad ogni proiezione pubblica. L’Ex ministro ha risposto gentilmente declinando l’invito vivendo a Torino e quindi troppo distante dal luogo della proiezione.Alla fine del film, all’accendersi delle luci, molti occhi in lacrime dalla commozione per la vicenda umana che viene raccontata in maniera asciutta, con la piena consapevolezza di chi racconta un tema difficile, scomodo, ma mai con banalità o sotterfugi emozionali. Farocinema Produzioni. (foto: l’esodo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: gestione aree verdi e ruolo volontariato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

Villa Aldobrandini 1Roma. La recente delibera di giunta del Comune di Roma (n. 66/2017) e conseguente specifica Determinazione Dirigenziale del Dipartimento Tutela Ambente (n. 624 del 3 agosto 2017) che affronta anche la pulizia delle aree verdi da parte dei volontari, sarebbe dovuta essere negli intenti dei promotori, un importante passo in avanti nella definizione dei dettagli necessari per addivenire ad una precisa regolamentazione della gestione delle aree verdi, ma non solo. Purtroppo, invece, sono state prodotte delle linee guida che non contengono alcuna indicazione tecnica applicabile. Sono un insieme di ‘raccontini’ sui buoni propositi assemblati senza alcuna logica né indicazione peraltro sulla sostenibilità e sulle pratiche innovative e ad esempio senza uso di sostanze chimiche. Non viene ricordato che esiste una normativa ad esempio sui trattamenti fitosanitari in aree frequentate dalla popolazione. Non viene fornita alcuna indicazione tecnica per le pratiche a basso consumo di acqua o il rinverdimento delle aree o la manutenzione arborea. Insomma un titolo che non trova riscontro nei contenuti. Ma non è finita qui. Gli “scienziati della burocrazia” hanno prodotto qualcosa che non solo non è utile allo scopo, ma è anche deleterio per i risultati che inevitabilmente produrrà. Sono già molteplici, infatti, le segnalazioni, gli articoli, i post sui social e le proteste in generale, da parte di cittadini volontari, associazioni e comitati di quartiere, relativamente a questa nuova regolamentazione che vorrebbe utilizzare il volontario alla stregua di un ‘dipendente’ capitolino del servizio giardini che, non solo dovrebbe impiegare il suo tempo a titolo gratuito per curare il verde delle aree pubbliche (senza nemmeno uno straccio di rimborso spese), ma dovrebbe pure pagare per svolgere tale attività, dopo aver tra l’altro esperito un lungo e complesso iter burocratico (riempire un modulo, indicare luogo, ora e tipo di attività, richiedere eventuali prescrizioni al Servizio Giardini e, se l’area verde è ridotta veramente male, organizzare anche una cantierizzazione dell’area sempre sotto la supervisione del personale del Servizio Giardini, ecc.). Entrando un po’ più nei dettagli: se si è semplici, onesti e diligenti cives, occorre dotarsi di un’assicurazione contro gli infortuni, la morte e l’invalidità con una copertura minima pari a 100 mila euro e anche una seconda assicurazione contro danni a terzi per altri 300 mila euro. Insomma per dare una mano al Comune il cittadino ha due possibilità: o diventa un volontario abusivo, oppure stipula una polizza assicurativa a proprie spese che, sommata alle tasse comunali, significa che per “svuotare cestini, raccogliere la carta, potare arbusti e siepi oppure riparare panchine e staccionate”, di fatto paga due volte. Agli attuali amministratori capitolini non deve essere chiaro il concetto di volontario. Il volontariato non può e non deve sostituirsi all’attività cui è preposto il Comune di Roma né può rappresentare una sorta di attenuante alle carenze manutentive ed alle precise responsabilità di chi ha, invece, il dovere di gestire il verde pubblico.
L’amministrazione capitolina invece di aggirare il problema della manutenzione delle aree verdi, dissipando tra l’altro le sue già scarse capacità ed energie con provvedimenti inutili, anzi addirittura dannosi, dovrebbe pensare ad impegnarsi con fatti concreti per rendere usufruibile il verde esistente ai cittadini supportando e rafforzando, ad esempio, un Servizio Giardini che ormai non esiste quasi più per numero di persone e mezzi, attraverso l’assunzione di almeno 50 giardinieri a Municipio e dotandoli dei mezzi e dei ricambi necessari. Invece di internalizzare (come prometteva la sindaca in campagna elettorale) questa amministrazione preferisce ancora esternalizzare pensando a predisporre bandi di gara europei, per la gestione del verde, per importi di svariati milioni. Gare che avranno tempi lunghissimi per essere assegnate (oltre un anno) e che non sono ancora partite! Nel frattempo che sarà del verde di Roma? Con l’assunzione di detta delibera, pertanto, per i cittadini romani oltre il danno (non essere in grado da parte dell’amministrazione capitolina di organizzare un servizio idoneo), anche la beffa nei confronti di chi a titolo volontaristico, con senso di responsabilità e in spirito di servizio nei confronti di una città e di una governance ormai allo sbando, si vede obbligato ad osservare tutta una serie di adempimenti che scoraggeranno e impediranno, di fatto, la collaborazione con l’amministrazione, producendo come unico risultato un ulteriore aumento del degrado urbano. Incomprensibile come la capitale d’Italia, ormai ridicolizzata a livello mondiale, dove si pagano le tasse più alte d’europa non sia in grado non solo di produrre un valido regolamento del verde, ma nemmeno di copiarne uno fra i tanti validi già esistenti. La tanto sbandierata coerenza, s’infrange sistematicamente con la cruda e dura realtà… basti pensare che il volontariato sociale è stato uno dei capisaldi della politica e del successo pentastellato. Come si suol dire…tra il dire e il fare… (foto: roma volontariato)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Operazione anti-abusivismo sulle spiagge romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

spiaggia_litorale_castelporzianoRoma “Continua alla grande la capillare azione di contrasto al commercio abusivo di merci, soprattutto alimentari, sulle spiagge del X Municipio di Roma. E’ dallo scorso mese di giugno che il Gruppo Mare della Polizia Locale di Roma Capitale conduce con successo la sua azione di ripristino della legalità sul territorio: questo weekend gli agenti sono intervenuti sulle spiagge libere del Porto turistico, del lungomare duca degli Abruzzi e lungomare Toscanelli di fronte all’ex colonia Vittorio Emanuele III, quindi in piazzale Magellano e si sono poi spostati sugli arenili pubblici di Castelporziano, effettuando ben 25 sequestri di merci alimentari deteriorate e prive di etichettatura. Una netta e limpida azione di legalità lontana anni luce dalla violenza squadrista di un determinato gruppo politico che con illecite coercizioni e pseudo manifestazioni non autorizzate tenta di inquinare il regolare svolgimento della vita democratica e civile nel nostro Municipio”.
Lo dichiarano in una nota congiunta il Capogruppo capitolino del M5S Paolo Ferrara e la Delegata della Sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo (M5S).

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pedocross, ciclocross, motocross e autocross

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

OLYMPUS DIGITAL CAMERAA Roma è possibile, senza indire gare e campionati mondiali. Si tratta del “circuito cross”, in pieno centro storico, che parte da piazza del Quirinale, scende per via 24 Maggio, gira intorno a piazza Magnanapoli, ridiscende per via 4 Novembre, prosegue per via Cesare Battisti, s’inoltra in piazza Venezia, prende via di san Marco, prosegue per piazza dell’Ara Coeli e ritorna in piazza Venezia.
Una prova a tutto campo per le caviglie dei pedoni, per le sospensioni di biciclette, moto e auto. Ci aggiungiamo qualche problema alla colonna vertebrale. Motivo? La pavimentazione, totalmente sconnessa. Le condizioni dell’acciotolato fanno senz’altro la fortuna dei fisioterapisti e dei meccanici, ma rendono la vita difficile per chi si cimenta con il “circuito cross”. Sollecitiamo la sindaca Virginia Raggi, a prendere una decisione e rendere il transito nel “circuito cross” non pericoloso per la salute e meno oneroso per le tasche dei cittadini. Un’ultima segnalazione: i pochi metri di verde in piazza Venezia sono gialli. Qualcuno ha seminato e tagliato il grano? (Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »