Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 11 marzo 2021

Il PE adotta il programma InvestEU per gli investimenti strategici e innovativi

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Con 26 miliardi di euro (a prezzi correnti) accantonati come garanzia nel bilancio UE, InvestEU dovrebbe mobilitare 400 miliardi di euro da investire in tutta l’Unione nel periodo dal 2021 al 2027. Il nuovo programma fa parte del pacchetto di ripresa Next Generation EU da 750 miliardi di euro e promuoverà investimenti strategici, sostenibili e innovativi oltre ad affrontare le difficoltà di liquidità del mercato, le situazioni di investimenti non ottimali e le carenze di investimenti in settori specifici.InvestEU sosterrà gli investimenti strategici nella fabbricazione di prodotti farmaceutici, dispositivi medici e forniture – cruciali in una pandemia – così come la produzione di tecnologie, di componenti e dispositivi dell’informazione e della comunicazione.Il programma finanzierà anche quei progetti sostenibili che possono dimostrare il loro impatto positivo ambientale, climatico e sociale. Tutti i progetti finanziati dovranno tener conto del principio del “non arrecare un danno significativo”, ovvero non devono influire negativamente sugli obiettivi ambientali e sociali dell’UE.Inoltre, i deputati hanno ottenuto che InvestEU contribuisca al raggiungimento dell’obiettivo che prevede di destinare almeno il 30% dei fondi UE agli obiettivi climatici da qui al 2027 e fornisca sostegno alle piccole e medie imprese (PMI) colpite dalla pandemia e a rischio di insolvenza.Gli investimenti in tutta l’Unione europea, che dovrebbero complessivamente ammontare a 400 miliardi di euro, saranno destinati ai seguenti obiettivi:
infrastrutture sostenibili: circa il 38%, ricerca, innovazione e digitalizzazione: 25%. PMI: circa il 26%. investimenti sociali e competenze: circa l’11%. Inoltre, il Fondo europeo per gli investimenti (FEI), che contribuirà all’attuazione del programma InvestEU, riceverà ulteriori 375 milioni di euro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento dà il via libera al nuovo programma EU4Health

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Il nuovo programma EU4Health, con un bilancio di 5,1 miliardi di euro, apporterà un contributo in quei settori in cui l’UE può chiaramente dare valore aggiunto, integrando così le politiche nazionali.Il programma mira, tra l’altro, a rafforzare i sistemi sanitari aiutando i paesi UE a coordinarsi e a condividere i dati nonché a incrementare la disponibilità e l’accessibilità, anche da un punto di vista economico, dei farmaci e dei dispositivi medici. Almeno il 20% dei fondi dovrà essere destinato alla prevenzione delle malattie e alla promozione della salute.EU4Health si pone l’obiettivo di rendere i sistemi sanitari più resilienti e di prepararli ad affrontare più efficacemente le gravi minacce sanitarie transfrontaliere. L’Unione dovrebbe così essere pronta ad affrontare non solo le future epidemie, ma anche le sfide a lungo termine quali l’invecchiamento della popolazione e le diseguaglianze nella salute.Il programma sosterrà anche le azioni collegate alla sanità elettronica e la creazione di uno spazio comune europeo dei dati sanitari. Verranno inoltre finanziate quelle attività, come l’assistenza sanitaria sessuale e riproduttiva, volte a promuovere l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità, a migliorare la salute mentale e a intensificare la lotta contro il cancro.Nel corso del dibattito in Plenaria di martedì, i deputati hanno sottolineato il ruolo chiave che il nuovo programma svolgerà nella lotta contro le disuguaglianze sanitarie, sia tra gli Stati membri che tra i diversi gruppi sociali. Hanno poi accolto con favore l’istituzione di una scorta di forniture e attrezzature mediche essenziali a livello UE, per integrare il lavoro svolto nell’ambito di rescEU, oltre a una disponibilità di personale medico e di supporto da mobilitare in caso di crisi sanitaria. Una volta che il Consiglio lo avrà approvato formalmente, il regolamento entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Sarà applicabile retroattivamente a partire dal 1° gennaio 2021.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ranking 2021: Ottimi risultati per Unicam

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Camerino Secondo posto per i corsi di laurea triennale in Matematica e Fisica, terzo posto per la triennale in Informatica e per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia, posizionamento nella top ten per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina Veterinaria, per il corso di laurea in Biosciences and Biotechnology, per il corso di laurea magistrale in Informatica, per i corsi triennali di Architettura e di Design e per il corso di laurea magistrale in Architettura. Posizione nella classifica generale, 18mo posto, con un punteggio complessivo pari a 58,2. A stabilirlo il Ranking 2021 stilato da “Education Around“, magazine specializzato in Istruzione e Università. Per formare le classifiche 2021, Education Around ha analizzato più di 20 mila dati su 290.000 laureati e preso in considerazione 63 atenei statali suddivisi in 5 distinte Aree disciplinari: Scienze sociali, Scienze naturali, Scienze comportamentali, Discipline umanistiche, Scienze formali e applicate. Le classifiche sono state stilate sulla base di criteri quali internazionalizzazione, prospettive occupazionali, tirocini, alumni network ed esperienza degli studenti, utilizzando i dati disponibili nella banca dati AlmaLaurea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostenere imprese a rischio default

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

“Iniziano ad emergere, con chiarezza, i numeri della crisi lato imprese. Quello che più ci deve preoccupare in questo frangente, secondo me, è l’aumentare vertiginoso del peso del debito che hanno contratto, anche a causa della pandemia.La domanda, per le imprese che saranno riuscite a non chiudere, proseguendo nella loro attività, è: quanti anni in più di cash flow (differenza costi ricavi) varrà l’indebitamento delle imprese, dopo che saremo usciti dal Covid? Nel 2021 le stime dicono che le aziende del commercio, per esempio, che pre-crisi avevano un debito mediamente corrispondente a 2 anni di ricavi meno costi, nel 2021, avranno un debito che potrebbe arrivare a rappresentare oltre 11 anni di cash flow. In altri settori questa stima porta a dati più bassi ma tutti i settori duplicano, almeno, il livello di debito in relazione al cash flow.Se osserviamo le imprese, e sono oltre un milione, affidate al Fondo centrale di garanzia negli ultimi anni e fino a gennaio 2021, il 70% di loro oggi risulta vulnerabile, o a rischio, rispetto ad un eventuale default. Delle circa 500 mila imprese classificate come sicure, prima della pandemia, quasi due quinti sono passate ad un profilo di rischio più alto. Circa 166 mila imprese, invece, che erano già vulnerabili, prima del Covid, sono invece diventate rischiose. Cosa fare, dunque? Tre sono le priorità:
1. intervenire sul debito fiscale, mettendo a punto strumenti come il “saldo e stralcio”, la cancellazione del magazzino e una nuova rottamazione;
2. intervenire sulle norme del diritto fallimentare, prevedendo – per le imprese che hanno visto un aggravamento della crisi a causa del Covid – tempi più lunghi per i concordati e i piani di riequilibrio;
3. prorogare quelle le misure, introdotte lo scorso anno con il Decreto Liquidità, che sono state più proficuamente accolte dal sistema, sia per la parte prestiti che per la parte sostegno alle ricapitalizzazioni.
Sono temi su cui, come MoVimento 5 Stelle, stiamo lavorando da tempo e che porteremo avanti nel confronto con la maggioranza di Governo”. Lo scrive, in un post, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma taxi gratis per over 80 che devono raggiungere i centri di vaccinazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

È l’opportunità che dal 10 marzo viene offerta ai residenti del comune di Roma dalla Fondazione ANIA attraverso il progetto “Ti accompagno io”, realizzato con la collaborazione della Cooperativa Radiotaxi 3570, dell’Associazione Indagini3, della Fondazione Univerde e con il Patrocinio di Roma Capitale.Aderire all’iniziativa è semplice. Le persone che hanno più di 80 anni e non possono contare su nessuno che le accompagni ad effettuare il vaccino contro il Covid-19, non dovranno far altro che telefonare al numero 06 3570 e richiedere un taxi facendo presente di essere un ultraottantenne solo che deve raggiungere un centro di vaccinazione Covid-19. Una volta saliti sulla vettura, basterà mostrare il certificato di prenotazione del vaccino con l’indicazione del centro da raggiungere e un documento che dimostri la propria età. Il cliente non dovrà corrispondere nessuna cifra all’autista e potrà usufruire dello stesso servizio anche al ritorno.Il progetto “Ti accompagno io” è stato fortemente voluto dal settore assicurativo italiano che, attraverso l’attività della Fondazione ANIA, promuove da oltre 17 anni iniziative di protezione e assistenza alla popolazione. In tal senso la proposta di offrire un servizio di accompagnamento gratuito per le persone sole che avrebbero difficoltà a raggiungere le strutture sanitarie preposte alla vaccinazione, è perfettamente in linea con tutte quelle azioni che sono nel DNA del settore assicurativo.
La Cooperativa Radiotaxi 3570, da sempre attenta alle tematiche di carattere sociale ed ambientale, ha subito sposato l’iniziativa di Fondazione ANIA mettendo a disposizione i suoi 3.700 taxi nella Capitale, perché il progetto ha una duplice valenza e affianca, al risvolto sociale, un importante supporto economico ad una categoria, quella dei tassisti, che ha subito pesanti perdite a causa delle limitazioni alla mobilità e alla circolazione. Grazie al supporto del Comune di Roma e dei partners Fondazione UniVerde e Indagini3, da sempre impegnati nella difesa dell’ambiente e nel sociale, Fondazione ANIA intende coinvolgere il più ampio numero di cittadini romani over 80.Per sapere come aderire al progetto “Ti accompagno io” e per avere tutte le informazioni sulle modalità di utilizzo del servizio taxi gratuito, basta telefonare ai numeri 06-3570 o al servizio informativo di Roma Capitale 06 06 06, oppure consultare il sito internet della Fondazione ANIA (www.fondazioneania.it) o i siti internet dei partner dell’iniziativa http://www.3570.it, http://www.indagini3.it, http://www.fondazioneuniverde.it.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini: Astrazeneca e i ritardi

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Ci riferiamo alla fornitura di vaccino della azienda farmaceutica anglo-svedese Astrazeneca, con la quale la Commissione europea aveva stipulato un contratto per la consegna, nel primo trimestre di quest’anno, di 120 milioni di dosi e, invece, a oggi, ne ha consegnati poco più di 10.Possiamo capire tutte le ragioni di un ritardo dovuto alla improvvisa richiesta di milioni di dosi, ma consegnare il 10% di quanto pattuito non ha ragioni.Nel contratto stipulato ad agosto scorso, tra la Commissione europea e Astrazeneca, si legge che l’azienda “dovrà usare il “massimo sforzo possibile per produrre il vaccino nei siti di produzione che si trovano all’interno dell’Ue, incluso il Regno Unito” e “potrebbe produrre il vaccino in strutture fuori dall’Ue, se fattibile, per accelerare i rifornimenti in Europa”. Questa clausola generica era stata inserita perché al momento della sottoscrizione del contratto, ad agosto scorso, non esisteva ancora il vaccino, che ora c’è e valgono gli accordi.Comunque, il massimo sforzo possibile sarebbe il 10% di quanto concordato?I ritardi nella produzione e consegna del vaccino non sono della Ue ma di Astrazeneca. Eppure sui media leggiamo il contrario. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preply annuncia un finanziamento da 35 milioni di dollari

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

E’ un importo che supera tutte le sue iniziative di finanziamento dal 2013 a oggi. La ripresa è stata co-guidata da Owl Ventures e Full In Partners, con la partecipazione dei precedenti investitori Point Nine Capital, Hoxton Ventures, All Iron, EduCapital, Diligent Capital e Evli Growth Partners. Vi hanno partecipato anche gli investitori di Angel, Niklas Ostberg, co-fondatore e amministratore delegato di Delivery Hero, Arthur Kosten, co-fondatore di Booking.com, David Helgason, co-fondatore di Unity Technologies e Przemyslaw Gacek, co-founder of Grupa Pracuj Questo annuncio segue la scia di un anno eccezionale per Preply, con un numero di studenti e tutor, GMV e fatturato complessivo quadruplicato su tutta la linea. La straordinaria crescita può essere attribuita in parte alla tendenza a fare ricorso all’e-learning, che era già iniziata in epoca pre-Covid e che recentemente subito un’accelerazione a seguito dei vari lockdown nazionali. Lo straordinario incremento delle prestazioni è anche legato al modo in cui Preply combina un approccio diretto tra tutor e studente alle funzionalità rese disponibili dall’IA durante l’intero percorso di didattico. Questa tecnologia ha notevolmente incrementato il tempo che ciascuno studente trascorre sulla piattaforma, con un conseguente aumento del 16% delle lezioni acquistate per studente. Ad oggi, hanno avuto luogo due milioni di lezioni con insegnanti di 160 nazionalità. La stragrande maggioranza degli studenti utilizza Preply per scopi professionali, come la ricerca di un impiego all’estero o per prepararsi ad un colloquio di lavoro. Altri ne fanno uso a scopi ricreativi, ad esempio per aiutare il proprio figlio/a ad imparare una nuova lingua, oppure perché interessati a padroneggiare una nuova abilità. Gli italiani e gli appassionati della nostra lingua rivestono un ruolo sempre più importante sulla piattaforma. Secondo i dati rilevati da Preply, il 60% degli utenti che si collegano dall’Italia studia inglese, il 16% italiano, il resto francese, tedesco e spagnolo. Il prezzo medio di una lezione su Preply è compreso tra i 15 e i 20 euro l’ora. Sulla base di un sondaggio condotto da Preply, il 72% degli studenti ha raccomandato attivamente questa piattaforma di insegnamento ad altri studenti. Preply ha ideato una soluzione flessibile e sicura per fornire un reddito ai tutor senza essere più limitati a livello locale. Eliminando la necessità di ospitare studenti a casa o di perdere tempo viaggiando, i tutor sono nelle condizioni migliori per insegnare da qualsiasi parte del mondo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Manifestazione Uova di Pasqua AIL

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Si terrà  il 19, 20 e 21 marzo in tutta Italia. L’iniziativa, giunta alla sua 28° edizione e posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, consiste nell’offrire un uovo di cioccolato contrassegnato dal logo AIL a chi verserà un contributo minimo associativo di 12€. Considerata la particolare condizione sanitaria nella quale purtroppo ancora ci troviamo, sarà possibile scoprire come ricevere l’Uovo di Pasqua AIL nella propria città (in piazza, a domicilio, o con altre modalità) sul sito http://www.ail.it e contattando la sezione provinciale più vicina.  L’AIL, riconosciuta con DPR n. 481 del 19/09/1975, è impegnata da oltre 50 anni nel promuovere e sostenere la ricerca scientifica nel campo delle leucemie, mettere in atto l’assistenza sanitaria necessaria a migliorare la qualità della vita dei malati e dei loro familiari, e nel sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie ematologiche.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economia creativa per lo Sviluppo Sostenibile

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Con il 2021 si apre il decennio decisivo del cambiamento climatico. La conferenza delle Nazioni Unite nota come COP26, prevista a Glasgow a novembre 2021, segnerà un passaggio fondamentale. Non solo: il 2021 è anche stato dichiarato l’Anno Internazionale dell’Economia Creativa per lo Sviluppo Sostenibile (in inglese, International Year of Creative Economy for Sustainable Development) dalla 74a Assemblea Generale delle Nazioni Unite.Emissioni, Ambiente, Oceani, Riscaldamento globale ma anche Creatività, Innovazione e Sostenibilità: se le pedine sulla scacchiera sono tante, non sono solo le istituzioni a muoversi e programmare. Già da qualche anno c’è, tra gli imprenditori italiani, chi agisce in prima persona prendendo in carico come obiettivo personale d’azienda la responsabilità sociale d’impresa in chiave creativa. Tra questi, Veronica De Angelis, imprenditrice green e fondatrice della no-profit Yourban2030, già ospite del TED di Vicenza, ha deciso per il 2021 di sensibilizzare i singoli imprenditori per perseguire gli SDGS (Sustainable Development Goals) fissati dalle Nazioni Unite attraverso l’arte e la riqualificazione urbana, partendo dalle periferie. Perché dalla riqualificazione urbana, dall’arte e dalla creatività parte il benessere collettivo.Dopo un anno drammatico, che ha messo in secondo piano la bellezza e l’arte, Veronica De Angelis ha lanciato un appello ai colleghi per promuovere il cambiamento attraverso interventi concreti nelle città, per portare avanti parallelamente la cura, la vivibilità del territorio, la qualità della vita e la riqualificazione urbana. Come lei stessa ha già fatto, portando in alcuni dei quadranti cittadini più inquinati di Roma i murales mangia-smog più grandi d’Europa: una serie di interventi creativi a tutela dell’ambiente che si sono rivelati al tempo stesso oggetti d’arte per il rilancio del territorio e per la sua vivibilità estetica. Il primo a raccogliere l’appello di Veronica De Angelis è stato William Griffini, CEO di Carter & Benson, con un progetto di riqualificazione sulle scuole di Milano che vedrà la luce nella primavera del 2021. “A Roma Veronica De Angelis ha trasformato un palazzo di sua proprietà, in zona Ostiense, nel murale mangia-smog più grande d’Europa, realizzandolo con la speciale eco-pittura Airlite in grado di abbattere gli inquinanti atmosferici grazie a un processo simile alla fotosintesi clorofilliana che genera una reazione ossidante con cui vengono catturate e distrutte le sostanze inquinanti presenti nell’aria. Quell’enorme installazione artistica a Roma è una vera e propria innovazione. Non è solo bella da vedere ma è anche e soprattutto una buona pratica per l’ambiente. Uno strumento straordinario per lanciare un messaggio importante, quello che lo sviluppo sostenibile è possibile quando diventa responsabilità di tutti. L’idea mi è sembrata perfetta anche per la mia città… e presto diventerà realtà”.Veronica De Angelis, già ospite al TED, con Yourban2030 ha dimostrato che è possibile unire imprenditoria e arte all’insegna della tutela dell’ambiente e del pianeta. Nel 2018 ha promosso e realizzato il murales green più grande d’Europa, Hunting Pollution; ha unito 90 street artist da tutto il mondo per la campagna Color4Action, raccolta fondi per la lotta all’emergenza covid; ha avuto l’esclusiva della vernice mangia-smog in Nord America; è capofila della cordata internazionale per il primo murales green a tema LGBT+ di 250 mq e ha in cantiere tanti progetti destinati al restyling urbano e non solo con nuove azioni e interventi a Milano, Bologna, Roma… ma anche New York e Amsterdam.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recovery Fund: Col Governo Draghi il Piano di ripresa e resilienza non cambia

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Il progetto Next Generation EU è stato introdotto “dalla Commissione Europea per dare una risposta comune ai danni economici e sociali causati dalla pandemia da Covid-19” e rappresenta “un passaggio storico nel processo di integrazione europea”. A sostenerlo è stato ministro dell’Economia, Daniele Franco, aggiungendo che “circa il 90 per cento dei 750 miliardi del Next Generation Eu saranno distribuiti attraverso il “Dispositivo europeo per la ripresa e la resilienza”, con “le linee guida della Commissione” che prevedono l’accesso “alle risorse”, di “ciascun paese” attraverso la predisposizione “di un Piano (il PNRR), che descriva i programmi nazionali di investimento e di riforma che intende attuare”.Secondo quanto indicato nella bozza del Piano italiano trasmessa al Parlamento, il Dispositivo prevede fondi a disposizione del nostro Paese, per gli anni 2021-2026, per circa 196 miliardi a prezzi correnti, 69 dei quali sotto forma di trasferimenti, 127 sotto forma di prestiti. Nella finalizzazione del Piano, ha spiegato il ministro, bisognerà tener conto dei dati finanziari più aggiornati che tengono conto del fatto che il regolamento europeo emanato a febbraio prende a riferimento, per la determinazione della parte riguardante i prestiti, il reddito nazionale lordo del 2019. Questo porterà a una stima dell’entità delle risorse dell’ordine di 191,5 miliardi, quindi leggermente inferiore a quella indicata nel Piano a gennaio.
“I piani devono definire un pacchetto coerente di progetti, riforme e investimenti in sei settori d’intervento: transizione verde; trasformazione digitale; occupazione e crescita intelligente, sostenibile e inclusiva; coesione sociale e territoriale; salute e resilienza; politiche per la prossima generazione, comprese istruzione e competenze. Sono tutte priorità anche per il nostro Paese”, ha ribadito il ministro dell’Economia. Per questo, tra i progetti previsti figurano il piano asili nido, le scuole 4.0, i programmi per la ricerca e le relative infrastrutture. Infine, il ministro dell’Economia ritiene che “solo con il coinvolgimento dei territori è possibile selezionare progetti in grado di soddisfare i bisogni di cittadini e imprese. Ciò è particolarmente vero per i progetti nel campo dell’istruzione, della sanità, del ciclo dei rifiuti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola Vaccinazioni Covid, Trento concede il permesso retribuito a docenti e Ata

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Arriva da Trento una modalità consona che permette al personale scolastico di vaccinarsi contro il Covid19 senza essere costretto a chiedere permessi a pagamento o recuperi delle ore non svolte. Nella nota si annuncia che “al personale docente e non docente che vorrà aderire alla vaccinazione, sarà consentito l’utilizzo del permesso orario retribuito per l’effettuazione di visite mediche specialistiche, disciplinato rispettivamente dagli articoli: n. 55, comma 6 e n. 40, comma 1, lettera i) dei vigenti CCPL di lavoro. Tale permesso orario dovrà essere giustificato con l’emissione di un’idonea attestazione di presenza, rilasciata da parte della struttura sanitaria che ha effettuato il vaccino”. Anief ritiene corretta l’interpretazione della provincia autonoma di Trento, perché il personale scolastico va incoraggiato e agevolato nell’aderire alla campagna vaccinale contro il virus. È ottima, quindi, l’iniziativa presa in Trentino. E va replicata anche sulle altre cento province italiane. Ad oggi, invece, chi fa il vaccino deve fruire di permessi orari da recuperare oppure è costretto a perdere una giornata per motivi personali/familiari per chi non è di ruolo viene anche decurtata dallo stipendio. Il sindacato reputa questo un errore.Infine, Anief ritiene che vada attivato il prima possibile nelle scuole italiane uno screening dei contagi: ciò che serve è un monitoraggio serio e a “tappeto”, sostenuto da un dialogo permanente tra le Asl e istituti scolastici, come auspicato di recente pure dal neo ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi: un progetto di cui si è parlato a lungo, ma che non è mai andato in porto.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Diritto allo studio, teniamo i ragazzi in classe fino a 18 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

“Per garantire il diritto allo studio bisogna ripensare l’obbligo scolastico. È necessario avere più classi, più sedi, più plessi e più organici a partire dalla stabilizzazione dei 70mila colleghi chiamati dall’organico Covid”: a pronunciare queste parole è stato stamani Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, nel corso del seminario sulla Legislazione scolastica organizzato per la provincia di Ragusa. I concetti inerenti all’importanza dell’istruzione per tutti gli studenti del Paese sono stati espressi ieri dal leader dell’Anief, nel corso dell’intervento al Senato al manifesto dell’autonomia didattica presentato dagli ex ministri Luigi Berlinguer e Valeria Fedeli. Pacifico ha affermato che “è arrivato il momento di avviare una riflessione: anticipare l’obbligo scolastico. Cominciamo dunque ad aggredire questa nostra difficoltà rispetto all’Europa. Abbiamo 10 punti di percentuale di deficit nel percorso 0-6 per i nostri bambini. È lì che prendono corpo le prime disuguaglianze”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: “Permettiamo ai precari di specializzarsi e garantiamo il diritto all’istruzione degli studenti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

“Anief ha attivato da tempo la campagna Sostegno, non un’ora di meno! per far attribuire le ore richieste dal Pei. L’iniziativa continua anche dopo le novità introdotte dalla norma sul profilo di funzionamento. È necessario essere più vigili: 25mila posti in più in organico di diritto sono un primo passo che supera il blocco della legge n. 128 del 2013 ma non basta e bisogna permettere a tutti gli insegnanti precari di specializzarsi, visto anche che ora i corsi universitari si possono fare on line”. A dire queste parole è stato il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico, nel corso del seminario sulla Legislazione scolastica, svolto per le province di Teramo e Pescara. Anief, pertanto, continua a proporre con convinzione l’iniziativa gratuita ‘Sostegno, non un’ora di meno!’ che negli ultimi anni ha portato a un numero crescente di cattedre assegnate, garantendo così il rispetto delle ore spettanti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: Accolto appello Udir in Consiglio di Stato sul ricorso contro il taglio del Fun

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Il Consiglio di Stato dà ragione all’avv. Udir Nicola Zampieri che, a tutela della retribuzione dei dirigenti scolastici, con l’ordinanza odierna annulla la sentenza del Tar Lazio sul difetto di giurisdizione e rimanda la decisione nel merito al Giudice Amministrativo sul gravame proposto, in quanto “con la domanda oggetto di causa si deduce la non conformità dell’atto impugnato alle leggi che regolano la materia, specie in riferimento al rispetto dei tetti di spesa fissati dalle varie leggi finanziarie e precisamente: all’art. 9 del DL. n. 78/2010, all’art. 1 della l. n. 147/2013, all’art. 1 della l. n. 208/15, all’art. 23 del d. lgs. n. 75/17 e alla l. n. 12/2019”.Un’ottima notizia per tutti i dirigenti scolastici che negli anni si sono visti decurtare il proprio stipendio: è una battaglia che Udir porta avanti da diverso tempo e che vincerà nelle aule dei Tribunali per riconoscere ciò che contrattualmente è previsto per tutti i dirigenti in servizio per il futuro, viste le nuove immissioni in ruolo del concorso 2017, e per quanto non è stato percepito negli anni passati. I tagli al Fun tra l’altro rendono illegittima la sottoscrizione dei Contratti integrativi regionali fatta dagli altri sindacati rappresentativi firmatari di contratto, che determina un erroneo ammontare della retribuzione di posizione e risultato.Marcello Pacifico (presidente nazionale Udir): “Siamo riusciti laddove altri sindacati avevano provato, riportare cioè al tribunale amministrativo il merito di una aperta violazione della legge. Al primo posto mettiamo la tutela dei nostri associati. Ci vediamo giovedì 11 marzo 2021, dalle ore 17.30 alle ore 18.30, per commentare in diretta con il dirigente scolastico Perziani e l’avvocato Zampieri questa pronuncia. Fin da ora possiamo dire che chi è interessato può costituirsi gratuitamente in giudizio”.

Posted in Diritti/Human rights, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Bisogni educativi speciali e inclusione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

“Bisogni educativi speciali e inclusione”: è questo il tema del nuovo ciclo gratuito di incontri di formazione online per docenti organizzato a partire dal 17 marzo da FAES Campus, la Scuola di alta formazione del FAES a cui collaborano dirigenti e docenti scolastici, professori universitari e pedagogisti. Scuole FAES è un network di oltre 500 scuole nel mondo – dagli asili nido ai licei – che segue un metodo basato su educazione personalizzata, didattica partecipativa, tutoring, alleanza scuola famiglia: grazie alla propria esperienza e alla partnership con le principali Università italiane e straniere, oltre che con un centinaio di realtà professionali e imprenditoriali di primo piano, promuove progetti di formazione, ricerca e innovazione per contribuire allo sviluppo dei contesti scolastici e alla loro valorizzazione, anche attraverso specifiche consulenze.In questo contesto si sviluppa il ciclo “Bisogni educativi speciali e inclusione”, quattro appuntamenti sulla piattaforma Google Meet, dalle 16.30 alle 18, con Roberta Galentino, psicologa e psicoterapeuta di Fondazione Clerici con cui FAES Campus ha una proficua collaborazione. Si partirà il 17 marzo con “Leggere, capire e utilizzare le certificazioni di DSA. Passare dalla certificazione al PDP” e il mercoledì successivo sarà la volta di “BES e DSA, i vantaggi dell’inclusione scolastica”. Dopo la pausa pasquale si riprenderà il 14 aprile con “Sessione pratica: lettura di alcuni PDP, visione di verifiche e mappe, casi concreti” per terminare il 21 aprile con “DSA e materie specifiche. L’insegnamento di una lingua, dell’italiano, della matematica”.L’ultimo, più breve, ciclo di incontri dell’anno partirà invece a fine aprile e sarà dedicato all’“Etica della professione docente”, sempre il mercoledì dalle 16.30 alle 18 su Google Meet. Le tre lezioni saranno tenute da Paola Premoli, docente di Etica nelle organizzazioni all’Università degli Studi di Padova. Si comincia il 28 aprile con “Coscienza e autonomia professionale. La dignità della professione docente”, per proseguire il 5 maggio con “Le quattro lenti per valutare un problema etico: i risultati, i principi, la giustizia e l’eccellenza personale” e terminare il 12 maggio con “La responsabilità individuale e la responsabilità collettiva”. Per informazioni e iscrizioni consultare il sito https://www.faesmilano.it/faes-campus/

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industria calzaturiera: Brusco calo del fatturato

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Il report di Assocalzaturifici analizza nel dettaglio l’export, da cui emerge che tra i primi 10 mercati esteri in valore cresce solo la Corea del Sud (+14,3% nei primi 11 mesi), che cede peraltro il -5,2% in quantità. Contengono le perdite la Svizzera (-7,6%, destinazione dei prodotti realizzati dalle aziende terziste per le griffe internazionali del lusso) e la Cina (-4,4%), protagonista di un forte recupero (+43%) nel bimestre ottobre-novembre. Marcato calo delle vendite sia verso i partner dell’Unione Europea (-13% in valore la UE27) che fuori dai confini comunitari (-18%), dove il Nord America perde il -30% in valore, l’area CSI il -20%, il Medio Oriente il -25%, il Far East il -13%. L’attivo del saldo commerciale è atteso ridursi a 4,2 miliardi di euro (in flessione del -14% sul 2019). Al crollo dei livelli di attività nella prima parte dell’anno, causato dal lockdown, ha fatto seguito, nei due trimestri successivi, solo un’attenuazione della caduta (rimasta peraltro a doppia cifra), anziché un rimbalzo. La seconda ondata del virus in autunno ha subito interrotto i primi timidi segnali di risalita (a settembre vendite estere e acquisti delle famiglie in Italia avevano eguagliato i volumi dell’analogo mese 2019). Nel trimestre conclusivo dell’anno, in particolare, export e consumi (con le vendite natalizie compromesse dalle misure restrittive) sono risultati ancora largamente insoddisfacenti. In merito ai consumi, secondo il Fashion Consumer Panel di Sita Ricerca per Assocalzaturifici, in Italia nel 2020 sono state acquistate 26 milioni di paia in meno rispetto al 2019. Il prezzo medio al paio risulta sceso del -6,8% anche per il maggior utilizzo, nei mesi di quarantena, di pantofoleria e calzature informali di minor valore medio unitario.I segmenti merceologici più colpiti sono quelli delle scarpe “classiche” per uomo e donna (con cali di poco inferiori al -30% in quantità), mentre per le calzature da bambino e le sportive/sneakers le flessioni sono nell’ordine del -15%. Meno pesante, la frenata per il segmento pantofoleria/relax, sceso del -6,1% in paia e del -5,3% in spesa.Per quanto riguarda i canali di vendita, crescita decisa dell’online (+30% in quantità e +17% in spesa). La quota sul totale valore di tale modalità di shopping (peraltro in costante ascesa negli anni recenti) è passata dal 14,1% del consuntivo 2019 al 21,4%. Solo sette anni prima (2013) gli acquisti su internet coprivano appena il 3,6% della spesa per calzature delle famiglie.
Gli altri canali di vendita hanno invece chiuso il 2020 con profonde perdite: -28% le paia acquistate presso il dettaglio tradizionale (ma con un -42% in spesa); -44,4% quelle presso gli ambulanti; tra il -20 e il -25% quelle comprate nelle catene di negozi, nei grandi magazzini o nelle grandi superfici specializzate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto neuroscienze per malati di Parkinson

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Mercoledì 25 marzo alle ore 11.30, saranno presentati i risultati della Neuroscience Caregiver Academy (NCA), il progetto di formazione gratuita per i caregiver che si prendono cura dei malati di Parkinson nato dalla partnership di AbbVie, Accademia LIMPE-DISMOV, Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e ANIN (Associazione Nazionale Infermieri in Neuroscienze). Il progetto, in particolare durante l’emergenza COVID-19, ha visto l’attivazione di corsi di formazione virtuale tenuti da specialisti afferenti ai principali centri clinici d’eccellenza italiani, fornendo un supporto concreto per i caregiver e favorendo l’introduzione di un percorso istituzionale di supporto a questa importante figura. Oltre ai referenti dei partner del progetto, saranno presenti la Sen. Simona Nunzia Nocerino e l’On. Fabiola Bologna, Membro della Commissione Affari sociali della Camera, per discutere delle iniziative istituzionali in atto dedicate al caregiver, sia in termini di aiuti economici che di formazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescita del biodinamico con la certificazione Verdèa

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

E’ commercializzato da Canova e prodotto dalle aziende aderenti al Gruppo Apofruit.Dopo i primi arrivi nelle Isole Almaverde Bio oggi la gamma di mele, pere, kiwi, patate e cipolle hanno trovato spazio in GDO con l’inserimento nei punti vendita di Conad Nord Ovest ( Spazio Conad e Superstore Conad) e in 18 punti vendita di Coop Alleanza 3.0 ( Iper e superstore). I prodotti biodinamici sono identificati nei punti vendita con evidenziatori grafici e materiale informativo dedicato ai clienti.L’ortofrutta biodinamica certificata Verdéa è prodotta secondo un rigoroso disciplinare che parte dalle regole di produzione biologica nel rispetto del Reg CEE 834/2007 per poi aggiungere la regolamentazione di procedure agronomiche che completano l’intero processo produttivo con gli elementi chiave della biodinamica.La fertilità del suolo è un fattore chiave della produzione biodinamica. Il terreno è il cuore della vitalità delle piante e della loro qualità intrinseca. Non meno importanti sono gli aspetti agroecologici della produzione biodinamica e cioè il favorire,nell’azienda agricola, la presenza di vegetali (prati, erbe, fiori) e entomofauna ( insetti utili, pronubi ecc) che, nel loro insieme vanno a generare un equilibrio armonico con la produzione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Novartis sceglie la tecnologia italiana Trillìo per la cura di patologie croniche

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

E’ stata sviluppata dalla startup italiana La Comanda, fondata da Carlo Brianza, la tecnologia Trillío scelta da Novartis, multinazionale svizzera del settore farmaceutico, per migliorare il monitoraggio e l’aderenza alla cura farmacologica dei pazienti cronici.La soluzione permette, attraverso un dispositivo portatile ed una piattaforma digitale, di collegare gli operatori sanitari con il paziente per agevolare la regolare assunzione dei farmaci salvavita in particolare per anziani e pazienti cronici, controllare da remoto che il malato segua le prescrizioni e, nel caso in cui i farmaci non vengano presi puntualmente, inviare allarmi in tempo reale.La mancata aderenza terapeutica comporta danni enormi sia dal punto di vista sociale, con incremento della mortalità, che economico, basti pensare che secondo alcuni studi solo il 50% dei pazienti cronici segue scrupolosamente le prescrizioni mediche, con costi per il Servizio Sanitario Nazionale che in Italia sono stimati intorno agli 11 miliardi di euro all’anno.Per far fornte a questa situazione, prende il via presso l’ospedale universitario La Paz di Madrid un progetto pilota di affiancamento e monitoraggio dei pazienti oncologici In concreto, l’operatore sanitario esegue da remoto tutta la configurazione delle prescrizioni dal proprio computer o cellulare che verrà sincronizzato con il dispositivo Trillio del paziente: nome del medicinale, orario di assunzione e numero di volte al giorno. Inoltre qualora un paziente non prenda la medicina all’orario previsto l’operatore sanitario ed i familiari verranno notificati in tempo reale per potersi assicurare il corretto rispetto della terapia. In questo modo, Trillío garantisce che i pazienti rispettino la pianificazione dei loro trattamenti senza dover uscire di casa, migliora l’aderenza terapeutica, evita ricoveri inutili e migliroa la salute delle persone sotto ogni punti di vista. Tra gli altri, un caso d’uso di questo strumento è la capacità di autodiagnosticare il COVID-19 in una fase precoce.
Il progetto rappresenta il primo esito concreto del programma di accelerazione ‘Novartis Cancer Startup Program’ lanciato insieme all’acceleratore Conector Startup Accelerator,Trillìo infatti è risultata la tecnologiavincitrice del ‘Novartis Cancer Startup Program’, che mira a promuovere lo sviluppo di soluzioni innovative che migliorino la qualità della vita dei malati di cancro. La start-up è stata selezionata tra più di 30 proposte di innovazione mirate a ridisegnare la cura del cancro attraverso co-creazione e sviluppo e grazie al supporto dell’ecosistema imprenditoriale, di soluzioni tecnologiche innovative in ambito oncologico.Lo Startup Day, ha visto la partecipazione di quasi 200 imprenditori ed esperti di salute, innovazione e trasformazione digitale e si sono svolte le presentazioni delle startup precedentemente selezionate dal comitato di programma. I progetti sono stati illustrati ad una giuria di esperti composta da membri di Novartis, Conector e dell’ecosistema imprenditoriale.La startup Trillío-La Comanda ha inoltre avuto il supporto dei mentor di Novartis e del network di Conector per migliorare le proprie competenze e ottimizzare lo sviluppo del proprio modello di Business http://www.trillio.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Indigeni in Argentina isolati in quarantena forzata

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Nella provincia argentina di Formosa, al confine con il Paraguay, gli indigeni sono tenuti contro la loro volontà in centri di isolamento. Questo è quanto viene documentato nel rapporto “Nos pronunciamos y proponemos”, (Ci dichiariamo e proponiamo), che ha raggiunto l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) alcuni giorni fa. Alla ricerca di persone infettate da Coronavirus, forze di polizia sono entrate nelle comunità indigene e vi hanno prelevato delle persone. Solo dopo una lunga ricerca i loro parenti hanno potuto scoprire che erano stati portati in centri di isolamento. Secondo il rapporto, le persone in questi centri erano alloggiate in gruppi di 20-30 con bagni in comune e senza sufficiente protezione contro il contagio tra di loro. Le strutture sono sorvegliate dalle
forze di polizia. Alle persone ospitate è stato proibito di lasciare i centri. Le vittime di questa discutibile procedura denunciano percosse e trattamenti umilianti da parte della polizia. Alcune donne riportano attacchi di panico, tachicardia e depressione. Molti bambini, compresi i neonati, sono stati separati dalle loro madri e collocati presso parenti o vicini. Alle persone costrette in questo centro non è stato detto quando sarebbero state rilasciate. Se durante l’isolamento veniva accertato un caso positivo, il periodo di quarantena di tutti si estendeva per altri 14 giorni. Alcune persone colpite hanno dovuto rimanere in questi centri fino a 30 giorni. I parenti hanno riferito di non avere informazioni su dove si trovino i loro parenti. Fino ad oggi non si sa nulla di dove si
trovino 19 persone. Le loro famiglie non sanno cosa sia successo loro. Il rapporto è stato preparato con il sostegno dell’Associazione per la Promozione della Cultura e dello Sviluppo (APCD), la Diocesi per gli Affari Indigeni (EDIPA), il comune di María de la Merced, la Fondazione Manos de Hermanos e il Centro di Quartiere Enrique Angelelli. Più di 20.000 indigeni Wichí vivono nella provincia di Formosa, al confine con il Paraguay. Solo 100 anni fa, abitavano i loro territori, come i popoli indigeni dei Nivaclé, Qom e Pilagá. Oggi, questi territori si sono ridotti al 4,6% della loro area originale. Al più tardi dall’inizio del millennio, le grandi imprese agricole hanno annesso i territori. L’ambiente e la biodiversità stanno soffrendo: Formosa è una delle province argentine più colpite dalla deforestazione.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »