Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 3 ottobre 2009

Minacce alla libertà di stampa

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

“Lo dico da cittadina, da giornalista e da parlamentare. Scendere in piazza per difendere la libertà d’informazione è sempre un dovere: E lo è maggiormente quando un governo palesa in maniera inequivocabile voglie di censura sui programmi Rai ed esercita pressioni sempre più pesanti sui giornalisti e sugli organi di stampa. Il tentativo costante di limitare la libertà dei giornalisti di informare e la libertà dei cittadini di essere informati innesca oltretutto un meccanismo di avvelenamento del modo di fare informazione nel nostro paese. Questo è un problema in Italia ed è anche un problema per l’Italia in Europa. La situazione della libertà d’informazione da noi è talmente critica al punto che approderà anche al centro dei lavori della prossima sessione plenaria del Parlamento europeo”. Lo ha dichiarato Silvia Costa, europarlamentare Pd, a margine della manifestazione nazionale di questo pomeriggio a Piazza del Popolo a Roma. “L’anomalia italiana di un premier proprietario di tre canali televisivi nazionali, del maggiore gruppo editoriale italiano e della principale concessionaria di pubblicità nel paese e che da capo del governo esercita il controllo sulla televisione pubblica, merita di essere discussa anche a Bruxelles – ha proseguito Silvia Costa -. E’ necessario, davanti ai rappresentanti degli altri paesi europei, testimoniare la preoccupazione ed il disagio per il pesante clima di condizionamento e di intimidazione di questi giorni e di questi mesi”.

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The “Yes” of Citizens of Ireland

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

The Council of the Community of Protestant Churches in Europe (CPCE) welcomes the approvement of the new Treaty of the European Union, the Lisbon Treaty, in the Irish referendum. From a Protestant perspective the new Treaty of the European Union is an important contribution to the European integration process, the Council pointed out today in its meeting in Geneva. The Treaty provides the European Union with a common value basis. The European Charta of Fundamental Rights embodied in the new Treaty makes provision for fundamental rights to be included in the new Treaty with the same legal status. The European Union is dependent on the support of the people for the European integration process. The difficult ratification process of the EU Treaty shows that for many people in Europe the European Union is too far from its citizens.  The referendum in Ireland is a mandate for European leaders to root the European integration process more strongly among its citizens. The regular, open and transparent dialogue of the European institutions with the churches and religious communities, for which the EU Treaty is providing a legal basis, can contribute to this. The churches can bring to this process their strong rootedness in society. The CPCE Council expresses its hope that the new Treaty shall make the European Union and its 27 member states more able to act, provided that the EU Treaty is finally ratified in Poland and the Czech Republic.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mettere in sicurezza il territorio

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Russo: “La politica delle azioni tampone del dopo catastrofi non ripaga, mentre ripaga la prevenzione unico strumento per la messa in sicurezza del territorio” “L’evento catastrofico, senza vittime, avvenuto nei giorni scorsi nel cuore di Napoli e l’attuale situazione in Sicilia, fanno riemergere con forza il problema del dissesto idrogeologico in Italia. La ciclicità con cui si ripropone ogni anno, con le prime piogge, non può limitarsi all’allerta della Protezione Civile. L’Ordine dei Geologi della Campania da anni conduce una campagna di sensibilizzazione presso le istituzioni comunali, regionali e centrali, affinchè si attui una politica di prevenzione sul territorio”. Questo quanto dichiarato dal Presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, Francesco Russo. “Le cause oramai note a tutti sono molteplici: concentrazione della pioggia in tempi brevi, l’oramai acclarata insufficienza ed inadeguatezza del sistema infrastrutturale di smaltimento delle acque, cavità non censite, perdite del sistema idrico e fognario, abusivismo edilizio, terreni di copertura lungo i pendii assimilabili a sabbie. Questi gli elementi  che contribuiscono ad eventi catastrofici  – ha proseguito Russo – come sprofondamenti e colate rapide di fango. Eppure non sono bastate le catastrofi di Sarno, di Ischia, non ultima quella della Calabria e adesso quella della Sicilia. Si continua nella politica dei tagli ai fondi destinati alla difesa suolo, senza attuare una politica di prevenzione. La sicurezza del costruito , delle infrastrutture e dei cittadini , deve necessariamente passare attraverso azioni coordinate e programmate capaci di affrontare le emergenze. La politica delle azioni tampone del dopo catastrofi non ripaga , mentre ripaga la prevenzione unico strumento per la messa in sicurezza del territorio. Ancora una volta i geologi campani a gran voce dicono :  basta !!!” (Ufficio Stampa Ordine dei Geologi della Campania)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tragedia annunciata siciliana

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

“E’ la punta di un iceberg che interessa tanto il sud quanto il nord: oltre alle responsabilità di molti uomini  che siedono sugli scranni del Parlamento, siano essi di destra che di sinistra, io andrei a ricercare le responsabilità anche di coloro che, tra cavilli giuridici e lentezze burocratiche, hanno permesso la costruzione, in modo abusivo anche nelle  fiumare”. Così, l’On. Domenico Scilipoti, su quanto è accaduto in Sicilia. “Nessuno può tirarsi indietro e indicare responsabilità non sue: – prosegue il deputato IDV – al dissesto idrogeologico dato dalla cementificazione selvaggia e taroccata delle nostre coste, la natura si ribella e tragedie come questa diventano inevitabili. La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta, allo stato, conoscitiva e senza indagati, sulle conseguenze del nubifragio della notte scorsa. Il reato ipotizzato è di disastro colposo. Ora mi chiedo, dove erano i responsabili delle amministrazioni locali, provinciali e regionali, che dovevano controllare il territorio ed evitare questo scempio? E’ quanto mai indispensabile – conclude Scilipoti – che il Ministro riferisca in Parlamento, che si costituisca immediatamente una Commissione di inchiesta parlamentare e che i responsabili , sia politici che non, si dimettano dal loro incarico e paghino le dovute conseguenze”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laboratorio internazionale sulle lagune

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Ormai accertati i cambiamenti climatici in atto, che minano il futuro delle coste a causa del paventato aumento del livello delle acque marine, è la mitigazione dei  loro effetti, l’obiettivo che accomuna gli enti gestori dei delta fluviali di tutto il mondo: è questo il filo conduttore degli interventi al Convegno Internazionale sulle Lagune, terminato a Taglio di Po, in provincia di Rovigo, per iniziativa della Regione Veneto e del Consorzio di bonifica Delta Po Adige; unanime è stata così  l’indicazione di “mettersi in rete”, creando un network per lo scambio di esperienze.  Ne è diretta conseguenza la creazione del Laboratorio Internazionale sulle Lagune, che avrà sede nei locali di Ca’ Vendramin, evocativo immobile della Bonifica polesana e che ha preso concreto avvio, presente l’Assessore della Regione Veneto, Maria Luisa Coppola e numerose autorità locali, proprio con l’organizzazione del simposio, cui sono intervenuti esperti da Spagna, Gran Bretagna, Vietnam, Australia, Argentina oltre che dai principali ambienti lagunari italiani: dalla Puglia alla Toscana, dalla Sardegna al Friuli Venezia Giulia, dall’Emilia Romagna al Veneto.  Cresciuta all’interno dell’associazione Deltamed, cui fanno riferimento gli enti gestori delle principali foci fluviali mediterranee, l’idea del Laboratorio sulle Lagune è sostenuta da un’apposita Fondazione, di cui sono soci fondatori la Regione Veneto, la Provincia di Rovigo, l’Ente Parco Regionale Veneto Delta del Po ed il Consorzio di bonifica Delta Po Adige. La struttura, che si avvarrà dell’esperienza delle Università di Padova, Venezia e Ferrara, è aperta a collaborazioni scientifiche e, primi a candidarsi, sono stati il Politecnico di  Barcellona e l’Università di Saragozza. Obiettivo della struttura sarà coniugare approcci teorici e sperimentali, di cui il numero zero della nuova collana di Quaderni è un  primo esempio.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva lo slacklining

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

SlacklinerNuovo sport di tendenza assieme al bouldering: è una delle chicche dell’ IMS – International Mountain Summit in programma a Bressanone (Alto Adige) dal 3 all’8 novembre 2009… Un evento unico al mondo, per livello e formula, dedicato alla montagna e all’alpinismo, che riunisce tutte insieme in una mai tentata prima ‘piattaforma di discussione’ 16 star dell’alpinismo mondiale (Reinhold Messner, Hans Kammerlander, Simone Moro, sir Chris Bonington, Lynn Hill, Steve House, Peter Habeler, Manolo, Heinz Zak, Stephan Siegrist, Roger Schäli, Ines Papert, Doug Scott, Alexander Huber, Christoph Hainz, Hanspeter Eisendle) per raccontare ‘live’ filosofia, esperienze, imprese e progetti, con la particolarità esclusiva del forte coinvolgimento anche del pubblico non specializzato. A IMS – International Mountain Summit®, che trasforma Bressanone e l’Alto Adige nella festosa capitale mondiale dell’alpinismo con ben 20 incontri-conferenze, 5 convegni (presso il Centro Congressi ‘Forum’ di Bressanone), 16 escursioni con gli alpinisti ed expo di materiale tecnico, trova appunto ampio spazio il confronto tra le generazioni diverse dell’alpinismo classico e dell’arrampicata sportiva, con quelle più vicine alle nuove discipline emergenti, come il bouldering e lo slacklining con l’apposita sezione ‘IMS Climbing’, ospitata nella palestra di pallamano di Bressanone appositamente attrezzata.
Lo slacklining in apparenza riporta subito a uno sport ‘da circo’: l’acrobata sulla corda nel vuoto. In realtà, il contenuto tecnico è molto maggiore:  si cammina su una ‘fettuccia’ tubolare o piatta larga tra i 25 e i 50 mm tesa tra due punti di ancoraggio, che possono essere in ambiente naturale, ma più spesso anche in palestra o in ambiente urbano moderno o anche tra antichi e suggestivi monumenti.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dovere di informare, diritto di sapere

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Di cosa siamo liberi in questo paese? Di maledire i telegiornali di regime? Di masticare amaro per quotidiana la rassegna di interviste deferenti e di cronache ubbidienti al governo? Siamo liberi di non comprare i giornali che non ci piacciono, di tener spenta la televisione, di parlar d’altro? Non è libertà, questa: è rassegnazione. Contro questa rassegnazione, contro il vizio di voltarsi dall’altra parte, oggi Sinistra e Libertà è in piazza. Vogliamo che questo paese si riprenda la liberta di dire, di scrivere, di leggere, di avere opinioni. Libertà di essere informati: perché non lo siamo affatto. E non solo per colpa della stampa e dei tg di Berlusconi. Attorno a noi vediamo troppi giornali che si sono trasformati in un partito: e quando diventi la gazzetta di un segretario, poco importa che quel segretario sia di destra o di sinistra. E’ quello che rimproveriamo a Repubblica, giornale autorevole ma politicamente fazioso, convinto a torto che oscurare le ragioni della sinistra italiana sia buon giornalismo. (Claudio Fava)

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trofeo di Arc de Triomphe

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

trofeoIl trofeo per la prestigiosa corsa di cavalli che si terrà domani all’ippodromo di Longchamp è stato ideato da una studentessa quatarense iscritta al primo anno della Virginia Commonwealth University Qatar ed è stato prodotto da un laboratorio milanese.  La giovane, iscritta al primo anno del corso di design dell’università americana traslocata a Doha (capitale del Qatar),  è stata ispirata dalla bandiera del suo paese e dal Rococo’ francese. Grazie alla collaborazione tra France Galop e i partner del Qatar, quest’anno l’evento registrerà il montepremi più ricco d´Europa, 6,7 milioni di euro, di cui 4 milioni solo per il Qatar Prix de l´Arc de Triomphe. E al primo classificato, oltre ai 2,285,600€, spetterà anche il magnifico trofeo d’oro e perle preziose di Noura Al-Khulaifi

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Irlanda dice si al trattato

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Tre milioni di elettori irlandesi sono stati chiamati per la seconda volta alle urne per decidere se ratificare il testo che deve riformare il funzionamento dell’Unione europea. Dai primi dati emersi risulta che il 53,4% dei voti contrari del giugno del 2008 è stato ribaltato. Resta, tuttavia, da attendere lo spoglio definitivo. Alla vigilia del voto i sondaggi d’opinione già preannunciavano il voto favorevole al trattato da parte degli irlandesi. L’Irlanda è l’unico Paese obbligato dalla Costituzione a sottoporre il trattato a un referendum prima di convertirlo in legge. L’Italia, com’è noto, lo ha ratificato nel luglio del 2008. Il voto è stato ribaltato, secondo alcuni osservatori politici, sia per le garanzie fornite da Bruxelles sulla non interferenza sul divieto di aborto e sul sistema fiscale, sia per i disagi economici ed occupazionali conseguenti all’attuale crisi. I più maliziosi sostengono che una mano l’ha data anche la Banca centrale europea stanziando 120 miliardi di euro a sostegno degli istituti di credito irlandesi. Sull’onda di questo “successo” anche il presidente polacco Lech Kaczynski potrebbe firmare il trattato di Lisbona entro la metà della prossima settimana. Il parlamento di Varsavia ha espresso il voto positivo sulla ratifica il primo aprile scorso. Il voto irlandese potrebbe ripercussioni anche sulla decisione del presidente ceco Vaclav Klaus, che ha sospeso il procedimento di approvazione del Trattato dopo il ricorso di 17 senatori alla corte costituzionale.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per prevenire gli eventi atmosferici estremi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

<Nell’esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime e solidarietà alle genti siciliane colpite dalla violenza degli eventi atmosferici delle scorse ore, sento il bisogno di evidenziare come tali accadimenti non siano più eventi isolati, bensì conseguenza dei cambiamenti climatici sulla Penisola, caratterizzati da piogge violente, concentrate nel tempo e nello spazio. Di fronte a tali evenienze, la  generale condizione idrogeologica del territorio è inadeguata e, per quanto di nostra competenza, richiede urgentemente il varo di un Piano nazionale di manutenzione straordinaria della rete idraulica, che A.N.B.I. richiede da anni e per il quale, ancora oggi, non sono previste risorse da parte dello Stato.> A dichiararlo è Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.). Secondo il Ministero dell’Ambiente,  il 69,7% dei Comuni siciliani ricade in aree classificate ad alto rischio idrogeologico, interessando 20.590  ettari di superficie. Lo stesso Ministero dell’Ambiente stimò in Sicilia, nel 2003, un fabbisogno complessivo per la difesa del suolo di 1.800 milioni di euro.  La fragilità del territorio siciliano è aggravata dalla progressiva contrazione della Superficie Agricola Utilizzata (S.A.U.) e dalla crescita, spesso disordinata, dell’urbanizzazione con  il conseguente aggravarsi delle condizioni di manutenzione idraulica del territorio. Il Censimento dell’Agricoltura, nel 1990, rilevava una S.A.U. pari a 1.508.901 ettari, equivalente al 62,2%  della superficie della Sicilia (2.570.723 ettari). Il  rilevamento ISTAT-INEA del 2003 indicava una riduzione della Superficie Agricola Utilizzata a 1.249.015  ettari con una perdita, in 13 anni, pari a 349.886 ettari, pari al 21,8%. Ipotizzando un’analoga riduzione anche per i prossimi anni, nel 2016 si avrebbe una S.A.U. di  975.694 ettari con una perdita, rispetto al 1990, di 623.207 ettari,  pari al 24,2% della intera superficie regionale, vale a dire una superficie superiore a quella delle province di Palermo e Trapani.<Di fronte a tale quadro, nei cui confronti non emergono segnali di inversione di tendenza – conclude Gargano – è evidente il ruolo fondamentale, che i Consorzi di bonifica, rimasti l’unico presidio territoriale permanente, svolgono ed il cui riconoscimento passa, in Sicilia, anche attraverso un rapido ritorno all’ordinario regime democratico. E’ di fondamentale importanza assumere la consapevolezza che la sicurezza del territorio e dei cittadini, non più rinviabile nel tempo, è condizione indispensabile per qualsiasi ipotesi di sviluppo. Ricordo che, proprio un anno fa, analoga sciagura aveva colpito il cagliaritano; da allora poco o nulla è cambiato e la situazione idrogeologica del Paese continua a peggiorare.>

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Piove: governo ladro

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Editoriale fidest. E’ difficile mettersi nei panni di chi in una manciata di minuti si è visto la casa crollargli addosso e ritrovarsi immerso nel fango o chi passando per caso in una via è stato travolto da un’ondata di fango e detriti. E’ difficile calcolare la rabbia e l’impotenza di chi per anni ha sempre reclamato un intervento che si riconosceva urgente e necessario per evitare quel peggio che si è regolarmente verificato. E’ difficile anche perché le colpe vanno ricercate nel tempo e nella cecità politica di chi ci ha governato in sede nazionale e locale. Ai tanti politici che oggi si stracciano le vesti e si coprono il capo di cenere non ci sentiamo di condividere il loro scoramento. Non è sufficiente. Perché nessuno dice ai superstiti, in primis, e agli italiani che esistono da anni le mappe a rischio tellurico e di dissesto idrogeologico, ma nessuno ha pensato bene di mettere mano ad opere di contenimento e di protezione pur necessarie, indispensabili e urgenti? Ci dicono: mancano le risorse. E’ la giustificazione più assurda e sciocca che si potrebbe avanzare. Perché, tanto per citare un esempio, si possono trovare i soldi per opere faraoniche come lo stretto di Messina? Perché dobbiamo tollerare che ben 200 miliardi di euro evadano il fisco? Perché permettiamo tanti sprechi nel pubblico e persino nel privato? La verità è che la politica ci sguazza su tragedie di questo genere mentre non si ripaga con le opere di prevenzione. Noi che paghiamo ancora l’addizionale sulla benzina per la guerra d’Abissinia e il terremoto di Messina del 1908 dobbiamo ancora credere che questo nostro “povero paese” più fatto d’imposte e di tasse insulse non ha i soldi per proteggere i suoi cittadini e di essere severo con chi per anni ha lucrato sugli abusi edilizi che oltre a deturpare l’ambiente ha creato le premesse per un dissesto idrogeologico di grandi proporzioni? Perché, tanto per cominciare, non facciamo pagare ai “palazzinari” le spese per la ricostruzione? Forse perché sono troppo potenti e intoccabili? Ditelo pure ma non continuate a prendere in giro la povera gente. A Napoli si dice “cornuti e mazziati”. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La provincia di Messina immersa nel fango

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Il prezzo sino ad oggi pagato, in vite umane, è di venti morti. I corpi sono stati recuperati sotto il fango che, come un fiume in piena, ha attraversato le strade e ha fatto straripare un torrente. Due giovani erano in auto quando sono stati travolti e un altro è stato sorpreso dalla frana mentre era per strada. I feriti sono un centinaio. Cifre, purtroppo, solo provvisorie e si teme che il numero possa crescere ora che la macchina dei soccorsi funziona a pieno regime. Le aree più colpite sono Briga Marina a Scaletta Zanclea e tutta la fascia a ridosso del mare. La strada per Gianpilieri Superiore è interrotta a un chilometro dal paese da una montagna di fango alta 3 metri che si è infilata sotto cavalcavia della ferrovia. E a Scaletta Marea il fango ha invaso circa 700 metri del paese. Gli abitanti delle zone sinistrate che sono stati avvicinati dai giornalisti non hanno dubbi: “E’ una tragedia annunciata. Le autorità competenti lo sapevano ma si sono disinteressate.” Per il sottosegretario Bertolaso Il dissesto è stato causato dall’abusivismo  “I soccorsi sono stati tempestivi. Nelle zone colpite dal disastro sono subito intervenuti cinquecento uomini della Protezione Civile e cento militari dell’esercito. Per Bertolaso: “Avevamo anche lanciato l’allarme, ma purtroppo non possiamo fare nulla contro il degrado del territorio provocato da anni di abusivismo”. Il sottosegretario ha poi aggiunto che la zona più difficile da raggiungere  “è la frazione di Molino”.  E ha precisato: “Adesso ci occupiamo del soccorso poi vedremo di chi sono le responsabilità”. Il presidente della repubblica si fa interprete della rabbia della gente affermando che “O c”è un piano serio per i dissesti idrogeologici, che faccia affluire le risorse adeguate, o si potranno avere altre sciagure”. Per il sindaco di Messina la mancanza di fondi non ha permesso di avviare i lavori per le opere di contenimento. Ma le ferite della Sicilia non si sono fermate alla periferia di Messina, Le piogge con smottamenti e infiltrazioni hanno colpito duramente anche le città di Palermo, Trapani e il loro hinterland.  Molti automobilisti nell’area palermitana sono rimasti bloccati in via Oreto, in via Orsa Minore, in via Messina Marine, nelle borgate di Mondello e Partanna dove le strade sono diventate dei torrenti in piena. A Trapani la bella e lunga via Fardella è stata letteralmente allagata e molte abitazioni hanno subito la piena dell’acqua frammista a fango e a rifiuti di varia natura. Dopo quanto si legge e si vede resta l’amaro in bocca tra chi “sogna” opere faraoniche come il ponte sullo stretto di Messina e poi non si trovano i soldi per contenere i guasti che politiche edilizie e speculazioni selvagge hanno fatto scempio per anni del territorio e non solo in Sicilia, ma un po’ ovunque in Italia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Kask conquista i mondiali di ciclismo

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Mendrisio: è medaglia d’oro con Tatiana Guderzo  Nella prova iridata di sabato 26 settembre la nostra azzurra portacolori del team Kask, vince con distacco la medaglia d’oro seguita da un terzo posto dell’altra compagna di squadra Noemi Cantele, già argento nella cronometro dello scorso mercoledì.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la libertà di informazione

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Dichiarazione di Gianfranco Morgando (Segretario PD Piemonte) e Caterina Romeo (Segretario PD Provincia di Torino) “Il Partito Democratico aderisce al presidio organizzato a Torino dall’Associazione Stampa Subalpina in occasione della manifestazione per la libertà di informazione.  Negli ultimi mesi si sono verificati avvenimenti di estrema gravità  per un Paese democratico. Cause milionarie di risarcimento contro importanti testate intentate dal Presidente del Consiglio e i suoi Ministri, la brutale campagna mediatica condotta contro il direttore di “Avvenire”, le norme contenute nel disegno di legge Alfano che prevedono il  carcere per i giornalisti e pesanti sanzioni agli editori; l’istruttoria contro ‘Anno Zero’ e la minaccia di revisione del contratto di servizio con la Rai; programmi trasformati in salotti celebrativi del Premier senza contraddittorio alcuno; le invettive quotidiane che il Presidente Berlusconi riserva nei confronti dei media italiani accusati di essere menzogneri; fino ad arrivare allo sconcertante silenzio della tv pubblica sugli scandali che investono il Presidente del Consiglio.  Vi sono ragioni più che sufficienti per temere che nel nostro Paese sia in corso un attacco al diritto di cronaca, alla libertà di informazione e di pensiero e all’autonomia dei giornalisti. Per questi motivi i Democratici piemontesi saranno in piazza contro chi vuole mettere un guinzaglio alle nostre libertà fondamentali”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: aggressione alle forze dell’ordine

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

“Le prime indagini della Digos della Questura di Napoli hanno dimostrato, grazie all’analisi di filmati e fotografie, che l’aggressione alle Forze dell’Ordine da parte dei centri sociali, nel corso di una manifestazione di CasaPound, era un atto premeditato”. A sostenerlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – Sindacato indipendente di Polizia. “Secondo le notizie riferite anche dalle agenzie di stampa – continua Maccari – la frangia di violenti che ha iniziato il lancio di oggetti contro il cordone di polizia – bombe carta, sampietrini e pile esauste – sembra aver agito dopo un segnale concordato. Peraltro il fatto che molti dei manifestanti avessero il volto coperto dai passamontagna la dice lunga su quanto fossero pacifiche e democratiche le loro intenzioni”. “E’ evidente – conclude il Segretario Generale del COISP – che la ‘caccia al Poliziotto’ ed il clima di intolleranza verso le Forze dell’Ordine rientrano in una più ampia e generalizzata strategia finalizzata a creare un clima pericoloso di scontro nel Paese. Una strategia che viene vista con compiacimento da quella parte politica connivente, che tenta di legittimare la violenza gettando fango sugli uomini in divisa che compiono il proprio dovere. Quella stessa parte politica che erge a paladini della libertà quei delinquenti e quei terroristi che hanno macchiato le proprie mani con il sangue di Servitori dello Stato e di innocenti cittadini”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intervista al Generale C.A. Domenico Rossi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Il programma “Rotocalco Militare” martedì 6 ottobre 2009 ritorna in tv alle ore 21 su sky 840 – intv – per Roma Poker tv, e lo fa alla grande, con una intervista, curata dal conduttore Girolamo Foti e da Rosi Gambino e Giovanni Menni, al Gen. di Corpo d’Armata Domenico Rossi presidente del Co.Ce.R.  Gli organizzatori si dicono grati al generale per la sua disponibilità non solo a rispondere ai dieci quesiti che gli sono stati posti Gli argomenti che andranno in onda, oltre all’intervista, riguarderanno le notizie che interessano il comparto difesa e sicurezza e si occuperà anche di trasmettere dei servizi speciali sulle operazioni militari delle forze armate e, nello specifico, in onore della Brigata Sassari, e poi si parlerà dell’operazione forza Paris, dell’operazione vespri siciliani, della Brigata paracadutisti Folgore, dei reparti speciali, delle operazioni di pace all’estero delle forze armate, mentre è previsto il ritorno della rubrica sulla costituzione. Si informa che Rtocalco Mlitare e una produzione televisiva di TeleRegina, la tv di padre Giacomo Ribaudo, con la regia di Giorgio Da Genzano e Pasquale Migliore. I Titoli della prima puntata : * Il Cocer comparto difesa attacca il governo – * Intervista esclusiva al Presidente del Cocer Interforze Gen. Rossi – * Intervento critico nei confronti del governo in commissione difesa di Leonardo Bitti “Delegato Cocer”- * Rigidamente sull’attenti in divisa, una rappresentanza dei precari militari ha manifestato davanti a Montecitorio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operazione esuberi nei quotidiani

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

“In una recente audizione della Commissione di vigilanza sugli enti previdenziali i rappresentanti dell’INPGI hanno previsto che vi saranno circa 600 prepensionamenti di giornalisti, a partire dai quotidiani più importanti” Lo sostiene in una nota il Vice Presidente della Commissione Lavoro di Montecitorio On. Giuliano Cazzola.  “Bisognerebbe chiedere – aggiunge – alla FNSI, che ha promosso la manifestazione di domani, e alla Cgil, che la sostiene, se questa massiccia operazione di esuberi non abbia a che fare anche con la libertà di stampa, forse in misura maggiore di tanti eventi di cui si discute da mesi”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie Venete – Cantieri autostradali fino al 4 ottobre

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Proseguono i lavori di rifacimento della pavimentazione sull’autostrada A4 Venezia – Trieste nel tratto compreso fra Latisana e San Stino di Livenza. Fra le ore 22,00 del 2 ottobre e le ore 17,00 del 4 ottobre, la rampa di svincolo dell’allacciamento A28-A4 (entrata di Portogruaro) in direzione Venezia sarà chiusa e il traffico sarà deviato sulla carreggiata in direzione Trieste (che diventerà a doppio senso di marcia). Gli itinerari alternativi da Portogruaro a San Stino di Livenza, sono indicati in loco.  I lavori saranno segnalati, in particolare durante le ore notturne, mentre per le informazioni saranno utilizzati i pannelli a messaggio variabile posizionati prima dell’ingresso e lungo la rete autostradale, oltre ad essere pubblicate sul sito della Concessionaria (www.autovie.it). Attivi – 24 ore su 24 – il risponditore automatico 0432-925111 o 040-3189111, con informazioni aggiornate in tempo reale  e “Viaggiando” 89 24 89. Proseguono i lavori per la realizzazione del collegamento tra lo svincolo di Ronc di San Michele (Pn) e Caneva (Pn), che comprendono una serie di interventi in prossimità dello svincolo di Cornadella

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A scuola si declina l’Alfabeto della Responsabilità

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Regole e principi, lettere dell’alfabeto, immagini, slogan, rime, filastrocche: sono gli elementi che i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado dovranno coniugare per realizzare un poster o un opuscolo illustrato dal titolo “L’Alfabeto dei comportamenti responsabili”. Questo il Concorso nazionale bandito dall’Istituto per gli Affari Sociali (IAS), in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (ANSAS) e con il supporto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali.  Scopo dell’iniziativa è promuovere una riflessione condivisa sulla responsabilità personale e sociale, premessa indispensabile per l’esercizio della cittadinanza attiva, auspicata nel Libro Bianco sul futuro del modello sociale, La vita buona nella società attiva e oggetto del nuovo insegnamento scolastico “Cittadinanza e Costituzione”. L’assunzione di responsabilità partecipative dovrà scaturire da un’attività interdisciplinare e dal coinvolgimento di tutto il consiglio di classe, chiamato a guidare i ragazzi in un percorso di approfondimento di ampio respiro improntato al dialogo, alla comunicazione e alla partecipazione attiva.  Gli studenti, a seguito dell’approfondimento dei principi civici che orientano al rispetto di sé e degli altri, al rapporto con la diversità e a corretti stili di vita in relazione all’ambiente, alla società e alla sicurezza, dovranno elaborare “i comportamenti responsabili” da adottare facendo leva sulla loro creatività, declinandoli sulle lettere dell’alfabeto con filastrocche/rime/slogan e illustrandoli con disegni o foto dando luogo a un poster o un opuscolo.  Le cinque scuole vincitrici (scuola infanzia, scuola primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado, Istituto comprensivo o omnicomprensivo) riceveranno ciascuna un premio in denaro pari a 3.000 euro che dovrà essere impiegato per attività culturali, quali ad esempio acquisto di materiale didattico, spettacoli teatrali o cinematografici, visite a musei, etc.Il bando del concorso è pubblicato sui siti internet dell’IAS e dell’ANSAS. Il termine per la presentazione dei lavori è il 31 gennaio 2010.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Che fine ha fatto la Cooperazione allo Sviluppo?

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Roma 14 Ottobre 2009, ore 12.30 presso la Sala Stampa del Senato – Palazzo Madama Conferenza Stampa per un’analisi su “Finanziaria e Cooperazione. Per il 2009, il rapporto APS/PIL italiano sarà tra lo 0,15%-0,16%, nel 2010 sicuramente non si raggiungerà lo 0,51% (stime più precise dopo l’analisi del bilancio), ma non si toccherà neppure lontanamente la soglia dello 0,42% necessaria per far sì che l’UE raggiunga l’obiettivo collettivo dello 0,56%. A causa  della negligenza dell’Italia e della Grecia, l’obiettivo europeo sarà mancato nonostante tutti gli altri paesi abbiano rispettato l’impegno.  Dei 326 milioni, 123 sono già stati impegnati per pagare le iniziative deliberate e 30 milioni saranno necessari per coprire le spese di funzionamento. La DGCS (Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAE) potrà disporre di 173 milioni nel 2010 di euro contro i 193 dello scorso anno, veramente troppo poco per attribuire al Ministero degli Affari Esteri le competenze d’indirizzo della politica di cooperazione allo sviluppo.
La finanziaria 2010 non autorizza nessuna variazione significativa del bilancio a legislazione vigente attribuisce solo 188 milioni (il solo incremento della spesa). Non prevede alcuna disponibilità neppure per il Fondo Missioni Internazionali. E’ chiaro che ormai la legge finanziaria ha perso il suo valore di documento di finanza pubblica di riferimento, lasciando il posto ad una manovra continua su 12 mesi fatta per decretazione d’urgenza. Infatti  si parla già di un provvedimento a novembre che destinerà le risorse aggiuntive della sanatoria badanti e della sanatoria fiscale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »