Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 175

Archive for 10 maggio 2017

I Gioielli di Gaia Caramazza protagonisti alla 38° Edizione di Oroarezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

caramazzacaramazza3Si è conclusa la 38° edizione di OROAREZZO, Mostra Internazionale dell’Oreficeria, Argenteria e Gioielleria di Arezzo Fiere e Congressi, una manifestazione esclusiva che da anni contribuisce alla valorizzazione e alla promozione dell’eccellenza orafa italiana nel mondo. Gran riscontro per la Jewellery designer romana Gaia Caramazza, presente per la prima volta ad OROAREZZO, che con le sue Creazioni Handmande ha attirato l’attenzione di molti buyer nazionali ed internazionali, con i quali ha instaurato rapporti commerciali per la diffusione delle sue collezioni in Svezia, Russia e Cina.“OROAREZZO, dichiara Gaia, ha rappresentato per me una grande occasione di confronto, sia riguardo l’aspetto creativo, con la partecipazione al “Concorso Premiere” un prestigioso palcoscenico della “grande bellezza italiana”, per il quale ho realizzato un bracciale esclusivo in bronzo dove predomina una caramazza1caramazza2pietra di calcite, che per il lancio a livello internazionale del mio core business”.Alla base della filosofia progettuale del brand GAIA Italian Handmande Jewellery, c’è una visione romantica e consapevole del ruolo della donna contemporanea. Passato e presente si fondono dando vita a un’interpretazione originale e senza tempo, di cui femminilità, seduzione e bellezza ne sono l’essenza.Contemporaneamente, l’attività di progettazione e promozione prosegue con la partecipazione ad eventi e kermesse esclusive nelle maggiori città italiane. Roma, Milano, Venezia e Napoli sono solo alcune delle location che hanno visto i gioielli GAIA ritagliarsi visibilità e credibilitDallo scorso anno infatti Gaia Caramazza è presente stabilmente agli eventi ALTAROMA al fianco di stilisti e designer di prestigio.Showroom GAIA Italian Handmande Jewellery – Via Margutta, 86 Roma (foto: caramazza)

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Servendo si impara. Esperienze e testimonianze dei partecipanti alle attività di responsabilità sociale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

università europea di romaRoma Mercoledì 10 maggio 2017, alle 13.00, all’Università Europea, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà l’incontro “Servendo si impara. Esperienze e testimonianze dei partecipanti alle attività di responsabilità sociale”.
L’Università Europea di Roma ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche i giovani ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri. Per questa ragione gli studenti sono chiamati a partecipare per un anno ad attività di responsabilità sociale, che sono un servizio volto a promuovere i valori della convivenza e dell’accoglienza della diversità. Nell’incontro del 10 maggio gli studenti dell’università racconteranno le loro esperienze, attraverso testimonianze personali. Saranno illustrati i frutti delle tante attività che si sono svolte. Il servizio per gli altri è un’opportunità di formazione importante, che l’Università Europea di Roma ha voluto offrire fin dalla sua fondazione.
Nell’anno accademico 2016 – 2017, i giovani hanno preso parte a queste attività: Angeli per un giorno e Gioventù Missionaria (Mission Network), Associazione Andrea Tudisco ONLUS, Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA Roma, Natale 365, Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS, Caritas di Roma – Asilo Nido Piccolo Mondo, Casa di accoglienza S. Giacinta, Centro di pronta accoglienza “Casa di Cristian”, Il Cantiere ONLUS, VIS Foundation Italia ONLUS, Associazione sportiva dilettantistica “Ercolini di Don Orione”, Laboratorio di comunicazione “Non sei un nemico!”, Viaggio di studio sui diritti umani presso le Corti europee. All’incontro interverranno il Rettore dell’Università Europea di Roma Padre Pedro Barrajón LC e Santo Rullo, Psichiatra Responsabile di Villa Letizia e Presidente dell’International Football Committee on Mental Health, organismo composto da 8 Paesi firmatari della Dichiarazione di Tokyo sullo Sport per persone con problemi di salute mentale.Il tema dello sport per persone con problemi mentali ha ispirato il docufilm “Crazy for Football”, premiato come miglior documentario dei David di Donatello 2017. E’ la storia di un gruppo di pazienti dei dipartimenti di salute mentale di tutta Italia, che nel febbraio del 2016 ad Osaka, in Giappone, hanno partecipato al Campionato del Mondo di Calcio a cinque per persone affette da disturbi mentali.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Innovation in medical sciences and public health”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

Cagliari_panoramaCagliari dal 19 al 20 maggio Teatro Lirico, in Via Sant’Alenixedda “Innovation in medical sciences and public health”. L’innovazione medica degli ultimi anni ha allungato l’aspettativa di vita grazie a scoperte diagnostiche e terapeutiche soprattutto contro i tumori e le malattie cardiovascolari. Il simposio internazionale “Innovation in medical sciences and public health”, vede riuniti esperti internazionali e italiani che si confronteranno sulle più recenti acquisizioni nella ricerca e nella pratica clinica. Il simposio è organizzato dal Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica dell’Università di Cagliari ed è promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
In apertura, venerdì 19 maggio, si parlerà della rivoluzione immunologica nel trattamento dei tumori solidi degli effetti endocrini della buona generazione di farmaci anti-tumorali. Nel pomeriggio di venerdì focus sull’innovazione in cardiologia e l’aterosclerosi. Sabato 20 maggio apertura sulla genetica e i trapianti d’organo, per proseguire con la metabolomica (la scienza che studia e misura i processi cellulari dell’organismo umano) e chiudere sull’utilizzo dei farmaci anticoagulanti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Le responsabilità delle aziende alimentari nell’aumento dell’ipertensione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

ipertensione_polmonareDue giorni e mezzo di relazioni di esperti provenienti da diverse parti del mondo, cinque sessioni dedicate ai principali aspetti dell’ipertensione e alle patologie associate: sono i numeri del simposio internazionale “From arterial hypertension to heart disease”, che si è svolto recentemente a Napoli.
«La Società Europea di Cardiologia sta lavorando alle nuove linee guida sull’ipertensione, e questo simposio ha offerto ai cardiologi un’occasione di confronto e di attenzione sui principali aspetti della circolazione arteriosa e il suo impatto sulle malattie cardiovascolari» spiega Giovanni de Simone, Docente del Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali all’Università di Napoli Federico II e Presidente del simposio, organizzato dal Centro di Ricerca per l’Ipertensione Arteriosa dell’Università di Napoli Federico II e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «L’ipertensione rappresenta la prima causa di morte prematura nel mondo e causa ogni anno 4,9 milioni di morti per infarto e 3,5 milioni di morti per ictus» avverte Brian Williams, professore di Medicina all’University College di Londra e presidente del Council on Hypertension della Società Europea di Cardiologia. «Non soltanto l’ipertensione provoca infarto e ictus, ma a causa della sua diffusione sono aumentate anche le conseguenze croniche, come insufficienza cardiaca, fibrillazione atriale, demenza. L’ipertensione è una condizione in crescita costante da quasi vent’anni e gli ipertesi nel 2025 saranno due miliardi nel mondo, soprattutto a causa dell’invecchiamento della popolazione: oggi le persone con ipertensione sotto i 50 anni d’età sono il 23 per cento, mentre dopo i 60 anni sono il 60 per cento».
Durante il simposio, per quanto riguarda la prevenzione ampio spazio è stato dato allo stile di vita, in particolare alla corretta alimentazione, che tra l’altro prevede una minore assunzione di sale. «Senza dubbio il cloruro di sodio necessario al nostro organismo è già contenuto negli alimenti, ma in generale si può consigliare un consumo moderato di sale aggiunto come indicano le linee guida dell’American Heart Association, ovvero un cucchiaino da tè per un apporto mai superiore a 2-3 grammi al giorno» consiglia de Simone. «Nel documento “Global Action Plan for the prevention and control of noncommunicable diseases 2013-2020”, fra gli obiettivi di prevenzione, l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda agli Stati membri la riduzione del 30% nel consumo di sodio nella popolazione generale. Ridurre il consumo di sale contribuisce a prevenire non solo l’ipertensione arteriosa e le malattie cardiovascolari ad essa correlate, ma anche altre malattie quali gastrite, tumore dello stomaco, osteoporosi, insufficienza renale. Peraltro una riduzione graduale del consumo di sale favorisce anche una variazione del gusto con più facile adattamento ad alimenti meno saporiti».Nonostante le indicazioni degli esperti, però, si continua a consumare troppo sale: la media in Italia è di 10-12 grammi al giorno. E il maggior consumo riguarda soprattutto le regioni del Sud e le persone meno istruite. «Secondo l’articolo “Geographic and socioeconomic variation of sodium and potassium intake in Italy: results from the Minisal-Gircsi programme”, pubblicato sul British Medical Journal, esiste un significativo gradiente Nord-Sud per il consumo di sale in Italia» conferma Francesco Cappuccio, Vicepresidente della Società Britannica di Ipertensione e Docente di Medicina Cardiovascolare all’Università di Warwick, Regno Unito. «Le persone che vivono nelle Regioni meridionali, in particolare Calabria, Basilicata e Puglia, hanno una maggiore escrezione di sodio che altrove, come Val d’Aosta e Trentino-Alto Adige. Inoltre il consumo di sale nel nostro Paese è significativamente più elevato nei gruppi sociali più svantaggiati: esiste infatti un’associazione lineare anche tra occupazione, livello di istruzione e consumo di sale. Le persone con titolo di studio elementare e scuole medie, se paragonate a quelle laureate, hanno un 5,9% in più di sodio nelle urine».
Cappuccio attribuisce parte della responsabilità di questo scorretto stile di vita alle aziende alimentari. «Un’elevata quantità di sale negli alimenti favorisce il profitto delle aziende, non la salute delle persone» dichiara Cappuccio. «Infatti aumenta la palatabilità, rendendo più appetibili anche i cibi di scarsa qualità. Inoltre l’aggiunta di sale aumenta nel cibo l’assorbimento dell’acqua, incrementando il peso del cibo e quindi il profitto. E poi i cibi salati provocano sete e quindi un maggior consumo di bevande, tra cui quelle gassate e quelle alcoliche, con conseguenze sulla salute e sull’aumento di peso».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum Internazionale “La città del futuro”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

auditoriumRoma 11 e 12 maggio presso Auditorium della Tecnica – Centro Congressi Confindustria, Viale Tupini 65 organizzato dall’Associazione no profit Road to Green 2020 si terrà il Forum dedicato allo sviluppo sostenibile delle città, al ruolo dell’essere umano in questo momento storico, dove epocali cambiamenti contrastano con problemi storici.
Il Forum è gratuito ed aperto a tutti. Durante i due giorni si susseguiranno interventi di esponenti di spicco del mondo delle istituzioni, universitario, della ricerca, della moda sostenibile, saranno presenti startupper, donne imprenditrici, innovatori. Tutti insieme per parlare di sostenibilità. SARA’ PRESENTE IL NUOVO PRESIDENTE DEI GIOVANI INDUSTRIALI DI CONFINDUSTRIA, oltre a molti altri ospiti.
Il tema dello sviluppo sostenibile è, ormai da tempo, al centro di un ampio dibattito sulle diverse strade che possono essere percorse per armonizzare la situazione esistente con i progetti futuri di una città o di un territorio, tenendo ben presente l’imprescindibilità della salvaguardia dell’ambiente, a tutela di chi verrà dopo di noi. Un obiettivo che, seppure difficile ed ambizioso, è diventato un momento di confronto tra diverse ”filosofie”, tutte comunque portatrici di valori importanti che riguardano il rapporto tra uomo ed ambiente e, quindi, dell’esigenza di non intaccare il patrimonio naturale che abbiamo ricevuto in eredità e che, a sua volta, passerà alle generazioni future.
Il profilo della manifestazione, che si avvarrà di competenze internazionali, con contributi frutto di esperienze di esperti di molti Paesi, è confermato dal Patrocinio del Ministero dell’Ambiente; della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; dell’Ambasciata della Slovacchia; dell’Ambasciata di Ungheria; dell’Associazione Interparlamentare di amicizia Italia- Azerbaigian; Associazione di amicizia e cooperazione Italia-Egitto; dell’Associazione di amicizia e cooperazione Italia-Emirati Arabi Uniti; dell’Ordine dei Geologi; di Unindustria; di Confartigianato.L’ampiezza dei temi che faranno da filo conduttore del forum trova conferma nelle aree di esposizione previste e che saranno oggetto di dibattiti ed approfondimenti nei due giorni di lavori: Architettura e costruzioni; Energia; Mobilità; Sostenibilità; Health; Fashion & Beauty.
A parlare di accessibilità sostenibile delle città ci penserà la startup innovativa Skylab Studios, che mostrerà come si possono rendere fruibili le città attraverso la tecnologia, la segnaletica interattiva e l’applicazione della realtà aumentata alla cultura. (foto: auditorium)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arianna Fioravanti: Una vita senza vita. Pirandello in cinquant’anni di lettere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

una vita senza vitaRoma sabato 13 maggio 2017 alle ore 19:00, presso l’Istituto di Studi Pirandelliani e sul Teatro Contemporaneo (Via Antonio Bosio, 13b), sarà presentato il libro di Arianna Fioravanti, Una vita senza vita. Pirandello in cinquant’anni di lettere (Giulio Perrone Editore). Nei cinquant’anni che vanno dal 1886 al 1936, Luigi Pirandello riversa in centinaia di lettere la sua biografia, regalandoci un autoritratto vivissimo delle sue vicende artistiche e familiari, dagli spostamenti giovanili tra Palermo, Roma e Bonn agli esili volontari a Berlino prima e Parigi poi, passando per il matrimonio tormentato con Maria Antonietta Portolano e l’amore infelice per la musa Marta Abba. Interverranno Giovanna e Pierluigi Pirandello, nuora e figlio di Fausto, terzogenito di Luigi; Elio Providenti, scopritore e curatore fra l’altro del grande Epistolario familiare giovanile di Luigi Pirandello. Marcello Amici, Direttore della Compagnia teatrale «La bottega delle maschere» (quest’estate in scena con la XXI Edizione della rassegna teatrale «Pirandelliana»), reciterà i più bei monologhi tratti dalle commedie pirandelliane. Viviana Mancini, attrice, leggerà le lettere che raccontano del “matrimonio d’affari” di Luigi e Antonietta, fino al ricovero di quest’ultima presso una casa di salute mentale. Coordina Paolo Petroni, Presidente dell’Istituto di Studi Pirandelliani e sul Teatro Contemporaneo. Sarà presente l’autrice. (foto: una vita snza vita)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non c’è nessuna emergenza rifiuti nella Capitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

rifiutiRoma. “Mi duole dover tornare sempre sulla situazione ereditata a Roma ma l’opposizione con i suoi continui attacchi mi costringe a ribadirlo. Non c’è nessuna emergenza rifiuti nella Capitale. Come sottolineato dall’assessora Montanari noi in sei mesi abbiamo già presentato un piano rivoluzionario di gestione materiali post consumo (rifiuti urbani) per la Capitale 2017-2021 che prevede la riduzione della produzione annua di 200mila tonnellate, estensione della raccolta differenziata domiciliare con l’obiettivo di arrivare al 70%, impianti di riciclo eco-efficiente per massimizzare il recupero di materia, impianti di compostaggio e “Fabbriche di Materiali” affinché si arrivi al pieno recupero di materia escludendo l’incenerimento”. Così il capogruppo del M5s Campidoglio Paolo Ferrara.”E’ la Regione Lazio a non avere un piano di gestione rifiuti adeguato. Ma Zingaretti dorme e cerca di scaricare le responsabilità sue e del suo partito di 20 anni di malagestione. Come al solito si tenta di giocare una partita sulla pelle dei romani perché Regione e Governo vogliono solo una nuova discarica. Parlano di salti mortali e invece sono stati loro a farli fare ai cittadini per vent’anni. Per di più Renzi si azzarda a promettere di ripulire in un giorno 20 anni di cattiva gestione che il suo Pd e la destra hanno lasciato in eredità ai romani. Il solito spot elettorale. Ma soprattutto un’altra promessa. Come quando aveva detto che avrebbe lasciato la politica in caso di sconfitta al referendum. Insomma, ancora una volta solo chiacchiere” (n.r. Se ci limitiamo ai fatti Roma per quattro giorni è stata invasa dai rifiuti che traboccavano dai cassonetti. Che questa non sia emergenza ne prendiamo atto nel senso che una simile situazione non dovrebbe più ripetersi. Resta solo l’amaro in bocca perché, senza riferirci alla amministrazioni comunali pregresse, questo genere di “disservizio”, sotto l’amministrazione pentastellati, ha avuto più di un precedente.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incendio Pomezia: Intervento sindaca Raggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

regione-lazioRoma. La Sindaca di Roma Virginia Raggi sollecita tramite una lettera la Regione Lazio, l’Arpa Lazio e la Asl Roma 6 affinché procedano al tempestivo invio di dati estesi e puntuali riguardo gli inquinanti presenti in atmosfera e nel suolo in seguito all’incendio divampato presso gli stabilimenti Eco X di Pomezia il 5 maggio. Si invita, inoltre, a un’attenzione particolare per le zone coltivate e per quelle adibite al pascolo.
In particolare, a tutela dei cittadini residenti a Roma sud nei Municipi IX e X, si chiede ai tre enti, ciascuno per la propria competenza, di:
– verificare l’eventuale presenza di diossine e di amianto
– installare apposite centraline mobili per il rilevamento degli inquinanti presenti nell’atmosfera
– eseguire campionamenti a terra per valutare i livelli di inquinamento presenti al suolo
– verificare e valutare la sicurezza delle colture e dei foraggi
– verificare e valutare la potabilità delle acque e delle falde acquifere anche a medio lungo termine. La Sindaca attende, quindi, urgente conferma dell’installazione delle centraline mobili e di ricevere i dati delle verifiche in modo da poter adottare ogni provvedimento utile alla tutela della salute pubblica.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campidoglio, avviso pubblico per concedere immobile confiscato alle mafie per progetti su acqua e beni comuni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

casa dell'acquaAssociazioni ed enti interessati verranno selezionati per essere ammessi al successivo bando di gara per destinare un immobile confiscato alle mafie a enti o associazioni che intendano promuovere progetti o attività legati alla valorizzazione dei beni comuni e, in particolare, dell’acqua come risorsa universale accessibile a tutti.
E’ quanto prevede l’avviso pubblico che è online sul sito istituzionale di Roma Capitale. L’avviso è finalizzato alla selezione di un elenco ristretto di enti privati, associazioni, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali e altri soggetti senza scopo di lucro (come previsto da D.lgs 159/201, Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione) ai quali inviare successivamente la documentazione del bando di gara: la concessione a titolo gratuito riguarda un immobile in via Dell’Acqua Bulicante 316, composto di 12 vani per complessivi 229 metri quadri, confiscato alla criminalità organizzata dal Tribunale di Roma e rispetto al quale il Comune ha avviato le procedure per l’assegnazione.Per poter partecipare alla selezione, ciascun soggetto dovrà presentare una manifestazione di interesse allo svolgimento, all’interno dello stabile posto in concessione, “di attività e progetti socio-culturali volti a promuovere la collaborazione tra cittadini e amministrazione per la valorizzazione dei beni comuni urbani, con particolare riguardo ad iniziative di sensibilizzazione sul valore sociale delle risorse idriche comunali”, si legge nell’avviso. Le domande dovranno essere presentate, a pena di esclusione, entro le ore 12,00 del 23 maggio. Verranno valutate da una Commissione appositamente nominata che ammetterà alla selezione solo un ristretto numero di enti che dimostrino la coesistenza di tutti i requisiti previsti: la significativa esperienza maturata nell’area della valorizzazione dei beni comuni, e nello specifico delle risorse idriche, e la significativa esperienza maturata sul territorio comunale.“Con questo avviso pubblico – dichiara l’assessore al Bilancio e Patrimonio Andrea Mazzillo – confermiamo la volontà di utilizzare per finalità sociali il grande patrimonio di immobili confiscati alle mafie al quale Roma Capitale può accedere, chiedendone l’assegnazione. Proprio per l’alto valore simbolico che possiedono, questi beni sottratti alla criminalità organizzata vanno affidati nel pieno rispetto delle procedure a evidenza pubblica fissate dalla legge, come quella prevista dal provvedimento che verrà pubblicato domani”.“Gli immobili confiscati vanno valorizzati per lo svolgimento di attività che la giunta Raggi ritiene fondamentali per lo sviluppo sociale e culturale della città – afferma l’assessora alla Sostenibilità Ambientale Giuseppina Montanari –. In questo senso, le tematiche riguardanti i beni comuni e la difesa dell’acqua pubblica, come risorsa universale accessibile a tutti, sono al centro dell’azione politica di questa amministrazione”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Macron e l’italiana del suo staff

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

eliseoCaterina Avanza, giovane ed unica italiana dello staff di Emmanuel Macron, oggi è stata ospite di Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Al talk show di Radio1, la Avanza, che fa parte del dipartimento Studi ed Opinioni del Presidente francese, ha raccontato della festa per la vittoria di Macron, rispondendo a molte domande sull’uomo del momento.“Stanotte ho dormito pochissimo, praticamente dopo ieri sera non siamo proprio andati a letto…”, ha esordito l’italiana. Come avete festeggiato? “Dopo il Louvre siamo tornati al quartier generale e abbiamo chiuso le telecamere, zero giornalisti, e siamo rimasti solo coi volontari, lo staff e gli esperti che hanno partecipato alla campagna”. Quanti eravate? “Più o meno cinquecento”. La festa era ‘free drink’? “Si. Almeno questo, dopo un anno di lavoro…” Il Presidente Macron ha bevuto con voi? “Il Presidente – ha detto la Avanza a Un Giorno da Pecora – non beve mai davanti a noi”. E’ astemio? “Non è astemio. Immagino che in famiglia beva, però davanti a noi no. Ha fatto un brindisi a Natale ma di solito no. Nelle foto de ‘la Rotonde’ lo si vedeva con la coppa di champagne, c’è stato tutto uno scandalo quindi evitiamo”. Cosa ha fatto? “E’ stato un po’ con noi, ho l’impressione che, da ieri, sia diventato più inaccessibile”. Che soprannome aveva Macron per voi dello staff? “Lo chiamavamo lo ‘chef’, il capo”. Come ha visto ieri la sua compagna, Brigitte? “Molto commossa, molto umana, molto bella e vera. Alla festa, con lei, c’era tutta la sua famiglia”. Quale politico italiano le fa venire in mente Macron? “Come programma non è molto lontano da quello di Renzi: molto pro europeo e social democratico. La differenza tra i due – ha spiegato la Avanza a Rai Radio1 – e che Macron ha avuto il coraggio politico di non ‘surfare’ mai sul populismo”. E che differenza di stile c’è tra i due? “Macron è molto francese, ieri ha fatto un occhiolino chiaro a Mitterand, con la camminata. Lui è un Presidente ‘En Marche’, quindi ci voleva la ‘marche’”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni francesi: La paura di cambiare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

meloni_3_250x339“Berlusconi intelligentemente ha scelto di non schierarsi con Macron prima delle elezioni francesi. Spero che non voglia diventare ‘Macroniano’ oggi. In ogni caso l’Italia non è la Francia: qui ci sono le condizioni per trovare una sintesi tra sovranismo e popolarismo in quello che noi di Fratelli d’Italia chiamiamo ‘sovranismo di governo’. Certo bisogna volerlo e speriamo che invece non si prediligano quelle larghe intese che tanto vanno di moda oggi in Europa”.
È quanto ha dichiarato a margine della presentazione della candidatura di Mauro Giliberti a sindaco di Legge, Giorgia Meloni.
Interpellata sul risultato delle elezioni francesi ha poi spiegato: “In Francia con Macron vince la paura di cambiare, vince la continuità. E non è una buona notizia perché se non sappiamo come sarebbe stato il futuro con Marine Le Pen sappiamo per certo che il futuro con Macron sarà un futuro nel quale nulla cambia rispetto al passato. Lo dimostra il fatto che la prima tappa europea di Macron da presidente della Francia sarà Berlino, dove andrà a baciare la pantofola di Angela Merkel. Come già fece Renzi prima di lui con i risultati che conosciamo.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rilancio di EUROPASS

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

sicurezza alimentareParma giovedì 11 maggio, alle ore 10.30, nella Sala del Consiglio del Palazzo Centrale dell’Ateneo (Via Università 12) conferenza di presentazione dell’intesa tra Regione Emilia-Romagna e Università di Parma, nell’ambito del raccordo istituzionale con EFSA, per il rilancio di EUROPASS. Alla conferenza stampa interverranno il Rettore dell’Ateneo Loris Borghi, l’Assessore Regionale a coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro Patrizio Bianchi, il Direttore esecutivo di EFSA Bernhard Url e l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa. A seguire, a partire dalle ore 11, si terrà nell’Aula Magna dell’Università di Parma il convegno “Unione Europea tra sicurezza alimentare e sfide globali”.
Dopo i saluti del Rettore dell’Ateneo Loris Borghi, la presentazione del progetto EUROPASS da parte di Lorenza Badiello, Responsabile della Delegazione dell’Emilia-Romagna presso l’Unione Europea, e l’introduzione ai lavori di Laura Pineschi, Presidente del CSEIA – Centro Studi in Affari Europei e Internazionali dell’Ateneo, interverranno il Sottosegretario di Stato Sandro Gozi, l’Assessore regionale Patrizio Bianchi e il Direttore esecutivo di EFSA Bernhard Url. Modera l’incontro Chiara Dall’Asta, Delegata del Rettore ai rapporti con EFSA e Regione Emilia-Romagna per EUROPASS.L’attenzione si concentrerà in particolare sul “Libro Bianco sul futuro dell’Europa: riflessioni e scenari in materia di sicurezza a 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma”, un contributo della Commissione Europea alla celebrazione di tale anniversario, che contiene, tra l’altro, riflessioni in materia di sicurezza alimentare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Invecchiamento attivo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

Porto AnconaAncona. Conferenza nazionale giovedì 11 maggio ad Ancona “L’Indice di invecchiamento attivo in Italia: utilizzo e implicazioni politiche” (Regione Marche, Palazzo Li Madou), organizzata dall’Inrca – Istituto Nazionale di Riposo e Cura Per Anziani, in collaborazione con la Commissione europea e la Commissione Economica europea delle Nazioni Unite (Unece). Comprendere le dinamiche necessarie per realizzare politiche per l’invecchiamento attivo in Italia, partendo dagli strumenti oggi disponibili (come l’Indice di Invecchiamento attivo elaborato a livello europeo), è l’obiettivo della promozione di politiche in favore dell’invecchiamento attivo è uno dei principali strumenti messi in campo in Europa per affrontare la sfida rappresentata dal crescente aumento dell’età media, per contribuire a raggiungere benefici in termini di salute e benessere a tutti i livelli. Sia per gli anziani, grazie ad attività di prevenzione e di promozione di stili di vita sani in grado di prevenire malattie e disabilità che, di conseguenza, per la società nel suo complesso.La crescente attenzione verso il tema rende cruciale avviare un confronto politico in tale direzione. Dopo i saluti istituzionali di Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona, Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche, Gianni Genga, direttore generale Inrca, Fabrizia Lattanzio, direttrice scientifica, e Maria Novella Luciani, direttore Ufficio Ricerca e innovazione in sanità, Ministero della Salute, la conferenza partirà da una descrizione del contesto europeo per poi focalizzarsi sulle politiche per l’invecchiamento attivo in Italia, anche grazie a testimonianze sui percorsi attivati per promuoverlo a livello regionale.L’importanza della conferenza è testimoniata da relatori di alto profilo, tra cui Asghar Zaidi, Prof. di Politiche internazionali Università di Southampton, Luciana Quattrociocchi, Dirigente Servizio struttura e dinamica sociale dell’Istat, Andrea Principi del Centro ricerche economico-sociali sull’invecchiamento dell’Inrca, Pietro Checcucci, ricercatore del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, Renata Bagatin, Consigliere regionale Fvg, Serenella Tasselli, Responsabile inclusione sociale, contrasto alle povertà e anziani Regione Umbria, Massimo Magi, Presidente regionale Fimmg, Manuela Carloni, Presidente Regionale Auser, Andrea Marini, Segretario regionale Uilp, Bruno Bucciarelli, Presidente Confindustria Marche, oltre che il prof. Roberto Bernabei, presidente della rete Italia Longeva.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riunioni delle commissioni e dei gruppi politici, Bruxelles

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

BruxellesBruxelles. Brexit. La situazione dei cittadini dell’UE che vivono nel Regno Unito sarà al centro di un’audizione pubblica organizzata congiuntamente dalle commissioni Libertà Civili, Petizioni e Occupazione del Parlamento europeo. Interverranno il coordinatore del Parlamento per la Brexit Guy Verhofstadt e Anne-Laure Donskoy del gruppo «The 3 million», che rappresenterà i cittadini dell’UE nel Regno Unito. (Giovedi)
Tassazione. La commissione d’inchiesta del Parlamento per il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale parlerà con i rappresentanti delle Isole del Canale della Manica, di Gibilterra e di Madeira circa i loro regimi fiscali, l’entità della cooperazione con l’UE e come le autorità combattono il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale. (Martedì)
Preparativi della plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria dal 15 al 18 maggio a Strasburgo, dove voteranno su nuove regole che permetteranno ai cittadini che risiedono temporaneamente in un altro paese dell’UE di poter accedere a musica online, giochi e film con un contratto sottoscritto nel loro paese, nonché su una revisione delle riforme adottate in Kosovo e in Serbia nel 2016. I deputati discuteranno anche sulla Brexit, in particolar modo riguardo le linee guida per i negoziati con il Regno Unito approvati dal Consiglio europeo. Infine, il Parlamento discuterà e voterà sulla soluzione dei due Stati in Medio Oriente con il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.
Agenda del presidente. Il presidente del PE Antonio Tajani sarà in Spagna a consegnare la laudatio al vincitore del premio europeo Carlos V, martedì. Giovedì il presidente parlerà alla plenaria della commissione delle regioni. Venerdì, Tajani parteciperà a Roma alll’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mondo russo e orientale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

AntonianumRoma Martedì 16 maggio 2017 – ore 17 Pontificia Università Antonianum – Sala S. Bernardino da Siena – Viale Manzoni, 1. Relatore: p. ADALBERTO PIOVANO (Monastero di Dumenza), Esperto di monachesimo e spiritualità russa Saluto di SR MARY MELONE, Rettore Magnifico della Pontificia Università Antonianum. Introduce dott. Romano Cappelletto, Ufficio Stampa Paoline. Si concentra sul variegato mondo della spiritualità russa e orientale il quarto e ultimo appuntamento (dopo quelli del 22 febbraio su San Francesco e del 20 marzo su Charles De Foucauld e del 4 aprile su Lutero) del ciclo di incontri Riforma e Riforme: una ricchezza per la Chiesa, organizzato dalla casa editrice Paoline e la Pontificia Università Antonianum in occasione del quinto centenario dell’episodio che ha dato avvio alla Riforma luterana. Quello della riforma e delle riforme è un tema caro alla Chiesa, soprattutto nella misura in cui sappia riconoscersi come popolo in cammino, come segno che rimandi al suo centro, Gesù, e non come realtà immutabile nelle sue forme, strutture e consuetudini. Da sempre i “riformatori” abitano la storia del cristianesimo, muovendosi spesso su un terreno difficile, tra obbedienza alla gerarchia e riconoscimento della verità teologica della Chiesa, ma anche denuncia del peccato al suo interno e testimonianza di un anelito spirituale non tacitabile. Un terreno difficile dai confini non sempre chiaramente definiti, lungo il quale è comunque possibile riconoscere vicende di esplicita e intenzionale rottura o fedele – finanche sofferta – obbedienza, mentre riecheggia inalterato l’appello a tracciare i sentieri di un sempre rinnovato dialogo.Con questo ciclo di incontri la Casa editrice Paoline e la Pontificia Università Antonianum desiderano mettere al centro della riflessione il tema della Riforma e delle Riforme, nella loro articolazione dentro e fuori la Chiesa cattolica e nel loro apporto positivo in termini di riflessione teologica e spirituale. I quattro incontri intendono articolare la riflessione a partire da quattro “luoghi”, cronologici e geografici, della storia del cristianesimo, di cui si tenta di leggere la complessità storica, i caratteri peculiari di novità, gli elementi di arricchimento per la Chiesa di oggi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano saluta i gioielli senza tempo del Defilé Auto e Moto Anteguerra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

Defilé Auto1La pioggia non ha fermato le impavide protagoniste del Defilé Auto e Moto Anteguerra, partito da Varese domenica mattina e conclusosi al pomeriggio in Piazza della Scala a Milano, dove oltre cinquanta veicoli hanno sfilato come in una cartolina d’altri tempi sotto i flash e lo stupore della folla accorsa per ammirare le classic.
Il corteo, con le moto a fare da apripista, ha lasciato i Giardini Estensi di Varese alle 9.45, allo sventolare del tricolore, in direzione del capoluogo lombardo. Come se fossero appena sbucate dall’inizio del Novecento, guidate da piloti in perfetto stile vintage, auto e moto hanno percorso le strade della campagna prealpina verso il Comasco, e quindi l’autostrada fino alla Fiera di Milano, dove il corteo ha poi fatto breccia nel cuore della città, tagliando il traguardo davanti a Palazzo Marino.
Defilé Auto2A mezzogiorno, dopo l’arrivo e l’esposizione delle moto, ogni vettura è stata presentata e fotografata da curiosi e appassionati, accalcati per vedere da vicino questi gioielli della meccanica perfettamente conservati, e ancora capaci di far girare la testa con l’eleganza senza tempo delle loro livree scintillanti.
Il pubblico ha inoltre partecipato in prima persona, esprimendo il proprio voto sulla moto e l’auto più amata. Quasi 300 cartoline celebrative dell’evento hanno decretato come vincitrici tra le due ruote, la Brough Superior SS 80 de Luxe del 1939, la Indian 1000 del 1912 e la Moto Guzzi GT Norge del 1929. La Lancia Augusta del 1934 ha rubato la scena e il cuore dei votanti insieme alla Isotta Fraschini Tipo 8 del 1923 e alla Lancia Astura del 1933. I Club, tutti federati ASI, organizzatori e partecipanti alla manifestazione – CMAE di Milano, VAMS di Varese, GAMS Gallarate, VCC Como e Club Orobico, hanno invece decretato la vettura e la moto più elegante: Hudson Super Six del 1924 e Moto Guzzi Sport 13 del 1928.Alla manifestazione, organizzata con il patrocinio del Comune di Milano e della Regione Lombardia, era presente l’Assessore alla Mobilità Marco Granelli, al quale il Presidente del CMAE Marco Galassi, ha consegnato uno speciale elemento decorativo raffigurante il Duomo di Milano, per ringraziare della partecipazione e del supporto dell’Amministrazione Pubblica e per ribadire il forte legame che da sempre lega il Club milanese e la sua città. (foto: Defilé Auto)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Necessaria una rete reumatologica in tutte le regioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

Ministero saluteCreare una rete reumatologica in tutte le regioni per garantire l’assistenza migliore possibile ai malati reumatici e istituire, al più presto, un apposito fondo nazionale per i farmaci biologici in reumatologia. E’ questa la richiesta avanzata dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR) alla luce dei dati epidemiologici relativi all’introduzione, ormai 20 anni fa, di queste terapie. “Le oltre 150 malattie reumatiche colpiscono cinque milioni di italiani – afferma il prof. Mauro Galeazzi Presidente Nazionale della SIR -. Si tratta di numeri importanti, è quindi indispensabile che le Istituzioni, il Ministero della Salute, l’Agenzia Italiana del Farmaco e le Regioni comprendano quanto siano fondamentali i farmaci biologici nel trattamento di alcune di queste. Garantiscono, infatti, una buona qualità di vita e quasi sempre consentono ai malati di tornare ad una esistenza normale. Le complicanze legate al lupus eritematoso per esempio si sono ridotte in modo importante. Lo stesso vale anche per l’artrite reumatoide (AR) e per tutte le artriti croniche infiammatorie che, nel loro insieme, interessano circa 450mila italiani. A fine anni 90, infatti, un paziente affetto da AR aveva un’aspettativa di vita di dieci anni in meno rispetto alla popolazione generale. Oggi invece è assolutamente identica”. Il nostro Paese, purtroppo, risulta al terzultimo posto in Europa per la prescrizione di farmaci biologici in ambito reumatologico. “Queste cure che in Italia hanno mediamente il prezzo più basso di tutto il Vecchio Continente – aggiunge il prof. Galeazzi – hanno drasticamente ridotto il numero dei ricoveri ospedalieri che ormai sono quasi inesistenti. E inoltre permettono di abbattere anche i costi legati alle assenze dal lavoro e alle pensioni di invalidità. L’artrite reumatoide, invece da sola, implica costi sociali per oltre 3 miliardi di euro l’anno. I guadagni e i risparmi che possiamo ottenere, sia per i singoli pazienti che per l’intera collettività, sono impressionanti. E’ perciò fondamentale che queste terapie innovative siano utilizzate da tutti i reumatologi, ovviamente sempre rispettando i criteri di appropriatezza. Tuttavia oggi assistiamo a continui inviti, da parte degli assessori regionali e dei direttori generali delle aziende sanitarie, a un contenimento dei costi legati ai farmaci biologici”. “Un fondo per le cure ma anche una grande attenzione alla prevenzione – aggiunge il Presidente SIR -. Come SIR partiremo con campagne educazionali in particolare contro il fumo che è un vizio che va assolutamente contrastato ma anche contro l’inquinamento da polveri sottili che sembrano poter contribuire nel determinare la comparsa anche dell’artrite. Le sigarette infatti non sono responsabili dell’insorgenza solo del cancro e di disturbi cardio-vascolari o respiratori. Anche le malattie reumatologiche risultano più diffuse tra i tabagisti”. “Le innovazioni terapeutiche e, in particolare, i farmaci biologici hanno davvero segnato una forte discontinuità – conclude il prof. Galeazzi -. Per questo chiediamo l’istituzione di una rete reumatologica regionale e di fondo simile a quello ottenuto per i farmaci oncologici che almeno in parte potrebbe provenire da un aumento delle accise sul tabacco. Così facendo potremmo garantire ai pazienti di tutte le regioni queste efficaci molecole salvavita che rappresentano un fondamentale investimento di salute pubblica. Infine potremmo anche disincentivare uno stile di vita estremamente pericoloso”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un ponte tra i poveri e le Nazioni Unite

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

Onu palace“I diritti umani sono in pericolo ogni giorno. Proteggerli e promuoverli è la missione e la ragione di essere di Franciscans International”. Così scrive fra Joseph Rozansky OFM, Presidente del Comitato di Amministrazione di Franciscans International, nella lettera che introduce il Report annuale dei programmi sostenuti e realizzati nel 2016 dall’organizzazione che si impegna a portare i valori del Vangelo a livello locale, nazionale e in seno alle Nazioni Unite.È stato proprio di fra Joseph il primo intervento dell’incontro tenutosi ieri pomeriggio per far conoscere l’impegno e l’operato di una organizzazione che appartiene a tutto il “mondo francescano”. Fra Joseph si è detto particolarmente lieto di tenere l’incontro in Assisi, nel Refettorietto del Convento Porziuncola, cuore del francescanesimo.Dopo di lui ha preso la parola padre Claudio Durighetto, Ministro provinciale dei Frati Minori dell’Umbria, per rivolgere un saluto – soprattutto in qualità di Presidente del Mofra (Movimento francescano) dell’Umbria – ai numerosi presenti che hanno risposto all’invito per conoscere i nostri fratelli che rappresentano il volto e la voce francescana presso le Nazioni Unite. “Mentre ancora si stava svolgendo a Roma il Concilio ecumenico Vaticano II, circostanze provvidenziali ci portarono a rivolgerci direttamente all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. E davanti a quel vasto areopago ci facemmo l’avvocato dei popoli poveri”: ricordando questa affermazione di Paolo VI, contenuta nell’Enciclica Populorum progressio di cui ricorrono i 50 anni dalla pubblicazione, ha indicato una sintesi profetica di quello che oggi è e fa Franciscans International a nome della Chiesa e dei francescani.Un saluto è stato rivolto anche dal vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, che ha ripreso l’espressione “farsi avvocato dei poveri” ritenendola realizzabile solo “vestendo i panni dei poveri”: in tal senso il nuovo Santuario della Spogliazione, che verrà inaugurato con un ricco programma dal 14 al 21 maggio, suggerisce la modalità – di essere prima che di annuncio – che Francesco d’Assisi fece sua proprio all’inizio del suo cammino nella Chiesa alla sequela di Cristo povero e crocifisso.
L’incontro è stato patrocinato dal Comune di Assisi che si mostra attenta a queste tematiche, sia per la forte impronta francescana che la caratterizza da otto secoli, sia per la presenza del sindaco Stefania Proietti, impegnata personalmente nel proprio cammino nella Chiesa e in ambito professionale su questioni ambientali. La Proietti si è detta commossa di ospitare l’evento, di ricevere in città una così numerosa rappresentanza di Franciscans International invitando i vari membri a sentirsi a casa ed auspicando che altre loro iniziative possano nascere in Assisi, patrimonio Unesco, e dalla cittadina serafica “spiccare il volo” per il mondo intero.All’incontro era presente anche p. Michael A. Perry, Ministro generale dei Frati Minori e Presidente di turno CIF-TOR, che ha sottolineato la necessità, particolarmente urgente in questo momento storico, di organizzazioni come Franciscans International che si spendano per la pace nel mondo, e perché la nostra sia una società fondata sulla solidarietà ed il rispetto della dignità umana, insieme al rispetto e alla cura dell’ambente. P. Michael, riportando alcune recenti esperienze fatte di persona in seguito ad alcune visite ai frati minori che vivono in Siria, Kenia e Papua Nuova Guinea, ha ribadito come si debba superare un possibile scetticismo circa un coinvolgimento dei francescani nei “luoghi di potere”, per passare dal chiedersi se dobbiamo essere anche in quei posti, alla consapevolezza di doverci essere per parlare per coloro che non possono farlo, che non hanno voce e che pure soffrono! Un’ultima provocazione, molto efficace, del Ministro generale è stata quella di indicare Franciscans International non localizzata negli uffici di Ginevra o di New York, e nemmeno rappresentata solo da coloro che fattivamente vi operano, ma viva in tutti i francescani presenti francescani, di qualunque “colore o appartenenza”: presbiteri, terziari, suore, frati minori, conventuali, cappuccini. L’intervento conclusivo è stato di fra Markus Heinze, Direttore esecutivo di Franciscans International, che ha ripreso dall’ultima provocazione lanciata dal Ministro generale e aggiungendo che da circa 30 anni questa organizzazione è attiva e ancora quasi del tutto sconosciuta, persino in ambito francescano. La Comunità internazionale in qualche modo riconosce i diritti umani, ma è sotto gli occhi di tutti come e quante situazioni di discriminazioni persistano nel mondo, quanta gente vive in condizione di povertà estrema oppure non vede tutelati i diritti base che prescindono dal credo, dalla nazionalità, … e il creato, la nostra casa, è spesso abusato, sfruttato per un profitto. È necessario, dunque, che ci siano persone desiderose di spendersi in una continua “traduzione” dei valori evangelici per promuoverli nelle sedi delle decisioni politiche, con modalità e linguaggi ad essi appropriati. Senza perdere il contatto con le situazioni concrete di coloro che vivono, insieme alla gente, le situazioni disagiate nelle varie zone del mondo: e così essere un ponte tra loro e le Nazioni Unite, senza mai arrendersi davanti agli insuccessi o agli ostacoli, perché questo chiede la carità.L’incontro, molto più ricco di quanto è stato possibile riportare in questa sintesi, è stato anche incredibilmente contenuto nei tempi. È seguito un rinfresco durante il quale si è voluto favorire l’ulteriore conoscenza derivante dal contatto personale con i membri di Franciscans International presenti in Refettorietto. Al termine i presenti si sono recati nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli per la preghiera del Vespro.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

P.A. e Scuola: Rinnovo contratto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 maggio 2017

La titolare della Funzione Pubblica ha detto che questa settimana o la prossima sarà approvato in Consiglio dei Ministri il testo unico sul pubblico impiego. Entro maggio si chiuderà la fase legislativa della riforma. ‘Subito dopo l’approvazione dei decreti in CdM, a giugno o comunque prima dell’estate’ firmerà l’atto d’indirizzo, ovvero la direttiva per lo sblocco dei contratti nel pubblico impiego. Appello del giovane sindacato alle altre organizzazioni: non firmate.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): rinnovare il contratto per ricevere un’elemosina di aumento non ci interessa. Le 83 euro lorde finanziate dagli ultimi due Governi (solo 56 euro nette), tra l’altro da conferire su queste cifre solamente a chi percepisce stipendi più ridotti per via della nuova politica alla ‘Robin Hood’, rappresentano una quota molto al di sotto di quella minima e necessaria per adeguare le buste paga almeno al costo della vita. E ci si allontanerebbe anche dall’accordo generale di novembre. Solo per allineare l’indennità di vacanza contrattuale al 50% dell’aumento dell’inflazione certificata tra il 2008 e il 2015 bisognerebbe dare in media a ogni dipendente, che percepisce stipendi da 1.500 euro, un aumento di 106 euro netti. Con l’incremento che dovrebbe essere applicato non da ora, ma a partire da settembre 2015. Salvo recuperare una cifra analoga di aumento mensile per la firma del contratto.Ecco perché Anief ha deciso di ricorrere per il recupero dell’indennità di vacanza contrattuale nello stipendio, siaper i dipendenti della Scuola, sia per i lavoratori della Pubblica Amministrazione.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »