Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 11 luglio 2019

Sicurezza, percezione della giustizia e rapporto con le forze dell’ordine

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Sono temi di grande attualità quelli affrontati in una indagine condotta da Altroconsumo che tra l’ottobre ed il novembre 2018 ha intervistato circa 1800 persone tra i 25 ed i 74 anni, allo scopo di tracciare un quadro del nostro senso di sicurezza e confrontarlo sia con inchieste precedenti, sia con i dati oggettivi che vengono annualmente forniti dal Ministero dell’Interno ma anche con i risultati relativi ad altri Paesi europei.
Confrontando i dati ufficiali forniti dal Viminale, delitti, furti, rapine e omicidi sono oggettivamente in calo, un trend che va avanti da diversi anni. Tutto ciò però si scontra con un’aumentata percezione di insicurezza da parte dei cittadini. Basti pensare che il 37% degli intervistati coinvolti nell’indagine Altroconsumo ritiene che ci sia un alto livello di criminalità nelle ore notturne nella propria città di residenza, il 19% di giorno. Un dato che, ad esempio, in Portogallo si ferma rispettivamente al 17% (di notte) e 8% (di giorno). Grande insicurezza anche per chi utilizza i mezzi pubblici: solo 1 su 4 vi si sente sicuro di giorno (1 su 6 di notte).
Tra le persone che percepiscono un maggiore senso di insicurezza troviamo le donne e le persone con più di 44 anni. Le differenze – oltre che di genere e anagrafiche – ci sono anche a livello geografico: chi vive in aree urbane ha più paura di chi abita in zone rurali; i cittadini del Centro, Sud e Isole si sentono meno sicuri di chi abita al Nord. Anche avere un basso livello di istruzione o una situazione economica non agevole aumenta la percezione di insicurezza.Un quadro complessivo che conferma quanto si riscontra anche in altri Paesi ovvero che c’è uno scarto tra la sicurezza oggettiva e quella percepita. Uno scarto che in Italia va incontro ad un trend di crescita.I dati ufficiali forniti da Ministero dell’Interno segnalano infatti che nel 2018 – rispetto al 2017 – i delitti sono diminuiti quasi del 9%, gli omicidi del 14% le rapine dell’11% e i furti di oltre l’8%. Nonostante ciò, confrontando i dati sul senso di insicurezza degli italiani oggi con l’inchiesta di 11 anni fa emerge che il senso di pericolo è in aumento. Ad esempio, coloro che si sentono insicuri in casa propria sono triplicati (4% nel 2007 VS 12% nel 2018); il 26% si sente insicuro di notte nel quartiere in cui vive (17% nel 2007); aumenta anche la percentuale di chi si sente insicuro di notte nella città in cui vive (38% 2018 VS 23% nel 2007). Il rapporto con le forze dell’ordine è anch’esso un tema delicato: secondo il 74% degli intervistati, il livello di vigilanza diurna nel proprio quartiere è inadeguato; se poi si parla di vigilanza nelle ore notturne, la percentuale aumenta all’85%. La poca efficienza non sembra però essere attribuita alla capacità delle forze dell’ordine, quanto ad una mancanza di risorse: il 54% degli intervistati ritiene infatti che il numero di agenti sia troppo ridotto e il 45% che siano costretti a lavorare in condizioni difficili, con infrastrutture ed equipaggiamento carenti Anziani e persone con un basso livello di istruzione tendono ad avere più fiducia nelle forze dell’ordine mentre c’è meno fiducia tra coloro che hanno un livello di reddito inferiore.Per quanto concerne la percezione del funzionamento della giustizia, ben pochi Italiani sembrano ancora credere nella magistratura: il 13% degli intervistati dice di non aver fiducia nel sistema giudiziario italiano. Il 78% del campione auspica che in caso di omicidi, i colpevoli scontino interamente la loro pena, senza condizionali, e il 67% vorrebbe un inasprimento delle pene per reati minori come furti e rapine.Con riferimento, alle esperienze vissute dal campione di intervistati, il 40% ha affermato di aver subito un crimine negli ultimi 5 anni, l’11% nell’ultimo anno, per quanto si tratti principalmente di reati minori. Eppure, guardando alle denunce, il 27% decide di non sporgerne perché convinto che non ne valga la pena, un segnale di mancanza di fiducia e di senso civico. (n.r. Sicuramente i dati, registrati dal ministero competente, sarebbero meno “ottimistici” se nel conto aggiungessimo quanti rinunciano a denunciare un illecito penale non fidandosi della giustizia per via dei suoi passaggi faraginosi e della sua lunghezza e quanto altro. Chiedetelo ai poliziotti che arrestano uno che delinque e spesso se lo ritrovano il giorno dopo a fare la stessa cosa e per giunta beffeggiandoli.)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia: Italia-Russia. Il PDL trasparenza va votato subito

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

È di oggi la notizia dell’apertura di un’inchiesta da parte della Procura di Milano sui fatti emersi dalle registrazioni pubblicate sul sito BuzzFeed relativi all’associazione culturale Lombardia-Russia. Luigi Piccirillo, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Proprio ieri in Commissione regionale abbiamo avuto la conferma da parte del Procuratore Dolci, capo della Direzione Distrettuale Antimafia, che la richiesta di trasparenza contenuta nel nostro progetto di legge è un passo avanti nella giusta direzione.Gli accertamenti, anche su associazioni con scopi culturali, ci ha confermato la dott.ssa Dolci, sono necessari. Con la nuova legge tutto dovrà essere reso pubblico. Per questo è fondamentale che il consiglio regionale lombardo lo approvi al più presto”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia: “Autonomia si farà”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

“L’autonomia si farà con serietà e impegno. Non accettiamo inutili fughe in avanti o forzature, lavoriamo responsabilmente sui testi per tutelare tanto i lombardi quanto tutti gli italiani.
Ovviamente rispetteremo il referendum, per il M5S ha un valore assoluto perché è espressione della volontà diretta dei cittadini, e il contratto di Governo.
Di certo sul tema non prendiamo lezioni da Forza Italia, partito storicamente e culturalmente contrario all’autonomia. Le dichiarazioni degli esponenti lombardi risultano assolutamente ridicole e sono smentite dai loro massimi dirigenti nazionali.
Carfagna e Prestigiacomo si sono affrettate nei giorni scorsi a rilasciare interviste all’insegna della totale contrarietà del partito all’autonomia di Lombardia e Veneto. È il centralismo e l’assistenzialismo il loro modello politico-istituzionale”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, interviene nel dibattito sull’autonomia.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carola Rackete da indagata diventa accusatrice

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

“Inaccettabile attacco alla libertà di espressione da parte delle solite truppe immigrazioniste. L’indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina Carola Rackete chiede il sequestro dei profili social Facebook e Twitter del Ministro della Repubblica italiana Matteo Salvini per metterlo a tacere. Secondo questa gente chiunque si schieri contro l’immigrazione di massa dovrebbe essere censurato e messo nelle condizioni di non esprimere il suo pensiero. Episodio gravissimo che dimostra l’arroganza di chi è convinto di poter dettare legge a casa nostra. Piena solidarietà e sostegno al nostro Ministro dell’Interno. Mi auguro che le istituzioni e tutte le forze politiche avranno la decenza di prendere le distanze da questo ennesimo attacco alla nostra democrazia”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In edicola domani, venerdì 12 luglio, con Il Sole 24 Ore

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Con il quotidiano gli approfondimenti sull’economia di Lazio, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo e Molise.
Lo stallo della nuova pista dell’aeroporto di Firenze e le preoccupazioni delle imprese per gli investimenti a rischio in tutta la Regione. Ma anche il primato dell’Università di Bologna nel supercalcolo e le nuove risorse in arrivo grazie alla partnership fruttuosa tra ateneo, regione, capitali e aziende sul territorio. I numeri delle start up più innovative del Lazio e le iniziative nella Capitale per far nascere l’hub specializzato in networking e formazione digitale. Sono solo alcune delle inchieste contenute nel Rapporto Centro in edicola venerdì 12 luglio con Il Sole 24 Ore che racconterà economia, finanza e personaggi del territorio dell’Italia Centrale. Attenzione rivolta a Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo e Molise. L’inchiesta sull’Aeroporto di Firenze apre il Rapporto Centro del Sole 24 Ore: la nuova pista dell’aeroporto, attesa da 30 anni, è appesa a una sentenza del Consiglio di Stato che non arriverà prima di fine 2020, facendo così perdere gli investimenti attesi, 200 milioni di Pil e 10mila posti di lavoro. E ancora il derby con l’aeroporto di Pisa e i 4 milioni di toscani costretti a utilizzare gli scali di altre regioni.
A seguire il rilancio della nuova Banca del Fucino e il suo impatto su Lazio e Abruzzo, le nomine in arrivo per la cassaforte del Papa, ma anche il risiko delle banche, le iniziative a sostegno delle imprese e del territorio, le aziende che tornano ad assumere. Il Rapporto Centro, in edicola venerdì 12 luglio con Il Sole 24 Ore, è il primo di una serie che in 12 pagine scandaglierà punti di forza, tendenze, cambiamenti economici del territorio con inchieste tematiche, case history aziendali e ritratti dei protagonisti dell’economia locale. Scopri il nuovo http://ilsole24ore.com

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Roberto Gualtieri ed Antonio Tajani eletti Presidenti di commissione

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Tajani è stato nominato alla guida della commissione Affari costituzionali e Gualtieri alla Commissione Problemi economici e monetari. Italiani anche i vicepresidenti di altre 5 commissioni: Bartolo a Libertà civili, giustizia e affari interni, Chinnici a Controllo dei bilanci, Ferrandino a Pesca, Toia a Industria, ricerca ed energia e Stancanelli alla Giuridica.Le 20 commissioni del Parlamento europeo hanno eletto oggi le loro cariche interne per i prossimi due anni e mezzo. Tra i prescelti per la presidenza e le vicepresidenze 5 eurodeputati italiani.“Sarà per me un onore guidare i lavori della commissione Affari Costituzionali del Parlamento europeo”, ha affermato oggi Antonio Tajani, PPE-Forza Italia, “lavorerò subito sulla Brexit e su un grande progetto di riforma dell’Europa. In questo proseguirò lo sforzo profuso da Presidente del Parlamento europeo per rendere le istituzioni sempre più vicine ai cittadini europei e continuerò il mio lavoro per dare finalmente al Parlamento europeo il potere di iniziativa legislativa”.
“È un onore e una grande responsabilità – il commento di Roberto Gualtieri, S&D-PD – essere stato riconfermato Presidente della Commissione per gli affari economici e monetari. Continuerò a battermi per un’Europa della crescita, del lavoro, dell’equità e della coesione. Servono più investimenti per l’innovazione e la sostenibilità ambientale e sociale, occorre riformare e completare l’Unione economica e monetaria, contrastare il dumping fiscale e attuare il pilastro sociale. Sono obiettivi ambiziosi, ma ce la metteremo tutta”.
All’Italia sono andate anche 5 vicepresidenze di commissioni parlamentari: Pietro Bartolo, Caterina Chinnici, Giuseppe Ferrandino e Patrizia Toia, S&D-PD, sono infatti da oggi, rispettivamente, vicepresidente della commissione Libertà civile, giustizia e affari interni, della commissione Controllo dei bilanci, della commissione Pesca e di quella Industria, ricerca ed energia. Raffaele Stancanelli, ECR-Fratelli d’Italia, è stato eletto alla vicepresidenza della commissione Giuridica.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra personale: “Onde di Montagna”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Capalbio (GR) dal 20 al 25 luglio 2019 e con l’inaugurazione sabato 20 luglio alle ore 19.00 al Palazzo Collacchioni di Capalbio della mostra personale “Onde di Montagna” di Susanna Montagna, già conosciuta per aver partecipato a numerose collettive e personali (Biblioteca Angelica, Ambasciata della Repubblica araba d’Egitto, Camera dei Deputati, Palazzo della Cancelleria, Arte Borgo Gallery). Sarà a cura di Studio MOCA di Roma con il Patrocinio del Comune di Capalbio e con l’allestimento del chiostro a cura della Bottega del Camaleonte.
La mostra verrà e, a seguire, l’artista sarà protagonista di una sua performance, una session riguardante la conclusione di una sua opera. Conosciuta come la ‘ pittrice di onde”, Susanna Montagna ha ultimamente partecipato alla scenografia in movie-motion di Antonija Pacek, sia all’Auditorium Parco della Musica di Roma, che al Teatro Dal Verme di Milano.Il mare è protagonista indiscusso di una serie di opere che rappresentano onde giganti materiche. L’abilità dell’artista sta nel saper riproporre un unico soggetto senza mai cadere nella monotonia.La sua tecnica pittorica che mescola sabbia, cemento, stucco con pigmenti puri, conferisce all’insieme una resa poetica di forte impatto che arriva per assurdo a riprodurre il suono di quelle onde. Onde dove si può dimenticare il tempo che passa e valorizzare al meglio l’istante.Per l’artista il passato è passato, il futuro sarà futuro, quindi il presente è una continua onda, da vivere qui ed ora. L’onda è vita, arriva s’infrange e poi ricomincia a ripetizione il suo percorso. La vita è una continua onda, è una rincorsa verso il tempo che scorre.Susanna Montagna ha una sua propria visione della vita: la vita va vista a ”pancia in su”, dentro un turbinio di onde dove il mondo ci appare ”sottosopra”, niente è in ordine: siamo noi a scegliere. Per questo motivo l’artista si firma al contrario. http://www.susannamontagna.com/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: Firmato il CCNL per gli 8 mila presidi

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Gli stipendi salgono a luglio a 4.826,13 euro, comprensivi di tabellare, Ivc e parte fissa della retribuzione di risultato. Tutti gli assunti dal 2016 prenderanno 11.046,34 euro di arretrati. Scompare definitivamente l’indennità di dirigenza al 50% dei collaboratori vicari, mentre la perequazione esterna parte a rilento: persi 21.597 euro che si potranno recuperare ricorrendo con Udir al giudice del lavoro. Marcello Pacifico (Udir): Ora siamo pronti a ricorrere anche al Tar contro il Miur per riallineare i Fun e ridistribuire altre 5 mila euro pro capite annui a partire dall’ultimo triennio grazie allo sblocco del salario accessorio.Certamente, dopo un decennio di blocco stipendiale, è ossigeno quello che respirano i dirigenti scolastici in servizio che si vedono lo stipendio tabellare salire da 41.968 euro annui del 2016 a 46.134,81 euro del 2019 e la retribuzione di posizione parte fissa da 3.168,68 euro a 12.365,11 euro per lo stesso periodo, a cui aggiungere fino a 46.134,81 euro di retribuzione di posizione, parte variabile, reggenze e retribuzione di risultato (rispetto a 34.195,86 euro precedenti).Ma resta l’amarezza per la firma di un accordo che ancora una volta discrimina i dirigenti della scuola dai dirigenti Afam e dell’università e della ricerca per lo stesso triennio 2016-2018, perché i presidi prenderanno, comunque 9.196 euro in meno per il 2016, per il 2017 e 6.205 euro in meno per il 2018. Per questo, Udir ha confermato al proprio ufficio legale la volontà già annunciata di impugnare l’articolo 39 del contratto appena firmato dalle altre organizzazioni sindacali. Se l’azione legale avrà successo al giudice del lavoro, i dd.ss. recupereranno altri 22 mila di arretrati.Ma la denuncia del sindacato non si ferma qui, perché dopo l’approvazione della legge 14/2019, il salario accessorio anche dei dirigenti per il triennio 2016/2019 dovrà essere sbloccato, e conseguentemente, riversata la Ria dei presidi andati in quiescenza dal 2012 ad oggi nel Fun. Ciò determina anche un conseguente aggiornamento del Cir firmato per il triennio 2016/2018 per un ammontare di circa ulteriori 5 mila euro a testa per anno. Per questa ragione Udir ha aggiornato il modello di diffida per ricorrere entro un mese al Tar Lazio e avere ragione della rideterminazione del FUN e ottenere le cifre mancanti.Giallo sulla valutazione dei dirigenti, invece, argomento che viene rimandato a uno specifico confronto, mentre i vicari sono abbandonati a loro stessi, perdendo definitivamente quella indennità al 50% di reggenza che fino a dieci anni fa ricevevano.Per Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, “è un accordo che nasce dalla protesta che il nostro giovane sindacato ha portato avanti fin dal sua fondazione, ma che non ci convince perché ancora è lunga la strada della perequazione tra le aree della dirigenza a parità di fascia di complessità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Dati biometrici obbligatori per 210 mila unità di personale Ata

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Arriva in G.U. la Legge n. 56/2019, cosiddetta legge Concretezza, approvata il 19 giugno scorso, riguardante gli “Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell’assenteismo”: nel comparto Scuola, il testo prevede, tra le altre cose, la videosorveglianza nei nidi e nelle scuole dell’infanzia, e anche la rilevazione delle presenze del personale Ata con moderni sistemi biometrici. L’iter di approvazione verso la conclusione. Secondo Marcello Pacifico, presidente Anief, la ministra Giulia Bongiorno si dovrà assumere la responsabilità di avere approvato una legge inutile che comporterà centinaia di milioni di euro iniziali, più altri per l’assistenza e la manutenzione dei dispositivi biometrici. Lo continuiamo a dire: si vogliono far passare i dipendenti della scuola come dei delinquenti. Senza dimenticare l’enorme problema di privacy che si verrà a determinare. Ai fini della verifica dell’osservanza dell’orario di lavoro – si legge nell’articolo 1 della Legge 56/19 – le amministrazioni pubbliche, con esclusione dei dipendenti di cui all’articolo 3 del decreto 165/01, introducono sistemi di verifica biometrica dell’identità e di video sorveglianza degli accessi. Tra gli esclusi dall’obbligo di rilevazione automatizzato delle presenze a scuola vi sono i docenti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno: Anief invia le sue proposte ai parlamentari sulla riforma voluta dal Governo

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Il 1° settembre 2019 entra in vigore il decreto legislativo n. 66/2017, cosicché in temi rapidi il nuovo governo si appresti a rapidi correttivi, peraltro non discussi in audizione con le parti sociali e con il mondo della scuola, come il cambio delle regole per l’attribuzione delle ore di sostegno, non più attribuite a “monte” ma sulla base di altri fattori, come il contesto specifico della scuola (gli insegnanti la famiglia, l’équipe medica che segue il bambino) e del territorio (l’ente locale).Il sindacato Anief, ritiene che, nel rispetto delle diverse sentenze del tribunale amministrativo e della corte costituzionale bisogna eliminare gli attuali vincoli alla formazione dell’organico di diritto in presenza di un aumento esponenziale delle certificazioni presentate dalle famiglie negli ultimi anni che con un incremento costante di 10 mila nuovi iscritti l’anno è arrivato all’attuale consistenza di 300 mila alunni disabili iscritti (dati certificati Istat).Il sindacato chiede che a partire dall’anno scolastico 2019/2020, quindi dal prossimo 1° settembre, siano rivisti, con Decreto del Miur, i criteri di determinazione dell’organico di diritto su posti di sostegno attivato al fine di coprire il 100% della dotazione organica di sostegno complessivamente presente nell’anno scolastico precedente: si tratta di oltre 50 mila cattedre, da anni assegnate erroneamente in deroga, fino al 30 giugno dell’anno successivo, privando i docenti precari di farle proprie per le immissioni in ruolo e gli studenti della continuità didattica.Diventa basilare attuare la previsione di un tetto massimo di studenti per classe (massimo 20), al fine di garantire la necessaria personalizzazione degli interventi didattici e una più efficace azione inclusiva del corpo docente e di tutti gli altri membri della comunità educante scolastica. L’aumento di spesa, derivante dal maggior numero di classi da formare, verrebbe compensato dalla generale diminuzione degli alunni iscritti nelle scuole di ogni ordine e grado, derivante a sua volta dalla riduzione delle nascite.
Ma, sempre in vista dell’effettiva realizzazione dell’inclusione scolastica degli studenti disabili, è necessario adeguare anche la dotazione organica del personale Ata, aumentandola del 10% rispetto a quanto previsto dalla normativa citata.Assumere il personale addetto ai servizi di assistente all’autonomia e alla comunicazione è un passaggio fondamentale per il miglioramento dell’assistenza agli alunni disabili certificati: tali figure professionali, invece, ancora non trovano spazio tra quelle riconosciute in pieno dallo Stato, né riescono ad essere presenti con continuità nei nostri istituti, sempre con gli stessi operatori specializzati.
Il rispetto delle ore di insegnamento specializzato per gli alunni con disabilità, previsto dal Programma educativo individualizzato realizzato dall’équipe specializzata e richiesto dal dirigente scolastico, deve sempre prevalere, anche in deroga all’organico complessivamente autorizzato.Garantire l’iscrizione all’ultimo anno della scuola secondaria:Serve una norma che offra la certezza del diritto dell’alunno all’iscrizione all’ultimo anno della scuola secondaria nel caso in cui non svolga prove equipollenti a quelle ordinarie e consegua l’attestazione di credito formativo”.Valutare il servizio pre-ruolo svolto su posti di sostegno nei vincoli relativi alla mobilità volontaria Secondo il sindacato, infine, è giunta l’ora di chiarire la diretta valutabilità del servizio pre-ruolo svolto su posti di sostegno nella mobilità volontaria del personale già di ruolo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Mise convocato il primo tavolo Biometano nel settore agricolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Secondo l’ultimo Report pubblicato di recente da Navigant Research (una delle principali società di consulenza e ricerche di mercato che copre la trasformazione energetica globale), è possibile risparmiare 217 miliardi per anno eliminando le emissioni di anidride carbonica entro il 2050 grazie al potenziale offerto dal gas rinnovabile. L’analisi di Navigant mostra, inoltre, che entro metà secolo tutto il biometano può produrre a emissioni zero ed eventuali emissioni residue possono essere compensate in agricoltura nelle aziende agricole che producono biometano. Questa importante risorsa può fornire fino a 1.170 TWh a costi fortemente ridotti.
Mentre il Ministero dello Sviluppo Economico convoca a Roma la prima riunione del tavolo “Biometano nel settore agricolo” per discutere con imprese e associazioni sul futuro della filiera”, CremonaFiere mette sul tavolo un importante contributo. «Sul fronte agricolo – spiega Piero Mattirolo, amministratore delegato di Agroenergia – si devono fare passi avanti per uno sviluppo del settore: il principale problema è l’interpretazione restrittiva data al decreto, secondo la quale chi vuole riconvertire un impianto deve anche cambiare completamente la dieta dell’impianto stesso. Prospettive nuove e molto interessanti che riguardano anche l’agricolo le sta offrendo la liquefazione del biometano, filone da considerare in stretta correlazione con l’abbandono del diesel nel settore dell’autotrazione in favore del gas naturale liquefatto. Con questa destinazione, si aggira il problema dei costi di allacciamento alla rete, e si attiverebbe un processo di filiera cortissima, con produttori agricoli in grado di allestire proprie stazioni di servizio di rifornimento per mezzi pesanti. I primi impianti di questo tipo dovrebbero nascere quest’anno. A un anno e mezzo dall’emanazione del decreto sul biometano si registra sicuramente una progressione sulla filiera dei rifiuti, più al nord che al sud per problemi non tanto organizzativi quanto autorizzativi. Le municipalizzate dei rifiuti sono spesso troppo gracili economicamente per affrontare gli investimenti necessari». Durante il seminario verrà offerta una prospettiva sul biometano in agricoltura, anche alla luce del crescente interesse del mondo dei carburanti per il biometano. Il biometano può offrire un futuro di sostenibilità economica agli impianti di biogas esistenti, al termine del periodo incentivato, a condizione che si possa convertire l’alimentazione da una dieta basata su biomasse coltivate, a una centrata su sottoprodotti e scarti agricoli, condizione necessaria per ottenere la qualifica di biometano avanzato. Diversi sono gli elementi che incidono nella scelta dell’impianto: le matrici utilizzate, le tecnologie di upgrading e la commercializzazione del prodotto finito sono aspetti fondamentali per un corretto business planning.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La spinta del digitale nel settore del lifestyle

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Si attesta tra i più importanti in Italia: secondo l’ultima ricerca netRetail di Netcomm in collaborazione con Kantar, nell’ultimo anno oltre la metà degli eShopper italiani ha acquistato prodotti nella categoria fashion (54%), superando l’elettronica di consumo, che detiene una quota del 51%; il 44% dei consumatori online italiani ha acquistato prodotti di bellezza e cosmetica e il 16% mobili e oggetti di arredo e design. La chiave vincente nell’esperienza di acquisto online dei consumatori italiani è la consegna: 1 italiano su 4 vorrebbe poter cambiare data e orario di consegna, scegliere il sabato e la domenica come giorno di ricezione del pacco e indicare una data e un orario preciso di consegna.
Sono queste alcune delle evidenze emerse durante la terza edizione di Netcomm Focus Fashion&Lifestyle, tenutosi a Palazzo Mezzanotte. I consumatori italiani chiedono alle aziende del fashion consegne ecosostenibili, personalizzate e possibilità di reso immediate. Dalla ricerca netRetail emerge, infatti, che i giovani italiani di età compresa tra i 16 e i 24 anni hanno particolarmente a cuore il tema green: il 39% di loro vorrebbe poter scegliere opzioni di consegna a ridotto impatto ambientale e il 53% desidera ricevere pacchi già pronti per essere restituiti in caso il prodotto non soddisfi le proprie esigenze. Esigenze sempre più specifiche quelle degli italiani che comprano online: il 25%, infatti, vorrebbe poter cambiare orario e data di consegna, scegliere giorno e orario esatti e ricevere i propri ordini a casa sabato e domenica.
Sempre secondo la ricerca di netRetail, il primo touchpoint utilizzato per acquistare abbigliamento, calzature e accessori è rappresentato dalle recensioni online per il 39% dei consumatori; al secondo posto il sito proprietario del brand per il 29%; al terzo posto, per il 23% dei clienti, il passaggio in store; al quarto posto, per il 22%, l’app del retailer e le piattaforme online. La finalizzazione dell’acquisto avviene prevalentemente sui marketplace, dove oltre la metà dei consumatori online italiani (quasi il 60%) compra prodotti fashion. Il successo dei marketplace è dovuto alle maggiori capacità di digital marketing che possano offrire un efficace mix tra prezzi vantaggiosi, migliori promozioni e varietà di scelta dei prodotti, che sono i principali driver di acquisto rispettivamente per il 51%, 43% e 29% dei consumatori italiani.
Più di un terzo della popolazione mondiale acquista abbigliamento online: nel 2019 il numero di eShopper nel mondo che acquista prodotti nel fashion raggiunge oltre 2 miliardi e 451 milioni, in crescita dell’11% rispetto allo scorso anno. Entro il 2023 saranno 3 miliardi e 363 milioni i consumatori che sceglieranno di acquistare capi di abbigliamento online, +37% rispetto al 2019. Il fatturato online del fashion a livello globale cresce costantemente: nel 2019 vale 346 miliardi e 256 milioni di €, in crescita del 13% rispetto allo scorso anno. Entro il 2023 questo settore varrà saranno 509 miliardi e 376 milioni, +47% rispetto al 2019.
In Italia la quota di acquisto online di abbigliamento passerà dal 6% nel 2018 al 9% nel 2023, mentre in Cina dal 52% nel 2018 al 65% nel 2023. Il mercato cinese del fashion online vale più del doppio di quello europeo e statunitense: in Cina si registrerà una crescita annua del 12% nei prossimi 4 anni, passando da 247 miliardi di dollari nel 2018 a 431 miliardi nel 2023, mentre in Europa del 7,5% passando da 102 miliardi di dollari nel 2018 a 147 miliardi nel 2023; negli Stati Uniti dell’8%, passando da 103 miliardi di dollari nel 2018 a 146 miliardi nel 2023[3]. Nel 2019 il 33% dei consumatori nel mondo acquista abbigliamento attraverso canali digitali, il 27% acquista calzature e il 19% accessori. Percentuali che sono destinate a crescere entro il 2023, quando quasi la metà degli acquisti di abbigliamento (44%) avverrà attraverso canali digitali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rapporto CENSIS: I progressi dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Roma. L’Università Europea di Roma scala cinque posti nella Classifica Nazionale degli Atenei non statali, raggiungendo il terzo posto. Un balzo di cinque posti a livello nazionale nel Rapporto Censis testimonia il grande investimento che l’Università Europea di Roma sta intraprendendo per posizionarsi tra le migliori università italiane non statali. In particolare, a Roma, l’Università Europea si colloca ai primissimi posti per la qualità dei suoi insegnamenti per i Corsi di Laurea storici: ECONOMIA, GIURISPRUDENZA E PSICOLOGIA. In un’area competitiva come quella della Capitale, il CdL di Economia triennale vede crescere il suo punteggio con risultati significativi.Il CdL di Psicologia triennale conferma la grande qualità della sua offerta formativa ed è a Roma il primo corso per qualità dell’insegnamento.Cresce anche il punteggio del CdL di Giurisprudenza, grazie all’importante investimento nel suo Laboratorio di Innovazione che si pone l’obiettivo di diventare un polo di riferimento per il Diritto 4.0. Ora l’università è in attesa di monitorare i nuovi corsi di Laurea che presto arriveranno al completamento del loro primo ciclo: TURISMO E SCIENZA DELLA FORMAZIONE PRIMARIA.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti Locali – Castelli: “Amministratori vanno responsabilizzati, non crocifissi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

“Siamo in una fase cruciale per far partire un tavolo di confronto sulle procedure di risanamento degli Enti Locali, in modo che la proposta di riforma possa essere condivisa con tutti gli attori coinvolti.Gli Amministratori vanno responsabilizzati e non crocifissi. C’è un pezzo dell’economia del Paese cristallizzato attorno a questi problemi dell’Amministrazioni locali.
Sono fortemente convinta che il PIL dell’Italia dipenda in gran parte dallo stato di salute degli Enti Locali, per questo abbiamo avviato un percorso importante per il risanamento degli Enti, con cure specifiche. Ed i primi risultati sono ottimi.Non è un tema slegato dalla quotidianità dell’agire politico, tutt’altro. La dimostrazione sta nel fatto che nel Decreto Crescita abbiamo inserito una norma per i Comuni capoluogo di Città Metropolitano, alcuni dei quali si trovano in una fase di riequilibrio finanziario, ovvero in dissesto e pre-dissesto finanziario.Passo dopo passo, stiamo costruendo un percorso importante, perché dietro ai numeri ci sono le persone, e le situazioni di crisi sono governate dalle persone. In questo ci aiuteranno anche i tempi certi che ci vogliamo dare”. Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, durante la presentazione del “Rapporto Ca’ Foscari sui Comuni” e delle Proposte per la riforma della procedura di risanamento degli Enti Locali.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assicurazioni furto casa

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Sempre più italiani cercano di tutelarsi dai topi d’appartamento con un’assicurazione casa contro i furti; secondo l’analisi di Facile.it, la richiesta di queste polizze è aumentata del 5% nel primo semestre dell’anno e, a fronte di un premio medio a partire da 2 euro al mese, è possibile ottenere un rimborso degli oggetti sottratti dall’abitazione in caso di effrazione. Attenzione, però, perché la lista delle esclusioni è spesso lunga e sono molti i casi in cui il risarcimento non viene riconosciuto: l’allarme disattivato, la perdita delle chiavi di casa, gli infissi di scarsa qualità o, ancora, un furto agevolato da una finestra aperta, magari mentre il proprietario è in sala a guardare la TV, sono condizioni che potrebbero ridurre o addirittura azzerare il rimborso della compagnia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Soluzione emergenza rifiuti a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Roma. “Gli anziani di Roma esprimono il loro plauso per l’intesa trovata tra il Comune di Roma e la Regione Lazio in merito alla questione rifiuti”, dichiara il Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina, “La mancata soluzione del problema avrebbe avuto un impatto pesante soprattutto sui soggetti più fragili, sugli anziani della capitale che in ragione delle loro magre pensioni hanno difficoltà a lasciare la città per andare in vacanza. L’intesa trovata dimostra come ispirandosi al bene dei cittadini la politica sia in grado di far prevalere il buon senso e trovare intese che vanno a vantaggio di tutti. Auspichiamo che con lo stesso spirito di servizio e approccio di collaborazione si possano trovare soluzioni di lungo periodo al problema rifiuti che assilla tante nostre città”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti a Roma e il loro mancato trattamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

“La sindaca Raggi è in carica dal 2016, sono passati tre anni. E questa situazione non trova più giustificazione plausibile. Ma sulla pianificazione c’è una competenza sul piano regionale. Mentre Zingaretti, che ha fatto carriera diventando il segretario del Pd, sono sei anni che governa: o non sono capaci o non sono sufficientemente responsabili per capire quanto sia importante la materia dei rifiuti. C’è un rimpallo di responsabilità che è inaccettabile. Il Campidoglio sembra chiuso nel suo eremo, non ha cercato il dialogo con la Regione. Roma non ha più un obiettivo strategico sul piano dei rifiuti. La sinistra ha governato per decenni, il centrodestra per 5 anni in quel periodo grazie al presidente dell’Ama Piergiorgio Benvenuti siamo stati in grado di portare un incremento del 15%, che è un risultato importante per una grande città come Roma”.“I rifiuti vanno trattati in maniera responsabile: produrre meno rifiuti, riuso, riciclo, economia circolare, vuoto a rendere. Ci sono materiali che noi gettiamo e che potrebbero invece costituire una miniera del riciclo: la carta, il cartone, il vetro, l’alluminio, i rifiuti organici per le biomasse. Resterebbe da bruciare solo una parte infinitesimale, quello che non può essere riutilizzato. Ma per questo processo bisogna avere cultura, sensibilità ecologica, professionisti. Né Zingaretti né Raggi mi sembrano dotati di queste qualità. Portare i rifiuti a Stoccolma sarebbe un fallimento. Se invece dobbiamo prendere una città come riferimento, si prenda San Francisco che è riuscita a portare i rifiuti a zero”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia intervistato sull’emergenza rifiuti a Roma da Radio Radicale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: “Piano Caldo 2019”

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Non si interrompe l’articolata serie di iniziative messe in piedi dal Campidoglio per fronteggiare le ondate di calore e sostenere chi si trova in condizioni di maggior rischio e solitudine. Anche quest’anno il Piano Caldo assicura servizi e assistenza alle persone senza fissa dimora, con gravi problemi sociali, famiglie in emergenza e altri soggetti fragili. In questo caso, i 280 posti complessivi disponibili per accoglienza notturna e diurna nel periodo estivo si vanno a sommare ai 1.075 posti dell’accoglienza ordinaria.C’è poi l’insieme di attività realizzate per gli anziani suddivise in area fisica, cognitiva e socializzazione, che andranno avanti fino al 15 settembre 2019: attività ricreative, sport (ginnastica dolce e posturale, aquagym, nuoto, balli di gruppo, beach volley, bocce ecc.), seminari informativi su uso dei farmaci, stili di vita sani, alimentazione, formazione su sostegno reciproco e misure antitruffa, incontri e attività per favorire la socializzazione. Potenzialmente 60.000 accessi gratuiti sono resi disponibili dall’Amministrazione capitolina in collaborazione con gli impianti sportivi comunali, i circoli privati e le federazioni che hanno risposto alla richiesta di progetti specifici a favore della popolazione anziana (tra gli altri FIDAL, CALCIOSOCIALE, CONI, l’Associazione Nazionale di Cultura sportiva e altre). Le informazioni sono fornite attraverso i 10.000 ventagli informativi predisposti dall’Azienda Speciale Farmacap, distribuiti nei Centri Sociali Anziani e nei Municipi.“Il Piano Caldo prosegue a favore di persone fragili e anziani con attività e iniziative dedicate”, dichiara l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre. “Grazie alla disponibilità dei gestori degli impianti sportivi potremo garantire agli anziani che abitano in tutti i Municipi ingressi gratuiti e attività di qualità. Siamo passati dai 6.400 dell’anno scorso ai 60.000 potenziali accessi. Un importante atto di solidarietà verso chi rimane in città durante il periodo più caldo.”

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Commemorazione del Giudice Borsellino a Custonaci

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Custonaci «Il prossimo 19 luglio si svolgerà a Custonaci, presso il campo sportivo di Cornino, la tradizionale manifestazione organizzata dal «Centro Studi Dino Grammatico – Istituto per la Cultura della Legalità», in collaborazione con l’ACD Custonaci, dal titolo «In memoria di Paolo». Anche per questa edizione 2019 particolare attenzione verrà data alle nuove generazioni, che saranno, come sempre, i veri protagonisti dell’evento (ricco di musica, di poesia e di momenti di riflessione). Tuttavia la novità del 2019 è l’incontro sportivo «Un calcio alla mafia», tra la squadra della Polizia di Stato, la Rappresentativa dei Magistrati e Forze dell’Ordine e l’ACD Custonaci che milita in seconda categoria. La figura ed il pensiero del giudice Borsellino sono, infatti, dei saldi punti di riferimento nelle attività del «Centro Studi Dino Grammatico». A partire proprio dalle sue, purtroppo ancora attuali, parole pronunciate il 23 giugno 1992, alla commemorazione di Giovanni Falcone, nel trigesimo della strage di Capaci: «La lotta alla mafia (primo problema da risolvere nella nostra Terra, bellissima e disgraziata) non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolgesse tutti, che tutti abituasse a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà, che si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità». Tra i partners della manifestazione si annoverano, inoltre, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani, l’ISSPE di Palermo, l’AICS di Trapani e la Proloco di Custonaci i cui giovani hanno voluto realizzare un «Flash Mob» per dire NO alla mafia».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codice della strada: abolizione delle botticelle

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 luglio 2019

Lo dichiara in una nota l’on. Federica Zanella, parlamentare di Forza Italia.  Continua l’on. Zanella. <<E’ stata vinta una battaglia di buon senso, sulla quale con decisione siamo riuscite a creare un fronte comune che pareva difficile da trovare. Ora dopo l’aula il testo si sposterà al Senato, dove terremo duro per portare a compimento questa lotta. Sono particolarmente fiera dopo la battaglia vinta sul sexting e il revenge porn, che grazie ad un mio emendamento in aula diventeranno reato, di aver intanto posto questa prima pietra importante per arrivare all’abolizione delle botticelle>>. Conclude la deputata azzurra.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »