Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 26 giugno 2011

La “pagliuzza” di Comellini e la “trave” di Foti

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

L’on.le Maurizio Turco cofondatore del Partito per la tutela dei diritti di militari e Forze di polizia (Pdm), e di cui è segretario Comellini, ha presentato una interrogazione al ministro della difesa on.le La Russa per chiedergli se è a conoscenza che lo Stato Maggiore della Difesa abbia stabilito che gli unici militari ai quali l’amministrazione deve corrispondere il trattamento di missione intero o forfettario di 110 euro al giorno siano solo i delegati del Cocer. E soggiunge: “Dopo le mie numerose interrogazioni parlamentari, per chiedere chiarimenti e azioni in merito alle dubbie attività dei delegati del Cocer, e nonostante siano, da tempo, in corso delle indagini giudiziarie presso le procure militari, proprio per le ipotesi di reato di truffa e falso in fogli di viaggio, la decisione assunta dal vertice militare contrasta con l’accoglimento di un nostro Ordine del Giorno (9/3210/3) a prima firma del deputato radicale Maria Antonietta Farina Coscioni, con cui avevamo raccomandato al Governo di “adeguare e rendere omogeneo il trattamento di missione percepito dai delegati dei Consigli centrali della rappresentanza militare con quello, di aggregazione per vitto e alloggio presso le strutture militari, effettivamente percepito dal restante personale delle Forze armate”. E nel merito è sempre l’on.le Turco a precisare: “È evidente la posizione assunta dal Ministro della difesa che sull’argomento tace e preferisce continuare a garantire ai soli delegati del Cocer i fondi necessari per pagare alberghi, ristoranti e indennità, mentre taglia sulle missioni della truppa che può anche accontentarsi di alloggi fatiscenti e mense piene di escrementi di topi e uccelli come quelli della cittadella militare della Cecchignola a Roma”.
A questo punto non si è fatta attendere la risposta del delegato Cocer Girolamo Foti e rivolgendosi all’on.le Turco: “i suoi comunicati gettano “veleno e discredito” sui delegati della rappresentanza militare. Innanzitutto devo correggerla quando, riguardo al testo unico, si dimentica che la “truppa” è stata sostituita dai graduati in servizio permanente, giacché rimangono truppa solo i volontari in ferma prefissata e prolungata. E poi incalza: “Per ciò che concerne la rappresentanza rispetto all’On Turco, io ho tagliato le mie spese di oltre il 40%, e lo posso provare, pur avendo un semplice rimborso spese e provenendo da Palermo, mentre i suoi colleghi “politici” godono di benefici enormi e agevolazioni, spesso esagerate da reali spettanze (138 milioni di euro i vitalizzi della politica, 98 milioni diretti e 24 milioni di reversibilità, le telefonate ammontano a 2 milioni, per le pensioni personali complessivamente 209 milioni e 710 mila euro, per la ristorazione ci sono 5 milioni di euro, 1 milione per il presidio medico e 9 milioni di trasporto aereo”.
Tutto chiaro? A nostro avviso è legittimo che le spese affrontate, nello specifico, dal Ministero della Difesa rispecchino criteri di uguaglianza e di legittimità e di tutela degli interessi legittimi di tutti coloro che fanno parte della grande famiglia della Difesa e che un parlamentare ne chieda ragione al ministro competente per verificarne l’attendibilità. Ma se questo è vero altrettanto deve esserlo da chi si carica dell’onere di difensore di diritti e doveri e noi a chiederci se la “pagliuzza” che è entrata nel suo occhio non gli permetta di vedere la trave che è entrata nell’altra. E questo è un aspetto, si badi bene, che non riguarda solo i parlamentari ma molte altre “aree di privilegio” che da tempo abbiamo denunciato e che se abbiamo tollerato nella stagione delle “vacche grasse” stanno diventando intollerabili in questa delle “vacche magre” e se il governo vuole rendersi credibile e farci accettare i sacrifici che ci sta sottoponendo deve incominciare a porvi mano con intelligenza, sagacia e tempestività. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Storia d’Europa e del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Vol. XI. Culture, religioni, saperi, AA.VV. Curatore Roberto Bizzocchi Avvalendosi della partecipazione dei massimi studiosi italiani e stranieri, continua il progetto culturale della Storia d’Europa e del Mediterraneo che contribuisce ad arricchire il dibattito sull’identità e le radici storiche dell’Europa. In questo volume i migliori specialisti di storia delle idee, della cultura e delle religioni raccontano le mille strade percorse prima di approdare alla coscienza della modernità: le nuove scoperte geografiche, l’invenzione della stampa, la rivoluzione scientifica e i nuovi saperi tecnici, l’Illuminismo e l’Encyclopedie di Diderot e d’Alembert, la riforma protestante, il Concilio di Trento e la convivenza delle tre grandi religioni monoteistiche (islam, ebraismo e cristianesimo). Indice. Le scoperte geografiche, di Catarina Madeira Santos; Stampa, censura e governo delle opinioni, di Sandro Landi; Lingua e lingue nell’Europa e nel Mediterraneo, di Franco Fanciullo; L’istruzione, di Patrizia Delpiano e Marina Roggero; Riforma protestante e protestantesimo, di Susanna Peyronel Rambaldi; Il Concilio di Trento e il cattolicesimo, di Gaetano Greco; I cristiani orientali e il mondo musulmano, di Bernard Heyberger; La religione islamica in epoca moderna, di Biancamaria Scarcia Amoretti e Samuela Pagani; Ebraismo in Età moderna, di Alessandro Guetta; La stregoneria e il mondo magico religioso, di Oscar Di Simplicio; Il diritto nell’Europa moderna: strumenti e strategie, di Pietro Costa; L’applicazione del diritto islamico nell’Impero ottomano, di Ersilia Francesca; Stratificazione e mobilità sociale in Europa e nel Mediterraneo, di Simona Cerutti; Opinione pubblica e sociabilità nell’Europa moderna, di Elena Brambilla; Concetti e pratiche di socialità nell’Impero ottomano, di Ays¸e Saraçgil; La Rivoluzione scientifica, di Michele Camerota; Intolleranza, tolleranza, libertà di coscienza e libertà di pensiero, di Tomaso Cavallo; Le categorie della politica tra assolutismo e rivoluzione, di Luca Scuccimarra; L’Illuminismo, di Rolando. p. 838, con 32 pp. di tavv. e 8 pp. di cartine f.t. € 140,00 ISBN 978-88-8402-708-5 Minuti.
L’autore. Il cur. Roberto Bizzocchi insegna Storia moderna all’Università di Pisa. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Guida allo studio della storia moderna (Roma-Bari 2002); Cicisbei. Morale privata e identità nazionale in Italia (Roma-Bari 2008).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dante poeta e italiano

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

A cura di Livio Ambrogio, Chiara Concina, Enrico Malato, Andrea Mazzucchi. Catalogo della Mostra aperta al pubblico dal 21 giugno al 31 luglio 2011 presso Palazzo Incontro – nel cuore della Capitale, in via dei Prefetti 22. La Mostra Dante poeta e italiano «legato con amore in un volume» espone manoscritti, antiche stampe, volumi illustrati, quadri e sculture provenienti dalla collezione privata dell’imprenditore torinese, appassionato dantista, Livio Ambrogio. Promossa dalla Provincia di Roma – Progetto ABC, la mostra, ideata dalla Casa di Dante in Roma e dal Centro Pio Rajna – Centro di studi per la ricerca letteraria, linguistica e filologica, è stata organizzata in collaborazione con CIVITA e con la Libreria antiquaria Philobiblon. Il Catalogo è pubblicato dalla Salerno Editrice. Frutto di trent’anni di passione per i libri e i cimeli danteschi, la collezione spazia su ben sette secoli di tradizione, manoscritta e a stampa, delle opere di Dante Alighieri e, formata da più di mille volumi, costituisce oggi la raccolta dantesca più vasta e importante di proprietà di un collezionista privato. La collezione accoglie una significativa campionatura della tradizione manoscritta, rappresentata da una serie di codici e frammenti della Commedia, membranacei e cartacei, risalenti al XIV e al XV secolo. Sono inoltre presenti tredici edizioni incunabole tra le quali – oltre al Lattanzio impresso a Roma dai prototipografi Sweynheim e Pannartz nel 1468, che contiene la prima citazione tratta dalla Commedia mai apparsa in un testo a stampa – figurano la rarissima princeps del poema stampata a Foligno da Johann Neumeister nel 1472 e l’ancor più rara seconda edizione, impressa a Mantova sempre nel 1472. Seguono – per ricordare le più importanti – la stampa veneziana uscita dai torchi di Vindelino da Spira nel 1477 in un esemplare annotato dal letterato e accademico fiorentino Vincenzo Buonanni, quella milanese del 1478, il Dante fiorentino di Lorenzo della Magna del 1481, con il commento di Cristoforo Landino, quelle, sempre veneziane, di Ottaviano Scoto del 1484, di Bernardino Benali e Matteo Capocasa del 1491, di Pietro Piasi sempre del 1491, di Pietro Quarenghi del 1497. Tra gli incunaboli va infine ricordata anche la prima edizione del Convivio impressa a Firenze da Francesco Bonaccorsi nel 1490. La Raccolta include inoltre tutte le edizioni della Commedia stampate durante il XVI secolo, a partire dal celebre volumetto in-8° piccolo della Divina Commedia del 1502 stampato da Aldo Manuzio per le cure di Pietro Bembo, con il titolo Le terze rime di Dante, e dalla sua coeva contraffazione lionese risalente al 1502-1503 circa. Si passa poi alla seconda edizione del poema stampata dallo stesso Aldo nel 1515 e al Dante col sito e forma dell’Inferno impresso a Venezia da Paganino Paganini intorno al 1515: presente in un esemplare d’eccezione, trattandosi dell’unica copia conosciuta impressa su pergamena. Tra le altre edizioni è presente anche quella importantissima pubblicata dall’Accademia della Crusca nel 1595, la prima con varianti testuali, in un prezioso esemplare con dedica della stessa Accademia a Bastiano de’ Rossi. Oltre alle sole tre edizioni stampate nel corso del Seicento, sono presenti le stampe più importanti e pregevoli del Settecento e dell’Ottocento, tra le quali vanno ricordate quella uscita dai torchi veneziani di Antonio Zatta tra il 1757 e il 1758 – in una straordinaria copia su carta azzurra e un’altra con le tavole tirate a più colori –, quella di Bodoni del 1795, per giungere, passando attraverso una significativa serie di volumi del XIX secolo, alla Commedia illustrata da John Flaxman, a quella contenente i disegni di Gustavo Doré, ai capolavori tipografici prodotti dalla Stamperia di Tallone. Tra le testimonianze più recenti, che attestano l’ intramontabile fortuna e l’attualità sempre viva del capolavoro dantesco, si ricordano inoltre il manoscritto autografo del saggio La última sonrisa de Beatriz del celebre scrittore e poeta argentino Jorge Luis Borges, risalente al 1948 ca., poi incluso nel volume Nove saggi danteschi del 1982, e l’autografo – seguito dalla relativa edizione a stampa – della Lettera a Dante di Roberto Benigni del 2007. L’esposizione è completata da una serie di quadri, sculture, cimeli vari e manifesti antichi dedicati al grande poeta fiorentino. Un vol. di pp. 352, di cui 126 di tavole a colori € 38,00 ISBN 978-88-8402-733-7

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benedetto XIV. Un canone per la Chiesa

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Di Gaetano Greco. L’opera. Il Cardinale Lambertini, Papa dal 1740 al 1758, fu promotore di un immenso quanto controverso «canone» ecclesiastico che introdusse nella vita della Chiesa cattolica una serie di innovazioni significative, come il riconoscimento delle congregazioni religiose femminili o del matrimonio fra cattolici e acattolici. Gaetano Greco presenta un nuovo ritratto intellettuale di Benedetto XIV per restituirci tutta la complessità di un personaggio la cui opera fu giudicata un perfetto esempio di «riformismo conservatore». pp. 416 € 24,00 ISBN 978-88-8402-718-4
L’autore. Gaetano Greco insegna Storia Moderna presso l’Università di Siena. Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: La Chiesa in Occidente. Istituzioni e uomini dal Medioevo all’Età moderna (2006).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: è la crisi del sistema Stato

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Luigi De Magistris

Image by sonny_968 via Flickr

Per affrontare la situazione a Napoli e tutelare la popolazione c’è bisogno di tutte le istituzioni, non solo del sindaco, che ha le mani legate se non c’è un provvedimento el consiglio dei ministri e non c’è un supporto della Provincia di Napoli, della Regione Campania e di tutte le Regioni italiane. Non è che basta essere eletti perché domattina scompaiano tutti i rifiuti. Ci vuole un intervento coordinato di tutte le istituzioni ed è quello che noi chiediamo a gran voce. Napoli soffre i questo problema dei rifiuti da troppi anni per poter dire che è una vendetta nei confronti dell’Italia dei valori e di de Magistris. Certamente è un perpetuare l’incuria che sta creando dei danni gravissimi alla città, alla popolazione, all’ambiente e alla salute. Bene ha fatto la Procura di Napoli ad aprire un fascicolo processuale per verificare se ci siano ipotesi di reato. Se c’è qualcuno che non fa il proprio dovere, o per colpa o per dolo, è bene che venga assicurato alla giustizia.
Senza se e senza ma, l’Italia dei valori è a favore della libertà totale d’informazione e del diritto/dovere totale degli investigatori di combattere con tutti i mezzi la criminalità. E se la criminalità utilizza strumenti tecnologici avanzati per poter commettere reati, uguali strumenti tecnologici avanzati devono essere messi a disposizione della forze dell’ordine e della magistratura. All’interno della legge attuale già ci sono gli strumenti per verificare e valutare quando un’intercettazione può essere fatta, quando depositata, quando può essere utilizzata e quando pubblicata. Fare una legge per cercare di fermare le indagini oppure l’informazione, il diritto a essere informati e a informarsi dei cittadini, è un modo per favorire la criminalità e per nascondere la verità agli italiani. (Antonio Di Pietro)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quarta tappa: Iommi sul podio e Lyazali a New York

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Ravenna. Con il sole ancora caldo che volge al tramonto e l’aria salmastra proveniente dal vicino mar Adriatico, più di 1.000 gli iscritti alla quarta tappa di Gazzetta R.U.N., partita alle 20.00dalla storica Piazza del Popolo (XIII secolo) di Ravenna, sotto lo sguardo marmoreo delle statue di San Vitale e di Sant’Apollinare, patroni della città. Organizzato da RCS Sport – La Gazzetta dello Sport, in collaborazione con il Comune di Ravenna, Ravenna Runners Club e il Comitato Società Podistiche Ravennati, il circuito di running più importante d’Italia, con la sua quarta tappa, ha chiuso la prima parte di Gazzetta R.U.N..
La squalifica di Lyazili Adil e di Mucerino Giuseppe, decisa all’unanimità dai giudici di gara, in base al regolamento nazionale della FIDAL, per una errata interpretazione del percorso all’ultimo giro, ha lasciato la vittoria a Iommi Giovanni (G.P. Livenza Sacile) con il tempo di 30’34”, atleta di spicco nella corsa di montagna, si sta preparando ai Campionati italiani di Piancavallo a luglio e ai Mondiali di Paluzza a settembre: “mi dispiace molto per i miei colleghi, se non avessero tagliato il percorso sarei arrivato dietro di loro, avevano già guadagnato un bel vantaggio; però il verdetto dei giudici di gara è corretto”.
Secondo classificato Costoncelli Gabriele (Calcestruzzi Corradini Excels.) in 31’51” e terzo Solito Fabio (Fartlek Ostia) in 32’02”.
Nella categoria femminile, si è imposta Eliana Patelli (Atl. Valle Brembana) con il tempo di 33’17”, specializzata nella disciplina della maratona, ha ottenuto ottimi risultati vincendo le maratone di Lucca, Bergamo, Brescia, la 30km Cortina-Dobbiaco e la 30km Sarnico-Lovere, detiene la 6° posizione nel ranking femminile italiano nella maratona e nel 2012 parteciperà alla Milano City Marathon “ho trovato bellissimo correre in un centro storico come questo di Ravenna, non sempre è possibile trovare percorsi così suggestivi, anche se era tosto e ricco di curve”.
Al secondo posto si è classificata Sara Berti (GS Valsugana Trentino e vincitrice dell’edizione 2009)) in 34’37” e terza classificata Sanna Paola (Atl. Ambrosiana e vincitrice edizione 2010) con il tempo di35’11”.
Dopo la pausa estiva, il circuito riprenderà a settembre con le ultime quattro tappe: Jesolo (3 settembre), Vigevano (11 settembre), Genova (25 settembre) per concludersi a Parma il 16 ottobre.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La vita degli antichi in miniatura

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Chianciano Terme Una mostra straordinaria per raccontare e comprendere la vita in antiche civiltà. Urne che riproducono in scala ridotta delle dimore o modelli per la progettazione architettonica di edifici pubblici e provati delle maggiori popolazioni dell’antichità: ad esse è dedicata la mostra “Le case delle anime” – promossa da Museo delle Culture della Città di Lugano, Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme e Fondazione Musei Senesi, grazie al sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e alla preziosa collaborazione di Vernice Progetti Culturali srlu – che apre al pubblico oggi presso il Museo Civico Archeologico di Chianciano fino al 16 ottobre. La mostra ne espone alcuni straordinari esemplari provenienti dai maggiori musei archeologici italiani e svizzeri.
“Le case delle anime” è l’evento inaugurale dell’ ArcheoFest, il primo festival nazionale dedicato all’archeologia che avrà come tema l’acqua nel suo stretto rapporto con il paesaggio, l’abitare, il viaggio, il benessere e il sacro. Fino ad ottobre, infatti, un ricco calendario di eventi coinvolgerà tutta la Val di Chiana con mostre temporanee, convegni, conferenze, seminari, rappresentazioni teatrali, musicali e cinematografiche legate a temi dell’antichità, ricostruzioni e rievocazioni reali e virtuali, scavi e scavi simulati, spazi dedicati alla tecnologia applicata all’archeologia, laboratori educativi per adulti e ragazzi sull’arte e sulla vita quotidiana nell’antichità, eventi legati alla storia del cibo e del vino, ma anche alla storia della bellezza e della salute, editoria, promozione del volontariato archeologico. Realizzata da Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Vernice Progetti Culturali, l’ArcheoFest è stata coordinata dalla Fondazione Musei Senesi in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Università degli Studi di Siena, Regione Toscana, Provincia di Siena e Comune di Chianciano Terme e la partecipazione dei Comuni di Cetona, Chiusi, Montepulciano, Sarteano, Trequanda, dell’Unione dei Comuni della Val di Chiana Senese, della Camera di Commercio di Siena e l’Associazione dei Musei Archeologici Toscani.
“Le case delle anime” resterà aperta presso il Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme dal prossimo 25 giugno e fino al 16 ottobre con i seguenti orari: tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle19.00. Info: 0578 30471. E-mail: museoetrusco@libero.it. L’ingresso alla mostra è compreso nel biglietto del Museo. (8,10,19 jpg, mostra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

StART-up! rassegna d’arte contemporanea

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Roma fino al 28 luglio 2011 Via Margutta 51/a spazio Emmeotto Next
• 30 giugno opening mostra fotografica di Chris Rain
• 7 luglio aperitivo + dj set
• 14 luglio opening “Mirabolante esposizione di metamorfosi” di Daniele Catalli
• 28 luglio closing party + dj set Fernandez Manetta + vjset Oblivious Artefacts
Art-Room.project è il progetto artistico di un gruppo di ragazzi che gravitano a vario titolo intorno alla galleria EMMEOTTO e hanno proposto una nuova visione dell’arte contemporanea incentrata sulla sperimentazione, prediligendo forme espressive come video, performance e installazioni. Intento di Art-Room.project è ricercare miscelazioni e polifonie relazionandosi all’arte in modo creativo e sinestetico.
Dal 16 giugno e per tutti i giovedì successivi fino al 28 luglio stART-up! proporrà l’avvicendarsi di mostre d’arte ed eventi che spaziano dal teatro alla musica, dalla performance al vjing, sempre con un intento sperimentale e fortemente coinvolgente.
Prima tappa della rassegna la mostra “L’uomo della folla” di Federico Arcuri, accompagnata dalla performance del trio d’improvvisazioni elettroacustiche ACRE cha ha musicato per l’occasione, le immagini filmiche del documentario avanguardistico “Berlino, sinfonia di una grande città” di Walter Ruttmann del 1927, posto in dialogo percettivo fra le pitture “sporche” in bianco e nero. Punto di incontro tra Emmeotto e Art-Room.project,
StART-up! Prosegue il 30 giugno nella personale di Chris Rain, pseudonimo di Christian Florian Michel, 26enne romano, espone una serie d’immagini, piccoli frammenti onirici acromi, costruiti con la sola forza della camera oscura. Intraprende la sua carriera da autodidatta, come compositore musicale, prima e scrittore di romanzi.
Il 14 luglio sarà la volta della “Mirabolante Esposizione di Metamorfosi” di Daniele Catalli, artista visivo proveniente dal mondo dell’illustrazione e della scenografia, che presenterà per stART-up! un’ installazione site-specific e alcuni disegni su acetati.
Il 28 luglio grande evento di chiusura con dj Ferdandez Manetta accompagnato dalle videoproiezioni degli Oblivious Artefacts http://www.emmeotto.net (chrisrain_greentea.jpg, chrisrain_monstertape.jpg, chrisrain_snow.jpg, chrisrain_pony.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miss Italia ad Asti e Borgovercelli

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Grande successo per il doppio appuntamento con la bellezza, che ha portato la carovana di Miss Italia ad Asti e Borgovercelli. Pubblico delle grandi occasioni per l’elezione di ben due fasce provinciali di Miss Deborah, in vista del titolo regionale che sarà assegnato a fine luglio e che vale l’accesso alle prefinali nazionali del concorso. Asti e Borgovercelli hanno assegnato lo stesso titolo.”Nelle fasi provinciali – spiega l’agente regionale Vito Buonfine – si eleggono più ragazze per ogni titolo. Si tratta di una prima scrematura, ma dal mese di luglio, con l’avvio delle fasi regionale, eleggeremo una miss per fascia”. Pur essendo “solo” alle fasi provinciali, la competizione non è mancata e il tifo nemmeno. Tanta la gente che ha assistito alla selezione svoltasi presso il bowling Red & Black di Asti, location nuova per il concorso. Sul podiosono salite Silvia d’Onofrio, diciottenne di Borgaro Torinese, studentessa, eletta Miss Deborah; giocava in casa Federica Nobile, ventenne di Asti, eletta Miss Rocchetta Bellezza; Martina Invernizzi, diciottenne di Valenza (AL), è stata eletta Miss Deborah Terza Classificata; Stefania Sorrentino, ventenne di Collegno, Miss Peugeot; Anna Ottino, ventenne di Biella, Miss Wella Professionals. Ottimo successo anche al Globo di Borgovercelli, che ospita il concorso ormai da una ventina d’anni. Qui la fascia di Miss Deborah è andata a Martina Invernizzi, nella vita di tutti i giorni studentessa liceale; seconda Stefania Sorrentino, Miss Rocchetta; poi Angelica La Padula, studentesse diciannovenne di Alessandria, eletta Miss Deborah Terza Classificata; quarta Erica Crivellaro, biellese di 25 anni, eletta Miss Peugeot; infine Anna Ottino, per la seconda volta consecutiva Miss Wella Professionals. “I casting – fanno sapere gli organizzatori – proseguono”. Le iscrizioni sono aperte sul sito internet del concorso http://www.missitalia.it (miss italia)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra vari autori

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Catanzaro 15 luglio 2011, ore 18.00 Palazzo della Provincia di Catanzaro (Palazzo di vetro), Piazza L. Rossi n. 1. A partire da venerdì 15 luglio 2011 (fino al 31 gennaio 2012) gli spazi del Palazzo della Provincia di Catanzaro ospitano la terza edizione della mostra d’Arte Contemporanea “Zone Scoperte”, dedicata quest’anno all’Italia nel 150° anniversario della sua Unità Nazionale. Nata da una collaborazione tra la Provincia di Catanzaro e la locale Accademia di Belle Arti, “Zone Scoperte III – Omaggio all’Italia”, presenta una selezione di circa 60 opere, di diverse tecniche e formati, realizzate dagli allievi dell’accademia catanzarese e di altre istituzioni di Alta Formazione Artistica. Ingresso e orario: Ingresso Libero – dal lunedì al venerdì; dalle 09.00 alle 13.00; dalle 15 alle 18. Con il patrocinio di: Provincia di Catanzaro; Accademia di Belle Arti di Catanzaro A cura di Andrea Romoli Barberini Opere di
Paola Ascone, Maria Bagnato, Beatrice Basile, Nicola Bevacqua, Leonardo Cannistrà,
Concetta Caroleo, Annalisa Cavarretta, Marta Cerminara, Domenico Cordì, Maria Grazia Costa, Maria Rosaria Cozza, Sebastiano Dammone Sessa, Fabrizio Dell’Arno, Eugenio Falbo, Alma Federico, Maurizio Fulginiti, Francesco Gabriele, Luca Grechi, Valentina Liso, Paola Lo Prete, Elda Longo, Federico Losito, Benedetta Macrì, Elvira Malysheva, Melinda Mantuano, Giuseppe Mascaro, Giuseppe Negro, Fabio Nicotera, Katiuscia Palazzo, Vincenzo Paonessa, Sergio Perri, Valeria Pontremoli, Antonella Rocca, Antonella Rotundo, Antonio Schipani, Emilio Servolino, Simona Severino, Valeria Sgamma, Maria Teresa Sorbara, Ernesto Spina, Laura Stancanelli, Giuseppe Antonio Stillo, Sonia Talarico, Francesca Treccosti,Valentina Trifoglio, Romano Vagnato (dell’arno fabrizio, ascone, sgamma)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia: gran galà della lirica

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Venezia 20 Luglio alle 21:30 si terrà in Piazza San Marco Gran galà dell’opera” con l’Orchestra Filarmonica della Fenice, diretta per l’occasione dal Maestro Riccardo Frizza, che eseguirà insieme al tenore Ramón Vargas e alla soprano Maria Alejandres pagine indimenticabili del repertorio operistico tratte da opere di Verdi, Bizet, Puccini, Gounod, Donizetti e Rossini.
L’Orchestra Filarmonica della Fenice, nata su iniziativa dei Professori d’Orchestra della Fondazione veneziana, si avvale della prestigiosa collaborazione di solisti e direttori d’orchestra di fama internazionale (il direttore del concerto inaugurale è stato Riccardo Chailly) e conferma la grande attenzione nel promuovere l’immagine di Venezia, del Teatro La Fenice e della sua Orchestra in Italia e nel mondo attraverso la proposta del grande repertorio lirico e sinfonico.
In Piazza San Marco la Filarmonica sarà diretta dal Maestro Riccardo Frizza, che prossimamente sarà impegnato con Manon Lescaut al New National Theatre di Tokyo, Lucrezia Borgia a San Francisco, Lucia di Lammermoor a Dallas, Cenerentola all’Opera Bastille di Parigi, una nuova produzione di Elisir d’amore a Dresda e Il Trovatore al Teatro La Fenice a Venezia a Dicembre 2011. Il programma prevede l’esecuzione di sinfonie e preludi operistici, oltre a celebri arie d’opera e pezzi d’assieme in cui si esibiranno il tenore messicano Ramon Vargas, specializzato nei principali ruoli del repertorio belcantistico con cui ha già calcato i più rinomati teatri nel mondo, e la giovane e assai promettente soprano messicana Maria Alejandres, che ha avuto modo di farsi conoscere grazie alla vittoria del Primo Premio e il Premio Zarzuela nel Concorso Operalia Placido Domingo 2008, come anche del Premio Carlo Bergonzi alla Francisco Viñas International Competition. http://www.veneziamarketingeventi.it. I biglietti – previste delle riduzioni per gli abbonati del Teatro La Fenice e per i giovani fino ai 26 anni – si possono acquistare anche online nel circuito Hellovenezia http://www.hellovenezia.it. (concerto, orchestra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il rotary e la costituzione italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Relatori d’eccezione per il 63° anniversario della promulgazione della Costituzione promosso dai Rotary club di Camerino, Fabriano e Tolentino, presieduti rispettivamente da Raimondo Turchi, Edgardo Verna, Gianluca Pesarini. All’appuntamento, che si è svolto l’altra sera all’Hotel Villa Fornari di Camerino, ha partecipato Antonio Baldassarre, già presidente della Corte Costituzionale. Ad aprile i lavori, dopo gli interventi dei tre presidenti rotariani, è stato Mario Massi Benedetti, Past District Governator 2090, che ha spiegato come è nata la Costituzione partendo dalle diverse proposte formulate all’epoca. Per Antonio Baldassarre, che è intervenuto successivamente, la Costituzione ha introdotto per la prima volta la democrazia. “La Costituzione – ha detto Baldassarre – è il momento più alto della nostra storia unitaria. All’epoca il miracolo si realizzò perché c’erano mediatori. C’era la volontà di raggiungere l’unità. Purtroppo è quello che oggi manca. C’è oggi la difficoltà ad apprezzare la Costituzione”. Al termine a relatori e partecipanti è stata distribuita una pubblicazione con la Costituzione della Repubblica Italiana stampata dal club di Camerino per i 150 anni dell’Unità d’Italia e i 63 della promulgazione della Costituzione. (rotary)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campionati mondiali parapendio

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Piedrahita dal 5 al 16 luglio a circa 200 km da Madrid parte dall’Italia la nazionale di parapendio alla volta dei Campionati del Mondo in calendario Il sito ospite della manifestazione è un altopiano della Spagna centrale ottimo per la pratica del volo in parapendio e deltaplano. Saranno presenti 150 piloti in rappresentanza di 48 nazioni che decolleranno dalla Pena Negra, un monte altro 2000 metri, orientato a nord ovest e con una cima piatta che si estende per ben 7 km. Da qui i partecipanti, meteo permettendo, spiccheranno un volo al giorno. In condizioni ottimali il
comprensorio consente percorsi di decine di chilometri e talvolta quote attorno ai 4000 metri. Ad ogni manche i piloti dovranno chiudere un percorso delimitato da punti salienti del territorio, come cime dei monti, paesi, prima di raggiungere l’atterraggio ufficiale a Piedrahita sul bordo sud-orientale della città. Vince chi impiega meno tempo, trasformando il risultato in punti. I titoli di campioni del mondo saranno assegnati al pilota ed alla squadra con il miglior punteggio sommando i parziali delle varie manches. Il team azzurro è composto da Marco Littamè di Gassino Torinese, dai trentini Christian Biasi di Rovereto e Luca Donini di Molveno, dal CT
Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano), dai tecnici Giorgio Corti di Suello (Lecco) e Paolo Zammarchi di Roncadelle (Brescia). Attualmente l’Italia è campione d’Europa in carica (Abtenau, Austria 2010) e vice campione mondiale (Valle de Bravo, Mexico 2009); ha vinto la Coppa del Mondo nel 2009 e si è classificata seconda nel 2010. Individualmente Luca Donini è campione d’Europa in carica, titolo già conquistato nel 2006; nel 2001 vinse quello mondiale. (Gustavo Vitali) (parapendio)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cura delle lesioni cutanee

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

A breve partirà in Calabria il progetto sperimentale per la cura delle ulcere cutanee. Saranno infatti istituiti tre ambulatori territoriali di 1° livello e due di 2° livello ubicati in due Presidi Ospedalieri dove verranno erogate le cure più adeguate e avanzate nel trattamento delle lesioni cutanee di qualsiasi natura: dalle ormai classiche medicazioni avanzate alle più innovative, a base di tessuti bioingegnerizzati e sino ai trapianti autologhi su colture cellulari.
Lo ha annunciato il coordinatore dell’AIUC Calabria, dottor Luigi Battaglia, Dirigente Medico dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell’Azienda Ospedaliera di Soverato, ASP di Catanzaro, nel corso del congresso interregionale AIUC-Associazione Italiana Ulcere Cutanee (Basilicata, Calabria, Sicilia e Campania), dal titolo ‘Il Cratere malato’, che si è svolto a Melfi (PZ). http://www.aiuc.it,
Oggi, secondo i dati, un milione e mezzo di pazienti soffre di ulcere vascolari, piaghe da decubito, ulcere da vasculiti. Eppure, i pazienti sono molti di più, poiché non esiste un adeguato monitoraggio del problema: si pensi che alla dimissione del paziente la presenza di lesioni spesso non viene segnalata sulla cartella clinica. Oltre a creare forti limitazioni alla vita del paziente, le lesioni possono portare a gravi infezioni, compresa la setticemia, dovute alla mancanza di un adeguato trattamento. Derivano, fondamentalmente, dall’insufficienza venosa cronica e da deficit di circolazione arteriosa, situazioni frequenti nei pazienti anziani. Inoltre, non si dimentichi che molti pazienti con diabete possono soffrire di piede diabetico, con frequenti ulcere e lesioni cutanee problematiche che nel 30% dei casi conducono ad interventi di amputazione a vari livelli. (battaglia)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spiaggia e multe. Attenzione sono… salate!

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Multe salate per i villeggianti, da 100 a 1.000 euro, per illeciti relativi alla inosservanza dell’uso del demanio marittimo, cioè delle spiagge. Possono venire multati coloro che portano cani, che giocano a pallone, a racchettoni o che comunque arrecano disturbo. Stessa sanzione per chi parcheggia veicoli sulla spiaggia. Inoltre entro 250 metri dalla battigia, dalle ore 9 alle 19 della stagione balneare (1 maggio – 30 settembre, orari e distanze possono variare), è proibita qualsiasi attività che possa arrecare disturbo o costituire pericolo per i bagnanti, quali acquascooter, sci nautico, tavole a vela, subacquei; per l’approdo di questi mezzi devono essere predisposti appositi spazi delimitati da corde e galleggianti. La norma è prevista da un Regio Decreto del 1942 e successive modifiche, che punisce tutti coloro che non osservano le disposizioni relative al Demanio marittimo che sono emesse, con ordinanza, dalle Capitanerie di Porto ed ora anche dai Comuni interessati. Le ordinanze sono affisse negli uffici delle Capitanerie e, in genere, agli ingressi degli stabilimenti balneari. Attenzione quindi, perchè la vacanza può trasformarsi in un vero e proprio salasso!!! (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute: cellulari e cervello

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Stando ai risultati degli ultimi studi i ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma, diretti da Paolo Maria Rossini che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, riporta, il telefono cellulare t’arricchisce il cervello. Gli studiosi italiani affermano che i telefonini avrebbero la capacità di accrescere l’eccitabilità dei neuroni, soprattutto di quelli che si trovano in prossimità dell’antenna ed alla prevenzione di alcune patologie cerebrali come l’Alzheimer.. In pratica, “elettrizzano” il cervello e modificano l’attività cognitiva, facendo in modo che alcuni processi addirittura migliorino. I ricercatori hanno sottoposto alcuni soggetti a dei test cognitivi sottoponendoli nel contempo a un encefalogramma e hanno poi esposto il loro cervello alla stimolazione GSM legata ai telefoni cellulari. Secondo Rossini, l’esposizione al GSM può “in qualche maniera migliorare l’efficienza neurale”, attraverso la modulazione delle frequenze alfa del cervello, incaricate all’attenzione e alla concentrazione e influenzate in maniera positiva dalle elettromagnetiche dei cellulari. “Quello dei cellulari potrebbe essere un effetto positivo, per esempio, in situazioni in cui l’obiettivo sia aumentare l’eccitabilità del cervello di un soggetto malato”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intercettazioni: voto parlamentare

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

“L’apertura, seppur timida, di una parte dell’opposizione ad una riforma in materia di intercettazioni è un segnale che il governo deve cogliere. Sarebbe un errore non approvare una legge nel modo più bipartisan possibile che, peraltro, potrebbe essere un buon viatico per accordi altrettanto essenziali in altri settori come, ad esempio, l’energia e le infrastrutture che per loro natura non sono né di destra né di sinistra ma servono al Paese e ai cittadini. Sono certo che governo e maggioranza sapranno cogliere questa opportunità”. Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutto sulla Lega Nord in un libro

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

“Inganno padano. La vera storia della Lega Nord”di Fabio Bonasera e Davide Romano, Edizioni La Zisa, pp. 176, euro 14,90, 2a ristampa. “Negli ultimi anni la Lega Nord ha registrato una considerevole crescita dei consensi, spopolando nelle varie tornate elettorali e arrivando persino a essere il primo partito in regioni come il Veneto, dove il 35 per cento dei votanti ha scelto il verde Sole delle Alpi, che, al momento, pare non temere eclissi. Secondo la tesi degli autori, entrambi giornalisti, non si tratta sic et simpliciter dell’ennesimo esempio di politica italiana che non brilla per coerenza, virtù e integrità morale. Nel caso della LegaNord la questione è più complessa, e merita pertanto di essere sviscerata e analizzata a fondo”. Partendo dalla preziosa prefazione di Furio Colombo – che centra immediatamente uno dei grandi e attuali paradossi italiani, “Un partito secessionista al governo è un fatto unico” – il libro si serve di documenti e interviste per ricostruire la storia del Caroccio, dagli inizi fino ai giorni nostri. Illuminanti le testimonianze di chi nella Lega ha militato per anni, riconoscendosi negli ideali e nei programmi sbandierati dal primo Bossi, per poi restare inevitabilmente deluso dalle contraddizioni e dal tradimento sistematico di tutti quei valori di cui all’inizio il partito si fregiava. Le parole di Gianfranco Biolzi, Fabrizio Comencini ed Ettore Beggiato – tutti “delusi” ex leghisti, cacciati o allontanatisi volontariamente – svelano molti aspetti del grande inganno, alla base del quale c’è lo strano status del partito, e cioè quello di essere al contempo Lega di lotta e Lega di governo, Lega che urla “Roma ladrona” e che allo stesso tempo siede gli scranni del Parlamento, percependo per questo più che lauti stipendi e godendo di tutti i privilegi che derivano dalla diretta gestione del potere. A ogni pagina si scopre un passo della danza trasformista della Lega, che con toni eclatanti, propri del suo stile, attraversa obliquamente lo scenario politico, afferma di tutto e dopo un secondo fa l’esatto contrario, lancia accuse violente agli stessi personaggi politici con cui stringe coalizioni necessarie. Come nel caso del controverso rapporto con Berlusconi, prima alleato durante il primo governo nel ’94, in seguito vittima del celebre ribaltone – cui seguono le accuse di collusione con la mafia dalle pagine del quotidiano La Padania, – e infine nuovamente alleato, non certo per affinità ideologiche e di programmi, quanto per la solita, imperante logica del do ut des: Bossi assicura l’appoggio del suo partito e Berlusconi ripiana i debiti di una Lega.

Nell’accurata ricostruzione dei due autori siciliani, quindi, il partito delle Camicie Verdi ha assunto tutte le brutture e i vizi che contestava alla Prima Repubblica. In fatto di nepotismo, ad esempio, i leghisti non sono secondi a nessuno, sebbene inizialmente si proclamassero rivoluzionari (non va dimenticato che Bossi viene politicamente svezzato dal Partito di unità proletaria per il comunismo, mentre Maroni esordisce da “compagno” nelle file di Democrazia Proletaria) rispetto a certe logiche. Dunque, eccolo lì, il Trota, bocciato all’esame di maturità per ben tre volte: il curioso caso di un genio incompreso da tutti tranne che da papà Umberto. Il quale, invece di procurare al figlio dei libri semplici, “ad usum Troti” insomma, fa ricorso al Tar e lancia una campagna di demonizzazione contro gli insegnanti del Sud, colpevoli di martoriare gli studenti del Nord, dimenticando per un attimo di essere sposato con Manuela Marrone, maestra di origini siciliane. Il talento (ben nascosto) di Renzo Bossi viene infine premiato, e il Trota a 21 anni e 6 mesi diventa il più giovane consigliere regionale mai eletto in Lombardia.
L’impalcatura dell’inganno padano, come si evince dal volume, è complessa e ben costruita, frutto di un paziente e lungo lavoro da parte di tutti i membri. Gli intenti moralizzatori dei bossiani che additavano gli sprechi di “Roma ladrona” e accusavano gli altri di usare impropriamente il denaro pubblico per assecondare interessi, privilegi e vezzi propri, crollano impietosamente di fronte a quanto documentato nelle pagine del libro, dove vengono sciorinati esempi di “Quello che un leghista coerente non dovrebbe fare”. E anche quando i propositi sono buoni, i risultati hanno risvolti grotteschi: Ballaman, presidente del consiglio regionale del Friuli-Venezia Giulia, nell’aprile 2010 adotta l’oculata decisione di rinunciare all’auto blu e all’autista, facendo risparmiare, all’apparenza, un po’ di denaro pubblico. Tuttavia, la Regione non solo gli elargisce 1.740 euro al mese per il noleggio di un’auto privata, ma riserva un rimborso di 3.210 euro mensili a tutti i consiglieri provinciali privi di autista. Peccato, le premesse per dare un buon esempio c’erano tutte. Ma, come sostengono i due autori, “La verità è che i tagli, alla Lega Nord, piacciono quando non riguardano il proprio portafogli”, e difatti, in barba alla crisi economica in cui versa il nostro Paese, Bossi e i suoi appoggiano la creazione di un quarto ministero per il federalismo – oltre a quello delle Riforme per il federalismo di Bossi, della Semplificazione normativa di Calderoli e degli Affari regionali di Fitto –, da affidare ad Aldo Brancher, che il 18 giugno 2010 diventa ministro per l’Attuazione del federalismo. Molti altri sono i temi trattati nel volume, che registra una seconda ristampa dopo appena una settimana dalla pubblicazione. La fenomenologia leghista riserva lati oscuri e scheletri nell’armadio volutamente taciuti in nome di una discontinua moderazione che si confà a un partito al governo. Nulla sfugge ai due navigati giornalisti: la pericolosa persecuzione dell’alterità – l’infestante slogan “tolleranza zero” ne è la quintessenza – che si declina nella xenofobia, nell’omofobia, nell’antimeridionalismo e nella lotta all’immigrazione, con la conseguente e non troppo velata convinzione che la “razza padana” sia la migliore; l’allarmante vicinanza di alcuni esponenti leghisti con il movimento lefebvriano che, com’è noto, è risoluto negazionista della Shoa; la simpatia di soggetti come Mario Borghezio nei confronti di vari gruppi dell’estrema destra extraparlamentare europea in odor di fascismi; l’imbarazzante pochezza politica di certuni, come Roberto Calderoli – l’uomo dal guardaroba irrispettoso che afferma “Sì ai campanili, no ai minareti” (in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio finanzia enti inutili

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Si era discusso ampiamente sull’inutilità ed eventuale soppressione delle comunità montane e sul riordino degli enti locali relativo alle Unioni dei Comuni inizialmente concepite per ridurre i costi dei servizi, migliorandoli attraverso una gestione associata, ma in realtà trasformate in ulteriore ente, con la conseguente spartizione di strapuntini. In epoca di tagli della spesa pubblica dovremmo interrogarci maggiormente sull’utilità dell’istituzione Comune in località abitate da 300 anime, la soluzione non può essere aggiungere e finanziare un‘ulteriore ente che coordini i servizi di più comuni, non serve un’ulteriore sede un’ulteriore presidente ulteriori assessori e consiglieri, sono sufficienti consorzi intercomunali di gestione dei servizi. Apprendiamo invece che la commissione affari istituzionali della Regione Lazio , su proposta dell’assessore ai rapporti con gli Enti Locali, Giuseppe Cangemi , emendamento del consigliere del PD Bruno Astorre che chiede una diversa ripartizione percentuale dei fondi, ha approvato all’unanimità la proposta di finanziare carrozzoni inutili con due milioni di euro. Evidentemente quando si tratta di finanziare i costi della politica si raggiunge sempre un accordo che va oltre gli schieramenti. Lamberto Iacobelli coord. Reg. del Lazio Fiamma Tricolore – Destra Sociale

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ancora con la “finanza creativa”

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

La chiusura settimanale della Borsa riserva talune sorprese che meritano una valutazione attenta. Emerge il calo delle azioni Mediaset e Mediolanum, entrambe troppo prossime ai 3 punti, dopo avere toccato, rispettivamente, il massimo in marzo con 5,46 Mediaset e 4,09 Mediolanum, con una perdita netta di oltre il 40% per la prima e del 26% della seconda. La corsa ai ripari vede un lancio pubblicitario di Mediolanum che invita a sottoscrivere conti correnti, offrendo un interesse del 3,5 % lordo, pari al 2,55 netto; ma c’è il trucco. Infatti il minimo da versare è di 15.000 euro e la somma deve rimanere immobile per almeno 12 mesi; in caso di utilizzo, anche parziale, il saggio di interessi scenderebbe all’1% lordo. E’ chiaro che si tratta di un lancio mirato ai piccoli risparmiatori; infatti tale lancio è eseguito presso i quotidiani a tiratura regionale, con acquisto di mezza pagina. Bisogna chiedersi cosa ne farà Madiolanum di tale raccolta così sollecitata? Due sono le ipotesi, non alternative, ma complementari, e riguardano entrambe il sostentamento di Mediaset che ha una capitalizzazione maggiore, attraverso acquisti effettuati al fine di evitare la barriera psicologica del > 3; scendendo sotto la quotazione di 3 punti il significato che ergerebbe sarebbe quello di una tendenza non suscettibile ad inversione. C’è da augurarsi un attento controllo da parte della CONSOB e della Banca d’Italia. Come mai in una situazione così allarmante non interviene l’altro gigante economico di casa Berlusconi, come la Mondadori? La risposta è molto semplice, la casa editrice non può esporsi più di tanto, in quanto già esposta con una fidejiussione di 805 milioni di euro a favore della CIR, a garanzia della somma che è già stata condannata a pagare, come penalità, in primo grado (750 milioni di euro, più gli interessi), mentre è in dirittura di arrivo la sentenza di secondo grado. I grandi investitori, quelli che hanno lucrati benefici dalle azioni del governo e dalle progettazioni futuribili, adesso si guardano bene dall’intervenire a causa della estrema debolezza del governo, reduce da tre sconfitte elettorali che hanno segnato il minimo storico della fiducia sia personale al premier che al governo che presiede. Affermare, come fa il premier, che la nazione è solida grazie al risparmio privato, è un controsenso, perché il governo dovrebbe riconoscere che la nazione è solida “malgrado” questo governo, che aveva invitato i piccoli risparmiatori a non cedere alla tentazione del risparmio e non cambiare le abitudini al consumo, in quanto la crisi sarebbe stata “più psicologia che reale”.
La gente, per fortuna, non ha creduto alle parole del premier, rinunziando al superfluo, per garantirsi, anche per il futuro, il necessario. Ora viene tentata la carta della finanza creativa, procedendo, come da 17 anni a questa parte, per tentativi, senza guardare alle ipotesi di programmazione a lungo e medio termine; intanto l’UE preme e invita ad un più attento controllo della spesa pubblica, mentre in questa italietta scoppiano quotidianamente gli scandali fiscali, favoriti dalla distrazione programmata dell’esecutivo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »