Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Archive for 15 agosto 2020

“Made in Sicily” per le vie di Ragusa

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Per due mesi, fino al 9 ottobre, le vie e le piazze di Ragusa Ibla ospiteranno “Made in Sicily”, un evento culturale che coinvolgerà vari artisti ragusani. Sei installazioni, sei set artistici saranno realizzati in sei diverse location del quartiere barocco: tutti con tema diverso, coinvolgeranno turisti e visitatori in un percorso capace di regalare emozioni forti e di avviare una riflessione su temi peculiari della cultura siciliana. Il progetto Made in Sicily è curato dal set designer Francesco Palazzolo. Il fotografo Toni Campo esporrà alcuni dei suoi scatti più celebri, la stilista Patrizia Amoddio, creatrice di gioielli d’arte, siciliana trapiantata a Milano, proporrà i monili della mostra “Cuturissi”, fotografati da Toni Campo. I sei set artistici di Ragusa Ibla ospiteranno anche gli oggetti d’arte di Cinzia Franzò (creatrice delle borse con marchio “Ammìa”), le opere pittoriche di Kristo Neziraj, artista siciliano originario dell’Albania, le borse (antiche coffe siciliane) di Danié (Daniela Napolitano), le opere del designer Renato Belluccia, creatore di “Sciàtu”, (lampada realizzata con “ficupali” – ficodindia) ed il design di Leggio Colors. Il vernissage è in programma il 9 agosto alle 18.Il primo set artistico, sarà allestito nella piazzetta antistante la chiesetta del Santissimo Signore Trovato, a ridosso delle antiche mura bizantine, che cingevano la città. Il titolo è “A fimmina cummannera”: è dedicato alle donne siciliane dal piglio risoluto. Il set sarà arricchito dal sapore di carrube e da melodie siciliane.Il secondo, “Crozza” (teschio), sarà allestito all’ingresso della villa comunale e nei viali dei giardini. Il tema centrale saranno i volti e le “teste di moro” che saranno installate ai due lati all’ingresso dei giardini comunali e lungo i viali alberati. Anche qui, i profumi delle essenze mediterranee e le musiche siciliane.Il terzo, dal titolo “Cuturissi?” (chi te l’ha detto?), sarà allestito nel vicolo di via Giavante. Le installazioni saranno ispirate alle tradizioni siciliane, con il pomodoro secco “i ‘nciappati”, su un’antica “buffetta” (il tavolo da cucina siciliano), accostate ad elementi di design e pittura: un antico pupo, i gioielli, le sedie colorate.Il quarto set artistico avrà come titolo “I robbi stisi” (il bucato steso ad asciugare): uno shooting fotografico di antichi costumi siciliani (custoditi nel museo di Mirto, in provincia di Messina), indossati da ragazze siciliane, proporrà delle immagini impresse su delle lenzuola bianche stese tra gli edifici di una delle vie più importanti di Ibla: via Pietro Novelli. Il quinto, “Portami ccu tia” (portami con te): le proposte artistiche saranno ispirate al tema della porta e incastonate in uno spazio verde del centro storico. Le antiche porte, recuperate da vecchie dimore, saranno reinterpretate con le creazioni di Francesco Palazzolo e degli altri artisti: Toni Campo e Kristo Neziraj.L’ultimo, “Duluri” (dolore) animerà gli spazi della Salita Specula, alle spalle del Duomo di San Giorgio e proporrà alcune immagini legate a tema del “lutto”. Tutte le foto saranno in bianco e nero. Anche qui, come nelle altre istallazioni, saranno proposti profumi e musiche siciliani. http://www.tonicampo.com

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Urban Sports Club per chi vive a Roma, Torino, Milano e Bologna

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

 

In un’estate probabilmente difficile da dimenticare, tra chi conta i giorni alla partenza e chi invece rimarrà in città, c’è comunque tanta voglia di divertimento, di recuperare il tempo trascorso tra le mura domestiche e fare nuove esperienze. Per fornire agli italiani degli spunti originali per trascorrere le afose giornate in città all’insegna del benessere e sperimentare nuovi sport e discipline, Urban Sports Club, l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness, ha selezionato le 12 attività più curiose.
Chi ha detto che a Roma si va solo per immergersi nella cultura? Gli amanti della tavola troveranno pane per i loro denti: tra le discipline più suggestive che si possano provare nella Capitale, infatti, spiccano il kitesurf e lo stand up paddle, due varianti del surf: la prima si serve di un aquilone come “motore” per cavalcare le onde, mentre la seconda sfrutta il movimento della pagaia. Con il vento in poppa, acrobazie aeree e salti alla Scuola Kitesurf Rambla si può optare per corsi di kite anche in gruppo; in alternativa, al circolo Pura Vida on The Beach, a pochi passi dal Lido di Ostia, si sfida il proprio equilibrio a colpi di remi.Chi invece desidera sfruttare la microgravità dell’acqua per allenare in modo dolce sia il metabolismo aerobico che l’apparato cardiovascolare, può optare per l’hydrobike presso Olgiata 2012 Sport Club di Roma, che offre corsi in vasca adatti a tutti.
Danze e performance circensi per chi sceglie Torino.Tra le attività più originali da sperimentare nella città della Mole Antonelliana non mancano la danza aerea e le discipline circensi: tra giravolte e posizioni appariscenti e d’effetto, si possono migliorare sia la forza che la flessibilità e, una volta superata la paura del vuoto, anche la propria autostima ne trarrà beneficio. Chi si trova a Torino, quindi, potrà scoprire l’Associazione Dilettantistica Pole Dance Virtude, specializzata in tessuti e discipline aeree acrobatiche, e i professionisti di Fit4Fun, per provare altre attività circensi in un ambiente più raccolto. Per coloro che preferiscono gli sport di squadra, nel capoluogo piemontese non mancano i campi da beach volley: quelli del Verdelago Club, ad esempio, sono immersi in un’oasi verde che si specchia sul lago a pochi passi dalla città. Qui pace e tranquillità sono assicurati, anche dopo i match più intensi.
A Milano tra una coccola gelata e uno swing.Per trovare un po’ di refrigerio dalla calura estiva meneghina la risposta è crioterapia. Nota anche come “terapia fredda”, consiste in un particolare trattamento che sfrutta le prodigiose proprietà del ghiaccio e aiuta a migliorare la performance sportiva, a ritrovare il peso ideale e rafforzare il sistema immunitario. Gli utenti che si trovano nella città lombarda possono provarla presso il centro The Longevity Suite. I fanatici dell’aria aperta e degli sport di precisione, invece, troveranno a pochi minuti dal centro, un ampio spazio per dilettarsi tra tranquillità e natura: il Golf Club Milano offre un campo pratica lungo 310 metri, con doppio schieramento contrapposto di battitori, pitching green con bunker e una area per la prova dal prato. A Milano, anche gli amanti degli sport acquatici non avranno modo di annoiarsi, con pagaiate in canoa e corsi di Dragonboat al Weiv Canoa, uno spazio attrezzato direttamente sull’Idroscalo, dove godere di un po’ di “mare”, anche in città.
Appuntamento a Bologna per workout a corpo libero. Per i bolognesi che restano in città, o chi arriva in visita nel capoluogo emiliano, in fatto di sport, originalità fa rima con animal flow e calisthenic. Due discipline che sfruttano il corpo, la sua resistenza, il suo peso e la sua mobilità. La prima si ispira soprattutto alla danza e allo yoga, andando a imitare i movimenti animali nel suo svolgimento; la seconda, invece, consiste in esercizi prettamente ginnici a corpo libero ed eseguiti in maniera ritmica. La palestra femminile Queen’s offre sia lezioni private che corsi di animal flow, mentre la Neptune Gym apre le sue porte per esercizi calistenici anche a un pubblico maschile.
Per chi sogna mari tropicali e barriere coralline, la struttura Sogese – Stadio Carmen Longo dispone di un complesso di vasche e piscine attrezzate per corsi di apnea e subacquea di tutti i livelli. Una valida alternativa per farsi trovare pronti per la prossima immersione nelle acque del mare o dell’oceano.“Lo sport per noi non significa solo tenersi in forma, ma è anche un modo per mettersi in gioco e provare qualcosa di nuovo, e mai come in estate si sente il bisogno di svagarsi e divertirsi”, commenta Filippo Santoro, Managing Director per l’Italia di Urban Sports Club. “Per questo vogliamo offrire agli utenti che scelgono la nostra piattaforma, un’esperienza unica, fruibile in ogni momento, anche nella stagione estiva, e la possibilità di scegliere tra diverse attività e soluzioni di abbonamento che rispondano al meglio alle loro esigenze, sia che partano per una vacanza, sia che decidano di restare in città.”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Ata, organico aggiuntivo per il ritorno in classe

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Il ministro dell’istruzione ha firmato l’ordinanza per il reclutamento di organico aggiuntivo in vista della ripresa delle attività didattiche in presenza da settembre. L’Ordinanza stabilisce i criteri di riparto delle risorse per l’organico aggiuntivo previste dal decreto rilancio: le scuole avranno oltre 50mila unità di personale in più per la ripresa fra docenti e Ata. Marcello Pacifico (Anief): È un buon inizio ma ne servono tre volte tanto e in organico di diritto. È bene ricominciare anche grazie al protocollo ma necessario rivedere i criteri di ridimensionamento della legge n. 133 del 2008. Accogliamo con favore l’idea di incrementare, a condizione che nei prossimi anni vengano messi in organico di diritto e aumentato di 4 volte rispetto ai tagli avvenuti negli ultimi 10 anni.
Per quanto riguarda la spesa, viene autorizzata per euro 377,6 milioni nell’anno 2020 ed euro 600 milioni nell’anno 2021. Gli incarichi sono temporanei e hanno durata dalla data di inizio delle lezioni o dalla presa di servizio fino al termine delle lezioni. Per quanto concerne lo stipendio, “il budget da assegnare è stimato tenendo conto di un costo mensile, al lordo degli oneri riflessi a carico dello Stato e dell’IRAP e al lordo della tredicesima, relativo a ciascuna tipologia di personale scolastico, calcolato per una durata di circa nove mensilità per ciascun contratto, da commisurarsi all’importo derivante dal contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto istruzione e ricerca del 19 aprile 2018”. Nel dettaglio, “il costo mensile ammonta a 1.855,46 euro per i collaboratori scolastici, 1931,54 euro per i collaboratori scolastici di servizio, 2.110,54 euro per gli assistenti amministrativi”. Saranno i dirigenti scolastici a indicare agli Uffici scolastici regionali il fabbisogno per le proprie scuole e le assunzioni saranno effettuate dalle graduatorie di istituto Ata.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Prima di ripartire a settembre screening preventivo volontario del personale scolastico docente e non

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Il commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19 ha predisposto, d’intesa con il Ministero della Salute, un programma per lo screening preventivo del personale scolastico docente e non docente in previsione dell’apertura del prossimo anno scolastico. Lo screening è rivolto al personale docente e non docente delle scuole primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private dell’intero territorio nazionale, con esclusione delle scuole site nelle regioni che condurranno una propria campagna.Nella prima face accederanno al test tutte le persone in servizio alla data di avvio della campagna che è prevista dal 24 al 30 agosto. La partecipazione da parte del personale sarà volontaria e in due fasi: somministrazione su richiesta del test sierologico per personale che decide di aderire; successiva somministrazione obbligatoria del test molecolare a coloro i quali, avendo aderito alla somministrazione del test sierologico, risultassero positivi. Il test va eseguito per escludere un’infezione in atto.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La sentenza della Corte Costituzionale sulle pensioni d’invalidità

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

E’ stata pronunciata recentemente e introduce un principio importante, ovvero che l’entità di una pensione deve garantire a ogni cittadino la possibilità di assolvere ai bisogni fondamentali e, dunque, di condurre una vita dignitosa. Lo affermano l’Anp-Associazione nazionale pensionati e il Patronato Inac di Cia-Agricoltori Italiani, sottolineando l’importanza dell’atto che potrebbe aprire nuovi scenari sul fronte pensionistico, assistenziale e previdenziale.Si tratta di una sentenza storica, non solo di carattere giuridico, che riconosce l’inadeguatezza dell’importo della pensione di invalidità civile e sollecita il legislatore a prevederne l’aumento, almeno al livello delle pensioni minime. Anp e Inac plaudono a questa pronuncia della Consulta, che interviene su una questione annosa, fonte di ingiustizia e di disagio sociale.Per Anp e Inac-Cia, insomma, adesso bisogna porre rimedio velocemente e applicare la sentenza, inserendo un provvedimento specifico già nei prossimi decreti in preparazione. La crisi economica e gli effetti dell’emergenza Covid-19 hanno aggravato ulteriormente la condizione di tante persone costrette a vivere con pensioni da fame, ampiamente al di sotto di quanto prevede la Carta Sociale Europea.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e il potere invisibile

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Già molti anni fa un celebre avvocato, Achille Battaglia, scrisse in un suo libro titolato “Il giudice e la politica”, che se si vuole conoscere una determinata società bisogna guardare, più che alle leggi che la regolano, alle sentenze dei suoi giudici. “A questo proposito oggi andrebbe aggiunto che il lasciare languire la giustizia impantanandola in un mare di processi in attesa di giudizio, o perseguendo in maniera “maniacale” alcuni aspetti formali ritenuti non del tutto tutelati sia nella fase istruttoria sia in quella giudicante, non si fa che rendere un pessimo servizio alla stessa giustizia. Inoltre, l’allentamento delle verifiche, sia burocratiche, per il venire meno dello stato accentrato, sia politiche, per la particolare situazione italiana che ha visto l’opposizione politica spesso più impegnata nel tentativo di co-governo che nel ruolo di controllo, ha portato a concentrare nel giudice penale gli unici interventi di verifica della regolarità dell’azione amministrativa, cioè il potere di controllo. Oltre, naturalmente, a quello che l’opinione pubblica esercita soprattutto attraverso l’opera della stampa d’informazione: occorre però precisare la scarsa attenzione della pubblica opinione a fenomeni di corruzione e di malgoverno amministrativo, essendo la massa dei cittadini attestata su un atteggiamento passivo di rassegnazione, se non di acquiescenza. Infatti, per quanto vi siano stati dei sinceri moti d’entusiasmo per taluni operati della giustizia, come l’azione condotta brillantemente dai magistrati di “mani pulite” milanesi e dai pool palermitani e fiorentini o di altre procure, questa carica emotiva sembrava incapace di avere una tenuta di largo respiro e di sapersi tradurre in una continua e ininterrotta azione di stimolo in difesa del diritto e in odio alla sopraffazione dei poteri che mestano nel torbido. A tutto ciò si aggiunga quel grave fenomeno, denunciato principalmente da Bobbio, che è costituito da ciò che egli affermava essere la mancata realizzazione di una promessa fondamentale della democrazia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ere nouvelle: Storie di integralismi

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Mentre i cattolici e i cristiani in generale hanno impiegato oltre un secolo per imporre una loro cultura che abbandonasse la tradizione legittima e ultramontana, per imboccare la strada dei nuovi ideali sociali e politici, il mondo arabo e il suo braccio religioso, espresso dall’islamismo, stenta a riconoscere un ruolo guida della Fede che sappia contemperare le esigenze laicistiche del suo mondo e di quello vicino. E tutto questo s’impone come esigenza temporale nel breve tratto di alcuni lustri. Forse il disagio proviene dalle tante scuole islamiche che sono fiorite e che presentano aspetti contraddittori tra di loro nell’interpretazione degli insegnamenti maomettani espressi in nome di Allah. È mancato, in pratica, un passaggio fondante, un legame più critico e dialettico tra democrazia e islamismo, superando l’assetto capitalistico e rifiutando il materialismo socialista. La nuova strada del laicismo musulmano è, infatti, tutta da percorrere. Oggi esiste una contraddizione di fondo tra chi governa i paesi islamici con la sola idea di arricchimenti personali, a scapito del popolo, e di chi vuole una ridistribuzione delle ricchezze derivanti dagli introiti del petrolio affinché possano beneficiarne in primo luogo gli autoctoni.
Persino l’integralismo islamico cerca un compromesso con i corrotti e i corruttori indicando un nemico esterno invece di individuarlo tra le dittature esistenti e i loro tentativi di corruzione per garantirsi una sopravvivenza a fronte di un disagio diffuso da parte delle masse. Se non si esce da questa situazione, possiamo solo aspettarci un’irrazionale esportazione dell’integralismo teso a scoraggiare le alleanze occidentali, con i governi islamici corrotti, con la forza del terrore. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalle ideologie ai valori

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Capitalismo, liberismo, finanza creativa, marxismo e libera idea del marxismo di Lenin ecc, sono i pezzi composti e scomposti delle ideologie che si sono imperniate nel XX secolo dopo averne elaborato il pensiero nei secoli precedenti. Ora siamo arrivati, a mio avviso, a un punto di non ritorno. Dobbiamo, quindi, andare avanti e trovare al tempo stesso un nuovo modello di società con cui convivere e far convivere i nostri nipoti e pronipoti.Nello stesso tempo il passato non si cancella con un tratto di penna perché anche i pensieri seguono il principio fisico che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma, si rimodella.Oggi possiamo estrarre dal “culto delle ideologie” il “culto per i valori” e capire che se una società è cresciuta, a volte molto in fretta e in altri con forti ritardi da un contesto geofisico mondiale variamente espresso nelle sue particolarità, bisogna ora ricucire le varie correnti di pensiero e dare ad esse una risposta diversa e più articolata partendo dal presupposto che i cambiamenti non solo sono tecnologici, industriali, sociali e culturali, ma investono una sfera ben più intima e che si richiama al ruolo dell’essere umano nel suo rapporto con la natura e nel suo complesso con il pianeta Terra che lo ospita. D’altra parte, l’uomo rappresenta l’ultimo anello della catena alimentare e in tale fattispecie è la natura a richiamare la nostra attenzione sulla necessità di rispettare un limite demografico necessario per non alterare l’equilibrio che è stato, si può dire da sempre, sancito per evitare il collasso del sistema.
Oggi per fare un esempio pratico stiamo andando verso la stagione nella quale trovare un lavoro diventa un privilegio di pochi, così come l’istruzione universale invece di elevare culturalmente le popolazioni le deprime poiché non offre allo studio un adeguato corrispettivo lavorativo. Sono, a ben considerare, due aspetti dirompenti che da soli potrebbero provocare cadute rovinose nei rapporti sociali e negli equilibri istituzionali delle nazioni. Per non parlare d’altro, ovviamente. E queste cose non sono, purtroppo, rinviabili. È bene farsene una ragione. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La politica e l’arte della mistificazione

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

La prossima campagna elettorale si preannuncia essenzialmente mediatica. I giochi sin da ora sono aperti. Qualcuno cerca d’esorcizzare le “fake news” considerandole delle banali fanfaluche ma in effetti sono capaci di mettere in cattiva luce l’avversario e sono come la “calunnia” un venticello, come ce lo canta e ce lo suona Rossini nel Barbiere di Siviglia, dove la calunnia è “un’auretta assai gentile Che insensibile sottile Leggermente dolcemente Incomincia a sussurrar. Piano piano terra terra Sotto voce sibillando Va scorrendo, va ronzando, Nelle orecchie della gente S’introduce destramente, E le teste ed i cervelli Fa stordire e fa gonfiar. Dalla bocca fuori uscendo Lo schiamazzo va crescendo: Prende forza a poco a poco, Scorre già di loco in loco, Sembra il tuono, la tempesta Che nel sen della foresta, Va fischiando, brontolando, E ti fa d’orror gelar. Alla fin trabocca, e scoppia, Si propaga si raddoppia E produce un’esplosione Come un colpo di cannone, Un tremuoto, un temporale, Un tumulto generale Che fa l’aria rimbombar. E il meschino calunniato Avvilito, calpestato Sotto il pubblico flagello Per gran sorte va a crepar”.
Come si può notare è un antico mestiere, quello del calunniatore, che lancia il sasso e nasconde la mano e lascia alle spalle solo macerie. Un noto politico ne aveva fatto un insegnamento magistrale quando affermava che parlar male di qualcuno si fa peccato ma spesso s’indovina. Oggi, purtroppo, siamo pronti ad accettarla per buona dopo che per anni abbiamo gettato discredito su tutto rendendoci sospettosi e persino maligni. Alla fine, nessun politico o amministratore che sia riesce a salvarsi: sono tutti corrotti sussurrano i calunniatori e noi che possiamo farci? Ci crediamo e il gioco è fatto. (Centro studi politici e sociali della Fidest diretto da Riccardo Alfonso)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come si fa a distinguere i buoni dai cattivi?

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

È la solita storia della vita. Il vecchio saggio asseriva che è più facile per i cattivi passare per dei buoni per riuscire meglio nel loro disegno malvagio. Questa logica del camuffamento se la trasferiamo in politica rende più illuminante il giudizio che, purtroppo a posteriori, possiamo fare di taluni personaggi che scelgono la vita pubblica per costruire o consolidare o meglio ancora rimpinguare i loro imperi economici e finanziari. E per ironia della sorte o anche per dabbenaggine dei soliti “gnoccoloni” che vedono la luna nel pozzo diventano i più gettonati per essere amati e seguiti alla perdizione. Soltanto che a un certo punto le due vie parallele diventano divergenti e fanno di uno il vincente e l’altro il perdente. Con questa solfa che ci accompagna nel nostro percorso esistenziale breve o lungo che sia dobbiamo convincerci che i buoni sono destinati a vincere da morti mentre i cattivi raccolgono i loro frutti da vivi. È facile, infatti, per i cattivi una volta che i buoni lasciano questa valle di lacrime esaltarne i meriti. Così si diventa “cornuti e mazziati” o altrimenti detto oltre al danno la beffa. C’è che asserisce che è una questione genetica e non credo che lo dica solo per giustificare i cattivi e stendere un velo pietoso sui buoni. In effetti si tratta di un rapporto di rottura che è comune a tutti gli esseri viventi e le cui origini sanno di molto remoto. L’antico testamento non ci parla di Abele e Caino? In una società dove è evidente che esistono delle vittime sacrificali tra gli umani come nelle altre specie è importante indagare su un criterio evolutivo che ci consenta di trovare una via mediana dove le intemperanze degli uni e la remissività degli altri non ci portino in un vicolo cieco.
Pensiamo al difficile ruolo che deve ricoprire chi si sente profondamente onesto ma gli tocca vivere tra gente priva di scrupoli. Costoro alla fine fanno anche di peggio cercando d’inquinare i valori demonizzandoli, e le istituzioni, umiliandole. Così alla fine non si va dalle guardie per denunciare le malefatte del cattivo di turno nel timore che anche tra i tutori dell’ordine vi alberghi chi non dovrebbe esserci. A questo ci siamo ridotti. Se ci guardiamo in giro scopriamo che la verità per disvelarsi ha bisogno di vestirsi con l’abito della menzogna. (Centro studi politici e sociali della Fidest diretto da Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Comunità Sant’Egidio: una perla all’occhiello del mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Quanti comunicato nel corso del 2020, da gennaio ad oggi, abbiamo ricevuto dall’ufficio stampa della Comunità? Tantissimi perché grandissimi sono stati i suoi impegni nel mondo in favore della pace e della fraternità fra i popoli. Ora ci chiediamo se non è necessario risvegliare non solo le coscienze di chi ci governa ma anche quelle degli amministrati nel renderli consapevoli che in passato sicuramente abbiamo fatto poco a sostegno di uno dei due diritti fondamentali che dovrebbero guidare le nostre coscienze e il nostro agire in concreto. Il primo si sa è il diritto alla vita ma subito dopo viene l’altro che è il diritto a vivere. In questo caso abbiamo mostrato tutti i nostri limiti allorché milioni di bambini continuano a morire nel mondo per mancanza di un’assistenza sanitaria carente e per fame, che vi siano anche nelle città e nelle comunità dell’opulenza dei senza tetto e dei barboni che muoiono di fame e di freddo, che ci imbattiamo in milioni di migranti che fuggono da guerre e carestie, che tantissimi sono coloro che elemosinano un lavoro e se lo hanno continuano a vivere in miseria e poi vi sono i pensionati, i nuovi paria della società dei consumi. Tutti questi e molti altri ancora cosa mai potranno fare dover essere entrati nel mondo dei vivi se li ricacciamo indietro il giorno dopo privandoli della vita? (R.A.)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il governo degli esperti

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Quando si dice che il Movimento 5 Stelle non ha la sufficiente esperienza per governare il Paese perché non chiediamo a questi critici, che si considerano degli esperti, cosa hanno fatto per meritarsi tanti onori? Non sono quelli che hanno portato il debito pubblico alla cifra astronomica di 2300 miliardi di euro? Che hanno favorito un’evasione fiscale da oltre 120 miliardi di euro? Che hanno messo in ginocchio la giustizia e umiliato i tutori dell’ordine e della legalità? Che hanno arrecato discredito alle istituzioni con la corruzione e il mal governo? L’Italia è in ginocchio per colpa loro eppure hanno l’improntitudine di erigersi a tutori del buon governo. Se oggi milioni di italiani disertano le urne disgustati da tanto sfacelo e dalla convinzione che ci troviamo al cospetto di una classe politica che ha perso in dignità e fiducia, lo dobbiamo al disastro che hanno combinato e pensano di poter continuare come se nulla fosse turlupinando gli italiani e considerandoli degli gnoccoloni da strapazzare a loro piacimento. È tempo di destarsi dal torpore. È tempo di prendere coscienza che non possiamo fare a meno della politica perché essa è l’unica strada che abbiamo per migliorarci e progredire e permettere ai nostri figli un avvenire migliore. A patto che dimostriamo di saper fare scelte consapevoli e soprattutto farsi rappresentare non dai soliti pifferai di turno. E ricordiamo che un politico non deve essere necessariamente un esperto ma una persona che riesca ad avere una visione che ponga l’essere umano al primo posto nel suo diritto a vivere con dignità. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Contro la povertà educativa

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Roma. “Sono veramente soddisfatta della pubblicazione in queste ore dell’avviso “Non uno di meno”, una misura di contrasto alla povertà educativa che rappresenta uno strumento per aiutare le famiglie più fragili e che garantirà maggiori opportunità di crescita educativa per i bambini della fascia di età 6-13 anni.Una misura per la quale mi sono impegnata fin dalla discussione del bilancio regionale, durante il quale, grazie al gioco di squadra con l’Assessora Alessandra Troncarelli e ad un emendamento che ho proposto, lo stanziamento di 500 mila euro per il ‘Fondo di contrasto della povertà educativa minorile’ è stato raddoppiato dando il via alla collaborazione e alla co-programmazione tra la Regione Lazio e l’Impresa Sociale “Con i Bambini” – soggetto attuatore del Fondo nazionale – che fornirà l’assistenza e il supporto necessari.La povertà educativa ha colpito duramente nel periodo di emergenza, una crisi che ha aumentato la forbice delle disuguaglianze, colpendo bambine/ragazze, bambini/ragazzi, già in situazioni e in condizioni di disagio economico che hanno visto disperdersi la loro possibilità di apprendere, formarsi, giocare, condividere.Rimuovere gli ostacoli che impediscono a tanti minori di accedere in condizioni di parità all’istruzione e all’educazione è fondamentale per proteggere l’infanzia in disagio e per garantire, ancora di più alle bambine e ai bambini, un futuro che sia giusto ed equo”. Così in una nota la Consigliera del Lazio Marta Bonafoni, Capogruppo della Lista Civica Zingaretti

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stanziati 23 miliardi per l’immigrazione

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

E’ previsto nel bilancio dell’Unione europea e a questi fondi si potranno aggiungere quelli dei singoli Stati.Circa la metà dello stanziamento sarà destinato alla attività di controllo delle frontiere e l’altra metà per l’accoglienza.Tutto questo mentre il governo non riesce a regolare il flusso di migranti che proviene dalle coste tunisine. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, come al solito, arriva in ritardo.Eppure, non ci voleva una particolare intelligenza politica per capire che, con la crisi del turismo, voce importante dell’economia tunisina, e il favorevole periodo estivo, ci sarebbe stato un aumento di migranti, con sbarchi a Lampedusa che è a “due passi” dalla Tunisia.E’ Di Maio che doveva attivare, nei mesi precedenti, l’accordo di controllo delle coste tunisine e di rimpatrio per i migranti irregolari. La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, non può che dar seguito agli accordi politici con le autorià tunisine e, se questi non ci sono stati, poco poteva fare. Per ultimo registriamo la dichiarazione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare.” E’ caduto dal pero. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solidarietà ai giornalisti del quotidiano italiano a New York, America Oggi

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

“I giornalisti del quotidiano italiano a New York, America Oggi, hanno deciso di interrompere le loro prestazioni lavorative poiché la società editrice non ha ancora saldato sette mensilità del loro stipendio. Siamo consapevoli del momento delicato e proprio per questo vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai professionisti in sciopero, auspicando che la situazione si risolva il prima possibile ed il giornale possa continuare ad informare, in maniera puntuale, i nostri connazionali in Usa!” Lo dichiarano i deputati di Forza Italia Giorgio Mulé e Fucsia Nissoli Fitzgerald.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toscana penalizzata dal riparto personale scolastico

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Firenze “La decisione di ripartire alle regioni le risorse destinate a garantire la regolare partenza dell’anno scolastico seguendo il criterio deciso dal ministero (50% sulla base delle richieste degli USR e 50% sulla popolazione studentesca) penalizza le regioni che sono state corrette nelle richieste, come la Toscana. Come aveva chiesto l’assessore Grieco infatti, noi credevamo che si dovesse dare più peso al criterio oggettivo del numero degli studenti. Invece al ministero si è voluto dare lo stesso peso anche alle richieste arrivate dalle scuole.” Questo quanto dichiarato da Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva capogruppo in commissione cultura alla Camera. “Chi controllerà se le richieste sono state sovradimensionate rispetto alle reali necessità? – prosegue Toccafondi – Un dubbio che ci viene guardando ad alcune regioni, simili alla Toscana per numero di scuole o di alunni, che hanno chiesto risorse molto maggiori per personale docente e non docente”.“In questo momento – conclude il deputato – le risorse economiche ed umane, docenti e non docenti, sono fondamentali per la riapertura dell’anno scolastico in presenza e per tutti gli studenti. Seguendo criteri non oggettivi o molto meno oggettivi, si rischia che chi ha fatto un lavoro serio e responsabile, come le scuole toscane, resti non solo con meno personale ma con il rischio concreto che tanti ragazzi siano costretti a continuare a seguire le lezioni da casa.”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola digitale: esempi virtuosi di come le scuole italiane hanno innovato la didattica

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

L’Istituto di Istruzione Superiore Mattei di Recanati e il centro di formazione salesiano CIOFS (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale) rappresentano, in ambiti diversi, due esempi virtuosi di come la tecnologia si possa inserire in un piano permanente – e non solo durante una situazione di emergenza – all’interno della didattica.
Entrambi si sono avvalsi, dopo ricerche di mercato che ne hanno messo in evidenza qualità ed economicità, della collaborazione di MR Digital, player di riferimento che da oltre 60 anni affianca le scuole nei progetti di innovazione tecnologica nella didattica.La consulenza di MR Digital inizia individuando le esigenze della scuola, in seguito viene creato un percorso su misura per le scuole, studiando la strategia migliore e adattando gli strumenti e i prodotti necessari per supportarla. La consulenza non è limitata alla sola fornitura di prodotti, un aspetto fondamentale è infatti la formazione dei docenti stessi per l’ottimale utilizzo dei nuovi strumenti.
Nel caso dell’Istituto di Istruzione Superiore Mattei di Recanati, scuola operante nel settore tecnico-tecnologico (chimico, meccanico-meccantronico ed informatico-telecomunicazioni), l’esigenza principale è stata quella di identificare gli strumenti adatti per studenti e studentesse, quindi tablet che fossero facili da usare e di sicura gestione e che potessero essere collegati a monitor interattivi per facilitare la didattica collaborativa durante le lezioni.All’interno dell’istituto è stato avviato anche un programma di insegnamento di Coding e Robotica educativa, un primo approccio al pensiero computazionale, processo logico che permette di scomporre un problema in parti più piccole per trovare una soluzione .A supporto sia di studenti sia di insegnanti l’Istituto Mattei sperimenterà nel prossimo a.s. BricksLab – piattaforma di contenuti editoriali che permette di combinare video, approfondimenti e test.
Nel caso dei centri di formazione salesiano CIOFS invece l’integrazione tecnologica è partita da un percorso di formazione metodologia e didattica per gli insegnanti: un corso di aggiornamento tecnico sugli strumenti e su come utilizzarli all’interno delle lezioni. Oltre a monitor interattivi e tablet per le lezioni, infatti, le classi CIOFS hanno adottato anche i contenuti editoriali di BricksLab, piattaforma integrata con Google Classroom. “Da sempre la nostra mission è quella di supportare le scuole nel trovare la formula migliore per rinnovare la didattica. Non esiste una soluzione univoca per tutti e la nostra expertise ci permette di costruire soluzioni su misura, partendo dai bisogni di chi fa scuola.” – ha dichiarato Andrea Russo di MR Digital.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Campidoglio, fornitura arredi scolastici Roma Capitale

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Sono un’aggiunta rispetto ad appalto sedie e banchi Commissario straordinario per emergenza Covid-19. In merito ad alcune notizie stampa che parlano di ritardi nell’acquisto di nuovi banchi per le scuole si precisa che la fornitura di arredi scolastici e didattici per scuole dell’infanzia e le scuole primarie e secondarie di primo grado di Roma Capitale è aggiuntiva e integrativa rispetto all’acquisizione e distribuzione degli arredi scolastici, in particolare sedie e banchi, da parte del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza Covid-19. Lo rende noto il Campidoglio.La fornitura di arredi scolastici di cui si sta occupando Roma Capitale prevede nello specifico l’acquisto di lavagne, attaccapanni, armadi. Una ricognizione del fabbisogno degli istituti scolastici è stata avviata lo scorso marzo: viste le mutate esigenze per l’emergenza coronavirus si è proceduto ad integrare e aggiornare i dati attraverso un’ulteriore ricognizione terminata il 31 luglio. Entro quella data gli isituti scolastici hanno infatti fornito il fabbisogno ulteriore e integrativo. Ora a breve verrà inviato l’ordinativo al fornitore.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una legge contro la violenza sugli operatori sanitari

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

“Il via libera definitivo del Parlamento alla legge contro la violenza sugli operatori sanitari rappresenta un doppio segnale di civiltà: il primo verso i cittadini che sanno di poter contare su professionisti concentrati sui loro problemi e non sulla difesa da attacchi che non hanno ragion d’essere; il secondo verso gli operatori che ora hanno una forma di tutela in più per un lavoro che fino a ieri nella pandemia li ha fatti definire ‘eroi’, ma che già oggi comincia a essere al centro di nuove violenze”. Commenta così Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche, il via libera alla legge sulla sicurezza degli operatori sanitari.L’89,6% degli infermieri è stato vittima, secondo una ricerca dell’Università di Tor Vergata di Roma, di violenza fisica/verbale/telefonica o di molestie sessuali dagli utenti sui luoghi di lavoro. In base ai dati si può dire che circa 240mila infermieri su 270mila dipendenti durante la loro vita lavorativa abbiano subito una qualche forma di violenza, sia pure solo una aggressione verbale. Di tutte le aggressioni (secondo l’Inail) il 46% sono a infermieri e il 6% a medici (gli infermieri sono i primi a intercettare i malati al triage, a domicilio ecc. e quindi quelli più soggetti).

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19: Per Rampelli l’Italia deve chiedere il risarcimento danni alla Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

“La Cina sapeva tutto già dalla metà di dicembre ma solo il 14 febbraio ha dichiarato 1700 operatori sanitari e medici infetti. L’accertato ritardo di comunicazione all’Oms, giustifica una richiesta di risarcimento danni di fronte alla Corte internazionale di Giustizia da parte degli Stati colpiti proprio in base allo statuto stesso dell’Oms, intenzionalmente violato in più punti, falcidiando vite umane e procurando danni economici e sociali incalcolabili.
Le agenzie di rating hanno previsto un ulteriore calo del Pil italiano. Se la Cina intende aderire al libero mercato non può cavalcare la tigre della globalizzazione incrementando i profitti attraverso lo sfruttamento dei minori, delle donne, dei dissidenti politici rinchiusi nei campi di lavoro forzato, i laogai, concludendo le libertà fondamentali della persona. La Cina è il primo Paese al mondo per emissione di anidrite carbonica, responsabile dello sfruttamento ambientale e delle alterazioni climatiche, realizza dighe che distruggono interi villaggi oltre che l’ecosistema, insedia centrali a carbone mentre tutto il mondo le dismette e si converte all’energia rinnovabile. L’Italia deve chiedere il risarcimento danni per la pandemia che sta distruggendo la nostra economia e deve mettere in discussione, nelle sedi opportune, la presenza della Cina nell’Organizzazione mondiale del Commercio. Perché se non rispetta i parametri occidentali dev’essere espulsa. O aderisce ai valori occidentali rispettando tutti i diritti e giocando alla pari e senza concorrenza sleale la partita internazionale, oppure deve uscire dall’Omc”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli, di Fratelli d’Italia, illustrando la mozione sulla richiesta di risarcimento danni alla Cina per la diffusione del Covid-19 in discussione alla Camera.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »