Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 20 gennaio 2015

Mass Surveillance of IT users

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

BruxellesBruxelles Wednesday 21 January at 11:30 in the glass room, EP press room – PHS00B001 During the briefing, Mr Rübig will give details about the study and its main findings. The aims of the study were to:
1. Analyse the security risks of the current generation of internet services and applications and propose measures to reduce the risks identified with the current generation of networks and services.
2.Identify long-term options for a more secure and more privacy friendly internet, while allowing governmental law enforcement and security agencies to perform their duties, and obtain quickly and legally all the information needed to fight crime and to protect national security interests.
STOA is Parliament’s own Science and Technology Options Assessment unit. STOA carries out studies, workshops and conferences in collaboration with research institutes, universities, laboratories, consultancies or individual researchers. STOA is led by a panel, consisting of 15 MEPs from Parliament’s committees on Industry, Internal Market, Environment, Employment and Social Affairs, Transport and Agriculture.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso di formazione al Volontariato 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

caritasLa Caritas di Roma promuove una nuova edizione del Corso base di formazione al volontariato. Iniziano oggi le iscrizioni che proseguiranno fino al prossimo 20 febbraio. Il corso è gratuito. Iniziano oggi le iscrizioni al Corso base di formazione al volontariato promosso dalla Caritas di Roma. Il corso, dieci incontri strutturati in moduli base e in approfondimenti, inizierà il 23 febbraio per concludersi il 10 aprile 2015. La formazione è indirizzata non solo a quanti desiderano impegnarsi nei centri Caritas, ma anche a coloro interessati ad approfondire le tematiche e gli aspetti del volontariato.Le lezioni, che comprendono sia aspetti teorici – teologia e pastorale della carità, dinamiche di lavoro di rete, conoscenza dei servizi sociali – che esperienze di tirocinio, saranno tenute da operatori Caritas insieme ad esperti del mondo del volontariato e dei servizi sociali pubblici e privati, e si svolgeranno in orari diversi e sedi dislocate in tutta la città per favorire il più possibile la partecipazione. Chi lo desidera, al termine del corso, potrà operare come volontario nei 36 centri della Caritas a livello diocesano in attività a favore dei senza dimora, dell’integrazione dei cittadini immigrati, nella promozione della solidarietà al fianco dei giovani in difficoltà, dei carcerati e dei malati di Aids.Per iscrizioni – fino al 20 febbraio – rivolgersi all’Area Educazione al Volontariato della Caritas diocesana di Roma, telefono 06.88815150, dal lunedì al venerdì ore 9.00-14.00.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Beatrice Agostinacchio nuovo Country Manager

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

Beatrice AgostinacchioHotwire Public Relations annuncia la nomina di Beatrice Agostinacchio a nuovo Country Manager per l’Italia. In questo ruolo, Agostinacchio avrà la responsabilità della pianificazione strategica e dello sviluppo del business locale per la filiale italiana dell’agenzia globale di relazioni pubbliche e comunicazione integrata, recentemente nominata Best Tech PR Agency al mondo da The Holmes Report. Beatrice Agostinacchio vanta un’esperienza più che decennale nel mondo della comunicazione maturata in importanti agenzie internazionali. Inizia la sua carriera in Weber Shandwick e cresce professionalmente fino a ricoprire il ruolo di Senior Account. In questi anni si è dedicata alle attività internazionali del network e ha curato le media relation e i progetti in ambito PR per clienti come Microsoft, Expedia, Samsung, TELE2, Nortel, Attachmate Group.Nel 2010 Beatrice entra in Hotwire Public Relations, agenzia globale di relazioni pubbliche e comunicazione integrata, assumendo la carica di Programme Manager prima e di Programme Director poi: in questo delicato ruolo si occupa del coordinamento strategico dei progetti PR per i clienti, della pianificazione e dell’integrazione di campagne marketing e social, della gestione di attività locali e internazionali, annoverando tra i suoi clienti aziende internazionali e locali quali, tra le altre, Sony Mobile Communications, Pantone, Qualcomm, JUST EAT, William Hill, Ruckus Wireless, ALK, Turn e Shazam. Da gennaio 2015 assume il ruolo di Country Manager per guidare la divisione italiana e contribuire all’espansione dell’agenzia a livello globale.
“Sono molto contento di annunciare la nomina di Beatrice a Country Manager. Negli ultimi tre anni Beatrice ha rivestito un ruolo fondamentale nel supportare lo sviluppo del business italiano e la relativa crescita dell’agenzia. Fa particolarmente piacere poter offrire simili opportunità a talenti appassionati e ambiziosi che sono maturati all’interno dell’organizzazione. Beatrice rappresenta la continuità e sono convinto saprà portare il suo tocco distintivo all’ufficio italiano” dichiara Brendon Craigie, Group CEO, Hotwire Public Relations.
Hotwire è un’agenzia globale di comunicazione e relazioni pubbliche che si propone come reale alternativa: un agile e innovativo sfidante dell’ordine prestabilito che sviluppa campagne all’avanguardia per le aziende più ambiziose. Sin dalla sua creazione nel 2000 Hotwire è emersa come una delle agenzie di consulenza in ambito comunicazione a maggiore crescita su scala internazionale. In Hotwire trovano spazio i migliori professionisti della comunicazione, in grado di stupire ogni giorno il mercato grazie ad un incredibile slancio innovativo, trasparenza senza eguali e una solida conoscenza dei mercati di riferimento. Da Sydney a San Francisco, siamo un’unica squadra, con un’unica mentalità e un unico approccio. Hotwire opera infatti attraverso 22 uffici dislocati tra Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Germania, Spagna, Italia, Australia, Nuova Zelanda e un solido network di agenzie affiliate a livello globale per offrire ai propri clienti in tutto il mondo il meglio della propria competenza ed esperienza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La psoriasi: terapia e cure

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

basileaBasilea. Novartis ha annunciato oggi che la Commissione Europea (CE) ha approvato Secukinumab come trattamento sistemico* di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa negli adulti candidati alla terapia sistemica.
Secukinumab (a un dosaggio di 300 mg) è il primo inibitore di interleuchina 17A (IL-17A) a essere approvato in Europa come terapia di prima linea e questa approvazione rappresenta una svolta decisiva nel trattamento della psoriasi, poiché fornisce ai pazienti una nuova opzione terapeutica. Attualmente in Europa tutti i farmaci biologici per la psoriasi, ivi incluse le terapie anti-fattore di necrosi tumorale (anti-TNF) e Ustekinumab, sono raccomandati come terapia sistemica di seconda linea 2-4.“Quasi la metà dei pazienti affetti da psoriasi non è soddisfatta delle terapie attuali, ivi inclusi i trattamenti biologici, a dimostrazione di un significativo bisogno medico insoddisfatto” – ha dichiarato David Epstein, Division Head, Novartis Pharmaceuticals – “Secukinumab, con la sua indicazione di trattamento sistemico di prima linea per la psoriasi, fornirà ai pazienti maggiori possibilità di ottenere una cute esente o quasi esente da lesioni”.Per i pazienti psoriasici lo scopo del trattamento è la completa risoluzione delle manifestazioni cutanee. Nel corso degli studi, il 70% o più dei pazienti trattati con Secukinumab 300 mg ha ottenuto la risoluzione completa (PASI 100) o quasi completa (PASI 90) delle manifestazioni cutanee durante le prime 16 settimane di trattamento e, soprattutto, nella maggior parte dei pazienti questo risultato è stato mantenuto nel corso della prosecuzione del trattamento fino alla settimana 526. I dati del programma di studi clinici con Secukinumab hanno anche dimostrato una relazione positiva tra la risoluzione completa o quasi completa delle manifestazioni cutanee e la qualità della vita dei pazienti affetti da psoriasi11.L’approvazione dell’UE fa seguito ai recenti risultati dello studio di Fase IIIb CLEAR, che ha dimostrato la superiorità di Secukinumab rispetto a Ustekinumab nella risoluzione delle manifestazioni cutanee dei pazienti affetti da psoriasi a placche da moderata a severa. Lo studio CLEAR è stato il secondo studio testa-a-testa condotto con Secukinumab. Secukinumab aveva anche dimostrato superiorità rispetto a Etanercept nella risoluzione delle manifestazioni cutanee nel corso dello studio FIXTURE6. Durante il programma clinico di Fase III, il profilo di sicurezza di Secukinumab è stato soddisfacente, con differenze minime osservate tra Etanercept e Ustekinumab in entrambi gli studi di confronto testa-a-testa5,6.Oltre che nell’UE, Secukinumab è stato approvato in Australia per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa, e in Giappone per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa e dell’artrite psoriasica attiva (PsA).La decisione della US Food and Drug Administration (FDA) relativa al trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa è prevista per l’inizio del 2015, in seguito all’unanime raccomandazione di approvazione trasmessa nell’ottobre 2014 dal Dermatologic and Ophthalmic Drugs Advisory Committee (DODAC) alla stessa FDA.
Secukinumab è un anticorpo monoclonale umano che neutralizza selettivamente l’IL-17A12,13. L’IL-17A si trova in concentrazioni elevate nella cute affetta da psoriasi ed è uno dei bersagli preferiti delle terapie sperimentali 12-17. Nel corso del programma di studi di Fase III, Secukinumab ha dimostrato un profilo di sicurezza soddisfacente, con tassi di incidenza e di gravità degli eventi avversi simili tra i due bracci di trattamento con Secukinumab 300 mg e 150 mg5,18-20.Sono anche in corso di svolgimento studi di Fase IIIb sulla psoriasi palmo-plantare, sulla psoriasi ungueale e sulla psoriasi pustolosa palmo-plantare.
Secukinumab è anche in Fase III di sviluppo per l’artrite psoriasica (AP) e la spondilite anchilosante (SA); l’inoltro delle domande regolatorie per queste indicazioni terapeutiche è previsto per il 2015.
La psoriasi è una malattia cronica autoimmune caratterizzata da estese aree di ispessimento cutaneo chiamate placche, causa di prurito, desquamazione e dolore; la psoriasi è associata a un significativo deterioramento della qualità della vita sia da un punto di vista fisico che psicologico22.
La psoriasi colpisce fino al 3% della popolazione mondiale, ovvero oltre 125 milioni di persone23. In Europa, la stima è pari a circa lo 0,8%, il che significa che la psoriasi a placche interessa circa 3,7 milioni di europei, circa 2,4 milioni dei quali si ritiene sia affetto dalla forma da moderata a severa24 Questa diffusa e dolorosa patologia non rappresenta semplicemente un problema estetico: anche le persone con sintomi molto lievi ne risentono durante la loro vita quotidiana7. Inoltre, esiste un impellente bisogno di nuovi trattamenti per la psoriasi, poiché fino al 50% dei pazienti non è soddisfatto delle terapie attuali, ivi inclusi i trattamenti biologici7-10.
Il presente comunicato stampa si riferisce all’attuale stato dell’arte delle conoscenze del prodotto e contiene alcune indicazioni che potrebbero non corrispondere ai futuri dati disponibili. Nel caso in cui si concretizzino rischi o incertezze, oppure nel caso in cui gli assunti che hanno determinato le anticipazioni dovessero risultare errati, i risultati effettivi potrebbero essere diversi da quelli descritti in questa sede come anticipati, creduti, stimati o attesi. Le informazioni contenute in questo comunicato sono la traduzione del comunicato stampa emesso da Novartis AG nel giorno 19/01/2015.
Novartis fornisce soluzioni terapeutiche in grado di far fronte alle esigenze, in continua evoluzione, dei pazienti e della società. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis offre un portafoglio diversificato per meglio rispondere a queste esigenze: farmaci ad alto contenuto di innovazione, prodotti per la cura dell’occhio, farmaci generici a costi competitivi, vaccini preventivi, prodotti per automedicazione e specialità veterinarie. Novartis è la sola azienda al mondo a detenere una leadership in tutte queste aree. Nel 2013, le attività del Gruppo hanno registrato un fatturato di 57,9 miliardi di dollari, mentre circa 9,9 miliardi di dollari (9,6 miliardi di dollari escluse le svalutazioni e gli ammortamenti) sono stati investiti in Ricerca & Sviluppo. Le società del Gruppo Novartis contano circa 133.000 collaboratori e operano in oltre 150 Paesi del mondo. Ulteriori informazioni sono disponibili nei siti http://www.novartis.it e http://www.novartis.com

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adattamento cinematografico del secondo capitolo della saga di Veronica Roth

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

DIVERGENTSarà Eagle Pictures a distribuire in Italia The Divergent Series: Insurgent, adattamento cinematografico del secondo capitolo della saga di Veronica Roth; la pellicola arriverà nelle sale italiane il 19 marzo. Il film segue Tris e la sua ricerca di alleati e risposte tra le rovine di una turistica Chicago. Tris (Shailene Woodley) e Quattro (Theo James) sono in fuga, inseguiti da Jeanine (Kate Winslet), la leader degli Eruditi, una fazione elitaria assetata di potere. In corsa contro il tempo, devono scoprire il motivo per cui la famiglia di Tris ha sacrificato la propria vita e perché i vertici degli Eruditi fanno di tutto per fermarli. Condizionata dalle scelte compiute, ma decisa a proteggere chi ama, Tris, con Quattro al suo fianco, affronta sfide impossibili fino a scoprire la verità sul passato e le conseguenze che avrà sul futuro del loro mondo. Oltre a Shailene Woodley e Theo James, stelle in ascesa del firmamento di Hollywood, la pellicola vede protagonisti anche Kate Winslet, Naomi Watts, Octavia Spencer, Jai Courtney, Miles Teller, Ansel Elgort e Zoë Kravitz.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BRAIN FORCE continua a crescere e ad affermarsi sul mercato

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

brain forceCologno Monzese (MI) BRAIN FORCE Italia, società di consulenza IT focalizzata sull’ottimizzazione dei processi del Sistema Informativo e dell’Infrastruttura, annuncia di aver chiuso il bilancio 2014 con un fatturato di 28 milioni di euro, in crescita del 18,2% sull’anno precedente. E’ il quarto anno consecutivo di crescita nettamente al di sopra della media del mercato ICT. Anche per il 2015 è prevista una crescita dell’8%.Stefania Donnabella, Managing Director di BRAIN FORCE Italia e in azienda fin dal 1986, ha commentato: “In un mercato in difficoltà abbiamo scelto di concentrare la nostra offerta su aree verticali e di dotarci di una organizzazione per Business Unit. Aree dove le tecnologie abilitano la realizzazione di soluzioni che portano un reale e tangibile valore ai nostri clienti. Continuiamo ad investire sullo sviluppo di competenze sempre più approfondite che ci permettono di competere sulle Best Practice del segmento. La crescita di BRAIN FORCE è testimoniata dal riconoscimento dei nostri clienti ed è il risultato della dedizione delle nostre persone. Siamo sempre in cerca di giovani talenti e di esperti più senior.”BRAIN FORCE Italia è alla vigilia di un importante annuncio che riguarda la sua offerta di consulenze e dallo scorso ottobre fa parte del Gruppo Cegeka, un service provider ICT privato con sede in Belgio con filiali in vari Paesi europei.BRAIN FORCE S.P.A. opera in Italia dal 1986 come società di consulenza IT focalizzata sull’Ottimizzazione dei Processi del Sistema Informativo e dell’Infrastruttura. Completa l’offerta la struttura Education certificata per fornire la Formazione IT sulle principali soluzioni e tecnologie di riferimento del mercato.
Ha chiuso a settembre l’anno fiscale 2014 con un fatturato di 28 Milioni di euro ed uno staff di circa 250 persone. Ha sede legale e operativa a Milano (Cologno Monzese) ed è presente sul territorio con filiali a Roma e Padova (Sarmeola di Rubano). Annovera tra i propri Clienti alcune delle principali aziende italiane sia nel mercato delle grandi imprese che delle piccole e medie imprese.
BRAIN FORCE S.P.A. fa parte del gruppo Cegeka un service provider ICT privato fondato nel 1992 che ha sede in Belgio con filiali in Austria, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Romania e Slovacchia. L’azienda fornisce servizi a clienti in tutta Europa: servizi cloud enterprise, sviluppo agile di applicazioni, coaching agile e outsourcing ICT. Cegeka impiega 3200 persone e prevede di realizzare un fatturato complessivo di 350 milioni di euro nel 2015.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquisizione strategica per Europcar con Ubeeqo, lo specialista delle soluzioni di mobilità condivisa per le imprese

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

car_sharing_alfa_romeo_mitoEuropcar, leader europeo dell’autonoleggio e dei servizi di mobilità, annuncia l’acquisizione di una quota di maggioranza, al fianco dei fondatori, di Ubeeqo, la start-up francese specializzata nei servizi di car-sharing, pioniera e leader nel mercato b2b. L’operazione è parte integrante della strategia Europcar, incentrata sull’ampliamento dell’offerta di mobilità, per rispondere alle mutate esigenze della clientela attraverso soluzioni semplici e “chiavi in mano”.Parallelamente Europcar sottoscriverà un aumento di capitale di 4 milioni di euro destinati a sostenere lo sviluppo di Ubeeqo, con l’ambizione di farne il leader europeo nelle nuove tecnologie per la mobilità.Fin dal 2008 Ubeeqo è stato precursore nell’individuare i profondi cambiamenti che il mercato delle flotte aziendali avrebbe affrontato a fronte del rapido sviluppo delle tecnologie. Grazie a una tecnologia proprietaria, sviluppata a partire dal 2009, Ubeeqo si rivolge al mercato business, oggi in espansione, offrendo un ventaglio di soluzioni innovative e tra loro complementari:
“Bettercar Sharing”: una formula che promuove l’utilizzo, anche privato, delle “auto in pool” della flotta aziendale. Un mercato che Frost and Sullivan stima in oltre 85.000 vetture entro il 2020 nei principali paesi europei.
“Better Connected” è un rivoluzionario tool per migliorare la gestione della flotta aziendale: grazie ai dispositivi telematici installati a bordo, offre la possibilità di analizzare l’utilizzo dei veicoli (e non solo i costi) e di generare importanti risparmi.
“Mobilities Benefis” è l’alternativa multimodale all’auto aziendale, spesso sovradimensionata: rinunciando ad essa i dipendenti possono scegliere un’auto più piccola o l’accesso alla flotta in condivisione e ottenere una “indennità di mobilità” per coprire le spese di viaggi e spostamenti personali (treno, taxi, noleggi auto, ecc.).Ubeeqo ha chiuso il 2013 con un fatturato di 2,6 milioni di euro (+ 40%) ed è tra le 30 aziende tecnologiche in più rapida crescita, secondo l’ultimo ranking Technology Fast50 di Deloitte.Le soluzioni di Ubeeqo saranno proposte alla clientela b2b di Europcar (46% del fatturato del Gruppo) aprendo la strada a grandi opportunità di sviluppo. Già presente in Francia e Belgio, la società si sta sviluppando in Germania e, prossimamente, nel Regno Unito, grazie al sostegno di Europcar.L’offerta di mobilità di Europcar include anche una App per smartphone e, in joint venture con Daimler, Car2Go, la più celebre iniziativa di car-sharing urbano, lanciata nel 2012.Dice Philippe Germond, CEO del Gruppo Europcar: “Con Ubeeqo Europcar amplia la sua offerta, le sue competenze e il suo portafoglio d’innovazioni tecnologiche nella mobilità. Siamo affascinati dall’ingegnosità e dell’audacia delle soluzioni Ubeeqo. Insieme ci proponiamo di semplificare la vita dei nostri clienti fornendo loro un nuovo ‘concept’ che si adatta alle loro diverse esigenze e alle nuove sfide della mobilità”.Benoît Chatelier e Alexandre Crosby, i due soci fondatori di Ubeeqo, aggiungono: “Ubeeqo intercetta le più nuove tendenze del mercato e offre un mondo condiviso, connesso ed ecologico. Siamo felici che Europcar abbia sia la stessa visione. Fare parte del Gruppo Europcar ci consente di accelerare fortemente la nostra crescita e, soprattutto, di rendere ancora più concreta la nostra rivoluzione di mobilità. Il nostro obiettivo rimane invariato: proporre una vera alternativa all’auto privata e accompagnare i nostri clienti in questo necessario passaggio che va dalla proprietà all’utilizzo”. Tra le aziende che hanno già beneficiato delle soluzioni Ubeeqo: Airbus, L’Oréal, Danone, Veolia e Safran.Il team di Ubeeqo continuerà a operare nella sede di Boulogne-Billancour sotto la direzione dei suoi fondatori, che guideranno lo sviluppo dell’azienda con il sostegno di Europcar.
Europcar è uno dei marchi leader in Europa nei servizi di mobilità. Presente in 145 paesi, il Gruppo garantisce ai suoi clienti l’accesso a uno dei più grandi network di autonoleggio del mondo, anche grazie a operazioni di franchising e partnership. Il Gruppo opera attraverso i brand Europcar® e InterRent, compagnia di noleggio low cost. L’attenzione al cliente è al centro della mission del Gruppo, che si tratti di innovazione o di servizio, e tutti i dipendenti della società sono impegnati a soddisfare ogni sua esigenza. Europcar promuove attivamente la responsabilità sociale d’impresa e ambientale. Nel 2013 ha vinto, per il quinto anno consecutivo, il World Travel Awards quale migliore azienda “green” nel settore dei trasporti (World’s Leading Green Transport Solution Company). Europcar è di proprietà di Eurazeo, uno dei principali fondi di investimento quotati in Europa. – http://www.europcar.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I metodi molecolari guadagnano terreno nella diagnostica delle malattie infettive

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

diagnosticaLe diverse epidemie in tutto il mondo fanno crescere la domanda di screening e danno slancio al mercato collegato alla diagnostica delle malattie infettive. Il mercato continuerà a crescere, poiché le esigenze tecnologiche non soddisfatte portano alla creazione di piattaforme più veloci e capaci. La diagnostica molecolare è il segmento con la crescita più rapida all’interno del mercato delle malattie infettive, con un tasso di crescita annuale composto pari al 15,30%. Nonostante questi test restino costosi, la loro efficienza e accuratezza ne rafforzano la validità. Una nuova analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Analysis of the Global Infectious Disease Diagnostics Market”, rileva che il mercato ha prodotto entrate per 7,91 miliardi di dollari nel 2013 e stima che questa cifra raggiungerà quota 12,77 miliardi di dollari nel 2018. I test per la diagnosi di epatite B, epatite C, tubercolosi e sepsi contribuiranno maggiormente alle entrate. “L’immunodiagnostica è un altro segmento che continua ad espandersi rapidamente grazie ai costi contenuti dei test e alla diffusione delle infezioni contratte in ospedale come sepsi e MRSA, – afferma Aish Vivekanandan, analista di Frost & Sullivan. – Si prevede che i metodi molecolari e l’immunodiagnostica si affiancheranno come conseguenza dell’aumentata necessità di test diagnostici accurati e rapidi.” Mentre i test decentrati e rapidi sono una tendenza crescente nei paesi sviluppati, i costi elevati incidono sui mercati dei paesi in via di sviluppo. Le normative stringenti complicano ulteriormente lo sviluppo e il marketing dei prodotti. Un’altra difficoltà è rappresentata dalla bassa consapevolezza dei prodotti tra i consumatori nelle diverse regioni. Le aziende che si occupano di diagnostica devono investire in studi clinici per dimostrare l’efficacia dei loro prodotti e sensibilizzare i consumatori, specialmente in ambito clinico. “Molti operatori stanno focalizzando le proprie ricerche sui principali requisiti del settore, tra cui automazione, rapidità, specificità e accuratezza dei prodotti, – osserva Vivekanandan. – Anche le aziende stanno lavorando per espandere la classe di malattie coperta dai propri prodotti, per fare un primo passo nel mercato globale della diagnostica delle malattie infettive.” Lo studio “Analysis of the Global Infectious Disease Diagnostics Market” fa parte del programma Life Sciences Growth Partnership Service. Altri studi di Frost & Sullivan collegati a questo argomento sono: “Global In Vitro Diagnostics Market”, “US Hematology Diagnostics Market”, “Global Next-generation Sequencing Market” e “Western European Companion Diagnostics Market”. Tutte le analisi comprese nei servizi in abbonamento forniscono dettagliate opportunità di mercato e tendenze del settore, valutate in seguito ad esaurienti colloqui con gli operatori del mercato.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, collabora con i propri clienti per potenziare una visione innovativa che risponda alle sfide globali e alle opportunità di crescita correlate che faranno la differenza per gli operatori del mercato di oggi. Per oltre 50 anni abbiamo sviluppato strategie di crescita per le 1000 aziende più importanti a livello globale, le realtà emergenti, il settore pubblico e la comunità degli investitori. La vostra azienda è pronta per la prossima ondata di convergenza industriale, tecnologie dirompenti, crescente competizione, macro tendenze, best practice innovative, clienti in continua evoluzione e mercati emergenti?

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pratica commerciale scorretta. Conviene, tanto costa proprio poco…

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

pubblicità ingannevoleLe pratiche commerciali scorrette, le pubblicita’ ingannevoli, le clausole vessatorie… queste e altre sono le motivazioni su cui interviene l’Antitrust per sanzionare chi ha ingannato i consumatori e gli utenti. Funziona? L’Autorita’ ha una intensa attivita’ e -in linea di massima- sanziona e blocca, anche se -spesso- quando gli illeciti sono stati gia’ perpetrati.
Tutto bene, quindi? Per niente. Il problema piu’ importante e’ che le sanzioni che l’Antitrust commina spesso sono microscopiche rispetto a chi ha commesso l’illecito e al tipo di illecito stesso. Il caso piu’ recente e’ quello delle acque minerali Uliveto e Rocchetta. Per diverso tempo sono state presenti sui media con la loro pubblicita’ sui presunti benefici medici del consumo dei loro prodotti; una presenza di notevole impegno finanziario per la societa’ proprietaria, la Co.ge.di International S.p.A., per la quanita’ di passaggi pubblicitari, per i media di grande diffusione che hanno scelto e per i testimonial degli spot. L’Autorita’ ha sanzionato questa azienda per 10.000 euro (la sanzione prevista va da 5.000 a 500.000 euro) quindi poco piu’ del minimo, perche’ la pratica commerciale e’ stata messa in pratica “solo” tra il 2012 e il 2014 e, dopo l’avviso di apertura dell’istruttoria da parte dell’Autorita’, sono stati levati i riferimenti alle associazionimediche sponsor e la parola “salute” e’ stata sostituita con “benessere”.
Cosa e’ accaduto in pratica e quali sono le conseguenze? Che chiunque puo’ fare una campagna pubblicitaria intrisa di pratiche commerciali scorrette, spendendo milioni di euro e pagando “la tassa” all’Antitrust di 10.000 euro!
Non e’ la prima volta che accade una cosa del genere (Tim, Vodafone e Wind, ne hanno beneficiato di recente . Visto che niente si e’ modificato rispetto a modi e quantita’ delle sanzioni, tutto ci fa pensare che continueremo ancora ad essere investiti di messaggi pubblicitari ingannevoli e scorretti… basta pagare l’esigua tassa e/o prendere impegni di non essere piu’ cattivi!
Noi crediamo che per modificare questi andazzi illeciti si dovrebbe agganciare la quantita’ delle sanzioni ad una percentuale del fatturato di chi si rende colpevole, e quindi prima di farlo uno ci penserebbe due vole. Ma sembra che a questa nostra reiterata richiesta il legislatore sia disattento….(Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Co-produzione USA-ITALIA: Delta Star Pictures incontra a Los Angeles i produttori di Hollywood

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

produttoriLOS ANGELES – Si sono svolti in questi giorni a Sherman Oaks, Studio City di Los Angeles, diversi incontri di business. Per l’Italia era presente all’incontro statunitense il regista 3D e producer Jordan River (AD della Delta Star Pictures) che ha illustrato la volontà nel collaborare per creare un ponte tra USA e Italia per nuovi progetti innovativi in 3D e destinato al mercato internazionale, con particolare riguardo al sistema IMAX 3D. La Delta Star Pictures è nata infatti come azienda “Start-up innovativa” riconosciuta in Italia ai sensi del Decreto Crescita 2.0 e opera nel campo dell’audiovisual high technology – specializzata proprio nella produzione 3D Stereovision; a Roma il suo quartier generale che, proprio in questi giorni, si sta traferendo al Parco Tecnologico, Tiburtino Valley. Alla serie di incontri a Los Angeles erano presenti fra gli altri Mr. Michael I. Levy (da oltre 40 anni nel cinema USA, collaborazione per FOX-CBS Tri-Star Motion Pictures/Columbia Pictures etc. e una dozzina di film con la 20th Century Fox statunitense), Mr. Steve Braun (casting director di Hollywood e titolare della BGB Studio), Ms Julia Robertson (produttrice americana della Golden Dragon) e il presidente della Y.F.F. Shi Yanfan. (foto produttori)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barbecue al coperto è pericoloso

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

barbecueCuocere in ambienti chiusi con barbecue che utilizzano carbone e’ pericoloso. Il carbone incandescente rilascia notevoli quantita’ di gas tossici, in particolare il monossido di carbonio (CO). Anche quando le finestre, le porte e la porta del garage sono aperte per “motivi di sicurezza”, le concentrazioni di CO possono fatalmente accumularsi. Questo rischio e’ presente con i dispositivi che vengono pubblicizzati come speciali “barbecue al coperto”. Lo stesso vale per le pentole carbone-powered, i cosiddetti “vasi a caldo”, se vengono utilizzati in luoghi chiusi come il soggiorno di casa o nel ristorante. L’avvertenza ci arriva dalla BFR tedesca che esaminato la concentrazione di CO che si raggiunge quando griglie a carbone sono utilizzate in luoghi chiusi e quanto tempo ci vuole prima che questo rappresenti un pericolo per le persone. Risultato: anche dopo un tempo relativamente breve si raggiungono livelli pericolosi di monossido di carbonio. Ricordiamo che il monossido di carbonio e’ gas velenoso particolarmente insidioso in quanto inodore, incolore e insapore, interferisce con l’emoglobina, diminuendo la quantita’ di ossigeno ai tessuti ed in particolare al cervello che, ricevendo meno ossigeno, porta ad uno stato di incoscienza e poi alla morte. Il consiglio, ovviamente e se proprio si vuole, e’ quello di fare barbecue all’aperto stando comunque distanti dai fumi.(Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rimpiazzare i sistemi IT può costare caro alle aziende: oltre mezzo milione di euro, secondo KPMG

Posted by fidest press agency su martedì, 20 gennaio 2015

sistemi informaticiLa società di consulenza KPMG ha comunicato i dati di una recente ricerca condotta in UK sul tema della modernizzazione dei sistemi informatici. I risultati emersi quantificano i danni che possono derivare, in termini economici e di produttività, da un approccio di tipo “rip and replace” – ovvero sostituendo i sistemi esistenti per fronteggiare le nuove sfide tecnologiche – rispetto ad un’evoluzione dell’esistente.Rimpiazzare sistemi IT consolidati, che contengono milioni di linee di codice e un patrimonio di expertise accumulato in oltre 30 anni – come IP aziendali o informazioni sui clienti – può risultare un processo molto complesso, costoso e sicuramente rischioso. Il solo prezzo dei downtime causati da errori o mancanze dovrebbe far riflettere attentamente sull’opportunità di percorrere questa strada: una media di 410.000 sterline (oltre mezzo milione di euro) di costi e un impatto sull’attività lavorativa di circa 776.000 persone solo negli ultimi 12 mesi per riscritture fallimentari. “Modernizzare le infrastrutture anziché riscriverle permette di salvaguardare il valore racchiuso in tecnologie consolidate e affidabili, mettendo le aziende al riparo dai rischi o danni causati dal cambiamento” – ha dichiarato ha dichiarato Giuseppe Gigante, Regional Marketing Manager IGME di Micro Focus® – “Durante la prima fase di un progetto di modernizzazione è fondamentale acquisire una visione completa del portafoglio applicativo, per stabilire dove sia necessario effettuare un upgrade, testando poi le applicazioni in un ambiente nuovo e più moderno. L’analisi dei requisiti ricopre in questo senso un ruolo fondamentale, perché permette di condividere in un’unica piattaforma le esigenze di business allineandole alle risorse tecnologiche; in questo modo si identifica rapidamente quanto può essere effettivamente riutilizzato e cosa deve essere invece riscritto, riducendo anche i costi legati alla successiva manutenzione delle applicazioni. Questo approccio ha dimostrato di rendere più rapidi i progetti di sviluppo dei sistemi aziendali del 40%, con impatti estremamente positivi sulla produttività e senza alcuna ricaduta sulle attività lavorative”.
Micro Focus, membro di FTSE 250, offre soluzioni innovative che aiutano le aziende ad accrescere il valore del patrimonio applicativo esistente. Le soluzioni Micro Focus di Enterprise Application Modernization, Testing e Management consentono di adottare architetture nuove e moderne in modo rapido ed efficace, riducendo costi e rischi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »