Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 13 novembre 2010

Mino Maccari: Un selvaggio indiscreto

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Fucecchio (FI) fino al 7/12/2010 largo Trieste 25 Galleria Greco Arte L’esposizione una decina di dipinti ad olio ed una serie di disegni e tecniche miste del noto artista, nato a Siena nel 1898 e deceduto a Roma nel 1989. Figura complessa della cultura italiana del Novecento, fine intellettuale, scrittore e giornalista, disegnatore satirico e caricaturale, osservatore attento del proprio tempo, Maccari e’ presentato in mostra soprattutto come raffinato artista visivo. Gli olii esposti, come ‘Il piazzale’ del 1968 e ‘Sera di gala’ del 1973, sono solo alcuni degli esempi piu’ rappresentativi della grande qualità espressiva dell’artista senese. Non sono da meno le numerose tecniche miste e i disegni ad inchiostro presentati in mostra, in alcuni casi già pubblicati, tra gli anni Quaranta e Cinquanta, su «Il Mondo» o su «L’Espresso», che offrono l’inconfondibile stile pungente, veloce, preciso, imprevedibile ed ironico di Maccari. (maccari)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro Flavio: L’Inferno di Dante Alighieri

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma Dal 13 novembre al 5 dicembre 2010 (via Giovanni M. Crescimbeni 19,) va in scena  con  Federica De Vita   regia di Franco Venturini  Federica De Vita propone un viaggio nelle viscere dell’Inferno dantesco con il nuovo spettacolo in scena al Teatro Flavio dal 13 novembre al 5 dicembre 2010, per la regia di Franco Venturini, discendente diretto del famoso dantista Domenico Venturini. Non si tratta delle solite letture di brani scelti: un vero e proprio racconto collega i versi del divino poeta e conduce lo spettatore tra ignavi, peccatori carnali, eretici, violenti, traditori e suicidi, facendo da cornice alla magistrale interpretazione di tre dei canti più amati dai lettori di Dante.  In una scena ridotta all’essenziale, tra giochi di luce e musiche avvolgenti, la bravissima Federica De Vita sa trasformarsi in volteggiante anima per raccontare il dramma d’amore e passione che ha travolto Paolo e Francesca, ma riesce anche a far rivivere con gestualità sapiente la tragedia dei suicidi tramutati in alberi nudi e contorti, tormentati e insozzati dalle arpie.  La recitazione colma di pathos di Federica De Vita coinvolgerà gli spettatori nel dolore del conte Ugolino della Gherardesca, che divora in sempiterno il capo di colui che fu la causa della sua rovina. Rabbia e disperazione, amore e compassione per i figli innocenti votati alla più orribile delle morti, quella per fame, sono i sentimenti che agitano la povera anima: sentimenti eterni che giungono dal passato per aiutarci a meglio comprendere il nostro presente e a fare con Dante un itinerario verso la salvezza.
Federica De Vita E’ un’attrice e commediografa romana. E’ direttore artistico del Teatro Flavio, iscritta alla SIAE dal 1990. Ha fondato l’Università dello spettacolo di Roma e svolge attività professionistica come attrice di prosa e sceneggiatrice dal 1989. Allo spettacolo è abbinata la quarta edizione del Premio per ragazzi “Il critico 6 tu”, ideato dalla giornalista e scrittrice Annalisa Venditti e diretto da Franco Venturini.  Possono partecipare gli alunni delle scuole medie superiori, inviando entro l’8 gennaio 2011 alla sede del Teatro Flavio, via Crescimbeni 19, una recensione, un breve componimento, un disegno o un fumetto sullo spettacolo, indicando nome, cognome e recapito telefonico dell’autore.  Il lavoro più interessante e originale sarà premiato con un abbonamento per due persone alla prossima stagione del Teatro Flavio. (inferno)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riccardo Gambelli “Niny” del gruppo Misa

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Pesaro (PU) fino al 21/11/2010 piazza del Popolo Palazzo Ducale – Sala Laurana Fotografie dal 1952 al 1960  Nella provincia di Pesaro e Urbino negli ultimi anni si e’ finalmente consolidato l’interesse per la cultura della fotografia e per la scoperta dei suoi autori piu’ significativi; uno dei motivi per cui, nella Sala Laurana del Palazzo Ducale a Pesaro in piazza del Popolo, da sabato 13 novembre al 21 novembre 2010, si potrà ammirare una mostra originale e di notevole rilievo, in grado certamente di appassionare i visitatori: “Niny del gruppo Misa. Riccardo Gambelli, fotografie dal 1952 al 1960”.
Riccardo Gambelli e’ nato a Senigallia (An) nel 1931; un fotografo di valore rimasto ingiustamente nell’ombra per decenni, ultimo testimone marchigiano dell’associazione fotografica “Misa”. Egli era entrato nel celebre gruppo senigalliese nel 1954 assieme al grande fotografo Mario Giacomelli, unendosi agli altri illustri esponenti della fotografia presenti nell’associazione: Ferruccio Ferroni, Piergiorgio Branzi, Alfredo Camisa, e altri. Un ambiente culturale vivace, animato dal suo ispiratore artistico, il maestro Giuseppe Cavalli, fotografo e cultore tra i piu’ autorevoli nella storia della fotografia italiana del Novecento.  La mostra e’ stata curata da Omnia comunicazione Editore, in collaborazione con i figli dell’autore, Anna e Luigi Gambelli; i partners dell’evento sono Studio Tomassini e 3D Group, con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Pesaro. Il catalogo della mostra, realizzato da Omnia Comunicazione, contiene numerose immagini inedite e i testi di Silvano Bicocchi e Marcello Sparaventi.  Immagine: 1952, 1°Foto incendio alla cascina SALONIST

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corrado Cagli e il suo magistero

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Pordenone fino al 30/1/2010 viale Dante Alighieri, 33 Parco Galvani Galleria d’arte moderna e contemporanea “A. Pizzinato” Mezzo secolo di arte italiana dalla Scuola Romana all’Astrattismo In occasione del centenario della nascita di Corrado Cagli, il Museo Civico d’Arte di Pordenone organizza una grande mostra sull’artista dal titolo Corrado Cagli e il suo magistero. Mezzo secolo di arte italiana dalla Scuola Romana all’Astrattismo, che inaugurerà gli spazi espositivi della Galleria d’arte moderna e contemporanea, nuovo polo culturale della città.
Corrado Cagli (1910-1976) fu uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del secolo scorso e data la statura dell’artista, una semplice mostra monografica e’ sembrata pleonastica, anche in considerazione del fatto che già nel 2006, per il trentennale della morte, la città natale di Cagli, Ancona, aveva organizzato una monumentale esposizione di tutta la sua multiforme e variegata produzione artistica.  Il curatore della mostra anconetana, Fabio Benzi, assieme a Gilberto Ganzer, ha cosi’ messo a punto un progetto che rendesse omaggio non solo all’artista, ma anche e soprattutto alla sua grande versatilità intellettuale, che lo rese uno dei personaggi piu’ straordinari e internazionali del Novecento italiano, capace di influenzare generazioni di artisti tra i maggiori del nostro Paese con la sua forza creativa e il suo magistero artistico. La mostra, organizzata dal Comune di Pordenone in collaborazione con l’Archivio Cagli, e’ curata da Fabio Benzi e Gilberto Ganzer. (Immagine: Mirko, 1936, olio su tavola, 100 x 75 cm, Ancona, Pinacoteca comunale  Catalogo Skira ) (corrado cagli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Zeint cum va”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Bologna 16 Novembre, alle ore 21Teatro Dehon Via Libia, 59 la Compagnia Dialettale Bolognese Arrigo Lucchini presenta “Zeint cum va” con Annamaria Lucchini in commedia in tre atti di Arrigo Lucchini. Regia di Davide Amadei. Allestimento scenico Bilboa. Collaborazione tecnica CIP & MAX. Rammentatrice Maria Rosa Tibaldi. Con Annamaria Lucchini, Giancarlo Angelini, Gianni Giuliano, Valerio Dall’olio, Alberto Tarozzi, Giuliana Bacciglieri, Leonardo Maccagnani, Anna Lori, Francesca Campanini, Roberta Balbo, Germano Gentilini, Roberta Biavati, Rossella Zagnoli.  Una scampanellata notturna semina lo scompiglio nella famiglia Bernardi. Un neonato è stato depositato nel giardino e una lettera di accompagnamento lo affida al padre! Quale dei 5 uomini che vivono in casa potrebbe essere il genitore dell’inattesa creatura? Una girandola di equivoci, sospetti ed indagini prima dell’inevitabile colpo di scena finale. La compagnia “Lucchini” è uno dei più attivi gruppi di teatro dialettale bolognese ed è il naturale proseguimento dell’arte di Arrigo Lucchini, l’attore e autore di commedie, libri, racconti e poesie dialettali. Nel 1984, venendo a mancare questo beniamino del pubblico petroniano, la sua compagnia teatrale gli volle rendere omaggio continuandone l’attività ed intitolando il gruppo al suo nome. Ora la Compagnia “Lucchini” ha oltre vent’anni di vita e tutte le intenzioni di continuare per molto tempo ancora ad offrire, nonostante le mille difficoltà, divertimento e simpatia ad un pubblico “inamurè ed Bulåggna” proprio come Arrigo Lucchini. E da oggi abbiamo anche un cd! “BÄN,MO DA BAN” con la voce di Arrigo, le sue poesie e le sue canzoni. Potete richiedercelo tramite e-mail o in occasione delle nostre rappresentazioni.  Web: http://www.teatrodehon.it Prezzo: Intero: 10 Euro – Ridotti: 8 Euro (zeint)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tarshito e Federico Guida

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Como fino al 4/12/2010 via Volta Roberta Lietti Il Vaso e il Turbante mostra di Tarshito e Federico Guida. 1990 – Roberta Lietti apre, in una corte interna di via Volta nel cuore della città murata di Como, il suo primo spazio dedicato all’arte contemporanea. Nel 1991 conosce Tarshito, architetto, artista, designer barese, di cui presenta una serie di lavori di grande impatto spirituale e poetico ( icone di piccola e grande dimensione, architetture in cera, ceramiche e tessuti), riuniti nella mostra “ Catalizzatori del Sacro”. A pochi mesi da questa esposizione Roberta Lietti, in occasione della personale di Aldo Mondino in galleria, incontra il giovane Federico Guida, allora assistente di Mondino, i cui lavori esporrà nel 2001,con Davide Nido, avviando cosi’ una collaborazione che e’ tutt’ora molto viva.  La scelta di Tarshito e Guida non e’ affatto casuale ma nasce da una attenta riflessione sugli indirizzi artistici che si sono susseguiti in questi anni di lavoro in galleria. Da un lato la pittura nella piu’ classica accezione del termine, dall’altro il design inteso come comunanza di idea artistica e tradizione artigianale.  La mostra si puo’ definire un “divertissement” tra due grandi anime artistiche e si apre con la grande installazione de “ Il Vaso” di Tarshito, opera di m. 2, 55 di altezza, installazione dedicata alla armonia della natura, composta da infinite foglie e uccellini in ceramica policroma.
Tarshito (Nicola Strippoli), Corato ( Bari) 1952  Architetto, designer e performer, Antesignano dell’unione fra Oriente e Occidente, fra funzioni quotidiane e ritualità, fra arte, design e architettura, Tarshito conduce il suo lavoro con una straordinaria coerenza, mai assoggettato ad alcuna moda.
Ispirazione religiosa e sapienza professionale sono il punto di partenza del cammino artistico e di ricerca di Tarshito: le cere, le piccole architetture, le applicazioni della “geografia sacra” ,i vasi,e altro ancora sono le tappe di questo cammino. (Catalogo)
Federico Guida ( Milano 1969)  Vincitore dei piu’ prestigiosi premi nazionali e internazionali.
Ha esposto in prestigiosi spazi privati e pubblici italiani e esteri tra cui si ricorda: 2009, “Sussurri e grida”, Palazzo del Broletto, Como, “Campolungo”,Complesso Monumentale del Vittoriano, Roma. (1289559648b.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Tsò – Infidel

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma fino 1/12/2010 via Reggio Emilia 32, Mondo Bizzarro Gallery Sligtly Cruel – doppia personale La Project room di Mondo Bizzarro Gallery presenta due artisti romani con una lunga carriera sotterranea alle spalle. Da anni Tso’ e Infidel realizzano progetti legati al mondo dell’Underground musicale ed editoriale. Le iniziative che portano il loro nome diventano sempre dei veri e propri eventi caratterizzati da spregiudicatezza, ironia e provocazione.
Simone Montozzi (Tso’) Illustratore, Tso e’ nato nel 1978 a Roma, dove vive. Autodidatta, dalla fine degli anni novanta vira il suo stile ispirato da fumetti e suggestioni fantascientifiche ad una vena surrealista lieve e ironica.
Enrico D’elia (infidel) Nato nel 1975 cresce a Roma, dove attualmente vive. Influenzato in tenerissima età dal nonno pittore e dalla lettura dei fumetti, esordisce come fumettista sulla rivista Kerosene e fra il 1996 e il 2001 pubblica su diverse altre testate. Crea manipolazioni, pitture in computergrafica e numerosi flyer per eventi dell’underground musicale e culturale romano. Si esibisce, inoltre, come vj mixando dal vivo e proiettando grafiche animate a fianco di dj o musicisti.(1289561274b.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La memoria del metallo

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma fino al 27/11/2010 via di Sant’Eligio, 7 Chiesa di S. Eligio degli Orefici 150 anni dall’unita’ d’Italia. Con l’approssimarsi del 2011 le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia si arricchiscono di sempre nuove gemme che, quali preziose tessere di un mosaico dalle infinite sfaccettature, contribuiscono a delineare il complesso quadro di un paese ricco di storia e di tradizione che, se pur lentamente, ha visto le sue Regioni prendersi poco alla volta per mano in un gesto di solidarietà che solo un popolo unito puo’ con consapevolezza far proprio.
E la medaglia, questo piccolo oggetto d’arte capace di racchiudere in un breve cerchio grandi suggestioni, serbando la memoria, fresca e popolare, di uomini che, sebbene divisi, seppero riconoscere le radici comuni di un popolo che voleva essere Nazione.
La mostra, organizzata dall’Associazione Italiana per l’Arte della Medaglia e dall’Accademia Pietro Giampaoli per la Medaglia d’Arte nei locali di via di S. Eligio, nei pressi di via Giulia, concessi dall’Università e Nobil Collegio degli Orefici Gioiellieri Argentieri dell’Alma Città di Roma, e’ stata realizzata con il contributo dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che ha messo a disposizione, oltre alle proprie collezioni storiche, anche le opere appositamente modellate dagli allievi della Scuola d’Arte della Medaglia, e di Editalia spa del gruppo IPZS, che espone medaglie e riproduzioni di rare monete legate al percorso unitario, oltre al volume “La lira siamo noi”, tutti prodotti realizzati nell’ambito delle iniziative per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
L’Accademia P. Giampaoli inoltre presenta anche un prezioso volume su “L’Unità d’Italia” realizzato da Edizioni Numismatiche. L’Associazione Nazionale del Gioiello Contemporaneo, infine, e’ presente con alcuni lavori di oreficeria dei propri soci.  Le opere esposte sono illustrate in uno splendido Catalogo inserito all’interno della rivista Historia Mvndi edita dalla Biblioteca Apostolica Vaticana.
Durante l’apertura della mostra si terranno, nella Chiesa di S. Eligio degli Orefici, le seguenti conferenze, incentrata la prima su uno straordinario codice conservato presso il Medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana contenente i disegni originali degli Hamerani incisori della zecca di Roma e medaglisti dell’età barocca; mentre la seconda conferenza ripercorrerà la storia dell’unità d’Italia vista attraverso gli occhi dei medaglisti dell’800 e dei primi del ‘900:
Giovedi’ 18 novembre, ore 18.00  I disegni degli Hamerani nell’Archivio del Medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana  di Giancarlo Alteri, Presidente del’Accademia Pietro Giampaoli per la Medaglia d’Arte, Direttore del Dipartimento di Numismatica della Biblioteca Apostolica Vaticana, Direttore della rivista Historia Mvndi
Giovedi’ 25 novembre, ore 18.00  Schegge di storia impresse nel metallo: 150 anni dell’unità di Italia:  di Silvana Balbi de Caro, Presidente dell’Associazione Italiana per l’Arte della Medaglia, Direttore del Bollettino di Numismatica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Membro della Pontificia Accademia Romana di Archeologia (memoria del metallo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Storia di Bologna a teatro

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Bologna 16 Novembre, alle ore 16,30 Teatro Tivoli Via Massarenti, 418 ciclo di conferenze tenute  dallo storico Marco Poli.  dal titolo “La storia di Bologna a teatro” lo storico Marco Poli, con l’ausilio di proiezioni in digitale, parlerà del tema: “1943-1945 Bologna sotto le bombe”     I bombardamenti del secondo conflitto mondiale hanno duramente segnato la nostra città  e hanno provocato numerose vittime civili. Accanto ai dati e alle tragiche cifre delle distruzioni, le immagini consentiranno l’immediata percezione di quanto dovettero subire i bolognesi in quegli anni.  http://www.teatrotivoli.it Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti. (poli)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XIII Congresso nazionale dell’A.I.G.

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma fino al 14 novembre 2010, Hotel “Holiday Inn” (via Aurelia, km 8,400) Entro domenica 14 le conclusioni e la determinazione delle nuove cariche  Circa cento delegati dalle associazioni locali sparse per l’Italia, e tanti amici, fra cui il presidente del Comitato Media e Minori, Franco Mugerli, il presidente dell’AIMC, Giuseppe Desideri, il presidente AIART, Luca Borgomeo, i rappresentanti di ANP, UCSI, Forum delle Associazioni Familiari, Editrice La Scuola, Editoriale Tuttoscuola, hanno preso parte all’inaugurazione del  XIII Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Genitori “Genitori in crisi… di crescita! La gioia di vivere insieme la responsabilità educativa” condividendo l’intento di testimoniare la rete di alleanze che l’Associazione Italiana Genitori Onlus ha intessuto nei suoi quarant’anni di storia.   Il saluto iniziale del Presidente nazionale, Davide Guarneri, ha ribadito che il tema scelto “Genitori in crisi…di crescita!” esprime la volontà dell’associazione di interrogarsi sul tempo che attraversiamo, senza illusioni e timori, ma evidenziando la necessità di educare al bene, iniettare energia positiva nel nostro tempo. Piero Damosso, giornalista RAI, ha introdotto i lavori, ponendo domande alle due interlocutrici, Elisa Manna (sociologa del CENSIS) e Paola Scalari (psicologa e formatrice e terapeuta familiare).   “L’onda lunga del soggettivismo, secondo il quale ognuno è padrone e giudice al contempo di se stesso”, ha detto Elisa Manna, “colpisce fortemente le famiglie, attaccate dall’idolo del nostro tempo, il denaro, il successo ad ogni costo”. Parole forti, sostenute anche da dati: molti italiani non sanno capire un testo letterario, vi sono 2 milioni di analfabeti e 15 milioni di semianalfabeti. C’è bisogno di cultura, c’è bisogno di luoghi di riflessività, anche a fronte della scarsa qualità della proposta che i media, la TV in primis, offrono.  Paola Scalari ha insistito sul valore del tempo e della parola, risorse indispensabili in ogni famiglia: “non riusciamo a fermare il mondo, non dobbiamo opporci ai prodigi della tecnologia, ma dobbiamo offrire ai nostri figli parole per leggere il mondo, capacità di scelta, di pensiero”. Un genitore intervenuto dal pubblico ha evidenziato chiaramente le difficoltà relazionali in famiglia: “molte volte non so che dire ai miei figli, e loro non sanno cosa  chiedermi”: la certezza, espressa a conclusione della prima giornata di lavori, è che in ogni crisi c’è sempre una via d’uscita, anzi, si rigenerano nuovi rapporti, nuove soluzioni.   Temi come la fragilità, la separazione nelle coppie, gli adolescenti “che chiedono di essere visti”, il sostegno ai giovani genitori e, soprattutto, la formazione, intensa e continua, dei genitori sono obiettivi che l’A.Ge. definisce oramai prioritari, all’interno dell’opera di realizzazione di legami, relazioni solide nelle comunità fra adulti, scuola, istituzioni educative.   I lavori proseguono nelle giornate di oggi sabato 13 novembre e domenica 14, per giungere all’elezione del Presidente nazionale e di un nuovo Consiglio direttivo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Skin Allergy Meeting”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Zurigo/Venezia. Il Convegno Internazionale EAACI “Skin Allergy Meeting” conclude i suoi lavori, con i massimi esperti del settore che sottolineano l’importanza di concentrare l’attenzione sulle reazioni allergiche gravi, incluso l’angioedema e le sue complicanze potenzialmente fatali.
L’angioedema si definisce come un rapido gonfiore della cute e dei tessuti sottocutanei che può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, anche nella laringe, dove può causare gravi problemi respiratori e in certi casi, anche la morte per soffocamento. Generalmente legato ad allergie alimentari o ai medicinali, è diagnosticato fino al 5 per cento dei casi nella popolazione totale.
Gli esperti concordano che la terapia per l’angioedema è resa ancora più difficile dal fatto che a volte questo può essere ereditario, invece che legato ad allergeni. Questo tipo di angioedema deve essere riconosciuto e adeguatamente trattato, consigliano gli scienziati di EAACI, rilevando l’importanza di un protocollo diagnostico comune che aiuti nel riconoscimento esatto delle cause della malattia. Lo “Skin Allergy Meeting” ha inoltre evidenziato il sempre maggior valore delle terapie su misura per il trattamento di allergie. “Le ultime ricerche si stanno concentrando sui percorsi individuali, in modo che possiamo lavorare a terapie specifiche che si adattano al singolo caso del paziente”, ha affermato Schmid-Grendelmeier, che è anche Presidente della Sezione Dermatologia di EAACI. Maggiori approfondimenti sulla struttura molecolare degli allergeni più comuni sono anche stati discussi al Convegno, che ha riunito a Venezia oltre 300 tra i migliori esperti e allergologi del mondo.
EAACI – European Academy for Allergy and Clinical Immunology, fondata a Firenze nel 1956, è la più grande società scientifica medica in Europa nel campo delle allergie e dell’immunologia clinica, con 6’100 membri provenienti da 107 paesi e 41 Società Nazionali per le Allergie. Un’organizzazione no-profit, EAACI è attiva nel campo delle malattie allergiche e immunologiche come asma, rinite, eczema, allergie professionali, a prodotti alimentari, a medicinali e anafilassi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federico Fellini al lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Roma Viale Palmiro Togliatti, 2 Dal 16 novembre 2010 al 5 marzo 2011 Orario 11.00 – 19.30 Cinecittà due arte contemporanea  A 50 anni dalla nascita de La Dolce Vita, Roma rende omaggio a Federico Fellini con  due grandi mostre. La prima è stata inaugurata in occasione del Festival Internazionale del Film di Roma, la  seconda, sempre a cura della Cineteca di Bologna, inaugura il 16 di novembre presso lo spazio espositivo Cinecittàdue arte contemporanea.   Le immagini presentate in mostra ci raccontano e ci mostrano un Fellini segreto,  quello ripreso dagli scatti dei suoi fotografi sul set dei suoi film, luogo in cui il regista era padrone assoluto dello spazio creativo. Fellini è considerato uno dei più grandi artisti del cinema mondiale ed è stato il primo regista il cui nome è diventato un marchio più rilevante dei suoi stessi film: Fellini 8½, Fellini Satyricon, Fellini Roma, Il Casanova di Federico Fellini sono solo alcuni dei titoli in cui compare il suo nome.  La figura che lo rappresenta con il cappello e la sciarpa è diventata inconfondibile, ed ha definito i connotati dell’artista per eccellenza. Un artista che ha raccontato l’Italia dalla fine della seconda guerra mondiale al boom, anticipando un paese che ancora non esisteva, creando perfino delle parole che appartengono al linguaggio corrente: Vitelloni, Dolce Vita, Paparazzi, Amarcord…
Durante la sua carriera Fellini verrà nominato ventiquattro volte agli Oscar e ne riceverà otto: quattro Oscar per il miglior film straniero (La strada nel 1957, Le notti  di Cabiria nel 1958, 8 ½ nel 1964 e Amarcord nel 1975); tre Oscar per i migliori costumi (La dolce vita, costumi di Piero Gherardi, nel 1961, 8 ½, costumi di Piero  Gherardi, e Il Casanova di Federico Fellini, costumi di Danilo Donati, nel 1977) e un Oscar per premiare l’insieme della sua carriera nel 1993.  (A cura di: Gian Luca Farinelli – Cineteca di Bologna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivalutazione pensioni ed evasioni

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

La Corte costituzionale dichiara legittimo il blocco della perequazione per le pensioni superiori a otto volte il minimo (3.500 euro lordi e 2.200 netti) introdotto nel 2008 dal governo Prodi. Salta così la restituzione chiesta dai pensionati colpiti. Non ricconi, ma lavoratori a reddito medio alto che, dopo aver versato i contributi dovuti, vedono oggi falcidiato il loro potere d’acquisto da rivalutazioni parziali. Insomma, in un Paese dove solo l’1% dei cittadini dichiara più di 100mila euro all’anno a pagare sono sempre i soliti, soprattutto dirigenti in servizio e in pensione.
La Corte Costituzionale – con la sentenza n. 316 dell’11 novembre 2010 – ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale sollevata nell’aprile 2009 dal Tribunale di Vicenza sulla norma prevista dalla legge di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 che ha disposto per il 2008 il blocco della perequazione per le pensioni di importo superiore a 8 volte il minimo Inps. Il Tribunale di Vicenza era intervenuto su ricorso presentato da un dirigente pensionato. La Corte ha evidenziato la “chiara finalità solidaristica dell’intervento” che doveva servire a compensare la mini-riforma del sistema previdenziale voluta dal Governo Prodi che prevedeva l’introduzione di “scalini” graduali in luogo dello “scalone” introdotto dalla riforma Maroni. Tale finalità sarebbe giustificata dal fatto che i trattamenti pensionistici colpiti dal blocco godono di importi di “sicura rilevanza”. Ricordiamo – al contrario –  che i trattamenti interessati sono pari o (per quanto riguarda la maggioranza dei casi) di poco superiori a euro 3.539,72 euro lordi, che corrispondono a circa 2.200 euro netti. Non stiamo parlando certo di “maxi-pensioni” ma di prestazioni che sono frutto di una elevata contribuzione e di sacrifici di un’intera vita lavorativa.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stop agli asili nido comunali

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha annunciato il suo stop alla costruzione di nuovi asili nido comunali e ha aggiunto che verranno create solo strutture convenzionate gestite da privati sociali. Notizia che desta non pochi timori, soprattutto per il personale precario dei nidi comunali, ai quali non si riesce ancora a garantire una continuità lavorativa, e che con questa privatizzazione rischia il posto. Tuttavia, durante l’ultima giunta in Campidoglio, Alemanno ha precisato: “Le tariffe degli asili pubblici e di quelli convenzionati sono identiche, la differenza non è nel servizio ma nella gestione. Non dico che non dobbiamo più fare asili pubblici, ma se il costo è quello attuale siamo in difficoltà, quindi, si tratta di abbattere le liste d’attesa a costi sostenibili”. La situazione preoccupa non poco il vicesegretario regionale dell’Italia dei Valori, Oscar Tortosa, il quale esprime il suo profondo dissenso verso una “politica del Comune sempre meno attenta a garantire servizi ai cittadini”. Il dirigente dell’IdV Lazio continua il suo commento risoluto, aggiungendo che: “Questo è  un chiaro segno di come l’amministrazione locale, e quindi di riflesso il Governo, vuole di fatto realizzare una visione liberista della società dando tutto in mano ai privati, invece di pensare alle reali esigenze della cittadinanza, fornendo così servizi adeguati. I residenti sono ogni giorno sempre più pressati dai costi della vita, e dopo tante tasse si trovano anche a dover sostenere rette elevate per le scuole dei loro bambini”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I fondi per gli Atenei ci sono

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

“E sono quelli promessi. Adesso è irrinunciabile la riforma Gelmini a prescindere dal percorso del Governo.” Dichiara Giovanni Donzelli, portavoce nazionale della Giovane Italia, il movimento giovanile del PDL “Le giovani generazioni, non perdonerebbero a nessuno, se a fare le spese dei litigi interni alla maggioranza fosse il futuro dei nostri Atenei. Vigileremo affinchè baroni e potentati accademici non approfittino della delicata situazione interna al centrodestra per chiedere di fermare o modificare  a proprio vantaggio la riforma del merito. Mandati a termine per i Rettori, meritocrazia nell’attribuzione dei fondi, la fine dei concorsi truccati, l’obbligo dei professori di rispettare gli orari di lavoro, la fine del precariato a vita per i ricercatori, la lotta agli sprechi e tutto quanto previsto dalla riforma Gelmini sono indispensabili per gli Atenei esattamente quanto i fondi che Tremonti ha trovato per il futuro dell’Università”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la liberazione di Aung San Suu Kyi

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Nonostante la prevista liberazione della Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, seconda l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) la comunità internazionale deve continuare ad esercitare pressione sul governo della Birmania affinché vengano finalmente rispettati i diritti umani e si avvii una vera democratizzazione del paese. L’APM inoltre mette in guardia la comunità internazionale dal rischio di sopravvalutare il significato della liberazione di Aung San Suu Kyi. La fine degli arresti domiciliari non comportano un’apertura democratica della Birmania. La giunta militare ha condannato la leader dell’opposizione in un processo ingiusto e le ha fatto scontare fino all’ultimo giorno dei 18 mesi di arresti domiciliari. Inoltre la giunta militare ha modificato la costituzione del paese per impedire che la leader politica possa in futuro ricoprire posizioni politiche importanti ed è così riuscita a dividere l’opposizione democratica del paese prima delle elezioni.
Le modifiche alla costituzione operate dalla giunta militare birmana, seppure parzialmente e in linea di principio condivisibili, di fatto impediscono ad Aung San Suu Kyi di occupare posizioni politiche dirigenziali. L’articolo 59 della nuova costituzione birmana del 2008 stabilisce infatti che il presidente birmano e i membri della sua famiglia devono essere cittadini birmani. Il defunto marito di Aung San Suu Kyi era però cittadino britannico. La stessa costituzione stabilisce inoltre che nessuna persona condannata per delitti penali possa essere eletta in parlamento. Se quindi Aung San Suu Kyi dovesse davvero ottenere la libertà permanente, la leader si troverà però investita di enormi aspettative che difficilmente potrà soddisfare, tanto più che in vista delle elezioni la giunta militare si era impegnata a dividere l’opposizione. Alcuni dissidenti si sono infatti impegnati attivamente nelle elezioni mentre Aung San Suu Kyi ne aveva chiesto il boicottaggio. Il governo aveva infine proibito il partito della leader, la Lega Nazionale per la Democrazia (NLD – National League for Democracy). Nonostante Aung San Suu Kyi goda di molta stima tra la popolazione e gli oppositori al regime, dopo tutti questi anni di isolamento le sarà difficile riuscire a rimettere insieme un movimento di opposizione diviso e sgretolato.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cassa integrazione raddoppia nel Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Corden Pharma, Videocon, Herla, Nexans, Ritel, Ams sono solo alcune delle storiche industrie dell’area laziale, travolte anch’esse dalla crisi globale e costrette a presentare le proprie vertenze sui tavoli dei sindacati. Se non si troverà nessuno disposto ad investire nuove risorse per sfruttare i siti industriali non più produttivi o a riconvertire le maestranze disponibili, saranno centinaia gli operai destinati alla cassa integrazione. Nel Lazio si registra un aumento preoccupante del 30% al ricorso degli ammortizzatori sociali e solo nella zona del frusinate, la cassa integrazione interessa quasi l’11% del totale della forza lavoro.  “La cassa integrazione, sia ordinaria sia straordinaria, si è rivelata essere l’unico strumento utile per far fronte a questo momento di crisi, poiché il Governo non è riuscito a sviluppare un piano adeguato per far fronte a questo periodo di difficoltà. Chiaramente il tema riguarda soprattutto il Ministero dello Sviluppo Economico”. Questo è il primo commento espresso sulla questione da parte della viceresponsabile per il Lavoro e l’Occupazione dell’Italia dei Diritti, Antonella Sassone. “Inoltre – continua –, la cassa integrazione è sì un ammortizzatore sociale fondamentale, ma in ogni caso non può fungere da mero strumento ordinario per far fronte alla crisi. Ora cominceranno a terminare i periodi delle Cig iniziate quasi 3 anni fa e i lavoratori privi di ammortizzatori sociali, seppure inseriti nelle liste di mobilità, non riceveranno nessuna chiamata perché purtroppo non ci sono posti di lavoro disponibili”.  L’esponente del movimento fondato da Antonello De Pierro rivela la sua completa sfiducia verso un Governo che non ha saputo far fronte con degli strumenti adeguati a questo momento di grave difficoltà per il Paese e denuncia “una mancata riforma del Fisco, che proprio dopo l’evidente situazione di difficoltà che investe il Governo Berlusconi, è stata rimessa in gioco. Si tratta di una circostanza nella quale le imprese, soprattutto quelle di piccole e media grandezza, sono sottoposte ad un sistema fiscale penalizzante. È qui che si inserirebbe una riforma fiscale efficace che dovrebbe puntare ad una tassazione maggiore su quelli che sono semplici movimenti di capitale, i quali non producono nessuna ricchezza, e contrariamente a quanto avviene, detassare e quindi alleggerire un sistema tributario che grava pesantemente su quelle imprese, le quali invece producono ricchezza per il nostro Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fisco e riqualificazione energetica degli edifici

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

La decisione del Governo di non rinnovare le detrazioni fiscali del 55% dei costi sostenuti dai cittadini per la riqualificazione energetica degli edifici, rappresenta un atto di miopia politica che non tiene conto dei risultati sinora raggiunti da questo importante strumento di sviluppo sostenibile introdotto negli ultimi anni in Italia. Infatti, nei tre anni di vigenza delle detrazioni fiscali, questa misura è stata utilizzata da oltre 840mila famiglie o piccole imprese italiane, ha prodotto un giro d’affari di oltre 11 miliardi di euro, un risparmio energetico considerevole e una significativa riduzione delle emissioni inquinanti. Inoltre, ha contribuito in modo decisivo a sostenere, in un momento grave crisi economica, lo sviluppo e l’occupazione in questa importante filiera italiana di piccole e medie imprese, altamente qualificate in un settore strategico come quello dell’efficienza e del risparmio energetico. Il mancato rinnovo rallenta l’uscita dalla crisi, lo sviluppo dell’industria italiana e la riqualificazione del patrimonio edilizio del Paese. Il Governo non è riuscito a trovare i 400 milioni di euro per finanziare la proroga delle detrazioni fiscali. Eppure non sarebbe stato necessario, poiché, come ha bene evidenziato Enea in un recente studio, i 6.1 miliardi di detrazioni a carico dell’erario, sono ampiamente compensati dalle maggiori entrate per lo Stato prodotte dagli oltre 11 miliardi di investimenti indotti dall’incentivo. Infatti, se consideriamo il maggior gettito dell’IVA dovuto all’emersione del lavoro nero, ampiamente praticato in tutta Italia nel settore impiantistico ed edile, i contributi sociali e l’IRPEF di circa 50.000 nuovi lavoratori occupati, la maggiore tassazione derivante dagli utili delle imprese, il medesimo studio dell’Enea stima in oltre 10 miliardi il maggior introito per l’erario derivante dal mantenimento delle detrazioni fiscali. Senza considerare il contributo apportato dalla riduzione delle emissioni di CO2 che permetterà all’Italia di perseguire gli obiettivi dell’Unione Europea e di evitare al Paese il pagamento di pesanti sanzioni. Si chiede pertanto il ripristino di questa importante misura sino a ieri confermata da qualificati esponenti del Governo, che ha funzionato egregiamente incentivando in modo virtuoso un rilevante pezzo di economia, che ha prodotto risultati straordinari in termini di risparmio energetico e di contenimento dei gas serra, che ha permesso l’emersione del lavoro nero in un settore molto sensibile e che non grava sul bilancio dello Stato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Golfo Messico: marea nera

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

I recenti disastri ambientali nel Golfo del Messico e nel porto di Dalian in Cina hanno evidenziato la gravità degli effetti di una fuoriuscita di petrolio greggio di incredibile vastità e le difficoltà che derivano nel fronteggiare un evento di questa portata. Con effetti sulla popolazione locale in termini di malattie respiratorie, patologie della pelle e di aumento statistico di tumori e aborti, le catastrofi in mare rappresentano un vero e proprio problema per le sorti dell’uomo e di numerosi animali. Il petrolio, infatti,  essendo più leggero dell’acqua, forma in superficie uno strato compatto che porta il soffocamento della vita nell’ecosistema acquatico oltre che la tendenza a formare depositi bituminosi su tutto ciò che incontra. Attualmente la soluzione che viene utilizzata è quella di prodotti disperdenti che abbassano la tensione superficiale dello stato oleoso e disperdere le macchie in piccole particelle. Queste miscele però contengono solventi e derivati di idrocarburi, come il butossietanolo, dannosissimo  per l’uomo, per la riproduzione e per l’ambiente. Un eminente esperto di biologia marina quale Richard Charter scrive: “I solventi hanno componenti chimiche tossiche che possono rivelarsi per certi versi peggiori del petrolio”. Disperdere il petrolio è considerato uno dei modi migliori di proteggere gli uccelli ed evitare che l’olio si depositi, ma i solventi contengono tossine capaci di uccidere i pesci e di conseguenza tutto l’ecosistema dell’area. Può capitare però che nel mondo, in Italia, ci sia un ricercatore, un’azienda a vocazione ambientalista che sia riuscita dopo 40 anni di studio ad inventare una soluzione composta da estratti vegetali capaci di disperdere il petrolio solubilizzando il manto oleoso. In questo modo, grazie al moto delle onde e alla vastità dell’oceano, quella che era una chiazza circoscritta diventa un inquinante disperso in concentrazione minima, così riducendo al minimo l’impatto ambientale. Questo prodotto si chiama Maggiordomo Ecoremover. Nato dall’esperienza dei prodotti de “Il Maggiordomo”, l’Ecoremover è un innovativo prodotto disinquinante presentato come rimedio ai danni provocati all’ecosistema dalla fuoriuscita del petrolio in mare perché emulsiona e disgrega senza essere infiammabile. Adatto per dissolvere petrolio, greggio, graffiti, gasolio, oli, catrame, solventi, vernici, inchiostri e colle, il prodotto si differenzia da quelli della stessa famiglia per l’aspetto della sicurezza per l’uomo e per l’ambiente, poiché la soluzione è biodegradabile e ipoallergenica così come in linea con la normativa Europea 67/548/EEC e succ. Questo significa che può essere utilizzato come detergente sicuro e rispettoso del ph della pelle degli uomini e degli animali, che attualmente a causa della mancanza di un prodotto sicuro ed efficace non vengono più ripuliti dal petrolio. Disponibile sugli scaffali dei supermercati italiani, il Maggiordomo Ecoremover non richiede particolare stoccaggio e l’utilizzo di guanti ed altri dispositivi. La miscela formata da estratti vegetali non è pericolosa ai sensi del Regolamento CE 1272/2008. L’azienda che lo produce dagli inizi di settembre ha aperto le sue porte a tutti coloro, associazioni ambientaliste e giornalisti in special modo, che vogliono provare il prodotto per testarne la veridicità e l’efficacia oltre a rendersi disponibili a fornire un campione del prodotto per eventuali prove.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »