Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 2 dicembre 2009

Mai ci fu pietà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Roma 10 dicembre ore 18  libreria “Croce” corso Vittorio Emanuele II n. 158 , La banda della Magliana dal 1977 a oggi di Angela Camuso, Editori Riuniti Intervengono:   Carlo Bonini e Emilio Radice, giornalisti de “La Repubblica”, Ferdinando Imposimato, ex giudice istruttore che la banda della Magliana voleva uccidere, attualmente avvocato della famiglia di Emanuela Orlandi  il questore Nicolò D’Angelo, capo della squadra omicidi di Roma negli anni ’80.  Leggeranno alcuni brani del libro gli attori:  Fabrizio Gifuni (La Meglio Gioventù) e Rolando Ravello (La Squadra).
E’ la vera storia della banda della Magliana, rigorosamente fedele, in ogni dettaglio, ai documenti giudiziari. Alla luce di centinaia di verbali di interrogatori e di informative riservate di polizia giudiziaria l’Autrice descrive e fa parlare i protagonisti senza omettere nomi, luoghi e circostanze in una sequenza agghiacciante e avvincente di delitti, intrighi e misteri raccontata dalla parte dei banditi assassini, figli maledetti del popolo e della miseria, che iniziano la loro sanguinosa parabola nell’ultimo scorcio dei turbolenti anni ’70 per arrivare ai giorni nostri, allorché gli orfani superstiti della banda occuperanno ancora un posto nell’Olimpo della nuova malavita imprenditoriale. Ai loro esordi poco più che ventenni, spietati e boriosi, subdoli ma anche eccezionalmente intelligenti, i capi della banda della Magliana conquistarono Roma eliminando i concorrenti sul mercato dell’eroina e mantennero saldo quel potere di morte grazie al fiuto per gli affari di uno dei suoi capi, Enrico De Pedis, che iniziò a ripulire fiumi di denaro insieme al ‘banchiere’ Enrico Nicoletti, sopravvissuto alle condanne e ancora attivo ai primordi del III millennio. La banda finì per autodistruggersi, decimata prima da una faida interna e poi da una catena di clamorosi ‘pentimenti’, che illumineranno tanti misteri d’Italia: sebbene gelosi della loro autonomia, i protagonisti di queste straordinarie imprese furono spregiudicati abbastanza per vendere l’anima a Cosa Nostra, camorra, terrorismo neofascista, P2, Servizi Segreti deviati, politici corrotti ma anche magistrati, avvocati, carabinieri, poliziotti e alti prelati che per denaro o per potere scesero a patti con il diavolo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dipinti lombardi dal rinascimento al barocco

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Milano fino al 28/2/2010 Grattacielo Pirelli – Atrio istituzionale (via Fabio Filzi 22) una grande esposizione presenta importanti opere realizzate tra Rinascimento e Barocco, di autori quali Giovanni Cariani, Moretto da Brescia, Romanino, Giovanni Battista Moroni, Camillo Procaccini, Fra’ Galgario ed altri, provenienti dal patrimonio delle Istituzioni Ospedaliere Lombarde.  L’iniziativa – col contributo della Fondazione Cariplo, main sponsor FNM Group e Pirelli, media partner 24 ORE Motta Cultura. Gruppo 24 ORE – propone 22 opere realizzate tra il Cinquecento e il Settecento, da autori quali Giovanni Cariani, Moretto da Brescia, Romanino, Giovanni Battista Moroni, Camillo Procaccini, Fra’ Galgario ed altri, appartenenti al patrimonio delle Istituzioni Ospedaliere Lombarde, al fine di consentire una precisa verifica e uno studio approfondito di queste collezioni, e allargare l’interesse a importanti scrigni, finora ignorati, consentendone una piu’ vasta conoscenza e valorizzazione.  Questi capolavori, infatti, non provengono solo dal capoluogo lombardo, ma anche dalle province di Como, Bergamo, Brescia, Lodi, Varese, Pavia.  Con questi lavori il gruppo dei dipinti del primo Cinquecento bresciano appartenenti a istituzioni ospedaliere lombarde assume una dimensione considerevole. A essi si affianca, sempre degli Spedali Civili di Brescia, anche il genere della natura morta, qui presentata in due versioni che appartengono al raro repertorio animalistico di Giorgio Duranti, un pittore bresciano che s’ispirava alla lezione di Borromaus Andreas Ruthart, maestro del barocco tedesco.  Accompagna la mostra un catalogo 24 ORE Motta Cultura. http://www.clponline.it (Hayez)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marlene

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Bologna da venerdì 4 a domenica 6 Dicembre, feriali ore 21, domenica ore 16, Teatro Dehon Via Libia, 59  il Teatro Argot presenta Pamela Villoresi, David Sebasti,  Orso Maria Guerrini in “Marlene”, novità assoluta di Giuseppe Manfridi, regia di Maurizio Panici; con Silvia Budri e Cristina Sebastianelli. Scene Andrea Taddei. Costumi Lucia Mariani. Musiche originali di Luciano Vavolo. Canzoni di F. Hollander, N. Schultze, L. Brown, Ray Henderson.
Marlene Dietrich è  la protagonista di questa commedia che, penetrando nel “dietro le quinte” della   sua vita, scandisce in tre capitoli le vicende di un’avventura umana   sensazionale. Il primo capitolo è ambientato a Londra, nel 1954. Hollywood sembra  aver voltato le spalle all’attrice, e il teatro si propone alla  Dietrich come un’ importante occasione di riscatto artistico. Siamo  in un’elegante suite d’ albergo. E’ la mattina del giorno in cui  Marlene, cinquantenne, dovrà debuttare con un fastoso recital al  “Cafè de Paris”, sala da duemila posti che si annuncia esaurita. Lo spirito dell’atto è brillante, di estrema leggerezza, e sfocia  nel confronto tra la diva e il suo grande pigmalione, Joseph Von Sternberg (regista de “L’Angelo azzurro”), insieme al quale la  donna rivivrà l’incredibile provino in cui lui la scelse per la  parte di Lola. Il secondo capitolo ci porta a un pomeriggio di sei anni dopo, nel  1960. L’azione è ambientata nel camerino di un teatro di Berlino.  Anche  stavolta siamo a poche ore da un concerto. Coprotagonista dell’atto  è il musicista Burt Bacharach, a quell’epoca trentenne, di grande  avvenenza, ancora semisconosciuto, ma dal talento assai percepibile. E’ evidente che fra i due vibra una potente corrente  erotica. Il terzo capitolo ci fa fare un balzo nel tempo ancora più brusco. Siamo nel 1975. A Toronto. Di nuovo in una suite d’hotel ma tradotta  in camerino. Marlene, infatti, sempre più incline all’alcool e  afflitta da varie sofferenze fisiche, è da un paio d’anni costretta  a esibirsi negli stessi alberghi in cui alloggia. E’  sera, e il  “Chi è di scena” annuncia che manca mezz’ora all’aprirsi del  sipario. Questa terza parte corrisponde a un faccia a faccia impietoso, ma  anche ironico e divertente, con la figlia Kater, creatura costretta a una vita  defilata. A chiudere il capitolo e la commedia sarà un colpo di scena decisivo  che chiamerà nuovamente in causa Sternberg, il Mefistofele a cui  Marlene si è offerta per tutta la vita come a un seducente e pericoloso Faust. Prezzo: Intero: 20 Euro – Ridotti: 17 Euro (pamela)

Posted in Confronti/Your opinions, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’altra Praga

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Venezia fino al 9/12/2009 San Marco 3073 Galleria A+A | Centro Pubblico per l’Arte Contemporanea Trenta fotografie di Francesco Jappelli e trenta testi di Sergio Corduas Una -narrazione per immagini-, scandita da scatti in bianco e nero, focalizzati su un unico preciso soggetto: Praga -non magica, ne’ tragica- – come riassume Sergio Corduas nello scritto introduttivo del libro – ma tuttavia fortemente ispiratrice. I lavori raccolti, immagini e testi sia della mostra che del volume, costituiscono un percorso inedito che ci offre un volto piu’ nascosto, silenzioso e non convenzionale di questa città. In mostra sarà possibile ammirare il sobrio splendore e il sobrio abbandono di uno -spazio urbano svuotato- che ha come soggetti d’eccezione scorci di strade e piazze solitarie sovrastate a volte da frammenti di edifici aggrediti dal tempo. Contestualizzazione di un preciso periodo storico, gli ultimi anni prima della caduta del Muro, in cui nella città già da tempo -normalizzata- si radicava anche una -dissidenza- ma soprattutto persisteva una verità intrinseca che forse costituisce il dramma vero, la nevrosi perenne di questi luoghi. Una rara occasione per poter vivere una Praga che solitamente non viene quasi veduta, e non soltanto perche’ si è in parte velocemente adeguata agli usi e costumi -globalizzati.
Sergio Corduas è nato a Viterbo. Ha studiato ceco a Roma (Laurea con Angelo Maria Ripellino) e dopo ha lavorato come lettore di italiano alle Università Comenio di Bratislava e Carlo di Praga. Ha vissuto complessivamente 7 anni nell’allora Cecoslovacchia, ivi compresi i lunghi mesi ben -caldi’ di prima, durante e dopo l’invasione sovietica del 1968.  Marisa Camillo nasce a Jesolo (Venezia) e vive e lavora a Venezia. Nel suo lavoro interpreta testi letterari, artisti, miti e immagini, traducendoli e costruendo oggetti e dipinti. A compendio della sua attività artistica si occupa, inoltre, di didattica museale presso alcuni dei musei della città. (praga)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Karina Bisch: Chiaro di Luna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Milano fino al 30/1/2010 via Ciro Menotti, 9 Fluxia L’immagine che Bisch ha deciso di veicolare assieme al comunicato stampa di questa mostra raffigura L’inconnue de la Seine, ritratto estremamente popolare fra gli artisti di inizio Novecento. La giovane donna che sorride algidamente ad occhi chiusi e’ un’ immagine misteriosa dalla quale innumerevoli intellettuali hanno tratto ispirazione. La maschera mortuaria di questa dama non identificata, il cui corpo emerse dalle acque della Senna, e’ divenuta oggi il simbolo non solo della belle epoque parigina, ma di una certa bohe’me mitteleuropea.  La pratica di Karina Bisch adopera stilemi modernisti non come fine, ma come strumento applicabile in qualsiasi settore di ricerca. Essa presuppone una capacità di analisi radicale sulla sensibilità delle cose, delle forme e dell’ estetica in genere. Chiaro di luna e’ una citazione riferita sia ad un clima mercuriale e tragicamente clownesco, sia alla piu’ nota composizione di Arnold Schoenberg Pierrot Lunare, basata sulla poesia simbolista di Albert Giraud. Pierrot, eroe malinconico, esprime il suo ambiguo carattere attraverso un’ immagine romantica e deformata, espressiva e grottesca, cantando alla luna la sua angoscia. Dopo molti tormenti e attimi di puro cinismo, egli torna alla sua patria invocando, nell’ultimo brano, “l’antico profumo dei tempi delle fiabe”. Karina Bisch – nata nel 1974 a Parigi, Francia – vive e lavora a Parigi. (karina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mistero del calzino bucato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Roma 8 – 20 dicembre 2009 Teatro Ghione Via delle Fornaci 37 Il mistero del calzino bucato. Scritto e Diretto da Marco Zadra con Marco MorandiMarco Zadra – Marco SpampyClaudia Campagnola – Morgana Giovanetti Antonella Salerno, Claudia Clerici, Giancarlo Porcari, Giorgia Guerra, Francesca Baragli, Tiko Rossi Vairo, Stefano Micchia, Alessandro Frittella Al Pianoforte Fabrizio Siciliano. Un vero e proprio cult della comicità romana; è lo spettacolo Il mistero del calzino bucato, scritto e diretto da Marco Zadra, che ne è anche protagonista insieme a Marco Morandi e Marco Spampy. In scena già da diverse stagioni, approda a grande richiesta al Teatro Ghione dall’ 8 al 20 dicembre 2009. Nel 2003 Gigi Proietti vedendolo lo scelse per   inaugurare la sala Ridotto del Brancaccio dove è andato in scena per due mesi, realizzando il tutto esaurito. Nell’ultima edizione del novembre 2008, quella con  Marco Morandi, al Teatro Sette, lo spettacolo ha ottenuto il record d’incasso giornaliero, settimanale e mensile del teatro, successo che gli ha consentito di approdare quest’anno in un teatro storico come il Ghione.   Siamo in Inghilterra, fuori piove ed una nebbia malefica avvolge la mente dell’Ispettore Pendleton, quando si trova a dover risolvere uno dei casi più complicati della sua lunga carriera di segugio presso Scotland Yard. Il 25 Dicembre viene ucciso in circostanze misteriose Lord Timothy Pinkerton, uno degli uomini più ricchi di Londra. Unico indizio un sinistro calzino destro bucato in corrispondenza del ditone. I sospetti cadono sui nipoti di Lord Pinkerton, destinati ad ereditare l’immensa fortuna dello zio, ed inizia così una serie di delitti e colpi di scena che contribuiranno a rendere ancor più misteriosa l’atmosfera di quello che ancora oggi viene considerato il più classico dei gialli. Ambientato in una tipica casa inglese abitata da personaggi strani : l’immancabile maggiordomo, una cameriera non proprio inglese, un pianista cieco, una vecchia zia rimbambita, dei nipoti avidi e soprattutto un feroce quanto insospettabile assassino destinato, prima o poi, a finire nella trappola tesagli da Scotland Yard ! Costo biglietti, € 22,00 platea intero, € 18,00 platea ridotto, € 18,00 galleria, galleria ridotto € 16,00 (più 2€ di prevendita).  Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 – domenica ore 17,00 (marco zadra, morandi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Futurismo inedito: Ritratti nascosti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Ascoli Piceno fino al 23/2/2010 piazza del Popolo, Palazzo Capitani a cura di Stefano Papetti  E’ uno spaccato sorprendentemente e quasi misteriosamente finora rimasto celato ai piu’. In mostra le opere di Cleto Capponi, Ivo Pannaggi, Sante Monachesi, Gerardo Dottori e Giacomo Balla.  La mostra, promossa dal Comune di Ascoli Piceno in collaborazione con la Pinacoteca Civica di Macerata e l’Archivio Sante Monachesi di Roma, e’ curata da Stefano Papetti supportato dalla testimonianza diretta di Maurizio Capponi, figlio dell’artista. Nel Comitato Scientifico, autori anche di saggi in catalogo, nomi come Carlo Melloni, Luigi Tallarico.  Cinquanta opere di cui piu’ di 30 disegni dei primi anni Trenta di Cleto Capponi, artista nato proprio ad Ascoli, che rappresentano il nucleo piu’ intrigante. Una ritrattistica -irriverente- dei -vip- dell’epoca. Tratto tagliente e scolpito (non dimentichiamo che Cleto Capponi e’ anche scultore), forte sintesi plastica, intensità espressiva ed introspettiva.  Galeotta fu la boxe, e’ proprio il caso di dire, per Cleto Capponi. Congiuntura favorevole infatti fu un incontro di pugilato del campione Primo Carnera ad Ascoli: Capponi fece un ritratto del pugile, coniugando una raffinatissima qualità del disegno con i caratteri costitutivi dell’estetica futurista. In mostra quindi sfila una galleria di personaggi della politica, della cultura, della scienza, del cinema, dello sport, italiani e internazionali, immortalati dalle pagine di quello che all’epoca era il quotidiano piu’ potente, il Popolo d’Italia-, presente sul tavolo dell’intero ceto dirigente, politico e accademico. Veri e propri ritratti, talvolta -caricature concettuali-, in molti casi antesignani della -vignetta politica. (carnera)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto Orchestra universitaria di Pavia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Sabato 5 dicembre 2009, alle ore 21.00 presso la Basilica di San Michele in Pavia, nuovo importante appuntamento con la Camerata de’Bardi, l’Orchestra Universitaria di Pavia.  Il concerto-evento celebra il ventennale di fondazione dell’Orchestra. La Camerata, attualmente diretta da Nicola Bisson, nasce infatti nel 1989, dall’idea di un gruppo di allora studenti del Collegio Universitario L.Valla; tra di essi Luca Bardi, cui l’Orchestra deve il proprio nome. Negli anni la formazione si amplia, acquisendo una propria identità nel panorama nazionale ma anche internazionale, con numerose trasferte in diversi paesi europei.  Venti anni di ininterrotta attività sono un traguardo non così consueto, anche considerando le formazioni professionistiche. Ma la Camerata vanta un altro importante primato: la propria natura di Orchestra Universitaria. I componenti infatti sono per lo più studenti ed ex-studenti dell’Ateneo Pavese, che hanno tuttavia integrato il tradizionale percorso accademico con studi musicali presso i Conservatori di Musica. Proprio questa duplice formazione, tratto fondante e distinitivo, rende la Camerata de’ Bardi un esempio raro in Italia, allineando da questo punto di vista la realtà dell’Ateneo pavese a quelle di altri paesi europei, in cui le orchestre universitarie sono formazioni ben consolidate.  Il Prof Angiolino Stella, magnifico rettore dell’Ateneo pavese, e il Prof Guglielmo Cajani, rettore del Collegio Valla sono i Presidenti della Camerata de’Bardi. L’Università di Pavia ha scelto l’Orchestra per arricchire con la musica alcuni momenti salienti della vita Accademica, quali l’Inaugurazione dell’Anno Accademico e le Cerimonie di conferimento delle Lauree Honoris Causa. L’intimo rapporto con l’Università si fonda inoltre sulla collaborazione con altre realtà accademiche, studentesche e non: formazioni corali, gruppi teatrali, varie associazioni universitarie, in campo nazionale e internazionale. (Marco Caminati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Being In The World

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Miami, Florida until 7/3/2010 1018 North Miami Avenue Cisneros Fontanals Art Foundation – CIFO Selections From The Ella Fontanals-Cisneros Collection Curated by Berta Sichel  The exhibition proposes this as a useful model for understanding recent artworks which struggle with the individual in a changing world. Being in the World includes 7 artists whose works were selected from the 63 media-based works in the collection. It features works by leading artists Chantal Akerman, Rafael Lozano-Hemmer, Muntean/Rosenblum, Robin Rhode, Shirin Neshat, Bill Viola, and Francesca Woodman.
About CIFO  The Cisneros Fontanals Art Foundation is a non-profit organization established in 2002 by Ella Fontanals-Cisneros and her family to foster cultural and educational exchange within the visual arts. CIFO has three primary initiatives:  – CIFO Art Space – a permanent venue for the presentation of engaging and provocative contemporary art exhibitions highlighting works from the Ella Fontanals-Cisneros Collection, works by its grantees and commissioned artists, and experimental, challenging art programs;  – Grants and Commissions Programs supporting emerging and mid-career contemporary artists from Latin America; and – Foundation-initiated support for other arts and culture projects.
Ella Fontanals-Cisneros began collecting art in the 1970s, and today her collection includes important Geometric Abstract works from Latin America including pieces by Gego, Jesús Rafael Soto, Alejandro Otero, and Segio Camargo among others. It also includes cutting-edge pieces by some of the leading contemporary artists of our time. Collection highlights include photography by Barbara Kruger, Vik Muniz, and Thomas Struth; and installations by Julian Rosefeldt, Olafur Eliasson, and Ai Weiwei. (Image: Muntean/Rosenblum)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Nazionale per la salute mentale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Il 5 dicembre 2004 è stata indetta dal Governo Berlusconi, all’epoca in carica, la “Giornata Nazionale per la salute mentale”. Emanata con decreto del Ministro per la Salute dell’epoca, questa iniziativa aveva lo scopo di vincere la discriminazione e respingere pregiudizi, emarginazioni ed inoltre per sensibilizzare i cittadini alla prevenzione e tutela della salute mentale.  Purtroppo a tutt’oggi non abbiano riscontrato quel progresso che dovrebbe presiedere e rafforzare la “lotta” contro l’esclusione o la discriminazione sociale di questi “malati” per garantire il rispetto della persona umana, cioè la difesa dei diritti fondamentali che tutti a parole dicono di perseguire, ma che in pratica si dissolve nel giro di una notte.   In sintesi qualora si negasse alla situazione de quo il diritto al riconoscimento dell’handicap mentale, ma si capirebbe cosa esso sia, si compirebbe una discriminazione di cui tutti non la vogliono, ma con l’inerzia, si crea una “figura sociale” al pari, ci venga consentito, di un fantasma senza nome e senza volto che si aggira nell’ambito della Nazione di cui tutti cercano al più presto di liberarsi.  L’autentico progresso di cui tutti cercano di promuovere si persegue, a nostro modesto avviso, attraverso l’assoluto rispetto del bene della persona e di ogni persona in qualsiasi situazione essa si trova.  Questo principio in cui deve credere il genere umano deve far riflettere che non deve essere una semplice affermazione, ma un concetto di diritto alla salute, un valore intrinseco della vita umana, una tutela al diritto della salute sancito dalla Costituzione italiana e da Trattati Internazionali  Le famiglie di questi “sventurati della vita” sono molto preoccupate per la carenza di interventi di natura legislativa, finanziaria e sanitaria dei servizi pubblici e malgrado le tragedie che spesso ci fornisce la cronaca traggono le loro origini da una chiara sintesi di disagio interno e di una assistenza inesistente o quanto meno molto carente, che “Giornate Nazionali per la salute mentale” o quant’altro non possono dare risposte a quelle necessità come a suo tempo abbiamo sostenuto.  Per le complesse problematiche attinenti alla cura della salute dei cittadini con disagio psichico e per il superiore principio della centralità della persona-malata, ancora una volta esprimo la nostra viva riconoscenza per le parole di sostegno e di denuncia coraggiosa rivolte alla comunità internazionale e nazionale dai Vescovi, da Papa Giovanni Paolo II° e da Papa Ratzingher ed un invito ad operare con modalità prioritarie e propositive per un radicale cambiamento legislativo ed istituzionale. Ribadiamo ancora una volta più che “Giornate o-“Campagne del non ricordo”, serve l’impegno delle Istituzioni considerando che la sede naturale per una risoluzione definitiva è il Parlamento come sosteniamo da anni, invitando il Consesso a decidere per una legge-quadro di riordino dell’assistenza psichiatrica. (dr. Franco Previte)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno “Il brevetto per invenzione industriale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Udine 3 dicembre alle 14.30 in Sala Valduga (sede Cciaa, piazza Venerio 7), saranno illustrate le novità apportate dal decreto ministeriale del 27 giugno 2008 con cui è stata introdotta, per le domande di brevetto per invenzione industriale depositate in Italia dal 1° luglio 2008, la ricerca di anteriorità svolta dall’Ufficio Europeo Brevetti (Epo). Con questa novità, il richiedente riceve una prima valutazione sull’invenzione, utile anche per decidere se estendere la domanda all’estero. Nel mondo attuale, con la crescente globalizzazione, è rilevante poi la tutela legale contro la contraffazione del brevetto: durante l’incontro saranno approfonditi gli strumenti cautelari che garantiscono la tempestività dell’azione giudiziaria. L’appuntamento, rivolto alle Pmi ma aperto a tutti, è tra le iniziative finanziate dalla Regione Fvg con la legge sull’innovazione (26/2005), nell’ambito del Progetto 2009 sulla diffusione della cultura brevettuale per le Pmi regionali. Dopo l’introduzione del presidente della Cciaa di Udine, Giovanni Da Pozzo, interverranno Riccardo Coppo, dirigente dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, che fornirà una panoramica sui rapporti di ricerca dell’European Patent Office sui brevetti per invenzione industriale; Davide Luigi Petraz dello Studio Glp (Udine) che parlerà dei provvedimenti cautelari contro la contraffazione dei brevetti, con una parentesi sulle norme in Cina, e Lorenzo Sirch, commercialista udinese che affronterà il tema della valutazione economica dei brevetti. La partecipazione al convegno è gratuita.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caro affitti a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

“Tra i tanti record positivi Roma detiene anche questo primato negativo. E, come spesso accade, a pagarne le conseguenze più serie sono proprio quegli strati sociali in maggiore difficoltà, come i dipendenti con famiglie a carico, i precari, gli anziani e gli studenti, ovvero quelle fasce della popolazione che ogni giorno devono lottare duramente per sopravvivere, facendo i conti con le proprie limitate finanze”. Lo sostiene amareggiato Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, commentando uno studio di “Tecnocasa group” dal quale si evince che, nei primi mesi del 2009, il canone di locazione mensile degli appartamenti nella Capitale è diminuito dell’1,3% in relazione al semestre precedente. Tuttavia, l’andamento ondivago del mercato immobiliare, fortemente diverso tra un quartiere e l’altro, non sottrae a Roma lo scettro poco lusinghiero di città più cara d’Italia per i prezzi degli affitti. Dalla stessa indagine risulta che il 61% degli inquilin
i è costituito da single, con un’età media molto bassa compresa tra i 18 e i 34 anni. Sulla questione ha espresso il proprio parere anche Maurizio Ferraioli, responsabile per la Casa e l’Edilizia Privata del movimento extraparlamentare fondato da Antonello De Pierro. “I canoni ormai elevatissimi – dice Ferraioli – diventano insostenibili per le famiglie, che già soffrono il periodo di crisi economica generale. Sarebbe opportuno un intervento d’urgenza del governo, quale poteva essere la cedolare secca sugli affitti, da applicare esclusivamente sui contratti concordati, con lo scopo di riportare il risparmio fiscale ottenuto dai proprietari a vantaggio degli inquilini, e di conseguenza di milioni di famiglie italiane”. Le osservazioni critiche dell’esponente dell’Italia dei Diritti contro l’attuale amministrazione statale proseguono impetuose: “Appare evidente il fatto che la mancanza di una corretta politica verso la casa ponga in difficoltà tutto il settore immobiliare. Emblematico è l’aumento delle cause di sfratto per morosità nelle varie città italiane. Anche in tal senso si avverte l’impellenza da parte del governo di un provvedimento che, probabilmente, consentirebbe anche di far emergere tutto quel sommerso che non permette allo Stato di incassare le giuste imposte sui redditi derivanti dalla locazione. Gli ultimi interventi della Guardia di Finanza – ricorda Ferraioli – hanno evidenziato, anche a Roma, un numero enorme di contratti d’affitto non registrati. Noi dell’Italia dei Diritti auspichiamo questi e altri interventi in grado di calmierare i costi esagerati dei canoni locativi in ogni città d’Italia, e in particolare nella Capitale”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cosa importa se non posso correre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Di Marinella Raimondi. Era una donna brillante e realizzata, nella famiglia e nel lavoro, finché sulla soglia dei quarant’anni un ciclone chiamato SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, ha sconvolto la sua vita e le ha strappato ogni movimento negandole persino il respiro, che può ricevere solo da una macchina. Se il suo corpo da anni è immobile, la sua mente al contrario corre, e Marinella racconta: racconta il presente di una malattia atroce e il passato della nostra terra e della sua famiglia. Spesso ride di sé o delle sciocchezze di coloro che credono di correre, osservate dalla sua immobile saggezza. Nel suo racconto, eredità preziosa dedicata ai piccoli nipoti, spiega anche come è riuscita a scrivere: una complicata apparecchiatura informatica e un colpo dato al mouse contraendo le gambe per ogni singola lettera, l’unico movimento che la malattia le concede. Lei, testarda, scrive e narra per noi, invocando contro ogni sfortuna il proprio amore per la vita, quasi a proibirci di essere fragili e depressi. (Pagine 208 Euro 12,00 Codice 12994Z SBN 978-88-425-4392-3)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piemonte: un confronto non più rinviabile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Dichiarazione di Vincenzo Chieppa, Segretario Regionale PDCI Armando Petrini, Segretario Regionale PRC: “L´ambiguità, nella politica piemontese, regna sovrana. A pochi mesi dalle elezioni regionali, il Segretario del maggiore partito di governo, anziché misurarsi con chi chiede di avviare la discussione con la coalizione uscente sul programma, non trova di meglio che dichiarare ai giornali che in Piemonte si sta chiudendo un ciclo e che serve una discontinuità con ciò che è stato fatto sin qui. Dobbiamo evidentemente dedurre che il giudizio del Partito Democratico sull´operato di Mercedes Bresso e della sua giunta non è più positivo.  L´UDC, per parte sua, ha spiegato chiaramente cosa intende per discontinuità: privatizzare la sanità e costruire nuove centrali nucleari. Non una parola sulla crisi economica, sui gravissimi problemi del lavoro e dei lavoratori. Ecco il nuovo ciclo per il Piemonte: sanità privata e centrali nucleari. La Federazione della Sinistra chiede invece che si sciolgano le ambiguità. Non è più rinviabile un confronto programmatico fra le forze della coalizione per individuare un programma comune. Un programma che parli di ciò che interessa agli elettori: politiche per il lavoro, sanità pubblica, risorse per il welfare, trasporti pubblici per i pendolari, diritti civili.  Se il Partito Democratico vuole proseguire nella strada indicata da Casini e far proprie le bandiere della sanità privata e del sì al nucleare, lo faccia pure. Ma senza la Federazione della Sinistra, naturalmente, e senza i moltissimi elettori che non li seguiranno”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il nostro Natale di Paola Patrone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Non c’è un Natale uguale all’altro per Patty e per le sue tre amiche del cuore. Ogni anno si ritrovano sotto l’albero un po’ più vecchie, un po’ più sagge, un po’ più disilluse, ma sempre forti di un’amicizia nata sui banchi di scuola, cresciuta nell’euforia dell’adolescenza e cementata dai guai dell’età adulta. Un romanzo di piccole cose che è un inno all’amicizia tra donne, capaci di «esserci» l’una per l’altra anche quando il mondo sembra andare a rotoli. Patty, Eleonora, Beatrice e Arianna, con le loro vite incasinate e i loro amori infelici, con i figli che crescono e i genitori che invecchiano, sono le amiche che tutte sognano di avere: tenere e solide come la roccia, euforiche e malinconiche, pratiche e sognatrici.  Donne capaci di trasformare ogni volta il Natale in una festa nuova ed emozionante. Un giorno speciale che fa bene al cuore. Un giorno in cui tutto si rinnova e ricomincia. In attesa di un altro Natale. (Pagine 176 Euro 16,00 Codice 23757S ISBN 978-88-425-4449-4)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autocertificazione. Nuova scheda pratica dell’Aduc

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

E’ in linea sul sito Internet dell’associazione, una nuova scheda pratica su “Autocertificazione”, una serie di indicazioni pratiche e aggiornate per cercare di farsi meno male nei rapporti quotidiani con la burocrazia. A cura di Rita Sabelli, responsabile per l’Aduc dell’aggiornamento normativo. Nonostante la legge che ha istituito questa facilitazione nei rapporti tra cittadino e pubblica amministrazione sia in vigore da marzo del 2001, ancora numerose sono le lacune interpretative e applicative; una situazione in cui chi ci rimette e’ sempre l’ultimo anello della catena, cioè il cittadino utente dei pubblici servizi. La conoscenza dei propri diritti e doveri e’, quindi, fondamentale per non farsi mettere i piedi in testa e per aiutare chi ci amministra a farlo meglio. Cosi’ la struttura della scheda pratica: – Dichiarazione sostitutiva di certificazioni. E’ una dichiarazione scritta su carta semplice, senza bolli ne’ timbri, con la quale il cittadino puo’ attestare sotto la propria responsabilita’  la data e il luogo di nascita, la residenza, la cittadinanza, il godimento dei diritti civili e politici, etc. – Dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta’. Occorre per attestare tutti gli stati, i fatti, le qualita’ personali non inclusi nella lista di cui sopra, ovvero per le quali non e’ sufficiente l’autocertificazione. – Presentazione di istanze e dichiarazioni. Qualsiasi dichiarazione o istanza che va presentata alla pubblica amministrazione (enti statali e/o locali comprese scuole, universita’, etc.) o ai gestori od esercenti di servizi pubblici (per esempio le poste, Trenitalia, Enel, i gestori nel settore dell’energia e telefonia, la Rai, la societa’ Autostrade, etc.) puo’ essere consegnata personalmente o inviata per posta, per fax o per via telematica.
– Impedimento alla firma. Se il soggetto e’ nell’impossibilita’ di avvalersi della forma scritta, perche’ analfabeta o perche’ fisicamente impossibilitato a firmare, la dichiarazione (escluse quelle fiscali) e’ raccolta dal dipendente addetto nelle vesti di pubblico ufficiale. – False dichiarazioni. Le dichiarazioni sono ovviamente rilasciate sotto la propria responsabilita’, e in caso di affermazioni mendaci o false sono applicabili sanzioni penali.Qui il link della scheda pratica: http://sosonline.aduc.it/scheda/autocertificazione_2368.php

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La disabilità in parole e musica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Riva del Garda 3 dicembre alle 21.00 presso l’Auditorium del Comprensorio Alto Garda e Ledro a Riva del Garda lo spettacolo “Oltre la disabilità” per festeggiare la Giornata europea per i disabili.  Saranno l’attore di teatro Andrea Brunello e la cantante Roberta Rigotto insieme all’associazione Cantare Suonando di Trento a salire sul palco dell’Auditorium del Comprensorio Alto Garda e Ledro giovedì sera. Attraverso canti, musica e parole racconteranno storie comuni di persone “non comuni” che hanno trovato la voglia e la gioia di abitare in un mondo che non sempre le rispetta. Tra i testi recitati anche quello di Paolo Ghezzi secondo il quale “È saggio, è umano, conoscere il limite, esplorare i confini, piuttosto che violarli, sfondarli, calpestarli.”  Si apriranno, quindi, con il linguaggio dell’arte le tre giornate del convegno “All moving – Sport e inclusione” che dal 3 al 5 dicembre porterà l’attenzione sul ruolo che l’attività sportiva gioca in favore di disabili, immigrati e persone a rischio di emarginazione. Venerdì mattina alle ore 10,00, invece, ospiti nazionali come Lorenzo Roata, giornalista di SportAbilia, e Giuseppe Cormio, General Manager di Trentino Volley, e internazionali, come Wieslaw Osinski, Vicepresidente dell’Associazione internazionale di cinetica sportiva, affronteranno il tema “La cooperazione per uno sport che include” nel primo seminario del convegno. Le riflessioni proseguiranno, poi, alle 14.00 di venerdì sui temi “Formare lo sport per tutti” e “Sport e giovani: oltre l’emarginazione” e alle 9.00 di sabato quando si parlerà di “Sport e disabilità” e di “Turismo sportivo accessibile”. Il convegno, venerdì  pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00, darà inoltre la possibilità  di conoscere realtà all’avanguardia impegnate in favore di “uno sport per tutti”. Si scenderà in campo, invece, venerdì sera con la partita di basket in carrozzina “Un canestro più in alto” tra l’Albatros Trento e l’Olimpia Verona e sabato pomeriggio nel momento “Tutti in tuta” in cui i partecipanti potranno sperimentarsi nella scherma in carrozzina, nel baskin o nel wheelchair hockey.  L’iniziativa è  promossa dalla Provincia autonoma di Trento e dalla Cooperazione Trentina in partnership con il consorzio di cooperative sociali Con.Solida., UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) Trentino, Special Olympics, CSI (Centro Sportivo Italiano) Trentino e la cooperativa sociale Archè.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi lavoro in Toscana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Incentivare l’autoimprenditorialità, la cooperazione e le aziende che assumono donne, precari e piccoli imprenditori che non hanno più un’attività ed un lavoro, con un target di età non superiore ai 35 anni. “In Toscana serve costituire un robusto fondo per l’occupazione affinché i giovani entrino e restino nel mercato del lavoro, anche tramite una legge regionale specifica”. Lo ha indicato Fabio Evangelisti, vicecapogruppo di Italia dei Valori alla Camera, per il programma della coalizione di centrosinistra da presentare alle elezioni regionali del 2010. “L’Istat oggi conferma che l’occupazione è scesa ancora dell’1,2% rispetto allo stesso mese del 2008 e soprattutto è il dato femminile quello più preoccupante con un aumento delle disoccupate + 11,2% rispetto all’ottobre 2008 e + 4,1% rispetto al settembre 2009. E poi ci sono i dati niente affatto rassicuranti del calo della produzione industriale toscana di –15,5% nel trimestre luglio-settembre 2009, annunciati da Confindustria e Unioncamere Toscana.” “Anche oggi la Giunta regionale ha preso importanti decisioni di sostegno ai lavoratori espulsi da mercato del lavoro, esentandoli dal ticket sanitario e pagando gli interessi sui prestiti bancari, ma bisogna pensare che la crisi economica sarà ancora lunga. Quindi –ha continuato il deputato di IDV- una risposta organica deve puntare sulle forze giovani della nostra regione, per non disperdere saperi, conoscenze, relazioni ed energie. Anche in Toscana il peso della crisi colpisce di più donne, precari e piccoli imprenditori, che non rientrano negli ammortizzatori sociali. A loro –ha concluso Evangelisti- bisogna far firmare un contratto di fiducia, una garanzia sulla loro voglia di fare”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Direttore generale Luiss esorta figlio a espatrio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

“Rifondare l’Italia con nuove forze politiche e sindacali o fuggire?” Queste le provocatorie parole del responsabile per il Lavoro e l’Occupazione dell’Italia dei Diritti Giuseppe Criseo all’accorato appello, apparso su Repubblica, di un padre che invita il figlio laureato a cambiare paese perché qui non ci sono prospettive. Il fatto assume una rilevanza particolare visto che il genitore in questione è Pier Luigi Celli, prima direttore generale della Rai, attualmente dirigente della Libera Università internazionale degli studi sociali Luiss di Roma. “La lettera di un padre come Celli  – prosegue Criseo – lascia l’amaro in bocca. Non si parla d’un genitore qualunque ma di una persona che conosce bene i meccanismi del paese e fa un appello al figlio di andarsene. Tutto ciò fa riflettere. Questo – incalza l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – non è più il ‘belpaese’ da diversi anni, da quando si è cominciato a smettere di pensare, lasciando il compito alla classe politica di plasmare e plagiare il paese a sua immagine e somiglianza. Una nazione in cui i massimi rappresentanti a decine sono pregiudicati e siedono in parlamento, frutto di accordi e connivenze tra settori sporchi e logiche perverse. L’Italia – chiosa polemico Criseo – così com’è non può  più attrarre i giovani che hanno voglia di impegnarsi e dare il meglio di sé, per cui un padre importante e con una visuale aperta, spinge il figlio a cercare altrove quello che non vede. Quello che il genitore vede è la realtà triste di uno stato dove si arriva ai vertici se raccomandati e facenti parte di una lobby forte e spregiudicata, partito o sindacato o associazione mafiosa o massonica, giornalista o delinquente, tutti accomunati dalla voglia di arrivare al successo schiacciando chiunque. Gli altri non esistono, solo l’egoismo del singolo e di una società malata in cui non ci sono speranze di rinascita: questa è la nostra realtà che il padre vede e spiega al figlio. Una lettera – chiude rassegnato Criseo – che dovrebbe far riflettere quella parte che, stanca e delusa, ha deposto le armi della speranza e naviga a vista verso il mare aperto perdendosi”. A rinforzare le già toccanti parole di Giuseppe Criseo, l’analisi del viceresponsabile per la Scuola e l’Istruzione dell’Italia dei Diritti Cesare De Sessa che aggiunge: “Quanta giustificata amarezza nella lettera di Pier Luigi Celli al figlio. Il Paese che tratteggia – consigliando al ragazzo di andarsene via alla svelta – così cupo e moralmente alla deriva, divenuto un lupanare dove ogni regola di vita civile è stata allegramente stritolata è, purtroppo, uno specchio oggettivo di quello che è diventata oggi l’Italia. Fa riflettere ancor di più che l’autore della lettera non sia uno senza i giusti agganci e le opportune conoscenze, ma uno che nel sistema c’è da molto tempo e continua ad esserci. Uno che forse poteva fare qualcosa, anche minima, per cambiarlo un po’, ma non l’ha fatta o non l’ha potuta fare. Anch’io – prosegue De Sessa – consiglierei a mio figlio le stesse cose in attesa che prima o poi – è solo questione di tempo se non si cambia radicalmente rotta -, il sistema scoppi, per poi ricominciare faticosamente daccapo. Per ricostruire qualcosa che già c’era ma che avidità, immoralità, incompetenza, una politica intesa solo come proprio tornaconto, hanno irrimediabilmente distrutto. Solo un dubbio – conclude provocatorio De Sessa -: se i ragazzi migliori, come penso sia il destinatario della lettera del direttore generale della Luiss, se ne vanno, quando si tratterà di cominciare a ricostruire ripartendo dalle macerie, chi lo farà?”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La guerra di Nene

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Di Augusto Bianchi Rizzi 1942: l’Italia è in guerra, i nostri alpini sono sul fronte russo. Tra loro c’è anche il tenente medico Vittorio, partito volontario con la gloriosa Divisione Julia. Nene, la giovane moglie, rimane a casa a occuparsi del figlio, appena nato, e ad affrontare le quotidiane fatiche delle «vedove del fronte». Ed è una vera e propria guerra personale, combattuta tra le mura domestiche, dove si intrecciano storie di donne che vivono nell’attesa, di mogli capaci di sacrifici e abnegazione, di madri pronte a tutto per i propri figli. Una quotidianità fatta di preghiere e penitenze, a volte sincere, altre solo simulate per tenere a freno il rancore e il dolore che avvelenano il cuore. Tra il suono delle sirene, le piccole e grandi privazioni, l’oscuramento e i bombardamenti, nasce una grande saga famigliare che porterà tutti i suoi protagonisti a pagare, seppur in modi diversi, il proprio tributo alla Storia. (Pagine 256 Euro 17,00 Codice 23736F ISBN 978-88-425-4322-0)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »