Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 18 marzo 2021

Un riconoscimento al maestro Carlo Iacomucci come “Socio Onorario” dell’ A.R.D.

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Di Patrizia Minnozzi.Recentemente, in occasione dell’Assemblea dei soci dell’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Distonia (A.R.D), svoltasi online per motivi sanitari, la presidente Sig.ra Flavia Cogliati ,la Vice Presidente Sig:ra Maria Carla Tarocchi, nonché tutto il Consiglio Direttivo, hanno conferito a Carlo Iacomucci il titolo di “Socio onorario” per la sua opera di diffusione e di conoscenza della distonia e dell’associazione. Nel 2018 il Maestro è stato ospite e apprezzato testimone al convegno nazionale dell’A.R.D. che si è tenuto a Firenze e fin da subito si è instaurata una gradita e proficua collaborazione a favore di A.R.D, grazie alla quale Iacomucci ha rilasciato una serie di interviste sulla distonia e gli sono anche stati dedicati articoli sulle pregevoli opere create dalla sua “mano ribelle”.Siamo a conoscenza di vari libri sulla distonia, ma finora, nessuno dei tanti era stato ideato con disegni eseguiti da un artista con distonia della mano e, con questa opera, Iacomucci ha voluto lasciare una testimonianza nella storia delle distonie che, nello specifico, si riscontrano in categorie di artisti quali gli scrittori, i musicisti e gli incisori.Questa particolare patologia rientra tra le malattie rare ed è conosciuta ai più come “crampo dello scrivano” e produce una non corretta comunicazione tra il cervello e la mano, che di conseguenza, agisce da sola e non esegue a dovere gli ordini, come ci si aspetterebbe in condizioni normali.Con il volume dal titolo “La mano ribelle” edizioni Zefiro, il Maestro Iacomucci è stato in grado di stupirci, trasformando gli esercizi di scrittura e disegno in un’opera d’arte in formato libro, altamente impreziosito da testimonianze e appunti di esperti di questa particolare patologia neurologica, quali il Dott. Giovanni Flamma, Dirigente Medico Neurologia-Ospedale di Pesaro e dal Dr. Francesco Logullo, Direttore Neurologia-Ospedale di Macerata, nonché della gentile prefazione della Presidente A.R.D. Sig.ra Flavia Cogliati.Carlo Iacomucci, artista tra i più rappresentativi delle Marche, maceratese d’adozione, è nato ad Urbino nel 1949, dove ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte, meglio noto come Scuola del Libro. Illustre incisore e pittore, nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera ha ottenuto tantissimi riconoscimenti-nazionali, internazionali, fra i tanti: l’onorificenza di Cavaliere al merito artistico e culturale conferitagli nel 2011 e nel 2017 quella di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, con decreto del Presidente della Repubblica. Ha partecipato a numerose mostre importanti, da ricordare: la 54^Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia- Padiglione Italia per Regioni, a cura di Vittorio Sgarbi e alla Biennale Arte Contemporanea “Premio Marche 2018”, Forte Malatesta di Ascoli Piceno. Nel febbraio 2020 ha ricevuto il Premio Pegaso come miglior disegno al concorso Pegaso, promosso dall’Istituto Superiore della Sanità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Roma il ricordo della martire molisana Maria Di Salvo

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Il 28 marzo 1944 in via Orvieto, nel quartiere San Giovanni a Roma, la molisana Maria Di Salvo, nata a Salcito nel 1899, veniva colpita a morte dalla polizia fascista per una semplice scritta su un muro. La donna moriva all’ospedale “San Giovanni”, dove era stata trasportata per la ferite da arma da fuoco in testa. A pochi giorni dall’eccidio delle Fosse Ardeatine, un gruppo di giovani, tra cui la 45enne molisana, sulla strada del quartiere San Giovanni firmava la scritta “A Roma tutti eroi! Morte ai fascisti e ai tedeschi!”. Un anelito di libertà che per Maria Di Salvo ha rappresentato la fine della sua giovane esistenza. Un episodio oscuro, dalle circostanze ancora poco chiare, riesumato due anni fa da un dinamico giornale di quartiere, “Appioh”, diretto da un informatico di origine molisana. E che ha destato grande interesse tra i cittadini della zona, gettando nuova luce sui tanti episodi di quel triste periodo.Oggi un nutrito gruppo di cittadini intende approfondire la ricerca storica su questo episodio che ha visto protagonista la molisana di Salcito, abitante in zona (all’inizio di via Tuscolana, presso piazza dei Re di Roma), trucidata semplicemente per aver voluto rendere pubblica la sua fede nella libertà e nella giustizia.L’Anpi, l’associazione dei partigiani, insieme ad altre associazioni, tra cui le molisane “Forche Caudine” e “La Terra”, renderanno onore alla figura di Maria Di Salvo, figlia di Giovanni e di Giuseppina Di Giorgio, contribuendo alla ricerca storica. Domenica 28 marzo 2021, dalle ore 17,30, dopo una serie d incontri avrà luogo l’evento di commemorazione “Frammenti di una storia ancora da raccontare” su piattaforma digitale, con la richiesta della collocazione di targhe alla memoria della giovane in via Orvieto a Roma e a Salcito (Campobasso).Coordinano i lavori le presidenti dell’Anpi Appio, Livia Astolfi, e dell’Anpi Marturano Medelina, Marina Pierlorenzi.Interverranno: Marta Bonafoni, consigliera della Regione Lazio; Giampiero Castellotti, presidente dell’associazione “Forche Caudine”, il circolo dei romani d’origine molisana; Fernando Di Paolo, segretario Anpi Marturano Medelina; Giovanni Germano, dell’associazione “La Terra” di Duronia (Campobasso), padre dell’attore Elio Germano; Fabio Pari, segretario Anpi Appio; Anna Spina, Anpi Molise.Porteranno i saluti: Elena De Santis, assessora alla Cultura del VII Municipio Roma; Giovanni Galli, sindaco di Salcito; Loreto Tizzani, presidente Anpi Molise.Concluderà Fabrizio De Sanctis, presidente Anpi provinciale Roma.In apertura e chiusura il contributo musicale della BandaJorona, con Bianca Giovannini.L’incontro sarà trasmesso in diretta sulla pagina facebook “AnpiSezioneAppioRoma”. Qui il link all’articolo uscito sul giornale on-line “AppiOH”: urly.it/3bx37.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È online il nuovo sito web della SIOI UNA – Italy

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

È online il nuovo sito web della SIOI UNA – Italy, caratterizzato da una architettura dell’informazione nuova e più intuitiva, per accedere alla molteplicità delle attività della SIOI che da oltre 70 anni è impegnata nella formazione, nell’informazione e nell’orientamento dei giovani.Un’interfaccia grafica chiara ed efficace per favorire l’incontro tra coloro che si affacciano al mondo delle relazioni internazionali per esigenze di formazione, professionali o per semplice interesse e le numerose proposte formative, attività convegnistiche, iniziative ed eventi speciali della Società. Un universo di contenuti facilmente accessibili che grazie all’approccio responsive design permetterà alta navigabilità, completa fruizione delle informazioni e interazione, anche attraverso i dispositivi mobili.Sul nuovo sito della SIOI-UNA ITALY – afferma il Presidente Franco Frattini –troverete le informazioni sull’offerta formativa e sulle nostre iniziative centrate sulle tematiche relative alle attività delle Organizzazioni Internazionali, all’attualità diplomatica, alla politica e cooperazione internazionale e alla tutela dei diritti fondamentali. Formazione, informazione e ricerca sono i pilastri dell’attività della SIOI, che da anni è impegnata nel favorire la diffusione delle informazioni, lo scambio di buone pratiche e nel dare il proprio, concreto, contributo all’arricchimento culturale e sociale del Paese. I giovani ne sono senza dubbio il motore primario, ed è per questo che ci dedichiamo a fornire loro gli strumenti necessari per una crescita personale e professionale. L’approfondimento delle tematiche care alla SIOI, prestigiosa Organizzazione Internazionale che ho l’onore di presiedere – si legge nel messaggio di benvenuto di Franco Frattini sul nuovo website – si realizza anche attraverso le preziose risorse offerte dai nostri canali social e dal sito http://www.sioi.org, ora in una veste completamente rinnovata: uno spazio virtuale di grande utilità, ma che certamente non intende sostituirsi al colloquio diretto con tutti i suoi interlocutori che, per la SIOI, rimane sempre centrale e prioritario.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gli italiani sono leader mondiali nella ricerca sulle più efficienti tecniche irrigue

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

E’ ora di abbandonare gli stereotipi, che ci indicano secondi a Paesi, come Israele, le cui innovative tecnologie sono però funzionali a condizioni ambientali radicalmente diverse”: a rivendicare questo orgoglio nazionale è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), intervenuto alla Giornata dell’Irrigazione, organizzata da ANBI Veneto, che ha annunciato il progetto per fare del Consorzio di 2° grado L.E.B. (Lessinio Euganeo Berico), un polo di eccellenza nella ricerca tecnico-scientifica in materia idrica. L’apertura delle paratoie dell’omonimo canale (48 chilometri a servizio di 82.000 ettari nelle province di Verona, Vicenza, Padova e Venezia) ha dato simbolicamente il via alla stagione irrigua nella regione. “L’obbiettivo di un Paese, non desertico come il nostro e dove continuano annualmente a cadere circa 1000 millimetri di pioggia – prosegue il Presidente di ANBI – non deve essere il mero risparmio dell’acqua, ma l’efficienza del suo utilizzo a servizio soprattutto dell’uomo, dell’agricoltura e dell’ambiente. Ciò significa aumentare la resilienza dei territori alla crisi climatica, in particolare nel Nord Italia, efficientando e potenziando una rete idraulica ormai inadeguata di fronte all’estremizzazione degli eventi atmosferici. Per questo, ANBI ha presentato un Piano fatto di 858 interventi definitivi ed esecutivi per un investimento di circa 4 miliardi e 339 milioni, capaci di garantire oltre 21.000 posti di lavoro; l’avanzato iter procedurale garantisce il rispetto dei cronoprogrammi comunitari e pertanto ne chiediamo l’inserimento nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Ancora una volta i Consorzi di bonifica ed Irrigazione dimostreranno di essere enti capaci di spendere le risorse assegnate, contribuendo fattivamente al rilancio dell’Italia. Al contempo – conclude Vincenzi -serve una nuova politica europea sulle risorse idriche, giacché sono cambiate le condizioni climatiche dalla Direttiva Acque del 2000 ed oggi l’aridità dei terreni tocca anche i Paesi nordici; serve perciò una visione, che contemperi le funzioni produttiva ed ambientale dell’irrigazione. L’Italia è un Paese idricamente virtuoso ed ha le carte in regola per vincere la sfida della sostenibilità.” Alla Giornata dell’Irrigazione hanno partecipato, fra gli altri, l’Assessore all’Agricoltura di Regione Veneto, Federico Caner ed il Presidente di ANBI Veneto, Francesco Cazzaro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Neuroscience Caregiver Academy. Presentazione risultati del progetto

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Giovedì 25 marzo alle ore 11.30, si terrà il secondo incontro digitale dedicato alla Neuroscience Caregiver Academy (NCA), il progetto di formazione gratuita per i caregiver che si prendono cura dei malati di Parkinson, nato dalla partnership di AbbVie, Accademia LIMPE-DISMOV, Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e A.N.I.N. (Associazione Nazionale Infermieri in Neuroscienze). Per l’occasione, saranno presentati in anteprima anche i risultati del progetto che ha già visto coinvolti oltre 80 caregiver da tutta Italia. Oltre ai referenti dei partner del progetto, saranno presenti anche la Sen. Simona Nunzia Nocerino, prima firmataria del Ddl sul caregiver famigliare, e l’On. Fabiola Bologna, Membro della Commissione Affari sociali della Camera e co-firmataria del Pdl in materia di riconoscimento e sostegno dell’attività del caregiver famigliare, per discutere delle iniziative istituzionali attualmente in atto dedicate al caregiver, sia in termini di aiuti economici che di formazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Risale l’export lombardo

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Riparte il commercio internazionale e anche le imprese lombarde agganciano la risalita, registrando un -2,3% di vendite all’estero nell’ultimo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Dopo il -7,9% del terzo trimestre e la caduta verticale del -27,3% del periodo aprile-giugno. Il bilancio complessivo del 2020 rimane comunque estremamente pesante: sono 13,5 i miliardi di fatturato estero persi in un anno in Lombardia, con una flessione del -10,6% rispetto al 2019. È una caduta profonda e superiore alla media nazionale (-9,7%) perché qui la pandemia ha colpito prima e con maggior forza, anche nella seconda ondata. Tuttavia, la performance lombarda è sostanzialmente allineata a quella degli altri motori d’Europa ad indicare il grave e diffuso impatto del Covid-19 su tutti i grandi poli manifatturieri europei: -10,3% Cataluña, -10,6% Auvergne Rhône Alpes, -11,3% Bayern, -7,3% Baden-Württemerg. Tutto ciò trova conferma anche nei dati di produzione, con un calo annuo che sfiora il -10% sia in Lombardia sia nei benchmark internazionali. Guardando al manifatturiero lombardo, si conferma poi la profonda differenziazione per settore: nel 2020 crescono solo i comparti essenziali della farmaceutica e dell’alimentare (+7,6% e +1,3%), mentre nel complesso contengono le perdite elettronica (-4,2%), apparecchi elettrici, (-7,1%), chimica, (-7,4%) e gomma-plastica (-9,1%). A soffrire maggiormente, nonostante l’accelerazione positiva nell’ultimo trimestre dell’anno, sono meccanica, metalli e automotive: qui la caduta annua è superiore alla media del manifatturiero e compresa tra il -12% e il -15%. Resta, inoltre, particolarmente critica la situazione del sistema moda che nell’anno perde quasi il 20% delle vendite estere.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Che avverrà dopo il governo Draghi?

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

di Giuseppe Bianchi. Il metodo Draghi è un metodo decisionista e, a quanto rilevano i sondaggi, piace alla maggioranza degli italiani. L’interrogativo è quanto durerà questo gradimento se teniamo conto di quanto capitato nel passato ai Presidenti del Consiglio che hanno voluto esprimere una leadership forte. A loro danno, al di là delle responsabilità individuali, è scattato l’istituto dell’ostracismo che nella democratica Atene si faceva carico di allontanare quanti percepiti come un pericolo per la società. Nel nostro Paese l’ostracismo si è applicato soprattutto per via giudiziaria.Questo venticello della delegittimazione non risparmia lo stesso Governo Draghi cui viene rimproverato, da certi ambienti, di avere “militarizzato” la crisi mettendo a rischio la democrazia. La prova provata sarebbe la nomina del Capo della Polizia alla guida dei servizi segreti e di un generale a capo del piano di vaccinazione, a complemento di una storia personale del leader vissuta nei templi della grande finanza.Si rinnova la contraddizione di sempre: da una parte un Paese sprofondato in una palude di immobilismo, prigioniero di una consociazione oligarchica; dall’altro le resistenze ai cambiamenti che rompono questo groviglio di interessi ridando vita ad una democrazia governate. Un nodo gordiano che risale ai tempi della Costituente: una classe politica preoccupata di prevenire ogni rigurgito autoritario, dopo l’esperienza fascista, che ha diluito i poteri del Presidente del Consiglio in un sistema assembleare che ne fa un “primus inter pares” senza le prerogative proprie del Cancelliere in Germania o del Premier in Gran Bretagna; una classe politica ancora legata ad una concezione mitica di democrazia per la quale il Governo non decide ma esegue ciò che il popolo sovrano rappresentato nel Parlamento ha deciso.L’irrealismo di questa concezione è divenuto evidente nel percorso successivo di sviluppo del Paese che ha progressivamente dilatato il perimetro di intervento dello Stato e la responsabilità del Governo nel rispondere ai bisogni dei cittadini in una società in continua evoluzione. Al governo i cittadini chiedono di promuovere lo sviluppo, di ridurre le diseguaglianze sociali, di rendere efficienti le strutture pubbliche che erogano servizi sociali di prossimità. Allo stesso tempo è emersa la finzione che la volontà popolare coincida con l’attività legislativa dei suoi rappresentanti e che il popolo decide solo in quanto rappresentato, cessando di essere politicamente attivo. La crisi dei partiti è un segnale di questo allontanamento fra popolo e il modello politico che lo deve rappresentare. In questo contesto è nato il Governo Draghi promosso dal Presidente della Repubblica. Un governo legittimato dal Parlamento ma che presenta l’anomalia, sconosciuta a Francia, Germania, Spagna di ricorrere ad un “podestà straniero” nel senso di un Governo non espresso dall’interno del sistema politico. Una pratica sperimentata nell’Alto Medioevo dai nostri progrediti Comuni cittadini che, per sanare i conflitti interni, ricorsero ad una tale Autorità per rimediare all’incapacità di riadattare i loro sistemi di autogoverno alle esigenze di comunità in forte evoluzione. L’inizio di un percorso che portò poi alle Signorie con cui si spense ogni forma di partecipazione dei cittadini al governo delle cose pubbliche. La fragilità dei sistemi democratici è stata oggetto di importanti riflessioni nei secoli successivi evidenziando come la sopravvivenza di tale modello politico fosse condizionata dalla crescita del benessere dei cittadini. E come tale crescita fosse, a sua volta, sostenuta dal punto di vista istituzionale, dalla stabilità dei Governi e dalle vitalità delle organizzazioni destinate a produrre partecipazione e consenso. Inutile evocare il caso italiano che in 75 anni di vita democratica ha sperimentato 65 governi e il progressivo esaurimento dei canali della partecipazione democratica.Ora però c’è il Governo Draghi sul quale si accentrano le speranze italiane di una fuoriuscita dall’attuale stato di crisi. Ma il Governo Draghi è un governo d’emergenza ed ha una missione a tempo. Farà quanto possibile, imposterà più che risolvere i problemi critici del Paese facendo leva sulle risorse finanziarie irripetibili che l’Europa ha messo a disposizione. La domanda sospesa è che avverrà quando il Governo Draghi arriverà alla sua scadenza? La liquidità della situazione non consente di fare previsioni. Si può anticipare, rispetto al precedente storico prima richiamato, che la nostra costituzione democratica è ben radicata nella cultura del popolo mettendo in sicurezza il nostro stato di diritto. Cioè l’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge. Ma non basta l’osservanza delle regole democratiche con cui si legittima la titolarità del potere: libere elezioni, pluralità dei partiti. Il problema da risolvere riguarda il grado di partecipazione dei cittadini all’esercizio di tale potere.L’alternativa che si presenta può essere così riassunta: o si recupera una democrazia governante e partecipata o si prolungherà nel tempo un signoraggio tecnocratico del Governo dei migliori.La crisi in atto è sistemica: politiche economiche e sociali devono convergere con un riassetto delle istituzioni e il tasso di democraticità delle soluzioni adottate influirà sul futuro del Paese. (fonte: http://www.isril.it)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bisogna mettere la scuola al centro del Paese

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

“Bisogna mettere la scuola al centro del Paese”. Così Marcello Pacifico segretario confederale della Cisal al tavolo di confronto di oggi con il ministro Bianchi su un patto per l’istruzione e la formazione. “Per Cisal – ha spiegato – gli assi fondamentali da sviluppare sono la ripartenza in sicurezza, la ridefinizione degli organici, una nuova politica di reclutamento che riconosca l’esperienza di migliaia di precari del sistema nazionale di istruzione, il rinnovo del contratto con una formazione ripensata come attività lavorativa, opportunità e non un costo, un ripensamento dell’obbligo scolastico e delle regole sui trasferimenti del personale”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bianchi bacchetta l’Italia: ultima in Europa per laureati e alunni che lasciano prima

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Risollevare tutta l’Istruzione scolastica nazionale, che in certi territori fa lasciare gli studi prematuramente al 33% di alunni e che oggi produce il più basso numero di laureati in Europa. È l’obiettivo primario che l’Italia si pone il nostro paese con il Piano nazionale di ripresa e resilienza. “Su alcuni punti – ha detto Bianchi – dobbiamo puntare di più. Come il tema dello 0-6 anni: dobbiamo investire di più su questa fascia, che oggi è del tutto ineguale in Italia. È un tema di carattere strutturale. E la fascia di età 3-6 anni, nella nostra impostazione, deve rientrare in un ordinamento scolastico per tutti i bambini di questo paese. Un obiettivo che non si raggiungerà domattina, ma va raggiunto”. “L’Italia – ha ricordato Bianchi – ha anche il più alto tasso di dispersione in Europa, ma soprattutto il tasso più disomogeneo di dispersione. In Veneto abbiamo il 10%, in linea con la media Ue, ma in alcune aree del Sud, in particolare in Calabria, siamo al 33%. Stesso discorso vale per il tempo pieno. In alcune aree del Nord è praticabile per tutte le famiglie. Mentre al Sud non si può, semplicemente perché non vi sono mense e palestre. Se si introduce per decreto legge il tempo pieno al Sud, però in queste condizioni non si fanno. Oltre un miliardo è stanziato per sovvertire questa tendenza”. Bianchi ha quindi ricordato il tema dell’accesso dalla formazione disomogenea. “Quando si vogliono affrontare le diseguaglianze – ha detto – c’è da affrontare la questione del Meridione. C’è anche da affrontare il nodo del personale. La maggior parte della spesa nazionale per la scuola è per il personale, sul bilancio del ministero dell’Istruzione di 55 miliardi, ben 48,5 sono di spesa per il personale ed è giusto così. Sono elementi scontati, che però vanno sottolineati. Vi sono grandi problemi di formazione del personale, ma non riguarda quello della scuola. Oggi siamo in realtà preparati ad affrontare l’obiettivo 4.0? Sulle competenze digitali siamo l’ultimo Paese in Europa. C’è un problema di formazione permanente, che si può ripercuotere sulle nuove generazioni”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Bianchi avvia gli incontri con i sindacati, presto si parlerà di contratto

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Parte il confronto con il rinnovato ministero dell’Istruzione, ora sotto la guida del Governo Draghi. Si inizia con la bozza di decreto sull’organico dei docenti. Organici sui quali il sindacato chiede non solo una conferma dell’attuale assetto, ma anche l’indispensabile incremento considerando la necessità di salvaguardare la sicurezza (anche alla luce della perdurante pandemia) aumentando gli spazi scolastici e abbattendo il numero di alunni per classi, che quindi avranno bisogno di un maggior numero di insegnanti. A breve, il dialogo amministrazione-sindacati si sposterà sul rinnovo del contratto. Sul tema, che riguarda tutti i dipendenti dello Stato, quindi ci si rifà ancora più direttamente alla Funzione Pubblica, si sono scritte tante cose. Anche che “nella Smorfia della scuola il rinnovo fa 90”. Per il rinnovo del contratto della scuola, il sindacato si aspetta una proposta complessiva, compresa la perequazione da annullare una volta per tutte, pari a 150 euro lordi. Anief ritiene infatti che i 107 euro di aumento medio previsto per i dipendenti pubblici non possano poi tradursi in una cifra inferiore per i lavoratori della scuola. Si raggiungerebbe l’assurdo che chi lavora al servizio dello Stato come docente e Ata già guadagna meno della media della P.A., anche tra il personale docente, fermo a 30 mila euro lordi, andrebbe a percepire gli aumenti stipendiali più bassi di altri comparti pubblici: 1,8 miliardi di euro di aumento assicurati alla scuola, numeri alla mano, rappresentano una somma non molto distante dai 107 euro previsti per gli altri dipendenti pubblici. Per Il Sole 24 Ore, invece, “l’aumento medio che spetterebbe ai circa 850mila docenti italiani (precari inclusi) in virtù del nuovo Ccnl 2019-2021 del comparto Istruzione e ricerca, disegnato dal ministro della Pa, Renato Brunetta”, non andrebbe oltre “50-55 euro netti in busta paga”. Dai circa 107 euro lordi medi a lavoratore mensili previsti per il pubblico impiego, continua il quotidiano economico, andrebbero sottratti “i 575 milioni utilizzati per pagare l’indennità di vacanza contrattuale, l’elemento perequativo (risulta coinvolto circa il 40% del personale, soprattutto della scuola), e i trattamenti accessori del personale militare e di polizia e vigili del fuoco”. Sempre per Il Sole 24 Ore “in totale, all’istruzione dovrebbero andare 1,7-1,8 miliardi, che garantirebbero – al netto di eventuali risorse aggiuntive – circa 87 euro di incremento medio loro mensile, compreso l’elemento perequativo da 11,50 euro medi previsto dal precedente Ccnl 2016-2018 firmato Valeria Fedeli. In quel caso erano stati garantiti ai prof aumenti retributivi medi di 96 euro lordi al mese (da 80,40 euro minimi a 110 massimi, in base ad anzianità e grado di scuola)”.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Pacifico (Anief): “Importante discutere su sistema istruzione

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Nelle prossime due settimane partiranno tavoli di approfondimento allargati ai rappresentanti sindacali di comparto su sistema di istruzione, personale, scuola oggi al tempo del Covid e disparità regionali. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, durante il seminario organizzato oggi sulla legislazione scolastica per la provincia di Foggia, ha sottolineato l’importanza dei nuovi tavoli che si apriranno, di discutere e “trovare soluzioni a problemi legati ai concorsi ordinari e straordinari, alla specializzazione su sostegno, alla stabilizzazione dei precari di tutto il sistema nazionale d’istruzione e all’abolizione dei vincoli della mobilità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Docenti: confermato l’organico 2020/21

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Al quale si aggiungono 5mila posti di sostegno e mille di potenziamento per la scuola dell’infanzia. Anche sul sostegno, i 5mila posti in più sono una goccia nell’oceano, anche il prossimo anno scolastico verranno chiamati circa 100mila supplenti su posti di sostegno in deroga. Grande assente nella bozza di decreto l’organico “Covid”, ovvero quei 25mila docenti destinati a garantire una migliore gestione dei gruppi classe previsti dal legislatore e attivati nel corso di quest’anno scolastico, a seguito dell’emergenza sanitaria. Attivazione che per Anief risulta necessaria anche per l’a.s. 2021/22 poiché, nonostante già a settembre il governo preveda di raggiungere l’obiettivo dell’80% degli italiani vaccinati, è verosimile che la pandemia ci coinvolgerà ancora per almeno un altro anno. In merito all’assegnazione degli organici, secondo Anief non basta dare organici uguali in tutta Italia dal momento che il territorio è caratterizzato da aree con un alto tasso di dispersione scolastica, aree isolate e zone che vedono un alto tasso di immigrazione o emigrazione. Stabilito l’organico si denuncia dunque, adesso e ancora una volta, la necessità di coprire con personale di ruolo tutti i posti attualmente disponibili e vacanti. Si proceda immediatamente alla stabilizzazione di tutti i precari con concorsi riservati per titoli e con un esame finale a conclusione dell’anno di formazione e prova.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’informazione al consumatore deve essere sempre trasparente e veritiera

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

In merito al NutrInform Battery, Cia-Agricoltori Italiani condivide la posizione del Governo italiano che, dopo aver ascoltato i pareri del mondo scientifico, ha proposto il sistema di etichettatura fronte-pacco come alternativa all’etichetta a semaforo francese, il Nutriscore, per l’adozione di un sistema di etichettatura armonizzata nel mercato unico.Secondo Cia il nostro Paese si è, finora, battuto a Bruxelles per promuovere un sistema normativo basato solo su rigorosi pareri scientifici, per garantire ai consumatori le informazioni più dettagliate e di facile comprensione sugli alimenti. Tutto questo senza che venga mai pregiudicata la competitività del sistema agricolo europeo o siano danneggiate le filiere di qualità. Come è già stato ampiamente dimostrato, agire come sistema Italia si rivela sempre premiante. Occorre,ora, lavorare a stretto contatto col mondo della scienza e della ricerca per raggiungere un largo consenso sulla proposta del “sistema a batteria” italiano. Un metodo che premia la qualità e dei prodotti e informa davvero il consumatore. L’Europa deve favorire un’etichettatura nutrizionale che sia informativa/formativa e non prescrittiva, come invece rischia di essere il Nutri-score, che -secondo Cia- comporta la stigmatizzazione di prodotti specifici che sono parte integrante della nostra dieta e delle tradizioni rurali europee.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ambiente, Rotta: “Bene approccio integrato proposto da ministro Giovannini”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

“E’ molto apprezzabile l’approccio trasversale e integrato presentato oggi all’attenzione delle commissioni infrastrutture e ambiente e trasporti dal ministro Giovannini perché tiene insieme le due risposte fondamentali che dobbiamo dare con il PNRR: la riconversione sostenibile del nostro sistema e il rilancio economico e sociale. Due azioni che si intrecciano e che hanno un unico obiettivo politico: la riduzione delle disuguaglianze che la crisi pandemica ha accentuato ancora di più sia dal punto di vista socioeconomico che geografico” così Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente e infrastrutture della Camera commenta l’audizione del ministro per le Infrastrutture e le mobilità sostenibili, Enrico Giovannini.“E’ evidente quindi che assume rilevanza strategica – spiega Rotta – tutta la partita delle opere pubbliche che tiene dentro di se’ le risposte ai bisogni di mobilità e quindi di riduzione delle distanze fra centro e aree marginali e-o periferiche. E si tratta di una risposta che deve arrivare in tempi brevi e quindi attraverso sistemi decisionali meno complessi. Perché uno dei nodi fondamentali che dobbiamo sciogliere subito è proprio la scarsa rapidità degli apparati pubblici a far diventare cantierabili e quindi esecutivi i progetti”.“Un aspetto da sottolineare – aggiunge Rotta – è anche l’attenzione riservata dal ministro alle aree urbane. Parlare di rinnovamento dei servizi di rete, di qualità dell’abitare e di sostenibilità delle infrastrutture significa infatti poter disegnare le città del futuro più resilienti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promuovere le eccellenze del Sud

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

“La ministra alla Coesione territoriale Mara Carfagna sia protagonista di un grande progetto per la promozione delle eccellenze del Mezzogiorno. Nello specifico, ci sono alcune aree territoriali ricche di beni culturali, ambientali e paesaggistici, la filiera produttiva agricola con i prodotti enogastronomici e ortofrutticoli di assoluta qualità. Questi elementi devono essere messi a reddito, diventare coefficienti di ricchezza e sviluppo. Non è più tempo dei fondi a pioggia e della redistribuzione, perché non c’è più molto da dividere. Ma grazie al Pnrr possiamo aprire una stagione di creazione di nuova ricchezza. Per favorire questo processo, è indispensabile la infrastrutturazione del Mezzogiorno e in particolare del collegamento tra Reggio Calabria e Messina per essere protagonisti nel Mediterraneo e non continuare ad assistere al transito delle merci asiatiche senza poterle intercettare e trasportare nel nord. Ma serve anche classe dirigente capace di aggiungere al profilo tecnico il senso dello Stato e la responsabilità di far lavorare le strutture pubbliche preposte”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervenendo in commissione Bilancio durante l’audizione della ministra del Sud e della Coesione Sociale on. Mara Carfagna nell’ambito dell’esame della Proposta di Piano Nazionale di ripresa e resilienza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La crisi dei cimiteri capitolini

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Roma. “Il forte incremento di decessi a causa dell’epidemia e la conseguente necessità di provvedere alla tumulazione di un ingente numero di salme in breve tempo, ha evidenziato le forti carenze strutturali dei cimiteri della Capitale e del territorio sub urbano. In pratica si corre il rischio che a breve possano mancare i loculi per accogliere i defunti, non avendo l’amministrazione Raggi provveduto agli ampliamenti previsti. Pesanti ritardi si registrano nella concessione delle licenze edilizie per la costruzione di tombe nel cimitero di Prima Porta per il quale tante richieste presentate da privati ed agenzie funebri risultano inevase. Al cimitero del Verano ci sono da tempo alcune centinaia di loculi vuoti, ma ancora non vengono messi all’asta dal Comune. La mancanza di personale già riscontrata prima del Coronavirus, rende oltremodo difficoltoso il reperimento di nuove sepolture, anche perché la procedura di riesumazione e trasferimento all’ossario per avvenuta scadenza della concessione dei loculi, è stata molto rallentata non essendoci sufficienti operatori cimiteriali per provvedere alle cosiddette seconde sepolture e contemporaneamente, alla tumulazione delle salme che afferiscono ogni giorno. Rileviamo a questo proposito il mancato completamento del concorso per 20 seppellitori che se fossero stati assunti, avrebbero compensato le defezioni dovute ai contagi da Covid19 che in queste ultime settimane hanno pressoché dimezzato gli effettivi del servizio cimiteriale. Pure gli uffici per il rilascio della documentazione avrebbero bisogno di un rinforzo di altri impiegati, poiché dopo le chiusure al pubblico e il passaggio alla modalità online, si sono allungati notevolmente i tempi di lavorazione delle pratiche per la cremazione, anche in considerazione dell’aumentata richiesta di tale rito funebre. Di nuovo rilanciamo l’allarme degli imprenditori delle agenzie funebri che, registrando contagiati tra i loro operatori incaricati di presentare la documentazione per le pratiche cimiteriali, chiedono da tempo l’inserimento nella programmazione delle vaccinazioni per le categorie professionali a rischio, sia del loro personale che dei dipendenti Ama di questo servizio.” Così in un comunicato Fabrizio Ghera capogruppo di Fdi alla Regione Lazio, Francesco Figliomeni (Fdi) vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giuseppe Cesaro: 31 aprile Il male non muore mai

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Collana Oceani, pp. 432, 20 euro. Dopo il precedente e toccante Indifesa, Cesaro cambia registro ma non stile, consegnandoci un conturbante romanzo ‘nero’, in cui il congegno perfetto del thriller si unisce a una lucidissima riflessione sul fascino esercitato, ancora oggi, dall’ideologia nazista. Vera Stark ha quarantacinque anni, una figlia di venticinque, un ex marito che la tormenta ma ha ritrovato l’amore con Alex, un docente di dottrine politiche all’università. Ma Vera è soprattutto una giornalista di razza e ha da poco cominciato un’inchiesta sulla rinascita del neonazismo in Germania e, in modo particolare, sul gruppo “31 Aprile”, che vuole riprendere il progetto nazista là dove il Führer ha lasciato. Grazie alle sue ricerche e all’aiuto di due anziani antinazisti capisce ben presto che l’orrore non è alle spalle e che qualcosa di strano accade a Villa Redenzione, una casa di cura che, durante il nazismo, nascondeva un lager. La casa è stata da poco trasformata in un museo da Edna Schein, anziana filantropa, figlia del fondatore di Villa Redenzione, il colonnello nazista Mäher, processato e giustiziato per i suoi crimini a Norimberga.
Ma qual è il rapporto tra Edna Schein, Villa Redenzione e il “31 Aprile”? Come mai molti anziani antinazisti stanno scomparendo? E cosa c’è dietro a questo ritorno alla ribalta dell’estrema destra? Sono le questioni a cui Vera dovrà trovare risposta, rischiando la vita e mettendo in discussione tutto quello che crede di conoscere.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Benedetto Croce e Giovanni Gentile: Leonardo filosofo

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

A cura di Pier Davide Accendere collana le Onde, pp. 128, 9 euro.In occasione della serie evento trasmessa da Rai 1 Leonardo, la riscoperta di due testi rari dei due massimi filosofi italiani della prima metà del XX secolo. Benedetto Croce e Giovanni Gentile sono i due massimi rappresentanti della riscoperta di Leonardo in Italia agli inizi del XX secolo. I due filosofi possono essere considerati le “pietre miliari” del processo di maturazione d’una autentica critica del pensiero di Leonardo. Per questo, ci è parso utile riproporre i loro scritti su Leonardo filosofo. Croce e Gentile, da punti di vista diversi, restituiscono al lettore l’immagine d’un infaticabile indagatore della natura pur nell’umbratile multiformità della sua dottrina, riposta in un dedalo di frammenti, di abbozzi, di studi preparatori. Benedetto Croce tenne la sua allocuzione dal titolo Leonardo filosofo nella primavera del 1906, presso il Circolo Leonardo di Firenze, all’interno di un ciclo di conferenze, organizzato al fine di illustrare, “sotto alcuni de’ suoi più notevoli atteggiamenti, il multiforme spirito e la maravigliosa operosità” di Leonardo. Giovanni Gentile tenne la sua conferenza dal titolo Leonardo filosofo il 19 maggio 1919 presso il Lyceum di Roma. In libreria dall’8 aprile.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano di 1 milione di €

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

Lo fa a sostegno degli organizzatori di eventi sportivi internazionali nel contesto della pandemia di coronavirus. Il sostegno pubblico assumerà la forma di sovvenzioni dirette alle imprese che hanno sostenuto costi per garantire la presenza sicura del pubblico a eventi previsti in Italia entro dieci giorni dal 26 ottobre 2020, data di entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 ottobre 2020. Il decreto vietava la presenza del pubblico a tali eventi e, pertanto, i costi sostenuti per garantire la sicurezza pubblica sono andati persi. Il regime mira a soddisfare il fabbisogno di liquidità dei beneficiari e ad aiutarli a proseguire le loro attività durante e dopo la pandemia. La Commissione ha constatato che il regime è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, il sostegno i) non supererà 1,8 milioni di € per impresa; e ii) sarà concesso entro il 30 giugno 2021. La Commissione ha concluso che la misura è necessaria, adeguata e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE. Su queste basi la Commissione ha approvato la misura in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Universitaria Università cattolica: messaggio del Rettore Franco Anelli

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2021

L’anniversario che l’Università Cattolica celebra in questo 2021 scolpisce un momento simbolico nella storia del progetto ideale, culturale, sociale e di fede, che è allo stesso tempo la storia di coloro che lo hanno pensato e realizzato: persone cui si deve non solo la fondazione e la crescita dell’Ateneo, ma la partecipazione e condivisione, nel ruolo di docenti, personale e studenti, a una grande opera, che oggi può rivendicare l’importanza e l’originalità del proprio contribuito allo sviluppo del nostro Paese. (…)
(…) Questo primo secolo si pone ora davanti a noi con la forza di un’esperienza viva, pronta a lasciarsi provocare e rinnovare dalla realtà, un’esperienza che guarda al futuro, che chiede alla nostra comunità accademica di proseguire il cammino intrapreso per farsi carico delle nuove istanze e aspettative connesse alle rilevanti trasformazioni in atto nel mondo contemporaneo. E per costruire ogni giorno la sua chiesa, animata dallo stesso spirito, dalle stesse intenzioni che troviamo nelle antiche fabbriche: con la partecipazione attiva di tutti, il corpo docente, il personale amministrativo, gli studenti, le famiglie, il mondo delle associazioni e delle parrocchie, uniti in uno sforzo corale che ribadisca la forza della sua tradizione, proiettandola verso nuovi orizzonti. (…)
Certamente avevamo immaginato uno scenario diverso; ma il centenario non attende, giunge quando è il suo tempo, ed è giusto viverlo come i tempi impongono; differirne la celebrazione sarebbe stata una fuga dalla realtà non all’altezza della nostra storia secolare, costruitasi e rafforzatasi attraverso le difficoltà che l’Università Cattolica ha saputo superare nel corso degli anni, a iniziare da quelle del Secondo conflitto mondiale.(…) Questo centenario rappresenta, forse ancor più intensamente che in un tempo “normale”, un’occasione emblematica per riflettere sulla nostra missione e sui nuovi scenari nei quali attuarla. (…) Di qui il grande valore della Giornata per l’Università Cattolica, che ormai da 97 anni, avvicina il nostro Ateneo a ogni sacerdote e a ogni singolo fedele. Un appuntamento prezioso che quest’anno ritorna, dopo l’eccezione dello scorso settembre 2020, nella sua tradizionale collocazione primaverile e giunge dopo che il processo di beatificazione di Armida Barelli ha conosciuto un decisivo passo in avanti.
Nella figura di questa nostra fondatrice viene così riconosciuta un’esemplare caratura spirituale che si unisce in una speciale sintesi con le doti di tenacia e lucidità organizzativa che l’hanno resa protagonista non solo della nascita e del consolidamento della Cattolica nei suoi primi difficili anni, ma della ridefinizione del ruolo delle donne nella società, e in particolare, nella comunità dei cattolici, ponendo particolare accento proprio sull’accesso all’educazione e alla conoscenza quale strumento di crescita della persona. Nella sua costruttiva lungimiranza, nella creatività, nello slancio propositivo, rivive lo spirito dell’«impresa»: lo sforzo continuo e paziente di portare i mezzi a propria disposizione all’altezza di un fine, quello di una società più giusta e consapevole. Ed è per questo che in Armida Barelli possiamo trovare ancora oggi una fonte di ispirazione: nel suo esempio c’è infatti la risposta a quella che il Santo Padre definisce la tentazione della rigidità causata dalla paura dei cambiamenti.Tutto questo ci riporta alla prospettiva di una missione educativa, scientifica e culturale che, cristianamente orientata, sia sempre volta a operare una sintesi vitale tra fede e scienza; all’importanza di un’azione consapevole della trascendenza della Rivelazione cristiana e nello stesso tempo rispettosa dell’autonomia e dello statuto epistemologico delle singole discipline scientifiche.Un filo conduttore che, legando il nostro passato al presente, ci proietta fiduciosi incontro al futuro, e che assume ulteriore attualità in un contesto oggi condizionato sia da una preoccupante svalutazione sociale della conoscenza, sia dalla crescente inquietudine sulle possibili e necessariamente nuove declinazioni dell’umanesimo, messo alla prova dai tanti mutamenti in corso.In questo senso l’Università Cattolica, testimoniando il valore di una cultura tesa alla ricerca della verità e alimentata dalla fede, rivendica il ruolo della ragione e il valore di un sapere plurale (purché fondato) come fattori di crescita e libertà personale e comunitaria. E lo fa promuovendo un’idea integrale della persona e delle sue relazioni con l’ambiente quale presupposto indispensabile per costruire una società e un’economia rispettose della dignità di ogni essere umano e dell’intero creato. (…)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »