Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 8 giugno 2011

4 si ai 4 quesiti referendari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Roma 10 giugno 2011 ore 22.00 Parco Madre Teresa di Calcutta, Viale Palmiro Togliatti. Ingresso libero, Artisti Romani per i SI referendari Si tratta di una organizzazione nata spontaneamente per diffondere e sostenere le ragioni dei SI referendario La giornata di performance e musica del vivo vedrà l’esibizione di:
Dbpit e XXena Lo Cascio – Innarella Quartet Elcaset BandaJorona Nuove Tribù Zulu Lanzi – Nardi – Colonna – Piersanti Pignatello – Valori – Innarella Pivirama Double Touch duo Act Theatre (ivano, banda, locascio)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dj Aniceto remixa Violet, la dea della musica latino-americana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Il popolare Dj Aniceto è stato scelto come remixer per la versione da discoteca di ‘Yo te quiero’ il primo singolo della nuova bomba della musica latin-pop Violet destinata a scalare vertiginosamente tutte le classifiche musicali europee. Violet si pone come una risposta a quelli che pensano che la musica latina estiva sia solo musica ballabile e belle donnine: Violet dimostra che oltre la bella immagine, e lei ne rappresenta il massimo, c’è una voce importante e un’artista completa. Violet scrive e canta la sua musica, balla e partecipa alla produzione esecutiva dei brani, insomma una bomba sexy con del sale in zucca. “Yo Te Quiero” è il suo primo singolo, scritto insieme a Riccardo Eterno, con un video girato tra Cuba e Miami con il sapore caraibico e dalle forti sonorità che solo un paese cosmopolita come Miami può dare. Questa volta la tenera Violet per la creazione della canzone si è appoggiata nientedimeno che al grande maestro Josè Luis Cortez, from Cuba, realizzando un vero e proprio capolavoro, con oltre 20 musicisti che hanno suonato dal vivo il sala d’incisione, Il mixaggio finale, naturalmente è stato realizzato a Miami da Filipe Lamoglia, vincitore di un Grammy come produttore. Per il mondo ormai trasversale delle discoteche, come remixer di ‘Yo te quiero, è stato scelto il popolarissimo Dj Aniceto, uno dei dj italiani più famosi all’estero, partner artistico di Piero Chiambretti nello show tv di culto targato Mediaset, Chiambretti Night, ed impegnatissimo nel mondo del sociale con la sua lotta a tutte le dipendenze. La produzione esecutiva è dell’Insonnia Records, nella persona di Nicola Convertino, figura nota per operazioni artistiche internazionali, l’etichetta discografica è RAI Trade e la distribuzione per l’Italia è Self.(Foto disco di Violet e foto di Dj Aniceto)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Premio Tyrrhenum” a Paolo Colli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Alla grande figura di volontario e ambientalista di Paolo Colli, verrà conferito il “Premio Tyrrhenum” per l’anno 2011. Il premio, giunto alla 18a edizione, si terrà venerdì 10 giugno 2011, alle ore 16.30, presso la Biblioteca Comunale di Pomezia. Paolo Colli, fondatore dell’associazione ecologista “Fare Verde”, è stato un mirabile esempio di uomo libero ed impegnato, che si è fatto apprezzare e voler bene da tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Deceduto a soli 44 anni, nel 2005, è tutt’ora un punto di riferimento per i tanti che si spendono per un mondo migliore. (paolo colli)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piossasco Jazz Festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Piossasco dal 10 al 12 giugno 2011:
Venerdì 10 giugno Castello dei Nove Merli, Piossasco – ore 22 Flavio Boltro special guest Francesco Cafiso,
Sabato 11 giugno Mirafiori Motor Village – ore 19 Filippo Tirincanti Castello dei Nove Merli, Piossasco – ore 22 Stefano Di Battista e Gino Castaldo in Women’s Land
Domenica 12 giugno Castello dei Nove Merli, Piossasco – ore 22 Raphael Gualazzi …e molto ancora per le vie di Piossasco!
Da venerdì 10 a domenica 12 giugno il festival diffonderà per le vie della città inconfondibili sonorità jazz e porterà il pubblico più vario a incontrare musica eccellente e artisti di grande fama. In occasione del festival, la musica sarà protagonista infatti non solo nella splendida cornice del Castello dei Nove Merli, location dei concerti principali, ma verrà accolta inaspettatamente anche per le strade, nei supermercati, nei caffè, nei ristoranti nei più diversi angoli della città. In più quest’anno, un’imperdibile incursione fuori città, porterà la magia di Note d’Autore a Torino per offrire uno speciale concerto aperitivo al Mirafiori Motor Village.
Fabrizio Bosso, trombettista piossaschese di fama internazionale, è il direttore artistico del festival nato per favorire la diffusione, anche fra i giovanissimi, di un genere solitamente riservato ad un pubblico più adulto. Accanto ai grandi nomi, quindi, marching band nell’antico borgo, solisti e gruppi in jam nelle vie e nei mercati per un’edizione frizzante, di grande qualità e sempre più coinvolgente.
Ma Piossasco Jazz Festival è davvero molto di più. Aperitivi in musica, momenti di condivisione con le scuole piossaschesi e in particolare con la Scuola Civica Musicale Carl Orff e l’Associazione Musincanto, un workshop di tromba con Flavio Boltro, una rassegna di cinema musicale nella bella sede del Mulino di Piossasco e infine mille appuntamenti di jazz diffuso. Quest’anno il Festival è reso possibile grazie al contributo di Che Banca, Camera di Commercio, Paolo Boggi, Mirafiori Motor Village, Le Gru Radio, SKF stabilimento di Airasca, Piemme Sistemi, Zoogami, ABSV servizi, Giò Catering, Cedicon, Usartecoop. (cafiso, boltro, gualazzi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Palermo 11 giugno – 30 ottobre 2011 Palazzo Riso, corso Vittorio Emanuele, 365 L’11 giugno apre al pubblico a Palermo presso Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia “Sotto quale cielo?”, un’ampia mostra dedicata a cinque artisti riconosciuti a livello internazionale: Massimo Bartolini, Flavio Favelli, Hans Schabus, Marinella Senatore e Zafos Xagoraris.
L’esposizione è la fase conclusiva di un più vasto progetto del Museo – diviso in due fasi e a cura di Daniela Bigi – iniziato nel luglio 2010 con il programma di residenze “ETICO_F Cinque movimenti sul paesaggio” e realizzato in diversi centri della Sicilia, di cui gli artisti sono stati protagonisti. A distanza di quasi un anno, la mostra a Palazzo Riso ricongiunge in un unico luogo, fino al 30 ottobre, le opere prodotte dagli artisti la scorsa estate in città e contesti siciliani molto diversi tra loro per storia, attualità e prospettive e a queste ne aggiunge altre nuove realizzate appositamente per l’occasione – tutte dedicate al paesaggio siciliano reale, riprodotto, artificiale – insieme ad alcuni significativi lavori precedenti.
“Sotto quale cielo?” è accompagnata da un catalogo con fotografie a colori ed apparati critici e bibliografici, edito da Electa. Nel corso della mostra si svolgeranno attività didattiche comprendenti percorsi guidati per il pubblico e laboratori per bambini. L’espressione visibile del progetto culturale del Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, ideato e curato sin dalle sue origini da Renato Quaglia, che ha affidato a Riso un compito regionale di “museo diffuso”, attivo sull’intero territorio siciliano, oltre le mura del palazzo che a Palermo ne ospita la sede, per sostenere, promuovere, produrre iniziative e progetti di arte e cultura contemporanea. (Hans Schabus, marinella, zafos)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investimento Eli Lilly

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

In riferimento all’annuncio fatto oggi dalla Eli Lilly secondo cui l’azienda ha confermato e aumentato gli investimenti italiani per raddoppiare la capacità produttiva del polo produttivo fiorentino, il Senatore Ignazio Marino, Presidente Commissione Parlamentare di Inchiesta sull’efficacia e sull’efficienza del Sistema Sanitario Nazionale, ha dichiarato: “Sono molto felice di apprendere che Eli Lilly ha annunciato l’ampliamento del sito produttivo di Sesto Fiorentino, a così breve tempo dalla sua inaugurazione. Questo premia l’impegno e la serietà di Lilly Italia e dimostra la lungimiranza della casa madre che, in un periodo di forte crisi internazionale, investe con convinzione rinnovata nel nostro paese. Ciò costituirà un vantaggio per i pazienti, per il territorio e per le professionalità italiane coinvolte nell’operazione. Sarò lieto di visitare la seconda linea di produzione di insulina da DNA ricombinante che verrà inaugurata nel 2012”. Anche il Senatore Antonio Tomassini, Presidente Commissione Igiene e Sanità del Senato, ha commentato la notizia affermando: “Sono molto felice che si vada a concretizzare quanto fortemente speravamo, per cui ci siamo impegnati e abbiamo lavorato”.
Il Senatore Cesare Cursi, Presidente della Commissione permanente Industria, Commercio, Turismo ha dichiarato: “Queste sono le cose che fanno bene all’Italia e al nostro sistema economico, per questo vanno sostenute e incentivate. Le aziende come Eli Lilly danno l’esempio di come sia possibile investire in Italia e di come questa sia una scelta di successo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum per “sorella acqua”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Assisi. “Sollecitati da più parti dai mezzi d’informazione sui quesiti referendari, non possiamo, con Francesco d’Assisi, non sottolineare che sorella acqua: Laudato sii, mi Signore, per sor Aqua la quale è molto utile e umile e preziosa e casta (Cantico delle Creature) è dono di Dio all’uomo e alla terra ed è quindi un bene comune. Il pensare solo lontanamente che essa possa essere considerata di proprietà di qualcuno è un’aberrazione. Altra cosa è la gestione dell’acqua, che da parte dello Stato e dei pubblici amministratori, va affrontata con lo sguardo rivolto all’utilità comune”. Dichiara sul sito http://www.sanfrancesco.org ilCustode del Sacro Convento di Assisi, padre Giuseppe Piemontese: “Altri quesiti come il nucleare, insieme a quelli sull’acqua, pongono la riflessione non solo sul piano di scelte immediate individuali o collettive, ma su quello più decisivo degli stili di vita. Scegliere una società senza l’uso dell’atomo o la gestione pubblica dell’acqua può essere una scelta avanzata e di responsabilità, ma comporta per tutti la decisione di cambiare stile di vita, passando dallo spreco alla sobrietà, dal benessere senza confini e a tutti i costi ad una vita semplice, che fa a meno di consumi inutili e riduce l’inquinamento. La gioia della vita si fonda più sull’essere che sull’avere”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ministeri al Nord: Alemanno tra il dire e il fare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Non c’è che dire, Gianni Alemanno è un uomo politicamente affidabile e coerente, di incrollabili principi politici”. Lo afferma il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda in merito alla disponibilità dichiarata dal sindaco di Roma di spostare alcuni uffici dei ministeri al Nord.
“Solo pochi giorni fa Alemanno aveva definito ‘tutte balle’ le esternazioni della Lega in merito al trasferimento dei ministeri. Il 22 maggio aveva rassicurato i romani pregandoli di non ‘fare drammi’ e, nello stesso giorno, aveva ammonito Bossi che la sua insistenza avrebbe fatto ‘saltare ogni equilibrio e ogni intesa’ di coalizione. Il 24 maggio Alemanno aveva addirittura annunciato di essere pronto a ‘scendere in piazza’ pur di difendere i ministeri a Roma. Di ieri è il cambiamento, sorprendente e plateale, probabilmente per la necessità di ricollocarsi politicamente sulla scena nazionale, lasciando così Roma in quella trascuratezza e in quell’abbandono che già hanno contraddistinto la sua giunta”. “Alemanno, dichiarando la sua disponibilità a spostare degli uffici ministeriali al Nord, ha di fatto dimostrato quanto poco abbia a cuore gli interessi della città che amministra e le sue ambizioni di crescita. Succube dell’agonizzante governo nazionale – conclude Zanda -, Gianni Alemanno ha smesso di difendere gli interessi di Roma e dei romani”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità: protesta sindaci del Tirreno e del Savuto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

E’ ormai evidente che il presidente Scopelliti, commissario straordinario per la Sanità, su questo problema ha fallito. La protesta dei sindaci di Diamante, Belvedere Marittimo, Maiera’, Sangineto e altri comuni del Tirreno cosentino, al fine di pervenire ad una risoluzione della vertenza dei lavoratori della casa di cura Tricarico di Belvedere Marittimo, che chiedono il pagamento dei numerosi stipendi arretrati, è la prova del fallimento della politica sanitaria del governatore della Calabria. Se a questo aggiungiamo la protesta dei sindaci del Savuto a difesa dell’ospedale di Rogliano, e le forti tensioni a San Giovanni in Fiore, Acri, Castrovillari e dello Ionio cosentino, la situazione di pieno caos in cui si trova l’ospedale di Cosenza, abbiamo la conferma che Scopelliti ha perso un anno di tempo giocando sui problemi della salute dei calabresi. Di fatto la sua politica per la salute è fallita con la bocciatura del piano di rientro dal deficit ad opera del ‘governo amico’ di Berlusconi. Il presidente della Regione dica ai calabresi se ha un’idea per la politica sanitaria nella nostra regione, come far fronte alla situazione di totale confusione in cui operano le Asp calabresi, come garantire la certezza della cura e della salute ai cittadini calabresi che sono spaventati e cominciano a capire di essere stati presi in giro dal governatore Scopelliti. Il rischio ora è che i diversi territori della Calabria possano esplodere davanti al vuoto e al nulla prodotti in un anno dal governo regionale! E davanti all’isolamento in cui si trova la Calabria rispetto al governo nazionale, tutto intento a spostare risorse, finanziamenti e perfino i ministeri al Nord del Paese!”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fli: la casa dei moderati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Il nostro progetto è costruire una casa di moderati e riformatori in un quadro alternativo al centrosinistra. Tutto questo accadrà, come è ovvio, solo quando sara’ finito il berlusconismo. Fli si colloca all’interno del centrodestra e la costruzione di un nuovo centrodestra di stampo europeo e’ proprio la scommessa su cui siamo nati. D’altro canto, se a qualche miope opinionista nostrano sfugge ancora il senso e la necessità di questa coraggiosa scelta, fa piacere constatare che la stampa internazionale, a partire da “The Economist” di questa settimana, ha sottolineato in più occasioni la novità e la lungimiranza dell’azione politica di Gianfranco Fini.” Lo ha dichiarato l’on. Roberto Menia, coordinatore nazionale di FLI.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia: proposte anti-oppressione fiscale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Con piacere abbiamo registrato il parere favorevole del governo alla mozioni parlamentare di Futuro e Libertà su Equitalia, oggi discussa e approvata alla Camera dei Deputati. A questo punto, mi aspetto che governo e maggioranza non si oppongano agli emendamenti anti-oppressione fiscale presentati da FLI al decreto sviluppo: tra gli altri, abbiamo chiesto la sospensione della riscossione coattiva in pendenza di giudizi, nuovi criteri per la rateizzazione dei debiti fiscali, abolizione delle sanzioni per le fasce deboli, minori aggi di riscossione, l’esclusione dei fermi amministrativi dei beni utilizzati nell’attività d’impresa, l’eliminazione dell’inaccettabile principio del “solve et repete” (prima paghi, poi reclami) e una revisione degli studi di settore. Se non ci fosse alcuna apertura a queste proposte di buon senso, la maggioranza mostrerebbe ancora una volta l’incolmabile distanza tra promesse e fatti: non solo il governo Berlusconi non ha mai ridotto le pressione fiscale, ma sarà ricordato come l’esecutivo i cui provvedimenti hanno compromesso la possibilità di un rapporto equilibrato tra contribuente e amministrazione fiscale”. Lo ha dichiarato l’on. Enzo Raisi, deputato e responsabile Immagine e Promozione di FLI.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma G.r.a.: pedaggi evitati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Ringrazio sentitamente il ministro Matteoli per l’odierna decisione del Governo di bocciare la proposta di legge sulla regionalizzazione del capitale dell’Anas che avrebbe reso possibile il pedaggiamento del Grande raccordo anulare di Roma. Quella di oggi è un passaggio importante per il quale ci siamo sempre battuti nel rispetto dell’interesse non solo della Capitale ma di quanti utilizzano il Raccordo come arteria di grande viabilità e di collegamento con la rete nazionale. Le osservazioni fatte dal ministro sono assolutamente condivisibili e importanti soprattutto nella parte in cui difendono l’esigenza di assicurare una attività omogenea in materia di viabilità, avendo riguardo agli interessi della collettività nazionale, al fine di garantire una adeguata ed uniforme gestione delle tratte stradali ricadenti nei diversi ambiti territoriali. E’ importante anche il richiamo del Governo a una legge coerente con quella parte del federalismo fiscale che riguarda le misure di rimozione degli squilibri, anche infrastrutturali, il cui decreto attuativo è stato approvato in Parlamento». Lo dichiara il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tra Pdl e Lega patto di plastica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Pare proprio che il patto di Arcore tra Pdl e Lega non faccia bene ai due partiti di maggioranza. Il fatto che un ministro del governo abbia bocciato una proposta di legge del Carroccio, proprio all’indomani della sigla di questo poco convincente accordo, ha un significato politicamente rilevante”. Lo dice in una nota il vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera, Antonio Borghesi, commentando la bocciatura, da parte di Matteoli, della proposta di legge della Lega che prevede la regionalizzazione del capitale dell’Anas e il pedaggiamento di tratte come la Salerno-Reggio Calabria e il Grande raccordo anulare di Roma. “Più che un patto d’acciaio, insomma – conclude Borghesi – sembra si tratti di un patto di plastica ed anche di bassa lega”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fotovoltaico per le scuole romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

«Con la realizzazione dei tetti fotovoltaici su 500 scuole romane, daremo piena attuazione ad una importante parte del Piano d’azione per l’energia sostenibile redatto da Roma Capitale. Grazie all’impegno dell’assessore Ghera, che ha annunciato la prossima pubblicazione del bando, potremo dotare Roma di un sistema di approvvigionamento dell’energia solare che trasformerà le scuole in piccole centrali ad energia pulita, in grado non solo di assicurare l’autosufficienza energetica degli edifici scolastici, ma anche di trasferire all’intera rete il surplus di energia prodotta. Tale iniziativa si inserisce in un articolato programma per lo sviluppo del fotovoltaico che prevede anche l’uso delle rinnovabili per l’alimentazione dell’illuminazione pubblica, delle colonnine di alimentazione per auto elettriche e per l’alimentazione degli impianti di cogenerazione delle piscine previste per la candidatura olimpica. Insomma, Roma è pronta a diventare la Capitale dell’energia pulita e stiamo rapidamente mettendo in campo tutti i progetti concreti previsti dall’Amministrazione Alemanno» – ha dichiarato l’assessore all’ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia nostra e il Referendum

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Italia Nostra invita tutti gli italiani a votare per i referendum del 12 e 13 giugno. In gioco ci sono i nostri “beni comuni”, l’acqua e l’ambiente, poiché la scelta sul nucleare incide sul futuro del nostro Paese. Invitiamo tutti gli italiani a votare SI. E’ superfluo sottolineare la grande importanza che per la causa dell’ambientalismo, rivestono i 3 referendum. Abbiamo sensibilizzato tutti i soci di Italia, i nostri direttivi regionali, le sezioni e tutti i nostri militanti e simpatizzanti di adoperarsi per il sì e perché la partecipazione al voto sia la più alta possibile. La vasta rete nazionale è tutta mobilitata affinché i cittadini votino e votino si. Italia Nostra, con il suo prestigio e la sua organizzazione diffusa su tutto il territorio, è in grado di dare un contributo significativo a una battaglia che non è soltanto in difesa dell’ambiente, della salute e dei beni comuni, ma anche a tutela del referendum, uno strumento indispensabile di democrazia diretta. Sarebbe una tragedia per l’Italia se il quorum del 50% dei voti + 1 non venisse raggiunto. (Alessandra Mottola Molfino Presidente nazionale di Italia Nostra)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto per rientro talenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Con il decreto attuativo del ministero dell’Economia, la nostra legge Controesodo diventa pienamente operativa. Da oggi i giovani italiani che desiderano tornare nel nostro Paese potranno fruire di una fiscalità agevolata”. Lo dichiara Guglielmo Vaccaro, deputato PD e ideatore della proposta di legge bipartisan “Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia” a firma Letta-Saglia approvata lo scorso dicembre, a margine della conferenza stampa di presentazione del decreto attuativo. “Si tratta – aggiunge – di un passo importante, con il quale il Parlamento manda un segnale concreto agli italians decidendo di investire sui giovani e, in particolare, su coloro che hanno scelto, o dovuto scegliere, un’esperienza formativa o lavorativa in un altro Paese. È soprattutto un atto concreto che affronta il problema dell’enorme migrazione giovanile, che, a nord come a sud, sottrae così tante energie al nostro Paese, e prova a trasformarla in un’opportunità”.
“Gli auspici – prosegue – sono positivi. La presenza, alla conferenza stampa di oggi, dell’Ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, ad esempio, che ha presentato i prodotti che la banca mette a disposizione di coloro che vorranno usufruire della legge, dimostra la solidità e la serietà dell’intero progetto. Non ci resta che aspettare di vedere come la mobilità di talenti e intelletti porterà in Italia stimoli e competenze nuove, indispensabili per fare ripartire la nostra economia, sapendo di aver contribuito inserire nell’asfittica agenda politica nazionale l’impegno per la mobilita’ dei talenti, per il contenimento del brain drain e l’incentivazione del brain gain nel nostro Paese”. “Sono certo – conclude – che in pochi mesi ci sarà un vero e proprio controesodo e tante nuove energie che sembravano perse arricchiranno l’Italia”. La legge 238, una delle pochissime ad iniziativa parlamentare di tutta la legislatura, è solo il primo passo del progetto Controesodo, ideato da TrecentoSessanta, l’Associazione di Enrico Letta, e sostenuta dall’intergruppo per la sussidiarietà.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Referendum. Consigliamo di votare!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Due SI’: all’abrogazione del nucleare e del legittimo impedimento. Molto semplice per il nucleare: visto che le alternative di produzione energetica ci sono, fintanto che la scienza non ci dirà cosa fare delle scorie, non ha senso correre anche un minimo pericolo. Altrettanto semplice per il legittimo impedimento: si tratta della reintroduzione surrettizia di norme bocciate e ri-bocciate in passato, ritornate a galla solo per una prova di forza della maggioranza di governo contro l’opposizione, ma totalmente inutili anche per “non dare impedimento” a chi ci governa nella sua opera. Meno semplici e piu’ articolati i quesiti per l’acqua pubblica o privata. I referendum a nostro avviso non risolvono, ma bloccano l’economia e alimentano l’incapacità pubblica. Il primo referendum chiede di abrogare le modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, modalita’ in cui, però, si ribadisce che acqua e impianti vari di trattamento sono e restano un bene pubblico. I promotori non vogliono che i Comuni possano affidare la gestione anche a societa’ private o miste privato/pubblico. Il secondo referendum intende abrogare la remunerazione del capitale investito in materia, quindi anche quello di chi presta i soldi ad un ente pubblico. Purtroppo i fautori del SI’ e quelli del NO (che puntano essenzialmente sull’astensione perche’ non sia raggiunto il quorum e la consultazione sia invalidata) hanno reso banale una questione che invece non lo e’. I fautori dell’abrogazione ci e si illudono che, vinto il referendum, l’acqua tornera’ pubblica e tutto funzionerà bene. Lo schieramento opposto, confermato lo status quo, ci vuol far credere che tutto va bene e il mercato è salvo.
Così non e’ in entrambi i casi. Il problema maggiore che la risorsa acqua ha nel nostro Paese e’ la normazione nazionale e regionale, che cambia in continuazione ed ha contribuito -pubblico o privato non cambia- ad una situazione in cui -con poca o tanta acqua- si depura o non si depura, si paga o non si paga, fino a vere e proprie elusioni. Un contesto in cui ne risentono qualita’, equita’ dei servizi idrici e sostenibilita’ ambientale: la legge Galli del 1994, che prevede la copertura dei costi tramite tariffa con servizi adeguati ai livelli territoriali, e’ sempre punto di riferimento.
Il problema e’ che la risposta che il nostro sistema politico-istituzionale ha dato fino ad oggi, e’ condizionata da un modo di gestione della cosa pubblica dove l’interesse dell’utente finale del servizio e’ spesso considerato alla stregua di “limone da spremere” e senza nessun reale controllo pubblico.
Avremmo quindi bisogno di un pubblico senza conflitto di interessi, in grado di controllare i privati (o anche altri pubblici o misti che pero’ non siano se stessi). Bandi di gare per l’affidamento delle gestioni. Un’Autorità nazionale di controllo, con altrettante diramazioni territoriali, che sia emanazione anche dei cittadini utenti, e con nessuna commistione coi gestori dei servizi.
Per questo i referendum sull’acqua serviranno solo a bloccare l’esistente in una prospettiva di tornare indietro e negandoci la possibilità di una gestione privata di qualità, rispettata e apprezzata per questo, e non per le manfrine politiche e/o per il suo essere pubblico mascherato. Per questo invitiamo a votare NO.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La scatola vuota del sesso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Dietro una società dal maschile fragile, madrecentrica, apparentemente instupidita nell’usare sesso e seni per vendere o scambiare qualsiasi tipo di oggetto o servizio c’è un motivo ben preciso. Un motivo culturale e sessuale. Generazioni di madri, nonne, sorelle e zie, hanno cresciuto figli maschi e femmine in modo univoco e distorto, senza possibilità di accesso per il maschile, per la figura del padre. L’uomo relegato al fuori, marginale o a garantire lo status delle cose. In pratica i maschi sono cresciuti senza mai un approccio consapevole al sesso, dall’anatomia alla psicologia del sesso, niente (eppure così fondamentale come si è visto da Freud in poi). Da quando sei piccolo ed inizi a vedere le prime forme, mezzi nudi, seni, strip, e quant’altro, dentro la tua testa asessuata di 4-5 anni inizi a farti domande, ad essere curioso, poi dubbi, emotività, si va creando un grande punto interrogativo, una “scatola nera e vuota” nel tuo inconscio (nella tua mente) che è la sessualità. Ma nessuno spiega niente. E intanto tu continui ad interessarti, sempre più, inizi a provare prime forme di soddisfazione, piacere, nutrimento, bisogno, quel punto interrogativo, quel vuoto inizia a riempirsi di cose e dare forma alla tua idea di sesso, alle tue pulsioni, ma tu ancora non sai cosa è la sessualità, perchè la società la nega o la critica.. ma non la spiega. Piano piano inizi a fare fantasie, i sogni ad occhi aperti la sera prima di dormire, inizi a desiderare fortemente quelle situazioni, quelle donne o ragazze ben più grandi che hanno quelle cose, di cui non ti parlano (e nessuno ti parla) ma che sempre, più o meno velatamente, ti mostrano, come ti chiamassero (ed infatti è così, un messaggio viene inviato ma tu non lo sai decodificare). Quando arrivi alla pubertà oramai sono anni e anni che sogni, immagini, ti emozioni, desideri, ed ora inizi a capire (sempre per mezze parole, magari tra i banchi di scuola “oh.. quello si è fatto quella!”) che è arrivato il momento per te di fare quel qualcosa che non sai bene cosa. Al tuo desiderio ora enorme ed ossessivo si somma la pressione ed imbarazzo di non saper cosa fare, ma la tua vita è condizionata fortemente, a volte ti puoi sentire schiacciato. Allora (stile coscienza di Zeno) tutte le ragazze diventano in un certo ordine tuo target, a volte ti va bene a volte trovi una che le tue immagini inconsce le conosce ed inizia ad usarti clamorosamente, dal passaggio in motorino fino più da grande al collier e la villa al mare. Il messaggio sessuale è valutato oggi più di quanto vale proprio perchè ancora nessuno l’ha decodicato, e ridato alla sessualità il giusto spazio e posto che gli spetta. Questioni di potere, business, narcisismo. Dall’industria del porno fino alle donne predatrici in crescita tutto si basa su queste immagini inconsce, nate, cresciute e coltivate nella “scatola nera e vuota” che è l’assenza di educazione al sesso ed alla psiche (che dovrebbe iniziare sin da piccoli), un vuoto educativo consapevole volto all’uso comodo, indiscriminato e strumentale dell’uomo adulto. (M. Rossi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Bando per l’impresa femminile e giovanile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

E’ partito l’innovativo e inedito progetto della Cciaa di Udine: percorso formativo, fondi per l’avvio dell’impresa e garanzia, tramite la collaborazione con i Confidi Sostegno all’avvio di nuove imprese di giovani e donne: la Camera di Commercio di Udine ha attivato il bando 2011, contemporaneamente nuovo e all’avanguardia, poiché unisce formazione, contributi e garanzia, e lo fa con ben 500 mila euro di stanziamento per contributi a fondo perso e altri 500 mila di fondo patrimoniale per sostenere la controgaranzia, tutti fondi camerali. «In realtà è dal 2008 che supportiamo le nuove imprese femminili e giovanili, convinti che su di loro si disegnerà il futuro dell’economia: finora abbiamo stanziato in totale quasi 950 mila euro. Quest’anno abbiamo voluto fare di più, promuovere un’azione inedita e articolata, per dare un servizio ancor più puntuale a queste imprese», ha commentato il presidente CciaaGiovanni Da Pozzo, nel presentare l’iniziativa ai Comitati per l’imprenditoria femminile e giovanile e a Lionello D’Agostini, presidente della Fondazione Crup, impegnata anch’essa nel biennio a «indirizzare i suoi investimenti – ha detto D’Agostini – soprattutto verso i giovani e la loro formazione».
Ed ecco i dettagli dell’iniziativa camerale, disponibili, con la modulistica, su http://www.ud.camcom.it o al Punto Nuova Impresa (0432.273508). Innanzitutto il bando è rivolto alle Pmi a prevalenza femminile o giovanile della provincia e prevede attività di formazione e assistenza nella redazione di un business plan, quindi un’agevolazione in conto capitale per le spese d’avvio d’impresa nonché il sostegno, attraverso una controgaranzia a carico della Cciaa, per l’accesso al microcredito (mutuo chirografario). Quanto alla prima parte, la Camera, attraverso l’Azienda Speciale Ricerca & Formazione, organizzerà il percorso formativo. La partecipazione – e questa è una novità – è condizione necessaria per l’accesso ai contributi e avviene previo colloquio con un esperto del Punto Nuova Impresa, cui deve seguire la presentazione della domanda di adesione al progetto. Quanto all’azione di sostegno economico, il progetto opera con un contributo in conto capitale per le spese d’avvio, compreso tra 3 mila euro e 8 mila euro, e pure con una controgaranzia (altra importante novità), a copertura della quota capitale, prestata dalla Camera a favore dell’impresa e volta a sostenere il finanziamento erogato da istituto di credito e garantito dalla garanzia Confidi. Per il contributo, saranno ammesse spese per l’acquisto di impianti; di macchinari, arredi e attrezzature; di licenze software; di automezzi (devono essere immatricolati come autocarri per il trasporto di materiale); spese notarili (onorario) e consulenze per l’avvio d’impresa. Quanto all’agevolazione concessa come controgaranzia, le spese possono riguardare tutte le iniziative per l’avvio e lo sviluppo aziendale. La garanzia Confidi sarà concessa per l’80% del finanziamento bancario, mentre la controgaranzia prestata dalla Cciaa a copertura della quota capitale sarà pari al 50% della garanzia Confidi sul finanziamento concesso. Il finanziamento potrà essere erogato dagli istituti di credito nella forma di mutuo chirografario di 18-36 mesi, per un importo minimo di 10 mila e un massimo di 40 mila euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

19° Conferenza Europea dei Servizi Sociali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Varsavia dal 6 all’8 Luglio 2011 si terrà la 19° Conferenza Europea dei Servizi Sociali organizzata dall’European Social Network, in collaborazione con la Presidenza polacca dell’UE. Il tema di quest’anno è “Costruire una società attiva e solidale: innovazione, partecipazione, comunità”. In un contesto in continua e rapida evoluzione come quello attuale, la Conferenza Europea dei Servizi Sociali offre un’occasione di apprendimento e di ampliamento dei propri contatti all’interno di un ampio ventaglio di aree specifiche, dall’infanzia e la famiglia all’assistenza di lungo periodo per gli anziani, dall’integrazione dei migranti alla gestione delle risorse, dall’igiene mentale all’occupazione. La 19a Conferenza Europea dei Servizi Sociali é organizzata dall’European Social Network (ESN) in collaborazione con la Presidenza polacca dell’Unione Europea. Il 2011, Anno europeo del volontariato, sarà un’occasione per affrontare nuove sfide per quanti si occupano di servizi sociali, alla luce della costante situazione economica e sociale a cui devono far fronte le finanze pubbliche. Quest’occasione ha sicuramente contribuito al dibattito circa il ruolo del volontariato nel miglioramento dell’assistenza alle persone e nella maggiore attenzione per le situazioni a noi vicine, con un rinnovato interesse per l’innovazione, la cittadinanza attiva e servizi più efficienti. Unisciti agli oltre 400 colleghi provenienti da 30 diversi paesi per il nostro appuntamento a Varsavia dal 6 al 8 luglio 2011 e contribuisci a delineare il futuro dei servizi sociali in Europa. (Centro Maderna|Europportunità.it)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »