Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 27 giugno 2010

Nuovo sito di Maurizio Zini

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Maurizio Zini, giornalista pubblicista e grande professionista nel campo della comunicazione, del marketing e dell’organizzazione di grandi eventi, rinnova la propria presenza sul web, con il nuovo sito corporate, http://www.mauriziozini.com, online a partire da oggi e realizzato per offrire una maggiore accessibilità e disponibilità di informazioni per l’utente finale. Il nuovo sito è stato impostato con una grafica lineare e moderna ed offre, oltre a un layout completamente rinnovato, informazioni chiaramente strutturate e varie sezioni delle risorse, con tutti i collegamenti alle attività professionali svolte: dal primo Raduno 2004 delle Ferrari degli Easy-Rider in Vaticano alla nuovissima Web-Tv (www.dmnews.it), dalla gestione dell’email marketing solution con il software Send Miner fino ai vari siti ufficiali di Radio Bruno, ToscanaSport.tv e Easy Rider Vatican Meeting. Numerose e dettagliate sono le informazioni riguardo ai prodotti, ai servizi e alle soluzioni più innovative svolte da Maurizio Zini Comunicazione: una vera e propria guida per scegliere la soluzione che più si adatta alle proprie esigenze con grande professionalità e competenza. L’agenzia di stampa Easy-News Press Agency fondata e diretta dallo stesso Maurizio Zini, offre un ampio ventaglio di servizi: dalle soluzioni per il web alle strategie di comunicazione integrata, dalla pianificazione e gestione degli eventi al marketing B2B e B2C, per arrivare alle riprese audio e video in onda sui maggiori network nazionali e alla produzione e gestione di trasmissioni televisive, digital signage e DVD.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una manovra che offende la dignità

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

”Non si può più continuare a scherzare con il personale delle forze armate e delle forze di polizia in una sorta di tira e molla sulle singole norme di interesse inserite nella manovra finanziaria in cui viene offesa, prima ancora della tasca, la dignità degli operatori della difesa e della sicurezza”. Lo afferma il presidente del Cocer Interforze, generale Domenico Rossi, unendosi alle parole del sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, che aveva parlato di burocrazia del ministero dell’Economia contro forze armate e di polizia. ”Occorre – sostiene Rossi – che il ministero dell’Economia decida a priori e chiaramente se intende o meno riconoscere l’azione del Parlamento che ha sancito in modo inequivocabile la specificità del comparto rispetto al pubblico impiego e dare concretezza a tale norma o porsi su uno scranno censore più alto. Affidiamo l’esame della situazione e la risposta al presidente del consiglio che ben conosce il nostro operato”. ”Nessuno – aggiunge – vuole privilegi e tutti vogliono contribuire ma le norme in questione o sono figlie di superficialità o di un accanimento nei confronti del comparto assolutamente non accettabile”. (fonte Ansa)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’agricoltura tra crisi e mercato

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Palermo 28 e martedì 29 giugno al Castello Utveggio dalle ore 9,00 alle 14,00. L’agricoltura tra crisi e mercato “riflessioni sul presente e sul futuro” La crisi mondiale sta ancora colpendo duramente le economie di tutto il mondo che, attonito, stenta a capire che cosa lo attenda nel prossimo futuro. ”Ma non è solo l’economia in generale a soffrire della situazione. – dice Il prof. Elio Cardinale, presidente del Cerisdi – Fra i settori in crisi troviamo anche quello agricolo, parte integrante del complesso fenomeno che stiamo vivendo, soprattutto nelle incerte fasi iniziali in cui sembrava avere un ruolo del tutto specifico. Perciò ci dobbiamo chiedere se la crisi agricola sia in un certo senso il paradigma di quella mondiale o un fenomeno connesso, ma comunque distinto”. Importante la tavola rotonda che vede riuniti gli esperti del settore vitivinicolo, tra i quali: Giancarlo Conte, vicepresidente dell’Istituto Regionale della Vite e del Vino; Diego Planeta, presidente Assovini Sicilia; Jose Rallo,  imprenditrice Azienda Vitivinicola Donnafugata; Lucio Tasca d’Almerita, imprenditore Presidente Azienda Tasca D’Almerita. “Il settore vitivinicolo – dice Cardinale – è molto importante per la Sicilia, non solo perché promuove l’ottima qualità dei nostri prodotti, ma anche perché rappresenta una forza economica in crescita”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Margini d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Roma fino al 9/7/2010 via Gramsci 61 The British School at Rome L’esclusione sociale fotografata e filmata 1860-2010  a cura di David Forgacs  Ogni società che procede verso la modernizzazione crea varie categorie di persone che vengono considerate -marginali’. Non sono solo socialmente emarginate ma in molti casi si trovano anche a vivere in zone considerate geograficamente periferiche: lontane dai grandi centri produttivi oppure ai bordi piu’ degradati di essi. La parte piu’ -avanzata’ della società non riesce a integrare queste persone nell’immagine che va creando di se stessa come moderna, le considera arretrate o semplicemente -altre’. In molti casi diventano un problema da risolvere. In altri vengono ignorate, rifiutate o respinte.  La mostra, che include, tra le altre, fotografie di Giuseppe Primoli, Franco Pinna, Robert Capa, Chim, Jerry Cooke, Marco Delogu, nonche’ estratti di documentari e telegiornali, costituisce un’importante documentazione visiva della storia della marginalità in Italia e allo stesso tempo un invito alla riflessione sui -modi di vedere’ e sui processi di rappresentazione. Fino a che punto queste immagini hanno contribuito alla creazione o alla riproduzione dell’idea stessa di marginalità? Fino a che punto, invece, hanno avuto una funzione di critica, contestazione e denuncia? David Forgacs insegna a University College London dove detiene dal 1999 la cattedra piu’ antica di italianistica in Gran Bretagna. Nel 2006-09 e’ stato Research Professor in Modern Studies a The British School at Rome. La mostra presenta alcuni dei risultati del progetto di ricerca -Linguaggio, spazio e potere in Italia dal 1800 a oggi’ da lui svolto durante la sua residenza, su cui verte anche il suo libro illustrato Italy’s Margins, di prossima pubblicazione con la Cambridge University Press. (Immagine: Maria di Nardo’, epilogo dell’esorcismo, Cappella di San Paolo, Galatina (Lecce), 25 Giugno 1959  Photographer Franco Pinna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diego Marcon e Mariana Silva: Plato’s Pharmacy

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Pistoia fino al 30/9/2010 Via Modenese, 165 Uscita Pistoia a cura di Barbara Meneghel..Il progetto intende far dialogare negli spazi di Uscita Pistoia due giovanissimi artisti internazionali, invitati a realizzare un lavoro inedito appositamente per la mostra. Nasce così un interessante confronto dialettico basato su un punto di partenza comune, attorno a cui entrambi costruiscono la propria riflessione: l’immagine intesa come traccia visibile di qualcosa che in realtà la trascende. È di fatto una nozione su cui secoli di filosofia occidentale (inevitabilmente a partire dall’eidos platonico e dall’eidolon neoplatonico) hanno riflettuto: l’immagine e’ da considerarsi come sintesi tra due dimensioni differenti; introduce una forma sensibile, cui ci si rapporta direttamente, ma al tempo stesso anche un elemento che ne problematizza i confini, permettendo di vedere al di là da se’. Le si riconosce quindi una funzione di mediazione, di ponte tra visibile e invisibile. Un concetto simile, da questo punto di vista, a quello di traccia nella filosofia di Jacques Derrida: elemento da intendersi come segno presente di un’assenza. Dato questo assunto comune, gli approcci dei due artisti possono essere considerati complementari: ciascuno sembra muoversi in una direzione uguale e contraria a quella dell’altro, quasi recuperando gli estremi della disputa tra iconoclastia e iconofilia che ha attraversato gran parte della storia del cristianesimo occidentale.
Diego Marcon e’ nato nel 1985 a Busto Arsizio (VA). Vive e lavora tra Milano e Venezia.
Mariana Silva e’ nata nel 1983 a Lisbona, dove vive e lavora.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Benedetto Croce

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Roma 30 Giugno – ore 11:30 via Piave 8, sede romana della Regione Abruzzo Conferenza stampa di presentazione Premio Benedetto Croce – Quinta edizione intervengono  Dacia Maraini Giuria del premio, Natalino Irti  Presidente Giuria Lucio Villari Premiato, Melania Mazzucco Premiata Ernesto Paolo Alba Assessore Comune di Pescasseroli Paolo Gambescia Giuria del premio Marianna Scoccia Assessore alla Cultura Provincia Aquila  Mauro Di Dalmazio Assessore Cultura Regione Abruzzo. Il convegno dal titolo: “La riforma federalista dello Stato: quale ruolo per il Mezzogiorno?” si tiene Sabato 3 luglio 2010 dalle ore 9.30 alle 20 a Pescasseroli – Piazza Benedetto Croce (Palazzo Sipari) con la premiazione e un omaggio a Edmondo Berselli. Nel corso dell’incontro, aperto al pubblico, che avrà inizio alle 9.30, parleranno Costantino Felice, studioso di Storia del Mezzogiorno, Luca Meldolesi, dell’Università Federico II di Napoli, Gianni Chiodi, Presidente della Regione Abruzzo, Niki Vendola, Presidente della Regione Puglia, Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia, Dario Galli, deputato della Lega Nord, Filippo Piccone, Senatore del Pdl, modera Paolo Gambescia, scrittore e giornalista. Il dibattito affronterà temi e questioni in relazione alla legge di riforma federale, approvata dal parlamento ed ora nella sua fase attuativa. Un’occasione per riflettere sulle opportunità di crescita e sviluppo per le regioni del Sud a misura di eventuali nuovi cambiamenti nelle istituzioni e nel “sociale”. Consegna i premi Dacia Maraini.
Il premio Benedetto Croce, ideato in terra d’Abruzzo per mantenere vivo il ricordo e l’eredità del famoso filosofo nato a Pescasseroli il 25 febbraio del 1866, assomiglia nelle sue scelte all’autore cui è intitolato, alla sua vastità  multiforme di interessi e al suo impegno etico – conoscitivo nei riguardi del presente. (Edmondo Selli, Mazzucco, Lucio Villari)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lividi: Storie di donne ferite

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Romano Laura. Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (MI), 2010, 1 ed. 130 pagine  Prezzo di copertina: € 12,00  Un libro scritto «da donna», raccontando di donne ferite  Sedici donne, sedici storie, narrate quasi in prima persona, senza peli sulla lingua perché il dolore, il male che produce i lividi del corpo e dell’anima pretende di essere ascoltato per ciò che è. E solo quando è ascoltato, può camminare verso il cambiamento, verso la guarigione.  «Credo, sinceramente, che l’unica differenza fra le persone che trovano, ogni giorno, senso e valore alla propria vita e la costruiscono senza arrendersi e quelle che, invece, si perdono e si dedicano con accanimento all’arte di farsi del male, sia una soltanto: l’essere stati amati abbastanza».
Laura Romano, nata a Como, è Laureata in Scienze dell’Educazione e Lettere Moderne; lavora da anni in uno studio privato di consulenza pedagogica. Collabora con varie con realtà pubbliche e private, in particolare nell’ambito dei Disturbi della Condotta Alimentare. Presta inoltre opera come formatrice per Insegnanti, Operatori socio-sanitari ed educativo-riabilitativi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PsicologicaMente

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

60 giochi, magie e illusioni per capire come funzionano i nostri pensieri Rusinek Stéfhane / illustr.: Populaire Franck (Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo (MI), 2010, 1 ed.194 pagine  Prezzo di copertina: € 13,00. Sessanta giochi per scoprire, divertendosi, i meccanismi della nostra mente.
Il libro presenta una serie di 60 esercizi illustrati per scoprire i meccanismi della psicologia. Elementi che spesso sono dati per scontati, ma che invece rivelano molto di sé e della comune natura umana: dalla memoria (e dalla smemoratezza) alle forme di apprendimento, dalle illusioni alla percezione (spesso non obiettiva) della realtà, dal buono (o cattivo) uso dei propri sensi alla capacità (o incapacità) di giudizio… alla ricerca del modo con cui la mente umana opera nel quotidiano, ben al di là di quello che normalmente ci aspettiamo. Un libro che può essere letto con amici, in una serata in compagnia, e “giocato” da ragazzi e adulti.
Stéphane Rusinek è professore di psicologia all’Università Charles de Gaulle-Lille 3 è anche responsabile dell’equipe «Psicologia delle interazioni Temporali, Emozionali, Cognitive».
Franck Populaire è artista plastico, pittore, illustratore e insegnante di Arti plastiche.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nessun accordo per proteggere le balene

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Si è conclusa  ad Agadir in Marocco la 62esima riunione della Commissione baleniera internazionale (IWC). Purtroppo, ancora una volta non si è raggiunto alcun tipo di accordo per proteggere le balene: un’altra riunione fatta di sole chiacchiere, mentre il prossimo anno Giappone, Norvegia e Islanda continueranno a massacrarne impunemente migliaia di esemplari. “I governi riuniti ad Agadir dovrebbero vergognarsi – commenta Giorgia Monti, resposnsabile campagna Mare di Greenpeace Italia – di essersi ritirati a discutere a “porte chiuse” per nascondere le loro discussioni sterili che non hanno permesso di fare nessun passo avanti nella protezione delle balene. Ma non possono certo nascondere la vergogna della caccia baleniera e della loro incapacità per cercare di fermarla” E’ giunto il momento per tutti quei Governi che si schierano per la conservazione delle balene – come l’Italia –  di mettere immediatamente in atto azioni politiche decise per porre fine alla falsa “caccia per ragioni scientifiche” del Giappone nel Santuario dell’Oceano Antartico e la caccia della Norvegia e dell’Islanda, portata avanti in totale violazione della moratoria esistente. “Da oltre trent’anni – continua Monti – Greenpeace lotta in difesa delle balene. I nostri due attivisti – Junichi e Toru – rischiano più di un anno di carcere per aver denunciato la corruzione e il contrabbando di carne del programma giapponese di caccia alle balene. Cosa sono disposti a fare i paesi che dicono di voler proteggere le balene? Noi continueremo a lavorare per fermare questo vergognoso massacro!”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Borghi Autentici d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Differenziazione dei tagli per salvaguardare i Comuni virtuosi, servizio di formazione informatica, piccoli poliambulatori di base vicini al territorio e promozione turistica: queste sono alcune proposte dell’Onorevole Roberto Cota, Presidente della Regione Piemonte, per salvaguardare le piccole comunità. L’Associazione che attualmente conta 140 Comuni distribuiti in tutta Italia, ha l’obiettivo di creare una rete di condivisione per promuovere le strutture urbane, i servizi verso i cittadini, i contesti sociali, ambientali e culturali di borghi e località unici per storia e tradizione e che consapevoli delle proprie potenzialità, promuovono e si adoperano per realizzare uno sviluppo turistico, economico e sociale sostenibile incentrato sulla valorizzazione dell’identità della comunità locale.  Il dibattito pubblico si è tenuto in occasione della festa nazionale BAI (Borghi Autentici d’Italia) e ha visto la partecipazione degli Onorevoli Roberto Cota e Giovanna Melandri, il Presidente dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia Stefano Lucchini, il responsabile piccoli comuni Anci Mauro Guerra e alcuni sindaci delle comunità dell’Associazione. Che ne sarà di Levice? E’ stata la domanda da cui si è sviluppato il confronto tra i relatori, unanimi nel voler cercare risposte per un piano di sviluppo che garantisca un futuro alle piccole comunità, riconoscendone un ruolo sociale. «Tre anni fa l’Associazione contava 42 membri, ora siamo in 140 distribuiti in 16 Regioni, è necessario incontrarsi per cercare risposte e servizi che possano valorizzare questo importante spaccato italiano: i borghi» ha dichiarato il presidente BAI Stefano Lucchini. «Una identità nazionale costruita con attenzione e amore verso le comunità locali è la vera e “autentica” prospettiva di sviluppo del nostro Paese» ha sottolineato l’On.le Giovanna Melandri seguita poi dall’intervento dell’On.le Roberto Cota che ha voluto evidenziare quanto queste località non siano un “peso italiano”, ma una vera e propria risorsa. «Una burocrazia più snella, una formazione informatica per gestire meglio i servizi, creare piccoli poliambulatori di base per garantire un’assistenza sanitaria sul territorio e una forte promozione turistica possono essere risposte concrete per iniziare un lavoro di rilancio dei piccoli Comuni» ha poi concluso Roberto Cota.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediazione civile: L’A.N.P.A.R. fa chiarezza

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

E’ dal 20 marzo 2010, data di entrata in vigore del D. Leg.vo n. 28/2010,  – che il presidente dell’Associazione Nazionale per l’Arbitrato e la Conciliazione, – Dott.  Giovanni  Pecoraro, – ha affermato che tutte le notizie circolanti in merito all’abrogazione del nuovo istituto giuridico della mediazione –  richiesto da parte di soggetti  “facenti parte di caste professionali” – erano false, tendenziose, scarse e contraddittorie. Il decreto richiamato,  non era e non è possibile, cambiarlo, in quanto la sua emanazione è frutto e necessità di attuazione di una Direttiva Comunitaria e di una delega espressa dal Parlamento – all’unanimità – data al Governo fin dal lontano 1999, il cui termine ultimo di applicazione scadeva nel 2011. La chiarezza su questa materia è d’obbligo – dice Pecoraro – poichè si fanno ogni giorno più gravi e; pesanti i ricatti  rivolti contro il Ministro della Giustizia “dalla casta”.  Il Ministro, sa molto bene che il continuo rinviare o modificare, può mettere  in pericolo il buon esito   di funzionalità di questo importante e nuovo istituto giuridico che è la mediazione civile e commerciale. Il Parlamento – continua  Pecoraro –  non può smentire se stesso, nel discutere di eventuali disegni di legge di cambiamento  della norma, come   invocato da una sparuta minoranza di professionisti. La delega concessa è stata attuata senza eccessi e nel rispetto delle regole della Direttiva Europea n. 52/2008, che avrebbe voluto, come per le controversie commerciali transfrontaliere anche, per quelle civili una obbligatorietà totale e non parziale, per la tutela di diritti disponibili dei cittadini. Chi, vuole mettere a tutti i costi le mani in tasca degli italiani?. La  risoluzione di controversie in materia civile e commerciali  al cittadino  non costa niente o poco e dura pochissimo massimo quattro mesi.  La cosa più importante è che la parte,  può se, vuole anche conciliare da sola senza l’assistenza di nessun consulente, ecco perchè –  afferma Pecoraro – non può prendere il nome di virtù questa scelleratezza  che la “casta”  intende far modificare al legislatore. Pertanto, se, miglioramenti dovessero essere fatti, vanno fatti, piuttosto nella direzione di ampliare il raggio della obbligatorietà su tutti i diritti disponibili a tutela dei cittadini. La giustizia è al collasso, e portare solo eccezioni in questo momento, significa non voler risolvere la questione giustizia civile, dove le controversie continuano ad aumentare in modo vertiginoso, a discapito dei cittadini e della competitività del Paese. Altro che gli invocati rinvii dell’esperimento obbligatorio del tentativo di conciliazione. Il ministro Angelino Alfano, ha dato risposte certe e non contraddittorie quando ha presentato la legge sulla mediazione civile ” questo nuovo istituto giuridico, a differenza di quella in materia di lavoro, non può e non deve fallire”. Si chiede un referendum? Facciamolo pure – dice Pecoraro – ma, con i cittadini interessati alla risoluzione delle proprie controversie attraverso la giustizia extragiudiziale.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Movimenti Democratici in Iran

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Roma 29 giugno 2010 ore 08.30 Via Poli 19 Palazzo Marini Sala delle Colonne, Camera dei Deputati “Movimenti Democratici in Iran: Difficoltà e Potenzialità” l’Organizzazione per le Nazioni ed i Popoli Non Rappresentati (UNPO) ed il Partito Radicale NonViolento Moderatore: Sen. Marco Perduca,  Co-vicepresidente del senato del Partito Radicale NonViolento  Sen.  Emma Bonino, Vice Presidente del Senato Marino Busdachin, Segretario Generale, Organizzazione per le Nazioni ed i Popoli Non Rappresentati (UNPO) On. Matteo Mecacci, Parlamentare, Membro della Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati, Relatore per la Commissione Diritti Umani dell’Assemblea Parlamentare OSCE, Co-vicepresidente del senato del Partito Radicale Nonviolento Sen. Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione Speciale Diritti Umani Nasser Boladai, Congress of Nationalities for a Federal Iran (Congresso delle Nazionalità per un Iran Federale ntd) Dott. Reza Baraheni, romanziere, poeta, critico e attivista politico.
Alle ore dieci riprendono i lavori dopo un breve break con  Moderatore: On.Elisabetta Zamparutti, Membro della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, Tesoriere di Nessuno Tocchi Caino Prof. Alireza Asgharzadeh, Assistente Universitario, Università di York, Toronto Yousef Azizi Benitorof, scrittore Arabo Ahwazi e giornalista, Co-fondatore della Iranian Writers Union (Unione degli Scrittori Iraniani ndt) e membro dell’English PEN & Primo Segretario del  Center for Combating Racism and anti-Arabism in Iran (Centro per la Lotta contro il Razzismo e l’anti-Arabismo in Iran ntd)  Farokh Negahdar, Co-fondatore e membro eletto della leadership del The Union for Iranian Republican, membro del Comitato del Consiglio Centrale del Organisation of Iranian People’s Fadaian, OIPFM  Abdollah Mohtadi, Segretario Generale del Partito Komala del Kurdistan Iraniano Shahriar Ahy, Co-fondatore del Solidarity Iran
Alle ore 12 inizia la seconda sessione sul tema: La Transizione verso la Democrazia– Prospettive per Cambiamenti Reali Moderatore: Sen. Luigi Compagna, Membro Della Commissione Esteri e della Delegazione italiana dell’Assemblea Parlamentare OSCE  Mehrdad Davishpour, Secular Republican Alliance (Alleanza Laica Repubblicana ntd)  Bezad Karimi, Esperto, Attivista politico Hassan Sharafi, Rappresentante del Congress of Nationalities for a Federal Iran (Congresso delle Nazionalità per un Iran Federale ntd), Vice Presidente del Partito Democratico Curdo in Iran Raof Kaabi, attivista politico Curdo, Membro del Comitato Centrale del Union of People’s Fedaian of Iran
Nel pomeriggio dalle 14,30 inizia la terza sessione su Sicurezza Interna ed Esterna Moderatore: On. Harry van Bommel, Parlamentare, Membro del Parlamento Olandese per il Partito Socialista On. Fiamma Nirenstein, Vice Presidente, Commissione Affari Esteri Ahmad Batebi, studente attivista esiliato David Keyes, Direttore di Cyberdissidents.org Dott. Emanuele Ottolenghi, Senior Fellow, Foundation for Defense of Democracies (Fondazione per la Difesa della Democrazia ndt) Dott. Alireza Nourizadeh,  Senior researcher e direttore del Centre for Arab & Iranian Studies (Centro Studi Arabi e Iraniani ndt), corrispondente politico
Alle 16,30 iniziala quarta e ultima sessione sul tema: Quale direzione prendere? Strategie per il Cambiamento e il ruolo della Comunità Internazionale Moderatore: Roya Kashefi, Capo della Commissione per i Diritti Umani – Associazione dei Ricercatori Iraniani (ntd)  Mark Lattimer, Direttore esecutivo, Minority Rights Group International  Dott. Niccolo Figa-Talamanca, Segretario Generale, Non C’è Pace Senza Giustizia Fakhteh Zamani, Direttore Esecutivo, Associazione per la Difesa dei Prigionieri Politici dell’ Azerbaijan in Iran Hossein Ladjevardi, Presidente, Associazione dei Ricercatori Iraniani (ntd) Ahmedi Idris, Ricercatore, Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Stoccolma.
Alle 18 le conclusioni saranno tratte da  Marco Pannella,  Presidente del Senato del Partito Radicale NonViolento, ex Membro del Parlamento Europe Marino Busdachin, Segretario Generale, Organizzazione per le Nazioni ed i Popoli Non Rappresentati. Sen. Marco Perduca, Co-vicepresidente del senato del Partito Radicale NonViolento

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tabacco e monopolio

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

L’Italia è fuorilegge sul mercato delle sigarette. La Corte europea di Giustizia lo ha fatto sapere oggi sentenziando contro la politica dei prezzi minimi fissati per legge che impediscono la concorrenza. E alla contestazione avanzata dal nostro Paese che i prezzi fissi sono un sorta di lotta al consumo, la Corte dice: ad ognuno il suo, lo Stato lavori sull’accisa che al prezzo finale ci pensa il mercato. Se la situazione continua com’è oggi, non escludiamo che si arrivi ai livelli di vendita dello Stato di New York, dove un pacchetto di sigarette costa mediamente 11 Usd (quasi 9 euro) dopo gli ultimi provvedimenti, ma con la differenza che a New York si puo’ trovare una scelta di prezzi notevole e comprare anche online, ma in Italia, dagli attuali 4 euro e rotti per pacchetto non ci saranno alternative qualunque sia il prezzo di vendita perche’ imposto. Da qui al mercato clandestino, per un consumatore medio, il passo e’ breve. Mercato clandestino che negli ultimi anni e’ sempre in crescita e che ha solo un modo per essere contrastato: la liberalizzazione. Crediamo che dare un’occhiata a quanto succede oggi con il mercato delle droghe illegali possa essere istruttivo, visto che coi prezzi al dettaglio delle sigarette che lieviteranno e la crescita di domanda clandestina da parte dei consumatori, la delinquenza si organizzera’ piu’ di quanto fa gia’ oggi per essere in grado di fare offerte sul suo mercato clandestino parallelo. Oppure dovremo aspettare di vedere questure, prefetture e carceri esplodere per star dietro ai consumatori illegali e piccoli spacciatori di tabacco cosi’ come oggi avviene per le droghe illegali? (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canone/Imposta Rai

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Sembrava una “boutade” estemporanea l’idea lanciata dall’assessore regionale veneto al bilancio, il leghista Roberto Ciambetti, nel corso di un convegno sulle telecomunicazioni, ma non e’ proprio cosi’. Trattenere in sede locale parte del canone Rai, al fine anche di sostenere l’emittenza locale e la Rai regionale -come chiosa il governatore del Veneto Luca Zaia- è sicuramente la strada da seguire. “Senza le televisioni locali, non possiamo parlare con i cittadini, soprattutto delle notizie del territorio’. Sono stato invitato in passato ad alcune trasmissioni a ‘Radio Padania’ proprio per perorare l’abolizione del canone/imposta della Rai, così come diverse volte il quotidiano la Padania si e’ occupato delle nostre specifiche iniziative, ma e’ acqua passata. Probabilmente la discesa e il perdurare al potere romano dei politici della Leganord ha mutato alcune loro caratteristiche. Ed oggi li troviamo in una nuova veste: disinformata e arraffona. Disinformata perche’ le emissioni regionali della Rai e’ noto che usufruiscono già dei proventi del canone/imposta. O forse il loro federalismo fiscale prevede che gli attuali proventi ai tg regionali siano insufficienti e quindi vadano ampliati, magari aumentando anche quanto pagano i contribuenti regione per regione? Arraffona perche’ con estrema disinvoltura la Leganord e’ passata dalle iniziali massicce campagne di disdetta alle minacce di campagne di disdetta quando la Rai trasmetteva cose a loro sgradite, fino all’approdo odierno dell’assimilazione e del possibile aumento del gettito per meglio informare i loro amministrati. Non e’ una novità. Gia’ l’attuale capogruppo in Senato del Pdl, Maurizio Gasparri, prima di diventare ministro delle Comunicazioni qualche Governo Berlusconi fa, perorava la causa dell’abolizione del canone/imposta, tranne poi nell’alta veste istituzionale sostenere il contrario. L’appetito vien mangiando, direbbe uno schietto leghista nel suo linguaggio impolitico riferendosi a “Roma ladrona” e non solo. Da parte nostra auguriamo buon appetito, come facciamo anche ai nostri peggiori avversari e… tranquilli: non metteremo veleno nel vostro cibo perche’ ci state pensando da soli. Noi, con vigore e tenacia, continuiamo a credere che il canone sia un’imposta truffaldina e iniqua e che tutto il nostro Paese non abbia bisogno di una Tv di Stato, ma di una Rai privatizzata che competa sul mercato coi propri concorrenti senza l’attuale abuso di posizione dominante. Perche’? Solo perche’ crediamo che le persone divengano libere e mantengano la loro liberta’ solo quando hanno informazione libera da una libera economia. Qui il nostro canale web per la battaglia abolizionista del canone: (Vincenzo Donvito, presidente Aduc) http://tlc.aduc.it/rai/

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ronde spurie ed eccentriche

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

“Abbiamo perso il conto di quante siano state le norme, varate dal Governo Berlusconi, che la Suprema Corte ha dichiarato incostituzionali e già questo basterebbe perché il Governo Berlusconi lasciasse la guida del Paese per manifesta ignoranza (nel senso di ignorare). Ma la decisione di ieri in merito alle “ronde” rende finalmente giustizia al nostro buon senso contro gli atteggiamenti spot dell’esecutivo”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, commenta così la sentenza della Corte Costituzionale sulla incostituzionalità delle ronde. La Corte Costituzionale ha in parte bocciato le norme sulle ‘ronde’ previste dal pacchetto sicurezza del 2008-2009. La Consulta, con la sentenza 226 depositata in cancelleria, ha dato il via libera all’impiego di cittadini non armati per segnalare eventi che possano arrecare danno alla “sicurezza urbana”, mentre ha dichiarato illegittimo l’impiego delle ‘ronde’ in situazioni di “disagio sociale”.  Questo, secondo la Corte, è “elemento spurio ed eccentrico rispetto alla ratio ispiratrice delle norme”. “Elemento spurio ed eccentrico – dice Franco Maccari – così scrivono i giudici e, ci si creda o no, a noi non fa proprio piacere leggere che chi è chiamato a legiferare su cose di vitale importanza, si serva di elementi spuri ed eccentrici. E più che non farci piacere ci preoccupa moltissimo”. “Ecco perché – conclude il Segretario Generale del Coisp – a questo punto ci aspettiamo che il Governo ammetta l’ennesimo flop normativo in tema di gestione della sicurezza. Sarebbe un gesto di enorme responsabilità che cancellerebbe l’onta di aver pensato a una legge spuria ed eccentrica”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proteggere i diritti dei bambini

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

A New York, in occasione dell’apertura di un importante meeting organizzato dalle Nazioni Unite, l’UNICEF, il Global Compact dell’ONU e Save the Children hanno invitato il mondo imprenditoriale a contribuire alla stesura di principi universali che porranno i diritti dei bambini al primo posto dell’agenda mondiale della responsabilità aziendale.  Le campagne contro il lavoro minorile e altre violazioni dei diritti dei bambini non sono una novità, ma fino ad oggi non esistevano linee guida universali definite che permettessero alle aziende di capire le potenzialità delle loro attività, compresi i programmi di responsabilità sociale, nei confronti dei cittadini più piccoli e più vulnerabili al mondo.   Le tre organizzazioni richiedono ai top manager di collaborare per sviluppare principi – chiamati Children’s Principles for Business – per evitare l’impatto negativo che le loro attività potrebbero avere sui bambini e contribuire invece ad un futuro migliore per tutti.   Riconoscendo che per essere efficaci, questi principi devono soddisfare le esigenze di tutte le parti interessate e che tutti hanno qualcosa da proporre al tavolo, i tre partner hanno chiesto agli imprenditori provenienti da tutti i settori e da tutte le regioni di partecipare al processo di consultazione e, grazie alla loro esperienza, di dare un contributo per stilare i Children’s Principles for Business.  I Principi serviranno come quadro unificante e come punto di riferimento per le iniziative imprenditoriali riguardanti l’infanzia. Essi contribuiranno ad elaborare i “Principles 1 e 2” del Global Compact delle Nazioni Unite, che chiedono alle imprese di rispettare e sostenere i diritti umani e di non essere complici delle violazioni dei diritti umani. I Principi saranno strumenti importanti e utili per tutte le aziende, anche se non sono membri del Global Compact. La consultazione tra tutte le parti inizierà il 25 giugno 2010; si spera che nel 2011 sarà lanciato il Children’s Principles for Business. http://www.unicef.it

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Blocco azioni ingiuntive sui crediti

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

“Chiediamo la soppressione della previsione dell’art. 11 del decreto legge manovra straordinaria sui conti pubblici: è semplicemente scandaloso che non solo non si paghino le imprese, ma addirittura si pretenda di impedire loro persino di promuovere azioni per tentare di riscuotere i loro crediti. Contro la disposizione dell’art. 11, che blocca fino a fine anno le azioni ingiuntive, incluse quelle già intraprese, per crediti in ambito sanitario verso ben sette regioni oggetto di piani di risanamento, abbiamo già presentato esposto a Bruxelles, e abbiamo fiducia nell’intervento dell’Unione europea, ma ci auguriamo che la tanto conclamata attenzione ai problemi delle imprese non sia una favola e che Governo e Parlamento provvedano a cancellare la norma”. A sostenerlo è  il Taiis – Tavolo interassociativo imprese di servizi, nel quale si coordinano associazioni di rappresentanza di imprese di servizi “non distributivi” e che rappresenta, complessivamente, oltre 18.000 imprese nelle quali lavorano circa 900.000 addetti. Gli strali del Taiis sono rivolti anche contro l’art. 8, comma 5, della manovra, che prevede fin d’ora “a priori” un taglio in due soli anni di ben l’8% (3% nel 2011 e 5% nel 2012) della spesa per “consumi intermedi” (inclusi gli appalti di servizi) delle amministrazioni statali, senza assolutamente considerare che tali tagli comporteranno riduzione di fatturati ed effetti negativi sull’occupazione.  “Appoggiamo pienamente” -aggiungono gli esponenti del Taiis – “la richiesta di Regioni e Comuni di tagli ai trasferimenti più equamente distribuiti, riducendo quelli a loro carico. Già in occasione del primo incontro del Tavolo di confronto Taiis – Anci svoltosi l’11 marzo avevamo condiviso e appoggiato la richiesta dei Comuni di revisione del patto di stabilità interna almeno per i cosiddetti ‘comuni virtuosi’ in avanzo di bilancio; è paradossale che non si evidenzi ancora nessuna volontà di modificare una regola così iniqua, e al tempo stesso si taglino di 4,5 miliardi i trasferimenti agli enti locali”. “Quanto alle Regioni” -concludono gli esponenti del Tavolo- “appoggiamo pienamente la loro rivendicazione: dopo trasferimenti insufficienti per quanto riguarda la spesa sanitaria, con i tagli decisi dalla manovra si riducono pesantemente le risorse anche per altri settori, come ad esempio il trasporto pubblico locale, mettendo in discussione non solo i servizi ai cittadini, ma la stessa operatività delle imprese che lavorano in quei settori, anche qui con pesanti rischi di ripercussione sull’occupazione”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La governance del turismo”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Firenze 29 giugno Palazzo Medici Riccardi (sala Luca Giordano), nell’ambito del convegno “Politiche innovative a sostegno del turismo sostenibile e del patrimonio culturale”. Il meeting, si inserisce nell’ambito della European SME Week 2010 (Settimana europea delle PMI, promossa dalla Commissione europea per promuovere lo spirito imprenditoriale) e prevede interventi dell’Unione Europea, di Unioncamere Toscana, di Toscana Promozione, della Provincia e di Promofirenze, volti a evidenziare le azioni di governance del turismo e del patrimonio culturale sia in ambito comunitario, nazionale, regionale che provinciale.    Finalità  prima è stata quella di fornire un variegato quadro delle criticità del settore turistico presenti nelle diverse aree comunali della nostra provincia, con l’obiettivo di individuare azioni condivise fra le diverse realtà e capaci di metterle in relazione in maniera strutturata. Tale ricerca è stata realizzata da Promofirenze in collaborazione con il Centro Studi Turistici e l’Università degli Studi di Firenze, coinvolgendo tramite interviste in profondità e focus group i referenti al turismo di tutti i Comuni della Provincia di Firenze, delle due Comunità Montane, del Circondario e gli opinion leader privati (imprese locali, operatori culturali, imprese ricettive, etc.) operanti nella provincia.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nona Bordeggiata a vela latina

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Porto Torres. Si è conclusa la nona Bordeggiata a vela latina. La regata prevede l’assegnazione del premio challenge “Gente di Mare” posto in palio dalla fam. Onorato in ricordo del Cav. Achille. Dopo le due prove disputate in base ai risultati conseguiti questa è la classifica finale: 1° Auriga; 2° Capo Amato; 3° Paolo Peppe. Nelle menzioni speciali il premio all’equipaggio più giovane al gozzo San Paolo età media 19 anni; alla barca che viene da più lontano a Polifemo di Castelsardo; alla barca più bella alla guzzetta Sara, più per l’equipaggio in gran parte femminile, più che per le linee dello scafo; alla migliore partenza realizzata dalla guzzetta Gruviera nella prima prova. Il premio challenge è andato definitivamente alla lancia Auriga di Lorenzo Nuvoli che aveva già vinto questa regata nel 2004 e nel 2007.  (bordeggiata)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il G8 volta le spalle ai poveri

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

Toronto. Un fallimento pesante che il G8 tenta di nascondere con una minuscola foglia di fico: la piccola iniziativa a favore della salute materno-infantile. A conclusione del vertice, Oxfam e Ucodep accusano i leader di non essere riusciti a mantenere la promessa di aiutare i paesi più poveri e di cercare anzi di distrarre l’attenzione. “Non c’è foglia grande abbastanza per nascondere la vergogna delle promesse infrante dal summit, che per simbolo ha adottato proprio una foglia, quella dell’acero canadese.” denuncia Farida Bena, portavoce di Oxfam e Ucodep. “Il fallimento del G8 lascia un’eredità pesante: bambini che non potranno andare a scuola, malati che non potranno essere curati e un miliardo di affamati che continueranno a rimanere senza cibo. In realtà i paesi del G8 stanno semplicemente rimescolando gli stessi soldi in modo diverso. L’unica promessa che conta veramente è quella fatta a Gleneagles cinque anni fa di aumentare gli aiuti di 50 miliardi di dollari entro il 2010. Ed è proprio questa la promessa che il G8 ha accantonato oggi”. Considerato che globalmente gli aiuti del G8 ai paesi poveri non sono aumentati, l’impegno di donare cinque miliardi di dollari alla salute materna significa che probabilmente questi soldi saranno sottratti ad altri diritti essenziali, come quello all’istruzione e al cibo, avvertono Oxfam e Ucodep. Al G8 de L’Aquila, per esempio, erano stati promessi 22 miliardi di dollari su un periodo di tre anni per sostenere l’agricoltura nei paesi in via di sviluppo. Tuttavia, Oxfam e Ucodep calcolano che le risorse davvero nuove siano state al massimo sei miliardi di dollari e che il G8 abbia conteggiato due volte gli stessi soldi per altre iniziative, come ad esempio i fondi per permettere ai paesi poveri di adattarsi all’impatto dei cambiamenti climatici.  Mentre in queste ore si alza il sipario sul G20, Oxfam e Ucodep accolgono con favore l’inserimento del tema dello sviluppo dei paesi più poveri in agenda e chiedono che anche questi paesi possano partecipare ai negoziati. “Il G20 non deve ripetere gli errori del G8 e limitarsi a invitare l’Africa solo per una foto di gruppo”, conclude Bena. Oxfam e Ucodep invitano anche il G20 ad adottare una tassa sulle transazioni finanziarie per generare proventi sufficienti a combattere la povertà e i cambiamenti climatici. E’ un’idea semplice ma geniale per raccogliere centinaia di miliardi di dollari per aiutare milioni di poveri che, più di tutti, sono stati colpiti dalla crisi economica globale, dalla fame e dai cambiamenti climatici”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »